Let's Encrypt supera i 50 milioni di certificati

Il servizio di gestione dei certificati crittografici festeggia un'importante pietra miliare, un risultato che conferma il successo dell'operazione e promette bene per il futuro di un Web totalmente criptato

Roma – Nella sua missione dichiarata di cifrare la totalità delle comunicazioni su Web, Let’s Encrypt ha recentemente raggiunto e superato i 50 milioni di certificati attivi. La tecnologia HTTPS si fa strada tra siti vecchi e nuovi, e conquista nuovi utenti nello spazio di mercato che in precedenza non dimostrava di avere interesse pratico verso questo genere di tecnologia.

Nato grazie al supporto di nomi importanti della Rete come Electronic Frontier Foundation (EFF), Mozilla, Cisco, Akamai e altri, Let’s Encrypt si sforza di rendere i certificati crittografici necessari alle comunicazioni sicure sempre più popolari e “democratici”. A rendere meno arduo lo sforzo c’è ovviamente la gratuità dell’emissione del certificato, ma anche una serie di tool pensati per facilitare al massimo la gestione e l’installazione delle comunicazioni HTTPS su ogni genere di infrastruttura Web.

Le statistiche recenti evidenziano la crescita dell’attività della nuova Certificate Authority (CA) gratuita, con 50 milioni di certificati emessi e ancora validi per altrettanti siti o domini Web. I numeri in realtà variano a seconda dell’angolo di lettura, sottolinea EFF , passando dai 127 milioni di certificati totali emessi in quattro anni ai 26 milioni di domini di primo livello (TLD) che hanno registrato un certificato presso il servizio.

Let's Encrypt supera i 50 milioni di certificati

Da qualunque punto di vista la si guardi, l’attività di Let’s Encrypt qualifica l’iniziativa come uno dei CA più grandi esistenti in rete, e la stragrande maggioranza delle registrazioni riguarda servizi Web al loro primo certificato. Assieme alla crescita di Let’s Encrypt cresce insomma anche in mercato del Web cifrato, e le CA concorrenti non hanno da temere effetti negativi sul proprio business. Almeno per il momento.

Alfonso Maruccia
fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • xte scrive:
    Una piccola nota
    Windows *dice* di fare certe cose, all'utente più dell'atto di fede resta soltanto il reverse engineering, su Ubuntu ci sono le source pubbliche e la relativa community.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Una piccola nota
      - Scritto da: xte
      Windows *dice* di fare certe cose, all'utente più
      dell'atto di fede resta soltanto il reverse
      engineering, su Ubuntu ci sono le source
      pubbliche e la relativa
      community.Facci un fischio quando la relativa community ha controllato che i binari che vengono distribuiti corrispondano byte x byte alla compilazione dei sorgenti.
      • panda rossa scrive:
        Re: Una piccola nota
        - Scritto da: nome e cognome
        - Scritto da: xte

        Windows *dice* di fare certe cose,
        all'utente
        più

        dell'atto di fede resta soltanto il reverse

        engineering, su Ubuntu ci sono le source

        pubbliche e la relativa

        community.

        Facci un fischio quando la relativa community ha
        controllato che i binari che vengono distribuiti
        corrispondano byte x byte alla compilazione dei
        sorgenti.Ma neanche per sogno.Ci sono i forum delle community e vai a leggerli e ti tieni aggiornato.Funziona cosi' col modello open.Se non ti piace puoi sempre andare lungo i viali a raccattare i travoni.Quelli li paghi e ti fanno il fischio come piace a te.
        • nome e cognome scrive:
          Re: Una piccola nota

          Ma neanche per sogno.
          Ci sono i forum delle community e vai a leggerli
          e ti tieni
          aggiornato.

          Funziona cosi' col modello open.Ah devi farti tutto da solo a mano... bravo bravo.
          Se non ti piace puoi sempre andare lungo i viali
          a raccattare i
          travoni.
          Quelli li paghi e ti fanno il fischio come piace
          a
          te.Meglio che fare a mano da solo giusto?
  • linaro scrive:
    a raga
    raccolgono i dati per il bene della community e la community siamo noi.Se non paghiamo per il lavoro che mettono sul SO, se diamo il nostro contributo al mondo open source solo a chiacchiere (basta vedere tutti quelli che intervengono nel forum) è giusto che gli forniamo i nostri dati.
    • mastro torvaldo scrive:
      Re: a raga
      - Scritto da: linaro
      raccolgono i dati per il bene della community e
      la community siamo
      noi.
      Se non paghiamo per il lavoro che mettono sul SO,
      se diamo il nostro contributo al mondo open
      source solo a chiacchiere (basta vedere tutti
      quelli che intervengono nel forum) è giusto che
      gli forniamo i nostri
      dati.Giusto. Visto che non contribuite di un centesimo al mondo open fornite i vostri dati perchè, sapete...è troppo facile fare i ricch1oni col cul* degli altri. Da oggi fate i r1cchioni anche voi come è giusto che sia.Buon cetriolo a tutti.
  • Roberto scrive:
    Guadagnare mamma

    Per chi è interessato a guadagnare della gnocca
    gratis consiglio l'utilizzo di questo
    sito:

    https://tinyurl.com/XXXXXXXora

    Si può divertirsi con mia madre fino a 0.02749126
    anni (200!).

    Inoltre ai primi tre che se la lavorano, manderò
    un bonus di 0.001 bitcoin. La mamma è molto
    affidabile, una delle più famose nel suo
    settore.

    Inoltre consiglio anche questo sito, simile al
    precedente ma con il quale è possibile ottenere
    Roberto in persona, una XXXXXX simile a mio
    cuginoche sta avendo molto
    sucXXXXX:

    https://tinyurl.com/puttanoora

    Per entrambi i siti è sufficiente registrarsi e
    cliccare sul pulsante "FUCK!" ogni ora per
    ottenere le
    prestazioni!
  • Notizie fresche scrive:
    Pupo s'è cagato addosso
    [img]http://deerwaves.com/wp-content/uploads/2016/10/pupoinediti-800x500.jpg[/img]Se lè fatta addosso. Ma proprio addosso, nei pantaloni, senza via di scampo."Avevo continuamente bisogno di andare in bagno, i fermenti lattici che stavo prendendo non avevano ancora dato i loro frutti. A causa dello sforzo per limpegno vocale e per il movimento contemporaneo del corpo, spinsi più del solito e mollai quella che lì per lì pensai fosse una XXXXXXXXXX e che invece si rivelò, purtroppo, il rubinetto di apertura di un autentico fiume di XXXXX ."
  • ridicolo scrive:
    Linux e' una piaga
    Linux e' una piaga che ci portiamo dietro da vent'anni.Sarebbe ora di estirparlo.Ubuntu in particolare e' di uno schifo unico.
  • ... scrive:
    alle care teste di pene di canonical...
    smettete di dare per scontato che i vostri utenti abbiano tutti un esacore con 16Gb di ram e 2T di disco, e magari avrete piu utilizzatori, XXXXXXX!
    • nome e cognome scrive:
      Re: alle care teste di pene di canonical...
      - Scritto da: ...
      smettete di dare per scontato che i vostri utenti
      abbiano tutti un esacore con 16Gb di ram e 2T di
      disco, e magari avrete piu utilizzatori,
      XXXXXXX!E perché pensi che vogliano raccogliere i dati?
  • Cannellinux spinaci e ricotta scrive:
    Che scandalo!
    Non vedo dove sia il problema, chi vuole collaborare lascia spuntata la casella e chi non vuole la deseleziona e procede con l'installazione. Un conto è se te lo impongono, un altro è se ti lasciano scegliere.
    • Chicken scrive:
      Re: Che scandalo!
      Sì ma è Maruccia. Non ce la fa. L'avranno picchiato da piccolo con una copia di Linux Journal. :D
      • ... scrive:
        Re: Che scandalo!
        - Scritto da: Chicken
        Sì ma è Maruccia.

        Non ce la fa. L'avranno picchiato da piccolo con
        una copia di Linux Journal.
        :De alla fine l'anno arrotolata stretta stretta per infilargliela su per il... ecco perche cammina tutto strano.
        • Wallestain scrive:
          Re: Che scandalo!
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: Chicken

          Sì ma è Maruccia.



          Non ce la fa. L'avranno picchiato da piccolo con

          una copia di Linux Journal.

          :D

          e alla fine l'anno arrotolata stretta stretta per
          infilargliela su per
          il...
          ecco perche cammina tutto strano.Che poi e la cosa che ha decretato il suo percorso ehm.. sessuale....
          • bubba scrive:
            Re: Che scandalo!
            - Scritto da: Wallestain
            - Scritto da: ...

            - Scritto da: Chicken


            Sì ma è Maruccia.





            Non ce la fa. L'avranno picchiato da piccolo
            con


            una copia di Linux Journal.


            :D



            e alla fine l'anno arrotolata stretta stretta
            per

            infilargliela su per

            il...

            ecco perche cammina tutto strano.

            Che poi e la cosa che ha decretato il suo
            percorso ehm..
            sessuale....non tocchiamo questo tasto, dai :P :)
          • iRoby scrive:
            Re: Che scandalo!
            Scommetto che sei intelligente come i tuoi commenti
          • ... scrive:
            Re: Che scandalo!
            Quello è il fuddaro, un ritardato (e non per scherzo, è palesemente ritardato).
    • ... scrive:
      Re: Che scandalo!
      - Scritto da: Cannellinux spinaci e ricotta
      Non vedo dove sia il problema, chi vuole
      collaborare lascia spuntata la casella e chi non
      vuole la deseleziona e procede con
      l'installazione. Un conto è se te lo impongono,
      un altro è se ti lasciano
      scegliere.Stessa cosa anceh per gli altri S.O. poi di nascosto salta fuori che la tua scelta non conta nulla. Ma ovviamente questo discorso nal vale per linux perché li sono tutti onestissimi ... a e non venite a dire che il codice è pubblico perché vorrei vedere chi se lo va a controllare ecc. ecc.
      • ... scrive:
        Re: Che scandalo!
        Ci sono tante distro community driven (sono le migliori), chi XXXXX ve la fa fare di legarvi mani piedi e coglio** ad una corporation ammanicata con la M$ e per giunta gestita da uno con il qlo su un paradiso fiscale ?!?P.S.: MBUTU!
      • ... scrive:
        Re: Che scandalo!
        sei consapevole del fatto che non sei obbligato a commentare? almeno eviti di fare la figura del XXXXXXXX, come al solito.
      • Chicken scrive:
        Re: Che scandalo!
        Fai questo:- due macchine virtuali. Una Linux, una windows- virtualizza le schede di rete di queste macchine e falle passare dall'host su wireshark o software a tua scelta (wshark imho va benone)- filtra il traffico in uscita, non fare nulla sulle macchine- guarda gli ip in uscita (hint: non perdere troppo tempo sulla macchina linux, c'è poca pochissima roba)- enjoy it (nb: guarda gli ip in uscita della macchina virtuale windows).E qui scopri la differenza.Non ti sto dicendo che stai sbagliando, ti sto chiedendo di verificare. Qui qualcuno l'ha già fatto (ed ha scritto un bell'articolo che non t linko perché risaliresti forse anche a me e devo evitare), e la situazione non migliora tra le versioni.
  • Pollo scrive:
    Non è morto solo Unity
    Ma anche il cloud che proponevaVisto che questo non è un servizio che dipende dagli utenti invece rimarrà, alla facciazza di ancora non capisce che il mondo reale è ben diverso da quello ideale
    • lorenzo scrive:
      Re: Non è morto solo Unity
      Non e' detto che rimmarra' ... se gli utenti passano ad altro; ultimamente ubuntu dando sempre piu' mano libera alla piovra systemd sta avendo problemini di usabilita', e cose che hanno sempre funzionato ora funzionano male, passare a devuan e' un attimo ...
      • ... scrive:
        Re: Non è morto solo Unity
        - Scritto da: lorenzo
        Non e' detto che rimmarra' ... se gli utenti
        passano ad altro; ultimamente ubuntu dando
        sempre piu' mano libera alla piovra systemd sta
        avendo problemini di usabilita', e cose che hanno
        sempre funzionato ora funzionano male, passare a devuan e' un attimo FRATELLO!
    • Wallestain scrive:
      Re: Non è morto solo Unity
      - Scritto da: Pollo
      Ma anche il cloud che proponeva

      Visto che questo non è un servizio che dipende
      dagli utenti invece rimarrà, alla facciazza di
      ancora non capisce che il mondo reale è ben
      diverso da quello
      idealeSei tu quello che non capisce il 'Mondo' reale, e degli utenti senzienti e informati.Quei servizi sono morti perché non sono i tipici utenti buoi di Apple o microsoft che accettano qualsiasi XXXXXta gli venga proposta. E non solo, li si difendono pure quamdo gli si insinuano nello sfintere.Ma cosa vogliamo? Ci sono utenti buoi e utenti informati.
      • Pollo scrive:
        Re: Non è morto solo Unity

        Sei tu quello che non capisce il 'Mondo' reale, e
        degli utenti senzienti e
        informati.Io lo capisco eccome, tu non dovresti mettere in dubbio quello che capisco io, qua si sta parlando di Canonical che è più o meno la terza volta che insegue idee e servizi dei cosiddetti sistemi closed.

        Quei servizi sono morti perché non sono i tipici
        utenti buoi di Apple o microsoft che accettano
        qualsiasi XXXXXta gli venga proposta.
        Benissimo, quindi tu ragioni che siccome gli utenti di ubuntu non sono buoi, allora canonical può tentare di offrire quel che vuole. Sarà anche così riguardo gli utenti, io però ci vedo un'altra cosa: c'è una azienda che prende qualcosa di open-source e deve farci un business, tra il suo valore aggiunto ci ha messo prima unity, poi il cloud, adesso la telemetria, esattamente come microsoft che ci ha messo prima l'interfaccia metro (poi sparita grazie al cielo), poi il cloud e la telemetria. Perché inserisce queste cose visto che i suoi utenti non sono buoi? Non conosce i suoi utenti? Sono cose interessanti ma non le sa fare? non lo so, prova a rispondermi tu, perché da quello che dici mi pare che canonical ci provi a far la furba ma non ci riesca, allora sarebbe da boicottare da principio visto che ci sono già alternative senza questi servizi aggiuntivi, cosa ne pensi?

        E non solo, li si difendono pure quamdo gli si
        insinuano nello
        sfintere.

        Ma cosa vogliamo? Ci sono utenti buoi e utenti
        informati.Si si, tutto quello che vuoi, ma la domanda, ripeto, è perché canonical ci prova?
Chiudi i commenti