La lunga barba bianca di Windows.NET

Per la seconda volta nel giro di un anno Microsoft ritarda il rilascio del suo nuovo sistema operativo server. Che alcuni clienti potrebbero non ricevere prima del prossimo anno
Per la seconda volta nel giro di un anno Microsoft ritarda il rilascio del suo nuovo sistema operativo server. Che alcuni clienti potrebbero non ricevere prima del prossimo anno


Redmond (USA) – Inizialmente previsto per la seconda metà dello scorso anno, sembra proprio che l’arrivo della versione server di Windows XP, che non poteva non ereditare quel suffisso così “hype” che è .NET, subirà un ulteriore ritardo.

Il big di Redmond ha infatti rinviato la data di lancio del prodotto verso la fine della seconda metà del 2002, prevedendo per questa estate il rilascio della prima release candidate. Questo potrebbe significare, secondo alcuni osservatori, l’arrivo delle prime copie di Windows.NET presso la grande distribuzione non prima della fine dell’anno se non, nel caso peggiore, agli inizi del 2003.

Alcuni esperti sostengono che questo ritardo sia per la maggior parte da imputarsi a quel grande lavoro di revisione del codice e alle altre strategie legate alla sicurezza lanciate da Bill Gates con l’iniziativa ” trustworthy computing “. Un’iniziativa che per quanto riguarda Windows.NET assume un’importanza ancor più vitale per la reputazione di Microsoft, visto che sarà questo il sistema operativo su cui poggerà il peso di tutta l’infrastruttura MS.NET al gran completo.

Questo ritardo, secondo alcuni analisti, potrebbe avere il benefico effetto di dare più tempo agli utenti di Windows NT 4.0 di migrare verso Windows 2000, un sistema operativo che l’industria ha accolto con meno entusiasmo di quanto Microsoft si aspettasse ma che, in previsione dell’arrivo del suo successore, potrebbe costituire un importante passaggio intermediario per il lungo salto che da Windows NT porta a Windows.NET.

Microsoft sostiene infatti che le differenze fra Windows 2000 e Windows.NET sono assai meno marcate rispetto a quelle esistenti fra il primo ed NT4, un fattore che, secondo il big di Redmond, renderà la migrazione da Windows 2000 a Windows.NET del tutto indolore.

La nuova famiglia di sistemi operativi server di Microsoft integrerà una nuova versione dell’Active Directory e supporterà nativamente HailStorm e l’autenticazione centralizzata offerta dal servizio Passport.

Windows.NET e Windows XP si basano su una larga porzione di codice in comune e poggiano su un cuore direttamente derivato dal già collaudato kernel di Windows 2000.

Se Windows XP ha rimpiazzato con le sue edizioni Home e Professional le precedenti famiglie Windows 9x/ME e Windows 2000 Professional, Windows.NET manderà invece in pensione le versioni Server, Advanced Server e Datacenter di Windows 2000 con le relative edizioni Standard, Advanced e Datacenter.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 03 2002
Link copiato negli appunti