MC-link e Alpikom, fusione avviata

Dopo l'acquisizione di gennaio, volgono alla conclusione le procedure per l'unione delle due aziende. Nasce un nuovo interlocutore per le aziende
Dopo l'acquisizione di gennaio, volgono alla conclusione le procedure per l'unione delle due aziende. Nasce un nuovo interlocutore per le aziende

Oltre cento dipendenti, sedi dal Lazio fino al Trentino: la nuova azienda che nasce dall’unione di Alpikom e MC-link costituisce una novità nel panorama dell’offerta TLC italiana rivolta al mercato business.

L’AD di MC-link, Cesare Veneziani, ha voluto commentare le prospettive del nuovo agglomerato fortemente orientato all’open source: “Siamo certi del successo del progetto in virtù della grande capacità di condividere le forti peculiarità ed il know-how delle due realtà. L’integrazione delle infrastrutture di rete proprietarie e dei Data Center consentirà, inoltre, di ampliare l’offerta commerciale dando vita a soluzioni ritagliate sulle reali esigenze delle aziende, e predisporre servizi a progetto sempre più mirati, che si affiancheranno alle soluzioni pacchettizzate, su cui possiamo vantare un’esperienza ultra decennale”.

Ottimismo che traspare anche nelle parole di Pompeo Viganò, presidente di Alpikom: “La fusione odierna è un passo importante e il risultato di mesi di lavoro intenso e ricco di sfide che tutti i dipendenti delle due società hanno affrontato con entusiasmo, spirito di collaborazione e professionalità. In tutti noi – ha aggiunto – è viva la consapevolezza di lavorare ad un grande progetto perché ha l’obiettivo di creare una realtà importante nel panorama italiano: una società dinamica, in continua crescita, tutta italiana che intende valorizzare le attività, le competenze e le risorse di tutti, per sfruttare al meglio le opportunità di sviluppo del mercato”.

Secondo i dati diffusi dalle due società, il nuovo gruppo può già pronosticare per il 2009 un ricavo stimato pari a 28 milioni di euro, con un margine operativo lordo di oltre 6 milioni. La nuova società, che prevede l’ingresso in MC-link dei soci Alpikom (Dedagroup, Dolomiti Energia, Autostrada del Brennero, Azienda Energetica di Bolzano e Merano) con una quota pari a circa il 15 per cento del capitale sociale, avrà un patrimonio netto di 4 milioni di Euro.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 11 2009
Link copiato negli appunti