La rinascita di Compaq

HP ha deciso di investire molto sul rilancio in chiave consumer di uno dei marchi storici dell'informatica

Roma – Compaq tornerà a splendere sul mercato consumer. Lo spera HP che ha annunciato un rilancio in grande stile di un brand il cui nome è legato a doppio filo con la storia dell’informatica moderna. HP, che ha acquisito Compaq ormai diversi anni fa, ha spiegato che è un marchio che nell’ultimo anno ha generato un fatturato mondiale di 4 miliardi di dollari, un indizio della “potenzialità commerciale del nome”.

il nuovo logo I computer Compaq, spiega HP in una nota, sono pensati per utenti consumer, anche utenti attenti alle spese come gli studenti, per le “famiglie in crescita” che hanno bisogno di un computer che possa assolvere a diverse funzioni: “Abbiamo deciso di reinvestire sul marchio Compaq, proponendolo sul mercato consumer, con l’obiettivo di sfruttare la credibilità del brand e la fiducia di cui tuttora gode presso i nostri clienti – ha dichiarato a questo proposito Corrado Massone, marketing manager di HP Personal Systems Group – “Le soluzioni Compaq si caratterizzano per prestazioni, prezzo accessibile, semplicità d’uso e design essenziale, rappresentando il PC di cui l’utente ha bisogno. Si distinguono in questo modo dai computer HP, che continueranno ad essere sinonimo di qualità, innovazione, multimedialità ed eccellenza nel design e si posizioneranno come il PC che le persone desiderano”.

Con l’occasione Compaq è stato dotato di un nuovo logo (vedi qui sopra), che caratterizza anche il nuovo sito internet e che nasce, spiega una nota, “da una C e una Q combinate”. “Il suo design semplice, minimalista e facilmente leggibile – sostiene HP – rispecchia appieno le caratteristiche dei prodotti”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • teddybear scrive:
    Quali difetti?
    Viste le performances, direi che in caso di storage condivisi, server disk-less, thin client e tutto il resto, l'incremento di prestazioni si farà sentire ancor più di quanto si possa immaginare.Nel nostro datacenter fortunatamente abbiamo sempre avuto un tasso di morte degli hard disk molto basso, però è il raffreddamento che ci ha dato qualche problema negli ultimi anni. Sono stati introdotti molti storage (sempre tutti EMC) e il calore è andato via via aumentando, per non parlare del rumore. In sala macchine è diventato quasi impossibile parlare a toni di voce normali, molti usano i tappi nelle orecchie se devono lavorare per tempi anche non necessariamente brevissimi...Il problema è che tra i dischi e l'impianto di raffreddamento ora il rumore inizia a farsi sentire anche nel mio ufficio (sono ad un metro dalla porta per la sala macchine).Se togliamo la corrente che serve per i dischi, quella per i condizionatori supplementari, il rumore nettamente inferiore e così via... beh, vedo solo vantaggi.Qualcuno trova dei difetti in questa tecnologia? A parte i costi attuali... ovviamente, che sono già stati citati.
    • pabloski scrive:
      Re: Quali difetti?
      l'unico difetto che esisteva era la durata del dispositivo stesso, ma ormai si parla di 2 milioni e passa cicli, circa 4 volte il numero di cicli supportati ad un hard diskdirei che l'unico problema rimasto è il prezzo
    • Pinco Palluino scrive:
      Re: Quali difetti?
      Mi sembrava di aver letto che durano di meno
      • N1tr0 scrive:
        Re: Quali difetti?
        Per ora il problema sono le prestazioni in scrittura, oltre al costo. Ho visto qualche benchmark in giro e sono abbastanza scadenti.
        • Super_Treje scrive:
          Re: Quali difetti?
          Secondo me un difetto potrebbe essere che se muove un disco non glieli recuperi i dati visto che sono memorizzati in celle di memoria.Oppure mi sto' sbagliando ???
  • Mimmus scrive:
    Notevole
    I dischi rappresentano attualmente il costo primario dei reparti IT. I recenti sviluppi della virtualizzazione stanno portando grandi benefici sul lato server ma dal lato storage i problemi permangono tutti.E, se ci pensate, i cari, vecchi hard-disk rappresentano l'unico device elettromeccanico ancora in circolazione!
    • The Punisher scrive:
      Re: Notevole
      - Scritto da: Mimmus
      E, se ci pensate, i cari, vecchi hard-disk
      rappresentano l'unico device elettromeccanico
      ancora in
      circolazione!Ed il principale collo di bottiglia di un sistema, aggiungerei.
      • krane scrive:
        Re: Notevole
        - Scritto da: The Punisher
        - Scritto da: Mimmus

        E, se ci pensate, i cari, vecchi hard-disk

        rappresentano l'unico device elettromeccanico

        ancora in

        circolazione!
        Ed il principale collo di bottiglia di un
        sistema, aggiungerei.Gia... Ed e' un peccato che questi nuovi dischi siano ancora piu' lenti...
        • The Punisher scrive:
          Re: Notevole
          A quanto pare EMC2 la pensa diversamente "Ma non manca di esaltare i vantaggi portati dalle memorie flash in comparti quali le performance, i consumi, la dissipazione del calore e l'affidabilita'".Che l'articolo sia stato scritto un po' alla facilona e' evidente (una memoria flash e' una cosa un po' diversa da un SSD) ma se una ditta come EMC mette le balle sul ceppo giurando sulle maggiori prestazioni, io tendo a credergli.
Chiudi i commenti