Mercato/ Nuove nomine in Vodafone

Annuncio

Milano – Vodafone Italia ha annunciato la nomina di due direttori: Ferruccio Borsani e Manlio Costantini guideranno rispettivamente la Divisione Business e le Customer Operations. Entrambi riportano al Direttore Generale, Paolo Bertoluzzo.

“Ferruccio Borsani – si legge in una nota – è il nuovo Direttore della Divisione Business di Vodafone Italia dal 15 settembre 2006. È responsabile della commercializzazione di prodotti e servizi alle aziende attraverso tutte le strutture di vendita presenti sul territorio, delle strategie di canale, della gestione del personale e dei canali di vendita, del coordinamento delle aree di supporto e servizio ai diversi segmenti di clientela. Entrato in azienda nel 1996, assume questo incarico dopo aver ricoperto la posizione di Direttore Generale Area Nord Est, di Direttore Generale Area Nord Ovest, e di Direttore Customer Operations. Borsani è nato nel 1958, è sposato e ha due figli”.

“Manlio Costantini – continua la nota – è il nuovo Direttore Customer Operations di Vodafone Italia da ottobre 2006. Costantini è responsabile delle strategie del customer care, della pianificazione tecnologica e della gestione operativa dei call center, del Credit & Risk Management e dei Servizi Web. L’area dei servizi alla clientela occupa in Vodafone Italia circa cinquemila persone. Manlio Costantini sostituisce Ferruccio Borsani nominato Direttore Divisione Business di Vodafone Italia Entrato in azienda nel gennaio 1999 con il ruolo di responsabile del Dipartimento di Pianificazione Finanziaria, nel 2000 ha ricoperto la responsabilità del Dipartimento CRM Nuovi Mercati, nel 2002 ha assunto la direzione del Customer Care di Area Centro, e dal 2004 ha rivestito l’incarico di Responsabile delle Customer Operations Consumer. Costantini ha 42 anni, è sposato e ha 2 figli”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • markoer scrive:
    Troppi ingnoranti che si esprimono
    E tra questi ci metto sia l'associazione Down, che Fioroni. Dovrebbero per lo meno farsi un minimo di cultura. Almeno Fioroni, che si prenda dei consulenti decenti, invece di continuare a fare le solite figure di merda.Come siamo ridotti male.
  • Anonimo scrive:
    Il problema sono i politici vecchi
    Guardatevi in giro, dalla legge urbani alle accuse contro google. I politici d'oogi sono troppo eccessivamente vecchi. Da Berlusconi a Prodi (per citare i più noti), non c'è n'è uno che capisca qualcosa di reti telematichee di computer,forse qualcuno saprà usare office, al massimo sanno mandare un' e-mail, ma niente di più. in questa materia sono degli incompetenti che sanno solo giudicare ("il video non rispettava i diritti umani: [anche se è grazie alla messa in rete di quel video se sono stati identificati i colpevoli] puniamo google"). Sono degli ignoranti che vogliono solo far tornare il paese agli anni '10, dove a mala pena si poteva scrive su un giornale.
  • Anonimo scrive:
    media e bullismo
    Ma che esempi daimo ai nostri figli avete visto la trasmissione di domenica mattinala presentatrice era euforica di avere acconto a se un ex galeotto uomo mitra e gli faceva delle domande come se stesse parlando con un amonaca di clausura domande tipo " quando ti sei accorto di avere questa passione per il mitra ?"Booooo
  • MandarX scrive:
    rovescio della medaglia
    se questi imbecilli no avessero messo il video su google non sarebbero stati socperti.bullismo!=googlebullismo!=videofoninobulli che mettono su internet le loro c@zzate==gente alla frutta pericolosa da perseguiregoogle==strumento con cui sono stati scoperti questi idioti
  • Anonimo scrive:
    Giornalisti
    Hesse si è dovuto prodigare in queste ore per spiegare alla stampa il funzionamento di Google Video, I giornalisti (*ptui*) sono una geni'a nata non dalla polvere come il resto dell'umanita', ma scavati direttamente dal marmo piu' duro.Capiscono solo quel che vogliono sentire, sono degli sciacalli incompetenti , dediti alla piaggeria e alla DISinformazione.Qualcuno magari si salva, ma sono piu' rari di una singolarita' usata come portachiavi.Tanti auguri, Hesse, ne avrai gran bisogno.k1
  • Anonimo scrive:
    Google racconta balle!
    come caspita è possibile che su GoogleVideo NON si trovino:1) video porno?2) film o serie coperte da copyright?Quindi il discorso secondo cui loro non fanno controllo preventivo semplicemente NON regge!Farebbero una figura migliore ad ammettere che il video del down lo hanno guardato distrattamente, invece che arrampicarsi sugli specchi.
  • Anonimo scrive:
    La vera posta in gioco
    http://slashdot.org/article.pl?sid=06/11/27/1810219&from=rssQui c'è in gioco il modo in cui si farà l'informazione tra qualche anno... o forse già adesso.
  • Anonimo scrive:
    paese ridicolo
    Ogni 10 anni torna l'aria di censura... ma andate a lavorare, barboni.
  • Anonimo scrive:
    Lettera a Vivi Down
    Ho scritto questa lettera a Vivi Down:Spett.le Vivi Down,ho letto della vostra azione contro Google e sono rimasto sconcertato. Sembra che in Italia le associazioni, da Meter a voi, non sappiano fare altro che invocare la censura per ogni problema in cui incorrono. Ecco che Fioroni ha subito colto la palla al balzo per invocare nuove grida manzoniane, ufficialmente per proteggere le categorie deboli. Ma sappiamo bene che quando si mette mano alla libertà di parola, pure con scopi (ufficalmente) nobili, i risultati sono sempre orribili.Vi invito a ripensare alla vostra azione e a ritirare la denuncia per diffamazione.[Firma]
  • Anonimo scrive:
    FASCISTI !!!
    bastardi non gli basta controllare TV e giornali vogliono anche la rete con una scusa o con l'altra e nessuno fa niente per fermarli
  • Anonimo scrive:
    il problema non è Google...
    La responsabilità dei contenuti è di chi uppa il materiale , terrorismo, sicurezza, pedofilia, quante altre ignobili scuse ci saranno per censurare la rete ?Anzi la rete dovrebbe esser il mezzo con cui certe ignobili persone le dovresti beccare perchè ad ogni pc corrisponde un indirizzo ip !
    • Anonimo scrive:
      Re: il problema non è Google...
      - Scritto da:
      La responsabilità dei contenuti è di chi uppa il
      materiale , terrorismo, sicurezza, pedofilia,
      quante altre ignobili scuse ci saranno per
      censurare la rete
      ?
      Anzi la rete dovrebbe esser il mezzo con cui
      certe ignobili persone le dovresti beccare perchè
      ad ogni pc corrisponde un indirizzo ip
      !Certa gente gli indirizzi IP non sa neanche cosa sono e non lo vuole sapere: a loro interessa solo fare terrorismo mediatico.
    • Anonimo scrive:
      Re: il problema non è Google...
      - Scritto da:
      La responsabilità dei contenuti è di chi uppa il
      materiale , terrorismo, sicurezza, pedofilia,
      quante altre ignobili scuse ci saranno per
      censurare la rete
      ?
      Anzi la rete dovrebbe esser il mezzo con cui
      certe ignobili persone le dovresti beccare perchè
      ad ogni pc corrisponde un indirizzo ip
      !ma infatti... solo che la colpa di chi è???dei magistrati!!! si w i magistrati vecchi e sclerotici che parlano e approvano basandosi su un mondo passato degli anni 50.... andiamo sempre meglio!
    • Anonimo scrive:
      Re: il problema non è Google...
      l'indirizzo ip lascia il tempo che trova...Piuttosto di fatto il problema è il seguente:anche se il video non circola, non è detto che non sia avvenuto niente.Cioè.. è l'affermazione della società moderna.Vi rendete conto?Non è il ragazzino picchiato al centro del problema, ma il fatto che il video sia stato visto in internet.Cioè se non si vedeva, non era successo nulla.E' incredibile.. dovrebbero ringraziare Google che ha permesso a molte persone di indignarsi e ha permesso ai magistrati di aprire l'inchiesta.Senza google quel ragazzo sarebbe stato picchiato, deriso e visualizzato per anni nell'ombra.
  • Anonimo scrive:
    i fascisti non sono morti....
    i fascisti non sono morti : si sono riciclati a destra e sinistra !Questa moda bacchettona e censoria di chi sa solo leccare il fondoschiena al Vaticano deve finire ! :@ :@ :@ :@
  • Anonimo scrive:
    La triste Verita'
    La cosa piu' triste di tutta la vicenda, e' che senza google video con tutta probabilita' non sarebbe mai venuto alla luce quello che stava accadendo. Chissa' forse e' piu' importante che non si facciano vedere i filmati, con buona pace di quelli che subiscono i vari soprusi.Ricordate che nessuno presente in quella classe ha fatto e/o detto qualcosa in difesa del ragazzo down.dovremmo fare un monumento a google video e alla stupidita' di questa "bulli".Ciao
  • The_GEZ scrive:
    Notizie riportate
    Ciao a Tutti !In tutta questa storia c'è anche un altro particolare da far notare ...La vittima di queste violenze NON è DOWN ma AUTISTICA.Questo per far notare come anche la notizia viene riportata, siccome il primo ha scritto "picchiato ragazzo down" tutti i giornali e televisioni a riportare la notizia con il copia ed incolla non uno che si sia degnato di verificare la fonte, di scrivere un articolo con qualcosa di più di CTRL-C , CTRL-V ....Insomma quello che conta non è nemmeno il fatto in sè basta che ci sia di mezzo internet che ci si butta a capofitto e giù di esperti e di dibattiti ... ma qualcuno in tutta questa storia si è mai sognato di documentarsi è semplicemente si è fatto a gara a chi vinceva il festival della demagogia ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Notizie riportate

      La vittima di queste violenze NON è DOWN ma
      AUTISTICA.Piena solidarietà alla famiglia e al ragazzo ma è una specifica del tutto inutile nel senso che non cambia una beata mazza del discorso
      • The_GEZ scrive:
        Re: Notizie riportate
        Ciao Anonimo !
        Piena solidarietà alla famiglia e al ragazzo ma è
        una specifica del tutto inutile nel senso che non
        cambia una beata mazza del
        discorsoEcco, pensavo di essermi spiegato ... ma evidentemente mi sbagliavo.La questione che io volevo fare notare non era su quale malattia avesse il ragazzo in questione ma sulla modalità con cui la notizia è stata trattata.Se qualche giornalista avesse fatto il ... giornalista invece di limitarsi a copiare la notizia incollandoci in fondo la dichiarazione del politicosociologobenpensate di turno questo "errore" sarebbe saltato fuori.Tutto qui.
  • Bisco scrive:
    Solo in Italia
    veramente da suicidio! ma veramente!E' ignobile come la stampa stia dando così tanto risalto non sulla vicenda bullismo, quanto su google che ha "permesso" di far girare il video online.E' proprio una schifezza! :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Solo in Italia
      - Scritto da: Bisco
      veramente da suicidio! ma veramente!

      E' ignobile come la stampa stia dando così tanto
      risalto non sulla vicenda bullismo, quanto su
      google che ha "permesso" di far girare il video
      online.

      E' proprio una schifezza! :@L'Italia e' governata da una manica di idioti corrotti sostenuti da "giornalisti" leccapiedi, ed e' sempre peggio. E' la verita', e a quanto pare a molti sta bene cosi' visto che nessuno fa niente per cambiare le cose.
  • Anonimo scrive:
    Da manicomio
    "Concorso in diffamazione aggravata"... cose da pazzi... questa gente sarebbe da far curare da uno psichiatra, altro che mandare perquisizioni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Da manicomio
      - Scritto da:
      "Concorso in diffamazione aggravata"... cose da
      pazzi... questa gente sarebbe da far curare da
      uno psichiatra, altro che mandare
      perquisizioni.E per "questa gente" intendo il malato di mente che ha mandato perquisizioni contro Google. VERGOGNA.
  • Anonimo scrive:
    Ma una volta i genitori randellavano.
    E' vero che il bullismo è sempre esistito. Me li ricordo benissimo! Ma è anche vero che io ricordo delle sonore randellate ai "bulli", non solo dai genitori, ma anche da parte dei professori. Oggi invece sono tutte pappe molli. Genitori che vogliono e sono obligati da alcune leggi assurde ad essere pappemolli e professori impauriti di vedersi subito denunciati per maltrattamenti. E' giusto che ci siano delle tutele nei confronti dei minori come per esempio Telefono Azzurro o affini, ma è anche vero che bisogna essere in grado di discernere tra veri maltrattamenti e "legnate educative". Ai miei tempi io, e non solo, prendevo di quelle "legnate educative" che i giovani d'oggi non sanno manco cosa siano, non per bullismo, ma anche se mi presentavo con 5 minuti di ritardo a tavola. Mio padre ha preso molte piu' legnate di me da parte del nonno. Eppure non è morto nessuno.La sparata su google ovviamente è un'assurdità. Chi è in grado di controllare in tempo reale migliaia e migliaia di video inviati? Nessuno e non esiste software in grado di capire di che razza di video si tratta.La strada piu' semplice è quella di proibire a norma di legge i videofonini, soprattutto per i piu' giovani, ma non solo. Se andate in giro controllate sempre cosa sta facendo qualcuno col cellulare davanti o dietro di voi. Magari vi sta facendo una fotografia o un video senza chiedervi il consenso.Saluti!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma una volta i genitori randellavano
      - Scritto da:
      E' vero che il bullismo è sempre esistito. Me li
      ricordo benissimo! Ma è anche vero che io ricordo
      delle sonore randellate ai "bulli", non solo dai
      genitori, ma anche da parte dei professori. Oggi
      invece sono tutte pappe molli. Genitori che
      vogliono e sono obligati da alcune leggi assurde
      ad essere pappemolli e professori impauriti di
      vedersi subito denunciati per maltrattamenti. E'
      giusto che ci siano delle tutele nei confronti
      dei minori come per esempio Telefono Azzurro o
      affini, ma è anche vero che bisogna essere in
      grado di discernere tra veri maltrattamenti e
      "legnate educative". Ai miei tempi io, e non
      solo, prendevo di quelle "legnate educative" che
      i giovani d'oggi non sanno manco cosa siano, non
      per bullismo, ma anche se mi presentavo con 5
      minuti di ritardo a tavola. Mio padre ha preso
      molte piu' legnate di me da parte del nonno.
      Eppure non è morto
      nessuno.

      La sparata su google ovviamente è un'assurdità.
      Chi è in grado di controllare in tempo reale
      migliaia e migliaia di video inviati? Nessuno e
      non esiste software in grado di capire di che
      razza di video si
      tratta.

      La strada piu' semplice è quella di proibire a
      norma di legge i videofonini, soprattutto per i
      piu' giovani, ma non solo. Se andate in giro
      controllate sempre cosa sta facendo qualcuno col
      cellulare davanti o dietro di voi. Magari vi sta
      facendo una fotografia o un video senza chiedervi
      il
      consenso.

      Saluti!In luogo pubblico non serve il consenso. Puoi anche filmare bambini, ma puoi sempre essere linciato... :(
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma una volta i genitori randellavano
        E se qualcuno riprendesse la tua ragazza mentre accavalla le gambe sulla panchina di un parco per leggere un libro e poi la scaricasse sul web o la inviasse agli amici in tempo reale?A qual punto sei sicuro che sia consentito perché la panchina è un luogo pubblico?Pensaci.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma una volta i genitori randellavano
          Sicuramente quello che fa la ripresa rischia di prendere botte dal ragazzo della ragazza che potrebbe chiamare anche degli amici con il rischio di essere linciato ma in linea di massima nessuna legge glielo vieta propio perchè luogo pubblico!!
  • gianni100 scrive:
    Leggendo le opinioni in questo forum...
    mi sono ripreso un po dallo scompenso iniziale.Perchè in questa comunità è davvero UNANIME lo SCANDALO.Davvero se tiro una birra Moretti vuota posso denunciare la Moretti e non me?Qui si è veramente superato il limite... ONLUS VIVI DOWN che denuncia Google?La proposta legge che in caso di non controllo (o controllo intempestivo) blocca siti web e motori di ricerca?Si certo... perchè è colpa della Moretti se utilizzo la una bottiglia di birra in modo inappropriato. :oQuesti vogliono farci tornare al medioevo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggendo le opinioni in questo forum
      - Scritto da: gianni100
      :o
      Questi vogliono farci tornare al medioevo.Ma certo che lo vogliono; e "loro" saranno quello che erano i nobili del medioevo, con "noi" il popolo. Non e' una novita'.
  • Anonimo scrive:
    Il bullismo fenomeno vecchio
    Il bullismo c´é sempre stato , anche io da giovane ero un bullo e allora? I "pestaggi"/sfottimenti sugli handicappati ci son sempre stati e anche su quelli definiti "sfigati" e non ci trovo nulla di strano.Strano é mettere un handicappato in classe con alunni "normali" e pretendere che dei ragazzini comprendano e lo trattino alla pari.La differenza specialmente dai bambini viene accentuata in cattiveria...Da noi grandi la differenza si chiama razzismo e lo trovo del tutto normale
    • Anonimo scrive:
      Re: Il bullismo fenomeno vecchio
      Se ti sono rimasti dei neuroni nel deserto di idee che ti ritrovi nella scatola cranica, fai un favore: CURALI!Non si sa mai, forse un giorno crescereanno al punto che tutti insieme ti faranno ragionare...Ma ne dubito fortemente..E sai di chi è la colpa? Dei tuoi genitori che non ti hanno educato!Non aggiungo altro, altrimentri passerei agli insulti e non sono tipo: in genere persone come te le denuncio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il bullismo fenomeno vecchio
      - Scritto da:
      Il bullismo c´é sempre stato , anche io da
      giovane ero un bullo e allora? I
      "pestaggi"/sfottimenti sugli handicappati ci son
      sempre stati e anche su quelli definiti "sfigati"
      e non ci trovo nulla di
      strano.Cioè, per te è normale tutto questo? È normale picchiare un handicappato perchè "il bullismo è normale, c'è sempre stato, olè!"?

      Strano é mettere un handicappato in classe con
      alunni "normali" e pretendere che dei ragazzini
      comprendano e lo trattino alla
      pari.I ragazzini dovrebbero comprendere, se avessero ricevuto un'educazione adeguata, che picchiare un ragazzo down è veramente troppo. Oltretutto non in una scuola media ma in una terza/quarta superiore.

      La differenza specialmente dai bambini viene
      accentuata in
      cattiveria...Se il bambino non si educa, è evidente...

      Da noi grandi la differenza si chiama razzismo Cambai le parole, ma sempre di quello si parla...
      e
      lo trovo del tutto
      normaleNormale? Ma lo dici sul serio?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il bullismo fenomeno vecchio
      - Scritto da:
      Il bullismo c´é sempre stato , anche io da
      giovane ero un bullo e allora? I
      "pestaggi"/sfottimenti sugli handicappati ci son
      sempre stati e anche su quelli definiti "sfigati"
      e non ci trovo nulla di
      strano.

      Strano é mettere un handicappato in classe con
      alunni "normali" e pretendere che dei ragazzini
      comprendano e lo trattino alla
      pari.

      La differenza specialmente dai bambini viene
      accentuata in
      cattiveria...

      Da noi grandi la differenza si chiama razzismo e
      lo trovo del tutto
      normaleMa non ti vergogni di quello che hai scritto ? Anche la mafia e la violenza, gli stupri ci sono sempre stati... e allora ? Solo perchè una cosa c'è o c'e' sempre stata non significa che sia giusta.Ti rendi conto che questi ragazzi saranno gli adulti di domani ? E poi ci lamentiamo perchè viviamo in un mondo di merda.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il bullismo fenomeno vecchio
      Non sono assolutamente d'accordo!Io sono un disabile e alle superiori non ero l'unico della mia classe e tuttavia non ho mai subito atti di bullismo.Il mio compagno disabile, oggi già morto poiché affetto da distrofia muscolare in classe riceveva sempre le attenzioni dei compagni che davano un senso di protezione.Erano altri tempi e nulla di allora è paragonabile alla scuola di oggi, non lo è la preparazione, il senso civico, la moralità, nulla.I programmi di un istituto professionale di allora erano ben più corposi dei programmi attuali degli istituti tecnici e non c'erano programmi in televisione che parlavano della scuola come ne ha parlato TG2 Dossier, perché la scuola era diversa e doveva prepararti a ciò che sarebbe arrivato dopo, il lavoro.Oggi le nuove generazioni hanno prospettive ben più infelici, colpa anche di internet, ovvero di un mezzo che ne monopolizza il tempo a cervello rigorosamente spento.Ai miei tempi si pensava molto di più prima di scrivere simili idiozie.
  • Anonimo scrive:
    I videogiochi
    I video giochi centrano una sega con ste cose qua, qui centra solo che in giro c'è gente di merda,inutile tagliare le gambe a tutti solo perchè QUATTRO hanno fatto la puttanata della vita ... insomma anche quarant'anni fa c'era sempre chi massacrava ( nel vero senso della parola ) di botte il più debole e non gli si faceva nulla al massimo una massacrata di botte da parte dei genitori, ma mica si tagliavano le mani al popolo.Poi sta faccenda dei videogiochi fa sempre più pena, si dai non si sa a chi dare la colpa, diamola ai videogiochi!Ma hanno pensato che la gente seria non fa certo queste stronzate anche se gioca a giochi violenti?Questi qua sono l'eccezione non la regola.Poi che cavolo centra Google con tutto questo?Google non ha responsabilità sui contenuti che vengono pubblicati dagli utenti, se non sbaglio c'è anche una simpatica checkbox che dice ACCETTO o NON ACCETTO se uno accetta si prende la responsabilità di quello che fa e la scarica da Google.Inutile dire che la denuncia da parte di un'associazione ONLUS verso Google, insomma , è gente che lavora, perchè dovrebbero rovinare la reputazione , o peggio la vita a gente che si guadagna da vivere?Non capisco tutta questa voglia di censurare internet,videogiochi,film...se la gente fa questo è solo colpa di chi non li sa educare,anzi dei figli che dell'educazione se ne sbattono, ma fatti loro! i falliti tra dieci anni saranno loro, tanto c'è sempre la gente che ha voglia di essere seria e di lavorare.Non capisco anche tutto st'accanimento verso internet, come diceva mio nonno: se una cosa non la conosci, non parlare, che fai solo figure di m***a.Ciao
  • Anonimo scrive:
    non è giusto
    google non c'entra nulla. si dovrebbe indagare solo su chi ha postato il video.altrimenti dovrebbero chiudere internet.
  • Anonimo scrive:
    I ritardati del 2006
    Sono quelli che non capiscono - e non vogliono capire - che il mondo è cambiato.Invece di ringraziare Google perché ha permesso di individuare un bel numero di malvagi cretini e di punirli adeguatamente, se la prendono perché ha pubblicato il video.Ma sì, denunciate il produttore del telefono con il quale il video è stato girato, quello dei server di Google, quello del provider usato per caricarlo, denunciate i fratelli Lumiere perché hanno inventato il cinema...Ma non capite che così vi attirate solo l'antipatia ti tutti quelli che vivono senza una coda di paglia attaccata al sedere? Che denunciando Google non otterrete nulla, anzi, ci sarà qualcuno che finirà per dare ragione a quegli idioti?
    • EviL JoKe scrive:
      Re: I ritardati del 2006
      completamente d'accordo
    • The_GEZ scrive:
      Re: I ritardati del 2006
      Ciao Anonimo !
      Invece di ringraziare Google perché ha permesso
      di individuare un bel numero di malvagi cretini e
      di punirli adeguatamente, se la prendono perché
      ha pubblicato il video.CERTO !Non lo sai che tutto quello che non si vede non esiste !Se (come ipotizzato da alcuni) non si potessero introdurre cellulari a scuola e (come chiesto da altri) non fosse possibile pubblicare video su internet, adesso noi non saremmo qui a farci il sangue cattivo ma saremmo tutti belli e tranquilli ad ammirare questo mondo meraviglioso, o, meglio ancora, guardarci il grande fratello 345° edizione.Certo, il tizio avrebbe continuato a prendersi la sua dose quotidiana di mazzate, ma in fondo, chi se ne frega ... e poi lo sanno tutti occhio non vede, cuore non duole !
  • Anonimo scrive:
    L'ALTRA FACCIA DELLA MEDAGLIA
    Se Google esercitasse un controllo preventivo, ammesso che ciò sia tecnicamente possibile, sicuramente i ragazzi non avrebbero neanche provato a mettere il filmato online e, di conseguenza, sarebbero rimasti impuniti.Personalmente ritengo che sia più efficace lasciare che sia la comunità ad effettuare questa forma di controllo. Naturalmente il metodo non è infallibile, ma non esistono metodi infallibili ed inoltre la cura rischia di essere peggiore del male.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ALTRA FACCIA DELLA MEDAGLIA
      - Scritto da:
      Se Google esercitasse un controllo preventivo,
      ammesso che ciò sia tecnicamente possibile,
      sicuramente i ragazzi non avrebbero neanche
      provato a mettere il filmato online e, di
      conseguenza, sarebbero rimasti
      impuniti.
      Personalmente ritengo che sia più efficace
      lasciare che sia la comunità ad effettuare questa
      forma di controllo. Naturalmente il metodo non è
      infallibile, ma non esistono metodi infallibili
      ed inoltre la cura rischia di essere peggiore del
      male.Giusto! Forse preferisco tenere nascoste queste cose...cosi' nelle scuole italiane continuerà ad esserci violenza perche' tanto nessuno fa niente neanche i professori che vedono quello che succede...
      • Anonimo scrive:
        Re: L'ALTRA FACCIA DELLA MEDAGLIA
        La legge è uguale per entrambe le faccie della medaglia e non esiste paese sviluppato al mondo dove Google non abbia avuto gli stessi problemi.Purtroppo è una compagnia che non conosce altre regole oltre alle proprie.
  • emmepiupiu scrive:
    ... e le Poste Italiane???
    Vorrei "rispettosamente" far notare al Ministro Fioroni, che anche le Poste Italiane DEVONO essere ritenute responsabili del contenuto delle lettere, plichi, pacchi e tutto ciò che transita per i loro uffici e viene da loro consegnato.Anzi, anche i postini DEVONO essere ritenuti responsabili.Ah, già, dimenticavo.... i tabaccai che vendono i francobolli, i Monopoli di Stato che li stampa e i cartolai che vendono le buste!!!
    • ilgorgo scrive:
      Re: ... e le Poste Italiane???
      - Scritto da: emmepiupiu
      Vorrei "rispettosamente" far notare al Ministro
      Fioroni, che anche le Poste Italiane DEVONO
      essere ritenute responsabili del contenuto delle
      lettere, plichi, pacchi e tutto ciò che transita
      per i loro uffici e viene da loro
      consegnato.
      ssh! che non gli venga in mente di guardare tutta la corrispondenza... sempre che non lo facciano già!
  • Mazinga@ scrive:
    Io indagherei anche...
    ... la mente contorta di quello che ha brevettato la fusione di una fotocamera con un cellulare, senza prendere le dovute contromisure...Cosi' com'e', quel "cellulare" verra' usato al 99% per filmare violenza.Bisognava prevederlo e implementare un software che "proibisse" questo tipo di contenuti (stile drm)...E poi lo stesso cellulare puo' essere lanciato provocando danni al cranio o a parti deboli di una persona... Bisognava prevederlo! :D(Comunque siamo in Italia, si potrebbe benissimo vietare di portarlo allo stadio e nelle manifestazioni pubbliche! :D )Ma vi immaginate se questa cosa andasse in porto, che figura di me___ ci farebbe l'Italia ?Gia' mi immagino i prossimi titoli e slogan:"Il primo paese al mondo a non sapere come funziona Internet","L'Italia decide di condannare tutti: dai genitori all'elettricista che ha portato il doppino","Dopo le vicende di Google Video i politici italiani, dovendo prendere una decisione per un argomento tecnicamente impossibile da comprendere, hanno optato per la censura: da adesso in poi tutti i servizi di hosting italiani verranno condannati d'ufficio. Chi vorra' fare video indecenti non potra' piu' trasferirli in server italiani ma soltanto in server stranieri... (forse non hanno ancora compreso che Internet non e' fatto di soli server italiani...)","La parola al Ministro Italiano Medio: Mi sembra una cosa giusta. Quanto ci vorra' a togliere qualche milione di video indecenti da Internet ?Secondo me i provider sanno che esiste un modo per eliminare le tutte zozzerie di internet in un colpo solo ma ce lo stanno nascondendo...E poi anche i produttori di cellulari, e google, non potevano acquistarsi un softwarino che riconoscesse i contenuti indecenti da quelli decenti? Che ci vorra' per una cosa cosi' semplice ?"Peccato che non c'e' modo, per un sistema automatizzato, di capire se un video e' decente o indecente (perfino una persona farebbe fatica a capirlo se la qualita' audio e video e' bassa, figuriamoci una "macchina").E poi non si puo', dall'oggi al domani, considerare Google Video una testata giornalista, non ce ne ha nemmeno l'ombra...Ma quanti anni ancora dovremmo aspettare prima che un politico "realmente" esperto di questi temi sieda in parlamento ?(E comunque fin'ora ho solo sentito commenti stupidi di qualche politico che vuole farsi della pubblicita' facile e di bassa lega)Un'altra cosa: siccome Google e' un nome *molto* famoso (anche tra i non esperti di Internet, perche' passato attraverso sketch comici come Zelig) i giornali hanno subito tirato fuori un bollirone per niente, giusto per uscire con qualche titolo altisonante.Perfino uno che conosco (che ha il computer ma non internet) mi ha tirato fuori l'indagine di Google... :s--------------Un saluto da Mazinga.
  • MeX scrive:
    le responsablità...
    effettivamente... prima di tutti le responsabilità sono dei genitori e della scuola... sul caso in se... però premettetemi di non essere totalmente in disaccordo nell'imporre ad un fornitore di contenuti un filtro efficace, perchè se domani un tizio fa esplodere un aereo costruendo una bomba con le "video-istruzioni" trovate su google... o un altro mette on-line file di violenze su minori... o... chessò... come taccheggiare Mediaworld senza farsi beccare... insomma... tu fornitore di contenuto è anche bene che ci vada di mezzo... Poi prima di insultarmi... argomentate anche questa affermazione:(http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1783570&id=1782634&r=PI)"Secondo me bisogna tirare dentro nelle responsabilità anche il gestore delle aste,cosi' stanno attenti anche loro a verificare l'attendibilità del venditore e non solo chi acquista"Perchè come al solito tutti urlano alla censura e allo scandalo solo nei casi "comodi"... o no?
    • MeX scrive:
      Re: le responsablità...
      ...a corto di idee o pausa pranzo lunga? (rotfl)
    • ilgorgo scrive:
      Re: le responsablità...
      - Scritto da: MeX
      effettivamente... prima di tutti le
      responsabilità sono dei genitori e della
      scuola... sul caso in se... però premettetemi di
      non essere totalmente in disaccordo nell'imporre
      ad un fornitore di contenuti un filtro efficace,
      perchè se domani un tizio fa esplodere un aereo
      costruendo una bomba con le "video-istruzioni"
      trovate su google... o un altro mette on-line
      file di violenze su minori... o... chessò... come
      taccheggiare Mediaworld senza farsi beccare...
      insomma... tu fornitore di contenuto è anche bene
      che ci vada di mezzo...Premesso che pubblicando il sito in certi stati esteri farai molto fatica a procedere contro il fornitore dei contenuti.Ritengo che il responsabile debba essere colui che pubblica, non il contenitore in cui è racchiuso il mio messaggio (Google nel caso specifico).In questo modo perseguisce chi realmente è connesso al fatto (ad esempio ha fatto le riprese con il telefonino, come nel caso in discussione) e dall'altro non costringi i fornitori di contenuti a supervisionare tutto ciò che transita.IMHO ovviamente.Saluti
      • MeX scrive:
        Re: le responsablità...
        ...quindi ebay non ha responsabilità sulle aste, così come chessò... un service provider non ha responsabilità sul contenuto di un sito peTofilo?
        • ilgorgo scrive:
          Re: le responsablità...
          - Scritto da: MeX
          ...quindi ebay non ha responsabilità sulle aste,
          così come chessò... un service provider non ha
          responsabilità sul contenuto di un sito
          peTofilo?
          Ma chi è che fisicamente mette sul sito i contenuti peTofili?Forse ho una visione idealistica della cosa, ma sono sempre stato convinto che Internet sia un eccezzionale mezzo per mettere in comunicazione le persone (con tutti i rischi che ciò comporta). Di conseguenza, ad esempio, se partecipo ad un'asta su Ebay, devo essere convinto del venditore e non del semplice fatto di essere su Ebay, non considero Ebay garante, ma solo un intermediario tra me ed il venditore.Di conseguenza, se una persona su Internet commette un reato, è giusto che paghi chi lo commette, non il luogo dove avviene (forzando il ragionamento è come pretendere di vigilare costantemente tutte le strade d'Italia perchè vi avvengono reati).Saluti
          • MeX scrive:
            Re: le responsablità...
            - Scritto da: ilgorgo

            - Scritto da: MeX

            ...quindi ebay non ha responsabilità sulle aste,

            così come chessò... un service provider non ha

            responsabilità sul contenuto di un sito

            peTofilo?


            Ma chi è che fisicamente mette sul sito i
            contenuti
            peTofili?

            Forse ho una visione idealistica della cosa, ma
            sono sempre stato convinto che Internet sia un
            eccezzionale mezzo per mettere in comunicazione
            le persone (con tutti i rischi che ciò comporta).
            Di conseguenza, ad esempio, se partecipo ad
            un'asta su Ebay, devo essere convinto del
            venditore e non del semplice fatto di essere su
            Ebay, non considero Ebay garante, ma solo un
            intermediario tra me ed il
            venditore.

            Di conseguenza, se una persona su Internet
            commette un reato, è giusto che paghi chi lo
            commette, non il luogo dove avviene (forzando il
            ragionamento è come pretendere di vigilare
            costantemente tutte le strade d'Italia perchè vi
            avvengono
            reati).

            Salutisi concordo... anche se penso sia giusto prendere quest'occasione non per fare la patetica crociata anti internet/google ma cmq per trovare una soluzione bilanciata e indolore che regolamenti l'uso degli strumenti... perchè è vero che è stupido demonizzare uno strumento in se... ma è altrettanto incauto non far nulla per "educarne all'uso", è giusto che si possa produrre materiale pornografico, ma è altrettanto giusto che se trasmetto porno alle 8 del mattino in TV succeda qualcosa a quell'emittente...Perchè altrimenti anche sul caso dei contenuti porno di 3... l'azienda potrebbe semplicemente scaricare la colpa/responsabilità ai genitori...
  • Anonimo scrive:
    E se uno compra un cacciavite ?
    Mi devono spiegare una cosa. Se uno entra in un colorificio e compra un cacciavite che poi usa per ammazzare una persona di chi è la colpa ? Dell'assassino o del colorificio ?---dubbio amletico---
    • Anonimo scrive:
      Re: E se uno compra un cacciavite ?
      - Scritto da:
      Mi devono spiegare una cosa. Se uno entra in un
      colorificio e compra un cacciavite che poi usa
      per ammazzare una persona di chi è la colpa ?
      Dell'assassino o del colorificio
      ?


      ---dubbio amletico---(sarcastico on)Del colorificio, ovvio(sarcastico off)
    • Tyltyl scrive:
      Re: E se uno compra un cacciavite ?
      - Scritto da:
      Mi devono spiegare una cosa. Se uno entra in un
      colorificio e compra un cacciavite che poi usa
      per ammazzare una persona di chi è la colpa ?
      Dell'assassino o del colorificio
      ?


      ---dubbio amletico---Uhm...dipende di che colore ha cosparso la vittima prima di ammazzarla.
    • Anonimo scrive:
      Re: E se uno compra un cacciavite ?
      Del cacciavite, ovviamente, perché é uno strumento di violenza che andrebbe tolto dalle mani dei comuni cittadini, e concesso in uso (con attenzione!) solo a seri professionisti dotati della licenza per usarlo.In secondo luogo, ovviamente, della società che permette a colorifici e cacciaviti di esistere.
    • Anonimo scrive:
      Re: E se uno compra un cacciavite ?
      - Scritto da:
      Mi devono spiegare una cosa. Se uno entra in un
      colorificio e compra un cacciavite che poi usa
      per ammazzare una persona di chi è la colpa ?
      Dell'assassino o del colorificio
      ?


      ---dubbio amletico---Io al Bricocenter ho comprato un piede di porco extralarge. Fa lo stesso?(newbie)
  • Anonimo scrive:
    Dico la mia
    Se sono il direttore di un giornale e sul mio giornale si pubblica qualcosa di illegale, ne rispondo, giusto?Google guadagna un bel po' (ehm) di soldi con i suoi molteplici servizi, non ne ha abbastanza per assumere 100, 1000, 10000 persone che effettuino una valutazione sui contenuti diffusi attraverso youtube?Lasciamo perdere i blog, quella è un'altra storia. Qui però ritengo che Google deve fare tutto il possibile per evitare che contenuti inopportuni vengano pubblicati. Non si tratta di censura.
    • Anonimo scrive:
      Re: Dico la mia
      - Scritto da:
      Se sono il direttore di un giornale e sul mio
      giornale si pubblica qualcosa di illegale, ne
      rispondo,
      giusto?

      Google guadagna un bel po' (ehm) di soldi con i
      suoi molteplici servizi, non ne ha abbastanza per
      assumere 100, 1000, 10000 persone che effettuino
      una valutazione sui contenuti diffusi attraverso
      youtube?

      Lasciamo perdere i blog, quella è un'altra
      storia. Qui però ritengo che Google deve
      fare tutto il possibile per evitare che contenuti
      inopportuni vengano pubblicati. Non si tratta di
      censura.Ma non è google che deve controllare cosa viene messo in rete. La responsabilità è di chi manda in rete il video. Tramite l'indirizzo IP si puo' essere identificati se si immette materiale illegale.
      • Anonimo scrive:
        Re: Dico la mia

        Ma non è google che deve controllare cosa viene
        messo in rete. La responsabilità è di chi manda
        in rete il video.

        Tramite l'indirizzo IP si puo' essere
        identificati se si immette materiale
        illegale.Sì, certo, ma secondo me anche chi gestisce la piattaforma deve essere responsabile. Su quel contenuto, ci fa business, non è un servizio senza fini di lucro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Dico la mia
      - Scritto da:
      Se sono il direttore di un giornale e sul mio
      giornale si pubblica qualcosa di illegale, ne
      rispondo,
      giusto?

      Google guadagna un bel po' (ehm) di soldi con i
      suoi molteplici servizi, non ne ha abbastanza per
      assumere 100, 1000, 10000 persone che effettuino
      una valutazione sui contenuti diffusi attraverso
      youtube?Secondo me hai ragione al 100%, però questo non garantirebbe comunque un controllo capillare dei contenuti, visto che ne ricevono una quantità enorme.

      Lasciamo perdere i blog, quella è un'altra
      storia. Qui però ritengo che Google deve
      fare tutto il possibile per evitare che contenuti
      inopportuni vengano pubblicati. Non si tratta di
      censura.L'ideale sarebbe che i genitori controllassero i figli minorenni, per evitare che vedano ciò che non dovrebbero, non si può bloccare Internet e per quanto riguarda il blocco dei contenuti verso gli adulti non ha senso.Su PI da poco si discuteva sui contenuti sui telefonini, anche quì vale lo stesso discorso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Dico la mia

        Secondo me hai ragione al 100%, però questo non
        garantirebbe comunque un controllo capillare dei
        contenuti, visto che ne ricevono una quantità
        enorme.E ciò genera un enorme flusso di denaro per Google. Assumano persone per controllare... no?
    • Anonimo scrive:
      Re: Dico la mia
      Forse non ci si rende conto di come possa essere difficoltoso controllare una quantita' di dati tanto immensa, sopratutto quando NON ci sono dipendenti pagati a fornire il materiale... Come sempre si cerca di mettere il contenuto del materiale informatico sul piano delle altre categorie (giornali, libri, etc...), ma non si puo' procedere nella loro gestione alla maneira classica...La mentalita' umanistica della classe dominante italiana ha il suo peso in questo e non si fa altro che sparare sentenze inadeguate piuttosto che affidare il problema ad esperti del settore. Ci vorrebbe una regolamentazione differente che non si basa sul contenuto, ma piuttosto sui meccaniscmi di rete sottostanti al protocollo internet (db con log ip, nome file associato, etc... etc...) e magari un metodo di registrazione piu' genuino (dati anagrafici con codice fiscale e magari donazione simbolica obbligatoria di un euro - che poi verra' restituita - tramite paypal in modo da evitare utenti non realmente interessati).E questo sono solo due idee buttate li'...E' impensabile un filtro in grado di evitare che si ripetano casi come questi... qui sembrerebbe trattarsi di ignoranza in campo informatico dunque... Ma magari l'ignorante sono io...Cordiali saluti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Dico la mia
        - Scritto da:
        Forse non ci si rende conto di come possa essere
        difficoltoso controllare una quantita' di dati
        tanto immensa, sopratutto quando NON ci sono
        dipendenti pagati a fornire il materiale...


        Come sempre si cerca di mettere il contenuto del
        materiale informatico sul piano delle altre
        categorie (giornali, libri, etc...), ma non si
        puo' procedere nella loro gestione alla maneira
        classica...
        La mentalita' umanistica della classe dominante
        italiana ha il suo peso in questo e non si fa
        altro che sparare sentenze inadeguate piuttosto
        che affidare il problema ad esperti del settore.
        Ci vorrebbe una regolamentazione differente che
        non si basa sul contenuto, ma piuttosto sui
        meccaniscmi di rete sottostanti al protocollo
        internet (db con log ip, nome file associato,
        etc... etc...) e magari un metodo di
        registrazione piu' genuino (dati anagrafici con
        codice fiscale e magari donazione simbolica
        obbligatoria di un euro - che poi verra'
        restituita - tramite paypal in modo da evitare
        utenti non realmente
        interessati).
        E questo sono solo due idee buttate li'...

        E' impensabile un filtro in grado di evitare che
        si ripetano casi come questi... qui sembrerebbe
        trattarsi di ignoranza in campo informatico
        dunque...

        Ma magari l'ignorante sono io...

        Cordiali saluti.Non vedo il nesso del tuo messaggio con quello che ho scritto io, veramente.
    • ilgorgo scrive:
      Re: Dico la mia
      - Scritto da:
      Se sono il direttore di un giornale e sul mio
      giornale si pubblica qualcosa di illegale, ne
      rispondo,
      giusto?
      Ci vedo una piccola differennza: quando fai un giornale sei tu che decide cosa metterci, in Google sono gli utenti a decidere cosa pubblicare (in un certo senso sono loro i giornalisti). Al massimo posso aspettarmi che in Google prestassero attenzione alle varie segnalazioni di presenza di video non graditi.

      Lasciamo perdere i blog, quella è un'altra
      storia..Invece penso che questo servizio sia molto simile al blog, ti esprimi con un video anzichè con parole, o foto
      Qui però ritengo che Google deve
      fare tutto il possibile per evitare che contenuti
      inopportuni vengano pubblicati. Non si tratta di
      censura.Posso essere d'accordo, dopotutto esiste un regolamento per utilizzare il servizio ed è corretto che Google lo faccia rispettare. Ma da questo passare a responsabilità penali ne passa.Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Dico la mia

        Ci vedo una piccola differennza: quando fai un
        giornale sei tu che decide cosa metterci, in
        Google sono gli utenti a decidere cosa pubblicare
        (in un certo senso sono loro i giornalisti).

        Al massimo posso aspettarmi che in Google
        prestassero attenzione alle varie segnalazioni di
        presenza di video non
        graditi.No, aspetta, il giornale pubblica un sacco di cose, compresi annunci pubblicitari, inserzioni etc., e può cassarli se vuole.
        Invece penso che questo servizio sia molto simile
        al blog, ti esprimi con un video anzichè con
        parole, o
        fotoE' un servizio sfruttato a fini commerciali, questo è il punto. Google non fa opera pia, consentendo di pubblicare i video, ma ci fa i soldi sopra.
        Posso essere d'accordo, dopotutto esiste un
        regolamento per utilizzare il servizio ed è
        corretto che Google lo faccia rispettare. Ma da
        questo passare a responsabilità penali ne
        passa.Finchè non esiste una normativa in materia, mi pare logico che questo caso possa essere ricondotto a esempi di altri tipi di media.Certo è assurdo rileggermi e scoprirmi "censore", ma per me la censura è un'altra cosa, e questo non è un servizio pubblico. Ci sarà una via di mezzo tra "vale tutto" e "censuriamo tutto", no?
  • Anonimo scrive:
    Benpensanti e perbenisti
    La colpa nonè di google, ma di quei genitori che non hanno saputo educare i figli! paghino loro! (c64)(amiga)
    • Anonimo scrive:
      Re: Benpensanti e perbenisti
      - Scritto da:
      La colpa nonè di google, ma di quei genitori che
      non hanno saputo educare i figli! paghino loro!Ti do una notizia: la maggior parte dei genitori non sa educare i figli.
      • lorenzaccio scrive:
        Re: Benpensanti e perbenisti
        Ti quoto al 1000%.Ma anche quasi tutti i genitori sono MOLTO maleducati. Le colpe dei padri ricadono sui figli..
  • Anonimo scrive:
    La responsabilità
    Il responsabile è l'autore del video che l'ha uplodato in rete, mi sembra ovvio... e in questo caso se è minorenne ricade sui genitori.
  • Anonimo scrive:
    In Italia e' sempre così
    "I panni sporchi si lavano in famiglia" e chi ha il coraggio di denuciare, di far vedere quello che da anni succede e che tutti sanno ma fingono di non sapere, ebbene quello viene deunciato assalito e anche insultato, in Italia va cosi': l'omerta' deve essere fatta valere anche attraverso la giurisprudenza.Sembra che non sia così importate il fatto che un ragazzo down sia stato picchiato ma siano piu' importanti le "seccature" che questa denucia ha portato.A pensarci bene chi vede questo video puo' pensare che le scuole italiane formino ragazzi indisciplinati e senza valori morali e che quindi penalizzi a priori l'utilizzo di professionisti italiani che si sono formati in tali scuole. :s
  • vandadaroma scrive:
    Che c`entra Google?
    Il filmino potrebbe essere stato pubblicato su qualunque motore di ricerca.Non e` che ci vogliono far fare la fine dei cinesi?Internet sotto controllo...nulla passera` senza l`approvazione del Grande Capo...E poi, e` vero...se non sarebbe stato pubblicato non si sarebbe mai saputo e chissa`...forse avrebbero continuato ad abusare il ragazzo Dawn.Google si dovrebbe ringraziare per essere stato il "testimone" che ha portato prove "inoppugnabili" di colpevolezza degli altri ragazzi. O)
  • Anonimo scrive:
    Concorso in omicidio...
    Per tutti i fabbricanti d'armi ! Come mai non c'hanno ancora pensato ?
  • Anonimo scrive:
    Vecchia storia
    Si utilizzano questi fatti di cronaca per aumentare il tasso di censura sul web.Svegliamoci!Sarebbe come dire che, siccome le banche possono essere rapinate, vanno abolite o bisogna passare dalla questura per fare un prelievo.Ma via...Chi sbaglia deve pagare, chi mette online materiale illecito deve essere perseguito... ma niente restrizioni, è più che sufficiente il controllo della comunità.Stop alla censura
  • Anonimo scrive:
    Google mettetevi a 90
    La nazione del bengodi si ribella e manda gli avvisi di garanzia ai titolari del motore di ricerca monopolistico guidato da Brin e WebPagebene cosi avanti popolo alla riscossa bandiera rossa bandiera rossa 8) 8) 8) 8) @^ @^ @^ @^ @^ @^ @^(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(c64)(c64)(win)(linux) @^ @^ @^ @^(ghost)(ghost)(ghost)(geek)(geek)(geek) 8) 8) 8)
  • Anonimo scrive:
    Google almeno può difendersi
    contro tali pseudomoralizzatori della domenica. C'è gente che viene denunciata perché visualizza contenuti illegali e deve procurarsi il denaro per difendersi dopo che ha perso il lavoro.
  • Anonimo scrive:
    Però i colpevoli sono stati puniti
    Il filmato era nella top list dei filmati più divertenti e questo è sicuramente un fatto gravissimo. Però grazie al fatto che questo filmato sia stato divulgato in modo così difuso, tutti i colpevoli sono stati puniti, compresi il professore distratto e i compagni conniventi. Inoltre il problema dei maltrattamenti degli alunni indifesi nelle scuole è diventato di attualità. Una censura completa avrebbe nascosto il problema come succede di solito. Non dimentichiamocelo per molti ragazzi la scuola è una vera e propria giungla
  • Anonimo scrive:
    Assunzione personale: questi sconosciuti
    Eh certo, ma anche un bambino arriva a capire che prima o poi, per la legge dei grandi numeri, qualcuno, qualcosa di pericoloso lo carichera' sul server.Eh come ci si protegge? Con l'assunzione di nuovo personale che va a controllare i video caricati. Ma si sa costerebbe troppo, quindi e' molto piu' importante il profitto di una multinazionale che non la pubblicazione di simili video.Personale, questi sconosciuti, ma questi non sono nuovi a queste trovate, si ricoprdi ad esempio al giochino delle immagini dove la gente deva dare una descrizione dell'immagine, cosi' ci si risparmia sul personale che dovrebbe fare quel lavoro.Si pensi anche al software ocr rilasciato open.
    • Anonimo scrive:
      Re: Assunzione personale: questi sconosc
      MA CHE CAZZO SCRIVI?
    • Anonimo scrive:
      Re: Assunzione personale: questi sconosc
      - Scritto da:
      Eh certo, ma anche un bambino arriva a capire che
      prima o poi, per la legge dei grandi numeri,
      qualcuno, qualcosa di pericoloso lo carichera'
      sul
      server.

      Eh come ci si protegge? Con l'assunzione di nuovo
      personale che va a controllare i video caricati.
      Ma si sa costerebbe troppo, quindi e' molto piu'
      importante il profitto di una multinazionale che
      non la pubblicazione di simili
      video.

      Personale, questi sconosciuti, ma questi non sono
      nuovi a queste trovate, si ricoprdi ad esempio al
      giochino delle immagini dove la gente deva dare
      una descrizione dell'immagine, cosi' ci si
      risparmia sul personale che dovrebbe fare quel
      lavoro.

      Si pensi anche al software ocr rilasciato open.Hai una vaga idea della mole di video che vengono messi online ogni giorno??? hai una vaga idea di quanta gente ci vorrebbe??? Ti rendi conto cosa vuol dire guardare tutti i giorni milioni di video di gente fallita che non ha un c...o da fare se non pubblicare insulsi video lunghissimi sulla rete???Non ho parole -.-
  • Anonimo scrive:
    Le trasmissioni saranno controllate ..
    Geniali come sempre,non leggo molto i quotidiani ma le vostre vignette sono sempre divertenti.
  • Anonimo scrive:
    Tutto colpa del DIO danaro
    Certo perche' cosi' la gente carica i video, la gente li vede e le multinazionali fanno profitti.Certo, perche' se quei video li controllassero prima di metterli online, i profitti sarebbe molto minori.
  • Anonimo scrive:
    google deve vigilare
    essendo titolare di you-shit, dovrebbe come minimo controllare che tipo di porcherie vengono uppate sul suo sito di filmini.Visto che sbandiera che ha un search engine dotato di chissà quali algoritmi, ne inventasse un altro per individuare quei contenuti ritenuti non idonei ad una una libera pubblicazione on line.Ma evidentemente è chiedere troppo. little G ha altro da fare (iTV, firefox, apple, ecc...)Microsoft ha un altro stile!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: google deve vigilare
      - Scritto da:
      essendo titolare di you-shit, dovrebbe come
      minimo controllare che tipo di porcherie vengono
      uppate sul suo sito di
      filmini.
      Visto che sbandiera che ha un search engine
      dotato di chissà quali algoritmi, ne inventasse
      un altro per individuare quei contenuti ritenuti
      non idonei ad una una libera pubblicazione on
      line.
      Ma evidentemente è chiedere troppo. little G ha
      altro da fare (iTV, firefox, apple,
      ecc...)

      Microsoft ha un altro stile!!!Sei un pessimo troll -.- ... Bocciato per mancanza di creatività
  • Anonimo scrive:
    Piccoli politici crescono...
    e cercano di farsi pubblicità e notorietà
  • Anonimo scrive:
    Ma Google e' ancora visibile?
    Ma che strano.Se il sito fosse stato di un piccolo studente universitario, forse sarebbe stato gia' oscurato e lo studente gia' in galera.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma Google e' ancora visibile?
      - Scritto da:
      Ma che strano.

      Se il sito fosse stato di un piccolo studente
      universitario, forse sarebbe stato gia' oscurato
      e lo studente gia' in
      galera.Dimentichi la visita di cortesia della postale alle sei del mattino con sequestro di qualsiasi materiale informatico (o presunto tale)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma Google e' ancora visibile?
        - Scritto da:
        Dimentichi la visita di cortesia della postale
        alle sei del mattino con sequestro di qualsiasi
        materiale informatico (o presunto
        tale)Come ad esempio il tostapane e il forno a micronde :D
  • PinguinoMannaro scrive:
    Abasciator non porta pena
    Abasciator non porta pena:Il ragionamento di Google e' quello giusto, in una società civile devono essere i cittadini a denunciare i fatti e non una polizia impicciona.Inoltre quando io andavo a scuola questo genere di fatti esistevano pero internet era solo agli inizi. E vi assicuro che i docenti in genere non intervenivano [bastava non rompere nulla].Nel caso google video posso dire che l' effetto sia stato positivo visto che se non ci fosse stato il video quel ragazzo averebbe continuato a prendere botte nell'indifferenza generale.Quindi o la parlamentare che ha proposto la legge o viene da Marte (cosa molto probabile) o questa e' una legge contro internet messa li solo per difendere il mercato pubblicitario del suo padrone.
    • Anonimo scrive:
      Re: Abasciator non porta pena

      Quindi o la parlamentare che ha proposto la legge
      o viene da Marte (cosa molto probabile) o questa
      e' una legge contro internet messa li solo per
      difendere il mercato pubblicitario del suo
      padrone.Il mercato pubblicitario di Google ?
      • PinguinoMannaro scrive:
        Re: Abasciator non porta pena
        - Scritto da:



        Quindi o la parlamentare che ha proposto la
        legge

        o viene da Marte (cosa molto probabile) o questa

        e' una legge contro internet messa li solo per

        difendere il mercato pubblicitario del suo

        padrone.

        Il mercato pubblicitario di Google ?Quello che in GB ha superato il mercato pubblicitario del primo network televisivo privato. [per l'Italia e' solo questione di tempo]
  • Anonimo scrive:
    Italianità
    E' la solita minestra all'italiana, in cui, sono sempre gli altri, i responsabili...E' responsabile google, perche' ha fatto vedere un video di cio' che succede nelle scuole... cosi' come sono responsabili, sempre e comunque, chi mostra la realta' delle cose, mentre tutto deve essere taciuto e nascosto... per il buon nome di chissa' chi...Nesuna responsabilita' viene rimproverata ai genitori di cosi' disgustosi fanciulli, nessuna responsabilita' ai metodi educativi della scuola che non riescono ad insegnare neanche il livello minimo di civilta'...La colpa e' di GOOGLE!!! il nuovo mostro, che permette di far vedere il degrado di questo paese che ha perso anche la dignita' di star zitto a riflettere
    • Anonimo scrive:
      Re: Italianità
      - Scritto da:
      E' la solita minestra all'italiana, in cui, sono
      sempre gli altri, i
      responsabili...Chi l'ha detto ?
      E' responsabile google, perche' ha fatto vedere
      un video di cio' che succede nelle scuole...E' responsabile ANCHE Google
      cosi' come sono responsabili, sempre e comunque,
      chi mostra la realta' delle cose, mentre tutto
      deve essere taciuto e nascosto... per il buon
      nome di chissa'
      chi...
      Nesuna responsabilita' viene rimproverata ai
      genitori di cosi' disgustosi fanciulli, Non dire stupidaggini, i genitori sono responsabili dei comportamenti dei figli minorinessuna
      responsabilita' ai metodi educativi della scuola
      che non riescono ad insegnare neanche il livello
      minimo di
      civilta'...Ecco, allora porteremo in giudizio "i metodi educativi della scuola"
      • Anonimo scrive:
        Re: Italianità
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        E' la solita minestra all'italiana, in cui,

        sono sempre gli altri, i responsabili...
        Chi l'ha detto ?

        E' responsabile google, perche' ha fatto vedere

        un video di cio' che succede nelle scuole...

        E' responsabile ANCHE Google


        cosi' come sono responsabili, sempre e comunque,

        chi mostra la realta' delle cose, mentre tutto

        deve essere taciuto e nascosto... per il buon

        nome di chissa'

        chi...

        Nesuna responsabilita' viene rimproverata ai

        genitori di cosi' disgustosi fanciulli,

        Non dire stupidaggini, i genitori sono
        responsabili dei comportamenti dei figli
        minori

        nessuna

        responsabilita' ai metodi educativi della scuola

        che non riescono ad insegnare neanche il livello

        minimo di

        civilta'...

        Ecco, allora porteremo in giudizio "i metodi
        educativi della scuola"No, arrestiamo il produttore del videofonino !
        • Anonimo scrive:
          Re: Italianità
          - Scritto da:

          Ecco, allora porteremo in giudizio "i metodi

          educativi della scuola"

          No, arrestiamo il produttore del videofonino !E anche tutti i produttori di tutti i componenti necessari alla produzione dello stesso !
      • Anonimo scrive:
        Re: Italianità
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        E' la solita minestra all'italiana, in cui, sono

        sempre gli altri, i

        responsabili...

        Chi l'ha detto ?


        E' responsabile google, perche' ha fatto vedere

        un video di cio' che succede nelle scuole...

        E' responsabile ANCHE Google
        Google non è un'editore. Solo in caso di segnalazione ha senso obbligare Google alla censura, non si può controllare tutto. Ma tu vivi nel mondo dei sogni...
        • Anonimo scrive:
          Re: Italianità
          - Scritto da:
          Google non è un'editore.Non ne sarei così sicuro. A casa mia chi pubblica dei contenuti per vendere della pubblicità, è un editore.
      • Anonimo scrive:
        Re: Italianità


        E' la solita minestra all'italiana, in cui, sono

        sempre gli altri, i

        responsabili...
        Chi l'ha detto ?I fatti?

        E' responsabile google, perche' ha fatto vedere

        un video di cio' che succede nelle scuole...
        E' responsabile ANCHE GoogleNo, google non e' responsabile per niente...

        cosi' come sono responsabili, sempre e comunque,

        chi mostra la realta' delle cose, mentre tutto

        deve essere taciuto e nascosto... per il buon

        nome di chissa'

        chi...

        Nesuna responsabilita' viene rimproverata ai

        genitori di cosi' disgustosi fanciulli,
        Non dire stupidaggini, i genitori sono
        responsabili dei comportamenti dei figli
        minoriA parte che mi sembra ridicolo rispondere ad una stupidaggine con una ancora piu' grande...I ragazzi erano minorenni, e poi si parlava della loro educazione, che anche se maggiorenni, deriva anche e soprattutto da scuola e genitori...

        nessuna

        responsabilita' ai metodi educativi della scuola

        che non riescono ad insegnare neanche il livello

        minimo di

        civilta'...
        Ecco, allora porteremo in giudizio "i metodi
        educativi della
        scuola":D ma tu rispondi a caso?
        • Anonimo scrive:
          Re: Italianità



          E' la solita minestra all'italiana, in cui,
          sono


          sempre gli altri, i


          responsabili...

          Chi l'ha detto ?

          I fatti?Quella citata sopra e' un'argomentazione basata su fatti ?


          E' responsabile google, perche' ha fatto
          vedere


          un video di cio' che succede nelle scuole...

          E' responsabile ANCHE Google

          No, google non e' responsabile per niente...Questo lo decidera' il giudice. Per intanto, il pubblico ministero ha inteso procedere, con buona pace di chi parla di questioni meramente tecniche, mentre il punto e' giuridico


          cosi' come sono responsabili, sempre e
          comunque,


          chi mostra la realta' delle cose, mentre tutto


          deve essere taciuto e nascosto... per il buon


          nome di chissa'


          chi...


          Nesuna responsabilita' viene rimproverata ai


          genitori di cosi' disgustosi fanciulli,

          Non dire stupidaggini, i genitori sono

          responsabili dei comportamenti dei figli

          minori

          A parte che mi sembra ridicolo rispondere ad una
          stupidaggine con una ancora piu'
          grande...
          I ragazzi erano minorenni, e poi si parlava della
          loro educazione, che anche se maggiorenni, deriva
          anche e soprattutto da scuola e
          genitori...La responsabilita', nel merito della questione, e' quella giuridica. Chi ha fatto il primo intervento ha fatto intendere una cosa evidentemente errata


          nessuna


          responsabilita' ai metodi educativi della
          scuola


          che non riescono ad insegnare neanche il
          livello


          minimo di


          civilta'...

          Ecco, allora porteremo in giudizio "i metodi

          educativi della

          scuola"

          :D ma tu rispondi a caso?No, e' che conosco il significato delle parole che uso
          • Anonimo scrive:
            Re: Italianità
            - Scritto da:





            E' la solita minestra all'italiana, in cui,

            sono



            sempre gli altri, i



            responsabili...


            Chi l'ha detto ?



            I fatti?
            Quella citata sopra e' un'argomentazione basata
            su fatti?:D non hai portato molti fatti neanche tu... ;)per rimanere nell'ambito del video, mi sembra che l'interesse verso insegnanti e genitori, non ci sia stata...semmai l'interesse e' stata rivolta all'inizio solo nella ricerca dei ragazzi. una volta trovati, il silenzio, se non le accuse su google che sono iniziate sin da subito ed ora, in merito alla vicenda, sono queste le notizie continuano ad essere portate all'attenzione... sembra quasi che quello che hanno fatto quei ragazzi sia colpa di google...un altro fatto recente? i politici drogati...alla fine la colpa era delle iene, non dei politici che spinellano e magari poi votano contro la droga...c'e' piu' attenzione verso l'accusa di aver reso noto dei fatti, piuttosto che per i fatti in se...



            E' responsabile google, perche' ha fatto

            vedere



            un video di cio' che succede nelle scuole...


            E' responsabile ANCHE Google

            No, google non e' responsabile per niente...
            Questo lo decidera' il giudice. Per intanto, il
            pubblico ministero ha inteso procedere, con buona
            pace di chi parla di questioni meramente
            tecniche, mentre il punto e'
            giuridicovedi, non hai capito il principio del discorso... non si parlava da un punto di vista giuridico della faccenda, ma sociale...dove nasce e si nutre questa perdita di senso non solo civico, ma anche umano, dato che, una persona con handicap, non solo non suscita pieta', ma addirittura derisione!!!! queste cose succedono in tessuti sociali profondamente degradati...



            cosi' come sono responsabili, sempre e

            comunque,



            chi mostra la realta' delle cose, mentre
            tutto



            deve essere taciuto e nascosto... per il
            buon



            nome di chissa'



            chi...



            Nesuna responsabilita' viene rimproverata ai



            genitori di cosi' disgustosi fanciulli,


            Non dire stupidaggini, i genitori sono


            responsabili dei comportamenti dei figli


            minori

            A parte che mi sembra ridicolo rispondere ad una

            stupidaggine con una ancora piu'

            grande...

            I ragazzi erano minorenni, e poi si parlava
            della

            loro educazione, che anche se maggiorenni,
            deriva

            anche e soprattutto da scuola e

            genitori...
            La responsabilita', nel merito della questione,
            e' quella giuridica. Chi ha fatto il primo
            intervento ha fatto intendere una cosa
            evidentemente
            erratascusa ma mi sembra che sei l'unico che ha parlato di responsabilita' giuridica, negli altri post, non se ne fa menzione. si parla di generica responsabilita'...



            nessuna



            responsabilita' ai metodi educativi della

            scuola



            che non riescono ad insegnare neanche il

            livello



            minimo di



            civilta'...


            Ecco, allora porteremo in giudizio "i metodi


            educativi della


            scuola"

            :D ma tu rispondi a caso?
            No, e' che conosco il significato delle parole
            che
            usoRipeto... io sto parlando di responsabilita' tout court, non mi sto soffermando alla sola responsabilita' giuridica... forse e' qui che nasce l'equivoco...cmq, naturalmente, c'e' anche da dire che la responsabilita' giuridica, manifesta una sensibilita' sociale verso le responsabilita' che uno stato si sente di doversi dotare... quindi, il problema continua a persistere; se la giurisdizione si preoccupa piu' di perseguire google, piuttosto che il degrado che c'e' dietro a questa faccenda, io continuo ad essere preoccupato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Italianità

            vedi, non hai capito il principio del discorso...
            non si parlava da un punto di vista giuridico
            della faccenda, ma
            sociale...Facciamo a capirci, come si dice a Roma. L'articolo parla dell'azione portata avanti dai magistrati di Milano per accertare la responsabilita' di Google. Il primo intervento sostiene: i giudici se la prendono con Google, mentre non si fa nulla contro i genitori, che non vengono riconosciuti come i veri responsabili (semplifico, ma il succo e' questo); ebbene, e' un intervento che fa confusione, perche' e' ovvio che i genitori sono i primi responsabili (giuridicamente, ma non solo)

            scusa ma mi sembra che sei l'unico che ha parlato
            di responsabilita' giuridica, negli altri post,
            non se ne fa menzione. si parla di generica
            responsabilita'...L'articolo parla di una denuncia di una ONLUS, e dell'azione di pubblici ministeri. Si parla quindi di responsabilita' nel senso prettamente giuridico del termine. E' in questo thread che si e' fatta confusione, mettendo sullo stesso piano la denuncia della ONLUS, i metodi educativi della scuola e quant'altro.
  • firefox88 scrive:
    E' un pretesto: la Rete non si tocca!
    Il mondo della politica non vede l'ora di mettere sotto stretto controllo Internet, proprio perché la libera circolazione di informazioni fa paura a tutti.Per accanirsi contro Internet le scuse sono sempre le stesse (è un luogo dalle mille insidie, non è adatto ai più piccoli, ecc...), e adesso i proibizionisti potranno pure aggrapparsi a questa brutta vicenda del ragazzo down, da usare come pretesto per avviare una crociata contro la Rete.La Rete è una realtà pluralista e democratica, e la sua indole riflette l'indole della gente che vi prende parte. Pertanto, se su Internet finisce un video dove un ragazzo down viene picchiato e deriso, la colpa non è di Internet, ma è a monte. La colpa è dei genitori, e di queste scuole pseudo-tecnico-industriali-professionali che da luoghi per imparare a fare qualcosa (com'erano una volta), rischiano di ridursi a dei depositi di feccia. Bisogna valorizzare queste scuole, non esistono mica solo i licei.
    • ilgorgo scrive:
      Re: E' un pretesto: la Rete non si tocca
      - Scritto da: firefox88
      Il mondo della politica non vede l'ora di mettere
      sotto stretto controllo Internet, proprio perché
      la libera circolazione di informazioni fa paura a
      tutti.
      Hai ragione troppa paura della libertà devono imbavagliarla, e quindi ogni scusa è buona per inserire qualche controllo. la colpa non è di Internet, ma è a monte.
      La colpa è dei genitori, e di queste scuole
      pseudo-tecnico-industriali-professionali che da
      luoghi per imparare a fare qualcosa (com'erano
      una volta), rischiano di ridursi a dei depositi
      di feccia. Bisogna valorizzare queste scuole, non
      esistono mica solo i
      licei.Non puoi demandare tutto alla scuola. L'educazione nasce dalla famiglia e poi viene la scuola. Oltrettutto al giorno d'oggi se un professore riprende un allunno, i genitori protestano con la scuola, non con il figlio indisciplinato.Saluti
    • borg_troll scrive:
      Re: E' un pretesto: la Rete non si tocca
      - Scritto da: firefox88
      Il mondo della politica non vede l'ora di mettere
      sotto stretto controllo InternetE ci riuscirà, stanne certo.
      Per accanirsi contro Internet le scuse sono
      sempre le stesse (è un luogo dalle mille insidie,
      non è adatto ai più piccoli, ecc...)Ringrazia che hanno ancora bisogno di scuse. Presto non serviranno più.
      La Rete è una realtà pluralista e democraticaLa Rete é solo uno strumento, finché rimane com'é ora ognuno può metterci quel che vuole. In un futuro molto vicino, non si potrà più. Ci vorranno permessi e licenze, come é successo inevitabilmente per ogni attività umana.L'anonimato su Internet sarà presto un ricordo del passato, già ora scompare pezzo per pezzo. Con la fine dell'anonimato, Internet cambierà totalmente: sarà solo un'altra macchina per fare soldi in mano a chi ne ha già tanti.E non c'é NULLA che voi possiate fare per impedirlo.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' un pretesto: la Rete non si tocca
        - Scritto da: borg_troll

        - Scritto da: firefox88

        Il mondo della politica non vede l'ora di
        mettere

        sotto stretto controllo Internet

        E ci riuscirà, stanne certo.


        Per accanirsi contro Internet le scuse sono

        sempre le stesse (è un luogo dalle mille
        insidie,

        non è adatto ai più piccoli, ecc...)

        Ringrazia che hanno ancora bisogno di scuse.
        Presto non serviranno
        più.



        La Rete è una realtà pluralista e democratica

        La Rete é solo uno strumento, finché rimane com'é
        ora ognuno può metterci quel che vuole. In un
        futuro molto vicino, non si potrà più. Ci
        vorranno permessi e licenze, come é successo
        inevitabilmente per ogni attività
        umana.

        L'anonimato su Internet sarà presto un ricordo
        del passato, già ora scompare pezzo per pezzo.
        Con la fine dell'anonimato, Internet cambierà
        totalmente: sarà solo un'altra macchina per fare
        soldi in mano a chi ne ha già
        tanti.

        E non c'é NULLA che voi possiate fare per
        impedirlo.Ma a te cosa ti spinge ancora nell'andare avanti a vivere? Tanto, a tuo dire, la (tua) libertà è condannata... Che ci fai ancora a questo mondo? :
        • borg_troll scrive:
          Re: E' un pretesto: la Rete non si tocca
          - Scritto da:

          Ma a te cosa ti spinge ancora nell'andare avanti
          a vivere? Tanto, a tuo dire, la (tua) libertà è
          condannata... Che ci fai ancora a questo mondo?
          :Trolleggio su di voi, che mi nutrite. (troll)(troll1)(troll3)(troll4)
          • Anonimo scrive:
            Re: E' un pretesto: la Rete non si tocca
            - Scritto da: borg_troll

            - Scritto da:




            Ma a te cosa ti spinge ancora nell'andare avanti

            a vivere? Tanto, a tuo dire, la (tua) libertà è

            condannata... Che ci fai ancora a questo mondo?

            :

            Trolleggio su di voi, che mi nutrite.
            (troll)(troll1)(troll3)(troll4)Aaaaahhh ecco :D 8)
  • Anonimo scrive:
    Sequestro dei server
    Certo che se quel video fosse finito su un sitomeno conosciuto allora la procedura normale sarebbe stata il sequestro dei server, con google no ovviamente.Evvai così, la legge non si applica ma si interpreta.
  • Anonimo scrive:
    Io avrei risposto...
    Al posto di google io averi risposto:Google è solo uno strumento. Se non vi va bene, vietatene l'utilizzo nel fostro paese.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io avrei risposto...
      - Scritto da:
      Al posto di google io averi risposto:
      Google è solo uno strumento. Se non vi va bene,
      vietatene l'utilizzo nel fostro
      paese.Appunto. MAle che vada escludono l'Italia da Google. Ed in fondo me lo auguro, così vedresti quante aziende della net economy, e non solo, iniziano a crepare senza Google.
  • Anonimo scrive:
    Liberta' di manifestare il pensiero
    Sono Daccordo con coloro i quali pensano che "internet" e il web piu' in generale sia quella linea di confine che URTA E DISTURBA chi sta comodamente seduto nei seggi del potere!Internet e' quella cosa che non puo' essere controllata preventivamente come invece lo sono i programmi TV! che adeguatamente scelti e preselezionati Manipolano il senso del giudizione di tutti colore che ne vengono in contatto!Internet e' come un bambino appena nato che sincero e spontaneo racconta e trasmette tutto cio' che gli passa per la mente! senza restrizioni ,catene, censure.Io mi arrabbio quando certe decisioni di certi magistrati di certe procure, che sono cresciuti in periodi in cui regnava l'omerta'e la paura di parlare! sindacano certe disposizioni in relazione alle quali anche il nostro codice penale soffre a sentirsi cosi' male interpretato!Ma io mi chiedo che c.....o centra google e la redazione di google!!!Mi """pare""" che il nostro codice penale punisca le persone non i mezzi!!! e mi "pare" che il nostro codice penale punisca per dolo e colpa e in caso contrario l'innocenza e' sovrana! Pero' purtroppo i nostri codici e le nostre leggi non ne hanno colpa, perche' hanno il triste compito di essere solamente interpretate! quindi sono un MEZZO!! pero' quante volte abbiamo sentito la classica espressione ...e' colpa della legge e non del suo interprete? e' sempre colpa della legge! anche se quest' ultima e' semplice inchiostro che ben modellato e spalmato con cura e ATTENZIONE su un foglio di carta assume un significato gustoso e pieno di interessi!Si esatto proprio gli interessi personali e strumentali di quelli che applicano o meglio si vantano di applicare super partes la LEGGE!!E' l'interesse! spietatamente economico!!Stessa storia per il mercante di pietre!Censurato dall attuale governo PRODI!!!perche' ci faceva capire quanto siamo fragili difronte all' evidenza!Vi ricordate la trama del film?E noi??? eccellente stato democratico dobbiamo esportare orgogliosi il nostro stile , la nostra struttura SOCIALE , in dei luoghi in cui il popolo si incazza e non ci vuole proprio perche' si accorgono quanto e' contorto il concetto di democrazia che stiamo esportando! E quanto crudamente economico sia lo scopo per cui tentiamo di esportarlo!E hanno Ragione!! HANNO RAGIONEE!!!!Ma per tornare direttamente al discorso di google! Ho gia' risposto!E'Semplice scusante o chiamiamola meglio un CARPE DIEM , per iniziare una lunghissima e nuovissima e cavillosissima procedura di legislazione verso qualcosa che tanto non potra' mai essere governata o regolata a piacimento dai politici!Ragazzi io mi rivolgo a tutti! Internet e il web in generale e' tutti i servizi che da esso dipendono e' l'unico mezzo di informazione che e' rimasto Naturale!Non e' condizionato o manipolato come sono i programmi tv che vengono trasmessi ad hoc ad una detterminata ora e in detterminati spazi proprio per sortire il loro effetto! che si risolve in una DISINTEGRAZIONE DEI SENSI DI GIUDIZIO DI COLORO CHE NON HANNO DEI FILTRI ADATTI PER PROTEGGERSI!e allora io continuero ' a scrivere sempre quello che penso! E non permettiamo che anche questo mezzo di informazione sia MANIPOLATO E GOVERNATO da coloro che stanno al potere!!un ringraziamento A GOOGLE!che va sempre contro chi cerca di mettergli le redini!!Liberta' di poter esprimere sempre il proprio pensiero, anche se naturalmente questo comporta molto spesso la creazione di PROBLEMI dall' altra parte!E' sempre vero il detto che dice : LA liberta' di ciascuno inizia dove finisce la liberta' dell' altro!
    • Anonimo scrive:
      Re: Liberta' di manifestare il pensiero

      ....................
      parte!
      E' sempre vero il detto che dice : LA liberta' di
      ciascuno inizia dove finisce la liberta' dell'
      altro! Guarda che non si capisce quasi niente: scrivi in due righe il tuo pensiero la prossima volta, se puoi.La responsabilità penale è personale: certo, infatti i finanzieri sono andati a scartabellare i documenti di Google per capire quali sono i precisi compiti e gli obblighi dei due responsabili nell'azienda.Non proclamiamo Google santo anzitempo. Non è il cavailere bianco. Si tratta di un'attività commerciale che va benone e continuerà a fare i propri interessi.Comunque, concordo sul fattore destabilizzante della rete e di google (come di qualsiasi tecnologia innovativa) rispetto alle posizioni reazionarie decrepite e insensate dei rappresentanti delle istituzioni (destra o sinistra senza preferenze). La puntuale illogicità e malafede nell'approccio strapaesano rispetto a questioni che ormai sono note a qualsiasi persona è indice del maldestro tentativo di sfruttare ogni occasione per (come si dice a Napoli e a Montecitorio) "azzupparci".Viva lo Statuto Albertino
      • Anonimo scrive:
        Re: Liberta' di manifestare il pensiero

        La responsabilità penale è personale: certo,
        infatti i finanzieri sono andati a scartabellare
        i documenti di Google per capire quali sono i
        precisi compiti e gli obblighi dei due
        responsabili
        nell'azienda.

        Non proclamiamo Google santo anzitempo. Non è il
        cavailere bianco. Si tratta di un'attività
        commerciale che va benone e continuerà a fare i
        propri
        interessi.

        Comunque, concordo sul fattore destabilizzante
        della rete e di google (come di qualsiasi
        tecnologia innovativa) rispetto alle posizioni
        reazionarie decrepite e insensate dei
        rappresentanti delle istituzioni (destra o
        sinistra senza preferenze). La puntuale
        illogicità e malafede nell'approccio strapaesano
        rispetto a questioni che ormai sono note a
        qualsiasi persona è indice del maldestro
        tentativo di sfruttare ogni occasione per (come
        si dice a Napoli e a Montecitorio)
        "azzupparci".

        Viva lo Statuto AlbertinoFinalmente un intervento del quale posso dire: non lo condivido in toto, ma ne apprezzo la logica argomentativa. C'e' qualcuno, in questi forum, che si accorge di vivere nel mondo reale, non nei videogiochi
  • Anonimo scrive:
    condivido tessarolo, chiudiamo tutto
    condivido tessarolo, chiudiamo tutto, cosi' evitiamo di leggere commenti come il suo.
    • Anonimo scrive:
      Re: condivido tessarolo, chiudiamo tutto
      - Scritto da:
      condivido tessarolo, chiudiamo tutto, cosi'
      evitiamo di leggere commenti come il
      suo.In effetti era un commento dal sapore adolescenziale, totalmente svincolato dai fatti. Purtroppo su PI simili interventi non mancano mai
  • Anonimo scrive:
    Sputtanamenti in piazza (virtuale)
    Ma come si può essere così imbecilli da non capire che internet e i suoi siti sono solo un luogo pubblico seppur virtuale ??? Se qualcuno mi offende in piazza davanti alla gente che faccio??? denuncio chi ha costruito la piazza perchè complice della diffamazione?? A parte questo concetto che sembra essere tanto difficile per i gerontocratici che ci amministrano, mi piacerebbe sapere che cosa c'e' da guadagnare censurando internet: forse si risolve il secolare problema del bullismo???? forse impedire di sapere che ci sono molti, ma molti più pedofili in giro di quello che si pensa può aiutare le vittime?Che Paese di cretini...
  • fedemello scrive:
    Un altro video allucinante ora in rete
    Un nuovo imbarazzante video sul bullismo ancora in rete. ed un blog ha anche avuto il coraggio di pubblicarloqua:http://www.generazioneblog.it/2006/11/26/emergenza-bullismo-ma-bullismo-bullismo/
    • Anonimo scrive:
      Re: Un altro video allucinante ora in re
      Non lo vedo e vedrò..ma che aspetti a segnalarlo alla PS????Falla una buona azione ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Un altro video allucinante ora in re
      - Scritto da: fedemello
      Un nuovo imbarazzante video sul bullismo ancora
      in rete. ed un blog ha anche avuto il coraggio di
      pubblicarlo
      qua:
      http://www.generazioneblog.it/2006/11/26/emergenza10 e lode per la simpatia e la presa di posizione! :)
  • Anonimo scrive:
    L'IGNORANZA:arma di distruzione di massa
    E' un'arma di distruzione di massa.Ed i Politici italiani ed in generale tutti i dirigenti delle istituzioni italiane sono un branco di caproni.Soprattutto quando - come in Italia - tutto è mosso da interessi economici personali.Si legge nell'articolo:" La direttiva 31/00 recepita in Italia dal decreto legislativo 70/2003 dice chiaramente che non esiste un obbligo generale di sorveglianza preventivo a carico del fornitore di servizi internet. Solo a fronte di un provvedimento esecutivo della pubblica autorità è possibile rimuovere o rendere indisponibili contenuti o servizi."Per cui la caccia alle streghe - tipica del nostro paese Italia - è del tutto priva di fondamento. D'altronde come tutte le caccie alle streghe, ma siamo in Italia.L'unica colpa di Internet (Google) è stata di rimuovere in video senza attendere il provvediment della pubblica autorità.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'IGNORANZA:arma di distruzione di m
      Subito pronto a scendere in piazza per una partita di calcio e vigliacco quando si tratta di difendere i diritti civili. Volgo ignobile!
      • Anonimo scrive:
        Re: L'IGNORANZA:arma di distruzione di m
        - Scritto da:
        Subito pronto a scendere in piazza per una
        partita di calcio e vigliacco quando si tratta di
        difendere i diritti civili. Volgo
        ignobile!Vi resta l'emigrazione. Fatelo al piu' presto
  • Anonimo scrive:
    c'e' una bella differenza!!!

    ...dimenticando che l'Unione Europea e
    l'Italia hanno già affrontato e risolto il
    problema della responsabilità del fornitore di
    servizi internet. La direttiva 31/00 recepita
    in Italia dal decreto legislativo 70/2003
    dice chiaramente che non esiste un obbligo
    generale di sorveglianza preventivo a carico
    del fornitore di servizi internet. Solo a
    fronte di un provvedimento esecutivo della
    pubblica autorità è possibile rimuovere o
    rendere indisponibili contenuti o servizi.L'articolo del dl fa riferimento all'HOSTING, e non all ruolo di EDITORE di un sito!!!c'e' una bella differenza!!!!se ALCEI si appella a questo articolo si sta aggrappando ai vetri!
  • Anonimo scrive:
    Ma qual'è il problema?
    Oltre all'invidia della carta stampata, qual'è il problema?E' come accusare la Fiat perché un ubriaco alla giuda di una "punto" ha investito una persona.W:-}
  • Anonimo scrive:
    populismo all'italiana
    "In questi ultimi mesi, invece, c'è stata una inquietante inversione di rotta, probabilmente facilitata, da una parte, dalla solita fobia del controllo dei contenuti telematici generata dalla lotta al terrorismo e, dall'altra, da una ancora scarsa conoscenza tecnica del "fenomeno internet" da parte di chi ci governa."La fobia è generata a mezzo stampa e poi sfruttata per rastrellare consensi. Grazie alla fobia si può ignorare la razionalità, quindi la ratio delle leggi ed usare le leggi per secondi fini, come promozioni, come stipendi, come voti, eccetera. Quello che abbiamo sono una politica e una magistratura pseudo-moralizzatrici, serve delle ideologie, senza organi interni o con organi non afficaci di autocontrollo.La Costituzione non può essere ignorata impunemente. E' il patto fondamentale. Senza Costituzione, tutto diventa lecito. Sia per chi fa rispettare la legalità, sia per chi va contro la legalità. (Se una legge è incostituzionale non è un diritto violarla?) Il populismo è pericoloso per la democrazia. Tutti lo dicono, nessuno ascolta. Io vorrei dire che il populismo, quella retorica che ignora deliberatamente i diritti fondamentali per sucitare emozioni irrazionali, è incostituzionale, ma impedirlo scatenerebbe probabilmente una guerra civile. Bisogna lasciare che gli urlatori urlino, nonostante urlino contro la Costituzione e combatterli sul terreno pacato della politica seria e dell'informazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: populismo all'italiana
      - Scritto da:
      "In questi ultimi mesi, invece, c'è stata una
      inquietante inversione di rotta, probabilmente
      facilitata, da una parte, dalla solita fobia del
      controllo dei contenuti telematici generata dalla
      lotta al terrorismo e, dall'altra, da una ancora
      scarsa conoscenza tecnica del "fenomeno internet"
      da parte di chi ci
      governa."

      La fobia è generata a mezzo stampa e poi
      sfruttata per rastrellare consensi. Grazie alla
      fobia si può ignorare la razionalità, quindi la
      ratio delle leggi ed usare le leggi per secondi
      fini, come promozioni, come stipendi, come voti,
      eccetera. Quello che abbiamo sono una politica e
      una magistratura pseudo-moralizzatrici, serve
      delle ideologie, senza organi interni o con
      organi non afficaci di
      autocontrollo.
      La Costituzione non può essere ignorata
      impunemente. E' il patto fondamentale. Senza
      Costituzione, tutto diventa lecito. Sia per chi
      fa rispettare la legalità, sia per chi va contro
      la legalità. (Se una legge è incostituzionale non
      è un diritto violarla?) Il populismo è pericoloso
      per la democrazia. Tutti lo dicono, nessuno
      ascolta. Io vorrei dire che il populismo, quella
      retorica che ignora deliberatamente i diritti
      fondamentali per sucitare emozioni irrazionali, è
      incostituzionale, ma impedirlo scatenerebbe
      probabilmente una guerra civile. Bisogna lasciare
      che gli urlatori urlino, nonostante urlino contro
      la Costituzione e combatterli sul terreno pacato
      della politica seria e
      dell'informazione.Perchè in Italia si fa informazione ? E da quando ? Forse non sai che l'informazione è controllata dai poteri forti sia da una parte che dall'altra.
      • Anonimo scrive:
        Re: populismo all'italiana

        Perchè in Italia si fa informazione ? E da quando
        ?

        Forse non sai che l'informazione è controllata
        dai poteri forti sia da una parte che
        dall'altra.Nel resto del mondo, invece, sono i poteri deboli a controllare l'informazione
  • AndreaMilano scrive:
    Denuncio la Moretti
    Ho deciso, denuncio la Birra Moretti. Concorso in danneggiamento di beni privati. Me ne han tirata una vuota e hanno beccato lo scooterone...
  • lorenzot scrive:
    Sbaglio o il video era nella top list?
    Come da oggetto.Se non ho capito male il video del povero ragazzino down era nella top list dei video per l'Italia (entro i primi 30, per la precisione).Correggetemi se sbaglio, per piacere.Se le cose stanno così...d'accordo che non sono previsti controlli preventivi, ma è possibile che NESSUNO e dico NESSUNO a Google Italia abbia dato almeno un'occhiata a questa classifica? Anche solo per la curiosità di vedere cosa il grande pubblico gradisce e cosa no in fatto di contenuti video.Quanto avrà reso secondo voi a Google (in termini economici) la presenza di quei video, prima dello "scandalo" (erano cmq gettonati, sembra) e dopo, considerata anche la pubblicità indiretta dei media che riportavano la notizia?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 novembre 2006 10.25-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Sbaglio o il video era nella top lis
      - Scritto da: lorenzot
      Come da oggetto.

      Se non ho capito male il video del povero
      ragazzino down era nella top list dei video per
      l'Italia (entro i primi 30, per la
      precisione).
      Correggetemi se sbaglio, per piacere.
      Se le cose stanno così...
      d'accordo che non sono previsti controlli
      preventivi, ma è possibile che NESSUNO e dico
      NESSUNO a Google Italia ha dato almeno
      un'occhiata a questa classifica? Anche solo per
      la curiosità di vedere cosa il grande pubblico
      gradisce e cosa no in fatto di contenuti
      video.

      Quanto avrà reso secondo voi a Google (in termini
      economici) la presenza di quei video, prima dello
      "scandalo" (erano cmq gettonati, sembra) e dopo,
      considerata anche la pubblicità indiretta dei
      media che riportavano la
      notizia?Beh, se era nella top list c'e' veramente da preoccuparsi ma non perchè Google non l'ha visto ma perche' era il piu' visto!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sbaglio o il video era nella top lis
      - Scritto da: lorenzot
      Come da oggetto.

      Se non ho capito male il video del povero
      ragazzino down era nella top list dei video per
      l'Italia (entro i primi 30, per la
      precisione).Era in classifica tra i video pù divertenti. Fun's Video. Tu ti immaginersti di trovare un video simile in quella cattegoria? No? Bene,nemmeno Google.
      Correggetemi se sbaglio, per piacere.
      Se le cose stanno così...
      d'accordo che non sono previsti controlli
      preventivi, ma è possibile che NESSUNO e dico
      NESSUNO a Google Italia abbia dato almeno
      un'occhiata a questa classifica?Si che è possibile.Google Italia non è Google Amrica: ci sono pochi impiegati ed hannu tutti altre mansioni. Come è stato già detto dei video si occupa lo staff americano. Uno dei motivi sarà anche per evitare cose barbare come la denuncia di questi giorni.
      Quanto avrà reso secondo voi a Google (in termini
      economici) la presenza di quei video, prima dello
      "scandalo" Nulla che ripaghi le spese che Google affronterà per questa causa. Se pensi che Google avesse interesse a mantenere quel video sbagli di grosso.
      (erano cmq gettonati, sembra) e dopo,
      considerata anche la pubblicità indiretta dei
      media che riportavano la
      notizia?Dopo la notizia il video è stato subito tolto,perché io ho provato a cercarlo e non l'ho trovato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sbaglio o il video era nella top lis
        Ma...era così evidente di cosa si tratta ?Io non l'ho visto, ho visto solo qualche pezzo in tv, ma la qualità, almeno li, era pessima, tutto sgranato, cioè non è facile capire se si tratta del "solito caricone" allo sfigato di classe(ovviamente da persguire ugualmente, almeno a livello d'istituto), magari simulata per fare una caxxata, oppure un'aggressione ad una persona con difficoltà.Forsi in molti non si sono resi conto della gravità, forse no...
      • lorenzot scrive:
        Re: Sbaglio o il video era nella top lis

        Era in classifica tra i video pù divertenti.
        Fun's Video. Tu ti immaginersti di trovare un
        video simile in quella cattegoria? No?
        Bene,nemmeno Google.Dove vuoi che lo inseriscano degli imbecilli, me lo spieghi? Del resto lo scopo di questi personaggi era proprio quello di divertirsi...Non dirmi che mo' esiste una sezione video dedicata al bullismo... :p

        Quanto avrà reso secondo voi a Google (in
        termini

        economici) la presenza di quei video, prima
        dello

        "scandalo"

        Nulla che ripaghi le spese che Google affronterà
        per questa causa. Se pensi che Google avesse
        interesse a mantenere quel video sbagli di
        grosso.Non voglio pensare che Google abbia avuto consapevolmente tale interesse. Però rimane il fatto che chiaramente guadagna su tutto il materiale che viene pubblicato, in base (anche qui attendo smentite) anche all'interesse che esso suscita.E se guadagno vendendo anche meXda criminale, pur se prodotta da altri, qualche scrupolo io me lo farei.

        Dopo la notizia il video è stato subito
        tolto,perché io ho provato a cercarlo e non l'ho
        trovato.Infatti. Però più di qualcuno sarà andato a caccia di altri video, magari anche chi prima non ci aveva mai messo piede. Quanti contatti avrà avuto quella sezione, dopo che è finita sulla ribalta nazionalpopolare?
        • Anonimo scrive:
          Re: Sbaglio o il video era nella top lis
          - Scritto da: lorenzot
          Infatti. Però più di qualcuno sarà andato a
          caccia di altri video, magari anche chi prima non
          ci aveva mai messo piede. Quanti contatti avrà
          avuto quella sezione, dopo che è finita sulla
          ribalta
          nazionalpopolare?Come per il caso "spazzatura" dell'articolo sul videogioco (anche generalizzato a tutti i videogiochi) di Panorama... te sei andato a comprarlo o no il giornale?Mah
        • Anonimo scrive:
          Re: Sbaglio o il video era nella top lis
          - Scritto da: lorenzot
          Non voglio pensare che Google abbia avuto
          consapevolmente tale interesse. Però rimane il
          fatto che chiaramente guadagna su tutto il
          materiale che viene pubblicato, in base (anche
          qui attendo smentite) anche all'interesse che
          esso
          suscita.Ma devi anche tenere conto che google deve comunque mantere l'immagine di sito pulito. Denuncie, seguite da condanne o meno, sono sempre un colpo alla sua immagine ed al suo business.Se facesse dell'omertà per guadagnare sulla veicolazione pubblicitaria probabilmente finirebbe per perdere molto più di quanto guadagna. Certo che un conto è far finta che nulla sia successo, un conto è levare i video che gli possono procurar danni e un conto è moderare tutti i video prima che possano entrare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sbaglio o il video era nella top lis
        - Scritto da:

        - Scritto da: lorenzot

        Come da oggetto.



        Se non ho capito male il video del povero

        ragazzino down era nella top list dei video per

        l'Italia (entro i primi 30, per la

        precisione).

        Era in classifica tra i video pù divertenti.
        Fun's Video. Tu ti immaginersti di trovare un
        video simile in quella cattegoria? No?
        Bene,nemmeno Google.se era in classifica e non danno uno sguardo alla classifica, che sia inimmaginabile o scontato, significa che comunque NON GUARDANO NEMMENO I VIDEO IN CLASSIFICA, il che mi sembra alquanto strano, per chi ormai, chiaramente, studia il marketing in modo molto attento (vedi google trends)

        Correggetemi se sbaglio, per piacere.

        Se le cose stanno così...

        d'accordo che non sono previsti controlli

        preventivi, ma è possibile che NESSUNO e dico

        NESSUNO a Google Italia abbia dato almeno

        un'occhiata a questa classifica?

        Si che è possibile.Google Italia non è Google
        Amrica: ci sono pochi impiegati ed hannu tutti
        altre mansioni. Come è stato già detto dei video
        si occupa lo staff americano. e tu dici che non si sono accorti che si trattava di violenza? che forse in america le mani si menano in modo diverso?che i bambini sono fatti un altro modo?che i down sono differenti li e qui?ma perfavore
        Uno dei motivi
        sarà anche per evitare cose barbare come la
        denuncia di questi giorni.
        cosa???



        Quanto avrà reso secondo voi a Google (in
        termini

        economici) la presenza di quei video, prima
        dello

        "scandalo"

        Nulla che ripaghi le spese che Google affronterà
        per questa causa. il che comunque porterà attenzioni su attenzioni, nonchè rivolgimenti normativi... non credo che google se ne starà fuori. Sarà comunque attore protagonista.e non si sono mai lasciati sfuggire ottime occasioni.
        Se pensi che Google avesse
        interesse a mantenere quel video sbagli di
        grosso.ma ad accorgersene tardivamente contando sul fatto che "basta cancellare" forse si.immagina che sorpresa per uno scippatore qualunque trovarsi una mannaia che gli trapassa la crapa, vero?ecco, lo stesso magari prova chi normalmente vivacchia in vuoti normativi o carenza di rigore quando capita che la Giustizia si muova tempestivamente mettendo in pratica ciò che dice la legge.è potente, potente forte.
  • nelchael81 scrive:
    DENUNCIAMO TUTTI
    Domani prendo una FIAT PANDA, vado in piazza e faccio una strage.Mi raccomando, denunciate la FIAT !!!!Non è possibile, ma perchè non ci arrivano ???Google è uno STRUMENTO !!! Nient'altro che uno STRUMENTO!!!!Allora perchè non hanno denunciato la casa produttrice dei telefonini con cui hanno fatto il video ????-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 novembre 2006 10.04-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: DENUNCIAMO TUTTI
      - Scritto da: nelchael81
      Domani prendo una FIAT PANDA, vado in piazza e
      faccio una
      strage.
      Mi raccomando, denunciate la FIAT !!!!

      Non è possibile, ma perchè non ci arrivano ???
      Google è uno STRUMENTO !!! Nient'altro che uno
      STRUMENTO!!!!

      Allora perchè non hanno denunciato la casa
      produttrice dei telefonini con cui hanno fatto il
      videoscusami ma non hai capito una mazza della vita.. quando hanno trovato 50 parlamentari drogati hanno fatto un'inchiesta? Dopo l'11 dicembre perche' non volevano una commissione e perche' quando l'opinione pubblica ha pressato ne hanno fatta una farlocca e hanno subito chiuso il caso?cerca su google-video 11 settembre per farti un'idea (tralascia pure il documentario mandato da report: 11-settembre misteries) Aprite gli occhi... non bevetevi tutto quello che i media di iniettano! La politica non aspetta altro che mettere un bavaglio alla rete, aspetta OGNI possibile spiraglio, prima c'era la pedofilia, poi quando hanno trovato migliaia e migliaia di preti pedofili si sono dovuti fermare per non scoperchiare il vaso di pandora, adesso ci sono i video , la TV via rete senza controllo fa tanta PAURA
    • Anonimo scrive:
      Re: DENUNCIAMO TUTTI
      Voglio il controllo di internet.. e delle idee che vi circolano libere. Tutto il resto sono scuse.
  • Anonimo scrive:
    SENZA GOOGLE ...
    Il reato non sarebbe mai stato scoperto !!!e tutti avrebbero continuato a dormire senza problemi !!!che mondo IPOCRITA !!!nascondono la spazzatura sotto i tappeti per non vederla !!!ABBASSO LA CENSURA !!!
  • manfrys scrive:
    Una domanda alle redazioni dei TGiornali
    "come mai avete pensato di mandare in onda tale notizia, quando di notizie interessanti e gravose ce ne sono fin troppe?, forse il gusto del macabro e del trash vi piace a tal punto che meglio un punto di share che non dare una notizia di valore zero? valore zero non per il ragazzo down che merita tutta la nostra solidarietà ... ma la denuncia alle istituzioni come mai non l'avete fatta? è vero, il video è stato fatto ed è andato su internet (come se fosse il primo!), ma tutti i "TUTORI" dove erano? i bidelli, la maestra, il preside? e il telefonino? come mai era permesso portare il telefonino? ... sappiate che ogni giorno per strada avvengono nefandezze peggiori di questa ... e qualcuno c'è morto così ... nell'indifferenza totale di tutto e di tutti ... anche delle forze dell'ordine che ricevono denunce TUTTI i giorni ... forse, per salvarli, bisognerebbe mettere i video su internet ... ma poi si scoprirebbe il trucco ... chiudiamo internet."
    • Alessandrox scrive:
      Re: Una domanda alle redazioni dei TGior
      - Scritto da: manfrys
      "come mai avete pensato di mandare in onda tale
      notizia, quando di notizie interessanti e gravose
      ce ne sono fin troppe?,Perche' quelle notizie non sono andate su internet (parolina magica).
  • Anonimo scrive:
    Grazie GOOGLE !!!
    Dobbiamo dire grazie a Google infatti grazie a lui si è potuto individuare i colpevoli e punirli!!! Cosa che altrimenti non sarebbe avvenuta come non avviene la maggior parte delle volte!!!GRAZIE GOOGLE!!!!!!!!!!!!!!!
    • manfrys scrive:
      Re: Grazie GOOGLE !!!
      ... no ..!!silenzioomertàservilismoconsumismoè da tempo oramai che non si colpisce chi commette il reato .. ma chi se lo "canta" ;-) !Ciao.
  • Anonimo scrive:
    A quando i fraintendimenti? :D
    http://www.youtube.com/watch?v=8FId2HBeZSM[sarcastico on]Le manovre illustrate in questo video non sono un approccio con conseguente atterraggio, bensì un tutorial su come distruggere la pista di un aeroporto con un Cessna (il fregnetto ad elica, avete presente?).Infatti la manovra viene prontamente interrotta dal pilota poco prima di aprire la pista in due come se fosse stata centrata da una durandal.Del resto era solo una dimostrazione ...Ecco altri tutorial di questo tipohttp://www.youtube.com/results?search_query=cessna+landing&search=Search[sarcastico off]Giusto, chiudiamo tutto!http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1782669&p=5&r=PI
  • bimbosporco scrive:
    ma non basterebbe....
    infliggere pene severe, ma veramente severe, a chi pubblica materiale di questo tipo?basta col buonismo, hai fatto una cazzata allora paghi.ma seriamente 5,10,15 anni e MILIONI di euro di risarcimento.siamo in una societa' dove diritto e pena non sono piu' garantiti e chiunque puo' fare il "porco comodo suo" mascherando il tutto col la parola "privacy".IMHO
    • ilgorgo scrive:
      Re: ma non basterebbe....
      - Scritto da: bimbosporco
      infliggere pene severe, ma veramente severe, a
      chi pubblica materiale di questo
      tipo?Dai chiudiamo Internet e finiamola qua!Ma come fai a visionare tutto ciò che viene pubblicato dagli utenti in siti con migliaia di accessi? O lo fai a pagamento per rientrare dei costi per lo staff necessario allo scopo, o chiudi!
      basta col buonismo, hai fatto una cazzata allora
      paghi.
      ma seriamente 5,10,15 anni e MILIONI di euro di
      risarcimento.

      siamo in una societa' dove diritto e pena non
      sono piu' garantiti e chiunque puo' fare il
      "porco comodo suo" mascherando il tutto col la
      parola
      "privacy".
      Credo sia il problema dell'Italia. Non abbiamo bisogno di leggi severe... ma di leggi applicate. Sbagli, paghi. E non sbagli paghi...forse!Saluti
  • manfrys scrive:
    Perchè non denuncia la nokia?
    perchè chi urla e sbraita parla sempre di "chiudere" i media?Internet è un media, così come la televisione, la radio, il giornale, i libri, le videocassette, i dvd .. e aggiungo ... i passaparola .. i voltantini ... gli sms ...PERCHE' prendersela con i media?allora chiudiamo anche le Poste, a voglia e quanto roba di illegale trasportano ... anche i corrieri va ...!chiudiamo le videoteche ... immagini violente sanguinarie, raccapriccianti (Saw l'enigmista ad esempio ..) ...al rogo al rogoooo tutte le sedi dei giornali!! abbattiamo le antenne, TUTTE!!! .. anche i ponti radio .. basta con le radio e gli sms .. e gli MMS con i video pedofili ;-??!distruggiamo tutto e ricominciamo da capo con i pizzini ....!ma come si fa a non capire che da punire c'è il C....ne che ha relizzato il video insieme ai C...ni dei suoi amici ... passando per i C...ni dei genitori che gli hanno pure comprato il telefonino, il computer e internet ..... e meno male che non gli ha tirato in faccia il telefonino ... altrimenti c'era da denunciare anche le nokia (o la marca del telefonino!!!)Salut!
    • ishitawa scrive:
      Re: Perchè non denuncia la nokia?
      perchè è facile da colpire, fa notizia e mette in pace gli animi dei benpensanti contro "questo internet, che tempi.."
      • ilgorgo scrive:
        Re: Perchè non denuncia la nokia?
        - Scritto da: ishitawa
        perchè è facile da colpire, Beh facile facile non proprio, pensa ai casinò online banditi per legge, ma raggiungibilissimi.
        fa notizia e mette in
        pace gli animi dei benpensanti contro "questo
        internet, che
        tempi.."Purtroppo hai ragione ormai Internet viene dipinta come il covo dei peggiori vizi di questo mondo...Saluti
        • ishitawa scrive:
          Re: Perchè non denuncia la nokia?
          - Scritto da: ilgorgo

          - Scritto da: ishitawa

          perchè è facile da colpire,
          Beh facile facile non proprio, pensa ai casinò
          online banditi per legge, ma
          raggiungibilissimi.
          fa nulla, l'importante è far vedere che "si affronta la questione nei termini"....bla bla blaquindi invece che colpire il bullismo in se, o quanto meno gestirlo (ai "miei tempi" telefonini non ce n'erano ma bulli si, strano) fanno più notizia queste alzate di scudi e riempono paginate di giornali (e anche noi qui a parlarne..)
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè non denuncia la nokia?
      beh hai ragione!il filmino l'hanno fatto col cellulare e se lo sono passati tra cellulari...quindi, se si denuncia google che ha pubblicato il filmino va denunciato anche l'operatore di telefonia che lo ha veicolato e diffusonon fa una piega mi pare o no?- Scritto da: manfrys
      perchè chi urla e sbraita parla sempre di
      "chiudere" i
      media?

      Internet è un media, così come la televisione, la
      radio, il giornale, i libri, le videocassette, i
      dvd .. e aggiungo ... i passaparola .. i
      voltantini ... gli sms
      ...

      PERCHE' prendersela con i media?

      allora chiudiamo anche le Poste, a voglia e
      quanto roba di illegale trasportano ... anche i
      corrieri va
      ...!

      chiudiamo le videoteche ... immagini violente
      sanguinarie, raccapriccianti (Saw l'enigmista ad
      esempio ..)
      ...


      al rogo al rogoooo tutte le sedi dei giornali!!

      abbattiamo le antenne, TUTTE!!! .. anche i ponti
      radio .. basta con le radio e gli sms .. e gli
      MMS con i video pedofili
      ;-??!

      distruggiamo tutto e ricominciamo da capo con i
      pizzini
      ....!

      ma come si fa a non capire che da punire c'è il
      C....ne che ha relizzato il video insieme ai
      C...ni dei suoi amici ... passando per i C...ni
      dei genitori che gli hanno pure comprato il
      telefonino, il computer e internet
      ...
      .. e meno male che non gli ha tirato in faccia il
      telefonino ... altrimenti c'era da denunciare
      anche le nokia (o la marca del
      telefonino!!!)

      Salut!
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè non denuncia la nokia?
      Grande Manfrys, mi piace la tua sagacia, condivido pienamente, ormai siamo nelle mani di 4 pseudo giornalisti che per fare 2 punti di share in piu' si inventano patetici casi, sfreuttando senza nessun pudore anche la diversità del ragazzo. Questo è la vera violenza, quella schizzofrenica e disgustosa dei media. - Scritto da: manfrys
      perchè chi urla e sbraita parla sempre di
      "chiudere" i
      media?

      Internet è un media, così come la televisione, la
      radio, il giornale, i libri, le videocassette, i
      dvd .. e aggiungo ... i passaparola .. i
      voltantini ... gli sms
      ...

      PERCHE' prendersela con i media?

      allora chiudiamo anche le Poste, a voglia e
      quanto roba di illegale trasportano ... anche i
      corrieri va
      ...!

      chiudiamo le videoteche ... immagini violente
      sanguinarie, raccapriccianti (Saw l'enigmista ad
      esempio ..)
      ...


      al rogo al rogoooo tutte le sedi dei giornali!!

      abbattiamo le antenne, TUTTE!!! .. anche i ponti
      radio .. basta con le radio e gli sms .. e gli
      MMS con i video pedofili
      ;-??!

      distruggiamo tutto e ricominciamo da capo con i
      pizzini
      ....!

      ma come si fa a non capire che da punire c'è il
      C....ne che ha relizzato il video insieme ai
      C...ni dei suoi amici ... passando per i C...ni
      dei genitori che gli hanno pure comprato il
      telefonino, il computer e internet
      ...
      .. e meno male che non gli ha tirato in faccia il
      telefonino ... altrimenti c'era da denunciare
      anche le nokia (o la marca del
      telefonino!!!)

      Salut!
  • Anonimo scrive:
    Ma i docenti
    Ma i docenti cosa fanno a scuola oltre che bersi il caffè e grattarsi le palle ?
    • manfrys scrive:
      Re: Ma i docenti
      .. suppongo a guardare il porno su pornotube.com
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma i docenti
      i Docenti hanno le mani legate dai Sig. presidi ai quali interessa solo far crescere la scuola come numero di alunni...che equivale a più soldi da incassare!Che poi nella scuola crescano coglioni, delinquenti, figli di teste di merda etc...non gli frega un cazzo!Prima di sparare sui docenti...informatevi Cazzoni
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma i docenti
        - Scritto da:
        i Docenti hanno le mani legate dai Sig. presidi
        ai quali interessa solo far crescere la scuola
        come numero di alunni...che equivale a più soldi
        da
        incassare!

        Che poi nella scuola crescano coglioni,
        delinquenti, figli di teste di merda etc...non
        gli frega un
        cazzo!

        Prima di sparare sui docenti...informatevi CazzoniConfermo. Per quasi tre anni ho fatto l'insegnate tecnico pratico (precario) e ne ho viste e sentite di tutti i colori
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma i docenti
          Ma il docente di SOSTEGNO ??Avevo un ragazzo down in classe alle medie, in prima e seconda succedeva il contrario, lui più grande di età di qlc anno e più grande fisicamente...spesso aggrediva ragazzine e ragazzini + piccoli/deboli.Quando ? Quando l'insegnante di sostegno andava fuori a fumare...semplicemente, e fumava molto.Capisco che si voglia fare di tutto per far sentire queste persone...come tutti, ed è sacrosanto, nello studio e nel lavoro, come nella vita sociale, ma il buon senso di cui siamo dotati(o dovremmo...) dovrebbe farci capire quando non è il caso, quando purtroppo le diversità possono trasformarsi in problemi, per la persona con problemi o per gli altri, non fa nessuna differenza.Ma la mia impressione, e che la società del nostro paese non usa più(lo hai mai fatto?) il buon senso, ma i luoghi comuni, il falso perbenismo ed il buonismo, tutto qua, ci si scandalizza per cose che accadano da anni, che molti di noi hanno subito o fatto subire solamente xkè questa volta c'è di mezzo internet ! La madre di tutte le sciagure...Sarebbe meglio lasciar perdere internet e pensare come gestire ed educare i nostri teenager ?? O fa fatica perchè la sera alle 21 si deve guardare la tv ed avere il figlio/a che "ruzza" al pc è rassicurante.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma i docenti
      - Scritto da:
      Ma i docenti cosa fanno a scuola oltre che bersi
      il caffè e grattarsi le palle
      ?Il solito generalizzare... adesso la colpa è dei docenti, vero? Come sempre, del resto, da un pò di anni a questa parte.Ma lo capite o no che non c'è educazione e quando si cerca di darla le risposte che si ottengono hanno come argomento comune "poveri bambini indifesi vittima di soprusi dei professori cattivi"?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma i docenti
        Ho bisogno che mi spiegate.Non riesco a capire.Qui tutto gira intorno al web ma la mia domanda è: possibile che nessuno si preoccupi non della diffusione ma della reazlizzazione di questi benedetti video?In poche parole mi sembra che qui tutti stiano gridando allo scandalo solo perchè i filmati siano stati visti. Si sta cercando di porre rimendio chiudendo gli occhi a chi può vedere. Non importa ciò che succede nella scuole, ai minorenni, alle minoranze..l'importante e che si faccia finta di niente, che tutto questo non circoli, altrimenti siamo costretti a farci i conti e a scoprire che non siamo figli, genitori, cittadini moldello come ci piace credere che siamo. Poi abbiamo già abbastanza problemi: le rate del mutuo,della macchina, i vestiti, le scarpe, Sky!! e ormai è natale ed ecco altri problemi: cosa faccio al cugino, dello zio del nipote del vicino di casa??? Sono problemi!! Seri!Quindi se mio figlio si diverte a violentare e riporendere insieme ai suoi amichetti una ragazzina, e se passa il tempo a cuola a non imparare un accidente se non come si prendono per i fondelli gli "inermi" adulti preposti alla loro educazione (che io, mi spiace, non posso dargli troppo preso dalle mie cene, i miei problemi, quel tiranno del mio capo e tanti altri ancora che non vi dico ma che compenso regalando tutto ciò che il mio "caro cuccioletto" SEMPRE innocente desidera)scusate ma non volgio saperlo,chiudete il web, la TV e tutto quello che vi pare. L'importate non è che lo faccia ma che non lo si venga a sapere. Se no che direbbero i vicini?
  • Anonimo scrive:
    Un mondo al contrario
    E' sempre più interessante notare come si cerchi di trovare altri colpevoli magari più utili economicamente o politicamente parlando invece di cercar di risolvere un problema che alla base ha solo errori educativi. Questi video ci danno fastidio in quanto spesso e in modo crudo denunciano la scarsa o pessima presenza da parte dei genitori [si può leggere anche "della società"] nell'educazione etica e morale.
  • Anonimo scrive:
    Proposta intelligente
    Si, mi sembra giusto....censuriamo tutta la rete, così domani che ne pestano un altro c'hanno la legge ad hoc anti-pirla che li tutela dal mettere il video in rete ed essere beccati.Bella idea
  • Anonimo scrive:
    mailbombing contro vividown
    mandiamo email di protesta a: info@vividown.orge chiediamo di ritirare la denuncia verso google che gli ha consentito di scoprire un abuso Facciamolo in tanti
    • Anonimo scrive:
      Re: mailbombing contro vividown
      Sarei d'accordo se non rischiassi una denuncia ... per lesioni verso l'account di posta...- Scritto da:
      mandiamo email di protesta a:
      info@vividown.org
      e chiediamo di ritirare la denuncia verso google
      che gli ha consentito di scoprire un
      abuso

      Facciamolo in tanti
  • scribble scrive:
    Proposta: divieto di espressione
    A questo punto porto avanti una proposta rivoluzionaria: il divieto di espressione.Deve essere vietato in qualsiasi luogo, sia esso "reale" o "virtuale", qualsiasi tipo di espressione.Deve essere vietato l'uso della parola, sia essa scritta o verbale.Deve essere vietato l'uso di ogni tipo di immagine, statica o dinamica.Ogni tipo di informazione deve essere regolamentata, controllata e censurata, seguendo un protocollo di princìpi che verrà di volta in volta curato e modificato da un pool di "esperti".Qualsiasi tipo di veicolo di informazione, ivi compresa l'aria, sarà responsabile giuridicamente dell'informazione stessa.In questo modo non si rischierà più la diffusione di informazioni che possano in qualche modo ledere la sensibilità dei cittadini.Il reato di espressione verrà punito direttamente con la pena capitale, perché tanto è inutile cercare di far capire certe cose a chi si macchia di tali nefandezze.Benvenuti nel XXI secolo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta: divieto di espressione
      - Scritto da: scribble
      Il reato di espressione verrà punito direttamente
      con la pena capitale, perché tanto è inutile
      cercare di far capire certe cose a chi si macchia
      di tali
      nefandezze.Per la pena capitale propongo il polonio-210 se il condannato si è rifugiato all'estero...
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta: divieto di espressione
      E io uso Keyforum o osiris........
      • Alessandrox scrive:
        Re: Proposta: divieto di espressione
        - Scritto da:
        E io uso Keyforum o osiris........e io lo vado a spifferare alla mamma e alla polizia
        • Anonimo scrive:
          Re: Proposta: divieto di espressione
          - Scritto da: Alessandrox

          - Scritto da:

          E io uso Keyforum o osiris........

          e io lo vado a spifferare alla mamma e alla
          poliziaE io vado dai carabinieri che c'ho la caserma sotto casa :D
  • pierob scrive:
    pessima giornata
    Primo. E ora di finirla. Incriminare la Telcom e soci perché permettono, senza controllo, di far passare comunicazione pericolose, sui cavi telefonici...Secondo. Mandare a casa tutti i nostri parlamentari che in fatto di Internet e più in generale della rete, per avendo qualcuno il loro bravo sito, non ne capiscono un accidente.Terzo. E evidente che quello che è successo e succede non è un problema di Internet ma piuttosto di educazione da parte dei genitori e delle istituzioni scolastiche. Si confonde, per comodità e per non essere costretti a riconoscere di non aver fatto nulla, il mezzo per il fine.Pessima giornata.Saluti Piero
  • voss63 scrive:
    che strano
    Grazie a questo video abbiamo scoperto delle violenze in classe ad un ragazzo incapace di difendersi.E tutti se la prendono con google?Siamo davvero una nazione vergognosa.Queste violenze avvengono da sempre e non si è mai fatto nulla perchè l evittime non sono in grado di denunciare o perché è solola loro parola contro quella degli accusati e poi in fondo sono ragazzate e via così di scusa in scusa.Grazie al video su google abbiamo la prova oggettiva indiscutibile di cosa accade e la cancelliamo e ci adoperiamo perché non sia possibile farlo in futuro :(Sono troppoo disgustato anche per incazzarmi
  • Anonimo scrive:
    Potenza della stampa
    Basta montare a sufficienza un caso, anche se è una stupidata, per farlo diventare un caso politico.L'11 Settembre 2001 il governo USA ha ucciso migliaia di suoi cittadini ed a causa di questo, negli anni successivi, ha continuato ad uccidere centinaia di migliaia di persone in medio oriente, ma sulla stampa in questo caso un silenzio assordante.Viva la democrazia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Potenza della stampa
      Post come questi dimostrano perché é un bene che Internet venga posta sotto strettissimo controllo, e prima questo avverrà (perché avverrà fatalmente), meglio sarà per tutti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Potenza della stampa
        - Scritto da:
        Post come questi dimostrano perché é un bene che
        Internet venga posta sotto strettissimo
        controllo, e prima questo avverrà (perché avverrà
        fatalmente), meglio sarà per
        tutti.HAHAAHAHAHAHAHA Meglio sarà per pochi.Forse anche per te visto che così potrai illuderti di essere protetto dalle tue paure più remote.Ma si... toglieteci pure il diritto di non essere d'accordo con voi.... chissene frega
      • Anonimo scrive:
        Re: Potenza della stampa
        - Scritto da:
        Post come questi dimostrano perché é un bene che
        Internet venga posta sotto strettissimo
        controllo, e prima questo avverrà (perché avverrà
        fatalmente), meglio sarà per
        tutti.Ha espresso un'opinione, non ha scritto di sparare a qualcuno. Io non ho la verità, la vorrei solo sapere. E se volessero chiudere ogni dubbio, potrebbero fare almeno una semplicissima cosa: fornire un video DECENTE (quello pubblicizzato francamente non fa vedere niente, anzi) dell'aereo che sarebbe caduto sul Pentagono. C'erano almeno 70 videocamere intorno... Mi verrebbe da dire la battuta che non hanno ancora trovato il giusto programma di rendering per simulare bene la scena...Io non credo al complotto, ma la difficoltà di avere questa semplice prova qualche dubbio me lo suscita. Non mi si venga a dire che i video sono segretati causa processo. La questione è troppo rilevante per non decidere di dissipare ogni dubbio. Ciao
  • Anonimo scrive:
    Non serve solo la matematica
    Ma perchè i mezzi di informazione non parlano del vero problema ? E cioè che la scuola è diventata teatro di violenze e bullismo verso i piu' deboli ? Cosa fanno a scuola gli insegnati ? Chi educa i ragazzi ? Bisogna insegnare ai ragazzi a rispettare il prossimo a maggior ragione se piu' "debole".
    • Anonimo scrive:
      Re: Non serve solo la matematica

      Bisogna insegnare ai ragazzi a rispettare il
      prossimo a maggior ragione se piu'
      "debole".No. Perché? L'intera società umana si basa sul principio che il più forte annienta il più debole (legalmente) e questo prima si impara e meglio é.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non serve solo la matematica
      - Scritto da:
      Ma perchè i mezzi di informazione non parlano del
      vero problema ? E cioè che la scuola è diventata
      teatro di violenze e bullismo verso i piu' deboli
      ? Cosa fanno a scuola gli insegnati ? Chi educa i
      ragazzi ?

      Bisogna insegnare ai ragazzi a rispettare il
      prossimo a maggior ragione se piu'
      "debole".Non ti preoccupare, l'unico errore che hanno fatto quei ragazzi è farsi scoprire. Ecco perché hanno denunciato Google.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non serve solo la matematica
      - Scritto da:
      Ma perchè i mezzi di informazione non parlano del
      vero problema ? E cioè che la scuola è diventata
      teatro di violenze e bullismo verso i piu' deboli
      ? Cosa fanno a scuola gli insegnati ? Chi educa i
      ragazzi ?

      Bisogna insegnare ai ragazzi a rispettare il
      prossimo a maggior ragione se piu'
      "debole".La scuola è il teatro la sala prove è la famiglia. Ed è proprio in casa che ti deve essere insegnata (o meglio TRASMESSA) l'educazione ed il rispetto.Cosa vuoi che faccia la scuola, se provi a dire qualcosa ad un ragazzo il giorno dopo si presentano i genitori incacchiati.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non serve solo la matematica
      - Scritto da:
      Cosa fanno a scuola gli insegnati ? Cercano disperatamente, in un mondo dove non sono per nulla riconosciuti, di trasmettere un minimo di cultura ed educaizone.Ostacolati da genitori che vedono il figlio come "dio" al quale non si può dire nulla e bisogna concedere tutto.
      Chi educa i
      ragazzi ?In primis dovrebbe farlo la famiglia, il docente deve trasmettere la cultura. L'educazione può essere trasmessa solo se c'è collaborazione tra scuola e famiglia.

      Bisogna insegnare ai ragazzi a rispettare il
      prossimo a maggior ragione se piu'
      "debole".Giusto. In che modo, secondo te?
  • Anonimo scrive:
    Sono i genitori..
    E' palese che la responsabilità giuridica di quello che è successo ricade sui genitori dei minori! Sono loro che devono controllare i figli e non certo Google!
  • Anonimo scrive:
    Ma non capisco...Non era meglio
    punire in modo duro i soggetti autori del video deplorevolissimo, mettendoli in gattabuia per qualche mesetto...con eventuali giorni di fustigazione in pubblica piazza?Fioroni ha voglia di dire la scuola ..la scuola...l'azienda scuola in Italia sta andando a rotoli....sia per le riforme passate dalla Moratti..sia perchè le nuove generazioni stan venendo su come ebeti clonati e totalmente rincoglioniti!I genitori sono buoni solo a difendereli i loro pargoli...ma quando si tratta di fargli capire che han sbagliato....fan finta di nulla e li difendono!Io propongo circoncisione di massa e castrazione chimica per chiunque!D'altronde in Italia si pensa solo a far sesso.... :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non capisco...Non era meglio
      - Scritto da:
      punire in modo duro i soggetti autori del video
      deplorevolissimo, mettendoli in gattabuia per
      qualche mesetto...con eventuali giorni di
      fustigazione in pubblica
      piazza?Ma stai scherzando?La colpa è solo della società... ed è questa che deve essere punita.Punto.scusate il sarcasmo.
  • Anonimo scrive:
    ma non possiamo fare..
    il partito degli informatici? mi sembra ci sia piu' buonsenso e intelligenza negli informatici che nel resto dell'italia intera..
    • AlexBravo scrive:
      Re: ma non possiamo fare..
      www.aipnet.it
      • Mazinga@ scrive:
        Re: ma non possiamo fare..
        - Scritto da: AlexBravo
        www.aipnet.itE' senza dubbio qualcosa di interessante, ma non e' un partito !Secondo me ci vorrebbe piu' un partito per "l'innovazione" (il cosiddetto PI), che riunisca non solo solo informatici ma anche ingegneri (di vari campi), ricercatori... tra l'altro sono la parte piu' "mobile" del sistema elettorale, proprio perche' attenti alla politica ma senza un punto di riferimento.IMHO un partito cosi', in caso di successo, toccherebbe diversi milioni di votanti...Qualcosa tipo i Verdi o i Radicali, ma con i piedi un po' piu' per terra...--------------Un saluto da Mazinga.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma non possiamo fare..
      - Scritto da:
      il partito degli informatici? mi sembra ci sia
      piu' buonsenso e intelligenza negli informatici
      che nel resto dell'italia
      intera..Ok, io ci sto!! sono entusiasta all'idea.Dunque, io mi occupo di configurare il mail server, naturalmente con MS Exchange 2003, opinioni in contrario??
      • Anonimo scrive:
        Re: ma non possiamo fare..
        - Scritto da:
        Ok, io ci sto!! sono entusiasta all'idea.
        Dunque, io mi occupo di configurare il mail
        server, naturalmente con MS Exchange 2003,
        opinioni in
        contrario??Se paghi te va bene
    • Anonimo scrive:
      Re: ma non possiamo fare..
      - Scritto da:
      il partito degli informatici? mi sembra ci sia
      piu' buonsenso e intelligenza negli informatici
      che nel resto dell'italia
      intera..dici???guarda quanti sono gli "informatici" che sponsorizzano allegramente i sw propietari, i formati chiusi, i DRM, il trusted (?) computing, eccetera eccetera...gli informatici sono come tutti gli altri italiani, politicanti e non... per lo piu' ignoranti e servili...
  • Anonimo scrive:
    inizino col mettere in galera i genitori
    inizino col perseguire i genitori, poi vedrete che saranno i genitori a preoccuparsi di come i figli usano internet..non e' forse colpa dei genitori se non sanno educare dei figli cosi' corrotti? non e' certo colpa di internet o di google..!
    • Anonimo scrive:
      Re: inizino col mettere in galera i geni
      CERRRRRTO !Deve finire in galera tutta la classe, così la prossima volta fermano i loro compagni deficienti. In fin dei conti loro erano li a portata di pedata, più dei genitori.
  • Anonimo scrive:
    internet come la televisione..
    si usa tanto perbenismo con internet, ora, perche' internet sta' diventando quello che la televisione era per i bambini dei '70 '80: un sostituto dei genitori.NON BISOGNA METTERE NESSUNA REGOLA PER INTERNET, e' sufficiente che i genitori vigilino sui figli minorenni. se non sono capaci, trovino qualcuno che lo faccia, o si preparino a venire perseguiti penalmente insieme ai figli. questo e' quello che si deve fare. le liberta' delle persone, e la liberta' di internet, non dovrebbero mai essere toccate. la censura preventiva e' una porcata fascista, o comunista, e io non ne posso piu' di queste finte soluzioni semplicistiche.basta fare rispettare le leggi che ci sono. PUNTO.solo un idiota potrebbe pensare che la soluzione sia porre dei vincoli ai motori di ricerca. MA SIAMO MATTI? un motore di ricerca e' fatto proprio per trovare le informazioni QUALI ESSE SIANO, altrimenti e' un cesso, non un motore di ricerca. certe volte si disragiona, qui in italia. questo perche' certa gente usa internet solo per cercare stupidaggini; facessero qualcosa di serio nella loro vita queste persone, forse capirebbero lo scopo di internet e perche' questa non puo' essere limitata a priori, ma semmai i reati vanno perseguiti dopo che si verificano. e' internet, non e' mica la dottrina cattolica.. fintanto che le persone che fanno leggi contro internet NON CAPIRANNO UN TUBO DI INFORMATICA, non si salvera' mai nessuno.
    • borg_troll scrive:
      Re: internet come la televisione..

      NON BISOGNA METTERE NESSUNA REGOLA PER INTERNETE chi lo dice? Le regole saranno messe, vedrai.
      e' sufficiente che i genitori vigilino sui figli
      minorenni.In questo mondo e in questo tempo, dove spesso entrambi i genitori devono lavorare per arrivare a fine mese? É chiaro che non possono vigilare tutto il tempo, ed é altrettanto chiaro che si aspettino, giustamente, che le Istituzioni ci pensino. Paghiamo le tasse anche per questo.
      le liberta' delle persone, e la
      liberta' di internet, non dovrebbero mai essere
      toccate.Chi lo dice? La "libertà" ha dei limiti, e anche Internet dovrà adeguarsi.
      e io non ne posso piu' di
      queste finte soluzioni
      semplicistiche.Tu forse no, ma sei in minoranza e non siedi a Montecitorio. La tua opinione, con tutto il rispetto, non conta.
      un motore di ricerca e' fatto
      proprio per trovare le informazioni QUALI ESSE
      SIANO, altrimenti e' un cessoCi sono informazioni che al pubblico non servono, così si é deciso. Non puoi andare in una biblioteca pubblica e consultare l' "anarchist cookbook", no? Ed é giusto così, perché il cittadino non ha bisogno di quelle informazioni, così come non ha bisogno di tenere un mitragliatore in casa.
      forse
      capirebbero lo scopo di internet e perche' questa
      non puo' essere limitata a prioriCome no? Direi che la Cina ci sta riuscendo benissimo.
      fintanto che le persone che fanno leggi contro
      internet NON CAPIRANNO UN TUBO DI INFORMATICA,
      non si salvera' mai
      nessuno.Quando le leggi su Internet le faranno quelli che capiscono qualcosa sarà anche peggio per voi, vedrai. Sapranno esattamente chi colpire, come e dove.
      • Guybrush scrive:
        Re: internet come la televisione..
        - Scritto da: borg_troll


        NON BISOGNA METTERE NESSUNA REGOLA PER INTERNET

        E chi lo dice? Le regole saranno messe, vedrai.


        e' sufficiente che i genitori vigilino sui figli

        minorenni.

        In questo mondo e in questo tempo, dove spesso
        entrambi i genitori devono lavorare per arrivare
        a fine mese? É chiaro che non possono vigilare
        tutto il tempo, ed é altrettanto chiaro che si
        aspettino, giustamente, che le Istituzioni ci
        pensino. Paghiamo le tasse anche per
        questo.Ti suggerisco la lettura di"TROLL"di C. AscionePotresti migliorare.
        Chi lo dice? La "libertà" ha dei limiti, e anche
        Internet dovrà
        adeguarsi."Chi sacrifica una parte della sua liberta' in cambio di un po' di sicurezza non merita ne l'una ne l'altra, e le perdera' entrambe".(W. Churchill)
        Tu forse no, ma sei in minoranza e non siedi a
        Montecitorio. La tua opinione, con tutto il
        rispetto, non
        conta.Anche la tua e quella di tutti gli altri cittadini italiani.Viene negata la possibilita' di esprimere una preferenza alle urne (mannaggiamuort) e quindi di verificare l'operato della persona eletta.I senatori e i deputati nominati dal partito sono dal partito controllati grazie ad un mix di ignoranza (vedi il servizio delle jene), droga (parrebbe) e dimissioni in bianco.Da un lato gli elettori non controllano piu' il voto, dall'altro alle camere c'e' molta gente che fa quello che gli viene ordinato di fare.
        Ci sono informazioni che al pubblico non servono,
        così si é deciso.Cazzata.
        Non puoi andare in una
        biblioteca pubblica e consultare l' "anarchist
        cookbook", no?Si. Al peggio puoi non consultarlo perche' non in catalogo, ma puoi sempre metterlo nei desiderata.
        Ed é giusto così, perché il
        cittadino non ha bisogno di quelle informazioni,
        così come non ha bisogno di tenere un
        mitragliatore in
        casa.Falso. In casa posso benissimo tenere un mitragliatore. Non devo farlo, ma a quanto potere nessuno me lo impedisce.

        forse

        capirebbero lo scopo di internet e perche'
        questa

        non puo' essere limitata a priori

        Come no? Direi che la Cina ci sta riuscendo
        benissimo.
        Falso, per fortuna.
        Quando le leggi su Internet le faranno quelli che
        capiscono qualcosa sarà anche peggio per voi,
        vedrai. Sapranno esattamente chi colpire, come
        e dove.Questa e' l'unica cosa sensata che hai detto e l'unico motivo per cui ti ho risposto.
        GT
        • painlord2k scrive:
          Re: internet come la televisione..
          - Scritto da: Guybrush
          "Chi sacrifica una parte della sua liberta' in
          cambio di un po' di sicurezza non merita ne l'una
          ne l'altra, e le perdera' entrambe".
          (W. Churchill)Ma lui citava Benjamin Franklin o Thomas Jefferson (che credo citassero, a loro volta, Cesare Beccaria).Capitolo 40 - FALSE IDEE DI UTILITÀUna sorgente di errori e d'ingiustizie sono le false idee d'utilità che si formano i legislatori. Falsa idea d'utilità è quella che antepone gl'inconvenienti particolari all'inconveniente generale, quella che comanda ai sentimenti in vece di eccitargli, che dice alla logica: servi. Falsa idea di utilità è quella che sacrifica mille vantaggi reali per un inconveniente o immaginario o di poca conseguenza, che toglierebbe agli uomini il fuoco perché incendia e l'acqua perché annega, che non ripara ai mali che col distruggere. Le leggi che proibiscono di portar le armi sono leggi di tal natura; esse non disarmano che i non inclinati né determinati ai delitti, mentre coloro che hanno il coraggio di poter violare le leggi piú sacre della umanità e le piú importanti del codice, come rispetteranno le minori e le puramente arbitrarie, e delle quali tanto facili ed impuni debbon essere le contravenzioni, e l'esecuzione esatta delle quali toglie la libertà personale, carissima all'uomo, carissima all'illuminato legislatore, e sottopone gl'innocenti a tutte le vessazioni dovute ai rei? Queste peggiorano la condizione degli assaliti, migliorando quella degli assalitori, non iscemano gli omicidii, ma gli accrescono, perché è maggiore la confidenza nell'assalire i disarmati che gli armati. Queste si chiaman leggi non prevenitrici ma paurose dei delitti, che nascono dalla tumultuosa impressione di alcuni fatti particolari, non dalla ragionata meditazione degl'inconvenienti ed avantaggi di un decreto universale. Falsa idea d'utilità è quella che vorrebbe dare a una moltitudine di esseri sensibili la simmetria e l'ordine che soffre la materia bruta e inanimata, che trascura i motivi presenti, che soli con costanza e con forza agiscono sulla moltitudine, per dar forza ai lontani, de' quali brevissima e debole è l'impressione, se una forza d'immaginazione, non ordinaria nella umanità, non supplisce coll'ingrandimento alla lontananza dell'oggetto. Finalmente è falsa idea d'utilità quella che, sacrificando la cosa al nome, divide il ben pubblico dal bene di tutt'i particolari. Vi è una differenza dallo stato di società allo stato di natura, che l'uomo selvaggio non fa danno altrui che quanto basta per far bene a sé stesso, ma l'uomo sociabile è qualche volta mosso dalle male leggi a offender altri senza far bene a sé. Il dispotico getta il timore e l'abbattimento nell'animo de' suoi schiavi, ma ripercosso ritorna con maggior forza a tormentare il di lui animo. Quanto il timore è piú solitario e domestico tanto è meno pericoloso a chi ne fa lo stromento della sua felicità; ma quanto è piú pubblico ed agita una moltitudine piú grande di uomini tanto è piú facile che vi sia o l'imprudente, o il disperato, o l'audace accorto che faccia servire gli uomini al suo fine, destando in essi sentimenti piú grati e tanto piú seducenti quanto il rischio dell'intrapresa cade sopra un maggior numero, ed il valore che gl'infelici danno alla propria esistenza si sminuisce a proporzione della miseria che soffrono. Questa è la cagione per cui le offese ne fanno nascere delle nuove, che l'odio è un sentimento tanto piú durevole dell'amore, quanto il primo prende la sua forza dalla continuazione degli atti, che indebolisce il secondo.
        • borg_troll scrive:
          Re: internet come la televisione..
          - Scritto da: Guybrush
          Ti suggerisco la lettura di
          "TROLL"
          di C. Ascione

          Potresti migliorare.
          Grazie, me lo segno. Sono fuori allenamento, ma recupererò e voi non potrete farci niente. Fatevene una ragione. (troll1)
          "Chi sacrifica una parte della sua liberta' in
          cambio di un po' di sicurezza non merita ne l'una
          ne l'altra, e le perdera'
          entrambe".
          (W. Churchill)
          Churchill é morto, Jefferson é morto, Franlin é morto. Anche Nabucodonosor, pare. Il mondo é cambiato: adattati e impara a viverci.

          Non puoi andare in una

          biblioteca pubblica e consultare l' "anarchist

          cookbook", no?
          Si.
          Al peggio puoi non consultarlo perche' non in
          catalogo, ma puoi sempre metterlo nei
          desiderata.
          Ma non lo otterrai. Provaci. Al massimo otterrai un simpatico faccia a faccia con qualche tutore dell'ordine che ti farà tante belle domandine.
          Falso. In casa posso benissimo tenere un
          mitragliatore. Non devo farlo, ma a quanto potere
          nessuno me lo
          impedisce.
          Le armi automatiche sono vietate ai privati. Pena la reclusione.Sarà così anche per certe informazioni, non preoccuparti: un paio di incidenti isolati, e la paura farà il resto. Divieti ovunque, col beneplacito dell'opinione pubblica.E chi si opporrà, guai a lui.
      • Anonimo scrive:
        Re: internet come la televisione..

        In questo mondo e in questo tempo, dove spesso
        entrambi i genitori devono lavorare per
        arrivare a fine mese?non esiste più la password nel bios del PC? o in Windows?Che impediscano ai figli di usare internet invece di lamentarsi. Al tempo il mio commodore 64 i miei lo chiudevano nell'armadio.
      • Anonimo scrive:
        Re: internet come la televisione..

        Ci sono informazioni che al pubblico non servono,
        così si é deciso. Non puoi andare in una
        biblioteca pubblica e consultare l' "anarchist
        cookbook", no? Ed é giusto così, perché il
        cittadino non ha bisogno di quelle informazioni,balle.Evidentemente non sei mai stato in una biblioteca.Bella trollata, comunque. Si vede che ci sai fare.
        • borg_troll scrive:
          Re: internet come la televisione..

          Bella trollata, comunque. Si vede che ci sai fare.
          Col cavoltroll. Sono fuori allenamento.
  • Anonimo scrive:
    il ribaltamento delle responsabilita'
    e' esattamente quello che vorrebbero realizzare ora. Ribaltare le responsabilita' dei singoli direttamente sul mezzo, per poterlo costringere a applicare la censura preventiva.
  • Anonimo scrive:
    è una tattica
    E' una tattica per discolpare i veri responsabili: i ragazzi che hanno menato il disabile. Così tutti parleranno di Google, mentre nessuno si ricorderà più di chi ha pestato l'autistico. Vedrete che a gennaio li faranno tornare a scuola e gli permetteranno di recuperare l'anno.
    • Anonimo scrive:
      Re: è una tattica
      :@Beh continuando con questi ragionamenti schizzofrenici i giudici devono indagare automaticamente anche il produttore del telefono cellulare utilizzato (per concorso), la telecom perchè i bit sono passati sulle sue linee (favoreggiamento), l'enel per aver fornito l'energia per caricare il telefono e per permettere l'upload su internet.
      • Anonimo scrive:
        Re: è una tattica
        Ed i nonni che hanno messo al mondo i genitori dei ragazzi che hanno fatto il video?Ed Adamo ed Eva?- Scritto da:
        :@

        Beh continuando con questi ragionamenti
        schizzofrenici i giudici devono indagare
        automaticamente anche il produttore del telefono
        cellulare utilizzato (per concorso), la telecom
        perchè i bit sono passati sulle sue linee
        (favoreggiamento), l'enel per aver fornito
        l'energia per caricare il telefono e per
        permettere l'upload su
        internet.
        • Anonimo scrive:
          Re: è una tattica
          - Scritto da:
          Ed i nonni che hanno messo al mondo i genitori
          dei ragazzi che hanno fatto il
          video?

          Ed Adamo ed Eva?L'omicidio di abele è caduo in prescrizione.
  • Anonimo scrive:
    il pm che indaga Google
    Ho trovato il curriculum del pm che indaga Google: http://www.tesionline.it/curr/viewcurr.asp?userId=5934Buffo che vanti conoscenze informatiche di alto livello. Se così fosse non avrebbe nemmeno iniziato le indagini,visto che chiunque con una minima competenza informatica si vergognerebbe di sostenere che Google poteva e doveva controllare tutti i video postati dagli utenti. Mah...è vero però che sui curriculum si scrivono un sacco di balle.
    • Anonimo scrive:
      Re: il pm che indaga Google
      quoto, bisogna essere analfabeti informatici per pensare di potere controllare a priori google senza distruggere o alterare il senso di google(cercare info).
    • Anonimo scrive:
      Re: il pm che indaga Google
      - Scritto da:
      Ho trovato il curriculum del pm che indaga
      Google:
      http://www.tesionline.it/curr/viewcurr.asp?userId=

      Buffo che vanti conoscenze informatiche di alto
      livello. Se così fosse non avrebbe nemmeno
      iniziato le indagini,visto che chiunque con una
      minima competenza informatica si vergognerebbe di
      sostenere che Google poteva e doveva controllare
      tutti i video postati dagli utenti. Mah...è vero
      però che sui curriculum si scrivono un sacco di
      balle.A livello di:- corso ecdl base?- diploma di informatica?- corso regionale?- laurea quinquennale? - varie et eventuali?ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: il pm che indaga Google
      - Scritto da:
      Ho trovato il curriculum del pm che indaga
      Google:
      http://www.tesionline.it/curr/viewcurr.asp?userId=

      Buffo che vanti conoscenze informatiche di alto
      livello. Se così fosse non avrebbe nemmeno
      iniziato le indagini,visto che chiunque con una
      minima competenza informatica si vergognerebbe di
      sostenere che Google poteva e doveva controllare
      tutti i video postati dagli utenti. Mah...è vero
      però che sui curriculum si scrivono un sacco di
      balle.Occhio che stai parlando di un PM e siamo in Italia. Potrebbe incriminarti per diffamazione, avendo sospettato pubblicamente in modo ironico che abbia scritto il falso sul suo curriculum. Potrebbe anche fare chiudere i forum di punto informatico che hanno consentito la pubblicazione di questo commento irrispettoso per l'autorita' che lui rappresenta.Pero' d'altro canto potrebbe, partendo dal mio ip, identificarmi, e denunciarmi per avere fatto credere pubblicamente in Italia un PM e' prepotente e fa chiudere la bocca a tutti.... Ma se lo fa dimostrerebbe che e' vero... BO.Per precauzione ritratto tutto. Fate finta che non abbia scritto.
    • Anonimo scrive:
      Re: il pm che indaga Google
      E' gente in cerca di pubblicità.E intanto gli avvocati MAGNANO e MAGNANO o quanto MAGNANO..........
      • Anonimo scrive:
        Re: il pm che indaga Google
        - Scritto da:
        E' gente in cerca di pubblicità.
        E intanto gli avvocati MAGNANO e MAGNANO o quanto
        MAGNANO..........senza fare un casso :(
    • Anonimo scrive:
      Re: il pm che indaga Google
      - Scritto da:
      Ho trovato il curriculum del pm che indaga
      Google:
      http://www.tesionline.it/curr/viewcurr.asp?userId=

      Buffo che vanti conoscenze informatiche di alto
      livello. Se così fosse non avrebbe nemmeno
      iniziato le indagini,visto che chiunque con una
      minima competenza informatica si vergognerebbe di
      sostenere che Google poteva e doveva controllare
      tutti i video postati dagli utenti. Mah...è vero
      però che sui curriculum si scrivono un sacco di
      balle.Si indagasse pure questi filminihttp://video.google.com/videoplay?docid=2030729076638427523http://www.youtube.com/watch?v=8FId2HBeZSMaltro che pestaggi di mongoloidi, quì si mostra come si può un centro perfetto con un Cessna 172 :D
  • Anonimo scrive:
    Associazione (vividown) Killer
    Speravo apriste con quest'articolo...sono allibito, invece di ringraziare Google che ha permesso di smascherare quei delinquenti.Ringraziamo pubblicamente l'associazione vividown (www.vividown.org) per aver denunciato Google.Pubblicità? Lucro? Quale sarà il motivo?Sul sito chiedono devoluto il 5% dalle imposte.Da me non avranno mai niente questo è sicuro, anzi una bella mail di protesta non farebbe male. @^p.s. al Ministro Fioroni: quella che predica lei è censura allo stato puro, ci pensi!!! :@
    • Angelone scrive:
      Re: Associazione (vividown) Killer
      Se questi vividown al posto perdere tempo e soldi per censurare i filmati si fossero dedicati in prima persona nella tutela dei down a scuola forse questo sarebbe stato meglio.Forse non ci arrivano...
      • Anonimo scrive:
        Re: Associazione (vividown) Killer
        - Scritto da: Angelone
        Se questi vividown al posto perdere tempo e soldi
        per censurare i filmati si fossero dedicati in
        prima persona nella tutela dei down a scuola
        forse questo sarebbe stato
        meglio.

        Forse non ci arrivano...Hai ragione.E poi se quel ragazzo era down, con lui doveva esserci un'insegnante di sostegno. SEMPRE. Dov'era? a prendere un caffè, sapendo bene cosa poteva succedere? (cosa REGOLARMENTE succede in questi casi? i bulli non se la prendono con chi è più forte di loro, e nemmeno con chi è forte quanto loro, ma solo con chi è MOLTO più debole di loro, non lo sapete? e un disabile è un bersaglio fa-vo-lo-so per gente così)
        • Anonimo scrive:
          Re: Associazione (vividown) Killer
          - Scritto da:

          - Scritto da: Angelone

          Se questi vividown al posto perdere tempo e
          soldi

          per censurare i filmati si fossero dedicati in

          prima persona nella tutela dei down a scuola

          forse questo sarebbe stato

          meglio.



          Forse non ci arrivano...

          Hai ragione.
          E poi se quel ragazzo era down, con lui doveva
          esserci un'insegnante di sostegno. SEMPRE.

          Dov'era? a prendere un caffè, sapendo bene cosa
          poteva succedere? (cosa REGOLARMENTE succede in
          questi casi? i bulli non se la prendono con chi è
          più forte di loro, e nemmeno con chi è forte
          quanto loro, ma solo con chi è MOLTO più debole
          di loro, non lo sapete? e un disabile è un
          bersaglio fa-vo-lo-so per gente
          così)Non ti sovviene il dubbio che "forse" l'insegnante di sostegno non copre tutte le ore ma ci sono "buchi per mancanza di fondi"??Piuttosto che parlare subito male dell'insegnante (certo, potresti avere ragione tu: se fossero state ore coperte avresti tutti i motivi di questo mondo per dargli contro), cerchiamo di capire che i ragazzi vanno educati e non sempre difesi. Bisogna fare capire ai giovani come ci si deve comportare e gli atteggiamenti scorretti vanno corretti fin da quando sono piccoli.
    • Anonimo scrive:
      Re: Associazione (vividown) Killer
      Avete ragione. Questi di Vividown sono pericolosi: stanno mettendo a rischio la libertà di internet. Pensate a che succederebbe ai blog se dovessero essere equiparati ai giornali? Chi se la sentirebbe di rischiare denuncie pensanti magari per un commento di un utente sul post di un blog?Per impedire che facciano scempio di internet bisogna boicottare vividown,magari fare una petizione perché ritiri la denuncia.
  • Anonimo scrive:
    Ridicolo
    Io penso sia una cosa davvero ridicola prendersela con Google. La rete è un "organismo" libero, è impossibile garantire il controllo di tutti i contenuti e, nel caso lo divenisse, sarebbero molti di meno i risultati delle ricerche per contenuti censurati o da controllare. Al posto di rompere le palle per i controlli online, che aumentino invece i controlli nelle scuole per questo genere di azioni o sulle autostrade per i pazzoidi che girano in moto o magari sull'educazione dei figli, mica poi prendersela con chi offre un servizio meritevolissimo come Google. Che tanto i video girano lo stesso e prendersela con Google vuol dire trovare un capro espiatorio deviando la radice del problema.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ridicolo
      - Scritto da:
      Io penso sia una cosa davvero ridicola
      prendersela con Google. La rete è un "organismo"
      libero, è impossibile garantire il controllo di
      tutti i contenuti e, nel caso lo divenisse,
      sarebbero molti di meno i risultati delle
      ricerche per contenuti censurati o da
      controllare. Al posto di rompere le palle per i
      controlli online, che aumentino invece i
      controlli nelle scuole per questo genere di
      azioni o sulle autostrade per i pazzoidi che
      girano in moto o magari sull'educazione dei
      figli, mica poi prendersela con chi offre un
      servizio meritevolissimo come Google. Che tanto i
      video girano lo stesso e prendersela con Google
      vuol dire trovare un capro espiatorio deviando la
      radice del
      problema.Hai ragione, ma vedi il vero problema non è che sia stato picchiato ed umiliato un ragazzo disabile, il vero problema è che questo sia stato scoperto attraverso le nuove tecnologie. La scuola, il ministro,Vividown, evidentemente preferivano tenere nascosto l'accaduto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ridicolo
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Io penso sia una cosa davvero ridicola

        prendersela con Google. La rete è un "organismo"

        libero, è impossibile garantire il controllo di

        tutti i contenuti e, nel caso lo divenisse,

        sarebbero molti di meno i risultati delle

        ricerche per contenuti censurati o da

        controllare. Al posto di rompere le palle per i

        controlli online, che aumentino invece i

        controlli nelle scuole per questo genere di

        azioni o sulle autostrade per i pazzoidi che

        girano in moto o magari sull'educazione dei

        figli, mica poi prendersela con chi offre un

        servizio meritevolissimo come Google. Che tanto
        i

        video girano lo stesso e prendersela con Google

        vuol dire trovare un capro espiatorio deviando
        la

        radice del

        problema.

        Hai ragione, ma vedi il vero problema non è che
        sia stato picchiato ed umiliato un ragazzo
        disabile, il vero problema è che questo sia stato
        scoperto attraverso le nuove tecnologie. La
        scuola, il ministro,Vividown, evidentemente
        preferivano tenere nascosto l'accaduto.
        Quoto in pieno...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ridicolo
      - Scritto da:
      Io penso sia una cosa davvero ridicola
      prendersela con Google. La rete è un "organismo"
      liberoGoogle non e' "la rete", e' un'impresa multinazionale che ha investito centinaia di migliaia di dollari in quel servizio di pubblicazione di contenuti multimediali.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ridicolo
      - Scritto da:
      Io penso sia una cosa davvero ridicola
      prendersela con Google. La rete è un "organismo"
      libero, è impossibile garantire il controllo di
      tutti i contenuti e, nel caso lo divenisse,
      sarebbero molti di meno i risultati delle
      ricerche per contenuti censurati o da
      controllare. Al posto di rompere le palle per i
      controlli online, che aumentino invece i
      controlli nelle scuole per questo genere di
      azioni o sulle autostrade per i pazzoidi che
      girano in moto o magari sull'educazione dei
      figli, mica poi prendersela con chi offre un
      servizio meritevolissimo come Google. Che tanto i
      video girano lo stesso e prendersela con Google
      vuol dire trovare un capro espiatorio deviando la
      radice del
      problema.Condivido in pieno
  • avvelenato scrive:
    La chiusura dei motori di ricerca
    AAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAH DIOBONO MA QUESTI SI DROGANO! ahahhahahahahahhah [img]http://punto-informatico.it/images/emo/rotfl.gif[/img]
    • Anonimo scrive:
      Re: La chiusura dei motori di ricerca
      Beh con i politici che abbiamo in italia come puoi dire che non si droghino dopo aver mesos la tassa sui supporti vergini adesos vorrebbero chiudere i motori di ricerca domani che vorranno fare mettere un capo in net e far passare tutto tramite lui fino a dientare microsoft 2 la vendetta?!.Ragazzi aprite gli okki e cercate di capire che qui sia i nostri politici sia la nostra italia stano andando in fumo(come dice pannella) sarà forse sua la causa che questi si droghino?! sapete dopo che lui regalava il fumo in piazza mi sa che adesos lo regala a monte citorio e dintorni.....Razorback.
    • Anonimo scrive:
      Re: La chiusura dei motori di ricerca
      - Scritto da: avvelenato
      AAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAH DIOBONO MA QUESTI SI
      DROGANO! ahahhahahahahahhah
      Guarda che se vanno a fare un giro in Cina gli spiegano pure come si fa.C'è poco da ridere.
    • Anonimo scrive:
      Re: La chiusura dei motori di ricerca
      - Scritto da: avvelenato
      MA QUESTI SI
      DROGANO! Non lo sapevi? :o :
    • Anonimo scrive:
      Re: La chiusura dei motori di ricerca
      quoto
  • Anonimo scrive:
    dispiaciuto
    È proprio vero che in questo Paese accadono cose fuori da ogni logica umana.L'associazione per la difesa "Vivi Down" come è venuta a conoscenza dell'accaduto? da dove è partita l'informazione e la denuncia dell'accaduto?Quanto accaduto si è potuto sapere solo grazie alla possibilità di inserire un video in rete. Perché allora se la prendono con Google? Google è stato solo un mezzo con il quale si è potute apprendere l'accaduto, senza il quale probabilmente non si sarebbe mai saputo.Il coraggio di vietare e nascondere le verità in questa società ultramoderna è l'unico atto possibile degli addetti ai lavori, incapaci.
    • Anonimo scrive:
      Re: dispiaciuto
      - Scritto da:
      È proprio vero che in questo Paese accadono cose
      fuori da ogni logica
      umana.
      L'associazione per la difesa "Vivi Down" come è
      venuta a conoscenza dell'accaduto? da dove è
      partita l'informazione e la denuncia
      dell'accaduto?
      Quanto accaduto si è potuto sapere solo grazie
      alla possibilità di inserire un video in rete.
      Perché allora se la prendono con Google?

      Google è stato solo un mezzo con il quale si è
      potute apprendere l'accaduto, senza il quale
      probabilmente non si sarebbe mai
      saputo.
      Il coraggio di vietare e nascondere le verità in
      questa società ultramoderna è l'unico atto
      possibile degli addetti ai lavori,
      incapaci.Quoto e straquoto...sarebbe stato meglio nascondere e insabbiare il tutto o grazie a Google riuscire ad acchiappare i furfanti protagonisti dell'accaduto???Certo, denunciare per raccimolare grano è più conveniente che dire Grazie, però...
  • MUHAHAHAHAHAHAH scrive:
    Appello agli utenti registrati
    Per favore non rispondete agli utenti anonimi sennò non si capisce piu nullaA meno che non vi facciano proprio in**zzare
    • Anonimo scrive:
      Re: Appello agli utenti registrati
      - Scritto da: MUHAHAHAHAHAHAH
      Per favore non rispondete agli utenti anonimi
      sennò non si capisce piu
      nulla

      A meno che non vi facciano proprio in**zzareUtenti anonimi? Non ne ho mai visti!
      • Anonimo scrive:
        Re: Appello agli utenti registrati
        - Scritto da:

        - Scritto da: MUHAHAHAHAHAHAH

        Per favore non rispondete agli utenti anonimi

        sennò non si capisce piu

        nulla



        A meno che non vi facciano proprio in**zzare

        Utenti anonimi? Non ne ho mai visti!Forse parlava di me.Scusatemi, la prossima volta mi registro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Appello agli utenti registrati
      Ti piacerebbe eh?Sognare e' bello
      • MUHAHAHAHAHAHAH scrive:
        Re: Appello agli utenti registrati
        - Scritto da:
        Ti piacerebbe eh?
        Sognare e' belloLa speranza è l'ultima a morire (geek)
  • MUHAHAHAHAHAHAH scrive:
    Povera Italietta
    Censuriamo un video violento ( spero che quei quattro teppistelli facciano qualche giorno di riformatorio visto che si possono ancora educare)arrestiamo un pirla in moto che rischia la sua vita E intanto..... A Napoli fino a 30 giorni fa si ammazzavano "come le galline".Però ormai ce lo siamo già dimenticati, fra 30 giorni non vi preoccupate... ci dimenticheremo anche di questo.
  • Anonimo scrive:
    A proposito di Onlus
    A proposito delle Onlus e delle organizzazioni di beneficienza, io consiglio di leggere questo articolo interessante:http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/esteri/200610articoli/12674girata.aspIo manderei la finanza a controllare i bilanci di tutte queste organizzazioni che, da come emerge dall'articolo su "La Stampa", sfruttano la debolezza, la miseria e lapovertà delle persone per mantenere se stesse e le proprie strutture.
  • Anonimo scrive:
    Sto polverone è nato in quanto...
    .. il video è finito su google. Se ci fosse stata la censura, nessuno avrebbe aperto bocca ed, ora, la storia sul bullismo non sarebbe venuta fuori, con tutto ciò che ne consegue. Ma, come al solito, gli italioti sciocchi italiani devono sempre distinguersi rispetto a tutti gli altri esseri umani, tirando fuori dal pignattone le più grosse pagliacciate ed idee anti-buonsenso ed anti-intelligenza che un IQ medio possa produrre. Complimenti. Da Guinness direi.
  • Anonimo scrive:
    Cosa dice Il ministro Gentiloni?
    Cosa ne pensa il ministro Paolo Gentiloni?Da quanto leggo nel suo blog non mi sembra ci sia molto sulla vicenda, anche se è un blog personale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa dice Il ministro Gentiloni?
      - Scritto da:
      Cosa ne pensa il ministro Paolo Gentiloni?
      Da quanto leggo nel suo blog non mi sembra ci sia
      molto sulla vicenda, anche se è un blog
      personale.Cavalcherà l'onda, come tutti.
  • Anonimo scrive:
    Fatemi capire
    1. Dei ragazzi picchiano un ragazzo down e filmano il tutto2. Mediante il video pubblicato su google, i colpevoli vengono individuati e puniti.3. Vivi Down fa causa a google per diffamazione per aver pubblicato il video4. Se il video non fosse stato pubblicato, i colpevoli l'avrebbero fatta franca.5. Vivi Down si dichiara: Associazione Italiana per la Ricerca Scientificae per la Tutela della Persona Down .Perche' c'e' qualcosa che non mi torna?
    • Anonimo scrive:
      Re: Fatemi capire
      - Scritto da:
      1. Dei ragazzi picchiano un ragazzo down e
      filmano il
      tutto
      2. Mediante il video pubblicato su google, i
      colpevoli vengono individuati e
      puniti.
      3. Vivi Down fa causa a google per diffamazione
      per aver pubblicato il
      video
      4. Se il video non fosse stato pubblicato, i
      colpevoli l'avrebbero fatta
      franca.
      5. Vivi Down si dichiara: Associazione Italiana
      per la Ricerca
      Scientifica
      e per la Tutela della Persona Down .

      Perche' c'e' qualcosa che non mi torna?Bravo! Hai colto il punto: ovviamente Vividown vuole spillare soldi a Google, tutto qui. Sulle prime la cosa non mi aveva nemmeno dato fastidio, in fondo è noto che quando una multinazionale come Google incappa in casi come questi, si presenta l'occasione di soldi facili. Però ora anche questa associazione che in fondo, pensavo, avrebbe potuto usare a beneficio delle famiglie e dei ragazzi down,(tra l'altro dei miei amici sono iscritti perché hanno un figlio down,ma visto come stanno le cose chiederò loro di lasciare questa organizzazione, e di suggerirlo anche ad altri)minaccia direttamente la libertà ed i diritti di Internet e degli utenti. Penso sia il caso di iniziare a boicottarli. Personalmente spiegherò il caso ai miei amici,ed agli assistenti sociali che conosco, per persuadere gli associati ad abbandonare l'associazione o a fare pressione contro questa causa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Fatemi capire
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        1. Dei ragazzi picchiano un ragazzo down e

        filmano il

        tutto

        2. Mediante il video pubblicato su google, i

        colpevoli vengono individuati e

        puniti.

        3. Vivi Down fa causa a google per diffamazione

        per aver pubblicato il

        video

        4. Se il video non fosse stato pubblicato, i

        colpevoli l'avrebbero fatta

        franca.

        5. Vivi Down si dichiara: Associazione Italiana

        per la Ricerca

        Scientifica

        e per la Tutela della Persona Down .



        Perche' c'e' qualcosa che non mi torna?

        Bravo! Hai colto il punto: ovviamente Vividown
        vuole spillare soldi a Google, tutto qui. Sulle
        prime la cosa non mi aveva nemmeno dato fastidio,
        in fondo è noto che quando una multinazionale
        come Google incappa in casi come questi, si
        presenta l'occasione di soldi facili. Però ora
        anche questa associazione che in fondo, pensavo,
        avrebbe potuto usare a beneficio delle famiglie e
        dei ragazzi down,(tra l'altro dei miei amici sono
        iscritti perché hanno un figlio down,ma visto
        come stanno le cose chiederò loro di lasciare
        questa organizzazione, e di suggerirlo anche ad
        altri)minaccia direttamente la libertà ed i
        diritti di Internet e degli utenti. Penso sia il
        caso di iniziare a boicottarli. Personalmente
        spiegherò il caso ai miei amici,ed agli
        assistenti sociali che conosco, per persuadere
        gli associati ad abbandonare l'associazione o a
        fare pressione contro questa causa.
        Avete centarto..quelli di vividown (www.vividown.org) dovrebbero spiegare il motivo per il quale hanno fatto denuncia.Pubblicità, lucro, chissà?! Di sicuro il 5% delle tasse devoluto in loro favore non lo avranno certo.Chi è socio dovrebbe protestare!!!Ringraziassero invece Google che ha permesso di smascherare quei mascalzoni. :@
        • Anonimo scrive:
          Re: Fatemi capire
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          1. Dei ragazzi picchiano un ragazzo down e


          filmano il


          tutto


          2. Mediante il video pubblicato su google, i


          colpevoli vengono individuati e


          puniti.


          3. Vivi Down fa causa a google per
          diffamazione


          per aver pubblicato il


          video


          4. Se il video non fosse stato pubblicato, i


          colpevoli l'avrebbero fatta


          franca.


          5. Vivi Down si dichiara: Associazione
          Italiana


          per la Ricerca


          Scientifica


          e per la Tutela della Persona Down .





          Perche' c'e' qualcosa che non mi torna?



          Bravo! Hai colto il punto: ovviamente Vividown

          vuole spillare soldi a Google, tutto qui. Sulle

          prime la cosa non mi aveva nemmeno dato
          fastidio,

          in fondo è noto che quando una multinazionale

          come Google incappa in casi come questi, si

          presenta l'occasione di soldi facili. Però ora

          anche questa associazione che in fondo, pensavo,

          avrebbe potuto usare a beneficio delle famiglie
          e

          dei ragazzi down,(tra l'altro dei miei amici
          sono

          iscritti perché hanno un figlio down,ma visto

          come stanno le cose chiederò loro di lasciare

          questa organizzazione, e di suggerirlo anche ad

          altri)minaccia direttamente la libertà ed i

          diritti di Internet e degli utenti. Penso sia il

          caso di iniziare a boicottarli. Personalmente

          spiegherò il caso ai miei amici,ed agli

          assistenti sociali che conosco, per persuadere

          gli associati ad abbandonare l'associazione o a

          fare pressione contro questa causa.



          Avete centarto..quelli di vividown
          (www.vividown.org) dovrebbero spiegare il motivo
          per il quale hanno fatto
          denuncia.
          Pubblicità, lucro, chissà?! Di sicuro il 5% delle
          tasse devoluto in loro favore non lo avranno
          certo.
          Chi è socio dovrebbe protestare!!!
          Ringraziassero invece Google che ha permesso di
          smascherare quei
          mascalzoni.
          :@
          Spero che spendano un pò di quei soldi, per farsi fare un sito più bello.
      • Gatto Selvaggio scrive:
        Re: Fammi capire

        come stanno le cose chiederò loro di lasciare
        questa organizzazione, e di suggerirlo anche ad
        altri)
        spiegherò il caso ai miei amici,ed agli
        assistenti sociali che conosco, per persuadere
        gli associati ad abbandonare l'associazione o a
        fare pressione contro questa causa.Riuscirai a persuadere i tuoi amici che censurare Internet è male? Devi avere degli amici particolarmente evoluti.I miei, ogni volta che ne ho parlato, si sono trincerati dietro a prudenziali, dubbiosi se, ma, però, 'è anche pericoloso se ognuno può dire la sua' e chicche simili, perché in sostanza Internet non la conoscono, non l'hanno capita, e non essendo in grado di averne un'opinione si attengono all'atteggiamento tenuto dai giornali che, per quanto ne so, contiene sempre quell'irritante puntina di scetticismo.I miei amici, ogni volta che dicono 'blog' ci fanno sopra un risolino, perché evidentemente è così che il concetto viene presentato dai giornali.
    • lorenzot scrive:
      Re: Fatemi capire
      Mi pare che ci si stia concentrando un po' troppo sui carnefici che sulle vittime, e infatti manca un passaggio:che quel poveretto si è trovato deriso e umiliato non solo tra i compagni, ma anche in mondovisione... da una misera attrazione da circo di classe ad una miserrima attrazione da circo globale sul web. E scusate se è poco.Ciao.
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Fatemi capire
        Se passa tuttavia la censura preventiva dei contenuti, tutta internet dovrebbe essere chiusa.Niente BlogNiente Siti personaliNiente, solo vetrina per grossi gruppi che possono permettersi di ottemperare alle norme censorie.Per fortuna il mondo è grande e sarà sempre possibile trovare un server in un paese non allineato con queste attività censorie.Tra l'altro se anche Google italia non avesse pubblicato il video in questione, state pur sicuri che utilizzando qualche altro sistema (magari Youtube), comunque il video sarebbe stato diffuso in rete.
      • Anonimo scrive:
        Re: Fatemi capire
        - Scritto da: lorenzot
        Mi pare che ci si stia concentrando un po' troppo
        sui carnefici che sulle vittime, e infatti manca
        un
        passaggio:

        che quel poveretto si è trovato deriso e umiliato
        non solo tra i compagni, ma anche in
        mondovisione... da una misera attrazione da circo
        di classe ad una miserrima attrazione da circo
        globale sul web.


        E scusate se è poco.

        Ciao.
        Io il video non l'ho visto, comunque non l'avrei deriso. Il passaggio che dici tu c'è stato: in mondovisione è stato visto e DENUNCIATO.
    • gerry scrive:
      Re: Fatemi capire
      Non ci vuole tanto a ribaltare il discorso.Puoi ipotizzare che quei ragazzi cercavano un palcoscenico e Google gliel'ha dato.Puoi ipotizzare che se non dai pubblicità a queste cose nessuno si sentirà invogliato a farle.Pupoi ipotizzare che adesso ci sarà una catena di imitazioni e emulazioni.Ci sono tante scuse buone per giustificare tutto questo.
      • mmiki scrive:
        Re: Fatemi capire
        - Scritto da: gerry
        Non ci vuole tanto a ribaltare il discorso.

        Puoi ipotizzare che quei ragazzi cercavano un
        palcoscenico e Google gliel'ha
        dato.

        Puoi ipotizzare che se non dai pubblicità a
        queste cose nessuno si sentirà invogliato a
        farle.

        Pupoi ipotizzare che adesso ci sarà una catena di
        imitazioni e
        emulazioni.

        Ci sono tante scuse buone per giustificare tutto
        questo.resta il fatto che Google permette la pubblicazione ma ha eliminato il video segnalato e permesso di trovare quei deficientistessa cosa che è successa col motociclista pazzo, anche se non mi pare fosse su googlediversamente, il video avrebbe continuato a girare da cellulare a cellulare (col bluetooth non costa neanche più) senza controllo e senza freni, e allora sì che avresti avuto l'emulazione e via dicendonon tutto il male vien per nuocere (ed è riferito a Google video, non alla vicenda in sè ovviamente)
    • Anonimo scrive:
      Re: Fatemi capire
      - Scritto da:
      1. Dei ragazzi picchiano un ragazzo down e
      filmano il
      tutto
      2. Mediante il video pubblicato su google, i
      colpevoli vengono individuati e
      puniti.
      3. Vivi Down fa causa a google per diffamazione
      per aver pubblicato il
      video
      4. Se il video non fosse stato pubblicato, i
      colpevoli l'avrebbero fatta
      franca.
      5. Vivi Down si dichiara: Associazione Italiana
      per la Ricerca
      Scientifica
      e per la Tutela della Persona Down .

      Perche' c'e' qualcosa che non mi torna?Prova a chiederlo al ministro Fioroni. Evidentemente il problema è internet non che nella scuola ci sia violenza e bullismo!TUTTA COLPA DI INTERNET...................
      • mmiki scrive:
        Re: Fatemi capire
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        1. Dei ragazzi picchiano un ragazzo down e

        filmano il

        tutto

        2. Mediante il video pubblicato su google, i

        colpevoli vengono individuati e

        puniti.

        3. Vivi Down fa causa a google per diffamazione

        per aver pubblicato il

        video

        4. Se il video non fosse stato pubblicato, i

        colpevoli l'avrebbero fatta

        franca.

        5. Vivi Down si dichiara: Associazione Italiana

        per la Ricerca

        Scientifica

        e per la Tutela della Persona Down .



        Perche' c'e' qualcosa che non mi torna?

        Prova a chiederlo al ministro Fioroni.
        Evidentemente il problema è internet non che
        nella scuola ci sia violenza e
        bullismo!
        TUTTA COLPA DI INTERNET...................impreciso!la soluzione è: far spegnere tutti i cellulari a scuola!e anche questo caso è chiusogeniale no?(l'idea è stata proposta sul serio, se non erro da Fioroni stesso o da qualche altro ministro)
        • Gary_Kildall scrive:
          Re: Fatemi capire
          - Scritto da: mmiki
          impreciso!
          la soluzione è: far spegnere tutti i cellulari a
          scuola!
          e anche questo caso è chiuso

          geniale no?
          (l'idea è stata proposta sul serio, se non erro
          da Fioroni stesso o da qualche altro
          ministro)-------------------Durante le lezioni i cellulari dovrebbero essere spenti...
    • Anonimo scrive:
      Re: Fatemi capire
      Oltre a quello che già è stato detto c'è anche da dire che il ragazzo vittima della violenza non è affetto da sindrome di Down ma da una forma di autismo. Con questo non voglio dire che l'associazione non possa fare la battaglia legale che vuole ma ... come dire, chi li ha chiamati in causa? Cosa c'entrano?
  • Anonimo scrive:
    Opinione del saggio Wakko
    Mi interesserebbe sapere l'opinione su questo argomento del suddetto utente perchè di solito ha idee molto interessanti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Opinione del saggio Wakko
      - Scritto da:
      Mi interesserebbe sapere l'opinione su questo
      argomento del suddetto utente perchè di solito ha
      idee molto
      interessanti.Non la sai? Censura. Scontato e banale
    • Anonimo scrive:
      Re: Opinione del saggio Wakko
      - Scritto da:
      Mi interesserebbe sapere l'opinione su questo
      argomento del suddetto utente perchè di solito ha
      idee molto
      interessanti.Mi permetto di interpretare Wakko...Wakko è per il partito dellE libertà. Pluralismo assoluto, niente regole da manicomio e responsabilità penali individuali basate unicamente sul principio di offensività, motivate nel merito e non su pregiudizi ideologici pseudouniversali (universali=validi per tutti)
  • Anonimo scrive:
    Attenzione al potere dello Stato
    Attenzione. Siamo in una situazione dove Internet fa concorrenza alla TV e ai giornali. Secondo me, i media tradizionali a senso unico non vedono l'ora di attaccarsi a casi spiacevoli come questo per condannare e reprimere un servizio utile e formativo come è quello dei video di Google e Youtube che dà a tutti la possibilità di esprimere il proprio talento e le proprie idee in modo immediato e semplice. Questo fa paura al potere perché non lo riesce a controllare e dominare. Il rischio è la nascita di una normativa repressiva che impedirebbe lo sviluppo e il difondersi di iniziative personali proficue che potrebbero contribuire alla diffusioni di nuove idee con opportunità di guadagno e crescita collettiva.Le lobby di potere mediatico tradizionali, secondo me non aspettano altro per frenare, con la complicità del potere politico, la diffusione di nuove iniziative imprenditoriali utili per tutti come quella dei video di Google.Ne va di mezzo il nostro sviluppo e la crescita economica e imprenditoriale dell'Italia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Attenzione al potere dello Stato
      Non per nulla Vespa ha definito internet TERRIFICANTE
      • Anonimo scrive:
        Re: Attenzione al potere dello Stato
        - Scritto da:
        Non per nulla Vespa ha definito internet
        TERRIFICANTESe internet è terrificante lui cos'è ? MOSTRUOSO ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Attenzione al potere dello Stato
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Non per nulla Vespa ha definito internet

          TERRIFICANTE

          Se internet è terrificante lui cos'è ? MOSTRUOSO ?Errato. Striscia ma non inciampa :D
  • MIX scrive:
    ITALIA PRIMA E CORAGGIOSA
    Posso finalmente millantare la mia mirabile patria: L 'Italia.Mentre il mondo viene atterrito ed infangato dalle multinazionali dominatrici, LA Patria si ribella:1) Italia prima nel mondo ad attaccare Google Inc. che rappresenta il gigante sovrastatore di Internet.La Com. rischiava di commutarsi in un tiranno accentratore del sapere condiviso.Ma L'Italia ha affermato i suoi veri valori di Democrazia2) Italia prima nel mondo ad attaccare l'industria del Videogiuoco pedo-porno-violento-horror.I valori della donna gentile tramandati da Dante L 'Alighieri non possono essere snaturati da un disco metallico edi.ficato in Giappone.3) Italia prima nel mondo ad attaccare Internet Service Provider per ricordare i sani principi di controllo. Coraggio concittadini‽Ricordiamo a mondo che LA Patria non e' soltanto pizza, mafia e spaghetti‽(troll) 1009 (troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: ITALIA PRIMA E CORAGGIOSA
      Hai pagato i diritti d'autore a rock & troll? (newbie)
      • Anonimo scrive:
        Re: ITALIA PRIMA E CORAGGIOSA
        - Scritto da:
        Hai pagato i diritti d'autore a rock & troll?
        (newbie)Per caso è il detentore di questi simboli: ‽ ? :D
      • Anonimo scrive:
        Re: ITALIA PRIMA E CORAGGIOSA
        VideoGIUOCO?allora anche Italia prima nel mondo nel GIUOCO DELLA PALLA :D
    • Anonimo scrive:
      Re: ITALIA PRIMA E CORAGGIOSA
      - Scritto da: MIX
      Posso finalmente millantare la mia mirabile
      patria:
      L 'Italia.

      Mentre il mondo viene atterrito ed
      infangato dalle multinazionali
      dominatrici, LA Patria si
      ribella:

      1) Italia prima nel mondo ad attaccare
      Google Inc. che rappresenta il gigante
      sovrastatore di
      Internet.
      La Com. rischiava di commutarsi in un tiranno
      accentratore del sapere
      condiviso.
      Ma L'Italia ha affermato i suoi veri valori di
      Democrazia

      2) Italia prima nel mondo ad attaccare
      l'industria del Videogiuoco
      pedo-porno-violento-horror.
      I valori della donna gentile tramandati da Dante
      L 'Alighieri non possono essere snaturati
      da un disco metallico edi.ficato in
      Giappone.

      3) Italia prima nel mondo ad attaccare
      Internet Service Provider per ricordare i sani
      principi di
      controllo.

      Coraggio concittadini‽
      Ricordiamo a mondo che LA Patria non e'
      soltanto pizza, mafia e
      spaghetti‽

      (troll) 1009 (troll)Io la vedo al contrario: penso che la mafia abbia paura della concorrenza quindi ingaggi lo stato per contrattaccare.
      • Anonimo scrive:
        Re: ITALIA PRIMA E CORAGGIOSA
        Non capite che è solo un modo del governo per scaricarsi gli impegni veramente seri.E' un meccanismo che serve per accrescere i pregiudizi del popolo e tenerlo tranquillo.
        • teobaz scrive:
          Re: ITALIA PRIMA E CORAGGIOSA
          parole sante!Vogliono anestetizzarci...nel mentre, tra finaziaria e porkate varie, ci stanno girando lentamente un bastone nodoso nel kulo!!- Scritto da:
          Non capite che è solo un modo del governo per
          scaricarsi gli impegni veramente
          seri.
          E' un meccanismo che serve per accrescere i
          pregiudizi del popolo e tenerlo
          tranquillo.
          • Anonimo scrive:
            Re: ITALIA PRIMA E CORAGGIOSA
            - Scritto da: teobaz
            parole sante!
            Vogliono anestetizzarci...
            nel mentre, tra finaziaria e porkate varie, ci
            stanno girando lentamente un bastone nodoso nel
            kulo!!

            - Scritto da:

            Non capite che è solo un modo del governo per

            scaricarsi gli impegni veramente

            seri.

            E' un meccanismo che serve per accrescere i

            pregiudizi del popolo e tenerlo

            tranquillo.Più che sante le definirei parole scontate.Inoltre penso che il bastone nodoso è risolvibile con un semplice peto o una girata di scatto
      • Anonimo scrive:
        Re: ITALIA PRIMA E CORAGGIOSA
        - Scritto da:

        - Scritto da: MIX

        Posso finalmente millantare la mia mirabile

        patria:

        L 'Italia.



        Mentre il mondo viene atterrito ed

        infangato dalle multinazionali

        dominatrici, LA Patria si

        ribella:



        1) Italia prima nel mondo ad attaccare

        Google Inc. che rappresenta il gigante

        sovrastatore di

        Internet.

        La Com. rischiava di commutarsi in un tiranno

        accentratore del sapere

        condiviso.

        Ma L'Italia ha affermato i suoi veri valori di

        Democrazia



        2) Italia prima nel mondo ad attaccare

        l'industria del Videogiuoco

        pedo-porno-violento-horror.

        I valori della donna gentile tramandati da Dante

        L 'Alighieri non possono essere snaturati

        da un disco metallico edi.ficato in

        Giappone.



        3) Italia prima nel mondo ad attaccare

        Internet Service Provider per ricordare i sani

        principi di

        controllo.



        Coraggio concittadini‽

        Ricordiamo a mondo che LA Patria non e'

        soltanto pizza, mafia e

        spaghetti‽



        (troll) 1009 (troll)Sparla di meno, non sai che i giuristi italiani non ne capiscono una ceppa dell'IT?
    • Anonimo scrive:
      Re: ITALIA PRIMA E CORAGGIOSA

      Coraggio concittadini‽
      Ricordiamo a mondo che LA Patria non e'
      soltanto pizza, mafia e
      spaghetti‽

      (troll) 1009 (troll)è una esortazione, una domanda o una presa in giro?la prossima volta spiegati meglio.
    • Anonimo scrive:
      Re: ITALIA PRIMA E CORAGGIOSA

      1) Italia prima nel mondo [...]
      2) Italia prima nel mondo [...]
      3) Italia prima nel mondo [...]Aggiungerei:4) Italia prima nel mondo come diminuzione fondi per la ricerca5) Italia prima nel mondo come criminalità organizzata6) Italia prima nel mondo come omertà7) Italia prima nel mondo come dimpendenza dalla TVSono stato modesto perchè stimo il mio paese ma se ne avete altri aggiungeteli. :)
      • Anonimo scrive:
        Re: ITALIA PRIMA E CORAGGIOSA
        - Scritto da:


        1) Italia prima nel mondo [...]

        2) Italia prima nel mondo [...]

        3) Italia prima nel mondo [...]

        Aggiungerei:
        4) Italia prima nel mondo come diminuzione fondi
        per la
        ricerca
        5) Italia prima nel mondo come criminalità
        organizzata
        6) Italia prima nel mondo come omertà
        7) Italia prima nel mondo come dimpendenza dalla
        TV

        Sono stato modesto perchè stimo il mio paese ma
        se ne avete altri aggiungeteli.
        :)8) Italia prima nel mondo come numero di italiani imbecilli
    • Anonimo scrive:
      Re: ITALIA PRIMA E CORAGGIOSA

      Coraggio concittadini‽
      Ricordiamo a mondo che LA Patria non e'
      soltanto pizza, mafia e
      spaghetti‽

      (troll) 1009 (troll)Dimentichi il mandolino 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: ITALIA PRIMA E CORAGGIOSA
      - Scritto da: MIX
      Posso finalmente millantare la mia mirabile
      patria:
      L 'Italia.

      Mentre il mondo viene atterrito ed
      infangato dalle multinazionali
      dominatrici, LA Patria si
      ribella:

      1) Italia prima nel mondo ad attaccare
      Google Inc. che rappresenta il gigante
      sovrastatore di
      Internet.
      La Com. rischiava di commutarsi in un tiranno
      accentratore del sapere
      condiviso.
      Ma L'Italia ha affermato i suoi veri valori di
      Democrazia

      2) Italia prima nel mondo ad attaccare
      l'industria del Videogiuoco
      pedo-porno-violento-horror.
      I valori della donna gentile tramandati da Dante
      L 'Alighieri non possono essere snaturati
      da un disco metallico edi.ficato in
      Giappone.

      3) Italia prima nel mondo ad attaccare
      Internet Service Provider per ricordare i sani
      principi di
      controllo.

      Coraggio concittadini‽
      Ricordiamo a mondo che LA Patria non e'
      soltanto pizza, mafia e
      spaghetti‽

      (troll) 1009 (troll)Non mi sembra tanto prima se volevano espellerla dal G8
  • Anonimo scrive:
    Complimenti per l'articolo e...
    Un bell'articolo, sicuramente completo, approfondito, che prende in esame piu' di un'opinione e di un'aspetto della vicenda.Mia opinione e' che, articoli di questo genere, sono rari e ce ne vorrebbero di piu', vedere le cose a 360°, per quanto possibile, e' sempre meglio.Per il resto :Io credo che Google non subira' censure particolari.Piuttosto, a fare le spese per le bravate di qualche decina di cretini (pure minorenni) saranno gli utenti (milioni) della rete Italiana, che si vedranno privare di alcune Liberta' Costituzionali oppure si troveranno a dover fronteggiare multe e normative astruse per continuare a pubblicare materiale (legittimo !) in rete.Una porcata all'italiana, fatta, come sempre da chi dell'argomento in oggetto sa poco e nulla, ma che ha (come sempre) il coltello legislativo dalla parte del manico.
  • Anonimo scrive:
    Responsabilita' dei contenuti
    Seguendo il concetto che i siti sono responsabili dei contenuti, perche' allora non si inquisiscono i direttori delle emittenti televisive che ospitano i vari truffatori che vendono previsioni di numeri del lotto, o cartomanti e maghi vari?Hanno processato per concorso in truffa i proprietari delle TV che trasmettevano la Vanna Marchi?Si processsa chi trasmette spot pubblicitari che vengono sanzionati dall'authority della pubblicita'?W l'Itaglia! : :
    • Anonimo scrive:
      Re: Responsabilita' dei contenuti
      In realtà, ora come ora per le truffe alla Wanna Marchi, una corresponsabilità dell'emittente è prevista.
  • Anonimo scrive:
    Quando la causa sarà finita ...
    racconterò per bene il "caso" in cui e' incappato la mia società."Editori" di un sito, portati in tribunale per "diffamazione a mezzo stampa" con richesta di moooolti soldi.Noi abbiamo eliminato (all'istante, appena ce lo hanno segnalato) un post in un forum.Offensivo per la persona che lo ha letto, ma in modo veramente sottile tanto da poter essere considerato solo un giudizio, una valutazione.Lo abbiamo eliminato perche non aveva senso mantenerlo se questa persona si era risentita.Ma nel frattempo un grosso motore di ricerca lo aveva "cacheato" (scusate il termine) [sfiga ladra!!!] e PER ORA siamo reponsabili per il fatto che quelle due righe siano rimaste online, sparse in una cache, per qualche giorno.Non si sa come finirà.Sicuramente, per ora, l'amarezza ci ha portato alla chiusura.
  • CoreDump scrive:
    In una sola parola Censura.
    Solo una semplice parola, Censura è questo chevogliono, un modo facile e semplice per scaricarele colpe e colpire con grande effetto mediaticocon l'appoggio dell'ignoranza della gente di chinon sa nemmeno cosa è internet ( e sono molti initalia ), questi pseudo giornalisti che siscagliano a ondate regolari oggi ci parlano dibullismo e tizi in moto che vanno a 300kmh comeieri ci parlavano di stupri, pedofilia eterrorismo cavalcando l'onda della notizia, nonsolo sono patetici ma anche ipocriti visto cheloro stessi attingono sempre più da internet perguidare le passive masse di tv dipendenti e ipolitici non sono da meno, sempre pronti a farela voce grossa quando cè da prendere la primapagina, magari questo fosse solo il paese delle banane, magari.... :(
    • Anonimo scrive:
      Re: In una sola parola Censura.
      - Scritto da: CoreDump
      Solo una semplice parola, Censura è questo che
      vogliono, un modo facile e semplice per scaricare
      le colpe e colpire con grande effetto mediatico
      con l'appoggio dell'ignoranza della gente di chi
      non sa nemmeno cosa è internet ( e sono molti in
      italia ), questi pseudo giornalisti che si
      scagliano a ondate regolari oggi ci parlano di
      bullismo e tizi in moto che vanno a 300kmh come
      ieri ci parlavano di stupri, pedofilia e
      terrorismo cavalcando l'onda della notizia, non
      solo sono patetici ma anche ipocriti visto che
      loro stessi attingono sempre più da internet per
      guidare le passive masse di tv dipendenti e i
      politici non sono da meno, sempre pronti a fare
      la voce grossa quando cè da prendere la prima
      pagina, magari questo fosse solo il paese delle
      banane, magari.... :(Io credevo di stare nel paese dei cachi. Magari se ci incontriamo facciamo un frullato!
    • Anonimo scrive:
      Re: In una sola parola Censura.
      - Scritto da: CoreDump
      Solo una semplice parola, Censura è questo che
      vogliono, un modo facile e semplice per scaricare
      le colpe e colpire con grande effetto mediatico
      con l'appoggio dell'ignoranza della gente di chi
      non sa nemmeno cosa è internet ( e sono molti in
      italia )Che ti aspettavi da chi produce una pubblicità ove, se internet non funziona, si piglia il monitor e lo si scaglia per terra? Ma la cosa ancora più bella è che quegli altri due pelandroni, sembrano pure capire quello che stanno facendo, quando, secondo me, a cineprese spente, avrebbero dato una mano, alla ragazza tettona, nella sciocchezza che stava per compiere. Tanto, al max, poi, avrebbero trovato un compromesso, per accedere alle sue grazie (vero obbiettivo dell'italiano medio che si lascia ingozzare di porno infimo e di gossip da martellate sui denti).
  • Anonimo scrive:
    ITALIOTI Scatenati
    Tutti a ululare contro Intenet questa massa informe di debosciati all' ultimo stadio.Segaioli televisivi che nulla hanno da dire della TV MONNEZZA e da putanieri che viene propinata ogni giorno, di questo non parlano perchè si inguattano mazzette.
    • Anonimo scrive:
      Re: ITALIOTI Scatenati
      - Scritto da:
      Tutti a ululare contro Intenet questa massa
      informe di debosciati all' ultimo
      stadio.
      Segaioli televisivi che nulla hanno da dire della
      TV MONNEZZA e da putanieri che viene propinata
      ogni giorno, di questo non parlano perchè si
      inguattano
      mazzette.Saranno tutti asini winari....
      • Anonimo scrive:
        Re: ITALIOTI Scatenati

        Saranno tutti asini winari....hoibò magari lo fossero: il 70% degli italiranti manco sa cos'è un pc...eppure ne parlano...(linux)
  • Anonimo scrive:
    una risata vi seppellira'...
    si diceva una volta....ora pero' direi che siamo al:"*una risata ci seppellira'*"....meditiamo...Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: una risata vi seppellira'...
      - Scritto da:
      si diceva una volta....

      ora pero' direi che siamo al:
      "*una risata ci seppellira'*"....

      meditiamo...

      Ciaoma vattelapianderculo
  • Anonimo scrive:
    colpaccio PI
    un numerone da chilo oggi!:-Oun caso davvero grosso!! :-|
  • Anonimo scrive:
    Ho uploadato un video su google...
    ...dove starnutivo e mi sono ritrovato i carri armati fuori casa! Aiuto!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho uploadato un video su google...
      - Scritto da:
      ...dove starnutivo e mi sono ritrovato i carri
      armati fuori casa!
      Aiuto!E non solo, starnutendo hai vilipeso tutti quelli che non hanno il naso, perciò l'associazione Vivisenzanaso ha deciso di denunciarti per diffamazione! Mi sa che il video ti costerà caro. p) p) p) p) :D :D ;) ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ho uploadato un video su google...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ...dove starnutivo e mi sono ritrovato i carri

        armati fuori casa!

        Aiuto!

        E non solo, starnutendo hai vilipeso tutti quelli
        che non hanno il naso, perciò l'associazione
        Vivisenzanaso ha deciso di denunciarti per
        diffamazione! Mi sa che il video ti costerà caro.
        p) p) p) p) :D :D ;)
        ;)NNUOOOOOOOOOOO!! L'ASSOCIAZIONE VIVISENZANASO NNNUOOOOOOOO!!!!!*ETTtcì*Oh no, un'altra denuncia!! Aiuto!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ho uploadato un video su google...
          scusate ne ma siete due o tre pirla ;)Cazzo sfottete?La la cosa era serie e fosse capitato a me di vedere quel video, molto prima, l'avrei immediatamente segnalato alla PS....con il rispetto per la persona umana non si scherza!DEFICENTI
          • Anonimo scrive:
            Re: Ho uploadato un video su google...
            - Scritto da:
            scusate ne ma siete due o tre pirla ;)

            Cazzo sfottete?

            La la cosa era seriele stronzate(leggi, denunzie) da repubblica delle banane NO
            e fosse capitato a me di
            vedere quel video, molto prima, l'avrei
            immediatamente segnalato alla PS....anche noi qui l'avremmo fatto.ma solo un cerebroleso può pensare di denunciare delle MACCHINE AUTOMATICHE (leggi "google") che eseguono una seie di programmia AUTOMATICI!!!
            con il
            rispetto per la persona umana non si
            scherza!con la demenza delle azioni umane SI;e meglio ridere che piangere!
            DEFICENTIgrazie, tu si che sei migliore!
  • Anonimo scrive:
    Fioroni farebbe bene a sistemare....
    la scuola e non rompere i coglioni a Internet.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fioroni farebbe bene a sistemare....
      - Scritto da:
      la scuola e non rompere i coglioni a Internet.Quoto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fioroni farebbe bene a sistemare....
      Fioroni si è dato al più classico degli scaricabarile, coadiuvato dai mezzi d'informazione: in poche ore lo scandalo non era più che dei ragazzi avevano pestato un altro IN UNA SCUOLA, con un'INSEGNANTE PRESENTE e che ASSISTEVA.No! Lo scandalo è che chiunque poteva vedere il filmato su internet.
      • Anonimo scrive:
        Re: Fioroni farebbe bene a sistemare....
        - Scritto da:
        Fioroni si è dato al più classico degli
        scaricabarile, coadiuvato dai mezzi
        d'informazione: in poche ore lo scandalo non era
        più che dei ragazzi avevano pestato un altro IN
        UNA SCUOLA, con un'INSEGNANTE PRESENTE e che
        ASSISTEVA.
        No! Lo scandalo è che chiunque poteva vedere il
        filmato su
        internet.Già, chissà se qualcuno glielo farà notare.
  • Anonimo scrive:
    Porci e cassandre sempre pronti
    E sempre all' erta a cogliere la minima occasione per proporre sempre più stringenti controlli a Internet perchè mettere sotto controllo tutto è il loro interesse.Ma Internet non si farà mettere sotto controllo da questi invasati rincojoniti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Porci e cassandre sempre pronti
      - Scritto da:
      Ma Internet non si farà mettere sotto controllo
      da questi invasati
      rincojoniti.vai a dormire che è tardi
      • Anonimo scrive:
        Re: Porci e cassandre sempre pronti
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Ma Internet non si farà mettere sotto controllo

        da questi invasati

        rincojoniti.

        vai a dormire che è tardiSparati.
        • Anonimo scrive:
          Re: Porci e cassandre sempre pronti
          - Scritto da:
          Sparati.sgrillettati la minkia
          • Anonimo scrive:
            Re: Porci e cassandre sempre pronti
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Sparati.

            sgrillettati la minkiaNon sono mongoloiode.
          • Anonimo scrive:
            Re: Porci e cassandre sempre pronti
            - Scritto da:
            Non sono mongoloiode.mi hai offeso ora chiamo mico cuggino che ti spacca il culo
          • Anonimo scrive:
            Re: Porci e cassandre sempre pronti
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Non sono mongoloiode.

            mi hai offeso ora chiamo mico cuggino che ti
            spacca il
            culoOcchio che Fioroni ti manda la Rosy Bindi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Porci e cassandre sempre pronti
      Internet SARÀ messa sotto controllo, e tu non potrai farci nulla. Adattati o sparati.
      • Anonimo scrive:
        Re: Porci e cassandre sempre pronti
        - Scritto da:
        Internet SARÀ messa sotto controllo, e tu non
        potrai farci nulla. Adattati o
        sparati.na sega metteranno sotto controllo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Porci e cassandre sempre pronti
        - Scritto da:
        Internet SARÀ messa sotto controllo, e tu non
        potrai farci nulla. Adattati o
        sparati.Ti piacerebbe eh, merda secca? Evapora nullità @^
  • Anonimo scrive:
    Proposta di Forza Italia
    Impedire ai minorenni di pubblicare su Internet. Sì, ma come? E' il classico problema dei 3/4 delle normative che riguardano Internet: il come. Tanto che gliene frega ai politici, loro non pensano mai al come fare le cose, pensano solo alla a creare leggi demagogiche.
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Proposta di Forza Italia
      - Scritto da:
      Impedire ai minorenni di pubblicare su Internet.
      Sì, ma come? E' il classico problema dei 3/4
      delle normative che riguardano Internet: il come.Metteranno qualche ridicola formettina dove inserire la data di nascita...
      Tanto che gliene frega ai politici, loro non
      pensano mai al come fare le cose, pensano solo
      alla a creare leggi
      demagogiche.Come i discorsi del Nano, che contengono la parola "Libertà" in media ogni 10 per accorare gli animi della gente semplice.TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: Proposta di Forza Italia
        - Scritto da: TADsince1995

        - Scritto da:

        Impedire ai minorenni di pubblicare su Internet.

        Sì, ma come? E' il classico problema dei 3/4

        delle normative che riguardano Internet: il
        come.

        Metteranno qualche ridicola formettina dove
        inserire la data di
        nascita...
        E' proprio questa forma di ipocrisia che mi fa schifo: tutti sanno che la form non impedisce un bel nulla, però poi tutti a dire che hanno fatto una legge per tutelare i bambini
        • Anonimo scrive:
          Re: Proposta di Forza Italia
          - Scritto da:

          - Scritto da: TADsince1995



          - Scritto da:


          Impedire ai minorenni di pubblicare su
          Internet.


          Sì, ma come? E' il classico problema dei 3/4


          delle normative che riguardano Internet: il

          come.



          Metteranno qualche ridicola formettina dove

          inserire la data di

          nascita...



          E' proprio questa forma di ipocrisia che mi fa
          schifo: tutti sanno che la form non impedisce un
          bel nulla, però poi tutti a dire che hanno fatto
          una legge per tutelare i
          bambiniIn america ce l'hanno la form per impedire ai minorenni di accedere a certi servizi.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia

            In america ce l'hanno la form per impedire ai
            minorenni di accedere a certi
            servizi.E come fanno a capire se ciò che è messo nella form è veritiero? Anche il più sprovveduto e idiota dei ragazzini metterebbe una data di nascita più antica della propria.TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia
            Ma prendere a calci nel c**o i propri figli dementi e vigliacchi che se la prendono con chi non può difendersi, impedendogli di rompere i c******i ad un ragazzino e a fare danni ad una società che suo malgrado si vede invischiata nelle ca**ate di questi minorati mentali.I giovani sono la speranza del futuro, devo dire che siamo proprio messi male....
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia
            Scusate lo sfogo, ma certa gente mi innervosisce, bisognerebbe dotare la gente di patente all'uso della rete, o più semplicemente educare i figli, che spesso il demente non è chi ha un handicap ma chi si comporta come tale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia
            Secondo me non hai torto; per una minchiata rischia di andarci di mezzo un diritto di libertà. Alla stessa maniera, si dovrebbe, ad esempio, per limitare le stragi del sabato sera, istituire un bel divieto di conduzione veicoli a motore giovani 18-35 anni ...Ciao,Piwi
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia
            - Scritto da:
            Ma prendere a calci nel c**o i propri figli
            dementi e vigliacchi che se la prendono con chi
            non può difendersi, impedendogli di rompere i
            c******i ad un ragazzino e a fare danni ad unaNon ti viene il dubbio che sono proprio ragazzini presi a calci nel culo e a sprangate dai genitori che poi fanno lo stesso sui compagni piu' deboli, avendo imparato su se stessi la legge della sopraffazione con la violenza sul piu' debole?
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Ma prendere a calci nel c**o i propri figli

            dementi e vigliacchi che se la prendono con chi

            non può difendersi, impedendogli di rompere i

            c******i ad un ragazzino e a fare danni ad una

            Non ti viene il dubbio che sono proprio ragazzini
            presi a calci nel culo e a sprangate dai genitori
            che poi fanno lo stesso sui compagni piu' deboli,
            avendo imparato su se stessi la legge della
            sopraffazione con la violenza sul piu'
            debole?Quando ero ragazzino e facevo qualche cazzata una sberla o una pedata nel sedere non me le levava nessuno, e lungi da me riprovare a far qualcosa di simile.Oggi sono i figli a comandare.Li punisci? Fanno peggio, gli parli e ti mentono, li rimproveri e rispondono.Quando vedi un genitore in tv che dice che la punizione che hanno avuto è troppo pesante per quello che hanno fatto che devo pensare?Lo avranno mai punito?Ci avranno mai parlato?Non so, ma per quello che gli hanno fatto mi sembra gli sia andata di lusso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia
            Giusto, lasciamo che facciano il loro porco comodo (sono bambini o ragazzetti, eh ! Per la legge incapaci o con capacità limitata d'intendere e di volere).Così imparano l'impunità.Ciao,Piwi
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia
            - Scritto da:
            Giusto, lasciamo che facciano il loro porco
            comodo (sono bambini o ragazzetti, eh ! Per la
            legge incapaci o con capacità limitata
            d'intendere e di
            volere).

            Così imparano l'impunità.

            Ciao,
            PiwiUn bel metodo per imparare ad evitare di esser puniti, cioè, l'omertà italiana.
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia
            Perché ti pare siano stati puniti pesantemente?1 anno di sospensione, che brutta cosa.Poverini eh.Tu mi paragoni ammazzare di botte un ragazzino down, ad ubriacarsi e sfracellarsi contro un muro ?Se bevo e mi sfracello uccidendo solo me stesso faccio del male solo a me, cazzi miei, me lo sono meritato perché ho guidato ubriaco (perché se non bevi tanto e non guidi veloce non sei figo!).Se picchio un ragazzino indifeso nel pieno delle mie facoltà solo per il gusto di sentirmi figo potendo infliggere del male, credo che la punizione sia stata leggera.
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia
            - Scritto da:
            Perché ti pare siano stati puniti pesantemente?
            1 anno di sospensione, che brutta cosa.
            Poverini eh.Credo che questa sia solo una parte della punizione, cioè quella scolstica. Ci sarà certamente anche uno o più procedimenti penali a carico di quei violenti
            Se bevo e mi sfracello uccidendo solo me stesso
            faccio del male solo a me, cazzi miei, me lo sono
            meritato perché ho guidato ubriaco (perché se non
            bevi tanto e non guidi veloce non sei
            figo!).Purtroppo non succede solo così. Ho letto troppe volte di persone uccise il lunedì mattina mentre si stavano recando a lavoro perché l'auto di qualche imbecille ubriaco ha invaso la loro corsia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia
            Sì, proprio... continuate a difendere i vostri figli anche quando sbagliano. Vedremo che bella società di irresponsabili verrà su fra qualche tempo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia
            allora non gliene hanno dati abbastanza. c'è sempre tempo
          • Angelone scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia
            - Scritto da:
            Ma prendere a calci nel c**o i propri figli
            dementi e vigliacchi che se la prendono con chi
            non può difendersi, impedendogli di rompere i
            c******i ad un ragazzino e a fare danni ad una
            società che suo malgrado si vede invischiata
            nelle ca**ate di questi minorati
            mentali.
            I giovani sono la speranza del futuro, devo dire
            che siamo proprio messi
            male....Meno male che c'è Forza Italia! (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Proposta di Forza Italia
          Preghino per il NANO.Ne ha bisogno.Se il NANO muore.....resteranno disoccupati.
          • outkid scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia
            e' PURA demagogia di fenomeni che i media hanno messo in risalto ORA.e' da quando faccio le elementari, ora ho 20 anni, che esiste il bullismo.posso supporre che sia sempre stato cosi'.a scuola le botte si prendono e si imparano a darle. e se non e' a scuola.. "ti aspetto fuori" e' una frase che tutti abbiamo sentito.e' un falso problema il bullismo.la storia e' fatta di prepotenze e di gente che da sola, o organizzandosi, reagisce.in una societa' evoluta i piu' deboli si tutelano aggregandosi.il vero problema e' che quel ragazzo, l'autista (e non il down) del casus belli, sia stato in un certo senso abbandonato da quelle istituzioni preposte alla sua difesa.homo homini lupus. (cit)
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia
            Vorrei sottolineare alcune bizzarrie della proposta della parlamentare Procaccini. Procaccini:"Le violazioni saranno punite con la chiusura dei siti e degli interi motori di ricerca" Ecco, una frase come questa mostra l'assoluta incapacità di capire almeno a livello elementare come funziona internet. Chiudere i motori di ricerca?? Chiudere Google???? Confesso che mi sono venute le lacrime agli occhi dalle risate suscitate dalle zelanti affermazioni della deputata. Mi spiace cara deputata, ma Google è al di là delle sue rapaci e filantropiche mani, perché, come sanno tutti a parte Lei, Google ha sede in America, e graziaddio vien da aggiungere. "Le violazioni saranno punite con la chiusura dei siti e degli interi motori di ricerca", leggete bene questa frase, perché è qualcosa di più del segno dell'ignoranza ottusa di chi l'ha espressa: essa è la lampante dimostrazione di come un radicato e volgare luddismo venato di massimalismo può annullare di un sol colpo tutto il progresso tecnologico,culturale,e finanche economico di Internet. A questo punto mi chiedo se non sarebbe il caso di promuovere dei corsi di alfabetizzazione informatica per i nostri parlamentari, nella speranza che questo contribuisca a far acquisire ai nostri deputati quel minimo di conoscenze per stare nella nostra società dell'Informazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia
            sante parole, sti parlamentari, nn basta che siano ignoranti e drogati, pure troll.Hermes
          • manfrys scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia
            [quote omissis ...]Ciao, avrei quotato tutto, perchè se non in tutto, ci hai preso abbastanza bene. Io ho 40 anni ... ormai ... e tutto quello che si vuol far passare oggi è datato e scaduto ormai ..... dal prete in chiesa ... al bullismo scolastico,.. dal ragazzo "idiota" ... agli scippi alle vecchiette ... da politico sporco al furbetto del quartiere ...tutto già visto. E' nella cultura e il buon senso, che oramai non si insegna più nelle scuole ne tantomeno nelle famiglie, dove bisogna riporre le speranze per un futuro migliore. stiamo re-incarnando il diavolo ...dopo Gutenberg erano i libri ... poi il jukebox .. poi la radio ... poi la televisione ... adesso internet e i videogiochi ...Buona vita.
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia

            e' da quando faccio le elementari, ora ho 20
            anni, che esiste il
            bullismo.Io di anni ne ho 44, e ti assicuro che il bullismo non lo ho visto ne' alle elementari, ne' alle medie, ne' al liceo. Il problema era il nonnismo al militare: quando l'ho fatto io al CAR si era appena suicidato un ragazzo per nonnismo un mese prima. Al CAR il primo ragazzo che ha tirato un gavettone e' stato messo in guardia per 36 ore consecutive ai bagni, e quando si addormentava in piedi passava un ufficiale e lo svegliava a urlacci e lo puniva (con un altro turno di guardia ai bagni...) Dopo di che, nessun caso di nonnismo in caserma.Forse il punto era che si sfasciavano le corna al primo cretino che provava a fare il bullo, gli altri imparavano; forse era il fatto che non c'era tv (per i ragazzini all'epoca mia non c'era niente da vedere: quando eri troppo grande per la tv dei ragazzi ti restava solo discoring: un ora di musica "giovane" a settimana). Non lo so, ma i "giovani" ci pensino.
          • outkid scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia

            Io di anni ne ho 44, e ti assicuro che il
            bullismo non lo ho visto ne' alle elementari, ne'
            alle medie, ne' al liceo. Il problema era il
            nonnismo al militare: quando l'ho fatto io al CAR
            si era appena suicidato un ragazzo per nonnismo
            un mese prima. Al CAR il primo ragazzo che ha
            tirato un gavettone e' stato messo in guardia per
            36 ore consecutive ai bagni, e quando si
            addormentava in piedi passava un ufficiale e lo
            svegliava a urlacci e lo puniva (con un altro
            turno di guardia ai bagni...) Dopo di che, nessun
            caso di nonnismo in
            caserma.Il nonnismo e' un fatto, anche culturale, ovviamente NON positivoIl buonsenso deve essere insegnato nelle famiglie ma:a) non puoi mettere un militare che sorvegli che cio' venga fatto in casab) non puoi pretendere che si insegni a scuola. che molti docenti ci provino e' un altro discorso ma vai a scuola per farti una cultura, non un'educazione. questo e' un concetto tutto moderno per chi vuole scaricare i figli almeno 6 ore al giorno.c) i deboli vanno tutelati.. e se non vengono tutelati c'e' una mancanza delle istituzioni a questo preposte. se ci affidassimo al fatto che tutti gli uomini sono buoni e giusti non avremmo bisogno di forze repressive.. ma purtroppo quel giorno e' ancora lontano.se tu mi dici: io il bullismo non l'ho vissuto beh, buon per te. o hai frequentato scuole piene di gente civile, o la scuola in se era capace di reprimere il fenomeno.al militare hai trovato chi lo reprimeva.. ma DOPO che e' scappato il morto.quindi il fenomeno esiste, ed e' annoso.ma pretendere di chiudere canali di informazione per arginarlo mi sembra una misura che non sta in piedi.. cosi' non lo argini, lo nascondi.ma in questo mondo la domanda non e' piu' tanto "essere o non essere", e' ormai superato anche "essere o avere"..l'importante, oggi, e' APPARIRE.e come i bulli volevano apparire fighi pestando un ragazzo indifeso, i nostri politici vogliono apparire fighi a noi elettori nascondendoci le tristi realta' quando non riescono ad adempire alle loro promesse: sicurezza, benessere, sanita', istruzione, ricerca, bla, bla, bla.
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia
            - Scritto da: outkid
            l'importante, oggi, e' APPARIRE.
            e come i bulli volevano apparire fighi pestando
            un ragazzo indifesoMi sa che non capisci molto del bullismo: non si picchia un ragazzo indifeso per "apparire fighi", lo si fa perché, semplicemente, é così che si fa.L'uomo é un predatore, e per le leggi della Natura il forte annienta il debole. Le leggi umane non lo consentono più, quindi anziché pestare l'indifeso a morte lo si massacra di botte lasciandolo vivere. E' una specie di allentamento a quel mattatoio che é la vita, dove al posto delle botte ci sono le cause legali e le pugnalate alla schiena su carta bollata.Il bulletto di oggi é il capufficio di domani. Invece di massacrarti di botte ti ammazza riempiendoti di lavoro.
          • outkid scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia
            l'ente preposto all'educazione e' la famiglia.lo stato non puo' entrare li dentro.quel che puo' fare', e' per me la linea giusta, e' penalizzare in termini pecuniari la stessa affinche' si senta responsabile, anche se dovrebbe essere una cosa naturale, dell'individuo che sparera' nella societa' del futuro.non e' vero che "si fa cosi'".personalmente non ho mai alzato una mano per il gusto di farlo. eppure di soprusi se ne ricevono in continuazione nella vita.non tutti diventano prepotenti.io non lo sono. e sono sicuro di non essere l'unico.- Scritto da:

            - Scritto da: outkid


            l'importante, oggi, e' APPARIRE.

            e come i bulli volevano apparire fighi pestando

            un ragazzo indifeso

            Mi sa che non capisci molto del bullismo: non si
            picchia un ragazzo indifeso per "apparire fighi",
            lo si fa perché, semplicemente, é così che si
            fa.

            L'uomo é un predatore, e per le leggi della
            Natura il forte annienta il debole. Le leggi
            umane non lo consentono più, quindi anziché
            pestare l'indifeso a morte lo si massacra di
            botte lasciandolo vivere. E' una specie di
            allentamento a quel mattatoio che é la vita, dove
            al posto delle botte ci sono le cause legali e le
            pugnalate alla schiena su carta
            bollata.

            Il bulletto di oggi é il capufficio di domani.
            Invece di massacrarti di botte ti ammazza
            riempiendoti di
            lavoro.
          • outkid scrive:
            Re: Proposta di Forza Italia
            - Scritto da: outkid
            l'ente preposto all'educazione e' la famiglia.
            lo stato non puo' entrare li dentro.
            quel che puo' fare', e' per me la linea giusta,
            e' penalizzare in termini pecuniari la stessa
            affinche' si senta responsabile, anche se
            dovrebbe essere una cosa naturale, dell'individuo
            che sparera' nella societa' del
            futuro.
            non e' vero che "si fa cosi'".
            personalmente non ho mai alzato una mano per il
            gusto di farlo. eppure di soprusi se ne ricevono
            in continuazione nella
            vita.
            non tutti diventano prepotenti.
            io non lo sono. e sono sicuro di non essere
            l'unico. E comunque.. le carte firmate non sono deterrente per un violento.. non lo sono quasi mai.Purtroppo, l'unica legge di chi ama la violenza, e' la violenza stessa..

            - Scritto da:



            - Scritto da: outkid




            l'importante, oggi, e' APPARIRE.


            e come i bulli volevano apparire fighi
            pestando


            un ragazzo indifeso



            Mi sa che non capisci molto del bullismo: non si

            picchia un ragazzo indifeso per "apparire
            fighi",

            lo si fa perché, semplicemente, é così che si

            fa.



            L'uomo é un predatore, e per le leggi della

            Natura il forte annienta il debole. Le leggi

            umane non lo consentono più, quindi anziché

            pestare l'indifeso a morte lo si massacra di

            botte lasciandolo vivere. E' una specie di

            allentamento a quel mattatoio che é la vita,
            dove

            al posto delle botte ci sono le cause legali e
            le

            pugnalate alla schiena su carta

            bollata.



            Il bulletto di oggi é il capufficio di domani.

            Invece di massacrarti di botte ti ammazza

            riempiendoti di

            lavoro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta di Forza Italia
      - Scritto da:
      Impedire ai minorenni di pubblicare su Internet.
      Sì, ma come? E' il classico problema dei 3/4
      delle normative che riguardano Internet: il come.
      Tanto che gliene frega ai politici, loro non
      pensano mai al come fare le cose, pensano solo
      alla a creare leggi
      demagogiche.(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)cosi' i minorenni hanno tutto il tempo di guardare i cartoni trash su Italia 1.
  • Anonimo scrive:
    ognuno si prenda le sue responsabilità
    sono stanco dell'Italia.Sbaglia un dirigente? Pagano gli impiegatiSbaglia un ragazzo? Paga internet.Qui ormai si parla tanto di "nessuno tocchi Caino" ma Abele sta facendo la figura del fesso però.Sono stati i ragazzi a fare quel video e non gli hanno fatto nulla. Per colpa loro però una azienda perderà miliardi, con conseguente perdita di posti di lavoro. Ma dategli 5 anni a quei ragazzi e fate vedere come se li fanno. Sono stanco di vedere gente che merita 30 anni, gliene danno 15, diventano 5 di domiciliari ma dopo 3 mesi stanno già in strada.Chi sbaglia deve pagare, basta caricare sulla società gli errori del singolo
    • Anonimo scrive:
      Re: ognuno si prenda le sue responsabili
      - Scritto da:
      Per colpa loro però una azienda perderà miliardi,
      con conseguente perdita di posti di lavoro.
      sticazzi tanto quelli di google sono americani e coi loro soldi possiamo ripagarci qualche punto di PIL 8)le aziende che investono in Italia devono sottostare alle nostre leggi,se no se ne vadano affanculo...... p) p) @^ @^ @^ @^
      • lucamascaro scrive:
        Re: ognuno si prenda le sue responsabili

        le aziende che investono in Italia devono
        sottostare alle nostre leggi,se no se ne vadano
        affanculo...... p) p) @^ @^ @^
        @^Beh ma quando tu usi google video stai usando un servizio americano, e accetti anche una policy per questo... il problema stà tutto qui ed è per questo che tutta questa storia è inutile
      • epikuros scrive:
        Re: ognuno si prenda le sue responsabili
        Parlando di servizi "americani". Mi sa che questa ONLUS ha interpretato al meglio lo stile degli utenti americani: "Facciamo causa ad un colosso, cosi' ci arriva qualche milioncino..." Dopo i soprusi in classe ora quel povero ragazzo sta subendo un secondo sfruttamento! Per fortuna che certe associazioni dovrebbero non aver fini di lucro!
    • Anonimo scrive:
      le PROPRIE, casomai.
      - Scritto da:
      sono stanco dell'Italia.puoi emigrare negli stati uniti, vedrai come ti troverai bene
      Sbaglia un dirigente? Pagano gli impiegati
      Sbaglia un ragazzo? Paga internet.
      Qui ormai si parla tanto di "nessuno tocchi
      Caino" ma Abele sta facendo la figura del fesso
      però.
      Sono stati i ragazzi a fare quel video e non gli
      hanno fatto nulla.qui hai totalmente ragione.del resto bisogna anche dire che non si sa quanto le aziende siano del tutto "dispiaciute" di avere video anche torbidi, ma che tirano.non lo sappiamo, semplicemente.
      Per colpa loro però una azienda perderà miliardi,
      con conseguente perdita di posti di lavoro.quanti saranno a google italia?chiedo, mica lo so.
      Ma dategli 5 anni a quei ragazzi e fate vedere
      come se li fanno.nel senso che si faranno 6 mesi, vero?già ...
      Sono stanco di vedere gente che merita 30 anni,
      gliene danno 15, diventano 5 di domiciliari ma
      dopo 3 mesi stanno già in
      strada.soprattutto poi questo tipo di reato è davvero grave, è contro la persona, è un reato "classico" e non si fa un cazzo, mentre poi si perseguono in modo assai zelante i crimini contro "l'azienda". "Fare cattiva pubblicità" , fare abbassare le vendite... mavaffanculo le vendite: come le fai quelle cazzo di vendite? non darmi motivo di trovare qualcosa di negativo e vedrai che la pubblicità sarà positiva.comunque insomma: ci sono cose come le percosse, la violenza, l'intimidazione, i reati sessuali, la vessazione, la minaccia ... queste cose sono vecchie come il mondo e devono sparire PRIMA degli alti reati!
      Chi sbaglia deve pagare, basta caricare sulla
      società gli errori del
      singoloamen
      • Anonimo scrive:
        Re: le PROPRIE, casomai.
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        sono stanco dell'Italia.

        puoi emigrare negli stati uniti, vedrai come ti
        troverai
        bene
        Negli stati uniti, caso di pochi giorni fa, un blogger è stato assolto da un caso di diffamazione molto meno campato in aria di quello in cui è coinvolto google
        • Anonimo scrive:
          Re: le PROPRIE, casomai.
          - Scritto da:
          Negli stati uniti, caso di pochi giorni fa, un
          blogger è stato assolto da un caso di
          diffamazione molto meno campato in aria di quello
          in cui è coinvolto
          google
          in america ci stanno i negri di che ti sparano sul culo e poi giocano a basket con la tua testa
          • Anonimo scrive:
            Re: le PROPRIE, casomai.
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Negli stati uniti, caso di pochi giorni fa, un

            blogger è stato assolto da un caso di

            diffamazione molto meno campato in aria di
            quello

            in cui è coinvolto

            google



            in america ci stanno i negri di che ti sparano
            sul culo e poi giocano a basket con la tua
            testaNon so che posti hai frequentato, personalmente trovo razzista la tua battuta. Ho amici di colore statunitensi e trovo infinitamente più civili loro di te.
          • Anonimo scrive:
            Re: le PROPRIE, casomai.
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            in america ci stanno i negri di che ti sparano

            sul culo e poi giocano a basket con la tua

            testa

            Non so che posti hai frequentato, personalmente
            trovo razzista la tua battuta. Ho amici di colore
            statunitensi e trovo infinitamente più civili
            loro di
            te.Non so che posti hai frequentato,ma stai tranquillo che in alcuni posti in america i bianchi li fanno fuori
          • Anonimo scrive:
            Re: le PROPRIE, casomai.
            - Scritto da: ...

            Non so che posti hai frequentato,
            ma stai tranquillo che in alcuni posti in america
            i bianchi li fanno
            fuoriGuarda che gli USA sono uno dei pochi stati in cui il tuo partito nazista è legale.
        • Anonimo scrive:
          Re: le PROPRIE, casomai.

          Negli stati uniti, caso di pochi giorni fa, un
          blogger è stato assolto da un caso di
          diffamazione molto meno campato in aria di quello
          in cui è coinvolto
          google
          Perché in America non hanno Vividown e nemmeno magistrati che gli vanno dietro.
          • Anonimo scrive:
            Re: le PROPRIE, casomai.

            Perché in America non hanno Vividown e nemmeno magistrati che gli vanno dietro.Ma il ragazzo non era autistico, qui vividown centra come centra il caramello nel minestrone.
    • Anonimo scrive:
      Re: ognuno si prenda le sue responsabili
      Oh mio dio io 18 si avvicinano sempre di più, e con questi il giorno che andrò a vivere all'estero, SIA RINGRAZIATO DIO!
Chiudi i commenti