Jukebox indipendente per indipendenti

Pump Audio consente di acquistare canzoni, effetti sonori e musiche d'accompagnamento a basso costo. Uno strumento in più per le produzioni dal basso. Ecco come funziona

San Jose (USA) – Si chiama Pump Audio e dietro questo nome evocativo si nasconde un’interessantissima iniziativa che si rivolge al mondo della produzione multimediale indipendente con una pletora di servizi incentrati su flessibilità, bassi costi e ridistribuzione trasparente delle royalties. Il 50% dei profitti va direttamente agli artisti, che mantengono tutti i diritti d’autore sulle proprie creazioni, mentre il resto viene trattenuto dall’agenzia.

I musicisti possono vendere la propria musica, in modo non vincolante , direttamente ai clienti: i prezzi per ottenere in licenza l’uso di una particolare colonna sonora o di una particolare sequenza di suoni sono particolarmente accessibili. Il concetto di base dietro Pump Audio è di offrire musica originale per le creazioni messe in onda su servizi come YouTube o Lulu.TV , rimanendo in regola con le norme sul copyright.

Gli utenti interessati all’acquisto possono accedere direttamente alla libreria di suoni di Pump Audio e cercare i file necessari, con l’autorizzazione ad ascoltarli ed eventualmente modificarli per “sincronizzarli” con video o altro tipo di contenuti audiovisivi: videogiochi, opere d’animazione, grafica tridimensionale.

In base alle indicazioni fornite dall’azienda nelle FAQ , le canzoni potranno essere acquistate anche per “produzioni televisive, costruzione di pagine web dinamiche, ed ovunque siano necessari contenuti audio originali”.

I servizi di Pump Audio sono riservati, ovviamente, soltanto agli artisti ed alle etichette discografiche indipendenti. I clienti che vorranno avvalersi del catalogo Pump Audio riceveranno un dispositivo speciale, chiamato “Pump Box”, che permette di eseguire ricerche nel database dell’agenzia attraverso un collegamento diretto: tutta la musica è infatti in formato MP3 e si può effettuare ricerche utilizzando le varie tag previste dal formato – genere, annata, autore e via dicendo. I pagamenti, sia per l’acquisto che per la riscossione delle royalty, avvengono attraverso PayPal ed il servizio non prevede limiti territoriali.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ah beh...
    allora non deve essere inserita neanche la pubblicità, eslcusa la pausa fra i tempi.
  • Anonimo scrive:
    Forse non tutti sanno
    che nel 1968 il governo usa varò una commissione scientifica per stabilire se la pornografia fosse realmente dannosa. La commissione arrivò a raccomandare che la maggiorparte delle leggi sulla pornografia fossero abrogate perché non efficaci... che non esistono fondati motivi di ritenere la pornografia in qualche modo dannosa per la mente adulta. Ma un membro della commissione designato dal presidente Nixon si batté per respingere le conclusioni della Commissione. Fu lo stesso presidente Nixon a convincere il Senato a rigettare il rapporto invalidandone le conclusioni. Nixon intanto venne rieletto dopo che l'avevano dichiarato politicamente finito e le forze della repressione si fecero molto (molto!) più forti. Con una propaganda politica piena di moralismo aveva ottenuto i voti che cercava. Tutti in seguito si sono dimenticati dei risultati della commissione presidenziale sulla pornografia perché non vi erano le risposte che si cercavano. Combattere la pornografia era politicamente vantaggioso. :(
  • SardinianBoy scrive:
    Vogliamo il sesso!
    " tagliano le scene più piccanti dai film per riproporli alla audience di questo stato americano, in cui risiedono molti mormoni, legati a rigidi precetti religiosi e morali. ".....MA dico io, sono scemi? I mormoni? Io per esperienza personale, devo dire che sono stato a contatto con i mormoni, a pisa, e nessuno neghi il contrario che non ci sono... e, sapete cosa piace a loro? La " Poligamia "..ovvero ( per chi non lo sa ) avere più mogli. E poi sono i primi a dire di levare le scene di sesso! Ma quali scene? Il culetto nudo di sharon stone o di qualche altra attrice ? Ma dai... lo sappiamo che ormai certi film, vincono e vendono soprattutto per certe scene piccanti!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Vogliamo il sesso!
      - Scritto da: SardinianBoy
      " tagliano le scene più piccanti dai film per
      riproporli alla audience di questo stato
      americano, in cui risiedono molti mormoni, legati
      a rigidi precetti religiosi e morali.
      "
      .....MA dico io, sono scemi? I mormoni? Io per
      esperienza personale, devo dire che sono stato a
      contatto con i mormoni, a pisa, e nessuno neghi
      il contrario che non ci sono... e, sapete cosa
      piace a loro? La " Poligamia "..ovvero ( per chi
      non lo sa ) avere più mogli. E poi sono i primi a
      dire di levare le scene di sesso! Ma quali scene?
      Il culetto nudo di sharon stone o di qualche
      altra attrice ?

      Ma dai... lo sappiamo che ormai certi film,
      vincono e vendono soprattutto per certe scene
      piccanti!!!!!!!Hai presente in concetto di IPOCRISIA ??E' sempre fortemente presente in TUTTE le religioni e insita in questi buffi censori ....
      • Anonimo scrive:
        Re: Vogliamo il sesso!

        Hai presente in concetto di IPOCRISIA ??

        E' sempre fortemente presente in TUTTE le
        religioni e insita in questi buffi censori
        ....Mica solo nelle religioni, purtroppo. Hai presente la politica?
    • Anonimo scrive:
      Re: eccoti una scena piccante
      http://www.men.gr/82/obsesions/1a.jpg
    • Anonimo scrive:
      Re: Vogliamo il sesso!
      La poligamia è stata abolita tra i Mormoni da più di un secolo... Enrico Faust
  • Anonimo scrive:
    Non capisco perché...
    ...non possa essere data la possibilità al cliente di scegliere tra una versione originale ed eventualment euna o piu' adattate per non offendere i costumi, la morale e/o la sensibilita' di certi gruppi di persone. Pagando diritti d'autore, ecc. ecc.
    • ciko scrive:
      Re: Non capisco perché...
      - Scritto da:
      ...non possa essere data la possibilità al
      cliente di scegliere tra una versione originale
      ed eventualment euna o piu' adattate per non
      offendere i costumi, la morale e/o la
      sensibilita' di certi gruppi di persone.


      Pagando diritti d'autore, ecc. ecc.il detentore del diritto di autore deve decidere: se io voglio che il film sia visto SOLO con le scene di sesso, nessuno puo' permettersi di modificare la mia opera...tagliare una scena di sesso potrebbe far assumere altro significato al film, e cio' non e' giusto nei confronti dell'autore originario...
      • Alucard scrive:
        Re: Non capisco perché...
        - Scritto da: ciko

        - Scritto da:

        ...non possa essere data la possibilità al

        cliente di scegliere tra una versione originale

        ed eventualment euna o piu' adattate per non

        offendere i costumi, la morale e/o la

        sensibilita' di certi gruppi di persone.





        Pagando diritti d'autore, ecc. ecc.

        il detentore del diritto di autore deve decidere:
        se io voglio che il film sia visto SOLO con le
        scene di sesso, nessuno puo' permettersi di
        modificare la mia
        opera...

        tagliare una scena di sesso potrebbe far assumere
        altro significato al film, e cio' non e' giusto
        nei confronti dell'autore
        originario...Chissà come sarebbe Arancia Meccanica censurato a prova di morale :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Non capisco perché...
      - Scritto da:
      ...non possa essere data la possibilità al
      cliente di scegliere tra una versione originale
      ed eventualment euna o piu' adattate per non
      offendere i costumi, la morale e/o la
      sensibilita' di certi gruppi di persone.


      Pagando diritti d'autore, ecc. ecc.Se non vuoi veder l' opera intera, non cercare l' opera.Altrimenti falsi comunque il msg di chi l'opera l'ha concepita.....
  • puffetta scrive:
    Finalmente
    Speriamo che adesso la smettono di farsi le pippe nella stanzetta della censura, godendosi, egoisticamente soltanto loro, gli spezzoni erotici taglizzati. 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente
      Ti interessa girare una scena erotica in prima persona in luogo publico? ;)
      • puffetta scrive:
        Re:OT - caste
        non perseguitarmi che poi c'è chi fa confusione e scambio d'identità :)
        • Anonimo scrive:
          Re:OT - caste
          Ma a te che ti frega, scusa. Se ti pigli un dvd della Famiglia Alba Video tu lo sai che è tagliato. Libera scelta del consumatore. Sinceramente la cosa non mi scandalizza minimamente. Anzi, penso che questa volta hanno toppato i registi che vogliono imporre la visione delle scene "forti" (chiamiamole così) pure a chi non vuole vederle.Anzi, io protesto!SPACCO TUTTO! BASTARDI FASCISTI!!VOGLIO LA LIBERTA' DI POTERMI COMPRARE UN DVD TAGLIATO DALLA SUNRISE FAMILY VIDEO !!!LIBERTA'!!!!!LIBBBBERTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA'!!!!! @^
  • Anonimo scrive:
    Ci vuole un'ondata di moralizzazione
    In questi giorni bui in cui troppo spesso invertiti e pedofili debosciati alzano la testa è necessario che qualcuno ci ricordi i sani principi di una società retta.
  • Anonimo scrive:
    Con che cosa fa rima mormone?...
    Con che cosa fa rima mormone?... O) O) O)
  • Anonimo scrive:
    [OT]The 99: Islamic culture based comic.
    Invece di censurare, creano un fumetto su misura...http://www.adherents.com/lit/comics/The99.htmlhttp://www.360east.com/?p=483
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT]The 99: Islamic culture based comic.
      - Scritto da:
      Invece di censurare, creano un fumetto su
      misura...

      http://www.adherents.com/lit/comics/The99.html

      http://www.360east.com/?p=483bello!mi piacciono un sacco le contaminazioni culturali (si parla di piccole cose come queste)!aiutano l'integrazione dei popoli...dovrebbero tradurle in nonArabic e diffonderle in modo capillare...cose come queste che aiutano a comprendere le altre culture dovrebbero essere più incoraggiate.
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT]The 99: Islamic culture based comic.
      ma si sono dimenticati di mettere il velo alle donne !! verrà censurato pure questo !!
  • TADsince1995 scrive:
    E allora i cartoni animati!?!?
    Se è così, la signora Alessandra Valeri Manera (all'epoca responsabile dell'area dedicata all'animazione di mediaset) dovrebbe essere condannata all'ergastolo! :DPraticamente la quasi totalità dei cartoni animati arrivati dal giappone in Italia sono stati censurati senza pietà, in alcuni casi in modo assolutamente criminale, come il celebre caso di "Orange Road", in italia pietosamente e inspiegabilmente rinominato "E' quasi magia Johnny", è stato censurato di oltre metà dei suoi contenuti e in molti casi addirittura alcuni dialoghi "sconvenienti" al pubblico italiano sono stati modificati.Ma ci sono altri casi esemplari, come "Lupin" o "Il Mistero Della Pietra Azzurra ("Fushigi No Umi No Nadia" a mio avviso il più bell'anime della storia dell'uomo).Cose tipiche della mentalità itailiota.TAD
    • Anonimo scrive:
      Re: E allora i cartoni animati!?!?
      vogliamo parlare di dragonball allora???
    • Anonimo scrive:
      Re: E allora i cartoni animati!?!?
      - Scritto da: TADsince1995
      Se è così, la signora Alessandra Valeri Manera
      (all'epoca responsabile dell'area dedicata
      all'animazione di mediaset) dovrebbe essere
      condannata all'ergastolo!
      :D

      Praticamente la quasi totalità dei cartoni
      animati arrivati dal giappone in Italia sono
      stati censurati senza pietà, in alcuni casi in
      modo assolutamente criminale, come il celebre
      caso di "Orange Road", in italia pietosamente e
      inspiegabilmente rinominato "E' quasi magia
      Johnny", è stato censurato di oltre metà dei suoi
      contenuti e in molti casi addirittura alcuni
      dialoghi "sconvenienti" al pubblico italiano sono
      stati
      modificati.

      Ma ci sono altri casi esemplari, come "Lupin" o
      "Il Mistero Della Pietra Azzurra ("Fushigi No Umi
      No Nadia" a mio avviso il più bell'anime della
      storia
      dell'uomo).

      Cose tipiche della mentalità itailiota.

      TADpoichè sono ignorante in materia .. per curiosità che roba tagliavano da noi?io sapevo che Georgie era tagliatissima nelle scene incestuose coi fratelli.Thanks
      • Anonimo scrive:
        Re: E allora i cartoni animati!?!?
        - Scritto da:

        - Scritto da: TADsince1995

        Se è così, la signora Alessandra Valeri Manera

        (all'epoca responsabile dell'area dedicata

        all'animazione di mediaset) dovrebbe essere

        condannata all'ergastolo!

        :D
        poichè sono ignorante in materia .. per curiosità
        che roba tagliavano da
        noi?Scene troppo violente, dove si vedeva il sangue, dialoghi troppo "ammiccanti", riferimenti all'eventuale omosessualità dei personaggi, riferimenti precisi alla realtà giapponese (nomi di personaggi e luoghi e cibi cambiati), ecc ecc eccPraticamente quasi tutte le serie anime più celebri (Orange Road, Lupin, Dragonball, Pokémon, SailorMoon) hanno subito censure di diversa pesantezza.
      • Ataru73 scrive:
        Re: E allora i cartoni animati!?!?
        - Scritto da:
        poichè sono ignorante in materia .. per curiosità
        che roba tagliavano da
        noi?Nel caso di Orange Roadhttp://www.manga-japan.it/kor-universe/censure.html
    • Anonimo scrive:
      Re: E allora i cartoni animati!?!?
      oltre a censurare le scene "spinte" ora tagliano senza alcun ritegno !!! se vi ricordate, ad esempio, le puntate di Lupin qualche anno fa duravano circa mezz' ora (senza contare le pause pubblicitarie) mentre ora (con la pubblicità) arrivano a malapena a 20-25 minuti ! :(
      • Anonimo scrive:
        Re: E allora i cartoni animati!?!?
        Il problema di fondo è che mooolto spesso mediaset acquista i video americani, video già pesantemente censurati o stravolti nella traduzione. Mediaset (che io sappia) non ha mai realizzato personalmente modifiche, ha semplicemente acquistato dalle emittenti americane e successivamente tradotto basandosi su quella versione. Il risultato molto spesso non è dei migliori... Mi viene in mente una parte di shaman king dove compare un sottotitolo in inglese e i protagonisti che parlano (nella versione americana sono muti xkè sott'acqua e mettono il sottotitolo, nella versione originale mugugnano e si fanno capire, nella versione italiana mugugnano, si fanno capire e hanno i sottotitoli (in inglese POI!!!)
        • Anonimo scrive:
          Re: E allora i cartoni animati!?!?
          - Scritto da:
          Il problema di fondo è che mooolto spesso
          mediaset acquista i video americani, video già
          pesantemente censurati o stravolti nella
          traduzione. Mediaset (che io sappia) non ha mai
          realizzato personalmente modifiche, ha
          semplicemente acquistato dalle emittenti
          americane e successivamente tradotto basandosi su
          quella versione. Il risultato molto spesso non è
          dei migliori... Mi viene in mente una parte di
          shaman king dove compare un sottotitolo in
          inglese e i protagonisti che parlano (nella
          versione americana sono muti xkè sott'acqua e
          mettono il sottotitolo, nella versione originale
          mugugnano e si fanno capire, nella versione
          italiana mugugnano, si fanno capire e hanno i
          sottotitoli (in inglese
          POI!!!)NOn è vero. Quello che dici è valido solo per alcuni titoli: Pokémon, Yu-Gi-O, Shaman King... con tutti gli altri è la stessa Mediaset a comprare direttamente dal Giappone e poi a modificare pesantemente. Molto spesso, poi, le versioni censurate di Mediaset, vengono acquistate e localizzate in altri paesi europei (ad es. Marmalade Boy / Piccoli problemi di cuore).
    • Anonimo scrive:
      Re: E allora i cartoni animati!?!?
      Se non ricordo male, un mio amico appassionato di cartoni e fumetti giapponesi mi spiegava che in Giappone ci sono cartoni per tutte le età. Forse qui in italia, pittosto di non mandare in onda una storia adatta a 14+ anni, hanno preferito un orrido collage e i soldi li hanno comunque presi ;)
    • Cobra Reale scrive:
      Re: E allora i cartoni animati!?!?
      Aggiungici Marmalade Boy , ribattezzato Piccoli problemi di cuore e completamente stravolto. Forse, ha superato KOR diventando l'anime più censurato d'Italia.
      • Dark-Angel scrive:
        Re: E allora i cartoni animati!?!?
        - Scritto da: Cobra Reale
        Aggiungici Marmalade Boy , ribattezzato
        Piccoli problemi di cuore e completamente
        stravolto. Forse, ha superato KOR diventando
        l'anime più censurato
        d'Italia.e "slayers" dove lo mettiamo?in italia "un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo per rina" (titolo talmente lungo che nemmeno google lo digerisce!)dove le ultime tre puntate furono talmente tagliate e censurate che furono costretti a trasmetterle INSIEME! (con ovvio e prevedibile garbuglio)tagliate a tal punto che ne è rimasto poco da farci appena 20 minuti!
  • Anonimo scrive:
    C'era una volta in America (per esempio)
    Come mai negli USA l'opera di Sergio Leone che è stata massacrata da tagli & ri-montaggi, non è mai stata oggetto di tante attenzioni da parte di giudici e registi?
    • Anonimo scrive:
      Re: C'era una volta in America (per esempio)
      - Scritto da:
      Come mai negli USA l'opera di Sergio Leone che è
      stata massacrata da tagli & ri-montaggi, non è
      mai stata oggetto di tante attenzioni da parte di
      giudici e
      registi?Perchè secondo l'opinione di molti di coloro, quelli che si credono di stare dalla parte giusta, e visti i termini previsti, e questo nonostante tutto....Bhe, è un discorso troppo lungo per essere fatto qui, e ora, e li, e dopo.Ad ogni modo va bene
  • Anonimo scrive:
    GIUSTISSIMO
    Ottima cosa.
  • Anonimo scrive:
    Niente di nuovo
    Si chiama diritto morale d'autore ed e' quello che consente agli artisti di opporsi alle mutilazioni delle loro opere.In Italia, con l'arrivo della TV commerciale i nostri registi hanno provato a protestare sullo scempio che gli spot facevano delle loro opere. Putroppo, pero', il giudice americano non si trovava a passare dalle nostre parti...
    • Anonimo scrive:
      Re: Niente di nuovo
      tranne l'affitto per me.e ci riprovoe non capisco perchè.Se non ho più un Dionon hoe ho perso l'animaa.e vago nel ventovago peròMamaaaaehsalvami l'animaMamaaaaaaehhsalvami l'animasalvami, l'animaa
    • Anonimo scrive:
      Re: Niente di nuovo
      - Scritto da:
      Si chiama diritto morale d'autore ed e' quello
      che consente agli artisti di opporsi alle
      mutilazioni delle loro
      opere.
      In Italia, con l'arrivo della TV commerciale i
      nostri registi hanno provato a protestare sullo
      scempio che gli spot facevano delle loro opere.Fosse solo quello. Anni fa non c'erano problemi a mandare filmoni in TV in prima serata. Poi venne un politico che disse che in prma serata ci sono i bambini, per cui i film con sesso o violenza andavano in seconda serata. Ma le tv non rinunciarono al richiamo di pubblico della prima serata, cosi' cominciarono a tagliare i film.Ecco quindi che negli anni ottanta si vede in Terminator 1 Sarah Connors che fa sesso con i seni al vento, ma agli inizi degli anni 90 la scena scompare.In mad max 2 - interceptor 2, un uomo perde le dita tagliate da un boomerang di metallo, ma agli inizi degli anni 90 si vede solo che si tiene stretta la mano. Tanto per citare due cosucce.Ce ne sono molte altr ovviamente.Pensate che i bambini fino agli anni 80 sono cresciuti senza problemi con queste scene, ora inesistenti.Qualcuno ha pensato di sostituirsi a genitori e registi.
      Putroppo, pero', il giudice americano non si
      trovava a passare dalle nostre
      parti...E nemmeno uno strafatto di crack con pinze e saldatore purtroppo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Niente di nuovo
      - Scritto da:
      Si chiama diritto morale d'autore ed e' quello
      che consente agli artisti di opporsi alle
      mutilazioni delle loro
      opere.
      In Italia, con l'arrivo della TV commerciale i
      nostri registi hanno provato a protestare sullo
      scempio che gli spot facevano delle loro opere.
      Putroppo, pero', il giudice americano non si
      trovava a passare dalle nostre
      parti...e che c'entra ?scusa ma una cosa è la modifica dell'opera con taglio di fotogrammi e stravolgimento dei dialoghi, un'altra è l'interruzione con spot pubblicitari.
      • Anonimo scrive:
        Re: Niente di nuovo
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Si chiama diritto morale d'autore ed e' quello

        che consente agli artisti di opporsi alle

        mutilazioni delle loro

        opere.

        In Italia, con l'arrivo della TV commerciale i

        nostri registi hanno provato a protestare sullo

        scempio che gli spot facevano delle loro opere.

        Putroppo, pero', il giudice americano non si

        trovava a passare dalle nostre

        parti...

        e che c'entra ?
        scusa ma una cosa è la modifica dell'opera con
        taglio di fotogrammi e stravolgimento dei
        dialoghi, un'altra è l'interruzione con spot
        pubblicitari.Ma di che state parlando? Non mi dite che ancora qualcuno accende la televisione? Incredibile!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Niente di nuovo
          appunto: si accende la televisione per vedere quel poco di programmi decenti rimasti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Niente di nuovo
            Mi fai un elenco, please?Io non ne vedo nemmeno uno...J.J.:'(
          • Anonimo scrive:
            Re: Niente di nuovo
            bhè...non resta tanto:- i cartoni animati (tipo anni 80)quando qualche emittente li inserisce come "tappabuchi".- i documentarianche se potrebbero farne di più- serie televisive (poche)alcune sono interessanti, mentre altre.... lasciamo perdere !- filmquelli che piace rivedere anche se li hai già visti più volte (ma qui bisogna avere veramente fortuna per trovarli e perchè non siano tagliati per ragioni di palinsesto :( )
        • Anonimo scrive:
          Re: Niente di nuovo
          - Scritto da:
          Ma di che state parlando? Non mi dite che ancora
          qualcuno accende la televisione?
          Incredibile!!!Nooooooo!!!! I radical chic spuntano dalle fottute pareti!
  • Anonimo scrive:
    NNNNNNNNNOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!
    Non potremo mai avere una versione di Titanic con tutte le scene in cui c'è Di Caprio tagliate? NNNNNNNNNNNNOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: NNNNNNNNNOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!
      - Scritto da:
      Non potremo mai avere una versione di Titanic con
      tutte le scene in cui c'è Di Caprio tagliate?
      NNNNNNNNNNNNOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOONon preoccuparti: qui hai gia' di che farti una cultura con cartoni animati americani e giapponesi tagliati e adattati a "dovere".... :(
      • Anonimo scrive:
        Re: NNNNNNNNNOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!
        quoto!!!!Io da quando anni fa ho visto KOR (volgarmente detto è quasi magia jhonny) nella versione originale in VHS ho capito che scempio viene fatto da noi delle serie animate... :'(
        • steve81 scrive:
          Re: NNNNNNNNNOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!
          La dolce strada degl'aranci :)Sinceramente si notava anche nelle puntate che davano in tv, che era pesantemente tagliato.Un pò come Sailor Moon.
          • Davz scrive:
            Re: NNNNNNNNNOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!
            la cosa migliore è quando, oltre che tagliarle, cambiano tutto l'ordine... questa proprio non l'ho mai capita. Anche lupin III è martoriato dalle stesse cose, ci sono certe puntate in cui sono sull'orlo della sconfitta e poi, al fotogramma successivo, sono tutti felici allontanandosi verso il Sole con la 500... ma che nervoso!
          • Anonimo scrive:
            Tutta colpa della fascia protetta...
            - Scritto da: Davz
            la cosa migliore è quando, oltre che tagliarle,
            cambiano tutto l'ordine... questa proprio non
            l'ho mai capita. Anche lupin III è martoriato
            dalle stesse cose, ci sono certe puntate in cui
            sono sull'orlo della sconfitta e poi, al
            fotogramma successivo, sono tutti felici
            allontanandosi verso il Sole con la 500... ma che
            nervoso!Eh beh che ti aspetti è trasmesso come tutti gli altri cartoni sempre in fascia protetta (eccetto la serie nuova). E' principalmente colpa della differenza culturale: molti degli anime che arrivano da noi e vengono censurati sono tranquillamente trasmessi in giappone a qualunque ora.Comunque non si può di certo dare torto a Italia1: o trasmettono cartoni di buona qualità tagliandoli dove non conformi o trasmettono cartoni a prova di bambini lobotomizzati come quelle tristezze che puoi vedere ogni pomeriggio sui canali rai (rai2) che vantano il "popolarissimo" spaghetti family (cartone irriverente... ma per favore!) per non parlare di tutti quei barbosissimi cartoni storici (sandokan, la figlia di morgan e chi più ne ha più ne metta) che fanno venire la pelle d'oca solo a sentire le sigle.Preferisco di gran lunga vedere dei cartoni decenti con qualche taglio qua e là (su slayers/johnny però si è un pò esagerato) che ritrovarmi coi fili di bava alla bocca come quei poveri bambini che i genitori mollano davanti a rai2 per tutto il pomeriggio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutta colpa della fascia protetta...
            La fascia protetta dovrebbero metterla alle menti criminali dei magnati dell'industria che distruggono il pianeta per i loro profitti.Mi auguro solo che tanta tanta gente abbia visto il documentario su rai tre questa sera, e mi auguro solo che abbia capito la metà di quanto è stato detto.Così fosse, l'Italia, già da domani, sarebbe un paese migliore.
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutta colpa della fascia protetta...
            Hanno tagliato anche John Holmes, il suo pene risulta più corto di 5 centimetri nei film rispetto l'originale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutta colpa della fascia protetta...
            se ti riferisci a The Corporation...l'ho visto...ragazzi, siamo tutti fottuti. tempo 20/30 anni e succede il macello mondiale...se prima non ci elimina il clima.ps: chissà perchè le cose intelligenti le trasmettono ad orari indecenti...in questo caso addirittura l'hanno diviso in 2, per diluirlo ancora di più...proprio strano, he?
          • Anonimo scrive:
            Re: NNNNNNNNNOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!
            un altra cosa simpatica che succede ai vari cartoni animati è quando le puntate arrivano ad un certo punto della storia e poi.... ricominciano dall' inzio !!! quante serie sono rimaste " in sospeso" a causa di gestioni degli acquisti dei programmi televisivi fatti a "spizzichi e bocconi" ?! :(
          • CoD scrive:
            Re: NNNNNNNNNOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!
            - Scritto da:
            un altra cosa simpatica che succede ai vari
            cartoni animati è quando le puntate arrivano ad
            un certo punto della storia e poi....
            ricominciano dall' inzio !!! quante serie sono
            rimaste " in sospeso" a causa di gestioni degli
            acquisti dei programmi televisivi fatti a
            "spizzichi e bocconi"
            ?!No, un mio amico che lavora in una fumetteria mi ha spiegato che il problema in quesi casi e' un altro.Parallelamente al cartone animato ci sono i manga, ma i manga escono piu' lentamente mentre il cartone animato (generalmente) e' a scadenza giornaliera o settimanale.Chi compra i diritti per un soggetto si accorda con il distributore del manga per far iniziare i cartoni un po' dopo l'uscita dei manga.In ogni caso i cartoni sono piu' rapidi, per cui, anche partendo dopo, ad un certo punto ci si ritrova con il cartone che ha superato il manga.A questo punto la serie viene sospesa e si aspetta che le uscite cartacee raggiungano e superino quelle in tv, poi si riparte.E' quello che e' successo, ad esempio, a Inuyasha.
          • Davz scrive:
            Re: NNNNNNNNNOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!
            o fanno milioni di puntate di riempimento (chi ha detto Naruto?) o allungano in maniera "leggermente eccessiva" certi episodi (DragonBall Z)PS: Fra l'altro, nella sigla italiana, DragonBall sembra il personaggio principale... ma collegano il cervello prima di fare le cose? Boh.
          • sinadex scrive:
            Re: NNNNNNNNNOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!
            e quando a metà serie cambiano i doppiatori? che odio!!
    • Anonimo scrive:
      [OT] I bambini vanno difesi
      premetto che sono uno di quelli che guardava Ken Shiro e le scene di "sangue nero" quando scoppiavano i corpi. Certo, forse quella non era una censura ma bensì un cambiamento nell'aspetto grafico del cartone, ma diciamo che rendeva l'idea. Al tempo ero già grandicello per i cartoni (10 anni) e potevo capire la differenza. Ma parliamo di chi lascia i figli a casa il pomeriggio, come dicono alcuni, od altri con le tate che si addormentano mentre i ragazzini (spesso più piccoli) si rincoglioniscono davanti alla TV. LA fascia protetta DEVE esserci per educare in un certo modo la fascia di età in fase di crescita. Certo, questo discorso dovrebbe essere allargato anche a quello che ci viene proposto anche in altre fasce ed anche al tipo di educazione che i genitori danno ai figli, nonchè alla famiglia che non esiste più ma questi sono altri discorsi.Resta il fatto che nonostante ciò, ci lamentiamo che questi giovani non hanno più rispetto per niente e per nessuno, neanche per loro stessi.Paolo
      • Wakko Warner scrive:
        Re: [OT] I bambini vanno difesi
        - Scritto da:
        premetto che sono uno di quelli che guardava Ken
        Shiro e le scene di "sangue nero" quando
        scoppiavano i corpi. Certo, forse quella non era
        una censura ma bensì un cambiamento nell'aspetto
        grafico del cartone,O in altre parole una violazione di copyright non autorizzata.Se io faccio un quadro e tu me lo rovini perché a te il sangue fa schifo e non solo questo... ma spacci tale quadro per un opera mia, mi stai causando un danno perché la gente che lo vedrà crederà che sia un'opera originale mia.Allo stesso modo chi censura, taglia o modifica gli anime senza il permesso dell'autore sta violando il copyright e offendendo l'autore.
        ma diciamo che rendeva
        l'idea. Al tempo ero già grandicello per i
        cartoni (10 anni) e potevo capire la differenza.Nonostante questo qualcuno ha deciso che tu eri stupido e ha scelto per te.
        Ma parliamo di chi lascia i figli a casa il
        pomeriggio, come dicono alcuni, od altri con le
        tate che si addormentano mentre i ragazzini
        (spesso più piccoli) si rincoglioniscono davanti
        alla TV.Ognuno deve essere libero di crescere i propri figli come gli pare, secondo quello in cui crede purché questo non rappresenti un danno per tale persona.Se uno decide che è giusto lasciare il proprio figlio tutto il giorno a "rincoglionirsi" davanti alla TV allora va bene così perché si tratta semplicemente di un'educazione diversa dalla tua.
        LA fascia protetta DEVE esserci per
        educare in un certo modo la fascia di età in fase
        di crescita.Non sono affatto d'accordo.Se a me va bene che mio figlio non cresca con le fobie circa il sesso o la violenza che oramai è diffusa in tutta la società non vedo proprio perché tu debba decidere per me e per lui.Se a te, per i tuoi figli, questo non va bene sei liberissimo di spiegare loro perché certi canali non possono guardarseli o perché non possono guardarsi da soli la TV.
        Certo, questo discorso dovrebbe
        essere allargato anche a quello che ci viene
        proposto anche in altre fasce ed anche al tipo di
        educazione che i genitori danno ai figli, nonchè
        alla famiglia che non esiste più ma questi sono
        altri
        discorsi.Non vedo proprio perché, o pensi di poter decidere come un altro genitore deve educare suo figlio solo perché tu non sei d'accordo?
        Resta il fatto che nonostante ciò, ci lamentiamo
        che questi giovani non hanno più rispetto per
        niente e per nessuno, neanche per loro
        stessi.Il che è una diretta conseguenza del comportamento censorio che hai descritto.Si tende a considerare i ragazzini dei bambini anche quando non sono più bambini da un pezzo, gli si impone le proprie scelte e gli si impedisce di conoscere realtà diverse dalla propria. È ovvio che, raggiunta una certa età, essi si ribellino, anche violentemente, a questa violazione della loro libertà o che rimangano scioccati dalla realtà dei fatti quando tali fatti gli sono stati tenuti nascosti per tutta la vita. Costringere qualcuno a vivere nella menzogna non è mai né utile né educativo.Chi dice di voler "proteggere i bambini" in genre, nella realtà, li sta solo danneggiando.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 luglio 2006 13.00-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT] I bambini vanno difesi
          - Scritto da: Wakko Warner
          - Scritto da:

          premetto che sono uno di quelli che guardava Ken

          Shiro e le scene di "sangue nero" quando

          scoppiavano i corpi. Certo, forse quella non era

          una censura ma bensì un cambiamento nell'aspetto

          grafico del cartone,

          O in altre parole una violazione di copyright non
          autorizzata.Che ne sai tu se era autorizzata o no? Tu hai chiesto il permesso per usare il tuo avatar e il tuo nick? Magari sono marchi registrati.Ma guarda che supponenza!
          • Wakko Warner scrive:
            Re: [OT] I bambini vanno difesi
            - Scritto da:
            Che ne sai tu se era autorizzata o no? Tu haiHai letto l'articolo? Se fossero stati autorizzati gli avrebbero fatto causa secondo te?
            chiesto il permesso per usare il tuo avatar e il
            tuo nick? Magari sono marchi
            registrati.

            Ma guarda che supponenza!Se la Warner Bros mi invierà una lettera chiedendomi di smettere di usare tale immagine lo farò di certo. Rimane il fatto che il mio è semplicemente un avatar, e che anzi, usandolo gli faccio persino pubblicità, mentre chi censura e modifica le scene di un film sta chiaramente danneggiando del lavoro altrui.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] I bambini vanno difesi

            Se la Warner Bros mi invierà una lettera
            chiedendomi di smettere di usare tale immagine lo
            farò di certo. Rimane il fatto che il mio è
            semplicemente un avatar, e che anzi, usandolo gli
            faccio persino pubblicità, mentre chi censura e
            modifica le scene di un film sta chiaramente
            danneggiando del lavoro
            altrui.Ma tu guarda questo Wakko che trova sempre il modo di avere ragione! Con quelli come te "botte a tutto volume"! Ma non perchè hai torto o ragione, ma perchè tanto non se ne esce.Una bella compilation di cartoni e la risolviamo subito.Oh, sempre in amicizia, eh?Del resto uno può anche essere violento e intollerante ... ma con l'amore dentro! ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT] I bambini vanno difesi
          - Scritto da: Wakko Warner
          - Scritto da:

          premetto che sono uno di quelli che guardava Ken

          Shiro e le scene di "sangue nero" quando

          scoppiavano i corpi. Certo, forse quella non era

          una censura ma bensì un cambiamento nell'aspetto

          grafico del cartone,

          O in altre parole una violazione di copyright non
          autorizzata.Posso essere d'accordo sul fatto della violazione del copyright non autorizzato...
          Se io faccio un quadro e tu me lo rovini perché a
          te il sangue fa schifo e non solo questo... ma
          spacci tale quadro per un opera mia, mi stai
          causando un danno perché la gente che lo vedrà
          crederà che sia un'opera originale
          mia.

          Allo stesso modo chi censura, taglia o modifica
          gli anime senza il permesso dell'autore sta
          violando il copyright e offendendo
          l'autore.
          ....ma non che si stia offendendo l'autore in quanto la suddetta opera è proiettata in una fascia chiamata "protetta"

          ma diciamo che rendeva

          l'idea. Al tempo ero già grandicello per i

          cartoni (10 anni) e potevo capire la differenza.

          Nonostante questo qualcuno ha deciso che tu eri
          stupido e ha scelto per
          te.Non ha deciso qualcuno perchè non fa uscire fiori al posto del sangue nero ma piuttosto rende l'idea di una fuoriuscita di un qualcosa facilmente riconducibile.


          Ma parliamo di chi lascia i figli a casa il

          pomeriggio, come dicono alcuni, od altri con le

          tate che si addormentano mentre i ragazzini

          (spesso più piccoli) si rincoglioniscono davanti

          alla TV.

          Ognuno deve essere libero di crescere i propri
          figli come gli pare, secondo quello in cui crede
          purché questo non rappresenti un danno per tale
          persona.
          Se uno decide che è giusto lasciare il proprio
          figlio tutto il giorno a "rincoglionirsi" davanti
          alla TV allora va bene così perché si tratta
          semplicemente di un'educazione diversa dalla
          tua.Sarà anche "diversa" dalla mia idea, ma il fatto di renderli rincoglioniti è sbagliato.


          LA fascia protetta DEVE esserci per

          educare in un certo modo la fascia di età in
          fase

          di crescita.

          Non sono affatto d'accordo.
          Se a me va bene che mio figlio non cresca con le
          fobie circa il sesso o la violenza che oramai è
          diffusa in tutta la società non vedo proprio
          perché tu debba decidere per me e per
          lui.

          Se a te, per i tuoi figli, questo non va bene sei
          liberissimo di spiegare loro perché certi canali
          non possono guardarseli o perché non possono
          guardarsi da soli la
          TV.


          Certo, questo discorso dovrebbe

          essere allargato anche a quello che ci viene

          proposto anche in altre fasce ed anche al tipo
          di

          educazione che i genitori danno ai figli, nonchè

          alla famiglia che non esiste più ma questi sono

          altri

          discorsi.

          Non vedo proprio perché, o pensi di poter
          decidere come un altro genitore deve educare suo
          figlio solo perché tu non sei
          d'accordo?


          Resta il fatto che nonostante ciò, ci lamentiamo

          che questi giovani non hanno più rispetto per

          niente e per nessuno, neanche per loro

          stessi.

          Il che è una diretta conseguenza del
          comportamento censorio che hai
          descritto.
          Si tende a considerare i ragazzini dei bambini
          anche quando non sono più bambini da un pezzo,
          gli si impone le proprie scelte e gli si
          impedisce di conoscere realtà diverse dalla
          propria. È ovvio che, raggiunta una certa età,
          essi si ribellino, anche violentemente, a questa
          violazione della loro libertà o che rimangano
          scioccati dalla realtà dei fatti quando tali
          fatti gli sono stati tenuti nascosti per tutta la
          vita. Costringere qualcuno a vivere nella
          menzogna non è mai né utile né
          educativo.

          Chi dice di voler "proteggere i bambini" in
          genre, nella realtà, li sta solo
          danneggiando.E dove sarebbero nascoste queste fobie di cui parli ? Mi sembra che se ne parla ed anche troppo. Vedo troppa libertà e non fobia o repressione. Quello che manca è proprio il buon senso di non abusarne. La ribellione fa sì parte della violazione delle libertà ma è anche alimentata a dismisura dalle continue immagini e video che andrebbero censurate al 100% nella quale le scene di violenza, sesso e abuso sono all'ordine del giorno.Da questo si evince che non siamo della stessa idea; tu liberale io conservatore; nello stesso tempo cerco anche di osservare e non vedo una possibile via d'uscita nè nell'uno e nè nell'altro. La via di mezzo non esiste causa l'inesistenza del buon senso.Il mondo perfetto non esiste ma uno migliore è possibile.Paolo
          • Wakko Warner scrive:
            Re: [OT] I bambini vanno difesi
            - Scritto da:
            Posso essere d'accordo sul fatto della violazione
            del copyright non
            autorizzato...Bene.
            ....ma non che si stia offendendo l'autore in
            quanto la suddetta opera è proiettata in una
            fascia chiamata
            "protetta"Tu non hai il diritto di cambiare il mio quadro perché ai tuoi bambini non vuoi fare vedere ciò che io ho ritratto. Non hai il diritto di modificare il mio lavoro perché vuoi tenere i tuoi bambini nella menzogna e nell'ignoranza. Se ritieni che i tuoi bambini non debbano vedere tale quadro non devi fare altro che impedire che ciò avvenga.
            Non ha deciso qualcuno perchè non fa uscire fiori
            al posto del sangue nero ma piuttosto rende
            l'idea di una fuoriuscita di un qualcosa
            facilmente
            riconducibile.Quindi inutile. Hai rovinato il mio quadro per nulla.
            Sarà anche "diversa" dalla mia idea, ma il fatto
            di renderli rincoglioniti è
            sbagliato.Non sarà certo un film o un cartone in TV a renderli "rincoglioniti".
            E dove sarebbero nascoste queste fobie di cui
            parli ? In tutto quello che dici per esempio.Hai la fobia del sesso, la fobia della violenza e non solo vuoi trasmettere tali fobie ai tuoi figli, ma pretendi che tali fobie siano diffuse anche ai figli non tuoi.
            Mi sembra che se ne parla ed anche
            troppo.Tutti quelli che vogliono imporre la censura su determinati argomenti la pensano in modo identico al tuo.
            Vedo troppa libertà e non fobia o
            repressione. Quello che manca è proprio il buon
            senso di non abusarne. La ribellione fa sì parte
            della violazione delle libertà ma è anche
            alimentata a dismisura dalle continue immagini e
            video che andrebbero censurate al 100% nella
            quale le scene di violenza, sesso e abuso sono
            all'ordine del
            giorno.Il tuo discorso non fa una piega... con le premesse che ho detto qui sopra.Ripeto, hai la fobia del sesso e della violenza, il problema è dunque tuo.Io sono cresciuto a pane e Terminator, e di certo non vado in giro a uccidere nessuno.Come vedi le tue sono solo fobie.
            Da questo si evince che non siamo della stessa
            idea; tu liberale io conservatore; nello stesso
            tempo cerco anche di osservare e non vedo una
            possibile via d'uscita nè nell'uno e nè
            nell'altro. La via di mezzo non esiste causa
            l'inesistenza del buon
            senso.Certo che c'è la soluzione: tu ti tieni le tue fobie, e lasci vivere me nel modo che più mi aggrada così come io lascio vivere te nelle tue fobie se questo ti fa piacere.Non vedo proprio perché le tue fobie debbano influenzare anche i miei figli.Ti ricordo inoltre che il numero dei suicidi fra i giovani è aumentato di ben 3 volte in questi anni, e questo è da imputarsi proprio alle fobie di questa società, alla voglia di controllo assoluta che rende il mondo intollerabile a queste persone.Vivi e lascia vivere, l'unico mondo giusto è quello che segue, alla lettera, questo principio.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] I bambini vanno difesi
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da:

            Posso essere d'accordo sul fatto della
            violazione

            del copyright non

            autorizzato...

            Bene.


            ....ma non che si stia offendendo l'autore in

            quanto la suddetta opera è proiettata in una

            fascia chiamata

            "protetta"

            Tu non hai il diritto di cambiare il mio quadro
            perché ai tuoi bambini non vuoi fare vedere ciò
            che io ho ritratto. Non hai il diritto di
            modificare il mio lavoro perché vuoi tenere i
            tuoi bambini nella menzogna e nell'ignoranza.


            Se ritieni che i tuoi bambini non debbano vedere
            tale quadro non devi fare altro che impedire che
            ciò
            avvenga.


            Non ha deciso qualcuno perchè non fa uscire
            fiori

            al posto del sangue nero ma piuttosto rende

            l'idea di una fuoriuscita di un qualcosa

            facilmente

            riconducibile.

            Quindi inutile. Hai rovinato il mio quadro per
            nulla.


            Sarà anche "diversa" dalla mia idea, ma il fatto

            di renderli rincoglioniti è

            sbagliato.

            Non sarà certo un film o un cartone in TV a
            renderli
            "rincoglioniti".


            E dove sarebbero nascoste queste fobie di cui

            parli ?

            In tutto quello che dici per esempio.
            Hai la fobia del sesso, la fobia della violenza e
            non solo vuoi trasmettere tali fobie ai tuoi
            figli, ma pretendi che tali fobie siano diffuse
            anche ai figli non
            tuoi.


            Mi sembra che se ne parla ed anche

            troppo.

            Tutti quelli che vogliono imporre la censura su
            determinati argomenti la pensano in modo identico
            al
            tuo.


            Vedo troppa libertà e non fobia o

            repressione. Quello che manca è proprio il buon

            senso di non abusarne. La ribellione fa sì parte

            della violazione delle libertà ma è anche

            alimentata a dismisura dalle continue immagini e

            video che andrebbero censurate al 100% nella

            quale le scene di violenza, sesso e abuso sono

            all'ordine del

            giorno.

            Il tuo discorso non fa una piega... con le
            premesse che ho detto qui
            sopra.
            Ripeto, hai la fobia del sesso e della violenza,
            il problema è dunque
            tuo.
            Io sono cresciuto a pane e Terminator, e di certo
            non vado in giro a uccidere
            nessuno.
            Come vedi le tue sono solo fobie.


            Da questo si evince che non siamo della stessa

            idea; tu liberale io conservatore; nello stesso

            tempo cerco anche di osservare e non vedo una

            possibile via d'uscita nè nell'uno e nè

            nell'altro. La via di mezzo non esiste causa

            l'inesistenza del buon

            senso.

            Certo che c'è la soluzione: tu ti tieni le tue
            fobie, e lasci vivere me nel modo che più mi
            aggrada così come io lascio vivere te nelle tue
            fobie se questo ti fa
            piacere.
            Non vedo proprio perché le tue fobie debbano
            influenzare anche i miei
            figli.

            Ti ricordo inoltre che il numero dei suicidi fra
            i giovani è aumentato di ben 3 volte in questi
            anni, e questo è da imputarsi proprio alle fobie
            di questa società, alla voglia di controllo
            assoluta che rende il mondo intollerabile a
            queste
            persone.

            Vivi e lascia vivere, l'unico mondo giusto è
            quello che segue, alla lettera, questo
            principio.Le fobie nascono proprio dal modo con cui aggressivamente la società di oggi ti mette davanti alla realtà e non quanta censura o proibizionismo c'è. Ma faccio sempre ricorso al buon senso di ognuno di noi che non esiste. Ma non sono nè fobico nè altrettanto dittatore sulla questione: non sto cercando di convincere il lettore del mio post che quello che dico è giusto o sbagliato. Abbiamo solo delle ampie divergenze di idee.(Per me) vada per il luogo comune "era meglio quando si stava peggio"Paolo
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] I bambini vanno difesi
            - Scritto da:

            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:


            Posso essere d'accordo sul fatto della

            violazione


            del copyright non


            autorizzato...



            Bene.




            ....ma non che si stia offendendo l'autore in


            quanto la suddetta opera è proiettata in una


            fascia chiamata


            "protetta"



            Tu non hai il diritto di cambiare il mio quadro

            perché ai tuoi bambini non vuoi fare vedere ciò

            che io ho ritratto. Non hai il diritto di

            modificare il mio lavoro perché vuoi tenere i

            tuoi bambini nella menzogna e nell'ignoranza.





            Se ritieni che i tuoi bambini non debbano vedere

            tale quadro non devi fare altro che impedire che

            ciò

            avvenga.




            Non ha deciso qualcuno perchè non fa uscire

            fiori


            al posto del sangue nero ma piuttosto rende


            l'idea di una fuoriuscita di un qualcosa


            facilmente


            riconducibile.



            Quindi inutile. Hai rovinato il mio quadro per

            nulla.




            Sarà anche "diversa" dalla mia idea, ma il
            fatto


            di renderli rincoglioniti è


            sbagliato.



            Non sarà certo un film o un cartone in TV a

            renderli

            "rincoglioniti".




            E dove sarebbero nascoste queste fobie di cui


            parli ?



            In tutto quello che dici per esempio.

            Hai la fobia del sesso, la fobia della violenza
            e

            non solo vuoi trasmettere tali fobie ai tuoi

            figli, ma pretendi che tali fobie siano diffuse

            anche ai figli non

            tuoi.




            Mi sembra che se ne parla ed anche


            troppo.



            Tutti quelli che vogliono imporre la censura su

            determinati argomenti la pensano in modo
            identico

            al

            tuo.




            Vedo troppa libertà e non fobia o


            repressione. Quello che manca è proprio il
            buon


            senso di non abusarne. La ribellione fa sì
            parte


            della violazione delle libertà ma è anche


            alimentata a dismisura dalle continue
            immagini
            e


            video che andrebbero censurate al 100% nella


            quale le scene di violenza, sesso e abuso sono


            all'ordine del


            giorno.



            Il tuo discorso non fa una piega... con le

            premesse che ho detto qui

            sopra.

            Ripeto, hai la fobia del sesso e della violenza,

            il problema è dunque

            tuo.

            Io sono cresciuto a pane e Terminator, e di
            certo

            non vado in giro a uccidere

            nessuno.

            Come vedi le tue sono solo fobie.




            Da questo si evince che non siamo della stessa


            idea; tu liberale io conservatore; nello
            stesso


            tempo cerco anche di osservare e non vedo una


            possibile via d'uscita nè nell'uno e nè


            nell'altro. La via di mezzo non esiste causa


            l'inesistenza del buon


            senso.



            Certo che c'è la soluzione: tu ti tieni le tue

            fobie, e lasci vivere me nel modo che più mi

            aggrada così come io lascio vivere te nelle tue

            fobie se questo ti fa

            piacere.

            Non vedo proprio perché le tue fobie debbano

            influenzare anche i miei

            figli.



            Ti ricordo inoltre che il numero dei suicidi fra

            i giovani è aumentato di ben 3 volte in questi

            anni, e questo è da imputarsi proprio alle fobie

            di questa società, alla voglia di controllo

            assoluta che rende il mondo intollerabile a

            queste

            persone.



            Vivi e lascia vivere, l'unico mondo giusto è

            quello che segue, alla lettera, questo

            principio.

            Le fobie nascono proprio dal modo con cui
            aggressivamente la società di oggi ti mette
            davanti alla realtà e non quanta censura o
            proibizionismo c'è. Ma faccio sempre ricorso al
            buon senso di ognuno di noi che non esiste. Ma
            non sono nè fobico nè altrettanto dittatore sulla
            questione: non sto cercando di convincere il
            lettore del mio post che quello che dico è giusto
            o sbagliato. Abbiamo solo delle ampie divergenze
            di
            idee.

            (Per me) vada per il luogo comune "era meglio
            quando si stava
            peggio"

            PaoloQuesta società che tu demonizzi è il risultato della società del controllo "demonizzata" da Wakko, florida più che mai. Il controllo sulle persone si è solo perfezionato, o adeguato ai mezzi a disposizione; tutto ciò che un tempo era proibito, lo era ovviamente in modo strumentale, per avere più controllo, se ora è strumentale il fatto che ci sia più permissivismo, è perché le forme del controllo si sono evolute. Nel medioevo c'erano i castelli, attraverso cui si controllava il territorio, ora dei castelli nessuno saprebbe che farsene, per ovvi motivi. Proibire le minigonne era ancora negli anni cinquanta una diretta conseguenza del costume, lo si seguiva per essere una persona per bene, in quanto la vita sociale non si era ancora del tutto liberata dalle relazioni sociali diterre, territoriali. Con i mezzi di comunicazione neomoderni (reale e virtuale) a partire dalla macchina e dalla tv nessuno può controllare il territorio con una morale "topografica", né interessa a nessuno, tranne quando non è una morale ampiamente condivisa, come la morale cristiana sessofobica, ma sempre in modo strumentale. Ad uno ad uno i tabù morali sono caduti perché ci sono altre forme di controllo sociale. Oggi il costume è cambiato ma l'aumento del caos sociale è solo apparente, è solo pari al potenziamento mezzi di controllo a disposizione che si sostituiscono alla morale. Da quando esistono le porte che si chiudono da sole nessuno ha più bisogno della buona educazione di chiudere la porta. Che ci siano cose buone o cattive per l'individuo questa società non te lo dice o te lo dice in modo strumentale e così era nel passato più o meno recente. Per capire che cosa è bene per ognuno io direi innanzitutto di cominciare a guardare sé stessi e poi di pensare agli altri... Io non dico che il controllo, la sorveglianza, la censura le proibizioni siano un male, ma dicoche se crediamo nella libertà per tutti dobbiamo responsabilizzarci e responsabilizzare la nostra e altrui libertà, non limitarci a controllarci e a controllare, negandoci e negando agli altri la libertà.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] I bambini vanno difesi

            Ti ricordo inoltre che il numero dei suicidi fra
            i giovani è aumentato di ben 3 volte in questi
            anni, e questo è da imputarsi proprio alle fobie
            di questa società, alla voglia di controllo
            assoluta che rende il mondo intollerabile a
            queste
            persone.Boh? Sarà mica che a suon di pane e Terminator si è plasmato un mondo che fa un pò schifo? Ci sono personaggi in giro che rivendicano il "proprio diritto" a fare del male al prossimo. Invece di lasciarli marcire nella loro follia, vengono esaltati dai mass media e presi come modelli di comportamento. Si è creata una società dove vince il bastardo e il figlio di troia (mercato che comunque è ormai saturo), come devono sentirsi alcuni giovani?Dai cazzo Wakko!! Non venire a raccontare che la società oggi ti reprime! Avrà tanti difetti, ma oggi più che mai uno può fare i porci cazzi suoi. Quello che si è perso è il senso del limite e il rispetto per il prossimo.Per me ha ragione l'altro forumista che è intervenuto qua: basterebbe un pò di buon senso.Tu parli di un mondo superato. Oggi tutti i figli vengono cresciuti a porno e violenza. Le fobie di cui parli tu non saltano fuori dal NON vedere certa roba, ma forse dal vederne troppa di questa robba. Wakko, tu continui a demonizzare un mondo che non esiste più da quarant'anni! Il mondo come lo vuoi tu c'è già, ci vivi dentro, e vuoi sapere una cosa? Non funziona neppure così!
          • Wakko Warner scrive:
            Re: [OT] I bambini vanno difesi [Parte2]

            Si è creata una società
            dove vince il bastardo e il figlio di troia
            (mercato che comunque è ormai saturo), come
            devono sentirsi alcuni
            giovani?In una società governata dal terrore solo il "bastardo" e il "figlio di troia" possono "vincere"... anzi... sopravvivere.
            Dai cazzo Wakko!! Non venire a raccontare che
            la società oggi ti reprime!Certo che lo fa.
            Avrà tanti difetti, ma
            oggi più che mai uno può fare i porci cazzi suoi.Vallo a raccontare a tutti quelli che finiscono sulle prime pagine dei giornali come mostri quando magari si sono semplicemente limitati a segarsi su qualche immagine.
            Quello che si è perso è il senso del limite e il
            rispetto per il
            prossimo.Dove non c'è rispetto per la libertà delle persone non c'è spazio per il rispetto per il prossimo.
            Per me ha ragione l'altro forumista che è
            intervenuto qua: basterebbe un pò di buon
            senso.Il discorso dell'altro forumista è un discorso che non regge e che è anzi PERICOLOSO perché porta a peggiorare la situazione già malata che c'è oggi.
            Tu parli di un mondo superato.No, affatto, parlo del mondo di oggi, ed in particolare di quello di domani. Internet sta diventando da un mezzo di comunicazione libera e di massa ad uno dei più perfetti, dei più atroci, sistemi di controllo di massa che si siano mai immaginati nella storia delle atrocità del mondo.Se si permette che questo accada, come lo si sta permettendo, il futuro dei nostri figli correrà seri, serissimi pericoli.La democrazia, o meglio, quel leggero barlume di democrazia odierno si sta spegnendo in favore della tirannide più nera... e questi atteggiamenti rassegnati e di "minimizzare" qualunque forma di controllo e permettere alle proprie libertà di essere portate via non fa altro che accelerare questo processo.In passato la gente ha avuto modo di ribellarsi ai governi oppressori, *dubito* che potrà essere così anche in futuro... perché gli oppositori si potranno individuare facilmente dal materiale che leggono, dai forum che frequentano, dalle amicizie che hanno... li si potrà individuare prima ancora che essi stessi sappiano di essere degli oppositori.Il futuro è nero come la pece, e lo si sta dipingendo oggi. Bisogna agire oggi, agire ORA se si vuole che questo non accada.
            Oggi tutti i figli
            vengono cresciuti a porno e violenza.Questo è irrilevante.
            Le fobie di
            cui parli tu non saltano fuori dal NON vedere
            certa roba, ma forse dal vederne troppa di questa
            robba.Per nulla, come si creano le fobie l'ho spiegato sopra. Si tratta di un processo studiato a tavolino, si tratta di un processo di creazione di mostri la dove non ci sono mostri, si tratta di portare il terrore nelle case affinché non solo la gente permetta alle proprie libertà, alla propria privacy, di essere bruciata, ma ti ringrazi anche mentre lo fai.
            Wakko, tu continui a demonizzare un mondo
            che non esiste più da quarant'anni!E invece ha cominciato ad esistere con la TV e sta facendo enormi progressi su Internet.
            Il mondo come
            lo vuoi tu c'è già, ci vivi dentro, e vuoi sapere
            una cosa? Non funziona neppure
            così!Come non funziona? Funziona benissimo... guarda che bene che funziona... accendi la TV e ascolta un po' di news... poi ascolta le reazioni dei politici e guarda una manciata delle tue libertà che se ne vanno in fumo... funziona fin troppo bene... è questo il problema.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 luglio 2006 08.47-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT] I bambini vanno difesi
          essi.

          Il che è una diretta conseguenza del
          comportamento censorio che hai
          descritto.
          Si tende a considerare i ragazzini dei bambini
          anche quando non sono più bambini da un pezzo,
          gli si impone le proprie scelte e gli si
          impedisce di conoscere realtà diverse dalla
          propria. È ovvio che, raggiunta una certa età,
          essi si ribellino, anche violentemente, a questa
          violazione della loro libertà o che rimangano
          scioccati dalla realtà dei fatti quando tali
          fatti gli sono stati tenuti nascosti per tutta la
          vita. Costringere qualcuno a vivere nella
          menzogna non è mai né utile né
          educativo.

          Chi dice di voler "proteggere i bambini" in
          genre, nella realtà, li sta solo
          danneggiando.
          Noi mentiamo sulla sessualità perché ci hanno insegnato a mentire su tutto e quando vedi che c'è tutta una nazione che mente e non c'è più realtà... benvenuto nel mondo reale! @^
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] I bambini vanno difesi
        - Scritto da:
        premetto che sono uno di quelli che guardava Ken
        Shiro e le scene di "sangue nero" quando
        scoppiavano i corpi. Certo, forse quella non era
        una censura ma bensì un cambiamento nell'aspetto
        grafico del cartone, ma diciamo che rendeva
        l'idea. Al tempo ero già grandicello per i
        cartoni (10 anni) e potevo capire la differenza.
        Ma parliamo di chi lascia i figli a casa il
        pomeriggio, come dicono alcuni, od altri con le
        tate che si addormentano mentre i ragazzini
        (spesso più piccoli) si rincoglioniscono davanti
        alla TV. LA fascia protetta DEVE esserci per
        educare in un certo modo la fascia di età in fase
        di crescita. Certo, questo discorso dovrebbe
        essere allargato anche a quello che ci viene
        proposto anche in altre fasce ed anche al tipo di
        educazione che i genitori danno ai figli, nonchè
        alla famiglia che non esiste più ma questi sono
        altri
        discorsi.
        Resta il fatto che nonostante ciò, ci lamentiamo
        che questi giovani non hanno più rispetto per
        niente e per nessuno, neanche per loro
        stessi.

        PaoloHai completamente ragione: io a soli 11 anni mi sono iscritto alla sacra scuola di Hokuto senza manco sapere il perchè!!!!
Chiudi i commenti