Legale l'esportazione di Windows Vista

La Corte Suprema degli Stati Uniti respinge il ricorso di AT&T e Microsoft può tirare un sospiro di sollievo. Il caso avrebbe potuto avere un enorme impatto per le attività internazionali del big di Redmond

Washington (USA) – Il massimo tribunale statunitense ha dato ragione a Microsoft in un caso clamoroso sollevato da AT&T, secondo cui l’esportazione di Windows Vista e di alcuni dei suoi componenti, che fanno riferimento a brevetti AT&T, è illegale. Non la pensa così la Corte Suprema, secondo cui l’export è del tutto legittimo.

La sentenza smonta la tesi di AT&T, secondo cui alcuni codec audio compresi in Windows le appartengono, una realtà già ammessa da Microsoft, e possono essere venduti solo all’interno degli Stati Uniti. La Corte ha infatti accolto la tesi del gigante di Redmond, secondo cui non esporta componenti in quanto le copie di Windows vendute fuori dai confini USA sono duplicate all’estero e dunque non possono rientrare come tali nelle misure sui brevetti in vigore negli Stati Uniti.

il logo dell'OS In particolare i componenti in questione, secondo la Corte, non sono le singole porzioni di Windows, ma Windows nel suo complesso, copie che non sono fornite da Microsoft ma riprodotte e distribuite dai partner internazionali dell’azienda.

I massimi giudici ammettono che in questo modo si evidenzia un buco normativo che consentirebbe, in astratto, l’esportazione di tecnologie brevettate negli States senza il pagamento di royalty specifiche per ogni “copia”, ma sottolineano come della questione debba occuparsi il Congresso sul piano legislativo.

Chi sperava che la Corte avrebbe preso in considerazione il controverso sistema dei brevetti sul software negli USA nel suo complesso è rimasto deluso: il giudizio si riferisce in modo molto specifico al caso sollevato da AT&T e non sembra essere destinato ad avere altri effetti, se non quello, come accennato, di spingere il Congresso ad introdurre una maggiore “specificità” nell’attuale disciplina sui brevetti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mario gentigli scrive:
    commento abolizione bollino
    Sarebbe fatta giustizia, di questa eterna vessazione. deve sussistere solo il costo dei diritti d'autore, che mi sembra legittimo, applicati ai vari cd audiocassette e dvd, ma il non giustificato bollino, va abolito anche perchè, se qualcuno ricorda, qualche anno fa, lo stato Italiano, introdusse un aumento sull'acquisto dei supporti vergini(cd/dvd/audio/videocassette), per contrastare la duplicazione privata (o abusiva), quindi facendo pagare a monte già tale diritto, sarebbe automatica la scomparsa del superfluo bollino.
  • Anonimo scrive:
    Un mito
    Questo avvocato e' davvero un mito. C'e' da fargli una statua!
  • Bisco scrive:
    SIAE = morte di ogni diritto
    La SIAE deve scomparire. Non ha più diritto di esistere e con lei il concetto di copyright deve essere rivisto.La tassa sui cd e dvd che ha fatto collassare la produzione di supporti per produttori italiano come waitec, dove la mettiamo?Quando la restituirà la SIAE, visto che la motivazione ufficiale era combattere la pirateria e invece non è cambiato, fortunatamente, nulla?Produttori, unitevi e richiedete i soldi tramite la commissione europea. Prendete esempio da Andrea D'Ambra e dalla storia dei costi di ricarica. Fate una petizione!!!!Possibile che debba dirlo un consumatore?
  • Anonimo scrive:
    La SIAE domina
    La SIAE vi protegge da se stessa!!! :@Dare i vostri risparmi alla SIAE e' una prassi D A S E M P R E E S I S T E N T E I N I T A L I A ! ! ! ! ! ! P A G A T E!!!!P A G A T E!!!!P A G A T E!!!! Miserabili!!!
  • Anonimo scrive:
    La MAFIA è un CANCRO
    La SIAE anche!!
  • Anonimo scrive:
    restituzione
    [...]Se la Corte di Giustizia accogliesse le tesi formulate dalla difesa dell'imputato e dalla Commissione delle Comunità europee, si potrebbe giungere alla scomparsa del bollino SIAE ed all'annullamento delle norme italiane in materia[...]... e la SIAE dovrebbe restituire i soldi dei bollini fin qui incamerati.
    • Anonimo scrive:
      Re: restituzione
      e se domani il mitico Bersani ci fornisse della agognata legge sulla class action, si potrebbe ipotizzare un mega rimborso danni anche per coloro che hanno subito danni da denunce e/o procedimenti penali e non solo a seguito della "applicazione" di conformità bollinara tutta italiana?se si io mi prenoto
    • Anonimo scrive:
      Re: restituzione

      ... e la SIAE dovrebbe restituire i soldi dei
      bollini fin qui
      incamerati.Sparizione del bollino, mica della tassa sul diritto d'autoreIl diritto d'autore esiste in tutta europa, e nessuno ha mai parlato di eliminarlo, in questo caso il problema nasce dal fatto che le normative europee al riguardo vietano la doppia tassazione dello stesso bene e la normativa italiana sul bollino è invece una regola di implementazione tecnica che viola questo principio, in quanto se come nel caso citato io ho pagato l'equivalente siae tedesca non devo più pagarla una seconda volta in italia, invece con la regola dell'obbligo del bollino mi trovo costretto a ripagarla, incorrendo in una doppia tassazione
      • Anonimo scrive:
        Re: restituzione
        - Scritto da:


        ... e la SIAE dovrebbe restituire i soldi dei

        bollini fin qui

        incamerati.


        Sparizione del bollino, mica della tassa sul
        diritto
        d'autore
        Il diritto d'autore esiste in tutta europa, e
        nessuno ha mai parlato di eliminarlo, in questo
        caso il problema nasce dal fatto che le normative
        europee al riguardo vietano la doppia tassazione
        dello stesso bene e la normativa italiana sul
        bollino è invece una regola di implementazione
        tecnica che viola questo principio, in quanto se
        come nel caso citato io ho pagato l'equivalente
        siae tedesca non devo più pagarla una seconda
        volta in italia, invece con la regola
        dell'obbligo del bollino mi trovo costretto a
        ripagarla, incorrendo in una doppia
        tassazioneQuindi di fatto avendo pagato una doppia tassazione ho diritto al rimborso di quanto ingiustamente versato...
  • Anonimo scrive:
    la mafia è una prassi sempre esistita
    La mafia di cosa nostra esiste dal 1860http://scuole.monet.modena.it/ipcorni/mafia/stocn0.htmCrediamo sia ora di legalizzarla.f.toUfficio Legale S.I.A.E.
  • MeX scrive:
    ....dove sono?
    quelli che "la comunità europea è il male assoluto" quando si parlava di P2P?Ora invece tutti ineggiano perchè va a toccare la siae... coerenza 0!
  • Anonimo scrive:
    Rimborso
    Ovviamente se risulta un balzello illegale vogliamo subito il rimborso con interessi!Così la Siae la pianta di imporre le sue tasse per i loro facoltosi soci (una volta anche artisti) che hanno già troppo da mangiare.W:-}
    • Anonimo scrive:
      Re: Rimborso
      - Scritto da:
      Ovviamente se risulta un balzello illegale
      vogliamo subito il rimborso con
      interessi!

      Così la Siae la pianta di imporre le sue tasse
      per i loro facoltosi soci (una volta anche
      artisti) che hanno già troppo da
      mangiare.

      W:-}No, la sentenza è contro una doppia tassazione, quei cd avevano già pagato l'equivalente della siae tedesca e veniva richiesto di pagare anche quella italiana.
      • Anonimo scrive:
        Re: Rimborso
        nonono ti stai proprio sbagliando. Da una parte ci sono motivazioni serie legate alla concorrenza e al vero e proprio dazio, dall'altra c'è una questione di regola tecnica che l'Italia non ha mai richiesto. Il bollino è illegale ancor prima, da un punto di vista procedurale.
        • Anonimo scrive:
          Re: Rimborso
          - Scritto da:
          nonono ti stai proprio sbagliando. Da una parte
          ci sono motivazioni serie legate alla concorrenza
          e al vero e proprio dazio, dall'altra c'è una
          questione di regola tecnica che l'Italia non ha
          mai richiesto. Il bollino è illegale ancor prima,
          da un punto di vista
          procedurale.Non mi sembra che sia così, il "dazio" anche se di "dazio" non si tratta sul diritto d'autore esiste in tutta europa, e nessuno ha mai parlato di eliminarlo, in questo caso il problema nasce dal fatto che le normative europee al riguardo vietano la doppia tassazione dello stesso bene e la normativa italiana sul bollino è invece una regola di implementazione tecnica che viola questo principio, in quanto se come nel caso citato io ho pagato l'equivalente siae tedesca non devo più pagarla una seconda volta in italia, invece con la regola dell'obbligo del bollino mi trovo costretto a ripagarla, incorrendo in una doppia tassazione.
  • Anonimo scrive:
    una prassi da sempre esistente in Italia
    In neretto ma questo non significa che sia legale !!!almeno Moralmente visto che e un inutile Gabellache ingrassa le casse di una societa privata.
    • Anonimo scrive:
      Re: una prassi da sempre esistente in It
      Era quello su cui mi stavo soffermando anch'io;e' assurdo che un'attivita' diventi legale perche' viene effettuata da tempo o vogliamo sconvolgere le regole dell'evoluzione?Mi sembra che i legali Siae siano talmente in torto marcio che e' incredibile che arrivino a tirare fuori affermazione del genere che stravolgono qualsiasi diritto...
      • baronz scrive:
        Re: una prassi da sempre esistente in It
        Se hanno ragione loro allora anche copiare CD è legale perchè viene fatto da quando c'è il bollino SIAE ;)(rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 maggio 2007 10.13-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: una prassi da sempre esistente in It
          Modificato dall' autore il 03 maggio 2007 10.13
          --------------------------------------------------No da quando ci sono i CD (rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: una prassi da sempre esistente in It
      - Scritto da:
      In neretto ma questo non significa che sia legale
      !!!
      almeno Moralmente visto che e un inutile Gabella
      che ingrassa le casse di una societa privata. In Italia e' prassi comune passare i limiti di velocita' stradale.Al sud e' prassi comune e di luuuunga tradizione il pagare il pizzo alle varie mafie per non vedersi distrutta l'attivita' commerciale.La legge dovrebbe limitarsi a fotografare questi stati di fatto.Almeno stando ai legali SIAE.Allora facciamo cosi': per un anno nessuno paghi il canone rai, cosi' diventa uno stato di fatto e la legge dovra' prenderne atto e legalizzarlo di conseguenza.k1
  • ufo1 scrive:
    Scettico
    Apparentemente pare, una mossa intrisa di buon senso ed ispirata.Ma non posso fare a meno di notare che molte delle anteriori proposte analoghe, hanno avuto risvolti opposti a quanto comunemente ci si aspettava.Effettivamente in questo ma anche negli altri casi, la logica stride con quanto imposto e con ciò che è coerente. Però a seguito di una correzione di legge, arrivano immancabili le successive implementazioni che rendono la gabella peggiore di quanto fosse all'inizio, con la differenza che è spiegata in modo più sensato.Mi aspetto rassegnato, ad una riformulazione di quant'ora in auge per sfociare magari, su l'imposizione di cofanetti di vendita "omologati" (per la nostra sicurezza ovviamente).Solo che, non più ristretto ad uno stato ma allargato all'unione europea. :s
  • Anonimo scrive:
    Ma esattamente quale sarebbe lo scopo
    Di questi bollini ?Stabilire che un prodotto è originale e autorizzato dal suo autore e/o distributore ?E dove sta scritto che questo/i individuo/i non può/possono fornire la sua/loro autorizzazione senza l'avallo del bollino ?Prendiamo ad esempio i CD di linux che sono distribuiti sotto GPL o una qualunque opera in CC.All'estero non è raro trovare shop online specializzati nella vendita di CD di distribuzioni per chi non possa godere della banda larga ma da noi una cosa così potrebbe avere un futuro senza pagare il pizzo alla siae (perchè di pizzo stiamo parlando nel caso specifico) ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma esattamente quale sarebbe lo scop
      - Scritto da:
      Di questi bollini ?
      Stabilire che un prodotto è originale e
      autorizzato dal suo autore e/o distributore
      ?
      E dove sta scritto che questo/i individuo/i non
      può/possono fornire la sua/loro autorizzazione
      senza l'avallo del bollino
      ?
      Prendiamo ad esempio i CD di linux che sono
      distribuiti sotto GPL o una qualunque opera in
      CC.
      All'estero non è raro trovare shop online
      specializzati nella vendita di CD di
      distribuzioni per chi non possa godere della
      banda larga ma da noi una cosa così potrebbe
      avere un futuro senza pagare il pizzo alla siae
      (perchè di pizzo stiamo parlando nel caso
      specifico)
      ?forse quel bollino ha qualche senso sulla musica e forse forse sui film dvd ... :D :D :D :Danzi non serve a nulla! perchè OBBLIGARE qualcuno a dimostrare che il SUO prodotto che vende è originale?per una volta l'unione europa si muove bene.. ps una soluzione ancor più sadica sarebbe: "eliminazione dell'obbligo di marchiatura siae per i prodotti che non sono realizzati in italia"chissà che accadrebbe..mi sa nulla! tutto come prima, come per i cd vergini che vedono il mercato crollare (tutti a comprare dall'estero) senza che nessuno faccia niente.
      • holtzen scrive:
        Re: Ma esattamente quale sarebbe lo scop
        - Scritto da:

        forse quel bollino ha qualche senso sulla musica
        e forse forse sui film dvd
        ...L'unico bollino che ha senso, è quello sulle banane... :D
    • Anonimo scrive:
      Re: lo scopo...
      è anche quello di evitare di passare guai se compri un CD all'estero che ovviamente è privo del bollino...Se compri un oggetto in Francia non hai l'obbligo di mettere "un bollino" per portarlo in Italia.... per la musica si... alla faccia della libera circolazione delle merci...Norman
      • Anonimo scrive:
        Re: lo scopo...

        è anche quello di evitare di passare guai se
        compri un CD all'estero che ovviamente è privo
        del
        bollino...

        Se compri un oggetto in Francia non hai l'obbligo
        di mettere "un bollino" per portarlo in
        Italia.... per la musica si... alla faccia della
        libera circolazione delle
        merci...Solo se lo vendi :$
        • teddybear scrive:
          Re: lo scopo...
          - Scritto da:

          è anche quello di evitare di passare guai se

          compri un CD all'estero che ovviamente è privo

          del

          bollino...



          Se compri un oggetto in Francia non hai
          l'obbligo

          di mettere "un bollino" per portarlo in

          Italia.... per la musica si... alla faccia della

          libera circolazione delle

          merci...
          Solo se lo vendi :$Anche se lo detieni.
          • Anonimo scrive:
            Re: lo scopo...

            Anche se lo detieni.Assolutamente noChiunque, a fini di lucro , detiene per la vendita o la distribuzione, pone in commercio, vende, noleggia, cede a qualsiasi titolo, proietta in pubblico, trasmette a mezzo della radio o della televisione con qualsiasi procedimento , videocassette, musicassette, qualsiasi supporto contenente fonogrammi o videogrammi di opere musicali, cinematografiche o audiovisive o sequenze di immagini in movimento, od altro supporto per il quale è prescritta, ai sensi della Legge n. 633/1941, l'apposizione di contrassegno da parte della SIAE, privi del contrassegno o dotati di contrassegno contraffatto o alterato, è punito, se il fatto è commesso per uso non personale, con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da 2.582,00 a 15.493,00 Euro (art.171 ter, lett.d, legge n. 633/1941).
          • Anonimo scrive:
            Re: lo scopo...
            - Scritto da:


            Anche se lo detieni.
            Assolutamente no

            Chiunque,..., cede a qualsiasi titolo ,...Hai idea di cosa possa passare sotto questa dicitura?
          • gerry scrive:
            Re: lo scopo...
            - Scritto da:

            - Scritto da:




            Anche se lo detieni.

            Assolutamente no



            Chiunque,..., cede a qualsiasi titolo ,...

            Hai idea di cosa possa passare sotto questa
            dicitura?Si, tutte le cessioni. Nuove o usate che siano.Anche per regalarlo serve un bollino.Ma per detenerlo no.
          • Anonimo scrive:
            Re: lo scopo...

            Si, tutte le cessioni. Nuove o usate che siano.
            Anche per regalarlo serve un bollino.
            Ma per detenerlo no.Per regalarlo solo se c'è il fine di lucro (= negoziante che fa omaggi promozionali). Ma se io, privato, compro un disco in Germania e lo regalo a un amico per il compleanno non sono tenuto a mettere il bollino Siae.
          • Anonimo scrive:
            Re: lo scopo...
            - Scritto da:


            Anche se lo detieni.
            Assolutamente no

            Chiunque, a fini di lucro , detiene per
            la vendita o la distribuzione, pone in commercio,
            vende, noleggia, cede a qualsiasi titolo,
            proietta in pubblico, trasmette a mezzo della
            radio o della televisione con qualsiasi
            procedimento , videocassette, musicassette,
            qualsiasi supporto contenente fonogrammi o
            videogrammi di opere musicali, cinematografiche o
            audiovisive o sequenze di immagini in movimento,
            od altro supporto per il quale è prescritta, ai
            sensi della Legge n. 633/1941, l'apposizione di
            contrassegno da parte della SIAE, privi del
            contrassegno o dotati di contrassegno
            contraffatto o alterato, è punito, se il fatto è
            commesso per uso non personale, con la reclusione
            da sei mesi a tre anni e con la multa da 2.582,00
            a 15.493,00 Euro (art.171 ter, lett.d, legge n.
            633/1941).Ecco, andrebbero sbattuti in galera i politici che hanno scritto questa porcata, dal primo all'ultimo. E nessuno ad oggi ha ancora mai avuto il coraggio di cancellare questo abominio.
    • HotEngine scrive:
      Re: Ma esattamente quale sarebbe lo scop
      - Scritto da:
      Di questi bollini ?E' una gabella, non c'è altra spiegazione plausibile.
    • gerry scrive:
      Re: Ma esattamente quale sarebbe lo scopo
      - Scritto da:
      Di questi bollini ?Secondo la SIAE distinguere durante la vendita i prodotti originali da quelli contraffatti.Il ragionamento teorico è semplice, per avere i bollini devi andare in SIAE e dichiarare cosa stai vendendo per avere i bollini in cambio.In questo modo la SIAE controlla che tu abbia pagato i diritti di quello che stai vendendo.Che poi puoi aggirarli dichiarando il falso o mettendo i bollini su cose diverse da quelle che hai dichiarato, questo è un'altro discorso.
      Prendiamo ad esempio i CD di linux che sono
      distribuiti sotto GPL o una qualunque opera in
      CC.E' ingiusto ma legale, la SIAE ha dalla sua varie leggi che le danno un dominio assoluto sulla tutela delle opere artistiche in Italia. Inpipendentemente dal fatto che le opere siano o no di artisti iscritti.Paghi la SIAE per un concerto anche se le tue canzoni non sono tutelate.Idem per le radio e i CD.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma esattamente quale sarebbe lo scop
        - Scritto da: gerry

        - Scritto da:

        Di questi bollini ?

        Secondo la SIAE distinguere durante la
        vendita i prodotti originali da quelli
        contraffatti.

        Il ragionamento teorico è semplice, per avere i
        bollini devi andare in SIAE e dichiarare cosa
        stai vendendo per avere i bollini in
        cambio.
        In questo modo la SIAE controlla che tu abbia
        pagato i diritti di quello che stai
        vendendo.

        Che poi puoi aggirarli dichiarando il falso o
        mettendo i bollini su cose diverse da quelle che
        hai dichiarato, questo è un'altro
        discorso.


        Prendiamo ad esempio i CD di linux che sono

        distribuiti sotto GPL o una qualunque opera in

        CC.

        E' ingiusto ma legale, la SIAE ha dalla sua varie
        leggi che le danno un dominio assoluto sulla
        tutela delle opere artistiche in Italia.
        Inpipendentemente dal fatto che le opere siano o
        no di artisti
        iscritti.

        Paghi la SIAE per un concerto anche se le tue
        canzoni non sono
        tutelate.
        Idem per le radio e i CD.Cosa cambia rispetto al pagamento di un pizzo ?Perchè i politici italiani in 60 anni non hanno cancellato questa porcata ? Nessuno ad oggi lo ha mai fatto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma esattamente quale sarebbe lo scop
      - Scritto da:
      Di questi bollini ?
      Stabilire che un prodotto è originale e
      autorizzato dal suo autore e/o distributore
      ?
      E dove sta scritto che questo/i individuo/i non
      può/possono fornire la sua/loro autorizzazione
      senza l'avallo del bollino
      ?
      Prendiamo ad esempio i CD di linux che sono
      distribuiti sotto GPL o una qualunque opera in
      CC.
      All'estero non è raro trovare shop online
      specializzati nella vendita di CD di
      distribuzioni per chi non possa godere della
      banda larga ma da noi una cosa così potrebbe
      avere un futuro senza pagare il pizzo alla siae
      (perchè di pizzo stiamo parlando nel caso
      specifico)
      ?Il bollino è una tassa mafiosa legalizzata. Come tante porcate mafiose della finanza italiana. Poi però fa figo fare pseudo-scandali su Ricucci e compagnia bella... quando è tutto uno schifo e la gente sta zitta, va in piazza solo per farsi due canne e su comando di partiti e sindacati. Se la gente usasse la propria testa in piazza dovrebbe andarci per le porcate che da oltre 40 anni ci sono in questo paese e che la mafiosità diffusa ad ogni livello fino agli spazzini (oooh.. sì, certo .. "operatori ecologici" perchè fa tutto più figo e buono e solidale..ehhh! cambia tutto quando "operi" una strada invece che spazzarla..eh?) impedisce di fatto di cambiare le cose.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma esattamente quale sarebbe lo scop
        - Scritto da:
        Il bollino è una tassa mafiosa legalizzata. Come
        tante porcate mafiose della finanza italiana. Poi
        però fa figo fare pseudo-scandali su Ricucci e
        compagnia bella... quando è tutto uno schifo e la
        gente sta zitta, va in piazza solo per farsi due
        canne e su comando di partiti e sindacatiQUOTO.
  • Anonimo scrive:
    dovete morire
    Questa notizia mi ha dato una soddisfazione fuori da ogni immaginazione, è quasi inspiegabile.Per quanto riguarda la siae spero che capiti loro tutto il peggio possibile, spero che un giorno tolgano loro anche la casa, e che diano fuoco a qualsiasi cosa col loro marchio... li odio con un'intensità che non saprei neanche definire...mi fanno schifo...meno male che qualcosa questa volta si è mosso: mi auguro vivamente che costituisca un precedente per distruggere questo ente mafioso legalizzato.
    • Anonimo scrive:
      Re: dovete morire
      - Scritto da:
      Questa notizia mi ha dato una soddisfazione fuori
      da ogni immaginazione, è quasi
      inspiegabile.
      Per quanto riguarda la siae spero che capiti loro
      tutto il peggio possibile, spero che un giorno
      tolgano loro anche la casa, e che diano fuoco a
      qualsiasi cosa col loro marchio... li odio con
      un'intensità che non saprei neanche
      definire...
      mi fanno schifo...

      meno male che qualcosa questa volta si è mosso:
      mi auguro vivamente che costituisca un precedente
      per distruggere questo ente mafioso
      legalizzato.Che simpatico ragazzino (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: dovete morire
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Questa notizia mi ha dato una soddisfazione
        fuori

        da ogni immaginazione, è quasi

        inspiegabile.

        Per quanto riguarda la siae spero che capiti
        loro

        tutto il peggio possibile, spero che un giorno

        tolgano loro anche la casa, e che diano fuoco a

        qualsiasi cosa col loro marchio... li odio con

        un'intensità che non saprei neanche

        definire...

        mi fanno schifo...



        meno male che qualcosa questa volta si è mosso:

        mi auguro vivamente che costituisca un
        precedente

        per distruggere questo ente mafioso

        legalizzato.
        Che simpatico ragazzino (rotfl)un ragazzino che non ha tutti i torti
        • Anonimo scrive:
          Re: dovete morire
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Questa notizia mi ha dato una soddisfazione

          fuori


          da ogni immaginazione, è quasi


          inspiegabile.


          Per quanto riguarda la siae spero che capiti

          loro


          tutto il peggio possibile, spero che un giorno


          tolgano loro anche la casa, e che diano fuoco
          a


          qualsiasi cosa col loro marchio... li odio con


          un'intensità che non saprei neanche


          definire...


          mi fanno schifo...





          meno male che qualcosa questa volta si è
          mosso:


          mi auguro vivamente che costituisca un

          precedente


          per distruggere questo ente mafioso


          legalizzato.

          Che simpatico ragazzino (rotfl)

          un ragazzino che non ha tutti i tortiComunque puzza di merda.
  • The FoX scrive:
    Un monumento!!!
    Io sono di Cesena, e sto seguendo la faccenda da che fu pubblicata sui quotidiani locali.Conosco anche l'azienda incriminata (ed esattamente per cosa)...be', quando ho letto quello che l'avvocato Sirotti stava facendo quasi non volevo crederci!!!Sfidare un simile potentato economico-mafioso proprio sul loro piu' noto ed odiato simbolo!!!E con argomentazioni che in piu' occasioni io stesso avevo citato in discussioni sull'argomento fatte con miei conoscenti...Mi ero ripromesso che le avrei voluto stringere la mano di persona qualora avesse vinto... e sembra che presto dovro' farlo. :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Un monumento!!!
      Beh sicuramente,come è già successo all'ultimo minuto arriva il solito politico/deputato/parlamentare di turno che agisce sullo scontanto e si becca il merito. :@No,beh se vince , una stretta di mano no, ma una lettera gliela mando sicuro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un monumento!!!
      Beh anche se perdesse.... tanto di cappello!
  • Anonimo scrive:
    A morte la SIAE
    Con tutti i pidocchi manutengoli che ne fanno parte.
Chiudi i commenti