MC-link e Alpikom, fusione avviata

Dopo l'acquisizione di gennaio, volgono alla conclusione le procedure per l'unione delle due aziende. Nasce un nuovo interlocutore per le aziende

Roma – Oltre cento dipendenti, sedi dal Lazio fino al Trentino: la nuova azienda che nasce dall’unione di Alpikom e MC-link costituisce una novità nel panorama dell’offerta TLC italiana rivolta al mercato business.

L’AD di MC-link, Cesare Veneziani, ha voluto commentare le prospettive del nuovo agglomerato fortemente orientato all’open source: “Siamo certi del successo del progetto in virtù della grande capacità di condividere le forti peculiarità ed il know-how delle due realtà. L’integrazione delle infrastrutture di rete proprietarie e dei Data Center consentirà, inoltre, di ampliare l’offerta commerciale dando vita a soluzioni ritagliate sulle reali esigenze delle aziende, e predisporre servizi a progetto sempre più mirati, che si affiancheranno alle soluzioni pacchettizzate, su cui possiamo vantare un’esperienza ultra decennale”.

Ottimismo che traspare anche nelle parole di Pompeo Viganò, presidente di Alpikom: “La fusione odierna è un passo importante e il risultato di mesi di lavoro intenso e ricco di sfide che tutti i dipendenti delle due società hanno affrontato con entusiasmo, spirito di collaborazione e professionalità. In tutti noi – ha aggiunto – è viva la consapevolezza di lavorare ad un grande progetto perché ha l’obiettivo di creare una realtà importante nel panorama italiano: una società dinamica, in continua crescita, tutta italiana che intende valorizzare le attività, le competenze e le risorse di tutti, per sfruttare al meglio le opportunità di sviluppo del mercato”.

Secondo i dati diffusi dalle due società, il nuovo gruppo può già pronosticare per il 2009 un ricavo stimato pari a 28 milioni di euro, con un margine operativo lordo di oltre 6 milioni. La nuova società, che prevede l’ingresso in MC-link dei soci Alpikom (Dedagroup, Dolomiti Energia, Autostrada del Brennero, Azienda Energetica di Bolzano e Merano) con una quota pari a circa il 15 per cento del capitale sociale, avrà un patrimonio netto di 4 milioni di Euro.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • P2P scrive:
    Uninformation
    Come fare i soldi con la uninformation (ovvero sulla non presenza di informazione):Far pagare i diritti d'autore a chi rimane in silenzio per 273 secondi:John Cage4' 33''http://en.wikipedia.org/wiki/4%E2%80%B233%E2%80%B3Far pagare i diritti d'autore a chi utilizza un wallpaper completamente nero:Kazimir MalevichBlack Squarehttp://en.wikipedia.org/wiki/Kazimir_Malevichhttp://en.wikipedia.org/wiki/Monochrome_painting
  • rugo scrive:
    un'opinione
    come per i diritti d'autore, e tante altre cose, mi sembra che il problema vero sia nell'"anarchia" del proXXXXX legislativo/democratico, che apre la strada a molti tipi di abusi, e nel facile sfruttamento del sistema legiferativo ai propri fini (vedi diritto d'autore per 5 milioni di anni a eredi)..dall'altra esiste il problema della remunerativita': certe scoperte costano moltissimo in termini di ricerca, e bisogna sovvenzionarle.ma il termine "giusto compenso" è una fantasia, direi
    • markit scrive:
      Re: un'opinione
      Non è anarchia, sono poteri forti. Il copyright andava bene come limite a tutti a vantaggio di pochi quando non toglieva praticamente nulla ai comuni cittadini (chi allora poteva permettersi una tipografia? O quando mai sarebbe stato perseguito se ricopiava un libro a mano?) e garantiva ad alcuni vantaggi temporalmente limitati per incentivare i grossi investimenti.Ora invece chiunque con poco potrebbe stamparsi un libro o copiare un disco, per cui la limitazione alla libertà individuale è effettiva e molto forte. Di contro i diritti esclusivi, a danno di tutti, sono stati estesi temporalmente praticamente all'infinito (70 anni dopo morte dell'autore), e vanno a vantaggi dei soliti noti (case editrici, industria discografica, pochissimi artisti/autori famosi e straricchi).In pratica, un vero danno a TUTTA le società per la cupidigia di pochi.Se leggi l'inglese, consiglio i libri di Lessig, o discorsi sul copyright di Richard Stallman.http://www.lessig.org/
  • Open Source scrive:
    Pagare per esistere
    Supponiamo che venga brevettata una certa manipolazione genetica.Supponiamo che per natura un individuo nasca già con il risultato di tale manipolazione.Tale individuo, per il solo fatto di esistere, violerà un brevetto e quindi sarà processato, condannato, obbligato a pagare il risarcimento danni ed incarcerato.Il vero Progresso è Open e non Closed !
  • poiuy scrive:
    Brevettiamo anche i teoremi...
    Tanto ci siamo, estenderei la brevettabilità anche ai teoremi matematici...Satebbe un bel mondo quello dove tutto il sapere è impacchettato in una serie di brevetti...Pensate: un mondo diviso in conoscenza "closed" e conoscenza "open", con guerre legali in mezzo che fanno i soldi di pochi, ricchi avvocati...
    • markit scrive:
      Re: Brevettiamo anche i teoremi...
      Ci hanno già pensato con i brevetti sul software. Provati a scrivere un programma che non violi uno dei 300.000 brevetti sw depositati in USA o dei nonricordoquanti_ma-tantissimi rilasciati dal famigerato ufficio brevetti europeo.Ah, certo, il teorema non è brevettato, ma se vuoi calcolarlo non a mente...
  • ebm scrive:
    Non lamentatevi, muovetevi!
    Invece di lamentarvi, su su, forza correte al promo tribunale americano e inziate a brevettare tutto quello che vi viene in mente. Fate quello che volete ma lasciatemi il brevetto dei denti canini! Per il resto potete brevettare tutto il resto, dalle ciglia alle unghie dei piedi. Ragazzi abbiam trovato forse un sistema per diventare ricchi^^. PS: Chi è che disposto a brevettare e mettere sotto proprietà intellettuale la figura di Dio?
    • MeX scrive:
      Re: Non lamentatevi, muovetevi!
      penso tu debba portare in tribunale lo Stato Vaticano :P
      • krane scrive:
        Re: Non lamentatevi, muovetevi!
        - Scritto da: MeX
        penso tu debba portare in tribunale lo Stato
        Vaticano
        :PTanto poi finisce come per le leucemie create da radio maria...
    • poiuy scrive:
      Re: Non lamentatevi, muovetevi!

      ...
      PS: Chi è che disposto a brevettare e mettere
      sotto proprietà intellettuale la figura di
      Dio?Dio è già stato inventato/scoperto/rivelato... per farci un brevetto ne servirebbe uno nuovo, creato e brevettato prima che lo faccia qualcun altro...
      • ebm scrive:
        Re: Non lamentatevi, muovetevi!
        Bè se il vaticano non ha il "pezzo di carta" dove si stabilisce che il Dio crstiano è di loro proprietà formale, quasi quasi ci metto il copyright io e così mi faccio sganciare tonnellate di euro dalle vecchiette che vanno a mssa la domenica e dai papaboy. Non chiedo molto, solo una percentuale epr ogni volta che pronunciano o pensano la parola "Dio" ^^
        • poiuy scrive:
          Re: Non lamentatevi, muovetevi!
          Non puoi: un motivo di invalidazione di brevetti è la "prior art".Se qualcuno ha già creato quello che brevetti, il brevetto non vale.Le torte per esempio sono (incredibile, ma vero) brevettabili.Ma non puoi brevettare la zuppa inglese, perché esiste già...
      • Ateo Anticleric ale scrive:
        Re: Non lamentatevi, muovetevi!
        Dio è già stato inventato / scoperto / rivelato ...
      • Undertaker scrive:
        Re: Non lamentatevi, muovetevi!
        - Scritto da: poiuy

        PS: Chi è che disposto a brevettare e mettere

        sotto proprietà intellettuale la figura di

        Dio?
        Dio è già stato inventato/scoperto/rivelato...
        per farci un brevetto ne servirebbe uno nuovo,
        creato e brevettato prima che lo faccia qualcun
        altro...Scientology ha fatto esattamente cosí e ha fatto pacchi di soldi !
        • ebm scrive:
          Re: Non lamentatevi, muovetevi!
          Si può brevettare il silenzio? Nel senso ogni interruzione tra le parole, frasi etc etc^^. Se si è mio!!
          • P2P scrive:
            Re: Non lamentatevi, muovetevi!

            Si può brevettare il silenzio?L'importante è che non duri 4' 33'' perché quello è già coperto dal diritto d'autore.John Cage4' 33''http://en.wikipedia.org/wiki/4%E2%80%B233%E2%80%B3
    • utente scrive:
      Re: Non lamentatevi, muovetevi!
      Perché perdere tempo a brevettare una qualsiasi cosa quando si può brevettare direttamente la capacità di elaborazione delle informazioni delle reti neurali biologiche di cui il nostro cervello è composto ?In questo modo chiunque desideri sfruttare la propria intelligenza per un qualsiasi motivo dovrebbe pagare per avere il diritto di farlo. Un simile brevetto coprirebbe da solo ogni attività umana concepibile
  • etan lock scrive:
    brevetti sulla vita
    La materia dei brevetti sulla vita è molto complessa. Gli Stati Uniti stanno creando confusione sul caso già dagli anni 80, con il caso Diamond contro Chakrabarty (http://it.wikipedia.org/wiki/Diamond_contro_Chakrabarty) che ha aperto la strada ai brevetti sugli organismo geneticamente modificati.Leggetivi di chi è il patrimonio genetico dell'intera popolazione inslandese (passata E futura) o a chi appartiene il gene che miracolosamente permette di prevenire le malattie cardiovascolari conseguenti al colesterolo dei cittadini di Limone sul Garda.Scoprirete che il futuro grigio dei brevetti sulla vita è già presente.Speriamo che aprire casi su brevetti inspiegabilmente concessi dall'USPTO (creando precedenti veramente pericolosi) possa invertire la rotta...Speriamo che sia già questo giudice che prenderà in esame il caso possa dire ad alta voce che stanno esagerando...siamo ancora in tempo.
  • Valeren scrive:
    Ma ho letto solo io l'articolo?
    Tutti a lamentarsi (giustamente, eh) che si cerchi di brevettare il DNA.Peccato che quei parassiti i diritti già li abbiano! i brevetti su BRCA1 e BRCA2 che da oltre 10 anni sono assegnati a Myriad Genetics Io sono contento che almeno un giudice abbia usato il cervello, forse c'è speranza!
  • Enjoy with Us scrive:
    Il prossimo brevetto quale sarà?
    Il fuoco? O forse l'acqua calda? Già che ci sono perchè non mettono royalties su chiunque utilizzi quei geni... intendo ovviamente qualsiasi appartenente al genere umano!
  • francososo scrive:
    dato che ci sono
    Breve non brevettate pure le mie feci ?A dimostrazione del feticismo insisto nella proprietà intellettuale e dei brevetti !
  • Jfk scrive:
    rivoluzione!!!
    Armiamoci tutti di litri e litri di sarin ed andiamo dal nostro parlamentare di fiducia... :-)Qua si stanno rinXXXXXXXXndo TUTTI alla grande.
  • -HCK- scrive:
    Gente Vergognosa
    Serve dire altro? Forse si...caricature di un mondo decadente, grottesche aberrazioni umane, ridicole sanguisughe...ne avrei altre ma lascio a voi la parola.
  • Amerigo scrive:
    Colombo è stato stupido
    Colombo... hai fatto un grosso errore! Perché non hai brevettato l'America quando l'hai scoperta?Tecnicamente è la stessa cosa dell'articolo, un brevetto sulla scoperta di qualcosa di già esistente.Saresti diventato milionario!
    • MeX scrive:
      Re: Colombo è stato stupido
      beh... perché Colombo ha ceduto i diritti alla regina di Spagna che gli ha finanziato il viaggio ;)
    • Zoolander scrive:
      Re: Colombo è stato stupido
      Beh, la possiamo sempre brevettare noi e adesso, visto che c'è chi è riuscito a brevettare addirittura la ruota:http://punto-informatico.it/61165/PI/News/tecnologia-brevettata-ruota.aspx
  • Andreabont scrive:
    Assurdo, non ho parole
    Già fatico ad accettare che si possano brevettare certe "precedure", ma che adesso vogliano brevettare persino il codice genetico umano è troppo!Dove si va a finire, che per nascere uno deve pagare i diritti, altrimenti è un pirata inf... ehm... genetico???
  • Roberto Simoni scrive:
    La Vesica Piscis non è brevettabile
    Come dimostrato dal Teorema di Pitagora la geometria alla base della natura appartiene solo a Dio.Questi sciacalli sembrano come i rabbini nel Tempio di Salomone.
    • attonito scrive:
      Re: La Vesica Piscis non è brevettabile
      - Scritto da: Roberto Simoni
      Come dimostrato dal Teorema di Pitagora la
      geometria alla base della natura appartiene solo
      a Dio.BWAWAHAWHWAHWAHWAHAHWHWA cos'e' che ha dimostrato il teorema di pitagora?!?!?!?!?!?! Questa e' da "Mai Dire Gol"
  • Pippo scrive:
    Gia vedo i titoli di PI del 2070
    Compagnia XY-Genetics porta in tribunale Apple e chiede miliardi di risarcimento per aver violato il brevetto dell'uomo col pisello touchscreen risalente al 2045. C'e' sgomento nel mondo bio-informatico.
  • CHKDSK scrive:
    Scandaloso!!!
    Oramai questi parassiti cercano di estendere il concetto di copyright a tutto l'immaginabile! Continuano a esagerare di giorno in giorno! MI FANNO SCHIFO!
Chiudi i commenti