Logitech Italia, Davoli country manager

Nomine


Milano – Logitech ha annunciato la nomina di Marco Davoli a Country Manager per l’Italia, “con la responsabilità – si legge in una nota – di definire le politiche e le strategie di business della società per il mercato nazionale, guidandone il processo di crescita e consolidamento a livello europeo”.

Davoli, già Sales and Marketing Manager, è in Logitech Italia dal 2001 e nel nuovo ruolo – spiega la nota – “dovrà, inoltre, coordinare le attività di vendita e marketing e sviluppare nuove aree di business legate a settori a elevato potenziale di crescita, quali il Digital Entertainment”.

“Con l’evoluzione del comparto delle tecnologie dedicate al pubblico delle famiglie e degli utilizzatori individuali e con la crescita del mercato consumer, esteso a nuove categorie di consumatori interessati al mondo della multimedialità – continua la nota – Logitech Italia è oggi sempre più impegnata a sviluppare e offrire una gamma di soluzioni completa e in grado di soddisfare esigenze specifiche”.

Logitech Italia è qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Oddio!
    nell'articolo c'è scritto che è stato condannato per le foto e per violazione della privacy e non per molestie.
  • Anonimo scrive:
    Re: Oddio!
    Ma forse se avesse subito violenza sessuale dopo essere stata seguita e fotografata più volte avresti potuto accusarla di mancanza di buon senso.Ricordati che si parla di una ragazza sola, seguita da un ragazzo che continua a fotografarla seguendola perfino sull'autobus. Poi fai tuPS: e non dico che era albanese solo perchè immagino che saresti capace di dire che sono razzista senza sapere niente di me, ma non considerando la realtà: e cioè che i carceri sono al 90%pieni di stranieri (così come erano pieni di italiani i carceri dei paesi che ci accoglievano negli anni in cui tanti emigravano), ecc ecc ecc
  • Anonimo scrive:
    Re: Oddio!
    e aggiungerei ommadonna!
  • Anonimo scrive:
    Re: Oddio!
    Bhe, il fatto che l'abbia fotografata in più posti dovrebbe far riflettere...soprattutto chi ha la fortuna di avere ancora un pò di buon senso per poterlo fare.
  • teddybear scrive:
    Re: E Novella 3000?
    - Scritto da: Anonimo

    Quando vado al saggio di fine anno dei miei

    bambini tutti fanno le foto a tutti, bambini,

    genitori e maestre.
    Teoricamente, se non ho firmato nessuna
    autorizzazione, io potrei denunciarti se
    pubblichi una foto mia o di mio figlio, sia sul
    web che in giornali locali o semplicemente appese
    in una bacheca pubblica:Conosco personalmente una persona (abbastanza famosa, ma non farò il nome) che cinque anni fa ha fatto qualche foto al saggio di fine anno della figlia, riprendendo nelle inquadrature qualche bimba che non era la figlia. Il padre di una di queste (sicuramente puntando ai soldi del mio amico), non ha aspettato due secondi a denunciarlo.Dovrebbero fare il processo entro la fine dell'anno.
  • Anonimo scrive:
    Re: E Novella 3000?
    - Scritto da: Anonimo
    Inoltre c'è da dire che i giornalisti, in base
    alle leggi sul diritto di cronaca, non hanno
    tutte le limitazioni che hanno i normali
    cittadini nel divulgare notizie e foto Infatti: i giornalisti iscritti all'albo (professionisti o pubblicisti che siano) fanno riferimento ad una normativa un po' a parte per quanto concerne raccolta, diffusione e "immagazzinamento" delle informazioni. Puoi partire da qui per approfondire:http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=46685
  • Anonimo scrive:
    Re: Oddio!
    Il tipo però a quanto pare era un vero e proprio molestatore... certo non ho gran fiducia che la legge non possa anche colpire oltre la ragionevolezza anche chi non ha cattive intenzioni... nei casi dove non si configuri molestia o consapevole intrusione nella sfera privata dovrebbero al massimo dare una diffida, meglio ancora un chiarimento amichevole, IMHO.
  • Anonimo scrive:
    Chi ha paura del lupo cattivo?
    Chi ha paura di essere fotografato è perchè ha qualcosa da nascondere? Comunque con queste fobie che stanno installando nella gente è impossibile fotografare, ogni posto che vai c'è qualcuno che ti rompe. La fotografia verrà bandita? Mi sa tanto di regime questo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Oddio!
    Se era ancora vivo HC Bresson si poteva mettere in galera anche lui. Chissenefrega delle forme d'arte e della libertà d'espressione...
  • Anonimo scrive:
    Re: http://www.snep.it/
    L'importante è sempre, ripeto sempre, rispettare la normativa vigente: cioè agire nei termini del Decreto Legislativo del 30 giugno 2003, n. 196 e assicurarsi che le persone ritratte siano consapevoli e che permettano di pubblicare le immagini scattate. In altre parole è sempre possibile scattare una fotografia con qualsiasi tipo di apparecchio cellulare compreso, a patto che questo non sia in contrasto con le leggi vigenti. Nel caso specifico penso che la faccenda dell'MMS sia solo una piccola parte dell'episodio e che la "violenza" sia solo in parte riferibile all'immagine "rubata". Detto questo in ogni caso bisogna agire con la massima cautela in ogni ambito perché ognuno di noi e sucettibile in maniera differente. www.snep.it- Scritto da: garak
    ce ne sono a bizzeffe.
  • Anonimo scrive:
    Re: Programmi TV
    Non credo che tu possa denunciare, o almeno attenzione a farlo, esiste per esempio il diritto di cronaca, per cui è prevista la possibilità di effettuare riprese o fare fotografie, ma anche semplicmente citare nomi o fatti. Quello che sicuramente è possibile è chiedere che le imamgini o il video che ti ritraggono siano "cancellate". Poi è da stabilire se tali immagini abiano arrecato un danno o un offesa. Ma questa è tutta un altra faccenda. E' anche difficile stabilire il danno arrecato, non nel caso citato li si parla di violenza e quindi un reato penale, non è lo scato della fotografia a essere il reato è tutto quello che è seguito.
  • Anonimo scrive:
    MMS e tutela della privacy
    L'importante è sempre, ripeto sempre, rispettare la normativa vigente: cioè agire nei termini del Decreto Legislativo del 30 giugno 2003, n. 196 e assicurarsi che le persone ritratte siano consapevoli e che permettano di pubblicare le immagini scattate. In altre parole è sempre possibile scattare una fotografia con qualsiasi tipo di apparecchio cellulare compreso, a patto che questo non sia in contrasto con le leggi vigenti. Nel caso specifico penso che la faccenda dell'MMS sia solo una piccola parte dell'episodio e che la "violenza" sia solo in parte riferibile all'immagine "rubata". Detto questo in ogni caso bisogna agire con la massima cautela in ogni ambito perché ognuno di noi e sucettibile in maniera differente. www.snep.it
  • Anonimo scrive:
    Re: Programmi TV
    Cioe' voglio precisare che quello del bar non ero io, ma era un tizio che era li, e quindi inquadrato.
  • Anonimo scrive:
    Programmi TV
    Quindi se fanno un servizio, ad esempio a striscia davanti al mio bar mentre larovo, (e' successo in uno degli ultimi servizi) e si viene ripresi, posso denunciare?
  • Anonimo scrive:
    Re: Oddio!
    allo stesso modo non potrei manco guardare uno/a che passeggia per strada? ora se l'accusa si riferisce solo alla foto fatta, mi pare una strun....ta se invece oltre a cio' c'e' dell'altro allora la faccenda e' un po' diversa.
  • Anonimo scrive:
    Re: Gli immigrati sono una risorsa...??
    - Scritto da: Anonimo
    Fotografie moleste.
    Ma questo è niente.
    La cronaca è piena di ben altri episodi criminosi
    e di una violenza sconvolgente.
    Povera italia.Non sono a favore dell'immigrazione incontrollata, ma l'argomento che usi e debole. Apri un qualsiasi giornale, qualsiasi giorno, e "scoprirai" che anche noi italiani siamo capaci di episodi criminosi ... da corriere.it di oggi "Strage in Calabria, pista satanica - Il nipote: «E' stato un sacrificio»".Anvedi che robba...
  • Anonimo scrive:
    Re: Gli immigrati sono una risorsa...??

    Fotografie moleste.
    Ma questo è niente.
    La cronaca è piena di ben altri episodi criminosi
    e di una violenza sconvolgente.
    Povera italia.Se hai soldi e sei onesto stai bene a casa tua non vai certo a cercare "rogne" all'estero.Se dovessi emigrare mi preoccuperei di poter avere un posto di lavoro all'estero che mi possa garantire un certo tenore di vita, se voglio fare il barbone un posto vale l'altro.
  • Anonimo scrive:
    Re: Oddio!
    la domanda è una perchè cavolop mi fai una foto se nemmeno ci sonosciamo?IN GALERA!
  • awerellwv scrive:
    Re: Oddio!
    - Scritto da: Angelone
    Mi hai fatto una foto! Ora vado alla polizia e ti
    denuncio e ti fai un mese di galera.che ne sai se oltre alla foto le rompeva anche le scatole in altra maniera? la foto con il cellulare potrebbe essere stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso...
    Siamo pazzi ormai. Il buon senso è morto.il buon senso esiste nello 0,1 % della popolazione...
  • Anonimo scrive:
    Re: Oddio!

    Mi hai fatto una foto! Ora vado alla polizia e ti
    denuncio e ti fai un mese di galera.

    Siamo pazzi ormai. Il buon senso è morto.A te no di sicuro, stai tranquillo :D
  • Anonimo scrive:
    Gli immigrati sono una risorsa...??
    Fotografie moleste.Ma questo è niente.La cronaca è piena di ben altri episodi criminosi e di una violenza sconvolgente.Povera italia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli immigrati sono una risorsa...??
      Semplicemente basta regolamentare l'immigrazione, se quella clandestina venisse fortemente contrastata, magari scopriremmo che ce ne servono di regolari più di quanto sospettassimo... verso i regolari però la legge dovrebbe essere più semplice e meno molesta e inutilmente macchinosa, a chi viene con intenzioni oneste e amichevoli dovremmo dare la migliore delle accoglienze.Detto ciò, sembra di capire che il tipo fosse un immigrato regolare, allora mi chiedo come funziona 'sta legge che costringe gli immigrati onesti a trafile difficili e macchinose, specialmente alla scadenza del permesso, se per caso volessero cambiare lavoro, mentre lascia passare attraverso le sue maglie dei veri e propri indesiderabili.
  • Anonimo scrive:
    Re: E Novella 3000?
    - Scritto da: Anonimo

    A meno che invece si intenda dire che le foto non

    me le puoi fare se io non sono d'accordo.

    Ma allora dovremmo tutti farci dare una

    liberatoria?
    Sì !In genere il problema non si pone se fai delle foto a uso privato, non per pubblicarle.Se invece usi le foto per molestare (o ricattare, o altri reati connessi all'aver scattato la foto), come mi pare di capire sia il caso della notizia, te la vedi con la legge.

    Quando vado al saggio di fine anno dei miei

    bambini tutti fanno le foto a tutti, bambini,

    genitori e maestre.

    E quindi come la mettiamo?

    Teoricamente, se non ho firmato nessuna
    autorizzazione, io potrei denunciarti se
    pubblichi una foto mia o di mio figlio, sia sul
    web che in giornali locali o semplicemente appese
    in una bacheca pubblica:

    può sembrare assurdo, ma la nuova legge è così,
    non ci sono dubbi in propositoPremesso il diritto di cronaca (nel corso di manifestazioni o simili eventi pubblici) è corretto non abusare nel riprendere soggetti non espressamente concordi (particolarmente se minorenni).Naturalmente vale il principio di pertinenza: se riprendo una persona in costume durante una sfilata di carnevale (per es.) la mia foto è pertinente e lecita. Se riprendo in primo piano una persona comune che si sta facendo gli afffari suoi solo perchè mi sfizia così...
  • Angelone scrive:
    Oddio!
    Mi hai fatto una foto! Ora vado alla polizia e ti denuncio e ti fai un mese di galera.Siamo pazzi ormai. Il buon senso è morto.
  • garak scrive:
    http://www.snep.it/
    ce ne sono a bizzeffe.
  • Anonimo scrive:
    Re: E Novella 3000?
    - Scritto da: Anonimo


    A meno che invece si intenda dire che le foto
    non

    me le puoi fare se io non sono d'accordo.

    Ma allora dovremmo tutti farci dare una

    liberatoria?

    Sì !
    No, se sei in occasione di una manifestazione pubblica, vige (anche per te) il diritto di cronaca

    Quando vado al saggio di fine anno dei miei

    bambini tutti fanno le foto a tutti, bambini,

    genitori e maestre.

    E quindi come la mettiamo?
    è una manifestazione pubblica, per cui, come sopra, vige il diritto di cronaca
    Teoricamente, se non ho firmato nessuna
    autorizzazione, io potrei denunciarti se
    pubblichi una foto mia o di mio figlio, sia sul
    web che in giornali locali o semplicemente appese
    in una bacheca pubblica:
    Esatto, ma se tu guardi, all'inizio dell'anno, all'asilo, ti fanno firmare l'informativa sulla privacy e probabilmente c'è scritto che durante l'anno scolastico, per motivi didattici o di archivio si prenderanno fotografie che saranno condivise con tutti gli altri utenti dell'asilo. Lo so perchè ho scritto l'informativa della privacy dell'asilo che dirigo. Se poi qualcuno faccia le cose senza far firmare niente è contro la legge...
    può sembrare assurdo, ma la nuova legge è così,
    non ci sono dubbi in proposito

  • Anonimo scrive:
    Re: E Novella 3000?
    - Scritto da: s.
    In realtà l'articolo di PI svia l'argomento:
    non si tratta di MMS che possono inguaiare, ma
    della condanna di uno (albanese, per di più) che
    non era nuovo a comportamenti molesti di questo
    tipo.Be', se l'articolo si trova su "PI Telefonia", l'approccio non è sbagliato: diciamo che fa presente agli utenti dei telefonini che l'uso dell'MMS (strumento che fa parte del mondo della telefonia mobile) non è diverso da altri strumenti.Se uno fa una foto cun una macchina fotografica digitale e la allega ad una mail non cambia nulla. Ma la questione è appunto questa: un sacco di gente (ragazzi e non solo) non da' importanza a queste cose. Il telefonino per molti è solo un giocattolo.
  • Anonimo scrive:
    Re: E Novella 3000?

    A meno che invece si intenda dire che le foto non
    me le puoi fare se io non sono d'accordo.
    Ma allora dovremmo tutti farci dare una
    liberatoria?Sì !
    Quando vado al saggio di fine anno dei miei
    bambini tutti fanno le foto a tutti, bambini,
    genitori e maestre.
    E quindi come la mettiamo?Teoricamente, se non ho firmato nessuna autorizzazione, io potrei denunciarti se pubblichi una foto mia o di mio figlio, sia sul web che in giornali locali o semplicemente appese in una bacheca pubblica:può sembrare assurdo, ma la nuova legge è così, non ci sono dubbi in proposito
  • Anonimo scrive:
    Re: E Novella 3000?
    Inoltre c'è da dire che i giornalisti, in base alle leggi sul diritto di cronaca, non hanno tutte le limitazioni che hanno i normali cittadini nel divulgare notizie e foto (è il loro mestiere): altrimenti i giornali non potrebbero uscire, e non parlo solo del gossip, ma di tutti i giornali.
  • Anonimo scrive:
    Re: E Novella 3000?
    Ciao,la legge dice che le persone "pubbliche" ovvero quelle che fanno del loro apparire la loror professione, calciatori compresi, impegnati in pubblicità ed affini, sono fotografabili in pubbblico etc. (Un giurista sarà più preciso, però questa è la sostanza)Poi non scordarte che spesso le foto su certi giornali sono combinate :-)
  • s. scrive:
    E Novella 3000?
    Dico il primo nome che mi viene in mente, ma che non è l'unico (in tutte le sale d'aspetto ce n'è un bel po').Stando alla sentenza dovrebbero essere condannati senza appello.A meno che invece si intenda dire che le foto non me le puoi fare se io non sono d'accordo.Ma allora dovremmo tutti farci dare una liberatoria?Quando vado al saggio di fine anno dei miei bambini tutti fanno le foto a tutti, bambini, genitori e maestre.E quindi come la mettiamo?In realtà l'articolo di PI svia l'argomento:non si tratta di MMS che possono inguaiare, ma della condanna di uno (albanese, per di più) che non era nuovo a comportamenti molesti di questo tipo.Che poi li abbia fatti con il telefonino invece che con un fax (per dire) è un aspetto marginale del problema.
Chiudi i commenti