L'Internet Gratis costa cara a Wind

L'operatore è stato multato dall'Antitrust per pubblicità ingannevole sull'offerta dialup reclamizzata da Libero.it
L'operatore è stato multato dall'Antitrust per pubblicità ingannevole sull'offerta dialup reclamizzata da Libero.it

Milano – L’ Antitrust colpisce ancora un operatore TLC: la scure è caduta questa volta su Wind , per l’ingannevolezza rilevata in un messaggio pubblicitario per la reclamizzazione del servizio di connessione Internet “Internet Gratis – Passa al 702 702 00 00 – Navighi veloce anche senza ADSL” , che è valso all’operatore una sanzione di 36mila euro.

Il bollettino dell’Authority non è stato ancora pubblicato, ma ne dà notizia il Movimento Consumatori , il cui Osservatorio sulla Pubblicità Ingannevole aveva inoltrato al Garante della Concorrenza e del Mercato la segnalazione di un messaggio pubblicitario – diffuso dalla homepage del portale Libero.it – relativo alla soluzione dial-up Internet Gratis .

L’Antitrust – si legge nella nota diffusa dall’associazione – ha ritenuto che il messaggio “per la perentorietà del riferimento alla gratuità del servizio e in assenza di contestuali indicazioni in ordine al fatto che tale gratuità non si estende ai costi del collegamento telefonico (ma è riconducibile all’assenza di un canone, ndr), può indurre i consumatori a considerare erroneamente l’offerta pubblicizzata come particolarmente conveniente con pregiudizio del loro comportamento economico”.

Il messaggio – sottolineano dal Movimento Consumatori – lascerebbe intendere, contrariamente al vero, che la fruizione del servizio reclamizzato sia completamente gratuita anche relativamente ai costi del collegamento telefonico indispensabile per l’accesso e la navigazione sulla rete. L’Antitrust, giudicando ingannevole il messaggio pubblicitario in questione, ne ha vietato l’ulteriore diffusione condannando l’azienda al pagamento di sanzione amministrativa di 36.100 euro.

Dario Bonacina

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 09 2007
Link copiato negli appunti