La lunga barba bianca di Windows.NET

Per la seconda volta nel giro di un anno Microsoft ritarda il rilascio del suo nuovo sistema operativo server. Che alcuni clienti potrebbero non ricevere prima del prossimo anno


Redmond (USA) – Inizialmente previsto per la seconda metà dello scorso anno, sembra proprio che l’arrivo della versione server di Windows XP, che non poteva non ereditare quel suffisso così “hype” che è .NET, subirà un ulteriore ritardo.

Il big di Redmond ha infatti rinviato la data di lancio del prodotto verso la fine della seconda metà del 2002, prevedendo per questa estate il rilascio della prima release candidate. Questo potrebbe significare, secondo alcuni osservatori, l’arrivo delle prime copie di Windows.NET presso la grande distribuzione non prima della fine dell’anno se non, nel caso peggiore, agli inizi del 2003.

Alcuni esperti sostengono che questo ritardo sia per la maggior parte da imputarsi a quel grande lavoro di revisione del codice e alle altre strategie legate alla sicurezza lanciate da Bill Gates con l’iniziativa ” trustworthy computing “. Un’iniziativa che per quanto riguarda Windows.NET assume un’importanza ancor più vitale per la reputazione di Microsoft, visto che sarà questo il sistema operativo su cui poggerà il peso di tutta l’infrastruttura MS.NET al gran completo.

Questo ritardo, secondo alcuni analisti, potrebbe avere il benefico effetto di dare più tempo agli utenti di Windows NT 4.0 di migrare verso Windows 2000, un sistema operativo che l’industria ha accolto con meno entusiasmo di quanto Microsoft si aspettasse ma che, in previsione dell’arrivo del suo successore, potrebbe costituire un importante passaggio intermediario per il lungo salto che da Windows NT porta a Windows.NET.

Microsoft sostiene infatti che le differenze fra Windows 2000 e Windows.NET sono assai meno marcate rispetto a quelle esistenti fra il primo ed NT4, un fattore che, secondo il big di Redmond, renderà la migrazione da Windows 2000 a Windows.NET del tutto indolore.

La nuova famiglia di sistemi operativi server di Microsoft integrerà una nuova versione dell’Active Directory e supporterà nativamente HailStorm e l’autenticazione centralizzata offerta dal servizio Passport.

Windows.NET e Windows XP si basano su una larga porzione di codice in comune e poggiano su un cuore direttamente derivato dal già collaudato kernel di Windows 2000.

Se Windows XP ha rimpiazzato con le sue edizioni Home e Professional le precedenti famiglie Windows 9x/ME e Windows 2000 Professional, Windows.NET manderà invece in pensione le versioni Server, Advanced Server e Datacenter di Windows 2000 con le relative edizioni Standard, Advanced e Datacenter.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • natalia scrive:
    un gioco
    io prima avevo messo tutto nella registrazione ma il codice non va come posso fare?
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ardua scelta
    Ragionamento sensato.Però devi pensare che puoi sempre implementare soluzione ibride e scegliere quello che ti serve per un particolare uso.Spendere per forza (e per mantenere un' "indesiderato" ordine) non ha (generalmente) senso ... C'è molto sotware GPL'd che può essere molto interessante ... Ricorda che puoi sempre partire da lì per raggiungere il tuo scopo di business.Ricordati anche che ci sono pacchetti commerciali (realizzati con cosa anche qui importa poco) che già fanno quasi quello che si vuole e sono scriptabili.Invece se devi partire from scratch (se evidentemente non esiste proprio nulla di simile) ed hai necessità di una velocità di sviluppo molto elevata (a discapito dei costi del software), VisualStudio.Net è da prendere seriamente in considerazione.Cmq, per orientarti, tieni presente che devi sempre considerare come ogni aspetto delle soluzioni che intendi realizzare/implementare impatta le tue esigenze di business (i tuoi capi o i tuoi clienti o i tuoi soci, ecc.).ByeGano
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ardua scelta
      Complimenti ad entrambi per l'eleganza dimostrata.Voglio solo aggiungere una cosa che sembra non sia stata toccata:.net e' in grado di usare tutti i componenti COM/ActiveX esistenti (e sono 100 volte di piu' del codice java). E' inoltre in grado di usare anche le classiche librerie dll (Una direttiva apposita permettere di creare dei riferimenti .. simile alla loadlibrary).Ultima cosa: le 6 persone che ti servono (con .net) possono saper programmare in VB o C# o J# o C++ managed (lo so che sono tutti linguaggi leggermente modificati .. ma un normale programmatore si adatta alle diff nel giro di 1 o 2 settimane (altrimenti non glieli dare i 1500?))e lavorare allo stesso progetto, in quanto integrabili senza fare il minimo sforzo.;) Meditate gente Notte a tutti, Pasquale
  • Anonimo scrive:
    mi domando...
    poche cose mi chiedo:il gonzo più in basso che non ha mai sentito nominare Apache ma sentenzia ugualmente, ha finito ora il corso CEPU (come qualcun altro ha commentato) e prima aveva fatto lettere antiche?Si sbraita tanto, ma vi rendete conto che Win server costa più di Solaris? (OK, Linux non costa nulla-pare, ma Solaris è meglio...)Ai sostenitori a tutti i costi di Microsoft: siete studenti, novellini, lavoravate nell'inseminazione artificiale, o siete in malafede per partito preso?mah...
    • Anonimo scrive:
      Re: mi domando...
      Semplicemente sappiamo che il software costituisce il 3% della spesa informatica per un PC (dati Gartner). Sacrificheresti il 97% a favore del 3%?- Scritto da: marchet
      poche cose mi chiedo:

      il gonzo più in basso che non ha mai sentito
      nominare Apache ma sentenzia ugualmente, ha
      finito ora il corso CEPU (come qualcun altro
      ha commentato) e prima aveva fatto lettere
      antiche?

      Si sbraita tanto, ma vi rendete conto che
      Win server costa più di Solaris? (OK, Linux
      non costa nulla-pare, ma Solaris è
      meglio...)

      Ai sostenitori a tutti i costi di Microsoft:
      siete studenti, novellini, lavoravate
      nell'inseminazione artificiale, o siete in
      malafede per partito preso?

      mah...
      • Anonimo scrive:
        Re: mi domando...
        Scusa: ovviamente sto parlando di PC in azienda. A casa dipende da quanto tempo posso buttare.- Scritto da: Darth Vader
        Semplicemente sappiamo che il software
        costituisce il 3% della spesa informatica
        per un PC (dati Gartner). Sacrificheresti il
        97% a favore del 3%?

        - Scritto da: marchet

        poche cose mi chiedo:



        il gonzo più in basso che non ha mai
        sentito

        nominare Apache ma sentenzia ugualmente,
        ha

        finito ora il corso CEPU (come qualcun
        altro

        ha commentato) e prima aveva fatto lettere

        antiche?



        Si sbraita tanto, ma vi rendete conto che

        Win server costa più di Solaris? (OK,
        Linux

        non costa nulla-pare, ma Solaris è

        meglio...)



        Ai sostenitori a tutti i costi di
        Microsoft:

        siete studenti, novellini, lavoravate

        nell'inseminazione artificiale, o siete in

        malafede per partito preso?



        mah...
      • Anonimo scrive:
        Re: mi domando...
        - Scritto da: Darth Vader
        Semplicemente sappiamo che il software
        costituisce il 3% della spesa informatica
        per un PC (dati Gartner). Sacrificheresti il
        97% a favore del 3%?e l'assistenza per un sistema che è farraginoso, non regge grossi carichi (Hotmail docet), che ha buchi di sicurezza tali da obbligare MS all'emissione di patch critiche ogni pochi giorni (RedCode docet) chi li paga?Perché devo mettere su un cluster di macchine per gestire quello che una sola macchina *nix fa da sola? (tipo gestire 3000 contatti contemporanei)
        • Anonimo scrive:
          Re: mi domando...
          - Scritto da: maestrino
          Perché devo mettere su un cluster di
          macchine per gestire quello che una sola
          macchina *nix fa da sola? (tipo gestire 3000
          contatti contemporanei)Cioè? Fammi capire. Una macchina Unix non va gestita?AHAHAHAHAHAH
          • Anonimo scrive:
            Re: mi domando...

            Cioè? Fammi capire. Una macchina Unix non va
            gestita?certo, ma in genere non ci devi mettere le mani dentro tutti i giorni... capeesh?

            AHAHAHAHAHAHohohohohohoh
          • Anonimo scrive:
            Re: mi domando...
            - Scritto da: Darth VaderOggi ho una giornata di riposo e sono qui a divertirmi...ma da quello che vedo in giro tu sei sempre qui a sparare cag***te su tutto...Quindi vuol dire che non sei nemmeno all'universita` (per cui avresti anche il pomeriggio impegnato...)Credo che dovresti seguire un qualche doposcuola...cosi magari avresti qualcosa di serio da fare...Continui a parlare a destra e a manca di cose che probabilmente non hai mai toccato con mano...Ovvero, hai mai emesso una fattura per un db Oracle o SqlServer, ti sei comprato VisualStudio.Net, hai mai messo su un dominio con active directory, hai mai scritto un programma che viene venduto a caro prezzo, fai assistenza e ti fai pagare dai clienti, hai mai montato un cluster....Insomma e` strano...parli di tutto...e qundi sembri un "guru"..ma dici cavolate mostruose prendendo ad esempio solo cose scritte da altri, o riportate su vari siti....Va bene navighi molto...ma hai mai lavorato seriamente da qualche parte per vedere coma va veramente la vita????
      • Anonimo scrive:
        Re: mi domando...
        - Scritto da: Darth Vader
        per un PC (dati Gartner). Sacrificheresti ilAnche tu però prendi chi ti fa comodo... qualche tempo fa Gartner che diceve che Linux costa meno di Windows era in mala fede... ;o)P.S. In questo caso non era proprio necessaria la fonte, se uno non è d'accordo con quella affermazione può smettere di occuparsi di IT a livello professionale...
    • Anonimo scrive:
      Re: mi domando...

      il gonzo più in basso che non ha mai sentito
      nominare Apache ma sentenzia ugualmente, ha
      finito ora il corso CEPU (come qualcun altro
      ha commentato) e prima aveva fatto lettere
      antiche?Parlavi di me??? eheh
  • Anonimo scrive:
    Zend Ide...provare per credere
    Volevate una piattaforma di sviluppo per Php.http://www.zend.comHa un Ide fantastico, un sistema di debugging, e` e` scritto interamente in Java e ha un costo accettabilissimo....Quello che mancava al php e` arrivato
    • Anonimo scrive:
      Re: Zend Ide...provare per credere
      - Scritto da: morgan
      Volevate una piattaforma di sviluppo per Php.
      http://www.zend.com

      Ha un Ide fantastico, un sistema di
      debugging, e` e` scritto interamente in Java
      e ha un costo accettabilissimo....
      Quello che mancava al php e` arrivatoFammi capire se ho capito: $249 per zend ?Per la concorrenza : http://www.icsharpcode.net/OpenSource/SD/Features.asp -
      IDE per C# completamente gratuita (un bel software).
  • Anonimo scrive:
    elevata semplicità nella stesura del codice???
    Chiunque abbia esperienze sia di asp che di php e jsp si renderà conto delle boiate e falsità dette per mettere in buona luce un strumento utile ma orrendamente realizzato come l'asp... se volete darvi allo scripting lato server l'unica scelta sensata è il phphttp://www.php.net/ah... dimenticavo, il php oltre ad essere 100 volte meglio dell'asp è gratuito, come gratuita è la sua documentazione e state certi che mai dovrete riscrivere il codice per colpa di upgrade
    • Anonimo scrive:
      Re: elevata semplicità nella stesura del codice???
      - Scritto da: Pangon
      Chiunque abbia esperienze sia di asp che di
      php e jsp si renderà conto delle boiate e
      falsità dette per mettere in buona luce un
      strumento utile ma orrendamente realizzato
      come l'asp... se volete darvi allo scripting
      lato server l'unica scelta sensata è il php
      http://www.php.net/

      ah... dimenticavo, il php oltre ad essere
      100 volte meglio dell'asp è gratuito, come
      gratuita è la sua documentazione e state
      certi che mai dovrete riscrivere il codice
      per colpa di upgradeGiuro che questo e' l'ultimo post perche' non ce la faccio piu' : asp.net e' gratuito come php .. ne' piu' ne' meno. Peccato che non ti abbiano avvisato ...Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: elevata semplicità nella stesura del codice???

      Chiunque abbia esperienze sia di asp che di
      php e jsp si renderà conto delle boiate e
      falsità dette per mettere in buona luce un
      strumento utile ma orrendamente realizzato
      come l'asp...Se non l'hai ancora capito non si parla di ASP ma di ASP.NET, il quale è nettamente superiore a qualsiasi altra tecnologia per lo sviluppo di pagine qeb dinamiche... Che vogliate ammetterlo o no, al momento, ASP.NET NON HA RIVALI!!Ti elenco alcuni "piccoli" vantaggi di ASP.NET:- Eliminato l'orrendo spaghetti-code- Permette di raggiungere performances da paura grazie anche a un sistema di output caching eccezzionale (anche perchè ora tutto il codice server-side è pre-compilato)- Permette di creare dei componenti riutilizzabili che però non sono ActiveX o altre boiate, ma bensi dei we controls che generano HTML- Gestione dello state della pagina (valori degli inputbox mantenuti tra un post back e l'altro, ...) gestiti dal runtime (eccezzionale!)- Quando, ad esempio, si clicca su di un button (client side) viene fatto automaticamente il post back e scatenato un evento sul server- Praticamente programmare un WebForm (pagina ASP.NET) è quasi come programmare un WinForm (classica applicazione per windows)- Si gestisce praticamente automaticamente la compatibilità con Netscape e altri down level browser- Grazie al mobile toolkit è facilissimo creare delle pagine che a dipendenza del tipo di client tornano HTML o WML... Quindi facilissimo portare un applicazione su wap o palmari- Pieno supporto ai Webservices (in 2 minuti si crea un webservice, stupido, con un metodo che torna, ad esempio, l'ora)....Potrei continuare ancora per molte righe... Ma so che tanto non servirebbe a niente... Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire...
      se volete darvi allo scripting
      lato server l'unica scelta sensata è il php
      http://www.php.net/Ora motivami la tua affermazione... Elencami qualche vantaggio di PHP rispetto ad ASP.NET...!!
      ah... dimenticavo, il php oltre ad essere
      100 volte meglio dell'asp è gratuito, come
      gratuita è la sua documentazione e state
      certi che mai dovrete riscrivere il codice
      per colpa di upgradeInformati prima di parlare... Il framework .NET è gratis!!! L'unica cosa che paghi è il Visual Studio che è solo l'IDE... Il framework contiene già compilatori (a command prompt) e tutto il resto...
      • Anonimo scrive:
        Re: elevata semplicità nella stesura del codice???
        - Scritto da: Ratt
        ASP.NET NON HA RIVALI!!Allora che il tizio di sopra l'abbia sparata è assodato, però...
        Ti elenco alcuni "piccoli" vantaggi di
        ASP.NET:Vediamo...
        - Eliminato l'orrendo spaghetti-codeCome fa una piattaforma ad eliminare lo spaghetti-code? Quello lo scrivono gli sviluppatori... capisco che ci siano linguaggi che ti guidano in una certa direzione, ma dato che C# somiglia molto a Java...(per inciso, facciamoci due risate da bravi nerd: http://www.gnu.org/fun/jokes/pasta.code.html ;o)
        - Permette di raggiungere performances da
        paura grazie anche a un sistema di output
        caching eccezzionale (anche perchè ora tutto
        il codice server-side è pre-compilato)Caching e codice server side compilato: anche J2EE (e PHP usando le estensioni di Zend)
        - Permette di creare dei componenti
        riutilizzabili che però non sono ActiveX o
        altre boiate, ma bensi dei we controls che
        generano HTMLAnche J2EE (EJB o JDO)
        - Gestione dello state della pagina (valori
        degli inputbox mantenuti tra un post back e
        l'altro, ...) gestiti dal runtime
        (eccezzionale!)Anche J2EE (e PHP)
        - Quando, ad esempio, si clicca su di un
        button (client side) viene fatto
        automaticamente il post back e scatenato un
        evento sul serverQuesta non l'ho capita molto bene
        - Praticamente programmare un WebForm
        (pagina ASP.NET) è quasi come programmare un
        WinForm (classica applicazione per windows)Di questo non so niente perché non uso tecnologie con "Win" davanti ;o)
        - Si gestisce praticamente automaticamente
        la compatibilità con Netscape e altri down
        level browserQua c'è la querra... :o)
        - Grazie al mobile toolkit è facilissimo
        creare delle pagine che a dipendenza del
        tipo di client tornano HTML o WML... Quindi
        facilissimo portare un applicazione su wap o
        palmariAnche J2EE
        - Pieno supporto ai Webservices (in 2 minuti
        si crea un webservice, stupido, con un
        metodo che torna, ad esempio, l'ora)Anche J2EE... tutto questo uno o due anni prima di .NET...
        Potrei continuare ancora per molte righe...Probabilmente anch'io...
        Ma so che tanto non servirebbe a niente...
        Non c'è peggior sordo di chi non vuol
        sentire...Secondo me anche tu fai un po' orecchie da mercante... .NET è una buona tecnologia, ma:1. deve ancora dimostrare la propria validità sul campo.2. è (per ora) mono-piattaforma e (peggio ancora) mono-vendor.3. l'unica vera innovazione che ha introdotto è la forte integrazione tra tutte le sue parti: quello che puoi fare ora con .NET lo potevi già fare prima con qualcos'altro, solo che non ci avevano appiccicato sopra il magnifico marketing MSFT.

        se volete darvi allo scripting

        lato server l'unica scelta sensata è il

        php http://www.php.net/
        Ora motivami la tua affermazione... Elencami
        qualche vantaggio di PHP rispetto ad
        ASP.NET...!!E' Open Source :o) magari a te non te ne frega niente, ma a volte è un GROSSO vantaggio (vedi il baco di venerdì scorso corretto dopo 5 ore che era stato scoperto... vediamo come va a finire con la policy di non disclosure...)
        • Anonimo scrive:
          Re: elevata semplicità nella stesura del codice???


          ASP.NET NON HA RIVALI!!

          Allora che il tizio di sopra l'abbia sparata
          è assodato, però...Beh, è la realtà...

          - Eliminato l'orrendo spaghetti-code

          Come fa una piattaforma ad eliminare lo
          spaghetti-code? Quello lo scrivono gli
          sviluppatori... capisco che ci siano
          linguaggi che ti guidano in una certa
          direzione, ma dato che C# somiglia molto a
          Java...Beh... Calcola che prima bisognava miscelare tag html con codice server-side... Ora le 2 cose si trovano in file separati e il tutto funziona a eventi...

          - Permette di raggiungere performances da

          paura grazie anche a un sistema di output

          caching eccezzionale (anche perchè ora
          tutto

          il codice server-side è pre-compilato)

          Caching e codice server side compilato:
          anche J2EE (e PHP usando le estensioni di
          Zend)Stento a credere che il sistema di caching di J2EE/PHP sia così potente... Se io faccio il caching server-side di una pagina per 1 minuto vuol dire che il mio server non esegue più nessuna riga di codice per 1 minuto (per quella pagina)...

          - Permette di creare dei componenti

          riutilizzabili che però non sono ActiveX o

          altre boiate, ma bensi dei we controls che

          generano HTML

          Anche J2EE (EJB o JDO)Qui probabilemte non hai capito cosa intendo... Ad esempio è possibile crearsi il proprio textbox, button, o controlli composti da altri controlli oppure derivare da un controllo già esistente... Ognuno di questi controlli avrà degli eventi gestiti server-side ma genera solo html (quindi client independent).

          - Gestione dello state della pagina
          (valori

          degli inputbox mantenuti tra un post back
          e

          l'altro, ...) gestiti dal runtime

          (eccezzionale!)

          Anche J2EE (e PHP)Beh, questo non lo so... ASP non lo faceva... :(

          - Quando, ad esempio, si clicca su di un

          button (client side) viene fatto

          automaticamente il post back e scatenato
          un

          evento sul server

          Questa non l'ho capita molto beneEh ciula, non è facile da spiegare...Allora... Hai una pagina con dentro un button...Quando l'utente clicca su quel button (button1) viene fatto il submit del form e sul server riesce a capire che deve scatenare un evento e quindi la funione a esso associata (button1_click)... E tutto ciò lo fa da solo... Senza bisogno di andarea a mano a leggere il contenuto del request per capire che button è stato schiacciato... Praticamente funziona come l'evento di un normale button in una normale applicazione (.exe)... Si è capito + o -?

          - Praticamente programmare un WebForm

          (pagina ASP.NET) è quasi come programmare
          un

          WinForm (classica applicazione per
          windows)

          Di questo non so niente perché non uso
          tecnologie con "Win" davanti ;o)Vabbè... Non sei troppo intelligente se rispondi così... Non credo che la gestione dell'evento di click di un button fatta per linux sia totalmente diversa concettualmente...

          - Si gestisce praticamente automaticamente

          la compatibilità con Netscape e altri down

          level browser

          Qua c'è la querra... :o)


          - Grazie al mobile toolkit è facilissimo

          creare delle pagine che a dipendenza del

          tipo di client tornano HTML o WML...
          Quindi

          facilissimo portare un applicazione su
          wap o

          palmari

          Anche J2EESei sicuro? Vorrei saperne di +... Magari mi dai qualche link a qualche pagina dove spiegano un po'?

          - Pieno supporto ai Webservices (in 2
          minuti

          si crea un webservice, stupido, con un

          metodo che torna, ad esempio, l'ora)

          Anche J2EEStronzate... Se vuoi vengo lì da te, mi porto il pc, e ci mettiamo a programmare un web service, tu in J2EE e io in .NET e vediamo chi finisce prima, ok?!(Ma tu l'hai già fatto un web service con J2EE?)
          ... tutto questo uno o due anni prima di
          .NET...Tu bevi... è l'unica spiegazione plausibile... ;o)

          Potrei continuare ancora per molte
          righe...

          Probabilmente anch'io...Ovvio... A fare copia-incolla della frase "Anche J2EE" non ci vuole molto... eheh... :D

          Ma so che tanto non servirebbe a niente...

          Non c'è peggior sordo di chi non vuol

          sentire...

          Secondo me anche tu fai un po' orecchie da
          mercante... .NET è una buona tecnologia, ma:
          1. deve ancora dimostrare la propria
          validità sul campo.Io ci sto facendo il primo progetto e direi che è ottimo... Poi magari verrò smentito, ma ne dubito fortemente!
          2. è (per ora) mono-piattaforma e (peggio
          ancora) mono-vendor.Beh... Se parli di ASP.NET cosa te ne frega della piattaforma??? Un browser è sempre un browser... HTML per win è uguale a HTML per linux e per Unix.... ;)
          3. l'unica vera innovazione che ha
          introdotto è la forte integrazione tra tutte
          le sue parti: quello che puoi fare ora con
          .NET lo potevi già fare prima con
          qualcos'altro, solo che non ci avevano
          appiccicato sopra il magnifico marketing
          MSFT.Potevi farlo anche tutto in assembler in 12'000'000 di anni volendo...


          se volete darvi allo scripting


          lato server l'unica scelta sensata è il


          php http://www.php.net/

          Ora motivami la tua affermazione...
          Elencami

          qualche vantaggio di PHP rispetto ad

          ASP.NET...!!

          E' Open Source :o) magari a te non te ne
          frega niente, ma a volte è un GROSSO
          vantaggio (vedi il baco di venerdì scorso
          corretto dopo 5 ore che era stato
          scoperto... vediamo come va a finire con la
          policy di non disclosure...)Se per giudicare un sw ti basi su quello: Poverino!!
          • Anonimo scrive:
            Re: elevata semplicità nella stesura del codice???
            - Scritto da: Ratt

            Caching e codice server side compilato:

            anche J2EE (e PHP usando le estensioni di

            Zend)

            Stento a credere che il sistema di caching
            di J2EE/PHP sia così potente... Se io faccio
            il caching server-side di una pagina per 1
            minuto vuol dire che il mio server non
            esegue più nessuna riga di codice per 1
            minuto (per quella pagina)...Funziona in maniera esattamente uguale in J2EE: decido per quanti secondi una pagina (o una query o un altro oggetto) è valida e viene usata sempre la stessa.
            Qui probabilemte non hai capito cosa
            intendo... Ad esempio è possibile crearsi il
            proprio textbox, button, o controlli
            composti da altri controlli oppure derivare
            da un controllo già esistente... Ognuno di
            questi controlli avrà degli eventi gestiti
            server-side ma genera solo html (quindi
            client independent).Infatti non avevo capito...
            Quando l'utente clicca su quel button
            (button1) viene fatto il submit del form e
            sul server riesce a capire che deve
            scatenare un evento e quindi la funione a
            esso associata (button1_click)... E tuttoOk, ho capito. La comunicazione client-server funziona ad eventi, o meglio, nel codice server-side tu la vedi ad eventi.Bello, effettivamente questo non lo sapevo e credo sia molto comodo.

            Di questo non so niente perché non uso

            tecnologie con "Win" davanti ;o)

            Vabbè... Non sei troppo intelligente se
            rispondi così... Non credo che la gestione1. C'ho messo la faccina apposta.2. Non usare tecnologie MSFT non vuol dire per forza non essere intelligenti: se l'azienda dove lavoro basa il suo business su Java, non è che mi posso studiare i WinForms...


            - Pieno supporto ai Webservices (in 2


            minuti si crea un webservice, stupido,


            con un metodo che torna, ad esempio,


            l'ora)

            Anche J2EE
            Stronzate... Se vuoi vengo lì da te, mi
            porto il pc, e ci mettiamo a programmare un
            web service, tu in J2EE e io in .NET e
            vediamo chi finisce prima, ok?!1. Definisco l'interfaccia remota.2. La implemento.3. Scrivo un file XML che descrive il servizio (WSDL o un altro formato più semplice anche generato automaticamente).4. Faccio il deploy.La gara è solo a chi scrive più velocemente sulla tastiera, credo...
            (Ma tu l'hai già fatto un web service con
            J2EE?)Più d'uno...

            ... tutto questo uno o due anni prima di

            .NET...
            Tu bevi... è l'unica spiegazione
            plausibile... ;o) Beh, che bevo un po' troppo può anche essere vero, ma a parte la storia dei WebServices, il resto è roba che si usa da un bel po'.

            1. deve ancora dimostrare la propria

            validità sul campo.

            Io ci sto facendo il primo progetto e direi
            che è ottimo... Poi magari verrò smentito,
            ma ne dubito fortemente!Io il primo progetto con J2EE l'ho già finito da un pezzo! ;o)

            2. è (per ora) mono-piattaforma e (peggio

            ancora) mono-vendor.
            Beh... Se parli di ASP.NET cosa te ne frega
            della piattaforma??? Un browser è sempre un
            browser... HTML per win è uguale a HTML per
            linux e per Unix.... ;)Ahemmm... sono uno sviluppatore, non un utente, mi interessa la piattaforma di sviluppo e del server, non quella su cui userò il sito...Dove lavoro io (azienda di medie dimensioni), i server sono quasi tutti Linux (qualche Solaris) e i client sono quasi tutti Windows o Mac (qualche Linux)...

            3. l'unica vera innovazione che ha

            introdotto è la forte integrazione tra

            tutte le sue parti: quello che puoi fare ora
            Potevi farlo anche tutto in assembler in
            12'000'000 di anni volendo...non mi pare di aver detto che l'integrazione non è un vantaggio mé tantomeno che .NET faccia schifo...

            E' Open Source :o) magari a te non te ne

            frega niente, ma a volte è un GROSSO

            vantaggio (vedi il baco di venerdì scorso

            corretto dopo 5 ore che era stato

            scoperto... vediamo come va a finire con

            la policy di non disclosure...)
            Se per giudicare un sw ti basi su quello:
            Poverino!!Non mi baso *solo* su quello, ma è uno dei fattori che considero (in realtà non sono io che decido qui, ma dò le mie opinioni), infatti ho scritto che "a volte" è un vantaggio...Per esempio settimana scorsa abbiamo trovato un grosso BUG in una libreria un giorno prima della consegna... se non fosse stata OS... addio consegna (o consegna bacata).
          • Anonimo scrive:
            Re: elevata semplicità nella stesura del codice???



            Caching e codice server side compilato:


            anche J2EE (e PHP usando le estensioni
            di


            Zend)



            Stento a credere che il sistema di caching

            di J2EE/PHP sia così potente... Se io
            faccio

            il caching server-side di una pagina per 1

            minuto vuol dire che il mio server non

            esegue più nessuna riga di codice per 1

            minuto (per quella pagina)...

            Funziona in maniera esattamente uguale in
            J2EE: decido per quanti secondi una pagina
            (o una query o un altro oggetto) è valida e
            viene usata sempre la stessa.Boh... Non credo che funzioni allo stesso modo... Su questo però non mi sono ancora documentato...

            Qui probabilemte non hai capito cosa

            intendo... Ad esempio è possibile crearsi
            il

            proprio textbox, button, o controlli

            composti da altri controlli oppure
            derivare

            da un controllo già esistente... Ognuno di

            questi controlli avrà degli eventi gestiti

            server-side ma genera solo html (quindi

            client independent).

            Infatti non avevo capito...


            Quando l'utente clicca su quel button

            (button1) viene fatto il submit del form e

            sul server riesce a capire che deve

            scatenare un evento e quindi la funione a

            esso associata (button1_click)... E tutto

            Ok, ho capito. La comunicazione
            client-server funziona ad eventi, o meglio,
            nel codice server-side tu la vedi ad eventi.
            Bello, effettivamente questo non lo sapevo e
            credo sia molto comodo.Comodissimo...!!


            Di questo non so niente perché non uso


            tecnologie con "Win" davanti ;o)



            Vabbè... Non sei troppo intelligente se

            rispondi così... Non credo che la gestione

            1. C'ho messo la faccina apposta.
            2. Non usare tecnologie MSFT non vuol dire
            per forza non essere intelligenti: se
            l'azienda dove lavoro basa il suo business
            su Java, non è che mi posso studiare i
            WinForms...eheh... Non è quello il fatto... è che dubito ci siano molte differenze tra sviluppare un applicazione per win o per linux....



            - Pieno supporto ai Webservices (in
            2



            minuti si crea un webservice,
            stupido,



            con un metodo che torna, ad esempio,



            l'ora)


            Anche J2EE

            Stronzate... Se vuoi vengo lì da te, mi

            porto il pc, e ci mettiamo a programmare
            un

            web service, tu in J2EE e io in .NET e

            vediamo chi finisce prima, ok?!

            1. Definisco l'interfaccia remota.
            2. La implemento.
            3. Scrivo un file XML che descrive il
            servizio (WSDL o un altro formato più
            semplice anche generato automaticamente).
            4. Faccio il deploy.Appunto, sicuramente non lo fai in 2 minuti... ;-)
            La gara è solo a chi scrive più velocemente
            sulla tastiera, credo...


            (Ma tu l'hai già fatto un web service con

            J2EE?)

            Più d'uno...



            ... tutto questo uno o due anni prima
            di


            .NET...

            Tu bevi... è l'unica spiegazione

            plausibile... ;o)

            Beh, che bevo un po' troppo può anche essere
            vero, ma a parte la storia dei WebServices,
            il resto è roba che si usa da un bel po'.Non credo proprio... Ovviamente potevi anche fare tutto il Assembler però ci mettevi 134235124514 anni...
          • Anonimo scrive:
            Re: elevata semplicità nella stesura del codice???
            - Scritto da: Ratt

            Funziona in maniera esattamente uguale in

            J2EE: decido per quanti secondi una pagina

            (o una query o un altro oggetto) è valida

            e viene usata sempre la stessa.
            Boh... Non credo che funzioni allo stesso
            modo... Su questo però non mi sono ancora
            documentato...E perché non ci credi?Comunque ho trovato questo:http://www.onjava.com/pub/a/onjava/2001/11/28/catfight.htmlche (a pag 2) dice: """Finally, .NET has extensive caching directives that make it easier for developers to optimize page delivery. J2EE caching optimizations have largely been left up to developers and vendors. The J2EE community should provide better standard performance capabilities."""Quindi il nostro discorso alla fine non ha senso: gli eventuali meccanismi di caching di J2EE dipendono dal container che sto usando (perché con J2EE posso sciegliere... :-p).E la conclusione che trae l'articolo è la stessa che avevo delineato io:"""For developers who are comfortable with limited choices, .NET is a well-designed framework with good tools. J2EE provides greater freedom, but the J2EE community can't ignore the need for tools that create powerful and efficient applications in a timely manner."""... e continuo a trovarmi d'accordo con questa visione.

            Ok, ho capito. La comunicazione

            client-server funziona ad eventi, o

            meglio, nel codice server-side tu la vedi ad

            eventi.

            Bello, effettivamente questo non lo

            sapevo e credo sia molto comodo.

            Comodissimo...!!Però c'ho pensato un po' e non mi pare che lo sviluppo di applicazioni web abbia molto in comune con le applicazioni GUI tradizionali. Il modello di interazione è *molto* diverso, in un'applicazione web hai un'interazione simile a quella di un 'wizard', cioè una sequenza di pagine che ti portano da un posto all'altro. Non è interattivo come in una applicazione normale dove agisci e vedi direttamente il risultato dell'operazione. Ma può essere che MSFT stia guardando più avanti di quello che vedo io e veda veramente MS Office distribuito come servizio web programmato con ASP.NET...Magari diventerà il punto di partenza per una nuova visione del web (e quindi il titolo dell'articolo sarebbe azzeccato), però io ne dubito. Non riesco proprio a vedere come un modello di interazione ad eventi possa entrare bene nel modello di sviluppo web.

            1. C'ho messo la faccina apposta.

            2. Non usare tecnologie MSFT non vuol dire

            per forza non essere intelligenti: se

            l'azienda dove lavoro basa il suo business

            su Java, non è che mi posso studiare i

            WinForms...

            eheh... Non è quello il fatto... è che
            dubito ci siano molte differenze tra
            sviluppare un applicazione per win o per
            linux....Rileggi il punto 1.(Cosa c'entra Linux? Io parlavo di Java...)

            1. Definisco l'interfaccia remota.

            2. La implemento.

            3. Scrivo un file XML che descrive il

            servizio (WSDL o un altro formato più

            semplice anche generato automaticamente).

            4. Faccio il deploy.

            Appunto, sicuramente non lo fai in 2
            minuti... ;-)Perché tu fai dei passi in meno? Non riesco proprio a vedere quale di quei quattro passi si possano eliminare senza pregiudicare il funzionamento del servizio...
  • Anonimo scrive:
    RedHat+apache+JSP+php+oracle 9ias
    Penso che M$ sia ancora anni luce distante da quello che questa piattaforma puo dare...Ma anni luce veramente...e ammetto che sto utilizzando .net da qualche mese (anche se devo ammettere che a parte le risorse richieste visual studio.net e` un ottimo ide).
    • Anonimo scrive:
      Re: RedHat+apache+JSP+php+oracle 9ias
      potresti motivare _tecnicamente_ la tua affermazione?grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: RedHat+apache+JSP+php+oracle 9ias
      Sarà per questo che Microsoft SQL Server 2000 risulta il migliore secondo TPC-C sia come performance che come prezzo/performance?http://www.tpc.org/tpcc/results/tpcc_perf_results.aspehttp://www.tpc.org/tpcc/results/tpcc_price_perf_results.aspAh, by the way: Linux non c'è né in una classifica né nell'altra.- Scritto da: morgan
      Penso che M$ sia ancora anni luce distante
      da quello che questa piattaforma puo dare...
      Ma anni luce veramente...e ammetto che sto
      utilizzando .net da qualche mese (anche se
      devo ammettere che a parte le risorse
      richieste visual studio.net e` un ottimo
      ide).
      • Anonimo scrive:
        Re: RedHat+apache+JSP+php+oracle 9ias


        Ah, by the way: Linux non c'è né in una
        classifica né nell'altra.
        sarà la classifica delle pippe...
        • Anonimo scrive:
          Re: RedHat+apache+JSP+php+oracle 9ias
          mah, è _solo_ il risultato dei test di performance usati e riconosciuti da: Adaptec, Bull, CompaQ, Fujitsu, IBM, Intel, Microsoft, NEC, Oracle, SCO, SGI, Sun, Sybase, Toshiba e Unisys. solo per citare i + importanti.cmq ricorda che l'ignoranza non paga... prova a documentarti: http://www.tpc.org
          • Anonimo scrive:
            Re: RedHat+apache+JSP+php+oracle 9ias
            - Scritto da: pecos
            mah, è _solo_ il risultato dei test di
            performance usati e riconosciuti da:
            Adaptec, Bull, CompaQ, Fujitsu, IBM, Intel,
            Microsoft, NEC, Oracle, SCO, SGI, Sun,
            Sybase, Toshiba e Unisys. solo per citare i
            + importanti.
            cmq ricorda che l'ignoranza non paga...
            prova a documentarti: http://www.tpc.orgla listina pilotata: è universalmente noto che le performance server di qualsiasi win non sono all'altezza di quelle di un pur modesto linux, figurarsi di quelle di Unix seri...
          • Anonimo scrive:
            Re: RedHat+apache+JSP+php+oracle 9ias
            Mi sa che è solo universalmente noto nel tuo cervello.Quando la lista vi dà ragione allora è attendibile. Quando vi dà torto allora è pilotata.In più si sta parlando di applicazioni (SQL Server vs. Oracle) non di sistemi operativi.- Scritto da: maestrino

            la listina pilotata: è universalmente noto
            che le performance server di qualsiasi win
            non sono all'altezza di quelle di un pur
            modesto linux, figurarsi di quelle di Unix
            seri...
          • Anonimo scrive:
            Re: RedHat+apache+JSP+php+oracle 9ias
            allora perché in tutti gli ambiti lavorativi che ho frequentato (enterprise, ricerca e quant'altro) SQL Server è considerato un bidone?considera in più il fatto che anche il SO su cui gira è considerato un bidone...
          • Anonimo scrive:
            Re: RedHat+apache+JSP+php+oracle 9ias
            - Scritto da: maestrino
            allora perché in tutti gli ambiti lavorativi
            che ho frequentato (enterprise, ricerca e
            quant'altro) SQL Server è considerato un
            bidone?Perché lavori in Oracle?A parte le battute, Oracle è un buon DB ed è leader non senza merito nel mercato delle grandi aziende.SQL non è considerato un bidone (almeno non dalle persone serie), ma finora non è stato considerato alla stregua di Oracle perché relativamente immaturo. Con la versione 2000 invece SQL Server ha raggiunto Oracle come funzionalità e lo ha superato come prestazioni sui cluster e come rapporto prezzo/prestazioni.SQL gira solo su Windows, e questo lo penalizza sui numeri assoluti. Ma sulla piattaforma Microsoft è il più venduto.Solo chi si ferma a considerare la "notorietà" o i luoghi comuni sul sistema operativo allora fa automaticamente l'estensione di questi luoghi comuni alle applicazioni che ci girano sopra.

            considera in più il fatto che anche il SO su
            cui gira è considerato un bidone...Windows 2000, a parità di fascia hardware, è affidabile e performante quanto qualsiasi unix (tolti i 64 bit sui server). E SQL è più veloce e più economico di Oracle (anche se Oracle ha più applicazioni che ci girano sopra). E la gente se ne sta accorgendo (-21% di vendite di Oracle worldwide ti dice nulla?)
          • Anonimo scrive:
            Re: RedHat+apache+JSP+php+oracle 9ias
            - Scritto da: Darth Vader
            SQL gira solo su Windows, e questo lo
            penalizza sui numeri assoluti. Ma sulla
            piattaforma Microsoft è il più venduto.SoloNon ti passa neanche per la testa che sia perché MSFT, possedendo (e custodendo gelosamente) la piattaforma, abbia qualche vantaggio verso i concorrenti?Oppure perché chi usa la piattaforma MSFT preferisce usare tutte tecnologie MSFT in modo da ridurre le spese di supporto e formazione?I motivi possono essere i più vari e la mia piccola esperienza mi insegna che le qualità tecniche non sono sempre indice di sicuro successo (e di esempi ce ne sono a bizzeffe).
          • Anonimo scrive:
            Re: RedHat+apache+JSP+php+oracle 9ias
            - Scritto da: A.C.
            Non ti passa neanche per la testa che sia
            perché MSFT, possedendo (e custodendo
            gelosamente) la piattaforma, abbia qualche
            vantaggio verso i concorrenti?Certamente è vero. Così come è vero che i sw che girano meglio su AIX sono di IBM. Ma non è questo il punto: se fosse vero quello che dici, SQL Server dovrebbe essere il più veloce solo su piattaforma Microsoft. Invece è il più veloce in assoluto.E secondo si piazza DB2. Anche qui tieni conto che IBM potrebbe ottimizzarlo in modo che su AIX o AS400 sia un fulmine. E invece gira più veloce su Windows 2000.Credo che alla fine conti di più la bontà del DB server, non della piattaforma.
          • Anonimo scrive:
            Re: RedHat+apache+JSP+php+oracle 9ias
            - Scritto da: Darth Vader
            Credo che alla fine conti di più la bontà
            del DB server, non della piattaforma.La mia era una considerazione generica, non solo riguardo ai DB, visto soprattutto che SQL Server non l'ho mai neanche toccato e Oracle lo uso solo da client...Comunque per giustificare (o meglio, motivare) le vindite rimangono anche le altre questioni che ho sollevato...
      • Anonimo scrive:
        Re: RedHat+apache+JSP+php+oracle 9ias
        - Scritto da: Darth Vader
        Sarà per questo che Microsoft SQL Server
        2000 risulta il migliore secondo TPC-C sia
        come performance che come
        prezzo/performance?Infatti Oracle e Db2 hanno i primi cento recorddel mondo su database, mentre M$ non e` nemmeno dopo i primi cento...Secondo da 5 anni pago licenze Oracle e licenze SqlServer, e col c**o che M$ costa di meno....Oracle = 240.000 Lit. per client e il server e` gratis.M$ non te lo dico cosa costa...Quindi non rompere tanto le p***line...che a casa tua hai M$ solo perche non lo paghi.Altrimenti per il tuo WinZp+Offize dovresti tirar fuori almeno 2.000.000 Lit. + altri 2.000.000 Lit. se vuoi NT/2000 server.Mentre io liho e li ho pagati, e uso comunque Linux fin dove posso.Ma io prego che davvero la M$ riesca a creare un sistema di protezione infallibile, cosi poi ridero a penare a voi Barboni.E ci scommetto quello che vuoi che tu e gli altri a casa non avete pagato nessuna licenza...nemmeno quella di winzip.
        • Anonimo scrive:
          Re: RedHat+apache+JSP+php+oracle 9ias
          GRANDE MORGAN !!!! Li hai zittiti per un bel po credo :)ahahahahahahah
        • Anonimo scrive:
          Re: RedHat+apache+JSP+php+oracle 9ias
          - Scritto da: morgan
          Infatti Oracle e Db2 hanno i primi cento
          record
          del mondo su database, mentre M$ non e`
          nemmeno dopo i primi cento...Non secondo TPC che è un organismo indipendente.Io ho citato una fonte, tu mi dai la tua?
          Secondo da 5 anni pago licenze Oracle e
          licenze SqlServer, e col c**o che M$ costa
          di meno....
          Oracle = 240.000 Lit. per client e il server
          e` gratis.
          M$ non te lo dico cosa costa...Di nuovo vago. Dimmelo, invece.Secondo i listini ufficiali Oracle costa 3 volte SQL Server e i record prezzo/prestazioni sono proprio influenzati da questo (oltre che dal fatto che l'hardware Unix (Linux escluso) costa mediamente il quadruplo della stessa fascia su intel).
          Quindi non rompere tanto le p***line...che a
          casa tua hai M$ solo perche non lo paghi.
          Altrimenti per il tuo WinZp+Offize dovresti
          tirar fuori almeno 2.000.000 Lit. + altri
          2.000.000 Lit. Vago per la teza volta. Io spendo ?167 per Windows XP e ?245 per Office (sempre che non mi prenda Works).se vuoi NT/2000 server.
          Mentre io liho e li ho pagati, e uso
          comunque Linux fin dove posso.Bravo merlo.
          E ci scommetto quello che vuoi che tu e gli
          altri a casa non avete pagato nessuna
          licenza...nemmeno quella di winzip.E qui ti sbagli.
          • Anonimo scrive:
            Re: RedHat+apache+JSP+php+oracle 9ias
            - Scritto da: Darth Vader
            Vago per la teza volta. Io spendo ?167 per
            Windows XP e ?245 per Office (sempre che non
            mi prenda Works).----------------------------------------------------------------------2 giorni fa il negozio sotto casa tua vendeva XP a 115,qualcosa, ora è arrivato a 167 con un'aumento del 45%. Ma che cazzo di negozio è?
        • Anonimo scrive:
          Re: RedHat+apache+JSP+php+oracle 9ias
          guarda che qui di professionisti ce ne sono pochi: sono tutti chiacchieroni da salotto, altrimenti certe castronerie non si sentirebbero...
    • Anonimo scrive:
      Re: RedHat+apache+JSP+php+oracle 9ias
      Ma lascia perdere l'ide... Il framework è veramente eccezzionale... Considerando poi che si tratta della versione 1....
  • Anonimo scrive:
    Riscrivere il codice da zero
    Mi spiace per voi ma non funziona nemmeno l'upgrade wizard per vb.Su dieci progetti non e` riuscito a convertirne nemmeno uno.All'undicesimo ho fatto un form con un bottone che non faceva nulla e ce l'ha fatta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Riscrivere il codice da zero
      ed infatti _nessuno_ (nemmeno M$) sostiene che l'upgrade Wizard sia sufficiente per migrare con successo un applicativo. Troppe differenze tra le piattaforme sottostanti
    • Anonimo scrive:
      Re: Riscrivere il codice da zero
      - Scritto da: morgan
      Mi spiace per voi ma non funziona nemmeno
      l'upgrade wizard per vb.Mi spiace per te, ma ho paura che tu abbia un'idea un po' troppo "evoluta" di wizard...
      • Anonimo scrive:
        Re: Riscrivere il codice da zero

        - Scritto da: morgan

        Mi spiace per voi ma non funziona nemmeno

        l'upgrade wizard per vb.
        Mi spiace per te, ma ho paura che tu abbia
        un'idea un po' troppo "evoluta" di wizard...Non capisco cosa intendi...Io stavo solo dicendo che non e` corretto quello che e` scritto nell'articolo...perche` praticamente non puoi convertire un programma con piu` di 10 righe di codice....
        • Anonimo scrive:
          Re: Riscrivere il codice da zero
          - Scritto da: morgan
          Io stavo solo dicendo che non e` corretto
          quello che e` scritto
          nell'articolo...perche` praticamente non
          puoi convertire un programma con piu` di 10
          righe di codice....Scusa, avevo capito che ti lamentavi perché il wizard non funzionava... è impossibile scrivere una procedura automatizzata di quel tipo...
        • Anonimo scrive:
          Re: Riscrivere il codice da zero
          Quel wizard puo' solo convertire appz scritte in vb, ma che seguono le direttive che m$ ha dato da tempo (classica boiata : non si usano piu' array che iniziano con indice 1 o superiore, ma finalmente si deve per forza usare da zero in poi).Seguendo queste direttive (che sono a disposizione da tempo) il wizard ce la fa in qualche modo (e dove non ce la fa ti dice cosa e' richiesto). Un punto dolente e' che avendo usato ADO non passa il codice in ADO.NET in automatico :) ma ci vuole pazienza :))Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Riscrivere il codice da zero

      Mi spiace per voi ma non funziona nemmeno
      l'upgrade wizard per vb.
      Su dieci progetti non e` riuscito a
      convertirne nemmeno uno.
      All'undicesimo ho fatto un form con un
      bottone che non faceva nulla e ce l'ha
      fatta.Questo me l'aspettavo... Non conviene migrare da VB6 a .NET, secondo me, però per un progetto nuovo sicuramente ne vale la pena... In quanto puoi chiamre benissimo gli oggetti COM che già hai...
  • Anonimo scrive:
    E' Vero?!?
    """I documenti ASP, inoltre, sono tutt
  • Anonimo scrive:
    apache+php+mysql -
    L'antimicro$oft!
    apache+php+mysql = ANTIMICRO$OFT!perchè se questi prodotti sono gratis, continuamente aggiornati, veloci, stabili, sicuri (almeno + di quelli m$), facili da usare dovrei passare ad un sistema di cui non è ancora apparsa una versione ufficiale?Ricordate che apache DOMINA! PHP DOMINA SU ASP!IL PERL E' IL MIGLIOR LINGUAGGIO CHE UN PROGRAMMATORE PUO' CONOSCERE PER PASSARE AL C,C++!Linux resterà sempre in vetta, anche se nn dominerà sui desktop, sui server resta sempre e cmq il migliore!
    • Anonimo scrive:
      Re: apache+php+mysql -
      L'antimicro$oft!
      Ciao Pazzu,- Scritto da: pazzu
      apache+php+mysql = ANTIMICRO$OFT!
      confermo quanto dici
      perchè se questi prodotti sono gratis,
      continuamente aggiornati, veloci, stabili,
      sicuri (almeno + di quelli m$), facili da
      usare dovrei passare ad un sistema di cui
      non è ancora apparsa una versione ufficiale?
      ahia, c'e', c'e' una versione ufficiale :) leggere, leggere raga...
      Ricordate che apache DOMINA!
      PHP DOMINA SU ASP!dipende, per curiosita' (sono ignorante) cosa si usa per sviluppare applicazioni web con php ? non so' , xemacs con qualche estensione ? o ci sono ide realizzati per linux ?
      IL PERL E' IL MIGLIOR LINGUAGGIO CHE UN
      PROGRAMMATORE PUO' CONOSCERE PER PASSARE AL
      C,C++!
      peccato che con asp.net puoi usare il c++ direttamente :))
      Linux resterà sempre in vetta, anche se nn
      dominerà sui desktop, sui server resta
      sempre e cmq il migliore!
      Linux e' migliore. Punti a favore sono l'essere gratis, molto stabile, col software gratis (o quasi) tipo Star Office. Un punto a svafore e' che non prenderà piede ancora nei desktop (oltre perche' visto con un po' di paura) perche' ci sono troppe correnti di pensiero (lo stesso linus ha dichiarato tempo fa che ci sono troppi rami di sviluppatori che stanno espandendo il prodotto per fatti loro. Ma questo e' un rischio del software open source.Speriamo in un prossimo futuro in una svolta.(Pero' non venitemi a dire che asp.net non vale una cicca ;))Ciao, Pasquale
      • Anonimo scrive:
        Re: apache+php+mysql -
        L'antimicro$oft!
        Mi fermo sempre e e solo a leggere i post lasciati senza mai commentare , se non con me stesso, alcuni di essi... ma sta volta no, mi complimento con pasquale che dà delle sane lezioni di cultura informatica, sinceramente non mi metterei mai a correggere i post!! sarebbe un lavoraccio =)Cmq ancora complimenti
        • Anonimo scrive:
          Re: apache+php+mysql -
          L'antimicro$oft!
          Adesso saremo in 2 ad essere sotto tiro :)) non dovevi appoggiare il mio post :))Purtroppo sono abituato a leggere tutto quello che mi viene davanti e poi valutare cosa e' meglio e cosa e' peggio (non si doveva fare pure in politica cosi' ? ;))Grazie.
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!
            Ecco adesso sono costretto a rispondere solamente con un "hihihihihi :-)" per non compromettermi troppo...Cmq come è come dici tu... qui c'è troppa discriminazione rispetto certi prodotti..Ad ognuno il suo!!! fanno come si fà per i gruppi musicali.. ormai non gurdano più se la canzone è bella perchè tanto è cantata dal proprio gruppo preferito quindi lo è perforza.. guardate più hai contenuti e meno alle marche!DM
      • Anonimo scrive:
        Re: apache+php+mysql -
        L'antimicro$oft!
        - Scritto da: Pasquale
        peccato che con asp.net puoi usare il c++
        direttamente :)) Visto che sembri conoscere la piattaforma: e' vera la critica secondo la quale .NET ti permette di utilizzare solo parzialmente i linguaggi diversi da C#?In pratica, secondo quest'ultima, qualsiasi linguaggio usi, utilizzi solo un sottoinsieme di costrutti/funzioni che, non a caso, corrisponde grossomodo a quello fornito da C#.
        • Anonimo scrive:
          Re: apache+php+mysql -
          L'antimicro$oft!
          - Scritto da: IlGrillo
          - Scritto da: Pasquale

          peccato che con asp.net puoi usare il c++

          direttamente :))
          Visto che sembri conoscere la piattaforma:
          e' vera la critica secondo la quale .NET ti
          permette di utilizzare solo parzialmente i
          linguaggi diversi da C#?Sì, purtroppo è vero, infatti stavo per rispondere "magari...".Se ti interessa approfondire questi sono due buoni articoli (uno dei due è un po' di parte... ma non si può mica chiedere all'oste se il vino è buono ;o):http://eiffel.com/doc/manuals/technology/bmarticles/sd/dotnet.htmlhttp://www.javalobby.org/clr.htmlottime info le trovi anche su www.oreillynet.com
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!
            - Scritto da: A.C.
            Sì, purtroppo è vero, infatti stavo per
            rispondere "magari...".....
            http://eiffel.com/doc/manuals/technology/bmar
            http://www.javalobby.org/clr.html

            ottime info le trovi anche su
            www.oreillynet.comNon ho avuto modo di leggere tutti e 2 gli articoli (il primo l'ho saltato perche' un testo che dice che una variante di questo articolo e' di novembre 2000 mi sa di vecchiotto). Il secondo invece ha un nome che e' simile www.antimicrosoft.com.Comunque parliamone tecnicamente di questi limiti e vediamo dove stanno. C# potrebbe essere paragonato a Java .. non vedo dove stanno le limitazioni :)) (o e' limitato pure java ???)Ciao, Pasquale
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!
            - Scritto da: Pasquale
            Non ho avuto modo di leggere tutti e 2 gli
            articoli (il primo l'ho saltato perche' un
            testo che dice che una variante di questo
            articolo e' di novembre 2000 mi sa di
            vecchiotto). Il secondo invece ha un nomeLa piattaforma .NET è stata definita ben prima di Novembre 2000... comunque il nome dell'autore dovrebbe bastare a farti leggere qualsiasi cosa, almeno per conoscere l'opinione di un esperto (uno vero, di quelli che scrivono su PI! ;o)
            che e' simile www.antimicrosoft.com.Pregiudizi? Ripeto, tu chiedi all'oste se il vino è buono?Sicuramente in quell'articolo sono enfatizzati gli aspetti negativi, ma se ci fossero scritte falsità "qualcuno" l'avrebbe già fatto togliere o peggio...
            Comunque parliamone tecnicamente di questi
            limiti e vediamo dove stanno. C# potrebbe
            essere paragonato a Java .. non vedo dove
            stanno le limitazioni :)) (o e' limitato
            pure java ???)*Tutti* i linguaggi di programmazione sono limitati per definizione. Per questo dico che .NET è un passo avanti (forse non hai capito che mi piace ma, come tutte le soluzioni miracolose, va presa con le pinze) in questo modo - in teoria - posso sfruttare il linguaggio più appropriato per implementare la funzionalità che mi serve in un determinato progetto (o meglio, posso farlo più semplicemente, visto che sono cose che si son fatte da sempre...).
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!
            Non chiedo all'oste se il vino e buono .. e' ovvia la risposta, ognuno cerca di tirare l'acqua al suo mulino. Una cosa testabile invece e' la velocita' : c'e' un sitarello scritto in J2EE e il corrispondente in ASP.NET che risulta almeno 15 volte piu' veloce e molto piu' chiaro come codice (grazie anche al fatto di poter slegare codice e pagina html). Sorry ma mi sfugge il nome :)- Scritto da: A.C.
            *Tutti* i linguaggi di programmazione sono
            limitati per definizione. Per questo dico
            che .NET è un passo avanti (forse non hai
            capito che mi piace ma, come tutte le
            soluzioni miracolose, va presa con le pinze)
            in questo modo - in teoria - posso sfruttare
            il linguaggio più appropriato per
            implementare la funzionalità che mi serve in
            un determinato progetto (o meglio, posso
            farlo più semplicemente, visto che sono cose
            che si son fatte da sempre...).I limiti li puoi benissimo evitare con altre "magagne" (purtroppo l'unico linguaggio che non ha limiti e' il C (parlo di linguaggi usati) :) ma solo perche' e' nato per non averne. Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!
            - Scritto da: Pasquale
            l'acqua al suo mulino. Una cosa testabile
            invece e' la velocita' : c'e' un sitarello
            scritto in J2EE e il corrispondente in
            ASP.NET che risulta almeno 15 volte piu'
            veloce e molto piu' chiaro come codice
            (grazie anche al fatto di poter slegare
            codice e pagina html). Sorry ma mi sfugge il
            nome :)Anche in JSP posso slegare codice e HTML (custom tag), comunque dove lavoro io si usa quasi esclusivamente Java, non c'è nessuna idea a passare a piattaforme MSFT e quei pochi clienti (li conti su una mano... pensa che gli sviluppatori ASP sono 2, quelli Java 40) che avevano il sito in ASP stanno chiedendo di cambiare, alcuni vogliono PHP (che, a seconda di quello che devi fare, può anche andar bene), molti passano a Java (la WPA sta facendo le prime vittime :-p)Ops... Mi sono accorto di non averti risposto... l'unica cosa che posso dire è che Java è più veloce di quanto generalmente si pensi e che comunque la velocità pura non è sempre significativa, soprattutto in applicazioni Web.P.S. Non facciamo sitarelli...
            I limiti li puoi benissimo evitare con altre
            "magagne" (purtroppo l'unico linguaggio che
            non ha limiti e' il C (parlo di linguaggi
            usati) :) ma solo perche' e' nato per non
            averne. Anche il C ha limiti... prova a scrivere una funzione non terminante e mantenere il controllo sull'esecuzione del programma ;o)
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!
            - Scritto da: A.C.Concordo con quanto sopra,
            Anche il C ha limiti... prova a scrivere una
            funzione non terminante e mantenere il
            controllo sull'esecuzione del programma ;o)e questa e' una bastardata pero' :))
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!
            - Scritto da: Pasquale
            - Scritto da: A.C.

            Anche il C ha limiti... prova a scrivere

            una funzione non terminante e mantenere il

            controllo sull'esecuzione del programma

            ;o)
            e questa e' una bastardata pero' :)) Non tanto: nei linguaggi funzionali (che supportano la lazy evaluation) è una cosa che si fa spesso.Esempio Haskell:numsFrom n = n : numsFrom (n + 1)La programmazione funzionale è molto interessante, se hai tempo dacci un'occhiata.
        • Anonimo scrive:
          Re: apache+php+mysql -
          L'antimicro$oft!
          - Scritto da: IlGrillo
          Visto che sembri conoscere la piattaforma:
          e' vera la critica secondo la quale .NET ti
          permette di utilizzare solo parzialmente i
          linguaggi diversi da C#?
          In pratica, secondo quest'ultima, qualsiasi
          linguaggio usi, utilizzi solo un
          sottoinsieme di costrutti/funzioni che, non
          a caso, corrisponde grossomodo a quello
          fornito da C#.Non avendo letto il testo della critica non so a cosa si riferisce di preciso. Da quello che posso capire dalla tua domanda penso che il set di funzioni per tutti i linguaggi e' sempre quello dei namespace forniti con il framework.net (e dentro c'e' il compilatore C# free (ops ;))). Se e' questa la limitazione allora si (ma e' solo uno strato piu' ad alto livello delle API del S.O.) :) Se invece la limitazione e' riferita al mondo esterno al framework (cioe' che bisogna usare per forza le funzioni nei namespace del framework) puoi importare namespace realizzati da terze parti oppure i classici COM (con tutti i vantaggi/svantaggi che comportano). Personalmente sto sviluppando in C# perche' e' effettivamente potente (e stabile), ma volendo puoi usare davvero di tutto. Una volta compilato e' bytecode (che viene compilato prima di essere eseguito). Da colleghi che usano cobol e altri linguaggi ho anche sentito che a breve ci sara' Cobol# che si pensa rivoluzioni (finalmente) le applicazioni finanziarie legate ormai al vecchio cobol sotto dos.Spero fosse questa la risposta giusta (c'e' la domanda di riserva ?? ;)Buona Giornata, Pasquale
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!
            - Scritto da: Pasquale
            Non avendo letto il testo della critica non
            so a cosa si riferisce di preciso. Da quello
            che posso capire dalla tua domanda penso che
            il set di funzioni per tutti i linguaggi e'
            sempre quello dei namespace forniti con ilNo, il vero problema è che alcune caratteristiche di alcuni linguaggi non possono essere utilizzate (una per tutte l'ereditarietà multipla). Non sto dicendo che senza l'ereditarietà multipla sono disperato, solo che sono stato deluso nelle mie aspettative: mi avevano detto che potevo usare qualsiasi linguaggio e invece C++ diventa Managed C++, Eiffel diventa Eiffel#, Cobol diventa Cobol# e questi non sono solo cambi di nome... si sono dovute modificare alcune caratteristiche dei linguaggi per farli entrare nel framework MSFT... sto sperando che la versione .NET di Haskell non incontri limitazioni strane...Il CLR è un passo avanti, ma come al solito le sue caratteristiche sono stat *gonfiate* dal marketing MSFT.
            framework.net (e dentro c'e' il compilatore
            C# free (ops ;))). Se e' questa laDiversamente dall'inglese, in italiano abbiamo la parlo corretta... perché non usi "gratis"? Free ha già creato abbastanza confusione...
            che comportano). Personalmente sto
            sviluppando in C# perche' e' effettivamente
            potente (e stabile), ma volendo puoi usarePotevi (e puoi) fare le stesse cose con Java (sto parlando di linguaggi)... come mai non ti interessava? Non ti piacciono le tecnologie non-MSFT?P.S. Mi spieghi cosa vuol dire un linguaggio "stabile"?
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!
            Java non ha ereditarietà multipla da sempre, eppure non ha mai protestato nessuno. Ma, come al solito, se lo fa M$ è diverso...e poi, prima di parlare di "piattaforma proprietaria", di indissolubile legame con Windoze e di fedeltà eterna ad Apache, sarebbe meglio dare un'occhiatina (quantomeno) qui:http://www.ecma.ch/ecma1/STAND/ecma-334.htmhttp://www.ecma.ch/ecma1/STAND/ecma-335.htmhttp://www.go-mono.comSe c'è in giro una tecnologia proprietaria beh, quella è prorio Java I(gran bel linguaggio, cmq)senza rancore
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!
            Perché mi metti in bocca parole che non ho detto?- Scritto da: pecos
            Java non ha ereditarietà multipla da sempre,
            eppure non ha mai protestato nessuno. Ma,Il problema non è che C# non ha l'ereditarietà multipla, il problema è che mi avevano detto che il CLR supportava *qualsiasi* linguaggio e poi scopro che supporta qualisiasi linguaggio opportunamente adattato per "entrare" in .NET... grazie tante...(Apprezzo comunque lo sforzo fatto per supportare alcune cose particolari... come i ValueType e la tail recursion, per esempio)
            come al solito, se lo fa M$ è diverso...Quante volte ho scritto che .NET mi piace?
            e poi, prima di parlare di "piattaforma
            proprietaria", di indissolubile legame con
            Windoze e di fedeltà eterna ad Apache,Strano... di solito sono io che faccio questa stessa obiezione... link compresi (ma ti sei dimenticato www.dotgnu.org ;o)
            Se c'è in giro una tecnologia proprietaria
            beh, quella è prorio Java I(gran bel
            linguaggio, cmq)Se non fosse stato un bel linguaggio non sarebbe stato clonato (anche se a volte forza un po' troppo a ragionare come vuole lui... ma stiamo sconfinando nella piattaforma, più che nel linguaggio)...
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!
            Anticipo che mi fa piacere leggere un post cosi', almeno vediamo di parlare seriamente dei problemi e non basandoci su ideologie.- Scritto da: A.C.
            No, il vero problema è che alcune
            caratteristiche di alcuni linguaggi non
            possono essere utilizzate (una per tutte
            l'ereditarietà multipla). Non sto dicendo
            che senza l'ereditarietà multipla sono
            disperato, solo che sono stato deluso nelle
            mie aspettative: mi avevano detto che potevo
            usare qualsiasi linguaggio e invece C++
            diventa Managed C++, Eiffel diventa Eiffel#,
            Cobol diventa Cobol# e questi non sono solo
            cambi di nome... si sono dovute modificare
            alcune caratteristiche dei linguaggi perL'ereditarieta' multipla non mi pare ci sia nemmeno in java .. almeno fino a quando l'ho usato io. Si tratta solo di un modo di concepire le cose (puoi realizzare un progetto anche senza ereditarieta' multipla come dici tu). Per quanto riguarda il managed e' una scelta (coraggiosa o meno) ma per i comuni progetti piu' che corretta (non hai puntatori pazzi che ti fanno perdere ore), hai il garbage collector "di serie" :) e altre "cazzatine" varie.
            farli entrare nel framework MSFT... sto
            sperando che la versione .NET di Haskell non
            incontri limitazioni strane...Mi dai qualche info su questo framework ? per la versione linux open source ero rimasto a quando non si sapeva se il progetto veniva portato avanti o meno.
            Il CLR è un passo avanti, ma come al solito
            le sue caratteristiche sono stat *gonfiate*
            dal marketing MSFT.
            Ma questo e' normale :) mica lavorano per noi ..

            framework.net (e dentro c'e' il
            compilatore

            C# free (ops ;))). Se e' questa la

            Diversamente dall'inglese, in italiano
            abbiamo la parlo corretta... perché non usi
            "gratis"? Free ha già creato abbastanza
            confusione...ok, gratis .. free o gratis se prendi un'ide come sharpdevelop puoi sviluppare appz per .net a costo zero ...


            che comportano). Personalmente sto

            sviluppando in C# perche' e'
            effettivamente

            potente (e stabile), ma volendo puoi usare

            Potevi (e puoi) fare le stesse cose con Java
            (sto parlando di linguaggi)... come mai non
            ti interessava? Non ti piacciono le
            tecnologie non-MSFT?Io uso (per diletto) un po' di tutto, poi valuto cosa usare per l'azienda. Ho fatto qualcosa in java gia' quando era appena nato. Da quando pero' ogni piattaforma ha una VM che al 15% potrebbe non essere compatibile con le altre ho abbandonato (caso dei tools di oracle 7i che andavano in crash perche' la vm non era (forse) corretta). Purtroppo io lavoro su queste cose e non posso permettermi il lusso di dover cercare il bug anche nella VM quando la mia app va in crash.

            P.S. Mi spieghi cosa vuol dire un linguaggio
            "stabile"?Stabile non il linguaggio.. ma il codice generato (che riagganciandolo alla risposta precedente e' legato al fatto che il framework e' di un solo produttore: m$.. quindi se non va o e' colpa MIA o di M$ :) ma non vado a cercare scuse con compilatori, la versione della VM ecc.. ;)Aspettando un reply, Pasquale
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!
            - Scritto da: Pasquale
            Anticipo che mi fa piacere leggere un post
            cosi', almeno vediamo di parlare seriamente
            dei problemi e non basandoci su ideologie.Cerco sempre di farlo, ma MSFT mi sta antipatica lo stesso! :-p
            L'ereditarieta' multipla non mi pare ci sia
            nemmeno in java .. almeno fino a quando l'hoNon c'è, infatti, è stata "sostituita" dalle interfacce (soluzione ottima, visto che è stata ripresa in C#), ma il mio problema non è che ci sia o meno, ma che non mi avevano detto che non ci sarebbe stata... (ma quanti "che" ho scritto?!?)Di nuovo: MSFT mi aveva detto che in .NET posso programmare in C++: non è vero! (non che io voglia farlo... Python r00lez! :o)

            farli entrare nel framework MSFT... sto

            sperando che la versione .NET di Haskell

            non incontri limitazioni strane...
            Mi dai qualche info su questo framework ?
            per la versione linux open source ero
            rimasto a quando non si sapeva se il
            progetto veniva portato avanti o meno.Su Haskell? www.haskell.orgNon è di sicuro sviluppato come altri linguaggi più famosi, ma il progetto è vivo (l'ultima versione è di dicembre 2001) e il linguaggio è utilizzato - ovviamente più che altro all'interno della sua nicchia...Ti consiglio di studiarti un po' la programmazione funzionale (e Haskell in particolare), è molto interessante e impari a vedere le cose in modi diversi (MOLTO diversi...).

            Il CLR è un passo avanti, ma come al
            solito

            le sue caratteristiche sono stat
            *gonfiate*

            dal marketing MSFT.


            Ma questo e' normale :) mica lavorano per
            noi .. Per questo leggo con più attenzione le critiche degli avversari...
            ok, gratis .. free o gratis se prendi un'ide
            come sharpdevelop puoi sviluppare appz per
            .net a costo zero ... E' proprio questo il mio problema... non mi interessa se è gratis o meno (se pagando $1500 per un prodotto poi ne guadagno $15000, non è che mi cambi molto...), io voglio (ahem... vorrei) essere "libero" di usare i prodotti che voglio quando e dove voglio.
            nato. Da quando pero' ogni piattaforma ha
            una VM che al 15% potrebbe non essere
            compatibile con le altre ho abbandonatoeh eh... problemi noti e non ancora del tutto risolti... a meno che non hai il "potere" di imporre la VM che vuoi (da noi in genere è così).
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!
            - Scritto da: A.C.
            Cerco sempre di farlo, ma MSFT mi sta
            antipatica lo stesso! :-pE meno male che non parliamo di politica, altrimenti finisce che ce le diamo :)))
            ma il mio problema non
            è che ci sia o meno, ma che non mi avevano
            detto che non ci sarebbe stata... (ma quanti
            "che" ho scritto?!?)Oh, attento che adesso arriva quello che ti corregge: se non sai l'italiano figurati se sei poco poco esperto di tecnologie.
            Di nuovo: MSFT mi aveva detto che in .NET
            posso programmare in C++: non è vero! Non puoi usare C++ puro .. ma managed c++ :) se ti "accontenti" ;))
            eh eh... problemi noti e non ancora del
            tutto risolti... a meno che non hai il
            "potere" di imporre la VM che vuoi (da noi
            in genere è così).Beati voi ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!
            - Scritto da: Pasquale
            E meno male che non parliamo di politica,
            altrimenti finisce che ce le diamo :)))mah... di politica non ci capisco niente... ho le mie idee e raramente i politici italiani sembrano condividerle...

            Di nuovo: MSFT mi aveva detto che in .NET

            posso programmare in C++: non è vero!
            Non puoi usare C++ puro .. ma managed c++ :)
            se ti "accontenti" ;))*Devo* accontentarmi, se volessi usare C++ in .NET (e non voglio, cmq), la mia era una critica al CLR che ha prontamente mostrato i propri limiti, nonostante "qualcuno" predicasse che non ce n'erano...

            eh eh... problemi noti e non ancora del

            tutto risolti... a meno che non hai il

            "potere" di imporre la VM che vuoi (da noi

            in genere è così).
            Beati voi ;):o)
      • Anonimo scrive:
        Re: apache+php+mysql -
        L'antimicro$oft!

        Speriamo in un prossimo futuro in una svolta.
        (Pero' non venitemi a dire che asp.net non
        vale una cicca ;))asp.net non vale una cicca :))
    • Anonimo scrive:
      Re: apache+php+mysql -
      L'antimicro$oft!

      apache+php+mysql = ANTIMICRO$OFT!uahahahuahahhahahahhauahahahahuahahahaha... Dai, non farmi ridere... PHP non può nemmeno sognarsi di tenere testa a ASP.NET... Dai, non farmi ridere...
      perchè se questi prodotti sono gratis,Il framework .NET è totalmente gratuito... Coem db se proprio non vuoi spendere usa pure mysql...
      continuamente aggiornati, veloci, stabili,
      sicuri (almeno + di quelli m$),Questa è solo un tua opinione, sbagliata oltrettutto...
      facili da
      usare dovrei passare ad un sistema di cui
      non è ancora apparsa una versione ufficiale?Di quale sistema non è ancora apparsa la versione ufficiale???
      Ricordate che apache DOMINA! Se lo dici tu... Io non l'ho mai visto...
      PHP DOMINA SU ASP!buahahahhaauahhahahahahahauhahahauaahahhaha...Maddai, non sparar cazzate per favore...
      IL PERL E' IL MIGLIOR LINGUAGGIO CHE UN
      PROGRAMMATORE PUO' CONOSCERE PER PASSARE AL
      C,C++!Bah... Cosa ti fumi prima di scrivere nel forum???
      Linux resterà sempre in vetta, anche se nn
      dominerà sui desktop, sui server resta
      sempre e cmq il migliore! E allora?? .NET girerà presto anche su Linux...E cmq questa è solo la TUA opinione...
      • Anonimo scrive:
        Re: apache+php+mysql -
        L'antimicro$oft!
        In realta` con la tua risposta non hai argomentato un'ostrega.Hai solo espresso (male tra l'altro) delle tue opinioni personali e infondate.Se poi non hai mai visto apache probabilmente o fai l'agricoltore (mestiere peraltro nobilissimo ma che con l'IT non ha nulla a che vedere [magari mi sbaglio]), oppure le tue sono mani rubate all'agricoltura, vedi tu.
        • Anonimo scrive:
          Re: apache+php+mysql -
          L'antimicro$oft!

          In realta` con la tua risposta non hai
          argomentato un'ostrega.
          Hai solo espresso (male tra l'altro) delle
          tue opinioni personali e infondate.Beh, se c'è qualcosa in particolare che ti devo spiegare cheidi pure... ;o)
          Se poi non hai mai visto apache
          probabilmente o fai l'agricoltore (mestiere
          peraltro nobilissimo ma che con l'IT non ha
          nulla a che vedere [magari mi sbaglio]),
          oppure le tue sono mani rubate
          all'agricoltura, vedi tu.Non ho mai visto Apache semplicemente perchè non mi interessa... Comunque prima o poi lo voglio proprio vedere...Ah, vorrei proprio vedere chi è l'agricoltore........!!
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!

            Beh, se c'è qualcosa in particolare che ti
            devo spiegare cheidi pure... ;o)Beh, mi bastava che rispondessi al messaggio in questione con valide argomentazioni e non con semplici "buahahahahahhaha" che sembrano solo ristae malvage alla "Malvagio di turno"
            Non ho mai visto Apache semplicemente perchè
            non mi interessa... Comunque prima o poi lo
            voglio proprio vedere...www.apache.org

            Ah, vorrei proprio vedere chi è
            l'agricoltore........!!Se dovessi cambiare campo farei l'agricoltore, aria buona, vita sana, altro che bit & byte !
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!

            Beh, mi bastava che rispondessi al messaggio
            in questione con valide argomentazioni e non
            con semplici "buahahahahahhaha" che sembrano
            solo ristae malvage alla "Malvagio di turno"Vuoi che ti spieghi perchè ASP.NET è nettamente superiore a PHP/JSP/...???Semplice: perchè ti permette di fare di +, in - tempo e di conseguenza con un costo minore...!!Questo non mi sembra difficile da capire...Inoltre non esiste praticamente più lo spaghetti-code che caratterizzava lo sviluppo di pagine web dinamiche (+ facile il mantenimento)...
            www.apache.orgGuarderò... Forse...
      • Anonimo scrive:
        Re: apache+php+mysql -
        L'antimicro$oft!


        Ricordate che apache DOMINA!

        Se lo dici tu... Io non l'ho mai visto...strafottente e pure ignorante: cosa sei, studente CEPU?
    • Anonimo scrive:
      Re: apache+php+mysql -
      L'antimicro$oft!
      Guarda che neache una settimana fa hanno trovato una falla in PHP che potrebbe far crashare i web server di mezzo pianeta!!! e vai di stabilità...
      • Anonimo scrive:
        Re: apache+php+mysql -
        L'antimicro$oft!
        Si, e quante ne hanno trovate nei corrispettivi M$ ?E dopo quanto era pronta la patch ? Proprio come M$ eh ?Certi confronti non vanno neanche fatti se non si vuole passare per ridicoli.
        • Anonimo scrive:
          Re: apache+php+mysql -
          L'antimicro$oft!
          - Scritto da: Memo Remigi
          Si, e quante ne hanno trovate nei
          corrispettivi M$ ?
          E dopo quanto era pronta la patch ? Proprio
          come M$ eh ?Non puoi paragonare php a TUTTI i prodotti Microsoft.Se vogliamo fare un vero paragone, dovresti paragonare php a ASP.NET.Per quanto riguarda le vulnerabilità globali, ti ricordo la classifica uscita un mese fa circa in cui Linux aveva un numero di vulnerabilità superiore a quelle di Windows 2000.Inoltre le patch delle vulnerabilità che hanno prestato il fianco ai soliti imbecilli che scrivono codice per fare danno mirato (code red e nimda) erano disponibili ben prima che il danno si verificasse (per code red era disponibile la patch 2 giorni dopo che la vulnerabilità è stata scoperta).

          Certi confronti non vanno neanche fatti se
          non si vuole passare per ridicoli.Appunto.
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!
            Spesso un sistema e' piu' hackabile di un altro (macchina e non sistema operativo) solo perche' non c'e' nessuno che giorno per giorno installa le patch.A questo punto un sistema vale l'altro. Devo comunque dire che m$ si sta muovendo con gli update automatici proprio per evitare che l'admin dimentichi di installarle. Considerate che virus come il nimda vanno avanti solo perche' ci sono server nt/2k non patchati :)Signori, come disse una persona tanto tempo fa:il sistema piu' sicuro e' quello spento :)
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!
            - Scritto da: Darth Vader
            Per quanto riguarda le vulnerabilità
            globali, ti ricordo la classifica uscita un
            mese fa circa in cui Linux aveva un numero
            di vulnerabilità superiore a quelle di
            Windows 2000.Ma che fesserie IMMANI stai postando??? Quella lista di bug sicuramente è stata scritta dal tirapiedi di Bill (se non da lui in persona)Ma che cazzate dite? Perchè non leggete prima di vaneggiare?In quella lista si parla di bug di linux MA NON E' VERO! Sono bug DELLE APPLICAZIONI che girano sotto linux, ma linux, il sistema operativo, il kernel NON VANNO IN CRASH!! Tutto continua a funzionare, viene killato solo il processo che ha generato l'errore. Di contro, quelli di windows sono bug del sitema operativo, che quindi ti OBBLIGANO al reset fisico della macchina perdendo tutto il lavoro. E non venirmi a dire che ci sono bug relativi ad Internet Explorer, perchè essendo così idioti quelli di MS lo hanno implementato staticamente nel sistema quindi anche se va in crash quella che sarebbe un'applicazione il tuo sistema win resta comunque fottuto!ADESSO HAI CAPITO CHE TIPO DI LISTA HAI PRESO COME RIFERIMENTO??Bah...
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!
            Credo che non ti meriti nemmeno una risposta.Sappi solo che il mio SO che va in crash tutti i minuti è 3 anni che non mi costringe più ad un reboot forzato.Se tu stai ancora lavorando su Windows 98 sono problemi tuoi.- Scritto da: darkblOOd
            Ma che fesserie IMMANI stai postando???
            Quella lista di bug sicuramente è stata
            scritta dal tirapiedi di Bill (se non da lui
            in persona)

            Ma che cazzate dite? Perchè non leggete
            prima di vaneggiare?

            In quella lista si parla di bug di linux MA
            NON E' VERO! Sono bug DELLE APPLICAZIONI che
            girano sotto linux, ma linux, il sistema
            operativo, il kernel NON VANNO IN CRASH!!
            Tutto continua a funzionare, viene killato
            solo il processo che ha generato l'errore.

            Di contro, quelli di windows sono bug del
            sitema operativo, che quindi ti OBBLIGANO al
            reset fisico della macchina perdendo tutto
            il lavoro. E non venirmi a dire che ci sono
            bug relativi ad Internet Explorer, perchè
            essendo così idioti quelli di MS lo hanno
            implementato staticamente nel sistema quindi
            anche se va in crash quella che sarebbe
            un'applicazione il tuo sistema win resta
            comunque fottuto!

            ADESSO HAI CAPITO CHE TIPO DI LISTA HAI
            PRESO COME RIFERIMENTO??

            Bah...
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!
            - Scritto da: Darth Vader
            Credo che non ti meriti nemmeno una risposta.

            Sappi solo che il mio SO che va in crash
            tutti i minuti è 3 anni che non mi costringe
            più ad un reboot forzato.

            Se tu stai ancora lavorando su Windows 98
            sono problemi tuoi.Credo che la risposta non la meriti tu se hai chiuso il tuo cervello credendo che con WinNT o 2000 (o peggio XP, mammamia, non mi dire che hai XP!) si sono risolti i bug del "TIPO" di sistema operativo! Oggi trovi tutti i buchi di win98 perchè si è avuto il tempo di trovarli + o meno volontariamente.
          • Anonimo scrive:
            Re: apache+php+mysql -
            L'antimicro$oft!
            - Scritto da: Darth Vader
            Sappi solo che il mio SO che va in crash
            tutti i minuti è 3 anni che non mi costringe
            più ad un reboot forzato.Mi sono accorto adesso di quanto hai scritto: ti va in crash ogni 3 minuti e sei felice perchè cmq non devi fare + il reboot?O_O
      • Anonimo scrive:
        Re: apache+php+mysql -
        L'antimicro$oft!
        - Scritto da: ASM.Rulez
        Guarda che neache una settimana fa hanno
        trovato una falla in PHP che potrebbe far
        crashare i web server di mezzo pianeta!!! e
        vai di stabilità...Non mi sembra gravissima come "trovata" visto che si parla di un'applicazione.... figurati, cosa dovremmo dire allora di Internet Information Server (IIS) di MS? Quello è il WEB SERVER, non un'applicazione!!!!! APACHE va paragonato con IIS (e non c'è storia) mentre PHP va paragonato con ASP, JSP e gli altri linguaggi di programmazione WEB, e come velocità mi sa che PHP nenache se lo vede ad ASP !! ASP.NET ancora è presto per giudicare, ma vista la base di partenza... e come se quest'anno la MINARDI di F1 dichiarasse: "saremo + veloci della Ferrari" che sviluppo avrebbero dovuto apportare? E poi ricorda che PHP è più giovane come linguaggio, e nonostante questo è un passettino avanti
  • Anonimo scrive:
    In teoria e' perdente
    Gia'. In teoria chi si affiderebbe ad una sola azienda per la gestione del proprio middleware ? Sempre in teoria questo e' un comportamento perdente, che infrange una delle prime regole di questo genere di strato software. Impegnare il proprio middleware (non a caso chiamato anche "businness logic") in standard proprietari, modificabili dalla mattina alla sera, non portabili, legati (in pratica) ad un solo DB, con poco supporto "volontario" (chi e' il pazzo volontario che mette a disposizione GRATIS, il proprio know-how di una cosa che ha PAGATO ?). Questo vuol dire poco supporto dalle mailing list, Internet...
    Per lavoro mi sono dovuto studiare le specifiche J2EE. E' un altro paio di maniche (aldila' dei paragoni di performance o tecnici in generale, che non sto affrontando con questo discorso). Gli standard che lo definiscono sono TUTTI chiari e disponibili, la *scelta* dell'application server prevede almeno 4 o 5 soluzione di una libera (tomcat). Sicuramente, se dovessi basare il software della mia ditta su una piattaforma non avrei dubbi. ASP.NET mi farebbe solo ridere.
    • Anonimo scrive:
      Re: In teoria e' perdente
      Che peccato,aprire la bocca, dare fiato e dimenticare di dare corrente al cervello. Quello che hai scritto denota una grandissima ignoranza in materia asp.net da parte tua. - Scritto da: Flexer
      Gia'. In teoria chi si affiderebbe ad una
      sola azienda per la gestione del proprio
      middleware ? Sempre in teoria questo e' un
      comportamento perdente, che infrange una
      delle prime regole di questo genere di
      strato software. Impegnare il proprio
      middleware (non a caso chiamato anche
      "businness logic") in standard proprietari,
      modificabili dalla mattina alla sera, non
      portabili, legati (in pratica) ad un solo
      DB, con poco supporto "volontario" (chi e'
      il pazzo volontario che mette a disposizione
      GRATIS, il proprio know-how di una cosa che
      ha PAGATO ?).Uhmm .. mi pare che ORACLE (che ancora non e' M$) sia commerciale, con poco supporto volontario (perche' non ne ha bisogno), con standard proprietari, eppure e' il miglior RDBMS in circolazione. Strano .. eppure una buona percentuale di ditte (diciamo le piu' grosse) affidano ad ORACLE dati molto sensibili. Non mi pare che ci siano tante ditte grosse che usino postgreSQL o mySQL o altre soluzioni open e con tanto supporto "Volontario" come dici tu. Chissa' perche'.
      Questo vuol dire poco supporto
      dalle mailing list, Internet...
      E di nuovo non hai mai partecipato a mailing di fonte microsoft o di "volontari" (ops .. esistono pure per un prodotto commerciale ??? mah :) oppure non sei mai entrato nei newsgroup di fonte m$ .. dove le risposte ti vengono da persone che sviluppano direttamente le varie parti dei software microsoft.
      Per lavoro mi sono dovuto studiare le
      specifiche J2EE. E' un altro paio di maniche
      (aldila' dei paragoni di performance o
      tecnici in generale, che non sto affrontando
      con questo discorso). Di nuovo un altro punto di ignoranza... avrai letto J2EE... ma poi ti sei fossilizzato come la grande massa di persone che credono che una volta che hanno (dovuto .. perche' altrimenti non l'avrebbero mai fatto) studiare UNA tecnologia a disposizione pensano che sia l'unica, come un bel Dio. Peccato che i test realizzati da non M$ parlano di applicazioni dalle 15 alle 40 volte piu' veloci ... peccato che J2EE interpreta sempre e il nuovo ASP.NET Compila .. (ma forse chiederti la differenza va oltre le tue conoscenze perche' forse per lavoro non hai mai dovuto imparare cosa sia).Strumenti di Sviluppo come il Visual Studio NET con C#,VB (non Script), J# (e altri) realizzano applicazioni ASP.NET in tempi ridottissimi e col linguaggio che vuoi. J2EE mi pare stia solo con Java o Javascript .. non mi pare che qualcuno per lavoro mi abbia detto di usare C++,VB,o altri linguaggi (ma l'esperto di J2EE sei tu)
      Gli standard che lo
      definiscono sono TUTTI chiari e disponibili,
      la *scelta* dell'application server prevede
      almeno 4 o 5 soluzione di una libera
      (tomcat).Ma mi viene il dubbio che se non te lo dicono per lavoro tu non te li studi.. Tanto per farti capire cosa c'e' anche con asp.net pensa che tutto il framework.net e' basato su CLR (e ti vai a studiare cosa e'), uno standard cosi' aperto che anche Borland ha dato notizia che supportera' il .net tra qualche mese (oh .. ma non faceva il delphi ? il mitico, super, eccellente tools che non ha bisogno di m$ ? ).
      Sicuramente, se dovessi basare il
      software della mia ditta su una piattaforma
      non avrei dubbi. ASP.NET mi farebbe solo
      ridere.Fai ridere tu, per l'ignoranza che dimostri. Non conosci ASP.NET e non conosci altro legato ad asp.net .. forse e' troppo impegnativo per te andarti a leggere la documentazione tecnica ? Forse il tuo capo te lo deve ordinare per lavoro ? Fammi avere il numero che gli chiamo io :)Saluti, Pasquale.
      • Anonimo scrive:
        Re: In teoria e' perdente
        Perfettamente d'accordo per quanto riguardail concetto base: moltissime aziende preferisconoaffidarsi a pochi produttori affidabili pertutto il software che usano, e certo scelgonoOracle e non mySql.Per quanto riguarda Delphi e CLR, vatti a guardarechi ha creato l'architettura dell'uno e dell'altro ... ma guarda che caso, la stessa persona!
        • Anonimo scrive:
          Re: In teoria e' perdente
          - Scritto da: edc
          Per quanto riguarda Delphi e CLR, vatti a
          guardare
          chi ha creato l'architettura dell'uno e
          dell'altro ... ma guarda che caso, la stessa
          persona!
          Lo so :) e' un bene .. almeno chi programmava in delphi finisce di parlare male di m$ :) e' come parlare male di un figlio ;))
      • Anonimo scrive:
        Re: In teoria e' perdente

        peccato che J2EE interpreta sempre e il nuovo
        ASP.NET Compila .. (ma forse chiederti la
        differenza va oltre le tue conoscenze perche'
        forse per lavoro non hai mai dovuto imparare
        cosa sia).Non vero. Il sistema a codice che viene compilato per poi essere utilizzato piu' volte proviene proprio da JSP con l'utilizzo delle Servlet.Altre tecnologie poi, come i tag lato server sembrano scopiazzate da ColdFusion piu' che qualcosa di originale inventato da Microsoft...Comunque non disprezzerei il lavoro complessivo fatto da Microsoft: ha messo insieme le migliori tecnologie di tutti i linguaggi di scripting web, e questo non e' affatto male.
      • Anonimo scrive:
        Re: In teoria e' perdente
        Scritto da: Pasquale
        Che peccato,
        aprire la bocca, dare fiato e dimenticare di
        dare corrente al cervello. Quello che hai
        scritto denota una grandissima ignoranza in
        materia asp.net da parte tua. Forse l'ignorante sei tu....e parecchio anche
        Uhmm .. mi pare che ORACLE (che ancora non
        e' M$) sia commerciale, con poco supporto
        volontario (perche' non ne ha bisogno), con
        standard proprietari, eppure e' il miglior
        RDBMS in circolazione.Di quali standard proprietari parli....che Oracle e` aperto a tutto....e basato solo su standard affermati...Inoltre il supporto gratuito e a pagamento di oracle non e` nemmeno paragonabile a quello offerto da oracle. E noi siamo abbonati ai servizi e supporto di entrambi.Inoltre noi non abbiamo ancora avuto un problema con oracle da 6 anni, nel passare da una piattaforma ad un'altra...e ancora adesso usiamo indistintamente oracle 7.3.4, 8i e 9i senza alcun problema....E gli applicativi e/o i programmi server in Java funzionano da anni e vengono solo estesi o ampliati...Mentre per asp e visual basic ora ci siamo fermati, perche` dovremmo RISCRIVERE COMPLETAMENTE il codice (e parliamo di qualche migliaio di righe di codice) (ma da chi non offre compatibilita` tra (office200x) e (office200x + 3 mesi) non ci si poteva aspettare altro).
        Peccato che i test realizzati da
        non M$ parlano di applicazioni dalle 15 alle
        40 volte piu' veloci ... peccato che J2EE
        interpreta sempre e il nuovo ASP.NET CompilaBimbo ASP.NET compila da ora, JSP/SERVLET compilano da 5 anni (cioe da sempre..visto che sono nati cosi...).E la compilazione jit in java e` presente da un po'...Cosa leggi??? Visto che sicuramente non sviluppi....Senza contare che .net per girare ha bisogno dei GIGA PC, quindi non mi stare a parlare di performance...e comunque da picci test dei nostri applicativi tra vb6 e vb.net abbiamo un decadimento delle prestazioni del 20/30%.E per noi sono questi i test che valgono (PS abbiamo gia tre persone che provano .net da 6 mesi)MA tu avrai letto i test di quelli che dicevano che IIS e` piu veloce di apache e/o TUX.
        Strumenti di Sviluppo come il Visual Studio
        NET con C#,VB (non Script), J# (e altri)
        realizzano applicazioni ASP.NET in tempi
        ridottissimi e col linguaggio che vuoi. J2EE
        mi pare stia solo con Java o Javascript ..
        non mi pare che qualcuno per lavoro mi abbia
        detto di usare C++,VB,o altri linguaggi (ma
        l'esperto di J2EE sei tu) SI si....bravo...Solo che mentre java lo integro come voglio con funzioni in C, C++ e assembler (perdendo chiaramente la portabilita`), con M$ l'interoperabilita e` limitata (ma se vuoi prova tu ad importare in C# qualche classe complessa scritta in C++ (sai che succede???? che la devo riscivere in C++ come la vuole lui)
        Tanto
        per farti capire cosa c'e' anche con asp.net
        pensa che tutto il framework.net e' basato
        su CLR (e ti vai a studiare cosa e'Forse e` meglio che ti studi che cosa e`!Una scopiazzatura del sistema java.
        Saluti, Pasquale.Con quel nome puoi solo essereun t***o ignorante...E non toccare borland che ha fatto la storia....
      • Anonimo scrive:
        FINALMENTE
        Finalmente qualcuno intelligentecredo al forum di questo articolo tu sia l'unico che non ha parlato a vanvera, tutti i sostenitori di M$ sanno solo di M$ e tutti i sostenitori di *nix o altri sanno solo di *nix o altri. In sostanza parlano tutti x sentito dire dell'altro.Hai dimostrato che c'e' ancora qualcuno che scrive dopo aver acceso il cervello (frase piuttosto ricorrente su ambo i versanti) ciao :)
    • Anonimo scrive:
      Re: In teoria e' perdente
      Tu che parli tanto di ignoranza...prima di studiare asp.net,impara l'italiano. ("...che gli chiamo io...")
      • Anonimo scrive:
        Re: In teoria e' perdente
        Vi state attaccando.. non sapete che dire quindi gurdate gli errori grammaticali..DM
      • Anonimo scrive:
        Re: In teoria e' perdente
        - Scritto da: carlo
        Tu che parli tanto di ignoranza...prima di
        studiare asp.net,impara l'italiano.
        ("...che gli chiamo io...")Grazie per la correzione :) sai .. sono pure terrone .. a scuola parlavamo in dialetto ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: In teoria e' perdente

      Gia'. In teoria chi si affiderebbe ad una
      sola azienda per la gestione del proprio
      middleware ? Sempre in teoria questo e' un
      comportamento perdente, che infrange una
      delle prime regole di questo genere di
      strato software. Impegnare il proprio
      middleware (non a caso chiamato anche
      "businness logic") in standard proprietari,
      modificabili dalla mattina alla sera, non
      portabili, legati (in pratica) ad un solo
      DB, con poco supporto "volontario" (chi e'
      il pazzo volontario che mette a disposizione
      GRATIS, il proprio know-how di una cosa che
      ha PAGATO ?). Questo vuol dire poco supporto
      dalle mailing list, Internet...

      Per lavoro mi sono dovuto studiare le
      specifiche J2EE. E' un altro paio di maniche
      (aldila' dei paragoni di performance o
      tecnici in generale, che non sto affrontando
      con questo discorso). Gli standard che lo
      definiscono sono TUTTI chiari e disponibili,
      la *scelta* dell'application server prevede
      almeno 4 o 5 soluzione di una libera
      (tomcat). Sicuramente, se dovessi basare il
      software della mia ditta su una piattaforma
      non avrei dubbi. ASP.NET mi farebbe solo
      ridere.Beh, ognuno fa le sue scelte... Ma se dici che ASP.NET fa ridere sei tu che ti rendi ridicolo... :P
    • Anonimo scrive:
      Re: In teoria e' perdente
      - Scritto da: Flexer
      specifiche J2EE. E' un altro paio di maniche
      (aldila' dei paragoni di performance o
      tecnici in generale, che non sto affrontando
      con questo discorso). Gli standard che lo
      definiscono sono TUTTI chiari e disponibili,Peccato che le specifiche J2EE non siano standard. Mentre .NET, che tu insulti, è standard ECMA che verrà supportato anche da aziende che lo porteranno su Linux.
      ASP.NET mi farebbe solo
      ridere.Risus abundat in ore stultori.
      • Anonimo scrive:
        Re: In teoria e' perdente


        Risus abundat in ore stultori.Risus abundat in ore stultorum (è genitivo - degli stolti - stultori non esiste proprio)
        • Anonimo scrive:
          Re: In teoria e' perdente
          Voleva essere un genitivo singolare. Mi è rimasta la s in canna.- Scritto da: marchet




          Risus abundat in ore stultori.

          Risus abundat in ore stultorum
          (è genitivo - degli stolti - stultori non
          esiste proprio)
          • Anonimo scrive:
            Re: In teoria e' perdente
            - Scritto da: Darth Vader
            Voleva essere un genitivo singolare. Mi è
            rimasta la s in canna.

            - Scritto da: marchet







            Risus abundat in ore stultori.



            Risus abundat in ore stultorum

            (è genitivo - degli stolti - stultori non

            esiste proprio)allora risus abundat in ore stulti;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: In teoria e' perdente
            Ahimé no. E' stultor-stultoris (anche se non sono riuscito a trovare un dizionario latino decente on-line, sono quasi certo che sia della terza declinazione e il nominativo sia stultor).- Scritto da: marchet
            - Scritto da: Darth Vader

            Voleva essere un genitivo singolare. Mi è

            rimasta la s in canna.



            - Scritto da: marchet










            Risus abundat in ore stultori.





            Risus abundat in ore stultorum


            (è genitivo - degli stolti - stultori
            non


            esiste proprio)

            allora risus abundat in ore stulti

            ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: In teoria e' perdente
            - Scritto da: Darth Vader
            Ahimé no. E' stultor-stultoris (anche se non
            sono riuscito a trovare un dizionario latino
            decente on-line, sono quasi certo che sia
            della terza declinazione e il nominativo sia
            stultor).
            niente da fare: stultus -a , normale aggettivo con due declinazioni per maschile e femminile (nota: se fosse stultus il gen;Plur. farebbe stulturorum e non stultorum)PS roba da pazzi, latino su PI!, o tempora, o mores :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: In teoria e' perdente
            Ho trovato questo sul web, relativo al "buffone":The jester is an elusive character. The European words used to denote him can now seem as nebulous as they are numerous, reflecting the mercurial man behind them: fool, buffoon, clown, jongleur, jogleor, joculator, sot, stultor, scurra, fou, fol, truhan, mimus, histrio, morio.Per cui il termine esiste. Credo che stultus-a-um sia l'aggettivo invece stultor sia il sostantivo.Ma non c'è un dizionario latino sul web? - Scritto da: marchet
            - Scritto da: Darth Vader

            Ahimé no. E' stultor-stultoris (anche se
            non

            sono riuscito a trovare un dizionario
            latino

            decente on-line, sono quasi certo che sia

            della terza declinazione e il nominativo
            sia

            stultor).




            niente da fare: stultus -a , normale
            aggettivo con due declinazioni per maschile
            e femminile

            (nota: se fosse stultus il gen;Plur. farebbe
            stulturorum e non stultorum)

            PS roba da pazzi, latino su PI!, o tempora,
            o mores :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: In teoria e' perdente
            - Scritto da: Darth Vader
            Ho trovato questo sul web, relativo al
            "buffone":

            The jester is an elusive character. The
            European words used to denote him can now
            seem as nebulous as they are numerous,
            reflecting the mercurial man behind them:
            fool, buffoon, clown, jongleur, jogleor,
            joculator, sot, stultor, scurra, fou, fol,
            truhan, mimus, histrio, morio.

            Per cui il termine esiste. Credo che
            stultus-a-um sia l'aggettivo invece stultor
            sia il sostantivo.

            Ma non c'è un dizionario latino sul web?
            sono io, a latino avevo 9!
      • Anonimo scrive:
        Re: In teoria e' perdente
        - Scritto da: Darth Vader[...]
        Peccato che le specifiche J2EE non siano
        standard. [...]no comment
        • Anonimo scrive:
          Re: In teoria e' perdente
          No, commenta, commenta. A quale organismo di standard è stato sottomesso?- Scritto da: VisiK7

          - Scritto da: Darth Vader
          [...]

          Peccato che le specifiche J2EE non siano

          standard.
          [...]

          no comment
          • Anonimo scrive:
            Re: In teoria e' perdente
            - Scritto da: Darth Vader
            No, commenta, commenta. A quale organismo di
            standard è stato sottomesso? ehm... forse era meglio "sottoposto"... altrimenti le battute si sprecano... ;o)
  • Anonimo scrive:
    Dimostrazione
    Se non mi cancellano il post, un chiaro esempio lo si ha leggendo l'elenco dei commenti: doppio inserimento contemporaneo, che dovrebbe generare un rollback work, viene considerato valido e portato a commit work. Limite non solo di asp, ma anche di access e del sistema windows.
    • Anonimo scrive:
      Re: Dimostrazione
      ma non dire boiate: se il tuo browser genera 2 richieste http, o l'applicativo web gestisce qsta concomitanza, o è giusto che nel db finiscano 2 righe... Oppure sei abituato diversamente da una web server monothread "a caso"?Access è effettivamente un giocattolino, ma così non è per SQL Server: dai una occhiata a http://www.tpc.org, ed in particolar modo al tpc-C (il benchmark transazionale) e, prima di contestare i risultati, guarda il "Who we are"senza rancore
      • Anonimo scrive:
        Re: Dimostrazione
        Apprezzato tantissimo la tua risposta.Troppo spesso si cerca di attribuire i propri errori ad errori del sistema operativo, dell'rdbms, di qualche driver di periferica. E alla fine si scopre che l'ignoranza ha fatto la sua parte.Il 99% degli errori in genere e' causato sempre da sviste del programmatore (o dall'ignoranza).Vorrei dire che Ignorante e' colui che ignora. Questo perche' non lo ritengo un'offesa, ma una limitazione (anche il altri post).Saluti , Pasquale
  • Anonimo scrive:
    Insomma...
    Purtroppo l'inadeguatezza del sistema windows e di database francamente poco piu che giocattoli, come access, non potranno mai colmare le lacune presenti nei prodotti microsoft relativi allo sviluppo web.Solo una rivoluzione a livello di sistema operativo potrà dare quel che ancora manca a windows per diventare una piattaforma di sviluppo in grando di confrontarsi con i sistemi unix.Il resto è solo propaganda per attirare utenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Insomma...

      Solo una rivoluzione a livello di sistema
      operativo potrà dare quel che ancora manca a
      windows per diventare una piattaforma di
      sviluppo in grando di confrontarsi con i
      sistemi unix.già, i tempi di sviluppo e la curva di apprendimento che vuoi che siano... tutta propaganda della microsoft...
      • Anonimo scrive:
        Re: Insomma...

        già, i tempi di sviluppo e la curva di
        apprendimento che vuoi che siano... tutta
        propaganda della microsoft...Nooo .. dai .. non gli dire cosi'. Lui sa che per asp.net si debba usare solo access, non l'hanno avvisato che puo' accedere anche al resto dei db via odbc o oledb :)) non lo ferire nell'orgoglio cosi' :) e' un peccato. Sara' abituato al php .. che se non hai la funzioncina che accede a quel determinato db ti acchiappi. Mai dovuto cambiare rdbms in una web app da 2500 linee di codice ? (non html) :)) AUGURI .. (con asp.net cambi 1 riga di codice .. sempre se hai seguito alla lettera i consigli di mamma m$ .. difficile eh) Ps: ma tutti qua stanno quelli che credono che microsoft e' il demonio e linux un dio ? mah
        • Anonimo scrive:
          Re: Insomma...
          - Scritto da: Pasquale
          Sara' abituato al php .. che se non hai la
          funzioncina che accede a quel determinato db
          ti acchiappi. Mai dovuto cambiare rdbms inhttp://www.php.net/manual/en/ref.odbc.php
          Ps: ma tutti qua stanno quelli che credono
          che microsoft e' il demonio e linux un dio ?Non è che tu abbia fatto una figura migliore...
          • Anonimo scrive:
            Re: Insomma...
            - Scritto da: A.C.
            http://www.php.net/manual/en/ref.odbc.php
            Non è che tu abbia fatto una figura
            migliore...Ahiaa .. accusato il colpo :) meno male che odbc e' m$ ;) domanda: funge anche sotto linux ? se cosi' fosse e' una figata.Mi lascia perplesso questa frase pero': "The following databases are supported by the Unified ODBC functions: Adabas D, IBM DB2, iODBC, Solid, and Sybase SQL Anywhere. "Mah :) non mancano Oracle e sqlServer ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Insomma...
            - Scritto da: Pasquale
            - Scritto da: A.C.

            http://www.php.net/manual/en/ref.odbc.php
            Ahiaa .. accusato il colpo :) meno male che
            odbc e' m$ ;) domanda: funge anche sotto
            linux ? se cosi' fosse e' una figata.http://www.unixodbc.org/Contrariamente a quanto si crede, il mondo UNIX/Linux non vede MSFT come una schifezza, ma come un concorrente con cui convivere (peccato il che viceversa non sia altrettanto vero...)
            Mi lascia perplesso questa frase pero': "The
            following databases are supported by the
            Unified ODBC functions: Adabas D, IBM DB2,
            iODBC, Solid, and Sybase SQL Anywhere. "

            Mah :) non mancano Oracle e sqlServer ?Non ho mai usato ODBC - solo Oracle qui - e quindi non ti so dire se la frase sia corretta, cmq anche se fosse vero hai sempre le API native (che in genere sono anche più veloci...)
        • Anonimo scrive:
          Re: Insomma...
          - Scritto da: Pasquale
          Nooo .. dai .. non gli dire cosi'. Lui sa
          che per asp.net si debba usare solo access,
          non l'hanno avvisato che puo' accedere anche
          al resto dei db via odbc o oledb :)) Allora scusa... mai provato a gestire un centinaio di connessioni contemporanee via Odbc?!?
          Mai dovuto cambiare rdbms in
          una web app da 2500 linee di codice ? (non
          html) :)) AUGURI .. (con asp.net cambi 1
          riga di codice .. sempre se hai seguito alla
          lettera i consigli di mamma m$ .. difficile
          eh) Puoi sempre creare un'interfaccia indipendente (mi sembra che su Zend ci siano anche le istruzioni), la crei una volta e la usi per sempre (senza Odbc o altre cacchiate in mezzo)Ciao ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Insomma...
            - Scritto da: Gallagher
            - Scritto da: Pasquale
            Allora scusa... mai provato a gestire un
            centinaio di connessioni contemporanee via
            Odbc?!?in che senso un centinaio ?
            Puoi sempre creare un'interfaccia
            indipendente (mi sembra che su Zend ci siano
            anche le istruzioni), la crei una volta e la
            usi per sempre (senza Odbc o altre cacchiate
            in mezzo)Questo e' giusto ;) grazie per la precisazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Insomma...
            - Scritto da: Gallagher

            Allora scusa... mai provato a gestire un
            centinaio di connessioni contemporanee via
            Odbc?!?Perché mai devi farlo? Usa il pooling di COM+!
          • Anonimo scrive:
            Re: Insomma...


            Allora scusa... mai provato a gestire un centinaio di connessioni contemporanee via Odbc?!?direi proprio di si: anzi, un centinaio sono anche pochine...cmq sia Odbc che OleDb se la cavano benissimo tramite il connection pooling; ammesso che il codice sia scritto bene, altrimenti è (come al solito) tutto inutile...
          • Anonimo scrive:
            Re: Insomma...
            - Scritto da: Gallagher[...]
            Puoi sempre creare un'interfaccia
            indipendente (mi sembra che su Zend ci siano
            anche le istruzioni), la crei una volta e la
            usi per sempre (senza Odbc o altre cacchiate
            in mezzo)

            Ciao ;)Esiste gia' da un pezzohttp://phplib.sourceforge.netciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Insomma...
          - Scritto da: L. Gregori
          Io ci ho provato, a migrare una applicativo
          da sql server a oracle. Ovviamente non era
          la mia gestione cd e quindi c'era un po' di
          business logic dentro.
          Ti grarantisco che NON è bastato cambiare 1
          linea di codice.Be' .. dipende da un sacco di cose. Non conoscendo il codice usato posso darti anche ragione. Ma "generalmente" se usi SQL92 come specifiche "basta" cambiare solo una riga di codice. Ovviamente e' una battuta esagerata riferita solo al fatto che in php devi cambiare proprio le funzioni. Qua al massimo devi cambiare una stringa sql (pero' ripeto : non ho parametri per valutare)
          Studi, provi a fare gli esercizi, e a quel
          punto ti chiedi "ok , questo funziona, ma il
          come faccio a far cambiare da runtime quella
          proprietà a quell'oggetto?" oppure ( e qui
          parlo di interdev), come posso implementare
          una ricerca su un recordset o meglio ancora
          un filtro dinamico? (Non so se ricordi i
          server control di VS6?) a quel punto
          comincia il mal di pancia, il mal di testa,
          le coliche... ed alla fine torni a scriverti
          tutto a mano perchè la M$ non ha pensato che
          il suo datacontrol deve poter gestire delle
          altre cose.
          Questo capita a tutti. Purtroppo ti devo dar ragione e sono sempre stato diffidente. Generalmente non mi affido mai al super-eccellente-fantastico componente che ti dicono che faccia i miracoli e poi... :( pero' NET e' migliorato.Ciao, Pasquale
        • Anonimo scrive:
          Re: Insomma...
          - Scritto da: Pasquale


          già, i tempi di sviluppo e la curva di

          apprendimento che vuoi che siano... tutta

          propaganda della microsoft...

          Nooo .. dai .. non gli dire cosi'. Lui sa
          che per asp.net si debba usare solo access,
          non l'hanno avvisato che puo' accedere anche
          al resto dei db via odbc o oledb :)) non lo
          ferire nell'orgoglio cosi' :) e' un peccato.
          Sara' abituato al php .. che se non hai la
          funzioncina che accede a quel determinato db
          ti acchiappi.A parte che esiste il supporto ODBC (usavo tranquillamente PHP+Access su Win2000, per fare un es.), mai sentito parlare di PEAR DB? E' una classe inclusa direttamente nella distribuzione di php che appunto, ti permette di cambiare DB modificando una linea di codice; se poi vuoi il max delle prestazioni puoi usare le funzioni native.Ho letto l'articolo e francamente mi sembra esagerato parlare di rivoluzione, ad es. ci sono svariate classi PHP disponibili da tempo che permettono di avere un modello a oggetti per gestire la visualizzazione/validazione di form HTML.
    • Anonimo scrive:
      Re: Insomma...

      Purtroppo l'inadeguatezza del sistema
      windowsCosa c'è di "inadeguato"???
      e di database francamente poco piu
      che giocattoli, come access, non potranno
      mai colmare le lacune presenti nei prodotti
      microsoft relativi allo sviluppo web.Allora usa Oracle se proprio non ti va bene... Anche se SQL server funziona da dio e inoltre con .NET ci accedi senza passare da ODBC o altro, quindi è più veloce...
      Solo una rivoluzione a livello di sistema
      operativo potrà dare quel che ancora manca a
      windows per diventare una piattaforma di
      sviluppo in grando di confrontarsi con i
      sistemi unix.Vedremo... Vedremo... Intanto comincia a spiegare, secondo te, cosa c'è che non va...
      Il resto è solo propaganda per attirare
      utenti.Sarà... Comunque io al momento sviluppo quasi solo ASP.NET e direi che è ECCEZZIONALE... Niente a che vedere con ASP/JSP/PHP/... Nettamente superiore! Però vabbè, questa è solo l'opinione di uno che sviluppa applicazioni enterprise basate su web su piattaforma .NET da più di 6 mesi.... ;o)
      • Anonimo scrive:
        Re: Insomma...

        vabbè, questa è solo l'opinione di uno che
        sviluppa applicazioni enterprise basate su
        web su piattaforma .NET da più di 6 mesi....
        ;o)appunto
        • Anonimo scrive:
          Re: Insomma...


          vabbè, questa è solo l'opinione di uno che

          sviluppa applicazioni enterprise basate su

          web su piattaforma .NET da più di 6
          mesi....

          ;o)

          appunto"appunto" cosa???
    • Anonimo scrive:
      Re: Insomma...
      Purtroppo l'unico database giocattolo che c'è in giro è Mysql. Non è neanche paragonabile ad Access visto che Mysql non è un database relazionale. Porca vacca, volete database free? Usate Interbase o ancora meglio PostgreSQL, ma Mysql non può essere considerato un RDMS. Infine ColdFusion della Macromedia ha queste cose da anni (cache, web forms, sessioni in cluster etc etc)e con la prossima versione MX, si potranno usare anche le JSP.Ciao.
      • Anonimo scrive:
        Re: Insomma...

        Infine ColdFusion della
        Macromedia ha queste cose da anni (cache,
        web forms, sessioni in cluster etc etc)e con
        la prossima versione MX, si potranno usare
        anche le JSP.Ma tu hai una vaga idea di cosa sia ASP.NET??? L'hai già visto? Già usato? (ne dubito....)
        • Anonimo scrive:
          Re: Insomma...
          Certo, l'ho visto e fatto delle prove mentre solitamente uso PHP (principalmente) e ColdFusion e qualche piccola cosa in JSP.Non sto dicendo che asp.net faccia schifo solo che l'80% delle cose c'erano da anni in ColdFusion quindi mi viene da ridere quando si parla di novità e/o rivoluzione. Da quello che si legge su:http://www.macromedia.com/software/coldfusion/resources/neo/faq/ la prossima versione associerà tutta la velocità di sviluppo di CF con le possibilità di Java.
          • Anonimo scrive:
            Re: Insomma...

            Certo, l'ho visto e fatto delle prove mentre
            solitamente uso PHP (principalmente) e
            ColdFusion e qualche piccola cosa in JSP.
            Non sto dicendo che asp.net faccia schifo
            solo che l'80% delle cose c'erano da anni in
            ColdFusion quindi mi viene da ridere quando
            si parla di novità e/o rivoluzione. Da
            quello che si legge su:
            http://www.macromedia.com/software/coldfusionBeh, mi sto organizzando per tirare assieme un server linux/apache e fare qualche prova con i "vostri" J2EE/PHP/JSP/eccetera... Così saprò dire finalmente con esattezza cosa c'è di meglio in ASP.NET (o di peggio)... Ne riparleremo...!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Insomma...

        Purtroppo l'unico database giocattolo che
        c'è in giro è Mysql. Non è neanche
        paragonabile ad Access visto che Mysql non è
        un database relazionale. Porca vacca, volete
        database free? Usate Interbase o ancora
        meglio PostgreSQL, ma Mysql non può essere
        considerato un RDMS. Parole sante. mysql non ha il supporto alle transazioni (e come cacchio fanno a usarlo in ambito web senza transazioni, per me rimane un mistero. secondo me rischiano parecchio l'integrità dei dati), non ha l'integrità relazionale....come si fa a dire che è un rdbms?
        • Anonimo scrive:
          Re: Insomma...
          - Scritto da: vertigo
          Parole sante. mysql non ha il supporto alle
          transazioni (e come cacchio fanno a usarlo
          in ambito web senza transazioni, per meSi fa tutto a mano, controllando via codice o con lock su intere tabelle. E' assurdo, lo so, ma per i misteri della vita Mysql è più diffuso di PostgreSQL un vero e completo RDBMS, che su grossi carichi risulta molto più veloce di Mysql.
          • Anonimo scrive:
            Re: Insomma...
            - Scritto da: Luca
            Si fa tutto a mano, controllando via codice
            o con lock su intere tabelle. E' assurdo, lo
            so, ma per i misteri della vita Mysql è più
            diffuso di PostgreSQL un vero e completo
            RDBMS, che su grossi carichi risulta molto
            più veloce di Mysql.Ha gli index ? oppure anche quelli vanno gestiti dall'esterno ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Insomma...
            Per chiudere :mySql pare che sia diventato un rdbms :)http://www.mysql.com/downloads/mysql-max-3.23.html(tnx A.C. per il link nell'altro post)Buona Giornata a tutti, Pasquale
        • Anonimo scrive:
          Re: Insomma...
          ehmmm documentatevi...dalla 3.22 se non erro mysql supporta le transizioni.See ya later.. e guardatevi un po' di articoli seri tecnici di confronti fra db...Mysql (4.01) e Oracle primeggiano in fatto di stabilita' performance e scalabilita'.Il resto pippe
          • Anonimo scrive:
            Re: Insomma...


            ehmmm documentatevi...in effetti, è qllo che faccio tipicamente

            dalla 3.22 se non erro mysql supporta le

            transizioni.Le transizioni (come le chiami tu) non so, ma le transazioni (come le chiama il mondo), sono supportate solo se non usi il motore originale ma il "Berkeley" o InnoDB. E _devi_ decidere in fase di _creazione_ della tabella se essa le supporterà o meno.

            See ya later.. e guardatevi un po' di articoli

            seri tecnici di confronti fra db...anche qsta è una mia abitudine: agli articoli, però, affianco taaaanta pratica

            Mysql (4.01) e Oracle primeggiano in fatto di

            stabilita' performance e scalabilita'.

            Il resto pippevai qui: http://www.tpc.orgtroverai dei risultati _inoppugnabili_ (membri del TPC sono anche Oracle e IBM...)
      • Anonimo scrive:
        Re: Insomma...
        - Scritto da: Luca
        Purtroppo l'unico database giocattolo che
        c'è in giro è Mysql.http://www.mysql.com/downloads/mysql-max-3.23.html
        • Anonimo scrive:
          Re: Insomma...
          gia' talmente giocattolo che la Oracle si e' scomodata ad includere il plug-in di conversione da MySql nel Migration Workbench...mah, contenti voi.
Chiudi i commenti