La UE propone la smartphone-tax

Riclassificare i supercellulari per tassarli con una aliquota più alta. La Commissione lancia la proposta agli stati membri, ma trova l'opposizione dei produttori

Roma – Non più cellulari o smartphone, ma più precisamente “dispositivi multi-funzionali”: è questa la formula proposta dalla Commissione Europea agli stati membri per ridefinire il concetto di telefonino evoluto, e imporre agli stessi apparecchi una tassazione aggiuntiva basata sulle eventuali dotazioni tecniche di cui fossero equipaggiati. Una proposta a cui al momento parrebbero aver risposto unicamente i produttori di questi dispositivi, singolarmente e per bocca di un’associazione che riunisce diverse aziende del comparto telefonia mobile.

Ad essere interessati dalla nuova norma sarebbero tutti i dispositivi che incorporino ricevitori TV e localizzatori GPS : per tutti i cellulari in grado di consentire la visione dei canali televisivi con qualsiasi protocollo, e per quelli dotati di Google Maps o navigatori terrestri, scatterebbero delle imposte aggiuntive rispettivamente del 14 e del 3,7 per cento. Costi che, secondo i rappresentanti delle aziende produttrici, finirebbero per riflettersi automaticamente sul costo finale del telefono e quindi sulle tasche dei consumatori.

“Questi nuovi balzelli condurrebbero inevitabilmente ad un grosso aumento nel prezzo finale – ha confermato una portavoce di Sony-Ericsson – in un momento nel quale tutti tentano in ogni modo di contenere i prezzi”. Inoltre, la nuova tassazione entro pochi anni potrebbe riguardare una larga fetta del mercato : “Sebbene siano pochi i dispositivi così sofisticati prodotti oggi – chiarisce Nokia – grazie al rapido progresso tecnologico il numero di dispositivi coinvolti aumenterebbe significativamente nei prossimi mesi e anni”.

I motivi che avrebbero spinto la Commissione a formulare questa proposta sarebbero legati ad iniziative simili in procinto di partire in due stati membri: Olanda e Germania. La scelta dell’organismo europeo andrebbe dunque verso una semplice unificazione della tassazione su tutto il mercato dei 27: il risultato potrebbe essere un aumento dei prezzi finali dei telefonini più avanzati tecnologicamente, in una forbice compresa tra 5 e 40 euro a seconda del modello.

A farne le spese, comunque, oltre ai produttori dei terminali – che già hanno fatto sentire la propria voce attraverso l’associazione che li riunisce, l’ EICTA – sarebbero anche i fornitori di servizi di TV mobile , che per altro non esistono ancora in tutti i paesi dell’Unione. Un business, quest’ultimo, agli albori e che potrebbe essere seriamente minacciato da questa nuova tassazione che scoraggerebbe dall’acquisto di dispositivi abilitati alla ricezione dei canali in mobilità.

Da parte sua, la Commissione getta acqua sul fuoco. Si tratta solo di una proposta, fanno sapere da Bruxelles, che non verrà discussa prima di alcuni mesi e che non ha alcun carattere definitivo. Difficile comunque pensare che i produttori e gli operatori coinvolti non tenteranno di ostacolarla, anche visti i propositi protezionisti già pronunciati dal presidente di turno del Consiglio Europeo, il primo ministro francese Sarkozy, e alla luce di un mercato europeo dei dispositivi cellulari in contrazione dall’inizio del 2008.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Enrico204 scrive:
    Re: Già lo fanno !
    - Scritto da: Marco Brunelli
    2Mbs sn 2048 Kbs NON 204,8!!!Genio, non hai capito il discorso...2048 / 8 = 256 kilobytes.Enrico
  • Marco Brunelli scrive:
    Re: Guardate che ...
    - Scritto da: Fra
    intasate la rete in modo tale che diventa
    impossibile riuscire a fare qualsiasi cosa nelle
    ore di
    punta.Se sei povero e puoi permetterti solo il 56 k, mi dispiace molto.
  • r00t1na scrive:
    L'avvocato del diavolo
    avete idea di quanto traffico genera qualcuno che scarica anche solo un paio di film a settimana rispetto a qualcuno che naviga / scarica posta / guarda qualche filmato Youtube anche varie ore al giorno?E' chiaro che i provider sono interessati a scoraggiare gli utenti del p2p che assorbono molta della loro costosa banda, e quindi se legalmente possono assisteranno la RIAA, ridurranno la banda ecc. Se qualche provider si dimostrerà poco disposto a collaborare, bontà sua.Trovo abbastanza vergognoso l'uso smodato che molti fanno del download da reti P2P, ma francamente preferisco che le Forze dell'Ordine si impegnino a combattere "crimini" peggiori. Se la RIAA riuscirà ad agire con l'appoggio dei provider risparmiando le energie di Polizia Postale & co, tanto di guadagnato.Forse con meno scrocconi in giro si riuscirà a comprare musica e film online con prezzi più bassi e meno stupidi lucchetti.
    • BlackUnderg round scrive:
      Re: L'avvocato del diavolo
      avete idea di quanto
      traffico genera qualcuno che scarica anche solo
      un paio di film a settimana rispetto a qualcuno
      che naviga / scarica posta / guarda qualche
      filmato Youtube anche varie ore al
      giorno?
      E' chiaro che i provider sono interessati a
      scoraggiare gli utenti del p2p che assorbono
      molta della loro costosa banda, e quindi se
      legalmente possono assisteranno la RIAA,
      ridurranno la banda ecc.Cioè fammi capire...io do 40 carte a infostrada per il servizio telefonico/ADSL e poi lei mi dice che non posso fare quello che voglio sulla MIA linea telefonica?è come dire che ho un'auto e poi non posso andare in giro perchè creo traffico sulle strade...La verità è che in italia abbiamo un'infrastruttura telefonica che non viene curata da quando è stata creata.
      Se qualche provider si dimostrerà poco disposto a
      collaborare, bontà
      sua.

      Trovo abbastanza vergognoso l'uso smodato che
      molti fanno del download da reti P2P, ma
      francamente preferisco che le Forze dell'Ordine
      si impegnino a combattere "crimini" peggiori.No impegnamo carabinieri, polizia, guardia di finanza per 3 persone che scaricano film, poi abbiamo infanticidi irrisolti, evasori delle tasse che stanno al governo, ecc
      Se la RIAA riuscirà ad agire con l'appoggio dei
      provider risparmiando le energie di Polizia
      Postale & co, tanto di
      guadagnato.I provider dovrebbero incominciare a parlare con telecom, per fare un'accordo per sistemare i cavi della rete telefonica italiana, e la polizia postale a fermare quelli che crano siti di phising
      Forse con meno scrocconi in giro si riuscirà a
      comprare musica e film online con prezzi più
      bassi e meno stupidi
      lucchetti.Ma smettila...
    • Enrico204 scrive:
      Re: L'avvocato del diavolo
      avete idea di quanto
      traffico genera qualcuno che scarica anche solo
      un paio di film a settimana rispetto a qualcuno
      che naviga / scarica posta / guarda qualche
      filmato Youtube anche varie ore al
      giorno?Ah si?E se io mi son comprato la 2 mega a quel prezzo, è perché voglio quella velocità a quel prezzo. Mica perché ne voglio usare di meno.Io scarico abitualmente le nuove versioni di Linux attraverso protocolli p2p, per non intasare i server (e anche perché i server da cui scaricano delle volte sono lenti già). E' ovvio che se il provider non vuole mandarmi alla massima velocità, allora può abbassarmi la connessione, ma devo pagare di meno. Altrimenti, arrivederci e grazie, non sto facendo beneficenza agli ISP.
      E' chiaro che i provider sono interessati a
      scoraggiare gli utenti del p2p che assorbono
      molta della loro costosa banda, e quindi se
      legalmente possono assisteranno la RIAA,
      ridurranno la banda ecc.Occhio, i provider hanno come scopo ridurre il p2p, la RIAA quello del "traffico illegale". Non confondiamo le due cose, il trasporto è diverso dal trasportato.Altrimenti ci ritroveremo a non poter più condividere niente sul p2p, perché verremmo etichettati come "pirati", "scrocconi", ecc. Quando le MIE opere, e quelle con una licenza permissiva, POSSONO essere condivise con questo sistema. Ma non solo con questo, con tutti.
      Trovo abbastanza vergognoso l'uso smodato che
      molti fanno del download da reti P2P, ma
      francamente preferisco che le Forze dell'Ordine
      si impegnino a combattere "crimini" peggiori.Su questo sono daccordo, ok che scaricare un film è illegale, ma certe persone anche famose fanno illeciti più gravi che non possono e/o non vengono perseguiti.
      Se la RIAA riuscirà ad agire con l'appoggio dei
      provider risparmiando le energie di Polizia
      Postale & co, tanto di
      guadagnato.Ecco, qui di nuovo non sono daccordo: la polizia postale fa quello di scopo. Punto. Ben venga la collaborazione, ma non la sostituzione. La RIAA non è un sostituto della PP.
      Forse con meno scrocconi in giro si riuscirà a
      comprare musica e film online con prezzi più
      bassi e meno stupidi
      lucchetti.Ne dubito, oramai non c'è più la necessità della RIAA e compagnia, ma il problema è che assorbono denaro lo stesso.Enrico
      • r00t1na scrive:
        Re: L'avvocato del diavolo
        Ok, ho usato il termine P2P senza precisare.Se hai pagato una connessione a banda larga per scopi legali, se usi BitTorrent & co per distribuire/scaricare aggiornamenti di software, se vuoi provare 100 distribuzioni Linux, ser ti servono le patch dei giochi che hai regolarmente comprato ecc - lì nessuno deve poterti venire a dir nulla.Ma tipicamente chi occupa più banda è chi lascia i pc a scaricare 24 ore al giorno film che magari nemmeno vedrà, o cancellerà dopo una visione, "tanto erano gratis". Dato che questa attività è anche illegale, qui il provider avrà interesse a trovare un modo legale di risparmiare, e con l'aria che tira probabilmente ci riuscirà.
        • Enrico204 scrive:
          Re: L'avvocato del diavolo
          - Scritto da: r00t1na
          Ok, ho usato il termine P2P senza precisare.

          Se hai pagato una connessione a banda larga per
          scopi legali, se usi BitTorrent & co per
          distribuire/scaricare aggiornamenti di software,
          se vuoi provare 100 distribuzioni Linux, ser ti
          servono le patch dei giochi che hai regolarmente
          comprato ecc - lì nessuno deve poterti venire a
          dir
          nulla.O anche per distribuire il tuo software, visto che non tutti si possono permettere di comprare un server con tanta banda ;-)
          Ma tipicamente chi occupa più banda è chi lascia
          i pc a scaricare 24 ore al giorno film che magari
          nemmeno vedrà, o cancellerà dopo una visione,
          "tanto erano gratis".Classica mentalità di chi vuole solo provare cose nuove. Ma il problema non è solo su internet ;-)
          Dato che questa attività è anche illegale, qui il
          provider avrà interesse a trovare un modo legale
          di risparmiare, e con l'aria che tira
          probabilmente ci
          riuscirà.Il problema è sempre il solito, chi controlla il controllore? Chi mi assicura che il mio ISP un giorno non mi taglierà la banda, in virtù di questo accordo?Forse bisogna semplicemente che la Polizia Postale, o l'organo di competenza, facessero più controlli, e le varie SIAE si tengano fuori da cosa non le riguardano.Enrico
  • marco scrive:
    la microsoft si è messa su p2p
    La versione beta di Windows 7, il prossimo sistema operativo della Microsoft, e' da poche ore scaricabile da Internet sui motori di ricerca di Bit Torrent.
  • dan scrive:
    ...li' tagliani
    in cina stanno sviluppando baiduin america hanno fatto yahoo, google, youtube etc...ma noi italiani che abbiamo fatto?...giusto una curiosità, eventuantualmeteditemi perche non emergiamo riguardo internet, fatemi sapere grazie mille
    • Enrico204 scrive:
      Re: ...li' tagliani
      - Scritto da: dan
      in cina stanno sviluppando baidu
      in america hanno fatto yahoo, google, youtube
      etc...
      ma noi italiani che abbiamo fatto?
      ...giusto una curiosità, eventuantualmete
      ditemi perche non emergiamo riguardo internet,
      fatemi sapere grazie
      milleNoi siamo i primi in tante cose, anche in alcune scoperte tecnologiche. Il problema è che quando sono gli altri a scoprire, noi non le usiamo. E quelle poche che vengono scoperte di quà, subito "scappano" e vengono portate all'esterno (per ovvi motivi, non c'è una lira da queste parti per la ricerca).Enrico
      • dan scrive:
        Re: ...li' tagliani
        ...vedi penso che se conoscile vicende italiane dal dopoguerrain poi sai benissimo che abbiamo avuto un fiorire di grandi e genialiimprenditori negli anni 50/60 quelli che hanno creato l'italia modernapoie poi chissà...ma sei intelligentee conosci la rispostaCiaooo
  • cecilia scrive:
    ingordi!!!!!!!!!!
    Se sono convinti che tagliando le connessioni risolvono i problemi facciano pure! Fossero meno ingordi nel prezzo dei cd o pagassero di meno queste presunte pop star forse qualche cd in più lo venderebbero. Come al solito anche questi stronzi campano nelle spalle dei cittadini
  • HCK scrive:
    Re: Già lo fanno !
    Beh andrebbero denunciati loro proprio perchè vendono più banda di quella che hanno! Troppo facile incolpare gli utenti perchè "usano tutta la banda": dato che io ho comprato "tutta la banda", posso utilizzarla tutta...Pensassero a investire sulle infrastrutture invece di sparare a zero cose prive di logica..."state usufruendo del nostro servizio, quindi vi taglio la banda"....ma va va va v4FF4nCU1Dove andremo a finire...
  • dan scrive:
    internet
    ...ma a che serve internet e la televisione?ormai sono ridotto a un tozzo di pane ed acquaal giorno. Le notizie, le mail, la musica,i film, i giochi non cambiano nientesolo perdita di tempo...disdite tutto e facciamociuna bella camminata...ci guadagnamo in salute(smettete anche di fuamare e di bere)
  • giacomo scrive:
    Ditelo a fastweb
    Sì certo, ditelo a fastweb, che fonda il suo successo sul p2p selvaggio e secondo molti ha disegnato la sua infrastruttura appositamente per quello. :)In ogni caso io il taglio netto sulle risorse già ce l'ho, con Libero ADSL.
    • Enrico204 scrive:
      Re: Ditelo a fastweb
      - Scritto da: giacomo
      Sì certo, ditelo a fastweb, che fonda il suo
      successo sul p2p selvaggio e secondo molti ha
      disegnato la sua infrastruttura appositamente per
      quello.
      :)Non penso, almeno, se hanno fatto così, spero proprio che abbiano capito di aver fatto un errore (che il NAT è una cosa limitante da questo punto di vista).Enrico
  • outkid scrive:
    ma chi e'
    il figlio un preservativo bucato che ha cancellato il post?
  • stefano scrive:
    migliardari!
    Oggi ho visto un servizio in cui mostravano in tv tutti gli acquisti possibili e inimmaginabili che fanno i vip, i veri vip del Mondo, mica quei nostri sfigati....comprano yacht giganteschi, castelli sul mare insomma...anelli per Maria Carrey da 2 milioni con tanto di diamante porpora introvabile e questi qui mettono blocchi nelle reti USA??? Ma scusate: un puff daddy è migliardario, come può essere che l'industria discografica è in crisi?? E puff daddy è solo un minuscolo esempio.....c'è pure quel ragazzino di successo del pop o che ne so che a 20 anni ha già milioni in banca.....la gente gli scarica le canzoni??? Se non si lamenta lui perchè si devono lamentare le varie RIAA??? Ah...l'ingordigia!!!! Solo che se qui cominciano pure a ragionare come USA e Sarcozy allora già la Telecom ha annunciato altri 9000 licenziamenti, con il blocco delle linee fallisce domani mattina...
  • Enrico204 scrive:
    Re: Già lo fanno !
    - Scritto da: Enjoy with Us
    Ma la roba che scarica il tuo amico la vuole
    anche vedere o gli piace semplicemente riempire
    pile di DVD?Non lo so, ma trattasi di varie ISO di varie distribuzioni di Linux.Ah già, perché c'è il luogo comune che P2P = Materiale illegale. Ok, non nego che il 99% delle volte è vero, però cerchiamo di tenerci stretti un sistema ottimo di scambio dati come il P2P, perché condividere 4 giga di dati perfettamente legali con tante persone potrebbe essere un problema domani.Enrico
  • Aiko scrive:
    Call center
    Ora quando chiameremo i call center per lamentarci della linea lenta ci risponderanno: "forse ha scaricato qualcosa che non doveva..."Perche' non aggiungere a tutte le pagine web un bel download in background di qualcosa di """illecito""" affinche' gli ip da bannare siano miglioni di migliardi ? :D376011
  • outkid scrive:
    Acquisti natalizi
    Ultimo album Caparezza: 9.90Ultimu album Daniele Silvestri: 9.90Ultimo album Jovanotti: 23... l'ultimo e' un regalo, gli altri per me. beh.. mi sembra un DELIRIO pagare 23 .. un vero delirio.. calcolando che jovanotti fa pure canzoni di merda poi.. bla..10 è un prezzo equo.. non sono per l'economia pianificata.. ma CAZZO.. morgan che canta de andre' lo vendevano una settimana a 20 e passa euro.. la successiva a 10.. e l'ho preso. ... dubito che la feltrinelli ci abbia perso in ogni caso.. devono solo morire..
  • deluxe scrive:
    ahahahahah
    ma che ridicoli.... figuriamoci se i provider son disposti a fallire per fare gli interessi di questi papponi.... MA MI FACCINO IL PIACERE come diceva il mitico Totò !!
  • Stever scrive:
    Re: Già lo fanno !
    Se pensi che io senza utilizzare il p2p quando vado sul sito speedtest.net al massimo mi segnala 400K ed ho un contratto a 7M !!!! purtroppo la distanza dalla centrale è uno dei fattori maggiormente penalizzanti !
    • Malcolm scrive:
      Re: Già lo fanno !
      - Scritto da: Stever
      purtroppo la
      distanza dalla centrale è uno dei fattori
      maggiormente penalizzanti
      !Sono riusciti a dartela a bere, vedo! Diciamo invece che, data la distanza dalla centrale, dovrebbero:a) realizzare un'altra centrale più vicino.b) sostituire il cavo con uno di qualità superiore.Dal momento che entrambe queste azioni comportano un dispendio di denaro, ti raccontano che è tutta colpa della tua linea e fine della storia.
    • Enrico204 scrive:
      Re: Già lo fanno !
      - Scritto da: Stever
      Se pensi che io senza utilizzare il p2p quando
      vado sul sito speedtest.net al massimo mi segnala
      400K ed ho un contratto a 7M !!!! purtroppo la
      distanza dalla centrale è uno dei fattori
      maggiormente penalizzanti
      !Sicuro che la misura del test è in kilo bits per secondo e non in kilo byte per secondo? Perché "7mega" dei provider corrisponde a 7 mega bit per secondo, ovvero 7000/8 = 875 kilo byte per secondo. E' sempre di più, ma magari non così tanto quanto pensi...Enrico
      • Stever scrive:
        Re: Già lo fanno !
        a parte la sensazione di lentezza intrinseca (ho un'ottima macchina e modem-router) sul sito:http://www.speedtest.net/è riportato "kbps (kb/s)" ed il test lo effettuo Roma (la mia città) su Roma !Va meglio l'upload che si attesta nei momenti di rete libera quasi uguale al download e addirittura superiore durante le ore di intasamento.
        • Wolf01 scrive:
          Re: Già lo fanno !
          Certo, ADSL con la banda di upload massima non garantita a 512kbps (se va bene) riesci ad inviare dati come se avessi una HDSL sincrona a 2MbpsIn realtà tu stai scaricando come se avessi una 2Mbps, e nei momenti di congestione ti segano ulteriormente il download come hai reso notoQuindi non vedo perchè pagare per una 7-20Mb che non andrà mai più veloce di una 2Mb per il p2p
  • raptus scrive:
    anche per gli altri criminali
    Visto che le equazioni vanno bilanciate: devono prendersi la responsabilità del traffico che alimentano; sarebbe opportuno che le compagnie telefoniche venissero denunciate per favoreggiamento o complicità nel caso in cui i criminali si mettessero d'accordo per via telematica (telefono o internet).Che i crimini telematici (sotto forma di impulsi di corrente) siano puniti direttamente conuna interruzione di servizio pubblico (reato) e quelli REALI non vengano nemmeno sanzionati è letteralmente RIDICOLO! Inoltre stiamo chiedendo a dei TRUFFATORI (più volte multati dalle authorities) di diventare paladini...
  • Ricky scrive:
    E LORO?Chi li controlla?
    Scusate, tanto per sapere, se la RIAA pretende legalita' e trasparenza, se pretende di addossare lavori e perdite di tempo e soldi AGLI ALTRI, cosa darebbe in cambio?E nello specifico,CHI controlla le SUE operazioni FUORILEGGE!?Perche' non si deve mai scordare il passato e quello la dice lunga sulle politche da malaffare delle major.Perche' GLI ALTRI pretendono dalla gente cose che LORO STESSI poi non fanno?Comunque sono sempre arroccati nella loro maledetta fruizione A CONTROLLO COMPLETO e con leggi e prezzi A LORO USO E CONSUMO.Altro che legalita', trasparenza, prezzi congrui e gestione innovativa.Sono dei vecchi caproni che vogliono solo i soldi ANCHE SE NON LI MERITANO AFFATTO.Poporrei di accettare il controllo isp,ma NIENTE DISCONNESSIONE, al massimo rallentamento di banda.Poi pero' andiamo dalla RIAA e le facciamo 2 conti in tasca, potiamo i PARASSITI e promuoviamo i bonus per chi la musica o i film li crea veramente.Togliamo le vaccate delle rojalty eterne, livelliamo i compensi dei "giullari" che la devono finire di navigare nell'oro e piangere miseria.Magari, visti i soldi che sperperano i vaccte indegne, potremmo massacrarli di tasse.vistoche siamo pure sempre a corto di denari, prendiamoli un po da chi ne ha ben oltre il DIGNITOSO...
    • Stein Franken scrive:
      Re: E LORO?Chi li controlla?
      Sono sicuro che le persone interessate leggeranno il tuo messaggio, qui su P.I., e cambieranno idea, portando pace e prosperità a questo mondo.
      • Ricky scrive:
        Re: E LORO?Chi li controlla?
        Gia', avranno le orecchie a punta e gli occhi amandorlati.Ma se gli italiani hanno creduto al Berluscao, credo che si possa credere a qualsiasi cosa... :)
        • Pablito scrive:
          Re: E LORO?Chi li controlla?
          - Scritto da: Ricky
          Gia', avranno le orecchie a punta e gli occhi
          amandorlati.
          Ma se gli italiani hanno creduto al Berluscao,
          credo che si possa credere a qualsiasi cosa...
          :) Bravo Ricky
  • Funz scrive:
    Giustizia privata
    Indagini private, accuse private, giudizi privati, condanne private, pene private....Facciamo a pezzi lo stato di diritto per salvaguardare i profitti delle case discografiche. In che bel mondo di mer*a ci stiamo infilando. PS: Basta industria dell'intrattenimento (= spalatori di mer*a), torniamo all'Arte.
    • pabloski scrive:
      Re: Giustizia privata
      in una sola parola: Robocop :Dnon so se hai mai visto l'episodio in cui il CEO della OCP arriva al Comune di Detroit seguito dall'ufficiale giudiziario e pignorano il corpo di poliziamai film fu così profetico
  • vday scrive:
    Voglio proprio vedere!!!!!
    Se ci sarà qualche PROVIDER che fornirà gli indirizzi dei propri utenti!!!! E' sicuro che tutti quelli che saranno INCRIMINATI (DI CHE CRIMINE POI???? :|) DISDIRANNO IN MASSA ed il PROVIDER se la prenderà in quel posticino DOVE NON BATTE IL SOLE!!!!Forza PROVIDER fatevi sotto che LE ISCRIZIONI PER LA BLACKLIST SONO APERTE!!!! :p
    • BluEdoG scrive:
      Re: Voglio proprio vedere!!!!!
      - Scritto da: vday!
      Forza PROVIDER fatevi sotto che LE ISCRIZIONI PER
      LA BLACKLIST SONO
      APERTE!!!!Con la crisi mondiale niente di piu' facile che oltreoceano usciranno provider con la pubblicità "noi non collaboriamo con la riaa" giusto per guadagnare quote di mercato. E in questi periodi potrebbe fare la differenza tra fallimento e sopravvivenza.
      • scorpioprise scrive:
        Re: Voglio proprio vedere!!!!!
        Altro che sopravvivenza, un provider così li straccerebbe tutti. Ovvio, bisognerebbe fosse un provider sufficiente forte(vedi: sufficiente banda larga), ma farebbe le scarpe a tutti gli altri. Anche se costasse di più.
        • Get Real scrive:
          Re: Voglio proprio vedere!!!!!
          Quel provider verrebbe assediato legalmente e costretto a collaborare. Tutti vogliono il controllo, le multinazionali dell'intrattenimento e i governi. Contro un'alleanza simile non esiste speranza.Il futuro è una scarpa firmata che calpesta un volto umano per sempre.
    • RIC scrive:
      Re: Voglio proprio vedere!!!!!
      - Scritto da: vday
      Se ci sarà qualche PROVIDER che fornirà gli
      indirizzi dei propri utenti!!!!E' gia' successo. In che mondo vivi?
      E' sicuro che
      tutti quelli che saranno INCRIMINATI (DI CHE
      CRIMINE POI???? :|) DISDIRANNO IN MASSAQuando uno viene segnalato, il suo ultimo pensiero è disdire il contratto..prima si deve difendere in tribunale.
  • gabriella giudici scrive:
    Re: Non hanno speranze!
    Nonostante le indecisioni e le defezioni, gli ISP sono interessati da tempo a diventare i nodi strategici della rete, malgrado l'importanza del P2P. La posta in gioco è la possibilità di far circolare i dati a velocità diverse a seconda del tipo di utente, di contratto, di informazione. Se sull'onda del contrasto al P2P passeranno le misure di revisione dei protocolli, le telecom avranno solo da guadagnare (contratti con i fornitori di contenuti, raccolta pubblicitaria ...), non a caso ne discutono dal '93.
    • chojin scrive:
      Re: Non hanno speranze!
      - Scritto da: gabriella giudici
      Nonostante le indecisioni e le defezioni, gli ISP
      sono interessati da tempo a diventare i nodi
      strategici della rete, malgrado l'importanza del
      P2P.

      La posta in gioco è la possibilità di far
      circolare i dati a velocità diverse a seconda del
      tipo di utente, di contratto, di informazione. Se
      sull'onda del contrasto al P2P passeranno le
      misure di revisione dei protocolli, le telecom
      avranno solo da guadagnare (contratti con i
      fornitori di contenuti, raccolta pubblicitaria
      ...), non a caso ne discutono dal
      '93.Lo credono loro che guadagneranno. Il 90% dell'utenza passerà ad usare contratti a tempo limitandosi a 30-60 minuti di utilizzo giornaliero della rete. La connessione internet diverrà un lusso, il mercato crollerà.
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Non hanno speranze!
        - Scritto da: chojin
        - Scritto da: gabriella giudici

        Nonostante le indecisioni e le defezioni, gli
        ISP

        sono interessati da tempo a diventare i nodi

        strategici della rete, malgrado l'importanza del

        P2P.



        La posta in gioco è la possibilità di far

        circolare i dati a velocità diverse a seconda
        del

        tipo di utente, di contratto, di informazione.
        Se

        sull'onda del contrasto al P2P passeranno le

        misure di revisione dei protocolli, le telecom

        avranno solo da guadagnare (contratti con i

        fornitori di contenuti, raccolta pubblicitaria

        ...), non a caso ne discutono dal

        '93.

        Lo credono loro che guadagneranno. Il 90%
        dell'utenza passerà ad usare contratti a tempo
        limitandosi a 30-60 minuti di utilizzo
        giornaliero della rete.

        La connessione internet diverrà un lusso, il
        mercato
        crollerà.Esatto! Ma vedrai che rinsaviranno rapidamente, ci sarà sempre un ISP meno fesso degli altri che attenderà prima di uniformarsi a tali pratiche e quando tutti si accorgeranno dell'enorme incremento del numero di clienti di tale ISP in fuga dagli altri, non ci metteranno molto a fare dietrofront!Inoltre c'è un'altro aspetto sottovalutato, se verranno messe in pratica tali politiche di sorveglianza sui contenuti è chiaro che i protocolli di offuscamento criptazione ecc... diventeranno sempre più diffusi ed efficenti rendendo sempre più difficile capire che tipo di contenuti stiano transitando effettivamente, con possibili falsi positivi che potrebbero portare a cause risarcitorie contro gli ISP, da noi le class action ancora non ci sono, ma in USA ci sono eccome!
      • Get Real scrive:
        Re: Non hanno speranze!
        Tu dai per scontato che continueranno ad esistere i contratti a tempo, e che con la messa online di sempre più servizi la gente possa permettersi di rimanere sconnessa.Internet sta diventando un bene del quale NON si può più fare a meno, pena l'esclusione dal mondo del lavoro e degli affari. Gli ISP sfrutteranno questo punto a loro vantaggio imponendoci le condizioni che vorranno. Faranno cartello. Saremo alla loro mercè, per sempre.
  • Lemon scrive:
    La RIAA ha ragione, fanno bene
    perchè hanno il coltello dalla parte del manico, la legge dice che non puoi impossesarti di materiale protetto da copyright e loro faranno di tutto per impedirlo. Quello che bisogna fargli capire e che NOI NON VOGLIAMO i loro prodotti se hanno quei costi, ma è possibile che non ci arriviate? finchè scarichiamo gli diamo ragione, gli stiamo dicendo "il tuo prodotto mi interessa". Qualcuno potrebbe obbiettare che scaricando gli si dica "mi interessa ma non sono disposto a pagarlo quel prezzo", non è così invece, semplicemente perchè il P2P è una scorciatoia facile da prendere, è una banale scusa da scrocconi!! Se la musica ad esempio costasse 1 Euro a CD ci sarebbero ancora quello che scaricano perchè il ragionamento diventerebbe "ma si, perdono solo un euro" e via dicendo... basta, guardiamo in faccia la realtà e BOICOTTIAMO in toto queste aziende.Un'ultima cosa per chi dice "i provider sbagliano", "chiederemo i danni" ecc ecc... la domanda è: ma per prendere i pedofili o i pirati informatici o gli spammers e chi più ne ha più ne metta, va bene che i providers collaborino? o è solo se vanno contro i propri comodi che diventano dei nemici???
    • Nathaniel Hornblower scrive:
      Re: La RIAA ha ragione, fanno bene
      - Scritto da: Lemon
      Se la musica ad esempio
      costasse 1 Euro a CD ci sarebbero ancora quello
      che scaricano perchè il ragionamento diventerebbe
      "ma si, perdono solo un euro" e via dicendo...Se la musica costasse 1 Euro a CD, come farebbero le povere major a pagare 15 milioni di dollari ad ogni Spice Girl per la loro reunion? :D
      • Lemon scrive:
        Re: La RIAA ha ragione, fanno bene
        - Scritto da: Nathaniel Hornblower
        - Scritto da: Lemon

        Se la musica ad esempio

        costasse 1 Euro a CD ci sarebbero ancora quello

        che scaricano perchè il ragionamento
        diventerebbe

        "ma si, perdono solo un euro" e via dicendo...

        Se la musica costasse 1 Euro a CD, come farebbero
        le povere major a pagare 15 milioni di dollari ad
        ogni Spice Girl per la loro reunion?
        :DNon lo so, ma per quel che mi riguarda non ho mai avuto interesse per il gruppo in questione manco a gratis, quindi insisto: perchè scaricarla?
        • Nathaniel Hornblower scrive:
          Re: La RIAA ha ragione, fanno bene
          - Scritto da: Lemon
          - Scritto da: Nathaniel Hornblower

          - Scritto da: Lemon


          Se la musica ad esempio


          costasse 1 Euro a CD ci sarebbero ancora
          quello


          che scaricano perchè il ragionamento

          diventerebbe


          "ma si, perdono solo un euro" e via dicendo...



          Se la musica costasse 1 Euro a CD, come
          farebbero

          le povere major a pagare 15 milioni di dollari
          ad

          ogni Spice Girl per la loro reunion?

          :D

          Non lo so, ma per quel che mi riguarda non ho mai
          avuto interesse per il gruppo in questione manco
          a gratis, quindi insisto: perchè
          scaricarla?Appunto. Però devi tenere in conto che nel prezzo del CD di un artista che piace a te, ci sono anche i soldi per la reunion delle Spice, i milioni di dollari per 50 Cent, Madonna, Rihanna o Justine Timberlake...
          • Mr.Pink scrive:
            Re: La RIAA ha ragione, fanno bene
            Infatti hai ragione. Ma nessuno ascolta questi personaggi perchè bravi in assoluto ma proprio perchè sono famosi. Se proproni cose più belle di gente sconosciuta la gente non le vuole, preferisce i fenomeni mediatici e i fenomeni mediatici sono cari da costruire.
          • Lemon scrive:
            Re: La RIAA ha ragione, fanno bene

            Appunto. Però devi tenere in conto che nel prezzo
            del CD di un artista che piace a te, ci sono
            anche i soldi per la reunion delle Spice, i
            milioni di dollari per 50 Cent, Madonna, Rihanna
            o Justine
            Timberlake...Si, e non c'è altra soluzione che boicottare.
    • GoldenBoy scrive:
      Re: La RIAA ha ragione, fanno bene
      hai visto un programma su MTV delle star americane?Io si e mi faceva venire il vomito.Bambocci di 20 anni con piu di 50 milioni di dollari, con ville da decine di milioni...che spendono 300k dollari in anelli(!!!) e caravan da oltre il milione di dollari...Alla faccia della povertà eh?! Poi si lamentano e gridano alle guerre puniche se la gente non scarica i cd?!Per quanto mi riguarda, di quei pezzenti che ho visto, non comprerò mai e poi mai un cd o canzone(vabbè al 99% non l'avrei mai comprata perché fanno schifo), per gli altri idem con patate...questo mondo della musica ha rotto le pelotas, è ora di darci un taglio e di ridimensionarsi...ma questo sarebbe poi anche di tanti altri sistemi, come il calcio ad esempio(pagati milioni di euro per calciare una palla di pezza, bah, e la gente ci guarda pure).Ma so che è impossibile, ci vorrebbe un fenomeno simile a "ultimatum alla terra"...e forse manco quello...
      • Lemon scrive:
        Re: La RIAA ha ragione, fanno bene
        - Scritto da: GoldenBoy
        hai visto un programma su MTV delle star
        americane?
        Io si e mi faceva venire il vomito.
        Bambocci di 20 anni con piu di 50 milioni di
        dollari, con ville da decine di milioni...che
        spendono 300k dollari in anelli(!!!) e caravan da
        oltre il milione di
        dollari...
        Alla faccia della povertà eh?! Poi si lamentano e
        gridano alle guerre puniche se la gente non
        scarica i
        cd?!
        Per quanto mi riguarda, di quei pezzenti che ho
        visto, non comprerò mai e poi mai un cd o
        canzone(vabbè al 99% non l'avrei mai comprata
        perché fanno schifo), per gli altri idem con
        patate...questo mondo della musica ha rotto le
        pelotas, è ora di darci un taglio e di
        ridimensionarsi...ma questo sarebbe poi anche di
        tanti altri sistemi, come il calcio ad
        esempio(pagati milioni di euro per calciare una
        palla di pezza, bah, e la gente ci guarda
        pure).Si ma è proprio quello il punto: se quella musica ti fa schifo perchè scaricarla? Metti anche che l'esigenza nasca da un'azione mediatica e commerciale e non sei tu a volere quel disco ma il figlio o nipote adolescente: bene, non comprarglielo! così magari impara ad ascoltare qualcosa di migliore, oppure si fa un lavoretto estivo o mi lava la macchina, gli dò la mancetta e si compra quello che vuole, almeno impara il valore dei soldi e come guadagnarseli. Se siamo in tanti a boicottare tutti questi personaggi milionari sena avere doti artistiche spariranno prima o poi.Poi c'è anche da dire che comunque, facciano schifo o meno, se hanno un loro pubblico è giusto che esistano, mi ricordo che da ragazzino quando con gli amici aspettavamo deejay television a casa della compagnetta di classe più carina, di quei gruppi non mi è rimasto niente ma delle esperienze, della spensieratezza, degli scherzi e delle amicizie si.
    • pabloski scrive:
      Re: La RIAA ha ragione, fanno bene
      mi dispace contraddirti ma hanno torto marciola violazione del diritto d'autore è un reato e va perseguita a norma di legge dalle organizzazioni preposte a tale compito non certo dalla RIAAla censura non è nè legale nè morale...il P2P e bittorrent possono essere usati per scopi perfettamente lecitidel resto non mi pare che si vada in giro a chiudere fabbriche di coltelli solo perchè là fuori c'è gente che li usa per uccidere
      • Lemon scrive:
        Re: La RIAA ha ragione, fanno bene
        - Scritto da: pabloski
        mi dispace contraddirti ma hanno torto marcio

        la violazione del diritto d'autore è un reato e
        va perseguita a norma di legge dalle
        organizzazioni preposte a tale compito non certo
        dalla
        RIAA

        la censura non è nè legale nè morale...il P2P e
        bittorrent possono essere usati per scopi
        perfettamente
        leciti

        del resto non mi pare che si vada in giro a
        chiudere fabbriche di coltelli solo perchè là
        fuori c'è gente che li usa per
        uccidereHai ragione ma hanno il coltello dalla parte del manico come ho scritto. Faranno presto (se già non l'hanno fatto) a fare accordi con gli organi di giustizia, pensa alla BSA che praticamente effettua i controlli accanto al finanziere. E il P2P siamo d'accordo che non è illegale di per sè, spero che verifichino prima se quello che passa è protetto da copyright o meno, mi sembrava scontato, mi sono perso qualcosa?In ogni caso rimango della mia idea: non scarichiamo e non compriamo fino a quando non soaranno in ginocchio, ma tu pensa che soddisfazione, adesso stanno a lamentarsi perchè la gente scarica, pensa se nessuno scaricasse più e questi si trovano i cinema vuoti o i cd invenduti... pensa che faccia che farebbero, non saprebbero più dove attaccarsi.
      • diritto de che scrive:
        Re: La RIAA ha ragione, fanno bene
        Lo chiamano diritto d'autore, ma è solo la classica foglia di fico.Molto più onesto parlare di copyright, che appartiene agli editori, invece,che spesso lo ottengono dall'autore per una miseria.Dicesi MISERIA.
    • Giggi Giggi scrive:
      Re: La RIAA ha ragione, fanno bene
      sono d'accordo con te al 100%, pero', come avrai avuto modo di notare, e come hai gia' scritto nel tuo post, molti che scaricano adesso scaricherebbero lo stesso anche se la roba costasse 1 euro, perche' la roba a gratis fa gola sempre e comunque e se non hai un briciolo di etica morale (la tanto sbandierata "questione morale") non ci sono santi e non si sono scuse: scarichi a sbafo lo stesso. Poi e' giusto tutto il resto: conoscenza libera blablabla, sono ricconi e c'hanno gia' un sacco di soldi blablabla, al rogo la SIAE blablabla, tutto giusto per carita' (specie il discorso sulla SIAE :-) ) ma cambierebbe qualcosa ? in Italia ? io non credo. "loro non cambiano, loro non vogliono cambiare!!" (cit)
  • Monsieur Duball scrive:
    Un giusta suluzione
    La soluzione americana (e anche quella francese) secondo me è giusta, evita il tribunale e ti avvisano prima che stai sbagliando (c'è ancora qualcuno che crede sia legale). E un loro diritto difendere i proprio interessi, e NOI TUTTI abbiamo il diritto di non acquistare CD,DVD,FILM etc etc qualora ci sembrino troppo cari. MA DOBBIAMO FARLO, e non parlare parlare per poi non concludere nulla. Se smettessimo di colpo di acquistare quei beni, le major dopo poco tempo dovrebbero scendere a patti, pena il fallimento. Stare senza acquistare CD,DVD etc per un pò di tempo non è un grosso sacrificio, ma porterebbe risultati eclatanti. Quindi forza!, PARTIAMO CON LO SCIOPERO DEL CD!!!
    • anonimo scrive:
      Re: Un giusta suluzione
      Io sono anni che non compro, ma non è servito a nulla. Così prima di natale ho comprato un lettore blu-ray e ora sto ordinando cofanetti a iosa.
    • chojin scrive:
      Re: Un giusta suluzione
      - Scritto da: Monsieur Duball
      La soluzione americana (e anche quella francese)
      secondo me è giusta, evita il tribunale e ti
      avvisano prima che stai sbagliando (c'è ancora
      qualcuno che crede sia legale). E un loro diritto
      difendere i proprio interessi, e NOI TUTTI
      abbiamo il diritto di non acquistare CD,DVD,FILM
      etc etc qualora ci sembrino troppo cari. MA
      DOBBIAMO FARLO, e non parlare parlare per poi non
      concludere nulla. Se smettessimo di colpo di
      acquistare quei beni, le major dopo poco tempo
      dovrebbero scendere a patti, pena il fallimento.
      Stare senza acquistare CD,DVD etc per un pò di
      tempo non è un grosso sacrificio, ma porterebbe
      risultati eclatanti. Quindi forza!, PARTIAMO CON
      LO SCIOPERO DEL
      CD!!!Ma che stai dicendo? Soluzione giusta ? E certo che se associazioni di avvocati e markettari sedicenti protettori di adepti dell'industria si sostituiscono agli organi di polizia e giustizia, ai politici ed ai tribunali e se li controllano per loro comodo contro i cittadini ... per te è un fattore di democrazia ? Che differenza c'è rispetto alla nascita del nazismo? O ai regimi comunisti? Nessuna!
      • jobb scrive:
        Re: Un giusta suluzione
        e invece ti sembra giusto che io lavoro 15 ore al giorno e produco software e per colpa di qualche demente ci rimetto i guadagni....ma la volete capire o no che e' illegale copiare e diffondere materiale protetto da copyright....perche ' non ve lo fanno a voi col vostro lavoro se no poi vedete che vi girerebbero alquanto.io personalmente perche' sono un moderato sarei per l amputazione di tutte le dita dei piedi e delle mani per chi copia...ma si sa in italia copiate tutto dal compito a scuola alle false patenti etc etc...si sta diffondendo la condivisione per il bene dell umanita' ma andate a lavorare e se le cose le volete o ve le comprate o ve le fate da soli senza rubarle dagli altri...non c e' alcuna differenza fra i ladri e chi copia materiale commerciale...sempre ladri sono. grazie per gli insulti anticipatamente(conosco i miei polli ossia voi sharers)
        • Enrico204 scrive:
          Re: Un giusta suluzione
          - Scritto da: jobb
          e invece ti sembra giusto che io lavoro 15 ore al
          giorno e produco software e per colpa di qualche
          demente ci rimetto i guadagni....ma la volete
          capire o no che e' illegale copiare e diffondere
          materiale protetto da copyright....perche ' non
          ve lo fanno a voi col vostro lavoro se no poi
          vedete che vi girerebbero
          alquanto.
          io personalmente perche' sono un moderato sarei
          per l amputazione di tutte le dita dei piedi e
          delle mani per chi copia...ma si sa in italia
          copiate tutto dal compito a scuola alle false
          patenti etc etc...si sta diffondendo la
          condivisione per il bene dell umanita' ma andate
          a lavorare e se le cose le volete o ve le
          comprate o ve le fate da soli senza rubarle dagli
          altri...non c e' alcuna differenza fra i ladri e
          chi copia materiale commerciale...sempre ladri
          sono. grazie per gli insulti
          anticipatamente(conosco i miei polli ossia voi
          sharers)Ehi, si sta parlando di musica, non di software.E oltretutto, se i prezzi del tuo software non sono abbordabili da tutti, vuol dire che o vuoi guadagnarci troppo, oppure il tuo software l'hai fatto spendendo troppo. Oppure che non è per tutti.Chi lo userà per lavoro, sicuramente comprerà la licenza del software da te, e si farà fare assistenza, perché un'azienda vuole un prodotto *funzionante*.Enrico
        • scorpioprise scrive:
          Re: Un giusta suluzione
          Scusa, ma se lavori 15 ore al giorno non so che qualità abbia il tuo software... io che lo faccio 8 ore già non viene quello splendore perché a fine orario sono molto stanco, quindi, IMHO, cambia regime perché ci schiatti.Detto questo, se ti stipendiano allora non ti pagano per le ore ma per il progetto. quindi prenditela comoda.Se sei libero professionista non puoi nemmeno pretendere di avere grandi cifre: mai visto uno sviluppatore DA SOLO che riesce a fare un SW degno di pubblicazione a cifre superiori a 39$/la licenza....
        • ruppolo scrive:
          Re: Un giusta suluzione
          - Scritto da: jobb
          e invece ti sembra giusto che io lavoro 15 ore al
          giorno e produco software e per colpa di qualche
          demente ci rimetto i guadagni...Consiglio: sviluppa per iPhone. Lì i "dementi" sono tagliati fuori. E poi è la piattaforma del momento, in decollo verticale. In bocca al lupo.
    • Marvho scrive:
      Re: Un giusta suluzione
      un nome ... una garanzia. :
    • iRoby scrive:
      Re: Un giusta suluzione
      NI, no e si...Se da un lato finiranno le denunce alla 'ndo cojo cojo, dall'altra invece che riformare il sistema di distribuzione, al reimpastarsi e reinventarsi il business nell'era di Internet, siamo ancora alla repressione.Una repressione morbida forse, dove tramite l'ISP vieni minacciato di rallentamenti e/o disconnessioni, ma sempre repressione è.
    • jack scrive:
      Re: Un giusta suluzione
      - Scritto da: Monsieur Duball
      La soluzione americana (e anche quella francese)
      secondo me è giusta, evita il tribunale e ti
      avvisano prima che stai sbagliando (c'è ancora
      qualcuno che crede sia legale). E un loro diritto
      difendere i proprio interessi, e NOI TUTTI
      abbiamo il diritto di non acquistare CD,DVD,FILM
      etc etc qualora ci sembrino troppo cari. MA
      DOBBIAMO FARLO, e non parlare parlare per poi non
      concludere nulla. Se smettessimo di colpo di
      acquistare quei beni, le major dopo poco tempo
      dovrebbero scendere a patti, pena il fallimento.
      Stare senza acquistare CD,DVD etc per un pò di
      tempo non è un grosso sacrificio, ma porterebbe
      risultati eclatanti. Quindi forza!, PARTIAMO CON
      LO SCIOPERO DELPerchè fino ad oggi cosa avete fatto? Il vostro sciopero non lo sentirà nessuno perchè ripristinare la legalità sarà solo salute per il mercato cd/dvd e voi che grazie al rubare da internet avete sempre boicottato gli acquisti sarete obbligato ad acquistare... Il mio parere personale è solo uno: Tutti voi che pretendete gratis queste cose siete solo dei bambini viziati e basta!!!
      CD!!!
      • Enrico204 scrive:
        Re: Un giusta suluzione
        - Scritto da: jack
        Tutti voi che pretendete
        gratis queste cose siete solo dei bambini viziati
        e
        basta!!!Tu pagheresti un CD con UNA canzone che ti piace, 50 euro? Io no. Con 50 euro voglio l'autorizzazione a farci quello che mi pare con quelle 12 tracce, incluso metterle in filmati che poi distribuisco.Enrico
        • jack scrive:
          Re: Un giusta suluzione
          - Scritto da: Enrico204
          - Scritto da: jack

          Tutti voi che pretendete

          gratis queste cose siete solo dei bambini
          viziati

          e

          basta!!!

          Tu pagheresti un CD con UNA canzone che ti piace,
          50 euro? Io no. Con 50 euro voglio
          l'autorizzazione a farci quello che mi pare con
          quelle 12 tracce, incluso metterle in filmati che
          poi
          distribuisco.

          EnricoMa tu prima di scrivere metti in moto il cervello oppure hai finito la benzina? Dimmi dove pagheresti un cd 50 euro? Ne ho sentite troppe ultimamente!! solo cazzate.
    • Daniel Jackson scrive:
      Re: Un giusta suluzione
      - Scritto da: Monsieur Duball
      La soluzione americana (e anche quella francese)
      secondo me è giusta, evita il tribunale e ti
      avvisano prima che stai sbagliando (c'è ancoraSono sicuro che post come questi provengono da parti in causa.No comunque questa soluzione è illegale e in molti Stati di diritto incostituzionale.
      • Monsieur Duball scrive:
        Re: Un giusta suluzione
        - Scritto da: Daniel Jackson
        - Scritto da: Monsieur Duball

        La soluzione americana (e anche quella francese)

        secondo me è giusta, evita il tribunale e ti

        avvisano prima che stai sbagliando (c'è ancora

        Sono sicuro che post come questi provengono da
        parti in
        causa.

        No comunque questa soluzione è illegale e in
        molti Stati di diritto
        incostituzionale.Dovevo fare una premessa, non ho alcun interesse personale sulla questione. Ribadisco il concetto, ad esempio se mi piace un vestito e secondo me costa troppo, semplicemente non lo prendo, non aprofitto di questa scusa per rubarlo. Se nessuno compra quel capo lo dovranno per forza ridurre di prezzo. Ora è vero che nessuno ha il diritto di togliermi la connessione, ma se devo scegliere tra questo è un tribunale, preferisco di gran lunga la disconnessione forzata. Concludendo STOP agli acquisti (ma anche al download) di CD DVD etc etc, questo è l'unico metodo (legale) per far valere i nostri diritti
  • Comunardo scrive:
    Situazione assurda
    Il successo dell'Phone e' e sara' sempre piu' decretato dal poter scaricare applicazioni a prezzi irrisori.Questa e' l'unica strada per eliminare la pirateria. Chi si prenderebbe la briga di cercare copie di materiale venduto a 1, 2 euro? Praticamente tutto il mondo smetterebbe di utilizzare copie illegali.... Scaricando direttamente dalla rete non ci sono neppure piu' i costi dei supporti e le confezioni.Mi chiedo qual'e' il motivo per cui non viene applicata questa semplice regola...Nei negozi trovi giochi a 50,60 euro e oltre, quando in rete sono disponibili gratis. Anche Padre Pio scaricherebbe la copia...
    • mrwhite75 scrive:
      Re: Situazione assurda
      Sono perfettamente d'accordo con te, è tutta un aquestione di prezzi, che a giudicare dall'articolo la RIAA non prende minimamente in considerazione, francamente non ne capisco il motivo, forse credono che la gente lo faccia per fargli un torto?Quoto appieno il discorso dei prezzi popolari specie su materiale scaricato legalmente in cui è presente solo l'"informazione" niente carta niente palstica etc. Credo che a tutti piaccia entrare nei negozi e acquistare cd e dvd piuttosto che scaricare la roba da internet, il fatto è che nn sempre è possibile. Per tornare al cambio di politica utilizzando gli ISP, mi è venuto il dubbio che non sia uno spostamento di fondi, nel senso anzichè spendere in processi e questioni legali magari spostano i fondi agli ISP nella speranza che riescano a dissuadere "meglio" gli utenti. Ad ogni modo credo sia una politica totalmente sbagliata a priori, e spero che gli ISP non si facciano piegare, o almeno non del tutto!
    • BluEdoG scrive:
      Re: Situazione assurda
      - Scritto da: Comunardo
      Nei negozi trovi giochi a 50,60 euro e oltre,
      quando in rete sono disponibili gratis. AncheAnche nei videogames ci sono parecchi esempi di successo (digital delivery o store tradizionale) dove vengono venduti a prezzi giusti. E' interessante notare come i prezzi dei videogiochi per PC siano mediamente molto piu' bassi delle console, che sono meno piratate. Questo significa che se non ci fosse lo spauracchio del P2P per le aziende, ci andrebbero giù pesante con i listini.
    • Stein Franken scrive:
      Re: Situazione assurda
      Non hai fatto un bell'esempio.L'iPhone di suo costa un botto.
      • OldDog scrive:
        Re: Situazione assurda
        - Scritto da: Stein Franken
        Non hai fatto un bell'esempio.

        L'iPhone di suo costa un botto.Il costo del dispositivo non è nell'equazione, altrimenti dovremmo conteggiare il costo di un PC abbastanza prestante da reggere i game "best seller".E' il modello di business delle console che è basato su di un costo contenuto (anche sottocosto) dell'hw e un margine abbondante quanto vogliono su accessori e giochi.Resta l'evidenza che, ogni volta che il mercato ha accettato di passare a dispositivi (in quel momento) meno piratabili, i produttori e distributori hanno ringraziato alzando i prezzi... Chi ha qualche anno di mestiere ricorderà il passaggio da Floppy a CD e poi DVD Rom, dal nastro musicale al DVD audio, dalla VHS al DVD video, dal DVD al Blue-Ray: i costi erano sempre maggiori con il nuovo dispositivo (perché avevano rimasterizzato, aggiunto contenuti, dovevano ammortizzare i costi, le cavallette, mio Dio le cavallette! * ).(*) Cfr. The Blues Brothers movie.
      • Wolf01 scrive:
        Re: Situazione assurda
        Non ha fatto un bell'esempio, ma non per il costo dell'iphone quanto per quello che vendono a 0.99 che è fuffa al 99% dei casi (iAccendino, iBirra, iStocazzo...)
  • Spiderman scrive:
    Rallentano la banda per punizione??
    Cioe', fatemi capire..... Rallentano la banda per punizione??ma lol.... piu lenta di cosi non so se ce la fanno... , magari approfittano e la sfruttano per evitare di ampliare le loro strutture... limitano un po di migliaia di utenti a caso dicendo che scaricano mp3 e ... track! PIU BANDA PER TUTTI! NUOVE OFFERTE A 100 MBIT!!!Cmq ormai e' fatta, tra un po ci saranno gli sportelli come all' ACI, vai li con qualche euro e un numero ip e loro ti danno un nome... e poi gli suoni a casa :O
  • AxAx scrive:
    Quanto di più illegale possibile
    Penso che se negli USA li beccano a ridurre la banda su semplice richiesta di terzi, con una causa lasciano l'isp senza un dollaro.
  • riddler scrive:
    Logica corporativa
    "La tattica dell'industria, spiega Sherman, si è dimostrata efficace: la netta crescita del download legale, a parere del presidente della RIAA, non sarebbe imputabile a offerte di qualità proposte agli utenti, ma sarebbe stata innescata dalla paura di venire colti in fallo."A me sembra che stiano applicando la tipica logica corporativa al resto del mondo, come se tutti pensassero ed agissero in base al profitto, senza alcuna altra considerazione.
  • Nertes scrive:
    Piuttosto che abbasare i prezzi...
    Piuttosto che abbassare i prezzi questi tagliano la connessione a random ai cittadiniCome ad un supermercato dalle mie parti: piuttosto che abbasare i prezzi lasciano marcire sui banconi della frutta da 2,5 /kg, perchè nessuno a quei prezzi la compraCon che precisione di "beccare" quelli giusti poi... E quali prove poiTra ip dinamici x cui alle volte bastano pochi secondi per farsene attribuire uno nuovo, gente e società che usano il p2p per scambio legale di dati non coperti da diritto, protocolli simili, ISP che devono aprire i pacchetti e sniffare o guardare che c'è dentro, x poi, processi sommari
    • Stein Franken scrive:
      Re: Piuttosto che abbasare i prezzi...
      Sull`IP dinamico ti sbagli.Anche se cambiasse ogni secondo, l'ISP ha traccia di chi si è collegato in quel momento.Ergo, ti beccano comunque senza problemi.
  • yapenguinus er scrive:
    Proposte..
    Ma, come sottolineato nell'articolo, si inventassero qualcosa di decente, cercassero di svecchiare l'industria..Probabilmente fa più comodo e fa più gola sodomizzare gli utenti che si piegano e pagano quando scoperti piuttosto che investire qualche quattrino..La realtà è come per altri settori, troppa gente mangia sul lavoro degli altri proponendosi solo come tramite. Dubito che i piccoli artisti ci mettano la faccia su queste incursioni e dubito tantomeno che ci guadagnino qualcosa.Sono li che cercano in ogni modo di raggranellare spiccioli mediante estorsioni e minacce, tanto loro si nascondono dietro ad un logo.. non ci rimettono niente a farlo. Non è che tutelano gli interessi dei loro protetti, tutelano gli interessi del canale perchè la riaa non è una casa discografica ma l'unione delle case discografiche.. dunque si allunga la catena dei commensali..è triste, veramente triste
  • Pinco Pallino qualsiasi scrive:
    Giudice e Giuria
    Così RIAA non passa più per i tribunali, ma si erige essa stessa a giudice e giuria.Dal momento che è stato dimostrato che l'IP da solo non è sufficiente per provare che sia stato perpetrato un crimine, se in passato gli innocenti potevano venir assolti in tribunale, adesso saranno invece "condannati" dalla RIAA e dal provider e si vedranno rallentare o staccare la connessione.A questo punto immagino cause miliardarie di risarcimento danni promosse da utenti innocenti nei confronti della RIAA e del proprio provider...
    • Balanzone scrive:
      Re: Giudice e Giuria
      - Scritto da: Pinco Pallino qualsiasi
      A questo punto immagino cause miliardarie di risarcimento ROTFL:-)))))))
      • Pinco Pallino qualsiasi scrive:
        Re: Giudice e Giuria
        - Scritto da: Balanzone
        - Scritto da: Pinco Pallino qualsiasi


        A questo punto immagino cause miliardarie di
        risarcimento


        ROTFL:-)))))))Ricorda che la notizia riguarda gli USA, non l'Italia.Immagina che venga disconnesso un utente che usa Internet per lavorare, e che non abbia scaricato niente coperto da copyright. Per la RIAA e il suo provider ci sarebbe poco da ridere.
      • noncapisco scrive:
        Re: Giudice e Giuria
        - Scritto da: Balanzone
        - Scritto da: Pinco Pallino qualsiasi


        A questo punto immagino cause miliardarie di
        risarcimento


        ROTFL:-)))))))parliamo di usa, li le class action di N consumatori che fanno il culo a strisce alla grossa corporation di turno, sono all'ordine del giorno
        • Fra scrive:
          Re: Giudice e Giuria
          io non vedo l'ora che comincino a bruciarvi tutti i cd di dragonball, rihanna e friends. E poi vi disconnettano ogni fottuto computer collegato al cavo.
  • Nathaniel Hornblower scrive:
    Intanto in Italia...
    ...rimane sempre reato penale.
  • Guybrush scrive:
    La vignetta...
    ...lo so, e' OT, ma e' veramente bella.Sottile umorismo, satira salace e messaggio ben chiaro per chiunque abbia rosicato almeno una volta nella vita e fatto una partita a Risiko (le due cose sono estremamente collegate, specie se attacchi con tre uno e il difensore ottiene tre sei).Complimenti: e' una delle migliori apparse sul punto informatico da sempre.GT
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: La vignetta...
      - Scritto da: Guybrush
      Complimenti: e' una delle migliori apparse sul
      punto informatico da
      sempre.
      GTsei un buono, buon Natale ;)Sarà che le notizie scritte da Gaia mi ispirano di più? :Pzin zin zin (violini natalizi) LucaSps - e poi in questi casi meglio scherzarci su, la notizia sembra quasi la descrizione dell'ouverture di nuove strategie, ed altri turni di RosiKo ! ;)
      • iRoby scrive:
        Re: La vignetta...
        - Scritto da: Luca Schiavoni
        Sarà che le notizie scritte da Gaia mi ispirano
        di più?
        :PNon oso immaginare come saranno quelle per le notizie di Vincenzo Gentile!! :P
  • 0verture scrive:
    E quando con i provider falliranno ?
    Quando esagereranno pure qua e gli utenti segati faranno il culo a strisce ai fornitori di connettività cosa succederà ?RIAA farà accordi direttamente con la mafia per spedire uomini di rispetto ai singoli indirizzi ?
    • msdead scrive:
      Re: E quando con i provider falliranno ?
      Quando i provider e loro falliranno noi utenti ce la rideremo...Per me sono solo dei dittatori...neanche ci provano a guadagnare attraverso il P2P...ma lasciamo che i due piccioni muoiano, mentre la fava se la gode.
      • Get Real scrive:
        Re: E quando con i provider falliranno ?
        - Scritto da: msdead
        Quando i provider e loro falliranno noi utenti ce
        la
        rideremo...
        Non succederà. Una parola: BAILOUT!Credi veramente che i governi lasceranno morire la gallina dalle uova d'oro? Prenderanno i soldi dalle vostre tasche per foraggiarli e a chi si oppone, manganellate.
  • francososo scrive:
    il binomio Rosiko - Riaa è azzeccato!
    il binomio Rosiko - Riaa è azzeccato al 100% ! Oltreoceano sono sicuro che ci sarà qualche piccolo provider , sì che per motivi economici e legali verrà a patti con la Riaa !Ma saranno tutti costretti o ci saranno quelli grossi che faranno voce grossa ? (newbie)
Chiudi i commenti