Kickstarter e le impennate del crowdfounding

Crescita esponenziale al secondo anno di vita online per la piattaforma statunitense. Raccolti 100 milioni di dollari in finanziamenti. Per i progetti, un tasso di successo pari al 46 per cento
Crescita esponenziale al secondo anno di vita online per la piattaforma statunitense. Raccolti 100 milioni di dollari in finanziamenti. Per i progetti, un tasso di successo pari al 46 per cento

Gennaio 2012. Tempo di bilanci per una delle piattaforme di crowdfounding più popolari del momento. L’anno appena trascorso si è rivelato “ricco di pietre miliari” per Kickstarter, giunto ormai al suo secondo anno di vita online. Su 27mila progetti accolti, quasi 12mila hanno trovato il tanto agognato successo .

Con 30 milioni di visitatori nel 2011, Kickstarter ha dunque messo in evidenza un tasso di “riuscita” pari al 46 per cento del totale dei progetti finanziati. A partire da una quota complessiva di quasi 100 milioni di dollari in finanziamenti, praticamente il triplo rispetto alla fine dell’anno 2010 .

Una crescita imponente, soprattutto nelle categorie di progetto legate alla produzione di film e video (32 milioni di dollari in finanziamenti ricevuti). A seguire il settore musicale (19 milioni di dollari) e quello del design, che ha fatto registrare l’impennata più consistente con quasi 100mila investitori della Rete. (M.V.)

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

11 01 2012
Link copiato negli appunti