Libri/ Reti domestiche, usabilità, e-marketing e Linux

Quattro libri: come mettere in piedi una rete di PC in casa, conoscere l'Internet marketing, districarsi in Linux e incrementare la funzionalità del proprio sito


Titolo : Reti Domestiche

Autore : Erik B. Sherman

Pagine : 272

Prezzo : 45.000 lire

Collana : La Scimmia

Editore : Jackson Libri

ISBN : 88-256-1707-0

Data di uscita : 2000

Indirizzo
Internet

Per
realizzare una rete domestica di solito ci si affida ad un professionista del
settore oppure ci si diletta con il "fai da te". Ed è a questa
seconda categoria di persone che si rivolge "Reti domestiche", un
libro edito da Jackson Libri che si inserisce nella collana "La Scimmia –
Non credevo fosse così facile!" Il testo elargisce consigli su come
rendere la rete domestica più utile e produttiva. "Le reti domestiche sono
l’ultima novità tecnologica. Grazie al PC in rete, alle connessioni a Internet,
alle stampanti ed altri dispositivi, gli utenti domestici potranno raccogliere i
frutti dei propri investimenti sui computer, portare a termine con successo le
proprie attività, giocare e perfino tenere tranquilli i bambini. Le semplici
istruzioni e il software disponibile sul CD allegato saranno di aiuto nella
realizzazione della rete". Fra i contenuti del libro: Installazione della
rete – Far lavorare la rete al posto vostro – Connettersi alla rete dall’esterno
– Divertirsi con la rete – Connettere la rete al mondo esterno – Comunicare con
il mondo – Un ufficio domestico – La sicurezza – Aumentare la produttività – La
rete e i bambini – Giocare in rete. Non resta che armarsi di pazienza e, con la
guida del testo, mettere in comunicazione i PC e le periferiche della propria
casa o ufficio.

 

Titolo : Usabilità dei siti Web

Autore : Michele Visciola

Pagine : 208

Prezzo : 32.000 lire

Collana : Saggistica

Editore : Apogeo

ISBN : 88-7303-687-2

Data di uscita : Luglio 2000

Indirizzo Internet

Se
fino a poco tempo fa il solo dire "usabilità della Rete" poteva
suscitare perplessità o incomprensione, negli ultimi tempi l’argomento tiene
invece spesso banco fra i seminari e i corsi per professionisti del Web. Da
qualche tempo è uscito in edicola il primo libro sull’argomento, scritto da
Michele Visciola per Apogeo Editore. "È capitato a chiunque di dover
rinunciare all’intenzione di servirsi della Rete, semplicemente perché il sito
non era ? usabile" si legge nella scheda del libro "Di fatto,
l’usabilità della Rete e dei siti Web rappresenta una delle principali barriere
all’accesso dei servizi che vi vengono offerti. Certamente la complessità e la
vastità di conoscenze reperibili in un sito rendono a volte la ricerca di
informazioni un compito non facile. Ma spetta al tecnologo, all’uomo di
marketing, al progettista di siti Web e, ovviamente, all’esperto di usabilità,
trovare il modo di ridurre questa complessità. Esistono oggi dei metodi che
permettono di superare questa barriera, di rendere cioè meno complicati e
impervi la ricerca e l’utilizzo delle informazioni e dei servizi offerti dalla
Rete". Un testo utile ed importante, dunque, scritto da Visciola,
amministratore delegato di una società specializzata nei servizi di consulenza
sull’usabilità dei siti Web, che si rivolge ad una utenza variegata.



Titolo : Internet Marketing

Autore : Lucio Miranda

Pagine : 214

Prezzo : Lire 40.000

Collana : Informatica soluzioni professionali

Editore : Hoepli

ISBN : 88-203-2797-X

Data di uscita : 2000

Indirizzo Internet Editore

Gli
utenti di Internet da oggi possono usufruire di un testo semplice ed esauriente
sul marketing della Rete. Si tratta di un testo scritto in modo semplice e
incisivo da Lucio Mirando, edito da Hoepli, che risulta ancora più valido
all’utente nostrano. All’interno del libro è possibile capire come promuoversi
nel Web. “E’ chiaro infatti che con un miliardo di pagine online è
diventato difficile farsi trovare. Pochi possono permettersi gli investimenti in
pubblicità e tecnologia necessari per emergere e di conseguenza il 75% degli
acquisti sul Web sono fatti nei primi 50 siti di e-commerce. Esiste ancora uno
spazio online per la piccola e media impresa di fronte a questa situazione?
Certamente. Il libro mostra in modo chiaro e completo come ricavarsi questo
spazio; quali sono le strategie praticabili, le scelte di disegno e di sviluppo
e, soprattutto, le tecniche di promozione online facili da realizzare e a basso
costo. Il tutto senza perdere di vista l’obiettivo finale di una piccola e media
impresa: usare Internet per trovare nuovi clienti. Il taglio estremamente
pratico e l’uso della terminologia tecnica ridotto al minimo contribuiscono a
fare del volume uno strumento prezioso sia per tutti coloro che hanno già un
sito ma che non sono soddisfatti dei risultati raggiunti. Un testo da tenere
sempre sulla propria scrivania”. Il piano d’opera è formato da Obiettivi e
analisi competitiva – Importanza della differenziazione – Importanza della marca
– Segmentare il mercato – Una visione realistica. Scelte di pianificazione del
sito – Navigazione – Elementi della pagina – Gli strumenti – Nuove frontiere,
vecchi consigli. Ottimizzazione dei motori di ricerca – Tecniche di promozione
online – Pubblicità. Appendici. Glossario.

 

Titolo : Linux – La Guida

Autori : Welsh, Dalheimwer, Kaufman

Pagine : 800

Prezzo : 78.000 lire

Editore : Apogeo

ISBN : 88-7303-625-2

Data di uscita : Aprile 2000

Indirizzo Internet

Si
parla di Linux come di un sistema operativo infallibile, vero antagonista di
Windows. Da sistema poco conosciuto e usato, oggi viene molto considerato nei
settori di nicchia divenendo uno degli elementi di maggior spicco del sistema
informativo di molte aziende. Questo sistema si è consolidato come web server,
come piattaforma per ricerche accademiche, come potente sistema di sviluppo e
quant’altro. Il libro di Welsh, Dalheimwer, Kaufman, edito in Italia da Apogeo,
giunge nel nostro Paese all’indomani del notevole successo ottenuto negli Stati
Uniti. Questo manuale è riconosciuto nella comunità Linux come un testo
indispensabile a chi vuole iniziare a comprendere in modo professionale questo
sistema operativo. All’interno del libro si trovano preziosi consigli
sull’installazione e la configurazione (in particolare su Red Hat e Suse) del
sistema, sugli strumenti di programmazione, sui protocolli, sul networking e
sull’amministrazione dei siti Web. Un manuale da sfogliare e da prendere in
considerazione ogni volta che si è assaliti da dubbi e da custodire nella
propria biblioteca.

Anna Bruno

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Una riflessione sui banner in stile Windows
    "...Esistono accorgimenti che permettono di aumentare tale risultato, arrivando a click-rate che si aggirano intorno al 8%. E' il caso dei banners creati a tema con Windows. Nessuno è mai riuscito a dare una motivazione del successo di tali pubblicità, forse la familiarità dell'utente con questo tipo di grafica, oppure l'inganno che alcuni di questi banners creano simulando errori interni al sistema operativo o amenità varie."Anche solo il dubbio che l'efficacia possa essere dovuta ad un inganno (a danno del bene piu' prezioso e anche piu' diffuso che ha internet in Italia, l'utente inesperto e ancora analfabeta) dovrebbe indurre ad evitare di usare questi banners.Personalemente sono propenso per la seconda ipotesi (quella dell'inganno appunto), anche perche', essendo navigatore da ormai molto tempo, non mi fanno piu' effetto come una volta. Sono cioe' inefficaci agli utenti esperti, e diventano un'esca efficace ma effimera per utenti alle prime armi. Il che spesso vuol dire che il contenuto del sito non necessariamente corrisponde al messaggio trasemsso da tali banners.Tuttavia, poiche' ritengo che ognuno debba fare esperienza diretta, non predico l'abolizione, ma semmai l'abuso di questi banner stile Windows, abuso che porterebbe in breve tempo al "disuso", proprio perche' ritengo che non ci sia esperienza migliore di quella fatta sulla propria pelle (mi riferisco alla pelle dei newbies).Anche se poi magari una buona percentuale di questi newbies (traduci: target pubbicitario per i webmasters) decide alla fine di abbandonare internet proprio perche' considerata una trappola tecnologica, piena di banners ingannevoli, che fa perdere solo tempo prezioso senza dare informazioni utili, e fa crescere la bolletta telefonica. Consigliando agli amici di fare la stessa cosa, ovviamente. E agli amici degli amici: 50 milioni di italiani, i quali, dopo aver provato l'ebbrezza della rete, torneranno a guardare solo ed esclusivamente la televisione, da essi considerata (non a torto) "piu' tranquilla e serena" (Luttazzate a parte).
    • Anonimo scrive:
      Re: Una riflessione sui banner in stile Windows

      guardare solo ed esclusivamente la
      televisione, da essi considerata (non a
      torto) "piu' tranquilla e serena"
      (Luttazzate a parte).LUTTAZZI, UN GRANDE!!!!!!!!!!!!!
Chiudi i commenti