L'ereader di Samsung è pronto al via

Il colosso coreano ha svelato gli ultimi dettagli del suo imminente ebook reader, annunciando inoltre di aver scelto Barnes & Noble come principale fornitore di contenuti

Roma – Dopo averne mostrato un prototipo allo scorso CES di Las Vegas, Samsung ha ora svelato tutte le principali caratteristiche del suo primo ebook reader, l’E6. Il gigante coreano ha contestualmente annunciato una partnership con Barnes & Noble, il più grande rivenditore di libri – cartacei e digitali – degli States.

Samsung E6 Come la quasi totalità dei suoi più diretti concorrenti, il Samsung E6 adotta uno schermo a toni di grigio con tecnologia E-Ink: la diagonale del display è di 6 pollici e la risoluzione di 600 x 800 punti, proprio come nel Kindle di Amazon. Stando a quanto era emerso lo scorso gennaio al CES, Samsung dovrebbe introdurre anche una versione del suo ereader con display da 10 pollici.

L’E6 offre all’incirca quanto si è ormai abituati a trovare sulla corrente generazione di ereader, come WiFi 802.11g, Bluetooth, slot SDHC, speaker integrati, uscita cuffie, tecnologia text-to-speech e supporto ai formati e-pub, PDF/a, TXT, BMP, JPG e MP3. Non mancano poi funzionalità per la condivisione dei contenuti attraverso WiFi o la tecnologia EmoLink di Samsung.

Per contenere le dimensioni del proprio ereader senza sacrificarne i controlli hardware, Samsung ha posizionato un pad, gli speaker e alcuni tasti su una cornice inferiore a scomparsa.

Tra le peculiarità dell’E6 c’è la possibilità di modificare la pagina di un libro o di un documento aggiungendovi delle note a margine, sottolineando porzioni di testo o inglobandovi una nota vocale.

Gli utenti dell’E6 potranno scaricare libri e altri contenuti digitali direttamente dalla piattaforma di ecommerce di Barnes & Noble, il noto rivenditore newyorchese di libri cartacei e digitali con cui Samsung ha appena stipulato una partnership.

Il Samsung E6, che includerà 2 GB di memoria interna, verrà commercializzato nel corso della primavera ad un prezzo di 300 dollari.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Hmmmm mmmmH scrive:
    3d - 2d
    io odio 3d viva i 2d il 3d uccide il cinema quelli che creano i 3d sono dei falliti falliti falliti abbasso 3d spero mi auguro che il 3d sparisca dalla faccia dalla terra e dall'interno universo.
  • Mela avvelenata scrive:
    Il 3D in casa è una cag**a pazzesca!
    Ennesima tecnologia per boccaloni danarosi; oh, sia ben chiaro, niente da obbiettare, contento chi abbocca...
  • fabbio scrive:
    gia' porto gli occhiali
    E dovrei mettermi altri occhialini sopra gli attuali per vedere la TV? Va nii a cagheer. Mi sta benissimo quello che ho.
    • spook scrive:
      Re: gia' porto gli occhiali
      e pensa che ridere se trasmettessero sul dtv a singhiozzo programmi in 3d: metti gli occhiali- togli gli occhiali - metti gli occhiali- togli gli occhiali - cambia le batterie - metti gli occhiali- togli gli occhiali :-)
      • Fulmy(nato) scrive:
        Re: gia' porto gli occhiali
        - Scritto da: spook
        e pensa che ridere se trasmettessero sul dtv a
        singhiozzo programmi in 3d: metti gli occhiali-
        togli gli occhiali - metti gli occhiali- togli
        gli occhiali - cambia le batterie - metti gli
        occhiali- togli gli occhiali
        :-)basta un tastino "3D on/off" sul telecomando
  • Enjoy with Us scrive:
    Blu ray, 3D e utonti....
    Ma come si fa a correre sempre dietro l'ultima novità tecnologica se le tecnologie proposte sono chiaramente raffazzonate ed inadeguate?1. Bluray, qualche folle li ha comprati quando costavano più di 500 euro, risultato, non supporta il 3D, ha un'interfaccia HDMI obsoleta, magari non supporta il 1080P a 24 fotogrammi al secondo o addirittura supporta solo il 1080i2. LCD/Plasma ma come si fa a comprare schermi dal costo di 1500/2000 euro che non integrano neppure un digitale terrestre full Hd con supporto al futuro standard basato sull'H264... o a prendersi degli LCD LED che magari i led li hanno solo sulla cornice esterna? 3. 3D ora ci riprovano, propongono gli stessi TV già in commercio (o con modifiche veramente risibili), ma al doppio del prezzo e con l'obbligo di dotarsi di costosi occhialini da 150 euro (euro, si tanto lo sappiamo cosa succede ai prezzi in dollari + iva e tasse doganali) l'uno... Ma li avete mai provati gli occhialini LCD? Sono pesanti, scomodi e vi sfido a portare sotto degli occhiali da vista... ah non dimenticatevi di ricaricare bene la batteria, altrimenti addio spettacolo! Quanto ci scommettete che fra un paio di anni tireranno fuori la nuova rivoluzione.... TV con schermi polarizzati in grado di usare gli occhialini passivi...Vi do un consiglio... aspettate un pochino, vedrete che tireranno fuori dei videoproiettori, magari con lampade led invece delle alogene, dalla durata di 30.000 - 50.000 ore e con i filtri polarizzati già inseriti, tanto per loro è banale, basta raddoppiare il refresh e aggiungere alla ruota colori dei DLP una seconda ruota con i due filtri polarizzatori fatti ruotare in sincrono con le immagini... avrete un maxischermo come al cinema e costi accessibili!
    • Enrico Richetti scrive:
      Re: Blu ray, 3D e utonti....
      Comunque se non sbaglio il formato alternativo HD-dvd e' formalmente deceduto ... da wikipedia:# Il 17 febbraio 2008 il canale TV NHK ha confermato le voci secondo cui Toshiba avrebbe deciso di abbandonare il suo formato. Toshiba meditava da tempo di arrendersi al formato concorrente, e la decisione è arrivata in seguito alla scelta di Wal-Mart e Best Buy, le maggior catene di distribuzione statunitensi, di vendere film esclusivamente in Blu-ray [12].# Il 19 febbraio 2008 Toshiba ha confermato la cessazione del business HD DVD entro marzo, annunciando l'interruzione della produzione e dello sviluppo di lettori e videoregistratori HD DVD da tavolo.[13]
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Blu ray, 3D e utonti....
        - Scritto da: Enrico Richetti
        Comunque se non sbaglio il formato alternativo
        HD-dvd e' formalmente deceduto ... da
        wikipedia:

        # Il 17 febbraio 2008 il canale TV NHK ha
        confermato le voci secondo cui Toshiba avrebbe
        deciso di abbandonare il suo formato. Toshiba
        meditava da tempo di arrendersi al formato
        concorrente, e la decisione è arrivata in seguito
        alla scelta di Wal-Mart e Best Buy, le maggior
        catene di distribuzione statunitensi, di vendere
        film esclusivamente in Blu-ray
        [12].
        # Il 19 febbraio 2008 Toshiba ha confermato la
        cessazione del business HD DVD entro marzo,
        annunciando l'interruzione della produzione e
        dello sviluppo di lettori e videoregistratori HD
        DVD da
        tavolo.[13]E chi ha mai parlato di HD-DVD?
      • spook scrive:
        Re: Blu ray, 3D e utonti....
        stessa sorte del DVD-A ,SVDC e molto prima dei vari DAC ,DCC, video Disc etc. La storia è piena di questi flop. Sta giusto cadendo sotto i nostri occhi il Blueray, e poi verrà la volta del futuro DVD-3D :-))
      • albertobs88 scrive:
        Re: Blu ray, 3D e utonti....
        - Scritto da: Enrico Richetti
        Comunque se non sbaglio il formato alternativo
        HD-dvd e' formalmente deceduto ... da
        wikipediaE' normale vincere se dietro al c**o hai i maggiori produttori di film :P
  • Valeren scrive:
    Questi sono impazziti
    La Samsung sta dando di matto!1) 7K USD per un 55" LCD quando l'ottimo 58" plasma spesso 1cm circa viene 2k euro?2) Ma secondo loro per vedere il 3D mi prendo un 40" ?3) Visto ed ormai appurato che per rendere un TV 3D ready devono portare il refresh a 120 ed aggiungere dicasi uno chip, per quale cavolo di ragione non lo fanno sull'intera linea e con prezzi umani?Ero già pronto a comprare il PS58B850 ed ho rinviato per il 3D.Vadano al diavolo.
  • aid85 scrive:
    qualkuno ha provato il 3d 4k di melzo ??
    Che bvene pare rispetto a U2-3D proiettatto all'arcadia ???Molto meglio ?Artifatti ???
    • albertobs88 scrive:
      Re: qualkuno ha provato il 3d 4k di melzo ??
      - Scritto da: aid85
      Che bvene pare rispetto a U2-3D proiettatto
      all'arcadia
      ???

      Molto meglio ?

      Artifatti ???Il 3D 4k è inutile se il film (in questo caso il concerto degli U2) è registrato in 2k. Il proiettore lo riscala e usa solo metà della matrice.
  • aid85 scrive:
    non servono nuove tv per il 3d !!!
    se il 3d del 2010 è come il 3d del 2010 nei multisala medusa (vedi cerro maggiore) bastano un paio di occhialini rossiblu per il 3d .... davvero pessimi sembra di tornare indietro di un secolo invece di andare avantihttp://my.opera.com/aid85/blog/a-volte-ritornano-anaglifi-nei-cinemaper i pochi che nn sappiano cos'è il cinema 3d consiglio di andare in un cinema serio a provarloper chi nn sa cos'è un anglifo potete consultare wiki o anke vederlo su youtube (questa demo è di qualità nettamente superiore rispetto ad alice in wonderland visto in un medusa):http://www.youtube.com/watch?v=jJjJeYfAwQw
    • Valeren scrive:
      Re: non servono nuove tv per il 3d !!!
      Ovvio, ovvio!C'era anche una ragione se per vedere Avatar a Melzo abbiamo dovuto prenotare 10gg prima anche se il film era fuori da oltre un mese.E' come girare su un circuito in bici o in Ferrari.La pista è la stessa, il mezzo e l'esperienza no.
  • DAVIDE PAPAS scrive:
    aaaaaaaaaaaaa
    bel pezzo
  • xbomber scrive:
    Spero che la gente apra gli occhi.
    Ho visto gente cambiare TV 4 o 5 volte negli ultimi 10 anni!I produttori di TV se la ridono con l'uscita di tecnologia vecchia con il contagocce.Il consumismo odierno che spinge i produttori a proporre un nuovo prodotto applicando solo piccolissime varianti e decantandole come rivoluzionarie è ridicolo e sta fermando il vero progresso.Questo purtroppo in tutti i campi, non solo nelle TV.Leggendo quale è stata la tecnologia scelta per il TV 3D, non si fa che esaltare questo fenomeno. Anziché mettere 2 lenti polarizzate sul TV (Come si fa sui proiettori dei cinema) e pilotare quelle permettendo la visione don dei leggeri economici e banalissimi occhiali a lenti polarizzate, hanno usato la antica tecnologia delle lenti con otturatori LCD sugli occhiali, che, oltre ad essere tra le più fastidiose, è la più cara per i consumatori! Ignobile!
    • Gattazzo scrive:
      Re: Spero che la gente apra gli occhi.
      La tecnologia che tu descrivi è migliore sopratutto fisiologicamente, ma risulta meno costosa solo se sfruttata da un gran numero di spettatori. In questo caso il TVC dovrebbe essere costruito all'origine con pannello trasparente anteriore a polarizzazione variabile sincrona colle relative frames L/R, mentre col sistema adottato basta una minima modifica ad un TVC tradizionale per prelevare il segnale di sincronismo, che un sender esterno provvede ad inviare al receiver della/delle protesi oculari. Per inciso, il tuo sistema è però alquanto sensibile all'angolo di visione, oltre a prevedere una lamina trasparente polarizzabile elettricamente di elevata superfice (40"..50"..60"...16/9) non tanto facile da produrre, specialmente con tempi di risposta adeguati.
      • xbomber scrive:
        Re: Spero che la gente apra gli occhi.
        Non so se hai un paio di occhiali a luce polarizzata, ma se non li hai buttati e sei andato al cinema a vedere un film probabilmente si.Prendili mettili al contrario (Astine verso il monitor LCD del PC) ed inclinali a 45°, come per magia otterrai uno strano effetto!Se inclinati a 45° con il lato alto alla tua destra fungeranno da schermo e non vedrai nulla, se inclinati con il lato alto a sinistra vedrai in trasparenza.Questo perché da che mondo e mondo gli LCD basano il loro funzionamento proprio sulla luce polarizzata.Nei pannelli LCD ci sono già 2 pannelli che vengono polarizzati elettricamente.Quindi basterebbero veramente poche modifiche alla tecnologia attuale per polarizzare 1 fotogramma in una direzione ed il successivo nell'altra. Oggi tutti i fotogrammi sono già polarizzati, ma tutti nella stessa direzione.
        • aid85 scrive:
          Re: Spero che la gente apra gli occhi.
          gli lcd per vedere in 3d cn occhiali polarizzati esistono da decenni... forse nn ne hanno prodotti mai in massa di dimensioni da home theatre ma solo per uso a pc 14 15 pollici e sono in fullHD come va di moda chiamare oggi la risoluzione oltre le mille linee verticali comuni nei pc meno nei salotti...NON SONO UN INVENZIONE DI QUESTO DECENNIO e nemmeno di quello scorsoio li ho visti nel 1996 e non venivano da marte ma stavano su una scrivania... poi non so se costassero quanto una lamborghini o poco + di un normale lcd ma opto per poko + di un lcd normale ...questo all'epocaoggi magari teli fan pagare cm una lamborghini perchè sn riusciti a convincere gente e giornalisti che sono una gran novità
        • Gattazzo scrive:
          Re: Spero che la gente apra gli occhi.
          Hai perfettamente ragione, ora che ricordo ho notato (e purtroppo dimenticato) che non solo gli schermi LCD ma qualunque display LCD, ad esempio quello degli orologi da polso, emette (o diffonde) luce polarizzata (con i copriocchiali scuri Polaroid a seconda della posizione del polso non riuscivo a leggere l'ora del diplay del mio Casio...).A questo punto ben poco costerebbe nel TVC polarizzare elettricamente dicamo a -45° la frame Left ed a +45° la frame Right, ed in questo caso basterebbe ruotare i normalissimi vecchi polaroid di -45° per lamina left e +45° per lamina right ed il gioco è fatto!La polarizzazione alternata andrebbe attivata solo in presenza di segnale video stereo, a parte che a mantenerla sempre attiva la visione mono priva di occhialini non risulterebbe compromessa, anche se per mono il meglio sarebbe avere sempre "tutto aperto" per non dimezzare la luminosità (anche perchè avremmo frames 60 anziche 120 per sec).Ulteriori considerazioni: Non credo che i display LCD abbiano due strati polarizzati, ma se mai una piccolissima terna (tricromia) di bilamine elettropolarizzate per ogni pixel, di cui per ogni bilamina una lamina ha piano di polarizzazione fisso e nell'altra viene variato elettricamente da parallelo ad ortogonale in funzione di quanta attenuazione del valore massimo di luminosità va applicato a colore base di quel pixel... ed in questo caso per il tuo sistema deve essere resa dinamica anche la lamina a polarizzazione fissa ed a tutto il complesso delle bilamine dello schermo deve essere applicata aggiuntivamente una tensione che ruoti ulteriormente ed alternativamente a -45 e + 45 come detto sopra. Questo per la normale retroilluminazione, mentre ben diverso diventa il discorso in caso di illuminazione a LED, se è come penso, e cioè una terna di microled (tricromia) per ogni pixel, con variazione intensità di ciascun led ottenuta variando la tensione di alimentazione secondo l'intensità di colore voluta per quel led: in tal caso non si sarebbe necessità di alcuna polarizzazione, ed il meccanismo da te auspicato deve essere aggiunto di sana pianta, con le implicazione da me osservate nel precedente thread. Non sono esperto di soluzioni tecnologiche applicate alla televisione, sto solo ragionando, se sbaglio ditemelo.
          • xbomber scrive:
            Re: Spero che la gente apra gli occhi.
            Il discorso cambia solo per gli OLED, non per gli attuali LED.Gli attuali led sono normali LCD retroilluminati a LED anziché lampade a scarica convenzionali, il che permette di spegnere una porzione di led se una regione dello schermo è nera, incrementando la resa del nero che nei normali LCD fa abbastanza schifo. Tra l'altro non c'è un rapporto 1:1 LED:PIXEL, ma ogni led illumina un quadratino con molti pixel.Gli OLED con la scusa che il blu degenera più rapidamente del rosso e del verde non vengono ancora commercializzati, ma credo sia più una scusa che altro, in quanto anche se fosse vero, basterebbe un semplice sistema di autocompensazione per ribilanciare i colori mano a mano che si sbilanciano nel tempo. Diciamo che prima vogliono sfruttare altre tecnologie.
    • aid85 scrive:
      Re: Spero che la gente apra gli occhi.
      tecnologia vecchia col contagoccie !!BELLA DEFINIZIONE...Ai colto nel segno... se una piccola ditta sene accorge e propone apparecchi con tecnologia nuova sela comprano la masticano e la sputano...E la gente stupita come un bimbo di fronte a un mago a vedere una tv fullhd che ha la risoluzione di un monitor bello hanni 8090 ma ha la scritta fullhd...http://my.opera.com/aid85/blog/togliere-artigianalmenteil-freno-a-mano-alla-tecnologia
  • Paco scrive:
    sti occhialini attivi... blah
    costi troppo alti....quante paia me ne daranno con la tv?mah pessimi potevano puntare sulle lenti polarizzate passive
    • angros scrive:
      Re: sti occhialini attivi... blah

      mah pessimi potevano puntare sulle lenti
      polarizzate
      passiveLo schermo televisivo sarebbe però molto più complesso e costoso
      • Enrico Richetti scrive:
        Re: sti occhialini attivi... blah
        Ci sono le televisioni a retroproiezione per quello... vedere su internet.Ciao
    • Marco Girardi scrive:
      Re: sti occhialini attivi... blah
      Col televisore non ti danno nessun "occhialino", la TV e' una NORMALISSIMA tv come quelle attuali, solo che supportano i 120hz (in visualizzazione), quindi il pannello deve aver un buon refresh per non generare fastidiose "scie". Ad ogni modo nulla che giustifichi il prezzo piu' che doppio rispetto ad un televisore "normale"... quel 100% e' solo pompaggio mediatico, in qualche modo dovevano inventarsi qualcosa per fare "nuovi soldi", mica potevano inventarsi il "SuperHD" ...dalla regia mi dicono che l'hanno gia' inventato invece.
      • Gattazzo scrive:
        Re: sti occhialini attivi... blah
        Per essere più chiari, un televisore "normale" non starebbe dietro a tutti i 120 Frames/sec e ti darebbe un minimo di sfarfallio saltandone alcune, ma se pensi che l'occhio umano, con persistenza dell'immagine sulla retina per almeno 1/10 di secondo, accetta ancora più che agevolmente le famose 25 Frames/sec (corrispondenti a 50 in caso di 3D)...C'è comunque bisogno di sincronismo tra le immagini (frames) L/R emesse dallo schermo ed l'offuscamento R/L forzato alternativamente su ciascuna delle due lenti a doppio strato polarizzato di cui uno attivamente che costituiscono la protesi oculare(occhialini): per ottenere ciò deve essere previsto o aggiungibile sul TVC un Sender Coder di segnale (radio) di sincronismo, ricevibile dal Reciver Decoder delle protesi per poter governare le "saracinesche" delle due lamine a polarizzazione variabile (Parallela/Ortogonale rispetto alle due lamine a polarizzazione fissa a loro accoppiate). Ad essere onesti, il tutto non dovrebbe costare assolutamente più di un Mouse WireLess o altro aggeggino del genere...E voi comprate pure 'ste meravigle tecnologiche.... e pagate....
      • xbomber scrive:
        Re: sti occhialini attivi... blah
        - Scritto da: Marco Girardi
        Col televisore non ti danno nessun "occhialino",
        la TV e' una NORMALISSIMA tv come quelle attuali,
        solo che supportano i 120hz (in visualizzazione),
        quindi il pannello deve aver un buon refresh per
        non generare fastidiose "scie".
        Ad ogni modo
        nulla che giustifichi il prezzo piu' che doppio
        rispetto ad un televisore "normale"... quel 100%
        e' solo pompaggio mediatico, in qualche modo
        dovevano inventarsi qualcosa per fare "nuovi
        soldi"Quoto! E ritengo il comportamento dei produttori ridicolo!
        , mica potevano inventarsi il "SuperHD"
        ...dalla regia mi dicono che l'hanno gia'
        inventato
        invece.Che poi effettivamente la differenza tra HD e Bassa definizione non è poi così alta nelle immagini in movimento, quasi nessuno nota che la cosa che effettivamente fa aumentare la resa degli ultimi TV è proprio il framerate doppio rispetto a quelli vecchi, le immagini sembrano più fluide in quanto anche se e vero che l'occhio ha l'illusione di non vedere più una sequenza di fotogrammi, ma un movimento fluido sopra il 25fps, percepisce comunque un miglioramento della fluidità fino a quasi 70fps.Se si facessero vedere 2 filmati in HD e Bassa definizione, entrambi con framerate a 50fps e entrambi con le stesse impostazioni di colori, sifdo chiunque a distinguerli senza fare fermoimmagine!Ho scritto intenzionalmente stesse impostazioni di colore, in quanto nelle TV odierne molto sovente i bilanciamenti degli ingressi HDMI sono ottimali, mentre quelli degli altri non lo sono intenzionalmente (Possono essere regolati nei menù segreti che contengono molte TV), per dare l'illusione di un divario ancora maggiore, che poi non è così alto.
        • Marco Girardi scrive:
          Re: sti occhialini attivi... blah
          E' vero solo in parte: non e' tanto il framerate a fare la differenza, quanto piuttosto il sicronismo di quest'ultimo in visualizzazione in rapporto con il master/supporto che contiene il filmato.Non per niente la maggior parte dei conenuti HD cinematografici e' riproposto a 1080p24, e cioe' "solo" 24 fotogrammi al secondo, la qualita' (in termini di fluidita') e' determinata dal fatto che tale formato e' sincronizzato con il framerate della pellicola e quindi risulta essere visibile al massimo della fluidita' (tecniche in interpolazione a parte).Questo comunque non esclude che la risoluzione utilizzata sia enormemente maggiore, e la qualita' (framerate a parte) ne viene influenzata (positivamente).Detto questo comunque, la resa qualitativa tra le vecchie TV e le nuove "HD", e' immediatamente percepibile, quindi l'acquisto di una TV "HD Ready" o "FullHD", determina vantaggi immediati a fronte di un esborso economico non eccessivo. Per il 3D che ci stanno proponendo adesso invece la faccenda e' molto diversa: dover (letteralmente) buttare televisori nuovi appena acquistati; doversi dotare di nuovo hardware molto piu' costoso; attendere che vengano messi in commercio nuovi contenuti in grado di sfruttarlo. Tradotto quindi: perfettamente inutile in ambito "home video".
          • Paco scrive:
            Re: sti occhialini attivi... blah
            è stato un piacere leggere i tuoi commenti,davvero molto esaustivi e completi 8)
        • Zoolander scrive:
          Re: sti occhialini attivi... blah
          - Scritto da: xbomber
          Che poi effettivamente la differenza tra HD e
          Bassa definizione non è poi così alta nelle
          immagini in movimento, quasi nessuno nota che la
          cosa che effettivamente fa aumentare la resa
          degli ultimi TV è proprio il framerate doppio
          rispetto a quelli vecchi, le immagini sembrano
          più fluide in quanto anche se e vero che l'occhio
          ha l'illusione di non vedere più una sequenza di
          fotogrammi, ma un movimento fluido sopra il
          25fps, percepisce comunque un miglioramento della
          fluidità fino a quasi
          70fps.
          Se si facessero vedere 2 filmati in HD e Bassa
          definizione, entrambi con framerate a 50fps e
          entrambi con le stesse impostazioni di colori,
          sifdo chiunque a distinguerli senza fare
          fermoimmagine!

          Ho scritto intenzionalmente stesse impostazioni
          di colore, in quanto nelle TV odierne molto
          sovente i bilanciamenti degli ingressi HDMI sono
          ottimali, mentre quelli degli altri non lo sono
          intenzionalmente (Possono essere regolati nei
          menù segreti che contengono molte TV), per dare
          l'illusione di un divario ancora maggiore, che
          poi non è così
          alto.Ho un TV FullHD a 100 Hz, e ti posso dare ragione sul fatto della "fluidità" delle immagini con i 100 Hz.Anzi, ho scelto i 100 Hz proprio dopo aver comparato per diversi giorni (dovrei dire settimane) moltissimi TV in tutti i supermercati della provincia.Però dopo vari mesi che ce l'ho, posso aggiungere che in alcuni rari momenti questa "fluidità" mi è sembrata leggermente fastidiosa (ripeto, solo in alcuni rari momenti).Invece per quanto riguarda l'alta definizione, posso dire che c'è un abisso rispetto alla definizione standard, tanto che ora non compro più DVD, ma solo Blu-Ray.Infine, per quanto riguarda l'articolo, ovvero il 3D in casa, secondo me passeranno altri decenni prima che abbia effettivamente sucXXXXX.Tutti quello che conosco che hanno visto al cinema un film in 3D, pur ammettendo che il 3D era proprio 3D vero, sono giunti alla conclusione che però non è così fondamentale. Detto in altre parole, al cinema va bene, ma a casa non è necessario.E poi ci sono troppo spesso problemi di affacicamento della vista, se non addirittura un leggero mal di testa.Senza considerare che su TV piccole o medie (e forse anche grandi per i canoni attuali), non so quanto 3D si riesca a vedere.
          • albertobs88 scrive:
            Re: sti occhialini attivi... blah
            - Scritto da: Zoolander
            Tutti quello che conosco che hanno visto al
            cinema un film in 3D, pur ammettendo che il 3D
            era proprio 3D vero, sono giunti alla conclusione
            che però non è così fondamentale. Detto in altre
            parole, al cinema va bene, ma a casa non è
            necessario.
            E poi ci sono troppo spesso problemi di
            affacicamento della vista, se non addirittura un
            leggero mal di
            testa.Se poi si inizia a contare i film 3D.... L'unico vero 3D è Avatar (ad Alice in Wonderland è stato aggiunto dopo e non si nota differenza con il 2D) mentre nel prossimo futuro i film in 3D "veri" saranno il documentario "Oceani 3D" e il film d'animazione "Dragon Trainer" (dove però non prevedo grandi effetti).Se in più aggiungi che molte sale italiane (e stanno pensando la stessa cosa per le TV) si sono attrezzate con occhialini attivi, che sono assolutamente SCONSIGLIATI per chi ha problemi di vista, anche miopia leggera, pena un'emicrania da paura.Aggiungo infine che non capisco come mai in ambito cinema gli occhialini attivi costano 48 dollari l'uno e dovrebbero costare 150 euro in ambito casalingo. Non è forse lo stesso sistema?Due numeri per chi loda tanto il 3D: circa il 50% della popolazione italiana (non ho trovato le percentuali mondiali) soffre di problemi di vista, ora come ora il campo del 3D non consente una visione ottimale. Se poi conti che di quel 50%, il 75% supera i 30/35 anni (coloro che in teoria fanno acquisti una famiglia)... non la vedo molto rosea...Se poi conti che la maggior parte degli italiani ha comprato una TV nuova (LCD/LED/Plasma) in questi mesi per via del digitale terrestre (e chi non l'ha comprata è perchè non voleva spendere i soldi) dubito fortemente che la cambi per comprarne un'altra. Tu lo faresti?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 marzo 2010 11.37-----------------------------------------------------------
    • aid85 scrive:
      Re: sti occhialini attivi... blah
      sn più difficili e costose le tv a polarizzazionecn gli occhiali attivi basta fare un fotogramma si e uno no insomma la tv non ha nulla di nuovo "dentro" cambia il filmato e basta e gli occhialini che si sincronizzano...la vera rivoluzione sn le tv che permettono la visione 3d senza nessun occhiale
  • Virtual Reality scrive:
    La stereoscopia si diffonderà
    Che il 3D sia destinato a rimanere un sensazionale "una tantum" al buio delle sale cinematografiche come è già stato dagli anni '50 in poi? NO Tra qualche hanno sarà la normalità, e ci sembrerà stano pensare a quando vedevamo tutto piatto
    • angros scrive:
      Re: La stereoscopia si diffonderà
      http://www.youtube.com/watch?v=W-jscKeqff4
      • Trinitron scrive:
        Re: La stereoscopia si diffonderà
        Grazie per avermi confermato che cliccare su link "anonimi" e' sempre una gran cavolata e che non devo mai fare eccezioni.- Scritto da: angros
        http://www.youtube.com/watch?v=W-jscKeqff4
        • angros scrive:
          Re: La stereoscopia si diffonderà
          Del resto, se avevi letto il post di Virtual Reality, che era già una cavolata di suo, avresti dovuto intuire che genere di risposta poteva aspettarsi.
          • Virtual Reality scrive:
            Re: La stereoscopia si diffonderà

            se avevi letto il post di Virtual
            Reality, che era già una cavolata di suoEh, ti piacerebbe che lo fosse... :-)
          • angros scrive:
            Re: La stereoscopia si diffonderà
            A te piacerebbe che non lo fosse...Aiutami a ricordare... in 90 anni, questo è il quarto o il quinto tentativo di diffondere la stereoscopia?
          • Virtual Reality scrive:
            Re: La stereoscopia si diffonderà

            Aiutami a ricordare... in 90 anni, questo è il
            quarto o il quinto tentativo di diffondere la
            stereoscopia?In passato non era disponibile la tecnologia necessaria. Ora si.Forse non te ne sei reso conto, ma lentamente tutto si sta predisponendo per la stereoscopia: videocamere, cinema, blu-ray, lettori, trasmissioni televisive, driver schede grafiche, connettori, display, ecc.Certo, la transizione non sarà immediata, ma è altrettanto vero che il proXXXXX è irreversibile .La tua è una guerra persa in partenza.
          • angros scrive:
            Re: La stereoscopia si diffonderà

            In passato non era disponibile la tecnologia
            necessaria. Ora
            si.Quale tecnologia? Gli occhiali polarizzati ci sono dagli anni 50, quindi erano disponibili eccome!
            Forse non te ne sei reso conto, ma lentamente
            tutto si sta predisponendo per la stereoscopia:Non direi proprio
            videocamereMa quando mai?
            cinemaCome anche le altre 4 volte in cui avevano tentato di lanciare il 3d, fallendo sempre
            blu-rayChe già stentavano a imporsi, ed ora sono obsoleti (se bisogna cambiarli per avere il 3d)
            lettori,
            trasmissioni televisiveLe prime trasmissioni televisive stereoscopiche sono avvenute nel 1952 (e in italia nel 1979); non sono durate molto.
            driver schede grafiche,
            connettori, display,Ci sono da anni (GeoWall)
            Certo, la transizione non sarà immediata, ma è
            altrettanto vero che il proXXXXX è
            irreversibile .No; in compenso, il fallimento è inevitabile

            La tua è una guerra persa in partenza.Sei tu che hai perso, schierandoti coi perdenti.
          • Valeren scrive:
            Re: La stereoscopia si diffonderà
            Basta citare Geowall, da bravo.E' una boiata fuori dal mondo E dal costo improponibile.
          • krane scrive:
            Re: La stereoscopia si diffonderà
            - Scritto da: Valeren
            Basta citare Geowall, da bravo.
            E' una boiata fuori dal mondo E dal costo
            improponibile.I primi giochi 3d con occhialini a cristalli li ricordo per Amiga (rotfl)
          • Marco Girardi scrive:
            Re: La stereoscopia si diffonderà
            Non ci sara' nessun "3D" di massa, finche' non verranno offerti pannelli auto-polarizzati che funzioni bene (oggi esistono, ma a parte costare tantissimo, offrono risultati scadenti, specialmente per quanto riguarda l'angolo di visione). E' impensabile comprare "X" occhiali per ogni persona che voglia vedersi un film in casa in compagnia (oppure speri che diventino tipo portachiavi? Ognuno col suo paio d'occhiali "personale"?).La tecnologia attuale (occhiali a shutter attivo) e' destinata a fallire come in passato, quindi le persone (quei pochi) che investiranno nei nuovi televisori "3D Ready", domani saranno costretti a cambiarli di nuovo per una tecnologia piu' efficiente e "comoda".(inoltre non capisco dove tu abbia visto le telecamere consumer 3D)
          • Enrico Richetti scrive:
            Re: La stereoscopia si diffonderà
            Tanto per cominciare fotocamera con possibilita' di realizare brevi filmati Fujfilm Real3Dhttp://www.fujifilm.it/3d/Inoltre ci sono varie possibilita' di autocostruzione ... vedi sul web.Ciao
          • krane scrive:
            Re: La stereoscopia si diffonderà
            - Scritto da: Enrico Richetti
            Tanto per cominciare fotocamera con possibilita'
            di realizare brevi filmati Fujfilm Real3D
            http://www.fujifilm.it/3d/
            Inoltre ci sono varie possibilita' di
            autocostruzione ... vedi sul web.
            CiaoLa necessita' di autocostruzione mi sa sempre di poco interesse da parte di chi vende... chissa' perche'...
          • Gattazzo scrive:
            Re: La stereoscopia si diffonderà
            Forse, Virtual Reality, dovresti conoscere meglio i principi dell'ottica e della fisiologia umana, malgrado le tecnologie ad oggi possibili ma non certo praticabili in ambito domestico!Tutto quel che ti posso dire è che senza protesi oculari la visione 3D da qualsiasi angolazione, per legge fisica, è possibile solo se lo spettatore è esercitato alla pratica innaturale di "traguardare" ovvero "incrociare" il proprio sguardo (puntamento oculare) su due schermi (Left/Right) separati... Con buona pace di tutte le tecnologie in cui credi ciecamente. A meno che non si vada a parare in campo olografico, ovvero in costruzione di immagine apparentemente "solida", ma questa è tutta un'altra storia: se la tecnologia arrivasse a tanto, le case produttrici di terminaleria ricevente si dedicherebbero più proficuamente a "duplicare" il simulacro di banconote da 1000 $ anzichè di scene del Grande Fratello & C ...
          • angros scrive:
            Re: La stereoscopia si diffonderà

            Tutto quel che ti posso dire è che senza protesi
            oculari la visione 3D da qualsiasi angolazione,
            per legge fisica, è possibile solo se lo
            spettatore è esercitato alla pratica innaturale
            di "traguardare" ovvero "incrociare" il proprio
            sguardo (puntamento oculare) su due schermi
            (Left/Right) separati...In realtà ci sarebbero alte soluzioni:- display autostereoscopici (hanno però il problema che dici tu, si vedono bene solo stando davanti, quindi si potrebbero usare per i monitor ma non per la tv)- Occhiali RV: niente televisore, ma due schermi lcd, uno per occhio: potrebbe andar bene per dispositivi portatili- Display rotanti: http://punto-informatico.it/62181/PI/News/display-3d-una-sfera-cristallo.aspxVero 3d, non un'illusione stereoscopica- schermo a piu' strati (led cube)Per questo continuo a dire che la stereoscopia che propongono non è innovazione, è un surrogato di tecnologia, obsoleta e limitata.
          • Virtual Reality scrive:
            Re: La stereoscopia si diffonderà

            dovresti conoscere meglio
            i principi dell'ottica e della fisiologia umana,Grazie, ma li conosco.
            Tutto quel che ti posso dire è che senza protesi
            oculari la visione 3D da qualsiasi angolazione,
            per legge fisica, è possibile solo se lo
            spettatore è esercitato alla pratica innaturale
            di "traguardare" ovvero "incrociare" il proprio
            sguardo (puntamento oculare) su due schermi
            (Left/Right) separati...Intanto, per completezza, dovresti ricordare che oltre al cross view esiste anche il parallel view.In secondo luogo, ciò che dici non è vero. Hanno sviluppato anche un sistema a schermo lenticolare mobile con head tracking che adatta la posizione del filtro in modo da rendere possibile la visione sterescopica da qualsiasi angolazione.
          • Gattazzo scrive:
            Re: La stereoscopia si diffonderà
            Intanto, per completezza, dovresti ricordare che oltre al cross view esiste anche il parallel view. Era quel che intendevo per "traguardare" (parallel) ovvero "incrociare gli occhi" (cross view). In secondo luogo, ciò che dici non è vero. Hanno sviluppato anche un sistema a schermo lenticolare mobile con head tracking che adatta la posizione del filtro in modo da rendere possibile la visione sterescopica da qualsiasi angolazione. Se ti sembra una soluzione conveniente..., in ambito domestico poi... dove il TVC lo guardano più persone necessaramente con angolazioni diverse, e questo Head Tracking a quale spettatore preferenziale dovrebbe dare retta? ...
    • Certo certo scrive:
      Re: La stereoscopia si diffonderà
      Non so. Dicono che la visione in 3D alla lunga fa male agli occhi, fa venire mal di testa e rende impotenti.
    • ces scrive:
      Re: La stereoscopia si diffonderà
      - Scritto da: Virtual Reality
      Che il 3D sia destinato a rimanere un
      sensazionale "una tantum" al buio delle sale
      cinematografiche come è già stato dagli anni '50
      in
      poi?

      NO

      Tra qualche hanno sarà la normalità, e ci
      sembrerà stano pensare a quando vedevamo tutto
      piatto a quei prezzi passerà ancora un bel pò di tempo...a proposito...ahem, anno senza h, mi raccomando O)
      • Virtual Reality scrive:
        Re: La stereoscopia si diffonderà

        a proposito...ahem, anno senza h, mi raccomando O)Hai ragione, che figura di m... (rotfl)
Chiudi i commenti