La giornata della libertà nel software

Si avvicina rapidamente quella che viene presentata come una giornata interamente dedicata all'open source e al software libero, strumenti - dicono i promotori - di libertà e sviluppo


Roma – Centinaia di organizzazioni locali e migliaia di persone in mezzo mondo si stanno preparando a festeggiare il prossimo 10 settembre un evento molto ambizioso, il Software Freedom Day 2005 , che viene definito come “uno sforzo globale, dal basso, per informare il pubblico sulle potenzialità e la disponibilità di software libero e aperto. Fino ad oggi hanno annunciato la loro mobilitazione più di 200 team e intendono celebrare il software libero nelle scuole, nelle università, nei parchi e in molti altri posti pubblici”.

Sono 60 i paesi coinvolti nella seconda edizione di questo evento internazionale, seguendo le istruzioni riportate sul sito ufficiale della campagna, gestito dall’associazione non profit Software Freedom International .

Anche in Italia in molti si stanno muovendo, tra gli altri: OpenLabs di Milano , Associazione SputniX Utenti Linux di Palermo , Lugroma e da Venezia SM4X, ART2, 0421ug, lug-bocconi . Un elenco aggiornato dei partecipanti italiani è pubblicato qui , con tutti i link per contribuire e partecipare.

“Il Software Libero ed Open Source – si legge in una nota – è licenziato in maniera tale da garantire all’utente finale il diritto d’uso per i propri scopi, sia personali che commerciali, liberamente. Più importante, viene garantito il diritto di accedere e persino modificare il codice sorgente delle applicazioni. E’ possibile ridistribuire e persino vendere le versioni originali che sono state ricevute, insieme alle eventuali modifiche (sebbene per alcune licenze potrebbe essere richiesto di rendere pubbliche tali modifiche). Nessuno chiederà mai diritti o pagamenti per il software che è stato rilasciato con licenza libera”.

Altro aspetto del software libero che viene messo in luce è la possibilità per chiunque di controllarne il funzionamento a partire dal codice, al punto da consentire agli utenti di “avere la massima fiducia nelle applicazioni utilizzate – come recita la nota – E’ possibile ad esempio verificare che dati personali non siano comunicati ad altri senza esplicita autorizzazione oppure aprire un formato di file che quindi non sarà mai proprietario e chiuso”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Soluzione semplice: NON CO;PRARE!!
    Visto che questi signori mangiano con i NOSTRI soldi non mi sembra saggio foraggiare chi ci spara addosso... :/:/Ok, in realtà non è tanto semplice, in quanto smetteremo di avere musica nuova, ma loro moriranno tutti di fame ed è questo l'importante...E in qualche modo presto si nasceranno nuove forme di distribuzione che li taglino fuori senza scampo...
  • Anonimo scrive:
    Meglio tardi che mai?
    Tanto chiudono la stalla quando i buoi sono già scappati...
  • Anonimo scrive:
    se sono colpevoli loro
    allora i terremoti e gli uragani sono provocati dai capi di stato che portano iella.
  • Anonimo scrive:
    Sono stato da Ricordi...
    A pranzo ho fatto un giro in centro da Ricordi... sono frustrato, non uso Kazaa, non uso e non userò programmi P2p, ma NEPPURE COMPRERO' MAI UN CD A 36 EURO!!! (si avete letto bene... CD non DVD)Quindi, signore Major, non pensate che se avete impedito l'uso di queste cose abbiate guadagnato un cliente, perchè il potenziale cliente NON HA I SOLDI per comperare le cose ai prezzi cui voi le proponete.Ciao a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono stato da Ricordi...
      - Scritto da: Anonimo
      A pranzo ho fatto un giro in centro da Ricordi...
      sono frustrato, non uso Kazaa, non uso e non
      userò programmi P2p, ma NEPPURE COMPRERO' MAI UN
      CD A 36 EURO!!! (si avete letto bene... CD non
      DVD)

      Quindi, signore Major, non pensate che se avete
      impedito l'uso di queste cose abbiate guadagnato
      un cliente, perchè il potenziale cliente NON HA I
      SOLDI per comperare le cose ai prezzi cui voi le
      proponete.

      Ciao a tuttiAzz......Ma che era di PLATINO??????? :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono stato da Ricordi...
      Su RossoAlice (o ltri siti) è possibile acquistare *legalmente* singole canzoni (magari di un disco ne apprezzo 2 o 3) a 0.99 euro o interi dischi a 9.99 euro.Questa è la via per abbattere i prezzi, non il furto con scasso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono stato da Ricordi...
        - Scritto da: Anonimo
        Su RossoAlice (o ltri siti) è possibile
        acquistare *legalmente* singole canzoni (magari
        di un disco ne apprezzo 2 o 3) a 0.99 euro o
        interi dischi a 9.99 euro.ad una qualità di m***a (128bit se va bene)lui parlava di cd
        • nattu_panno_dam scrive:
          Re: Sono stato da Ricordi...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Su RossoAlice (o ltri siti) è possibile

          acquistare *legalmente* singole canzoni (magari

          di un disco ne apprezzo 2 o 3) a 0.99 euro o

          interi dischi a 9.99 euro.

          ad una qualità di m***a (128bit se va bene)
          lui parlava di cdInfatti, un' alternativa di merda. Per non parlare del DRM. Putroppo dovremmo cominciare a immaginare le major come enti governativi, e non come immense industrie private.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono stato da Ricordi...
        - Scritto da: Anonimo
        Su RossoAlice (o ltri siti) è possibile
        acquistare *legalmente* singole canzoni (magari
        di un disco ne apprezzo 2 o 3) a 0.99 euro o
        interi dischi a 9.99 euro.

        Questa è la via per abbattere i prezzi, non il
        furto con scasso.in che formato sono?
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono stato da Ricordi...
        - Scritto da: Anonimo
        Su RossoAlice (o ltri siti) è possibile
        acquistare *legalmente* singole canzoni (magari
        di un disco ne apprezzo 2 o 3) a 0.99 euro o
        interi dischi a 9.99 euro.

        Questa è la via per abbattere i prezzi, non il
        furto con scasso.Questa NON E' LA VIA!!!!Costano troppo!!!!Dovrebbero venderli da 0,01 a max 0,05 euro (= circa 100 lire) non a 1 euro (= circa 2000 lire)!!!!Perché oltre alla scarsa qualità ed al DRM non hai cover, che devi ricercare e stamparti a spese tue, il supporto lo metti tu, ci metti anche il costo della connessione e la corrente che spendi!!!!ALTRIMENTI NON C'E CONVENIENZA!!!!E ci si rivolge al p2p o al marocco...... 8)
        • paomi scrive:
          Re: Sono stato da Ricordi...
          l' altr' anno sivendeva nelle edicole un CD doppio di Caterina Caselli (50 canzoni) a 12,5 euro, comprensivi del supporto, confezione, spedizione, guadagno del rivenditore.Nello stesso periodo su Messaggerie Musicali lo stesso si poteva acquistare, nota bene completo, non a singoli brani, a 1,2 euro al brano, pari a 60 euro.Ma allora quale è l' equo valore dei diritti d' autore?
  • Anonimo scrive:
    Favoriranno la crittazione
    Tutto questo po' po' di azioni legali non faranno altro che favorire la migrazione del peer-to-peer verso protocolli sempre più anonimi e protetti.Le major, senza rendersene conto, si stanno scavando la fossa da sole, e per questo plaudo il loro impegno...
  • Anonimo scrive:
    Ancora non leggo: "Abbassiamo i prezzi"
    :@Il topic esprime tutto...stanno scomparendo i cd-single, i cd nuovi sempre a 20,60 euro, prezzo extra-lusso in una società in cui i CD diventano beni di lusso a causa dell'alto costo. Sono 40.000 vecchie lire per chi ragiona ancora in lire...I signori si trincerano dietro la scusa che l'iva grava fino al 20% e non si può scendere al di sotto di determinati prezzi... E se si provasse a vendere un CD album a 5 euro e un CD-Single a 1 euro?? Almeno per prova, un piccolo tentativo non guasta. I pirati non potrebbero scendere al di sotto di tale soglia e gli internauti non perderebbero giornate nell'inseguire il p2p o il download digitale verso il quale nutro le mie perplessità.E' un sistema freddo e insensibile, non fornisce immagine o grafica come la copertina di un CD e la conversione in mp3 o wma anche con bitrate adeguato non rende giustizia al sound originale.La gogna si, la buona volontà no! AMEN
    • Anonimo scrive:
      Re: Ancora non leggo: "Abbassiamo i prez
      concordo....personalmente adoro i CD originali: copertina, serigrafie etc...ma 20 euro sono troppi: ovvio che la gente rinunci a tutto ciò...
      • Guybrush scrive:
        Re: Ancora non leggo: "Abbassiamo i prez
        Ahemm...ier l'altro, passeggiando per le poste italiane (non sto scherzando: in molti uffici postali ora si vende un po' di tutto: libri, penne, astucci, CD audio, DVD) ho trovato una bella raccolta di Branduardi (dalla pulce d'acqua a 'se Dio vuole') a 15 euro, doppio CD e 38 brani.Idem per altri buoni autori, da Battiato a Baglioni passando per Zarrillo.I piu' "datati" si trovavano a meno (bennato 10,50, tutte vecchie canzoni: la piu' recente era "in nome del popolo italiano") e ancora piu' a meno 5 euro roba buona come Ella Fitzgerald, Frank Sinatra e Lewis "Satchmo" Armstrong.Un timido segnale di resa.Inoltre sulla maggior parte dei CD non era riportato alcun avviso di protezione.Un saluto
        GT
        • Anonimo scrive:
          Re: Ancora non leggo: "Abbassiamo i prez
          - Scritto da: Guybrush
          Ahemm...
          ier l'altro, passeggiando per le poste italiane
          (non sto scherzando: in molti uffici postali ora
          si vende un po' di tutto: libri, penne, astucci,
          CD audio, DVD) ho trovato una bella raccolta di
          Branduardi (dalla pulce d'acqua a 'se Dio vuole')
          a 15 euro, doppio CD e 38 brani.

          Idem per altri buoni autori, da Battiato a
          Baglioni passando per Zarrillo.

          I piu' "datati" si trovavano a meno (bennato
          10,50, tutte vecchie canzoni: la piu' recente era
          "in nome del popolo italiano") e ancora piu' a
          meno 5 euro roba buona come Ella Fitzgerald,
          Frank Sinatra e Lewis "Satchmo" Armstrong.

          Un timido segnale di resa.
          Inoltre sulla maggior parte dei CD non era
          riportato alcun avviso di protezione.

          Un saluto

          GT
          • Anonimo scrive:
            Re: Ancora non leggo: "Abbassiamo i prez

            Si tratta di roba abbastanza vecchia, magari
            invenduta dalla grande distribuzione o dai
            negozietti. Ecco perché non c'era alcun avviso di
            protezione! Prova a vedere l'anno di
            pubblicazione! Devono mettere le ultime uscite a
            5 ? altrimenti niente, la gente continuerà a
            scaricare o a rivolgersi al marocco di turno!!!!
            (cylon)Beh proprio 5 ? per un album nuovo dubito che si abbasseranno così tanto. Personalmente arriverei anche a spendere 10 ? per un album nuovo (nuovo nuovo) che son poi le vecchie 20.000 lire di costo di un CD comprato qualche anno fa (prima che le case discografiche si facessero prendere la mano).Per adesso acquisto solo i citati "fondi di magazzino" a 5 ? prendendo titoli che farebbero impazzire mio nonno.Ho visto anche album a 10 ? ma è roba di più di 10 anni fa, per me non vale la spesa. Anche qui si gioca coi numeri facendo passare gli euri per lire! :@
          • Anonimo scrive:
            Re: Ancora non leggo: "Abbassiamo i prez
            Prendetevi Beyond the Beginning degli Emerson Lake & Palmer... doppio dvd, quattro ore di roba e 22?... e pensare che di solito si trova robaccia dipo D'Alessio a sti prezzi ed oltre (e parlo di CD) :DLuca
          • Anonimo scrive:
            Re: Ancora non leggo: "Abbassiamo i prez
            - Scritto da: Anonimo

            Si tratta di roba abbastanza vecchia, magari

            invenduta dalla grande distribuzione o dai

            negozietti. Ecco perché non c'era alcun avviso
            di

            protezione! Prova a vedere l'anno di

            pubblicazione! Devono mettere le ultime uscite a

            5 ? altrimenti niente, la gente continuerà a

            scaricare o a rivolgersi al marocco di turno!!!!

            (cylon)

            Beh proprio 5 ? per un album nuovo dubito che si
            abbasseranno così tanto. Personalmente arriverei
            anche a spendere 10 ? per un album nuovo (nuovo
            nuovo) che son poi le vecchie 20.000 lire di
            costo di un CD comprato qualche anno fa (prima
            che le case discografiche si facessero prendere
            la mano).
            Per adesso acquisto solo i citati "fondi di
            magazzino" a 5 ? prendendo titoli che farebbero
            impazzire mio nonno.
            Ho visto anche album a 10 ? ma è roba di più di
            10 anni fa, per me non vale la spesa. Anche qui
            si gioca coi numeri facendo passare gli euri per
            lire!
            :@Se non abbassano a 5? allora l'alternativa è quella che è....... 8)
  • Anonimo scrive:
    una bella indagine patrimoniale
    secondo me ci vorrebbe una bella indagine patrimoniale a carico del giudice di quella corte, per capire quanti soldi ha intascato dalle major per questa sentenza
  • Elioluigi scrive:
    FETENTONI
    Allora questo tipo di morti di fame si trovano anche in Australia, io pensavo che erano finiti tutti nella squadra del berlusca a coprirgli le spalle o a fargli da ombrello dalla pioggia di denunce varie che gl;i cadeva sulla testa.Scaricare non e` pirateria, e` semplicemente passarsi le cose, condividere essere altruisti, scaricare o rendere disponiobile e un diritto di tutti. Loro si sono allargati troppo con i diritti d` autore, quando un cd costa 30 40 50 euro ho pagato abbastanza per farne quello che voglio anche se voglio di farlo ascoltare a chi voglio, condividerlo, o regalarlo. loro devono soplo restare alla produzione del cd nuovo.Che abbassino i prezzi.Si ALLA CONDIVISIONE DEI FAI MUSICALI SU KAZA LITE senza spy...
  • Anonimo scrive:
    Finalmente: tutti in galera!!!!!!!!!!!!!
    Finalmente: tutti in galera!!!!!!!!!!!!!HHhhahhahhahahahhahhahahahahha!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    volete buona musica?
    Cominciate a segare canali come mtv e company....ovviamente questo riguarda anche il comprare cd o il dvd...La bella musica si compra, la brutta musica si scarica e per quanto mi riguarda al momento solo bruttama veramente brutta musica!ciao a tuttiuno che odia i canali con i video musicali,la musica usa e getta,le persone che campano vendendo merda sulle spalle degli altri !
  • Guybrush scrive:
    E io denuncio per diffamazione M.Wilcox
    Attraverso Kazaa io diffondo abitualmente alcuni miei racconti, un add-on per civilization III creato da me, un altro per rome total war di un mio amico che non puo' permettersi il consumo di banda di un server normale e i brani di alcuni musicisti emergenti.Uso legalmente il P2P e Kazaa in particolare e le parole del signor Wilcox mi feriscono profondamente.Stasera passo dal mio avvocato e preparo gli atti: non se la cavera' con meno di 20000 eur di danni morali.Se mai mettera' piede in italia.
    GT
    • Anonimo scrive:
      Re: E io denuncio per diffamazione M.Wil
      - Scritto da: Guybrush
      Attraverso Kazaa io diffondo abitualmente alcuni
      miei racconti, un add-on per civilization III
      creato da me, un altro per rome total war di un
      mio amico che non puo' permettersi il consumo di
      banda di un server normale e i brani di alcuni
      musicisti emergenti.

      Uso legalmente il P2P e Kazaa in particolare e le
      parole del signor Wilcox mi feriscono
      profondamente.

      Stasera passo dal mio avvocato e preparo gli
      atti: non se la cavera' con meno di 20000 eur di
      danni morali.

      Se mai mettera' piede in italia.

      GT
  • Anonimo scrive:
    Stealth Revolution
    Il 99% di chi utilizza Kazaa condivide materiali coperti da copyright.Lo sappiamo tutti.Se lo dice un giudice invece è un venduto alle major.E' una rivoluzione che voglio. Una profonda modifica del copyright e del sistema concertato di monopolio che permette ai discografici di decidere cosa si deve produrre e cosa no, di guadagnare montagne di soldi piegando l'arte al profitto, di creare pop-star solo grazie alla forza martellante di radio ed mtv.Non mi sento molto ottimista però, perchè se invece di lottare per cambiare il sistema, ci si nasconde dietro ad un dito dicendo non sono stato io...
  • Anonimo scrive:
    Un'industria che denuncia i suoi clienti
    ...non è incredibile?Perchè chi utilizza p2p sicuramente è un cliente (reale o potenziale) delle major. E queste vedono bene di "ingraziarselo" promuovendo crociate contro di lui.Ognuno tragga le sue conclusioni. Personalmente, se non si potrà piu' scaricare musica, me ne faro' una ragione.Di certo non compro (da 2 anni) né comprerò più cd originali. Al costo di setacciarmi tutto garageband.com (download legale di musica) per trovare qualche buon cd.
  • Anonimo scrive:
    Chissa' chi avra' il coraggio...
    Di intentare causa alle fabbriche di armi in quanto utilizzabili per scopi potenzialmente illeciti, ok ok si fa prima a "cambiare" questa sentenza oppure a cercare l'azzecca garbugli di turno per spiegare come la sentenza non possa coinvolgere questa florida indistria del paese.
  • Anonimo scrive:
    Internet e le guerre
    E poi ci si lamenta della pirateria informatica... ma tutte ste multinazionali se le vanno a cercare...P2P: il male del millennio.Nemmeno la clonazione umana ha destato tante polemiche..Cmq la mia convinzione è che tutti questi paletti innalzati in onore del business prima o poi dovranno fare i conti con una nuova tecnocrazia sempre più organizzata e schifata dal sopruso commerciale che i grandi fanno della tecnologia che una volta era simbolo dell'anarchia.Nel mondo digitale ci sono molti + utenti esperti nel settore che semplici mortali, quindi immaginate un prossimo futuro in cui wikipedia sia stato il precursore della cooperazione a livello planetario, dove migliaia di utenti, completamente gratuitamente, si organizzano per produrre musica, films, sotware, in modo completamente gratuito facendo pagare alle grandi multinazionali la pubblicità da mettere sui priopri siti.(come google?)Il coltello a questo punto farebbe una rotazione di 180°.Pensate anche a tutti i tecno utenti che per sdegno inizieranno prima o poi a boicottare le grandi aziende cercando di attaccarle con i mezzi tecnologici che loro stesse vogliono distruggere e far loro in nome del dio dollar.Pensate ad un mondo migliore in cui gli utenti possono farsi giustizia da soli brasando i sistemi informativi delle aziende che han fatto chiudere napster e kazaa. Perchè ormai ne napster che kazaa esistono +.Io spero ancora in una rivoluzione tecnologica, ma visto come si stanno comportando i major fautori di questa rivolta, non sono più tanto convinto che si tratti di una semplice battaglia.Saluti!www.redtomahawk.com
  • Anonimo scrive:
    10, 100, 1000, 10000!!!!!
    Le major non hanno capito che è inutile ripetere sempre la stessa storia che perdono $, che gli utenti p2p rubano quando i VERI LADRI sono solo loro che speculano troppo e tutte le scuse di questo mondo...Gli utenti p2p sono e saranno sempre più di loro: non possono competere anche corrompendo giudici per ottenere sentenze a proprio favore anche quando non ci sono gli estremi! E' una battaglia persa in partenza perché hanno visto che chiuso Napster sono stati inventati altri sistemi ed altri ne saranno inventati!!!!E poi chi usa ancora Kazaa con i suoi spyware????MA FINITELA DI BUTTARE I SOLDI ED ABBASSATE I PREZZI A LIVELLI UMANI!!!! :@ :@ :@ :@ :@ :@
    • paomi scrive:
      Re: 10, 100, 1000, 10000!!!!!
      verissimo. Un' anno fa si vendeva nelle edicole un doppio CD di Caterina Caselli (50 brani) a 12, 5 euro, comprensivi anche di confezione, trasporto, guadagno del rivenditore.Nello sesso periodo lo si poteva scaricare legalmente da Messaggerie Musicali pagando la modica cifra di euro 60 perchè non erano acquistabili separatamente i singoli brani.Ma allora quanto è giusto pagare un brano su Internet? Probabilmente molto meno di 50 centesimi.Spetta ai consumatori fare il prezzo e rifiutarsi di strapagare.
  • Anonimo scrive:
    anche loro, però
    un po fessi lo sono stati:la sentenza dice che sono stati condannati non tanto per il sw ma perchè hanno incitato allo scambio di materiale protettosapete di avere migliaia di avvocati alle calcagna, un bel bannerone "vi ricordiamo che scambiare materiale protetto è reato, non fatelo mi raccomando" potevate anche metterlo
  • freedom scrive:
    Vergogna!!!
    Poverine le case discografiche,adesso saranno contente, non gli bastano i soldi che si fregano dalla vendita di cd vuoti, quando compriamo un masterizzatore o un videoregistratore.La mai speranza è che falliscano il prima possibile e che le persone che sono lì vadano finalmente a lavorare e non a oziare nelle loro belle sedie diventando ricchi senza fare nulla.Viva la libertà.... Falcon
  • Anonimo scrive:
    Altri usi del peer to peer?
    scusate , mi dite che altri usi "legali " per cosi dire ci sono riguardo al software peer to peer ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Altri usi del peer to peer?
      - Scritto da: Anonimo
      scusate , mi dite che altri usi "legali " per
      cosi dire ci sono
      riguardo al software peer to peer ?A parte le distribuzioni linux, c'e' la possibilita' di scaricare musica non sotto le grinfie (C) delle majors, scambio di sw freeware/shareware... Qualsiasi file che non sia sotto (C) e che non presenta nella licenza d'uso la limitazione di inoltro verso terze parti... Vado avanti?
    • CoreDump scrive:
      Re: Altri usi del peer to peer?
      - Scritto da: Anonimo
      scusate , mi dite che altri usi "legali " per
      cosi dire ci sono
      riguardo al software peer to peer ?Per esempio bittorrent che viene sempre e più spessousato in modo legale da molti siti per divulgare demo,filmati di giochi, etc. etc.ciauz. ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Altri usi del peer to peer?
        Io presso una comunità ho diffuso delle grosse immagini fatte con il computer, troppo grandi per stare sul mio spazio web gratuito.
    • Anonimo scrive:
      Re: Altri usi del peer to peer?
      - Scritto da: Anonimo
      scusate , mi dite che altri usi "legali " per
      cosi dire ci sono
      riguardo al software peer to peer ?I sorgenti di PostgreSQL?
  • Anonimo scrive:
    Non scarico ma no compro
    Ascolto la radio. I CD costano troppo (anche 22 euro). Poi molta musica non vale neanche un granchè (ma chi la compra sta roba?). I pochi CD che ho comprato li ho ascoltati 10 giorni e poi mi hanno stufato. Una volta c'erano dei gran belli gruppi, con musicisti veri, con bei assoli di chitarra (sulle canzoni di oggi non si sentono più gli assoli o sono ridicoli), oggi fanno fare i dischi a chi non sa la musica, e poi si lamentano che non vendono. La gente scarica perchè il brano lo ascolta una settimana e poi lo getta. Questa è musica usa e getta, come il mercato di oggi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non scarico ma no compro
      io al supermercato ho trovato 2 cd di Frank Sinatra a soli 5 euro !!!! ci sono tutti i successi !!!per 2 mesetti sono a postoaltro che peer to peer !
      • Anonimo scrive:
        Re: Non scarico ma no compro
        - Scritto da: Anonimo
        io al supermercato ho trovato 2 cd di Frank
        Sinatra a soli 5 euro !!!! ci sono tutti i
        successi !!!
        per 2 mesetti sono a posto
        altro che peer to peer !Degli anni 60?A QUEL PREZZO VOGLIAMO LE ULTIME USCITE NON CD VECCHI COME IL CUCCO!!!! :@ :@ :@
  • Anonimo scrive:
    majorrRRRR....................
    ppprRRRRRRRRRrrrrrrrrrrrrrRRRRRRRRRrrrrrrrrRRRRRRRRRRrrrrrrrrrrrRRRRRRRRRRRrrrrrrRRRRRRRRRRRRr....................
  • Anonimo scrive:
    I miei SOLDI rimangono nel portafoglio!!
    Grazie al p2p ho conosciuto gruppi e cantanti che mai i tradizionali media vergognosi mi avrebbero fatto ascoltare.Scaricavo,ascoltavo e quando le mie possibilità economiche me lo permettevano ordinavo un bel cd originale,uno è poco lo so' ma sono un dipendente e spendere 20 euro per un cd per me vuol dire tanto.Ascoltavo,decidevo e se potevo comperavo che c'è di male?Ok non ascolteremo la musica come prima ma una cosa è certa io un cd/dvd ORIGINALE non lo comprero' mai piu' in vita mia.
    • Anonimo scrive:
      Re: I miei SOLDI rimangono nel portafogl
      Guarda che la radio esiste ancora!Purtroppo i pinocchio del tuo calibro si ostinano a non comprendere che continuando così, dopo le tasse sui supporti e sulle apparecchiature, computer inclusi, ci tasseranno anche la connessione.Ovviamente dovrò pagare anch'io che il computer lo uso per lavoro e che non scarico ma compro perché per lavorare, ormai l'opposto di cazzeggiare davanti al PC, mi serve la fedina penale pulita.Trovatevi un lavoro, o una ragazza, insomma tornate con i piedi per terra e magari leggete il primo articolo della Costituzione, perché la 633/41 per alcuni è incomprensibile.
      • Anonimo scrive:
        Re: I miei SOLDI rimangono nel portafogl
        - Scritto da: Anonimo
        Guarda che la radio esiste ancora!Allora te dimmi se alla radio hai mai sentito le dixie chicks o gli Him per esempio.La radio è tutta spazzatura.

        Purtroppo i pinocchio del tuo calibro si ostinano
        a non comprendere che continuando così, dopo le
        tasse sui supporti e sulle apparecchiature,
        computer inclusi, ci tasseranno anche la
        connessione.
        Ho capito sei un rivenditore di cd.La siae è stata denunciata perchè nell'ultimo anno le vendite sono calate a causa di queste tasse.http://punto-informatico.it/p.asp?i=52061&r=PI
        Ovviamente dovrò pagare anch'io che il computer
        lo uso per lavoro e che non scarico ma compro
        perché per lavorare, ormai l'opposto di
        cazzeggiare davanti al PC, mi serve la fedina
        penale pulita.
        E chi ha mai detto che cazzeggio davanti al pc?Fatti un 56k allora.
        Trovatevi un lavoro, o una ragazza, E chi ha detto che non ce l'ho? ma che razza di discorsi fai?insomma
        tornate con i piedi per terra e magari leggete il
        primo articolo della Costituzione, perché la
        633/41 per alcuni è incomprensibile.Inizia a farlo leggere ai nostri politici, ti ricordo che ci sono 23 condannati al governo.
        • Anonimo scrive:
          Re: I miei SOLDI rimangono nel portafogl
          Beh gli Him, qualche anno fa, fecero la cover di Chris Isaak, Wicked Game, e poi nisba, le radio non trasmisero altro.Le radio trasmettono soltanto la solita lagna, I bambini fanno oh, Voglio essere come Biagio Antonacci, i lamenti di Mariah Carey, di Laura Pausini e di Elisa, qualche altro martellamento italiano, molta dance e tanta, tanta, tanta pubblicità.Poi daccapo, il ciclo si riavvia.Questa è la qualità della radio italiano (anche mondiale). Difatti, a differenza degli Anni 80, dove i DJ sceglievano la programmazione da trasmettere, adesso sono le case discografiche a imporre la programmazione.E' chiaro che poi non potremo mai trovare nella radio artisti con talento, anche se sconosciuti.Questa è la vera mina del sistema discografico: chi scarica, molte volte lo fa per ascoltare cose che la radio non fa conoscere, e si vende di meno perché le case stesse non pubblicano altro che i soliti artisti "rodati".
          • Anonimo scrive:
            Re: I miei SOLDI rimangono nel portafogl
            - Scritto da: Anonimo
            Beh gli Him, qualche anno fa, fecero la cover di
            Chris Isaak, Wicked Game, e poi nisba, le radio
            non trasmisero altro.

            Le radio trasmettono soltanto la solita lagna, I
            bambini fanno oh, Voglio essere come Biagio
            Antonacci, i lamenti di Mariah Carey, di Laura
            Pausini e di Elisa, qualche altro martellamento
            italiano, molta dance e tanta, tanta, tanta
            pubblicità.
            Hai dimenticato le cagate di DJ Francesco, Caparezza, Piotta ed altri "artisti" :| che ti fanno rivoltare lo stomaco a sentirle quando capita che le trasmettono!!!! :s :s :s
            Poi daccapo, il ciclo si riavvia.

            Questa è la qualità della radio italiano (anche
            mondiale). Difatti, a differenza degli Anni 80,
            dove i DJ sceglievano la programmazione da
            trasmettere, adesso sono le case discografiche a
            imporre la programmazione.

            E' chiaro che poi non potremo mai trovare nella
            radio artisti con talento, anche se sconosciuti.

            Questa è la vera mina del sistema discografico:
            chi scarica, molte volte lo fa per ascoltare cose
            che la radio non fa conoscere, e si vende di meno
            perché le case stesse non pubblicano altro che i
            soliti artisti "rodati". :| :| :|
          • Anonimo scrive:
            Re: I miei SOLDI rimangono nel portafogl
            - Scritto da: Anonimo


            Hai dimenticato le cagate di DJ Francesco,
            Caparezza, Piotta ed altri "artisti" :| che ti
            fanno rivoltare lo stomaco a sentirle quando
            capita che le trasmettono!!!!
            :s :s :s Scusami, puoi dire quello che vuoi, ma paragonare Dj Francesco e Piotta alla pari di Caparezza, e un'insulto all'umanità.Mi chiedo se tu hai mai sentito seriamente una canzone di Caparezza, ho ti sei fermato all'effetto tormentone.Io ho conoscuto quest'artista prima che la canzone "fuori dal tunnel" diventasse ingiustamente un tormentone.e ti posso dire che le sue canzoni sono belle.Altro che "bella di padella"....ovviamente sono i miei gusti.
          • Anonimo scrive:
            Re: I miei SOLDI rimangono nel portafogl
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo






            Hai dimenticato le cagate di DJ Francesco,

            Caparezza, Piotta ed altri "artisti" :| che ti

            fanno rivoltare lo stomaco a sentirle quando

            capita che le trasmettono!!!!

            :s :s :s


            Scusami, puoi dire quello che vuoi, ma paragonare
            Dj Francesco e Piotta alla pari di Caparezza, e
            un'insulto all'umanità.

            Mi chiedo se tu hai mai sentito seriamente una
            canzone di Caparezza, ho ti sei fermato
            all'effetto tormentone.

            Io ho conoscuto quest'artista prima che la
            canzone "fuori dal tunnel" diventasse
            ingiustamente un tormentone.

            e ti posso dire che le sue canzoni sono belle.

            Altro che "bella di padella"....

            ovviamente sono i miei gusti. :| :| :| :s :s :s
      • Anonimo scrive:
        Re: I miei SOLDI rimangono nel portafogl
        - Scritto da: Anonimo
        Guarda che la radio esiste ancora!

        Purtroppo i pinocchio del tuo calibro si ostinano
        a non comprendere che continuando così, dopo le
        tasse sui supporti e sulle apparecchiature,
        computer inclusi, ci tasseranno anche la
        connessione.

        Ovviamente dovrò pagare anch'io che il computer
        lo uso per lavoro e che non scarico ma compro
        perché per lavorare, ormai l'opposto di
        cazzeggiare davanti al PC, mi serve la fedina
        penale pulita.

        Trovatevi un lavoro, o una ragazza, insomma
        tornate con i piedi per terra e magari leggete il
        primo articolo della Costituzione, perché la
        633/41 per alcuni è incomprensibile.Non sono l'utente a cui rispondevi,nè scarico musica(non è fra le mie passioni principali e fatico a trovare qualcosa di ascoltabile,indipendentemente dal prezzo(per capirci meglio: il 95% di quello che sento in giro,non lo vorrei neanche gratis e di tempo e voglia per cercare altro,purtroppo ne ho poco)),ma evita di dare del pinocchio in giro,se menti sapendo di mentire: per radio passa solo robaccia commerciale e solo sempre la stessa musica,quindi solo con la radio non si va da nessuna parte.
        • Anonimo scrive:
          Re: I miei SOLDI rimangono nel portafogl
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Guarda che la radio esiste ancora!



          Purtroppo i pinocchio del tuo calibro si
          ostinanooèpèpèpè

          a non comprendere che continuando così, dopo le

          tasse sui supporti e sulle apparecchiature,

          computer inclusi, ci tasseranno anche la

          connessione.



          Ovviamente dovrò pagare anch'io che il computer

          lo uso per lavoro e che non scarico ma compro

          perché per lavorare, ormai l'opposto di

          cazzeggiare davanti al PC, mi serve la fedina

          penale pulita.



          Trovatevi un lavoro, o una ragazza, insomma

          tornate con i piedi per terra e magari leggete
          il

          primo articolo della Costituzione, perché la

          633/41 per alcuni è incomprensibile.

          Non sono l'utente a cui rispondevi,nè scarico
          musica(non è fra le mie passioni principali e
          fatico a trovare qualcosa di
          ascoltabile,indipendentemente dal prezzo(per
          capirci meglio: il 95% di quello che sento in
          giro,non lo vorrei neanche gratis e di tempo e
          voglia per cercare altro,purtroppo ne ho
          poco)),ma evita di dare del pinocchio in giro,se
          menti sapendo di mentire: per radio passa solo
          robaccia commerciale e solo sempre la stessa
          musica,quindi solo con la radio non si va da
          nessuna parte.
      • Anonimo scrive:
        Re: I miei SOLDI rimangono nel portafogl
        Ma che bell'insiemino di luoghi comuni e qualunquismo....complimentoni! Magari consiglierei a te di trovartela una ragazza, saresti un po' più rilassato...per il qualunquismo...vabè, non posso fare miracoli. Magari invece di indignarti perché la gente usa il suo PC per quello che meglio crede, dovresti indignarti per una tassazione indiscriminata, che presuppone urbi et orbi la violazione della legalità, senza prove, naturalmente e che è fin nel profondo, incostituzionale (e che mai sarebbe stata approvata se non grazie alla terrificante lobby della SIAE), ma no, meglio prendersela coi ragazzini che scaricano il singolo preferito! Ma va, va!
        • Anonimo scrive:
          Re: I miei SOLDI rimangono nel portafogl

          Magari invece di indignarti perché la gente usa
          il suo PC per quello che meglio crede, dovresti
          indignarti per una tassazione indiscriminata, che
          presuppone urbi et orbi la violazione della
          legalità, senza prove, naturalmente e che è fin
          nel profondo, incostituzionale (e che mai sarebbe
          stata approvata se non grazie alla terrificante
          lobby della SIAE), ma no, meglio prendersela coi
          ragazzini che scaricano il singolo preferito! Ma
          va, va!Più che suscitare indignazione dovrebbe essere un invito. Su, visto che comunque paghi la tassa almeno approfittane!! Tanto per la SIAE (sputt) sei ladro comunque!Non discuto sul fatto del giusto o sbagliato, ma visto come si comportano loro potrebbero stare zitti! :@ :@ :@ :@
      • Anonimo scrive:
        Re: I miei SOLDI rimangono nel portafogl
        - Scritto da: Anonimo
        Guarda che la radio esiste ancora!

        Purtroppo i pinocchio del tuo calibro si ostinano
        a non comprendere che continuando così, dopo le
        tasse sui supporti e sulle apparecchiature,
        computer inclusi, ci tasseranno anche la
        connessione.

        Ovviamente dovrò pagare anch'io che il computer
        lo uso per lavoro e che non scarico ma compro
        perché per lavorare, ormai l'opposto di
        cazzeggiare davanti al PC, mi serve la fedina
        penale pulita.

        Trovatevi un lavoro, o una ragazza, insomma
        tornate con i piedi per terra e magari leggete il
        primo articolo della Costituzione, perché la
        633/41 per alcuni è incomprensibile.Noi saremo anche pinocchi ma ah te come pecorone non ti batte nessuno!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: I miei SOLDI rimangono nel portafogl
        Hai mai sentito musica country per radio in Italia ? Io no, e dato che è il genere che preferisco non ho alternative, frequento i siti di riviste online e qualche volta mi collego a qualche radio americana.La radio italiana è praticamente inutile, a meno che uno non debba pubblicizzare qualcosa.Io ascolto qualcosa online, e se mi piace ne ordino il CD. A casa ho almeno 10-12 cd di musica country, e una buona metà l'ho acquistata originale (gli altri no, lo ammetto, mi serviva per "farmi una base" e comprendere il genere). Senza il buon WinMX l'industria discografica americana non mi avrebbe venduto nessun CD, invece così almeno 6 dischi glieli ho pagati.Se questo è danneggiargli le vendite non lo so.Certo c'è poi sempre il ragazzino viziato e fissato che "miiii che bello ieri ho scaricato 245 canzoni nuove, ora a casa ne ho 17403, che bello !!!!!" e inizia a masterizzarne a centinaia e distribuirle in giro......
        • Anonimo scrive:
          Re: I miei SOLDI rimangono nel portafogl

          Certo c'è poi sempre il ragazzino viziato e
          fissato che "miiii che bello ieri ho scaricato
          245 canzoni nuove, ora a casa ne ho 17403, che
          bello !!!!!" e inizia a masterizzarne a centinaia
          e distribuirle in giro......Sì, e le fa anche pagare! Sono questi il vero problema del P2P. Se questi vengono beccati non ho nulla da ridire!Per il resto rimango convinto che a prezzi "onesti" pochi perderebbero tempo a mettere insieme album interi dal P2P (con la qualità che tutti conosciamo).Ma resta anche il fatto che si vende poco anche perché, oltre al rincaro dei prezzi, è calata la qualità dei prodotti in circolazione e questo sembra che non entri in testa ai discografici che vorrebbero vederci a vita sperperare soldi nei soliti cantanti creati a tavolino.
      • Anonimo scrive:
        Re: I miei SOLDI rimangono nel portafogl
        - Scritto da: Anonimo
        Guarda che la radio esiste ancora!

        Purtroppo i pinocchio del tuo calibro si ostinano
        a non comprendere che continuando così, dopo le
        tasse sui supporti e sulle apparecchiature,
        computer inclusi, ci tasseranno anche la
        connessione.Perche' altrimenti non lo farebbero?
        Trovatevi un lavoro, o una ragazza, insomma
        tornate con i piedi per terraE tu cosa fai qua? Il tuo lavoro e' postare sul forum di PI?
      • Anonimo scrive:
        Re: I miei SOLDI rimangono nel portafogl
        - Scritto da: Anonimo
        Guarda che la radio esiste ancora!Ma la torba che trasmette la ascoltano solo i decerebrati ormai...
        • Anonimo scrive:
          Re: I miei SOLDI rimangono nel portafogl
          - Scritto da: Anonimo
          Guarda che la radio esiste ancora!Quando sentiro i Gemboy e i Prophilax magari ci farò un pensierino....
  • Anonimo scrive:
    fate come me
    ... dobbiamo disintossicarci dall'assuefazione musicale, non ascoltate mp3 e cd per un bel pò di tempo, al limite ascoltate la radio... vedrete che se ne può fare tranquillamente a meno...
    • Anonimo scrive:
      Re: fate come me
      - Scritto da: Anonimo
      ... dobbiamo disintossicarci dall'assuefazione
      musicale, non ascoltate mp3 e cd per un bel pò di
      tempo, al limite ascoltate la radio... vedrete
      che se ne può fare tranquillamente a meno...Certo che se ne può fare a meno. Il problema è che voi non siete capaci di farne a meno. Vi manca la forza di volontà.
      • Anonimo scrive:
        Re: fate come me
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ... dobbiamo disintossicarci dall'assuefazione

        musicale, non ascoltate mp3 e cd per un bel pò
        di

        tempo, al limite ascoltate la radio... vedrete

        che se ne può fare tranquillamente a meno...

        Certo che se ne può fare a meno. Il problema è
        che voi non siete capaci di farne a meno. Vi
        manca la forza di volontà.VOI chi ?
        • Anonimo scrive:
          Re: fate come me
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          ... dobbiamo disintossicarci dall'assuefazione


          musicale, non ascoltate mp3 e cd per un bel pò

          di


          tempo, al limite ascoltate la radio... vedrete


          che se ne può fare tranquillamente a meno...



          Certo che se ne può fare a meno. Il problema è

          che voi non siete capaci di farne a meno. Vi

          manca la forza di volontà.

          VOI chi ?voi ladri
      • Anonimo scrive:
        Re: fate come me
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ... dobbiamo disintossicarci dall'assuefazione

        musicale, non ascoltate mp3 e cd per un bel pò
        di

        tempo, al limite ascoltate la radio... vedrete

        che se ne può fare tranquillamente a meno...

        Certo che se ne può fare a meno. Il problema è
        che voi non siete capaci di farne a meno. Vi
        manca la forza di volontà.Voi ?Se io sono nel "voi" tu dove saresti ? Nel "noi" ?
    • Anonimo scrive:
      Re: fate come me

      ... dobbiamo disintossicarci dall'assuefazione
      musicale, non ascoltate mp3 e cd per un bel pò di
      tempo, al limite ascoltate la radio... vedrete
      che se ne può fare tranquillamente a meno...Non è neccessario un passo così drastico anche se lo condivido parecchio. Io ascolto solo la musica tradizionale del mio paese (un paese europeo), qualche vecchio evergreen italiano e un po' di classica. E questo tipo di musica è come un buon vino: invecchiando non può che migliorare. Invece dai vigneti delle multinazionali discografiche negli ultimi decenni esce più aceto che vino...E il tipo di musica che ho elencato fa incavolare le major: non è profittabile, perché non la si può sfornare (e vendere) ogni mese. Se potessero farebbero un grande rogo sul quale bruciare tutti i supporti magnetici e ottici che la contengono. E mi viene in mente un'altro dei deliri mentali di un certo ministro di pubblica istruzione quando aveva proposto di eliminare la musica dalle scuole (elementari e medie, mi pare di ricordare). Nessuno si deve affezionare al tipo di musica che non è approvata dalle major dell'oltreoceano. E io dico da straniero che era innamorato di questo paese e la sua cultura, ed è venuto a vivere qui, che l'Italia sta commettendo un suicidio culturale snobbando la musica per la quale è conosciuta in tutto il mondo e accettando le porcherie imposte dalla macchina propagandistica esterna. Ma si sa la potenza degli introiti dal settore pubblicitario e la potenza delle bustarelle qual'è... Un'altro esempio del suicidio culturale che non posso non notare: Ogni anno la festa del consumismo chiamata "Natale" comincia quasi due mesi prima della fatidica data. Ma a Milano, dove abito io, non sento mai canzoni natalizie Italiane. Sento solo "Jingle Bells", "We wish you a Merry Christmass", "Silent night", ecc...Si, hai ragione, bisogna dissintosicarsi, ma il livello dell'intossicazione è molto più alto di quanto si possa immaginare.Alfred
      • Guybrush scrive:
        Re: fate come me


        Non è neccessario un passo così drastico anche se
        lo condivido parecchio. Io ascolto solo la musica
        tradizionale del mio paese (un paese europeo),
        qualche vecchio evergreen italiano e un po' di
        classica. E questo tipo di musica è come un buon
        vino: invecchiando non può che migliorare. Invece
        dai vigneti delle multinazionali discografiche
        negli ultimi decenni esce più aceto che vino...E
        il tipo di musica che ho elencato fa incavolare
        le major: non è profittabile, perché non la si
        può sfornare (e vendere) ogni mese. Se potessero
        farebbero un grande rogo sul quale bruciare tutti
        i supporti magnetici e ottici che la contengono.
        E mi viene in mente un'altro dei deliri mentali
        di un certo ministro di pubblica istruzione
        quando aveva proposto di eliminare la musica
        dalle scuole (elementari e medie, mi pare di
        ricordare). Nessuno si deve affezionare al tipo
        di musica che non è approvata dalle major
        dell'oltreoceano. E io dico da straniero che era
        innamorato di questo paese e la sua cultura, ed è
        venuto a vivere qui, che l'Italia sta commettendo
        un suicidio culturale snobbando la musica per la
        quale è conosciuta in tutto il mondo e accettando
        le porcherie imposte dalla macchina
        propagandistica esterna. Ma si sa la potenza
        degli introiti dal settore pubblicitario e la
        potenza delle bustarelle qual'è... Un'altro
        esempio del suicidio culturale che non posso non
        notare: Ogni anno la festa del consumismo
        chiamata "Natale" comincia quasi due mesi prima
        della fatidica data. Ma a Milano, dove abito io,
        non sento mai canzoni natalizie Italiane. Sento
        solo "Jingle Bells", "We wish you a Merry
        Christmass", "Silent night", ecc...
        Si, hai ragione, bisogna dissintosicarsi, ma il
        livello dell'intossicazione è molto più alto di
        quanto si possa immaginare.

        AlfredCaro Alfred, purtroppo non sei un utente registrato, altrimenti avrei messo 10 al tuo post.Il consiglio suicida di non ascoltare musica per qualche mese va a cozzare contro i miei autori preferiti:Da Bach a Morricone... Mozart, Hadyn, Vivaldi, Palestrina, Beethoven, Chopin, Puccini, Verdi, Paganini (che non era solo un virtuoso del violino!), e ti diro' che pure le sonate del Clementi hanno il loro maledetto fascino... insomma quella e' musica e non immagini nemmeno la faccia del truzzo di turno fermo al semaforo quando i 150W del mio Bose Car Stereo stracciano il suo squallido Tiziano Ferro con la carica delle valchirie di Wagner.Sono soddisfazioni queste.Soddisfazioni a parte la musica, per fortuna, e' rimasta altrimenti alle scuole medie (o come si chiamano adesso) nessuno avrebbe mai scelto il conservatorio.In cima alla mia personalissima classifica c'e' la nona, che imvho e' la melodia perfetta per eccellenza: non una singola nota fuoriposto. Ogni nota e' li per un preciso motivo... e dopo che hai scoperto che a comporla e' stata un sordo piangi, ma di brutto.
        GT
        • Anonimo scrive:
          Re: fate come me
          Sì sì, bravi, vi piace la musica classica e siete liberi di farvi dei simatici pipponi musicali (consiglio una lettura: il Doctor Faustus di Thomas Mann), ma tutto questo lascia allegramente il tempo che trova perché:1) Vi lascio godere in modo raffinato di tutti questi fossili musicali, ma non ho nessuna intenzione di annoiarmi oltre l'indicibile2) L'associazione musica (minimamente) moderna-spazzatura delle major degli ultimi anni, non è assolutamente lecita.Io il p2p lo uso per sentire band sconosciute (quando le trovo) e decidere se vale la pena comprare il disco (CD) o per rifornirmi di canzoni che sono introvabili. Quando posso compro SEMPRE il CD originale, questa è una mia scelta e ho sempre notato che molti altri fanno come me. Il problema è che non compriamo le inutilità di plastica che le major cercano di propinarci! Per questo spesso abbiamo bisogno del p2p, quindi per favore il discorso musica classica (bella, bella, ma te la puoi tenere, mi spiace) o ascoltate la radio (ma quale radio, se le radio sono le prime a propinare le peggio schifezze commerciali? Una volta ascoltavo solo rock FM, ora neanche quella!) è un discorso senza nè capo nè coda o meglio, che presuppone sottintesi iniziali già viziati in partenza.
      • Anonimo scrive:
        Re: fate come me
        ... Un'altro
        esempio del suicidio culturale che non posso non
        notare: Ogni anno la festa del consumismo
        chiamata "Natale" comincia quasi due mesi prima
        della fatidica data. Ma a Milano, dove abito io,
        non sento mai canzoni natalizie Italiane. Sento
        solo "Jingle Bells", "We wish you a Merry
        Christmass", "Silent night", ecc...Prova a cercare "Christmas Dance", anche su un qualsiasi P2P: si tratta di una compilation di brani natalizzi, tradotti in italiano e riarrangiati da un certo Riccardo Zara, che di musica ne capisce eccome! (e per questo, ovviamente, non scrive canzoni "spazzatura" che vendono un mese e poi spariscono...).
      • NSA scrive:
        Re: fate come me
        - Scritto da: Anonimo

        ... dobbiamo disintossicarci dall'assuefazione

        musicale, non ascoltate mp3 e cd per un bel pò
        di

        tempo, al limite ascoltate la radio... vedrete

        che se ne può fare tranquillamente a meno...

        Non è neccessario un passo così drastico anche se
        lo condivido parecchio. Io ascolto solo la musica
        tradizionale del mio paese (un paese europeo),
        qualche vecchio evergreen italiano e un po' di
        classica. E questo tipo di musica è come un buon
        vino: invecchiando non può che migliorare. Invece
        dai vigneti delle multinazionali discografiche
        negli ultimi decenni esce più aceto che vino...E
        il tipo di musica che ho elencato fa incavolare
        le major: non è profittabile, perché non la si
        può sfornare (e vendere) ogni mese. Se potessero
        farebbero un grande rogo sul quale bruciare tutti
        i supporti magnetici e ottici che la contengono.
        E mi viene in mente un'altro dei deliri mentali
        di un certo ministro di pubblica istruzione
        quando aveva proposto di eliminare la musica
        dalle scuole (elementari e medie, mi pare di
        ricordare). Nessuno si deve affezionare al tipo
        di musica che non è approvata dalle major
        dell'oltreoceano. E io dico da straniero che era
        innamorato di questo paese e la sua cultura, ed è
        venuto a vivere qui, che l'Italia sta commettendo
        un suicidio culturale snobbando la musica per la
        quale è conosciuta in tutto il mondo e accettando
        le porcherie imposte dalla macchina
        propagandistica esterna. Ma si sa la potenza
        degli introiti dal settore pubblicitario e la
        potenza delle bustarelle qual'è... Un'altro
        esempio del suicidio culturale che non posso non
        notare: Ogni anno la festa del consumismo
        chiamata "Natale" comincia quasi due mesi prima
        della fatidica data. Ma a Milano, dove abito io,
        non sento mai canzoni natalizie Italiane. Sento
        solo "Jingle Bells", "We wish you a Merry
        Christmass", "Silent night", ecc...
        Si, hai ragione, bisogna dissintosicarsi, ma il
        livello dell'intossicazione è molto più alto di
        quanto si possa immaginare.

        AlfredAlfred condivido in pieno il tuo discorso.
    • Anonimo scrive:
      Re: fate come me
      é da tempo che non sopporto più la pubblicità alla radio. Oltrettutto soffre dello stesso morbo della tv per cui la pubblicità è trasmessa a volume più alto.Ormai ho anche tolto dalla scrivania il registratoreradio al quale in un momento di esasperazione all'ascolto dell'ennesima pubblicità ho rifilato una manata alla leva del volume scassandola, alcuni anni fa ...prima del p2p.
    • bouncey2k scrive:
      Re: fate come me
      - Scritto da: Anonimo
      ... dobbiamo disintossicarci dall'assuefazione
      musicale, non ascoltate mp3 e cd per un bel pò di
      tempo, al limite ascoltate la radio... vedrete
      che se ne può fare tranquillamente a meno...malato forte.. Io vivo con la musica. è la mia vita. Non vedo come potrei vivere senza...
    • Anonimo scrive:
      Re: fate come me
      - Scritto da: Anonimo
      ... dobbiamo disintossicarci dall'assuefazione
      musicale, non ascoltate mp3 e cd per un bel pò di
      tempo, al limite ascoltate la radio... vedrete
      che se ne può fare tranquillamente a meno...Ascoltare la radio???? Ma se trasmettono solo della gran monnezza!!!!! :s :s :s
    • Anonimo scrive:
      Re: fate come me
      - Scritto da: Anonimo
      ... dobbiamo disintossicarci dall'assuefazione
      musicale, non ascoltate mp3 e cd per un bel pò di
      tempo, al limite ascoltate la radio... vedrete
      che se ne può fare tranquillamente a meno...disintossicarci? Certe espressioni mi fanno davvero sorridere! E da quando usufruire liberamente dell'arte e della cultura è assimilabile all'uso delle droghe?! Ma non scherziamo su.... cominciamo con l'esprimerci in modo più corretto, che sarebbe l'ora
      • Rex1997 scrive:
        Re: fate come me
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ... dobbiamo disintossicarci dall'assuefazione

        musicale, non ascoltate mp3 e cd per un bel pò
        di

        tempo, al limite ascoltate la radio... vedrete

        che se ne può fare tranquillamente a meno...

        disintossicarci? Certe espressioni mi fanno
        davvero sorridere! E da quando usufruire
        liberamente dell'arte e della cultura è
        assimilabile all'uso delle droghe?! Ma non
        scherziamo su.... cominciamo con l'esprimerci in
        modo più corretto, che sarebbe l'oraTi consiglierei di provare ad andare in un posto dove non ci sia traffico, rumori vari della citta, niente TV e radio...le prime ore fanno impressione, ma superato l'impatto da astinenza dal rumore potrai finalmente sentire la musica della natura: quella è gratis, non stanca mai e soprattutto non assorda come certi impianti stereo al semaforo....Naturalmente se lo fai ricordati la regola massima: solo passaparola e niente pubblicità ad alto volume...mica vorrai che il Mazza di turno tassi anche questa musica...vero?;):)==================================Modificato dall'autore il 06/09/2005 10.04.37
        • Anonimo scrive:
          Re: fate come me
          Sì, adesso veniamo e cambiamo il catetere....
        • Anonimo scrive:
          Re: fate come me
          abito in campagna da 24 anni e da casa mia passano solo le automobili dei miei familiari.la musica della natura, come la chiami tu è qualcosa di unico ma senza la mia discografia originale dei Pink Floyd resisterei una settimana credo :D E poi.. ditemi voi una radio che ha mai passato brani come "Echoes", "Atome Heart Mother" negli ultimi 30 anni..
          • Anonimo scrive:
            Re: fate come me

            qualcosa di unico ma senza la mia discografia
            originale dei Pink Floyd resisterei una settimana
            credo :D Eh, ma i Pink Floyd, mica pizza e fichi! Trovameli in mezzo alle band di oggi!
            E poi.. ditemi voi una radio che ha mai passato
            brani come "Echoes", "Atome Heart Mother" negli
            ultimi 30 anni..Se sei di Roma ti consiglio Radio Rock 106.6 è pane quotidiano! P.s. Non lavoro per Radio Rock! Magari...
          • Anonimo scrive:
            Re: fate come me
            no, non sono di Roma :(
      • Anonimo scrive:
        Re: fate come me
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ... dobbiamo disintossicarci dall'assuefazione

        musicale, non ascoltate mp3 e cd per un bel pò
        di

        tempo, al limite ascoltate la radio... vedrete

        che se ne può fare tranquillamente a meno...

        disintossicarci? Certe espressioni mi fanno
        davvero sorridere! E da quando usufruire
        liberamente dell'arte e della cultura è
        assimilabile all'uso delle droghe?! Ma non
        scherziamo su.... cominciamo con l'esprimerci in
        modo più corretto, che sarebbe l'ora'disintossicarsi' perchè è una abitudine alla quale può essere difficile rinunciare...
  • Anonimo scrive:
    Era ora, giustizia è fatta!
    Parliamoci chiaro, è ora di dire basta a questa pirateria , basta fare gli ipocriti. Alla fine il 99,9% dell'uso che viene fatto di kaaza è solo per condividere materiale protetto dai diritti d'autore.
    • Anonimo scrive:
      Re: Era ora, giustizia è fatta!
      e l'1% che scambiava roba lecitamente? da quale percentuale diventa giustizia e da quale e' un ingiustizia? anche su msn o yahoo vengono scambiati file protetti da copyright, chiudiamo anche quelli?
      • bouncey2k scrive:
        Re: Era ora, giustizia è fatta!
        - Scritto da: Anonimo
        e l'1% che scambiava roba lecitamente? da quale
        percentuale diventa giustizia e da quale e' un
        ingiustizia? anche su msn o yahoo vengono
        scambiati file protetti da copyright, chiudiamo
        anche quelli?lo sai che ti amo vero? :p
    • mr_setter scrive:
      Re: Era ora, giustizia è fatta!
      - Scritto da: Anonimo
      Parliamoci chiaro, è ora di dire basta a questa
      pirateria , basta fare gli ipocriti. Alla fine il
      99,9% dell'uso che viene fatto di kaaza è solo
      per condividere materiale protetto dai diritti
      d'autore.Perdinci!! Diciamocelo e diciamoglielo in faccia: basta con questi *acher* che vogliono solo distribuire illegalmente il materiale posseduto dagli autori e dai suoi diritti!! C'e' che bisogna di piantarla una buona volta con tutta questa distribuzione musicale atta solo a far diminuire i sacrosanti profitti delle case e disco e grafiche. E per-diana! Cosi' non si puo' proprio piu' continuare.....e' una vera indecenza...........Oooooopsssss! Scusate un attimo.........Cavolo! Mi e' andato giu' il router proprio adesso che ero al 99,9% di Animal House....ma non c'e' proprio giustizia non c'e'.....minghia......Sani!! :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D==================================Modificato dall'autore il 06/09/2005 0.39.32
    • Anonimo scrive:
      Re: Era ora, giustizia è fatta!
      - Scritto da: Anonimo
      Parliamoci chiaro, è ora di dire basta a questa
      pirateria , basta fare gli ipocriti. Alla fine il
      99,9% dell'uso che viene fatto di kaaza è solo
      per condividere materiale protetto dai diritti
      d'autore.e' piu' di una settimana che trolli da giustizialista su forum di PI in un sacco di thread, e sei sempre lo stesso;mi domando io se sei pagato per farlo o cosa altro, visto che di tempo per scrivere e e deviare le discussioni ne stai usando parecchio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Era ora, giustizia è fatta!

        e' piu' di una settimana che trolli da
        giustizialista su forum di PI in un sacco di
        thread, e sei sempre lo stesso;Veramente sono tornato solo stamattina dalle vacanze :)
        mi domando io se sei pagato per farlo o cosa
        altro, visto che di tempo per scrivere e e
        deviare le discussioni ne stai usando parecchio.Nel caso particolare, non ho deviato nessuna discussione, ho espresso solo una mia opinione. Mi pare che il forum serva ANCHE a questo.Per il resto, anche tu potresti impiegare meglio il tuo tempo, magari a rileggere due volte un post prima di dire fesserie.Ciao :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Era ora, giustizia è fatta!

          Nel caso particolare, non ho deviato nessuna
          discussione, ho espresso solo una mia opinione.
          Mi pare che il forum serva ANCHE a questo.
          Per il resto, anche tu potresti impiegare meglio
          il tuo tempo, magari a rileggere due volte un
          post prima di dire fesserie.
          Ciao :)
          Beh, visto la profondità culturale del tuo intervento, è meglio se te ne torni da dove sei venuto. Cmq, il fatto che tu sia andato in vacanza, non ti scagiona dall'essere il troll di cui il tale parla. Ammeno che non sei andato in burundi, in mezzo ai negri, internet arriva dappertutto, così come la voglia di trollare, sotto anonimato.Riguardo il post 2 volte, lascia perdere. Se c'è una persona che ha bisogno di una smerigliata non solo al cervello, ma esistenziale, quello sei tu.(vediam con quali cazzate te ne esci fuori ora).
          • Anonimo scrive:
            9 --
            Che hai da dire sul Burundi ed i negri? Pezzo di merda.
          • Anonimo scrive:
            Re: Era ora, giustizia è fatta!
            presumo volesse dire che il livello culturale in burundi e' assai basso (e te credo, manco ci sono le scuole e anche se ci fossero la gente sarebbe piu' preoccupata di come rimediare da mangiare che di come farsi un istruzione)
          • Anonimo scrive:
            9 --
            Io sono superiore a voi!!!! Massa di decerebrati mentali incatortati!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Era ora, giustizia è fatta!
            - Scritto da: Anonimo
            Io sono superiore a voi!!!! Massa di decerebrati
            mentali incatortati!!!Si vede da come scrivi(a che lingua appartenga la parola "incatortati",è un mistero,come del resto il suo significato).
          • bouncey2k scrive:
            Re: Era ora, giustizia è fatta!
            - Scritto da: Anonimo
            Io sono superiore a voi!!!! Massa di decerebrati
            mentali incatortati!!!nessuno ti obbliga a starci.
          • Anonimo scrive:
            Re: Era ora, giustizia è fatta!
            - Scritto da: Anonimo
            presumo volesse dire che il livello culturale in
            burundi e' assai basso (e te credo, manco ci sono
            le scuole e anche se ci fossero la gente sarebbe
            piu' preoccupata di come rimediare da mangiare
            che di come farsi un istruzione)Mah, dalla tua risposta, con la tua presunzione nel dire che il livello culturale di un paese è per forza inferiore a quello italiano, dimostri che anche te sei zero in cultura.Che ne sai te della cultura del Burundi?
          • Anonimo scrive:
            Re: Era ora, giustizia è fatta!
            Certo che di barzellette ne scrivete.Ma soprattutto che la vostra capacità di comprensione del testo scritto è bassa.Non ha parlato del livello culturale nel Burundi, ma del fatto che il Burundi non è certo famoso per il numero di connessioni Internet pro capite.
    • gattosiamese scrive:
      Re: Era ora, giustizia è fatta!
      - Scritto da: Anonimo
      Parliamoci chiaro, è ora di dire basta a questa
      pirateria , basta fare gli ipocriti. Alla fine il
      99,9% dell'uso che viene fatto di kaaza è solo
      per condividere materiale protetto dai diritti
      d'autore.dovevi per forza dire la tua eh?
    • Anonimo scrive:
      Re: Era ora, giustizia è fatta!
      - Scritto da: Anonimo
      Parliamoci chiaro, è ora di dire basta a questa
      pirateria , basta fare gli ipocriti. Alla fine il
      99,9% dell'uso che viene fatto di kaaza è solo
      per condividere materiale protetto dai diritti
      d'autore.Ma chi sei Mazza per venire a fare qui la predica???? :@ :@ :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Era ora, giustizia è fatta!
      - Scritto da: Anonimo
      Parliamoci chiaro, è ora di dire basta a questa
      pirateria , basta fare gli ipocriti. Alla fine il
      99,9% dell'uso che viene fatto di kaaza è solo
      per condividere materiale protetto dai diritti
      d'autore.Sei per caso uno dei soci di messaggerie musicali??
  • Anonimo scrive:
    Kazaa e gli altri
    Kazaa come Napster fa capo ad un soggetto fisico o meglio ad una società. Ciò è detto anche nell'articolo, come portare in tribunale i programmi open source e/o comunque sviluppati in modo decentrato e per certo non facenti capo ad una persona fisica o giuridica?Non so se i codici prevedono qualcosa in materia, ma di fondo ci deve essere un imputato. Poi magari il cavillo lo troveranno, questo è possibile.Tuttavia per concludere è opportuno dire che kazaa come software e come società è:1)un network morente per una lunga serie di motivi2)un client che è praticamente uno spyware in toto3)proprio per la 2 la sharman network traeva pure ingenti profitti proprio dall'uso del software, che in se è gratuito, ma contiene appunto i famosi data miner. Dati poi rivenduti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Kazaa e gli altri
      - Scritto da: Anonimo
      Kazaa come Napster fa capo ad un soggetto fisico
      o meglio ad una società. Ciò è detto anche
      nell'articolo, come portare in tribunale i
      programmi open source e/o comunque sviluppati in
      modo decentrato e per certo non facenti capo ad
      una persona fisica o giuridica?

      Non so se i codici prevedono qualcosa in materia,
      ma di fondo ci deve essere un imputato. Poi
      magari il cavillo lo troveranno, questo è
      possibile.
      Seguo un attimo il tuo ragionamento, che mi sembra interessante. Kazaa Lite non proviene dalla società incriminata, ma è frutto del lavoro di programmatori indipendenti non riuniti, che io sappia, in un'associazione giuridicamente definita. Quindi la posizione di questo programma e dei suo utilizzatori va stralciata dal processo in questione?
      • Guybrush scrive:
        Re: Kazaa e gli altri
        Per la legge italiana i creatori, tutti, e gli utenti possono essere considerati una societa' di fatto e quindi solidalmente responsabili.Una rogna che neanche ti immagini.Fortunatamente sono tanti, quindi prenderli tutti e' un problema, ma basta un avvocato particolarmente cazzimmoso e un giudice come Wilcozz...
        GT
  • Anonimo scrive:
    Che bello!
    I giudici venduti alle majors ! :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Che bello!
      - Scritto da: Anonimo
      I giudici venduti alle majors ! :@Il potere delle mulitnazionali diventa sempre più forte.Finiremo come nel film L'Implacabile!!!!!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che bello!
      In Australia come in Italia si trova sempre qualche morto di fame pronto a sentenziare l`assurdo, ma vergognino qui in Italia come in Australia, per me quando spendo 50 euro per un cd è roba mia e ne faccio quello che voglio se voglio lo regalo se voglio te lo faccio sentire ma questi pretendono il cielo e si allargano troppo, se io lo faccio sentire alla mia festa di compleanno gli devo pagare i diritti, altrimenti: no party...ma daaiii... pietoso. Il prezzo una volta pagato comprende tutto e il prodotto tutto compreso cambia con il pagamento di proprietà senza nessun vincolo, non sono affari miei se loro non sono d`accordo, se duplico per un amico a loro non gli deve riguardare, che abbassino i costi un cd costa spiccioli non decine di euro, qui si vende un prodotto che di fatto continuerà a far guadagnare per sempre chi l`a costruito, no non e`cosi...loro vorrebbero che ascoltassi la musica da solo, perche con gli amici dovrei pagare i diritti d`autore... ma daai si acontentino dei guadagni che fanno e stiano buoni, e restringaNO IL LORO DOMINIO DELLA COSA AL SOLO CD FINO ALLA SUA VENDITA .
      • Anonimo scrive:
        Re: Che bello!
        verissimo..e infatti mi chiedo: se tengo a manetta lo stereo e quindi anche il vicinato sente,devo pagare qualcosa alla siae? :p
        • Rex1997 scrive:
          Re: Che bello!
          - Scritto da: Anonimo
          verissimo..e infatti mi chiedo: se tengo a
          manetta lo stereo e quindi anche il vicinato
          sente,devo pagare qualcosa alla siae? :pNo, purché tu sia da solo nella stanza....:):D
        • Anonimo scrive:
          Re: Che bello!
          - Scritto da: Anonimo
          verissimo..e infatti mi chiedo: se tengo a
          manetta lo stereo e quindi anche il vicinato
          sente,devo pagare qualcosa alla siae? :pse i tuoi vicini sono sordi, allora no! :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Che bello!

        Il prezzo una
        volta pagato comprende tutto e il prodotto tutto
        compreso cambia con il pagamento di proprietà
        senza nessun vincolo, non sono affari miei se
        loro non sono d`accordo, se duplico per un amico
        a loro non gli deve riguardare...già, inoltre si parla di dati digitali...che quindi NON ESISTONO!non possono dare del ladro a chi scarica un mp3 da internet, semplicemente xkè nn ha fatto niente!come sempre si dimenticano di separare la materia dall'informazione...
  • CoreDump scrive:
    E io continuo a ripetere ad oltranza.
    -quoto dall'articolo-Secondo il giudice federale Murray Wilcox, la società che ha sviluppato Kazaa, Sharman Networks, "da lungo tempo sa che il sistema di Kazaa è utilizzato ampiamente per la condivisione di file protetti". Il magistrato ha dunque rigettato la tesi della difesa secondo cui non solo in Kazaa avverrebbero anche scambi perfettamente leciti, ma soprattutto che la società non è in grado di monitorare esattamente cosa i suoi utenti facciano di quel software.-----------------------------Seguendo la stessa tesi io allora ribadisco che nondebbano essere vendute le pistole in quanto non èpossibile sapere se verranno usate per uccidere qualcunoo sparare ad un barattolo, ma si sa finche cè il guadagnosopra chissenefrega delle vite umane, non entro inmerito al giudizio dato contro kazaa dove ognuno puòtrarre le sue conclusioni, ma almeno non si usasserodue pesi e due misure o al limite togliessero quellatarga con scritto "la legge è uguale per tutti".saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: E io continuo a ripetere ad oltranza
      Concordo, impossibile non sapere che con la grappa ci si può ubriacare!Voglio fare causa alla Peroni ed a Vale Rossi (no a lui no è troppo simpatico)!Buon DL a tutti
      • Anonimo scrive:
        Re: E io continuo a ripetere ad oltranza
        - Scritto da: Anonimo
        Concordo, impossibile non sapere che con la
        grappa ci si può ubriacare!Voglio fare causa alla
        Peroni ed a Vale Rossi (no a lui no è troppo
        simpatico)!a me sta sulle OO
    • Anonimo scrive:
      Re: E io continuo a ripetere ad oltranza

      Seguendo la stessa tesi io allora ribadisco che
      non
      debbano essere vendute le pistole in quanto non è
      possibile sapere se verranno usate per uccidere
      qualcuno
      o sparare ad un barattolo, ma si sa finche cè il
      guadagno
      sopra chissenefrega delle vite umane, non entro in
      merito al giudizio dato contro kazaa dove ognuno
      può
      trarre le sue conclusioni, ma almeno non si
      usassero
      due pesi e due misure o al limite togliessero
      quella
      targa con scritto "la legge è uguale per tutti".Quoto!Mi chiedo come si possano ancora vendere automobili nel nostro paese... visto che in Italia viaggiamo tutti, (si: ho detto tutti) costantemente almeno a 20Km/h oltre il limite ( che il più delle volte è assurdo, vero, però c'è... ).
    • Anonimo scrive:
      Re: E io continuo a ripetere ad oltranza

      Seguendo la stessa tesi io allora ribadisco che
      non
      debbano essere vendute le pistole in quanto non è
      possibile sapere se verranno usate per uccidere
      qualcuno
      o sparare ad un barattoloIo sulle pistole ti darei pienamente ragione anche se in tutta la vicenda del p2p ci sono due morti altrettanto importanti: la verità e l'evidenza.In questo paese, e non solo, per poter ricorrere bisogna aver subito un danno.Quando muori non lo puoi fare.
      • ryoga scrive:
        Re: E io continuo a ripetere ad oltranza
        - Scritto da: Anonimo
        Io sulle pistole ti darei pienamente ragione
        anche se in tutta la vicenda del p2p ci sono due
        morti altrettanto importanti: la verità e
        l'evidenza.Ce n'e' pure un altro : la giustizia( Tutto a favore delle lobby naturalmente ).Mi chiedo : - se la musica e' cultura, perche' un cd costa 20 euro ( come un bene di lusso )?- se la musica NON e' cultura, perche' il governo stanzia fondi miliardari per promuovere quest'attivita'?Si decidessero su cos'e' e cosa non e', e poi facciano quel che vogliono...
    • puntomediatico scrive:
      Re: E io continuo a ripetere ad oltranza
      - Scritto da: CoreDump
      -quoto dall'articolo-
      Secondo il giudice federale Murray Wilcox, la
      società che ha sviluppato Kazaa, Sharman
      Networks, "da lungo tempo sa che il sistema di
      Kazaa è utilizzato ampiamente per la condivisione
      di file protetti". Il magistrato ha dunque
      rigettato la tesi della difesa secondo cui non
      solo in Kazaa avverrebbero anche scambi
      perfettamente leciti, ma soprattutto che la
      società non è in grado di monitorare esattamente
      cosa i suoi utenti facciano di quel software.
      -----------------------------

      Seguendo la stessa tesi io allora ribadisco che
      non
      debbano essere vendute le pistole in quanto non è
      possibile sapere se verranno usate per uccidere
      qualcuno
      o sparare ad un barattolo, ma si sa finche cè il
      guadagno
      sopra chissenefrega delle vite umane, non entro in
      merito al giudizio dato contro kazaa dove ognuno
      può
      trarre le sue conclusioni, ma almeno non si
      usassero
      due pesi e due misure o al limite togliessero
      quella
      targa con scritto "la legge è uguale per tutti".

      saluti.Stavo per scrivere un intervento simile, concordo in pieno.
    • Anonimo scrive:
      Re: E io continuo a ripetere ad oltranza

      Secondo il giudice federale Murray Wilcox, la
      società che ha sviluppato Kazaa, Sharman
      Networks, "da lungo tempo sa che il sistema di
      Kazaa è utilizzato ampiamente per la condivisione
      di file protetti". Il magistrato ha dunque
      rigettato la tesi della difesa secondo cui non
      solo in Kazaa avverrebbero anche scambi
      perfettamente leciti, ma soprattutto che la
      società non è in grado di monitorare esattamente
      cosa i suoi utenti facciano di quel software.
      -----------------------------e adesso cosa facciamo?
      • Anonimo scrive:
        Re: E io continuo a ripetere ad oltranza
        - Scritto da: Anonimo

        Secondo il giudice federale Murray Wilcox, la

        società che ha sviluppato Kazaa, Sharman

        Networks, "da lungo tempo sa che il sistema di

        Kazaa è utilizzato ampiamente per la
        condivisione

        di file protetti". Il magistrato ha dunque

        rigettato la tesi della difesa secondo cui non

        solo in Kazaa avverrebbero anche scambi

        perfettamente leciti, ma soprattutto che la

        società non è in grado di monitorare esattamente

        cosa i suoi utenti facciano di quel software.

        -----------------------------

        e adesso cosa facciamo?LA RIBOLUZIONE!!!!!!!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: E io continuo a ripetere ad oltranza


          e adesso cosa facciamo?

          LA RIBOLUZIONE!!!!!!!!!! Si, ma perchè non fare una rivoluzione democratica, come quella di questi ragazzi: www.internetcrazia.com
    • ryoga scrive:
      Re: E io continuo a ripetere ad oltranza
      - Scritto da: CoreDump
      trarre le sue conclusioni, ma almeno non si
      usassero
      due pesi e due misure o al limite togliessero
      quella
      targa con scritto "la legge è uguale per tutti".Perche' quella targa e' ancora valida.Ma dato che il Governo era in ristrettezze economiche quando l'hanno ordinata, hanno eliminato una parte :..." quelli che hanno i soldi ".
    • Kheru scrive:
      Re: E io continuo a ripetere ad oltranza
      - Scritto da: CoreDump
      Seguendo la stessa tesi io allora ribadisco che
      non
      debbano essere vendute le pistole in quanto non è
      possibile sapere se verranno usate per uccidere
      qualcuno
      o sparare ad un barattolo, ma si sa finche cè il
      guadagno
      sopra chissenefrega delle vite umaneIn australia si può girare armati !? :o:o:o:o
    • Anonimo scrive:
      Re: E io continuo a ripetere ad oltranza

      Seguendo la stessa tesi io allora ribadisco che non
      debbano essere vendute le pistole in quanto non è
      possibile sapere se verranno usate per uccidere
      qualcuno o sparare ad un barattoloIl paragone non è attinente.Il punto non è creare oggetti che possono essere usati per scopi illeciti (vietiamo la produzione di automobili in quanto possono essere utilizzate come autobombe?).E' un fatto commerciale.Kazaa ha fatto parecchi soldi sfruttando illegalmente le produzioni artistiche di persone a cui non ha riconosciuto un centesimo.Volendo fare un paragone si può provare con la mafia e il commercio di droga, o con i prodotti di abbigliamento contraffatti, ma nemmeno questi sono perfettamente calzanti.In ogni caso, chi lucra sul file sharing non avrà mai la mia comprensione.
      • Anonimo scrive:
        Re: E io continuo a ripetere ad oltranza
        -
        Il paragone non è attinente.
        Il punto non è creare oggetti che possono essere
        usati per scopi illeciti (vietiamo la produzione
        di automobili in quanto possono essere utilizzate
        come autobombe?)

        E' un fatto commerciale.Un magistrato, un giudice non può fare di un caso un assioma: ovvero, se una persona utilizza un oggetto/servizio legale e legittimo in maniera illegale e/o illegittima, il giudice NON può generalizzare sugli utilizzi di quel prodotto o servizio: si giudica il singolo caso, non le intenzioni della comunità. Altrimenti, altro che censura! Praticamente non esisterebbero più non solo le armi, ma quasi tutto - potenzialmente anche un coltello è un'arma, no? Le cesoie da giardino che abbiamo visto usate a Brescia? I sacchi della spazzatura (puoi usarli per soffocarci una persona)? Insomma, diventerebbe impossibile vivere. Il giudice giudica QUELLO specifico utilizzo, in QUELLO specifico caso - un poliziotto può usare le armi in maniera diversa da un semplice cittadino, ed una pistola usata (da un semplice cittadino) per legittima difesa viene giudicata diversamente da una pistola usata per uccidere senza motivo.E' un principio giuridico, e DEVE essere applicato sempre e comunque.
      • Anonimo scrive:
        Re: E io continuo a ripetere ad oltranza
        - Scritto da: Anonimo
        Il paragone non è attinente.
        Il punto non è creare oggetti che possono essere
        usati per scopi illeciti (vietiamo la produzione
        di automobili in quanto possono essere utilizzate
        come autobombe?).bene ma se passa la tesi che qualsiasi azienda che fa software ove avvengano scambi illegali di materiale protetto da copyright e' colpevole allora devi denunciare anche msn, yahoo, ecc..chi decide quale e' la percentuale di traffico lecito e quella di traffico illecito oltre la quale l'azienda e' colpevole? ha senso parlare di proporzioni in un tribunale? e gli isp? non lucrano forse sullo scambio illecito di roba protetta da copyright? secondo te perche' c'e' stato il boom delle connessioni a banda larga? non sono colpevoli anche gli isp per lo stesso principio? e le aziende e gli stati che gestiscono le backbone da cui gli isp comprano banda? anche loro lucrano su questi traffici illeciti, quindi colpevoli anche loro.
        • Anonimo scrive:
          Re: E io continuo a ripetere ad oltranza

          bene ma se passa la tesi che qualsiasi azienda che fa
          software ove avvengano scambi illegali di materiale
          protetto da copyright e' colpevole allora devi denunciare
          anche msn, yahoo, ecc..Non colgo il nesso.Se il tuo software è utilizzato al 90% per scopi illegali devi darti da fare per permettere di limitare quegli scopi, o favorire le forze dell'ordine per far rispettare la legge.Se ne facciamo un fatto tecnico, e la legge la rispetta solo chi non è in grado di aggirarla, allora è il far-west.L'esempio calzante è il mulo: software open source per scambio di materiale illegale. Strumento estremo di protesta contro il cartello dei discografici e l'imposizione di prezzi (e contenuti) monopolistici. Un fantastico strumento di disobbedienza civile per far sentire le proprie ragioni, ma non può essere IL modello.Nessuno però ci fa soldi sopra.Se invece, come Kazaa, ne approfitti per lucrarci sopra, una condanna è il minimo che ti spetta.
    • Anonimo scrive:
      Re: E io continuo a ripetere ad oltranza
      Concordo, e aggiungo che si stanno scavando la fossa da soli.Prima o poi qualcuno gli fara' causa per le armi, per le automobili (200 CV? A che ti servono?), per lo stesso sitema operativo (condivisione di risorse?).Mi siedo sulla riva ed attendo passare il cadavare del gigante schiacciato dal suo stesso peso.- Scritto da: CoreDump
      -quoto dall'articolo-
      Secondo il giudice federale Murray Wilcox, la
      società che ha sviluppato Kazaa, Sharman
      Networks, "da lungo tempo sa che il sistema di
      Kazaa è utilizzato ampiamente per la condivisione
      di file protetti". Il magistrato ha dunque
      rigettato la tesi della difesa secondo cui non
      solo in Kazaa avverrebbero anche scambi
      perfettamente leciti, ma soprattutto che la
      società non è in grado di monitorare esattamente
      cosa i suoi utenti facciano di quel software.
      -----------------------------

      Seguendo la stessa tesi io allora ribadisco che
      non
      debbano essere vendute le pistole in quanto non è
      possibile sapere se verranno usate per uccidere
      qualcuno
      o sparare ad un barattolo, ma si sa finche cè il
      guadagno
      sopra chissenefrega delle vite umane, non entro in
      merito al giudizio dato contro kazaa dove ognuno
      può
      trarre le sue conclusioni, ma almeno non si
      usassero
      due pesi e due misure o al limite togliessero
      quella
      targa con scritto "la legge è uguale per tutti".

      saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: E io continuo a ripetere ad oltranza
      al limite togliessero
      quella
      targa con scritto "la legge è uguale per tutti".sappiamo benissimo che la legge e' uguale per tutti, ma alcuni sono piu' uguali di altri :|
    • ilmusico scrive:
      Re: E io continuo a ripetere ad oltranza
      Ho letto il Suo commento circa Kazaa e l' uso che se ne fa etc. Senza entrare nello specifico (che condivido in pieno) posso dire che , stando a quel che sembra, l'arroganza e l' ipocrisia , la prevaricazione, siano la principale negativa caratteristica, di chi si scaglia contro Kazaa e similari. I diritti d'autore, i file protetti... non giustificano questa accanita campagna contro chi usa il peer to peer, che sinora ha messo anche sul lastrico, non poche famiglie, nel mondo. Quanto all' esempio delle pistole,esso rende più che chiaro, il concetto ma credo che, purtroppo per noi, i fabbricanti di armi (che non piangono mai miseria, chissà perché!) hanno il sostegno di tutti i governi di questo pianeta, per cui , se qualcuno proponesse di impedire addirittura la fabbricazione di armi e munizioni di tutti i tipi, sarebbe tacciato di pazzia e immediatamente ricoverato in ospedale psichiatrico.Che la Legge è uguale per tutti, è vero soprattutto per i cittadini ma non per coloro che l' hanno fatta: infatti essi sono i primi ad essersi messi un gradino più sopra di tutti i cittadini per non essere sottoposti anche loro, alle punizioni che la Legge contempla , circa i reati commessi da "quelli che contano".Troppe volte , la legge è fatta pesare su coloro che non possono difendersi o reagire in qualche modo.Inoltre, per quanto riguarda i diritti d'autore, cd musicali.dico semplicemente: basta non acquistarli, boicottando lo strapotere delle ultra-prepotenti Major del settore.
  • devil64 scrive:
    Pura follia!!!
    Quindi per la stessa logica TUTTI e dico TUTTI i costruttori di armi sono colpevoli allo stesso modo degli assassini.Che lo siano anche i presidenti, sempre per la famosa proprietà transitiva.Rissumendo: in Italia Beretta : Berlusconi, in USA S&W : Bush.Quella è follia questa è logica.Giudice, dov'è un giudice?.....==================================Modificato dall'autore il 06/09/2005 0.28.22
    • Anonimo scrive:
      Re: Pura follia!!!
      - Scritto da: devil64
      Giuduce, dov'è un giuduce?.....giu-duce ?abbasso il duce ?abbattiamo il duce ?ti hanno invertito la i e la u sulla tastiera ?errore di battitura ? 2 volte ?ma in fondochi-ssenefrega...
    • Anonimo scrive:
      Re: Pura follia!!!
      - Scritto da: devil64
      Quindi per la stessa logica TUTTI e dico TUTTI i
      costruttori di armi sono colpevoli allo stesso
      modo degli assassini.
      Che lo siano anche i presidenti, sempre per la
      famosa proprietà transitiva.
      Rissumendo: in Italia Beretta : Berlusconi, in
      USA S&W : Bush.
      Quella è follia questa è logica.
      Giudice, dov'è un giudice?.....


      ==================================
      Modificato dall'autore il 06/09/2005 0.28.22Le pistole non vengono prodotte per essere utilizzate illegalmente. Kazaa è stato prodotto sapendo bene per cosa sarebbe stato usato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Pura follia!!!
        - Scritto da: Anonimo
        Le pistole non vengono prodotte per essere
        utilizzate illegalmente.Per favore sviluppa il concetto, mi chiarisci la differenza tra omicidio legale e illegale?O, se preferisci, tra morte giusta e morte sbagliata?
        Kazaa è stato prodotto
        sapendo bene per cosa sarebbe stato usato.Questo è sicuro! Ma la sparata (che battutaccia) sulle pistole "usate a fin di bene" te la potevi risparmiare :@
        • Anonimo scrive:
          Re: Pura follia!!!
          La differenza sta fra lo sparare ad una sagoma in poligono e lo sparare ad una persona.La differenza sta fra lo sparare ad un delinquente che ti arriva in casa armato e minaccia la tua famiglia e l' essere quel delinquente armato che spara contro di te.Non mi pare che ci voglia molto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Pura follia!!!
            - Scritto da: Anonimo
            La differenza sta fra lo sparare ad una sagoma in
            poligono e lo sparare ad una persona.Quindi, a paragone, e' la differenza che intercorre usando lo stesso programma nello scaricare una distribuzione linux e un brano di musica (C) majors.
            Non mi pare che ci voglia molto.Gia'... se tu avessi ragionato prima... :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Pura follia!!!
            Il mio intervento non intendeva fare un paragone fra armi e software per il p2p ma rispondere alle affermazioni precedenti (molto parziali e poco razionali imho) sul fatto che non esistono usi "a fin di bene" per le armi... quanto meno ne esistono "non a fin di male".
          • Anonimo scrive:
            Re: Pura follia!!!
            - Scritto da: Anonimo
            La differenza sta fra lo sparare ad una sagoma in
            poligono e lo sparare ad una persona.già... e allo stesso modo secondo me c'è differenza tra usare kazaa per scaricare roba legale e usare kazza per scaricare materiale protetto...
            La differenza sta fra lo sparare ad un
            delinquente che ti arriva in casa armato e
            minaccia la tua famiglia e l' essere quel
            delinquente armato che spara contro di te.vero, peccato che in ogni caso vieni accusato di omicidio (colposo se non sbaglio)
            Non mi pare che ci voglia molto.nc
          • Anonimo scrive:
            Re: Pura follia!!!


            La differenza sta fra lo sparare ad un

            delinquente che ti arriva in casa armato e

            minaccia la tua famiglia e l' essere quel

            delinquente armato che spara contro di te.

            vero, peccato che in ogni caso vieni accusato di
            omicidio (colposo se non sbaglio)
            Mai sentito parlare di legittima difesa? Magari studiare un attimo il codice penale...
          • Anonimo scrive:
            Re: Pura follia!!!
            - Scritto da: Anonimo
            La differenza sta fra lo sparare ad un
            delinquente che ti arriva in casa armato e
            minaccia la tua famigliaDi solito le pistole in casa finiscono proprio per essere rivolte contro la moglie o il marito infedeli, quasi mai contro ipotetici malviventi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Pura follia!!!
            Eh beh indubbiamente nuo acquista venti anni prima una pistola o un fucile da caccia nell' ipotesi che venti o trent' anni dopo gli possa servire proprio a quello scopo. :|
      • Anonimo scrive:
        Re: Pura follia!!!
        - Scritto da: Anonimo
        Le pistole non vengono prodotte per essere
        utilizzate illegalmentesemplicemente fantasticodelirio allo stato puro :D :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Pura follia!!!

        Le pistole non vengono prodotte per essere
        utilizzate illegalmente. Certo!!!! E gli asini volano...aahhahahaha
      • Anonimo scrive:
        Re: Pura follia!!!

        Kazaa è stato prodotto
        sapendo bene per cosa sarebbe stato usato. Su questo avrei qualche obiezione: Kazaa e software simili nascono per un'attività lecita come la condivisione di files, che sconfina nell'illecito solo se il materiale scambiato rientra in determinate categorie. Il problema di fondo è un altro, e riguarda la cecità delle major e dei loro tirapiedi di fronte alla realtà: vale a dire che, nel momento in cui la masterizzazione di un Cd diventa una tecnologia a portata di tutti, il concetto di diritto d'autore codificato in un contesto tecnologico ormai anacronistico non è più materialmente difendibile. O, almeno, può essere tutelato solo applicando alle libertà individuali restrizioni incompatibili coi principi della democrazia e, forse, persino con quelli di alcune dittature. Quindi non rimane che applicare la legge del mercato: o le major abbandonano l'atteggiamento luddista e mafioso sin qui tenuto e si adeguano alla situazione, trovando nuove fonti di reddito e di monetizzazione del copyright nel rispetto degli utenti; oppure spariscono come i dinosauri e si levano dalle palle. Peraltro senza lasciare rimpianti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Pura follia!!!
          Guarda che (in teoria) questi problemi erano sorti già con l' avvento delle comuni musicassette.Anzi, ai bei tempi era mille volte più facile copiaree passare agli amici una cassetta di musica o un videogioco copiandolo con il doppia piastra, e nessuno si è mai neanche lontanamente sognato di rompere le scatole su queste attività.Probabilmente questa assurda crociata nasce piuttosto dal fatto che il passaggio ai cd musicali ha fatto lievitare all' inverosimile i profitti delle case discografiche (tutti volevano cambiare le cassette coi nuovi cd) fino a che, esaurito l' effetto passaggio e unitamente alla congiuntura internazionale, i profitti si sono contratti e le major non si sono rassegnate al fatto che non c'e ra più trippa per i gatti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Pura follia!!!
        - Scritto da: Anonimo
        Le pistole non vengono prodotte per essere
        utilizzate illegalmente.AHAHAH.... :_(
      • Anonimo scrive:
        Re: Pura follia!!!
        Se il tuo ragionamento fila...secondo te le Ferrari,le Mercedes, le BMW, i SUV etc...sono venduti a chi non supera i 130 Km/h??La Case automobilistche suddette SANNO benissimo che chi spende 100.000 Euro per una delle loro macchine poi non va a 130 in autostrada, anzi le compra proprio perche' fanno tranquillamente i 200 .Percio' allo stesso modo potrebbero essere citate da un danneggiato in un incidente?Bah ho molti dubbi che vincerebbe la causa:)))
    • Anonimo scrive:
      Re: Pura follia!!!
      Quando la Sony fu accusata negli Anni 80 di aver prodotto un apparecchio (il famoso Betamax) atto alla registrazioni di trasmissioni televisive (e quindi della violazione dei copyright), fu assolta dalle accuse perché si dimostrò che l'apparecchio registrava ma era nato per la riproduzione di video; in pratica, la Sony non fu considerata colpevole poiché non responsabile dell'atto illecito attuato dai consumatori.Per Kazaa è successo l'opposto.Questioni di conti in banca?
      • Anonimo scrive:
        Re: Pura follia!!!
        - Scritto da: Anonimo
        riproduzione di video; in pratica, la Sony non fu
        considerata colpevole poiché non responsabile
        dell'atto illecito attuato dai consumatori.Molto facile da capire: Sony è una major, poteva accusare se stessa?
        Per Kazaa è successo l'opposto.Kazaa invece non è una major....
      • Anonimo scrive:
        Re: Pura follia!!!
        No credo solo questioni di %99% a 1%e 50% a 50%
Chiudi i commenti