Mercato/ Preda lascia Albacom

Ufficiale


Roma – Albacom, uno dei maggiori operatori di telecomunicazione italiani, ha confermato che il suo amministratore delegato Michele Preda ha formalmente consegnato le proprie dimissioni all’azienda dopo quattro anni di lavoro in quella posizione.

Preda ha anche deciso di lasciare il ruolo di membro del Consiglio di amministrazione dell’azienda controllata da ENI, British Telecom, BNL e Mediaset.

I risultati di Albacom negli ultimi anni sono lusinghieri avendo raddoppiato il fatturato e aumentato fino ad oltre 220mila il numero dei propri clienti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Medoto infallibile si chiama "GIACA"
    Il Predetto metodo è sicuro ed efficace,combatte estremamente la pedofilia ed è un sicuro antipedofilia che non reprime ma cura ed annulla totalmente ogni sintomo ed ogni persona che sia affetta da tale "malattia".Mi chiamo Gianni 3387175767
  • Anonimo scrive:
    Non sono proprio daccordo
    [quote] :@ ragazza maggiorenne in topless può essere considerata pedopornografia. [/quote]dove andremmo a finire? come puo essere considerata pedofilia se ce una ragazza MAGGIORENNE ?
  • Anonimo scrive:
    In definitiva
    Ok, ho letto attentamente il decreto e non posso che essere daccordo con tutti i commenti negativi fatti...ma il problema permane: il decreto è ancora lì e probabilmente andrà avanti nella forma in cui è ora e probabilmente verrà approvato senza significativa opposizione (dove sta l'opposizione?).Non si può fare nulla? Una petizione, una raccolta di firme? Non servirà a nulla ma continuare a resare impotenti quando approvano una dopo l'altra leggi assurde è frustrante.
    • Anonimo scrive:
      Re: In definitiva
      - Scritto da: Anonimo
      Non si può fare nulla? Una petizione,
      una raccolta di firme? Non servirà a
      nulla ma continuare a resare impotenti
      quando approvano una dopo l'altra leggi
      assurde è frustrante.Si, basta far cadere questo governo. :|:|:|:|
  • Anonimo scrive:
    Re: ulteriori precisazioni sull'articolo
    Leggendo il tuo intenvento, mi e' venuta anche in mente che e' prassi comune nelle spiagge italiane cambiare gli slip dei propri figli di pochi anni, in spiaggia, sotto gli occhi di tutti.In quel caso penso che il genitore secondo questa legge dovrebbe essere accusato di pedofilia.Sono d'accordo poi con te che questo ddl ha tutta l'aria di essere contro la pornografia, leggendo soprattutto quella parte del ddl che vuole regolamentare la pornografia in rete.Infatti ci sono proposte che possiamo proprio definire atte alla censura del porno su internet.Infatti si vogliono proteggere tutte le immagine porno da una password, da rilasciare solo ad adulti dopo averne accertato l'eta'.Peccato che i nostri legislatori non fanno i conti con la rete perche' se impongono il divieto di pubblicare materiale porno in rete, a soggetti che devono rispettare le leggi dello stato italiano, (57 milioni su 5,5 miliardi della popolazione mondiale) ci saranno ben (5,5 miliardi - 57 milioni) di persone che non devono rispettare le nostre leggi e quindi il porno sara' comunque accesssibile da chiunque abbia un pc e quindi anche da minori, se il pc che usano non e' protetto da dei filtri.Quindi tutto questo non servira' a nulla, ma servira' solo a paragonare la nostra nazione a paesi come Cina, Cuba, Iraq ecc.
    • Anonimo scrive:
      Re: ulteriori precisazioni sull'articolo
      - Scritto da: Anonimo
      Leggendo il tuo intenvento, mi e' venuta
      anche in mente che e' prassi comune nelle
      spiagge italiane cambiare gli slip dei
      propri figli di pochi anni, in spiaggia,
      sotto gli occhi di tutti.
      In quel caso penso che il genitore secondo
      questa legge dovrebbe essere accusato di
      pedofilia.Qualcuno mi può evincere dalla legge *con cognizione di causa* se un nudo (spiaggia, combio del pannolino, ...) è pedoprnografia o altro reato?Se così fosse comincerei ad avere dubbi sulla nazione in cui vivo, perchè tra una foto di una 17 enne senza veli ed una di un neonato violentato, *PRETENDO* che ci sia differenza morale/penale/quello che volete.Ripeto, pretendo.h724
      • Anonimo scrive:
        Re: ulteriori precisazioni sull'articolo
        - Scritto da: Anonimo
        Qualcuno mi può evincere dalla legge
        *con cognizione di causa* se un nudo
        (spiaggia, combio del pannolino, ...)
        è pedoprnografia o altro reato?
        Se così fosse comincerei ad avere
        dubbi sulla nazione in cui vivo,
        perchè tra una foto di una 17 enne
        senza veli ed una di un neonato violentato,
        *PRETENDO* che ci sia differenza
        morale/penale/quello che volete.
        Ripeto, pretendo.Leggi il link segnalato sopra, è una senteza della cassazione molto chiara. Grazie ai predicatori/moralizzatori, molta gente si inventa reati che non esistono. Per esempio, se chiedi ai tuoi conoscenti se un maggiorenne può stare insieme ad una minorenne (cmq maggiore di 14 anni), ti risponderanno di NO, perchè c'è in giro la convinzione che "l'età legale" siano i 18 anni..Per pornografia, la legge indende gli atti sessuali e non il nudo. Qundi, la mamma che si fotografa i figli nudi in spiaggia o quando fanno il bagnetto è salva, a meno che le foto non capitino in mano di chi non conosce la legge.Quindi, senza fare esempi estremi, si potrebbe evidenziare un altro paradosso delle attuali leggi e di quelle che vogliono far approvare. Ovvero, un ragazzo di 20 anni, può far sesso con la sua ragazza di 17, ma se se la guarda nuda in foto per le leggi è un mostro.
        • Anonimo scrive:
          Re: ulteriori precisazioni sull'articolo

          Per pornografia, la legge indende gli atti
          sessuali e non il nudo. Qundi, la mamma che
          si fotografa i figli nudi in spiaggia o
          quando fanno il bagnetto è salva, a
          meno che le foto non capitino in mano di chi
          non conosce la legge.

          Quindi, senza fare esempi estremi, si
          potrebbe evidenziare un altro paradosso
          delle attuali leggi e di quelle che vogliono
          far approvare. Ovvero, un ragazzo di 20
          anni, può far sesso con la sua
          ragazza di 17, ma se se la guarda nuda in
          foto per le leggi è un mostro.Innanzi utto grazie per la risposta.MA, prima dici:'Per pornografia, la legge indende gli atti sessuali e non il nudo'poi dici:'ragazza di 17, ma se se la guarda nuda in foto per le leggi è un mostro'mi sfugge qualcosa?h724
          • Anonimo scrive:
            Re: ulteriori precisazioni sull'articolo
            Se passasse quella legge, secondo te, se io avessi un rapporto sessuale con una donna maggiorenne, ma che aveva delle sembianze di una 15 enne, ad esempio se indossava un vestito particolare ed aveva le treccie di pippi calzelunghe e lei filma il nostro rapporto, io potrei essere condannato per pedofilia se il video arriva in mano ad un giudice?Ed un gioco erotico che riporti qualcosa del genere (tipo le treccie) come puo' essere giudicato?Qualche donna potra', volendo, incastrare qualcuno in questo modo?
          • Anonimo scrive:
            Re: ulteriori precisazioni sull'articolo
            - Scritto da: Anonimo
            Se passasse quella legge, secondo te, se io
            avessi un rapporto sessuale con una donna
            maggiorenne, ma che aveva delle sembianze di
            una 15 enne, ad esempio se indossava un
            vestito particolare ed aveva le treccie di
            pippi calzelunghe e lei filma il nostro
            rapporto, io potrei essere condannato per
            pedofilia se il video arriva in mano ad un
            giudice?Dipende dalla benevolenza del giudice, in realtà il problema è nel fatto che vi sia stata diffusione e se è arrivato al giudice la diffusione c'è stata, tra l'altro dovresti prima di tutto dimostrare che la tipa era maggiorenne.
            Ed un gioco erotico che riporti qualcosa del
            genere (tipo le treccie) come puo' essere
            giudicato?
            Qualche donna potra', volendo, incastrare
            qualcuno in questo modo?con questa legge non ci sono certezze e quindi tutto sarà possibile. E' fatta coi piedi.
      • Anonimo scrive:
        Re: ulteriori precisazioni sull'articolo
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Leggendo il tuo intenvento, mi e' venuta

        anche in mente che e' prassi comune
        nelle

        spiagge italiane cambiare gli slip dei

        propri figli di pochi anni, in spiaggia,

        sotto gli occhi di tutti.

        In quel caso penso che il genitore
        secondo

        questa legge dovrebbe essere accusato di

        pedofilia.

        Qualcuno mi può evincere dalla legge
        *con cognizione di causa* se un nudo
        (spiaggia, combio del pannolino, ...)
        è pedoprnografia o altro reato?Ripeto la legge è scritta male, ma comunque ci devono essere delle foto e devono essere non di uso privato (se le metti su un album fotografico e le mostri ai parenti in visita come tutti facciamo con l'album dei pargoletti allora potrebbero sia essere di uso privato sia per distribuzione, e tutto dipende dall'interpretazione del magistrato e questo è grave).Il seguente scritto nella legge"Trasmissione di scritti, disegni o immagini osceni" crea problemi , infatti non si parla di atti sessuali ma di foto oscene che si sa lasciano ampio spazio per interpretazioni varie.In realtà questa legge non parte come sarebbe logico fissando l'obiettivo (cioè l'integrità psico-fisica del minore) per poi creare attorno a questo obiettivo delle misure adeguate. La mia opininione è che l'obiettivo sia (impediamo di mostrare che esista la pedofilia) ed infatti non si giustificherebbero altrimenti le parti che impediscono ai maggiorenni che sembrano minorenni di fare foto porno. salutiEttore
        Se così fosse comincerei ad avere
        dubbi sulla nazione in cui vivo,
        perchè tra una foto di una 17 enne
        senza veli ed una di un neonato violentato,
        *PRETENDO* che ci sia differenza
        morale/penale/quello che volete.
        Ripeto, pretendo.

        h724
  • Anonimo scrive:
    Differenza fra i 18enni e i 17enni???
    Scusate, vorrei porre l'ovvia obiezione alla "favoletta" della differenza invisibile fra 18enni e 17enni: siccome è illegale far posare per pornografia i minorenni, *nessuno* rischierebbe il carcere se non vi fosse una *evidente* differenza. Quindi ci se ne può accorgere benissimo, e francamente non credo proprio che chi distribuisce non sappia in che giro è capitato.
    • The FoX scrive:
      Re: Differenza fra i 18enni e i 17enni???
      - Scritto da: Anonimo
      Scusate, vorrei porre l'ovvia obiezione alla
      "favoletta" della differenza invisibile fra
      18enni e 17enni: siccome è illegale
      far posare per pornografia i minorenni,
      *nessuno* rischierebbe il carcere se non vi
      fosse una *evidente* differenza. Quindi ci
      se ne può accorgere benissimo, e
      francamente non credo proprio che chi
      distribuisce non sappia in che giro è
      capitato.Infatti.Infatti i medici, per stabilire l'eta' di persone in dubbio, usano solo fare una semplice radiografia del polso...Che tu sei in grado di fare anche attraverso un immagine, viste le affermazioni che fai... :s
      • Anonimo scrive:
        Re: Differenza fra i 18enni e i 17enni???
        - Scritto da: The FoX
        - Scritto da: Anonimo

        Scusate, vorrei porre l'ovvia obiezione
        alla

        "favoletta" della differenza invisibile
        fra

        18enni e 17enni: siccome è
        illegale

        far posare per pornografia i minorenni,

        *nessuno* rischierebbe il carcere se
        non vi

        fosse una *evidente* differenza. Quindi
        ci

        se ne può accorgere benissimo, e

        francamente non credo proprio che chi

        distribuisce non sappia in che giro
        è

        capitato.
        Infatti.
        Infatti i medici, per stabilire l'eta' di
        persone in dubbio, usano solo fare una
        semplice radiografia del polso...
        Che tu sei in grado di fare anche attraverso
        un immagine, viste le affermazioni che
        fai... :sForse non si capisce bene come l'ho scritto:visto che far fare della pornografia ad un minorenne è un reato gravissimo, sarebbe stupido uno che lo facesse senza che si noti e *molto*. Se lo fanno, lo fanno a ragion veduta per vendere ai pedofili.
        • The FoX scrive:
          Re: Differenza fra i 18enni e i 17enni???
          - Scritto da: Anonimo
          Forse non si capisce bene come l'ho scritto:

          visto che far fare della pornografia ad un
          minorenne è un reato gravissimo,
          sarebbe stupido uno che lo facesse senza che
          si noti e *molto*. Se lo fanno, lo fanno a
          ragion veduta per vendere ai pedofili.Forse non hai capito molto bene l'impianto del decreto (futura legge? probabile, purtroppo... ).Il fatto della discrezionalita' dell'attribuzione dell'eta' serve a piazzare una testa di ponte contro la pornografia in generale, e non contro la pedofilia.Lo dici tu stesso. Se uno lo deve fare, lo fa' bene non lasciando il dubbio che si tratti di una nodella maggiorenne che dimostra meno dei suoi anni.Il fatto che la legge voglia colpire anche chi e' maggiorenne ma non lo sembra e' solo una stortura che, IMHO, supera i limiti di costituzionalita' x manifesta discriminazione.Si tratta di una legge sbagliata, scritta pure e magari VOLUTAMENTE male per colpire la pornografia con la scusa dei pedofili (poi quelli "virtuali", altra invenzione assurda!!! Tipo precrimine...).
    • Anonimo scrive:
      Re: Differenza fra i 18enni e i 17enni???
      - Scritto da: Anonimo
      Scusate, vorrei porre l'ovvia obiezione alla
      "favoletta" della differenza invisibile fra
      18enni e 17enni: siccome è illegale
      far posare per pornografia i minorenni,
      *nessuno* rischierebbe il carcere se non vi
      fosse una *evidente* differenza. Quindi ci
      se ne può accorgere benissimo, e
      francamente non credo proprio che chi
      distribuisce non sappia in che giro è
      capitato.Non commettere l'errore classico di pensare al distributore di film porno, che dubito guardi il materiale che distribuisce e che comunque potrebbe essere tratto in errore dal produttore senza avere il modo di verificare, pensa a chi conserva in casa il materiale o lo scambia attraverso il P2P oppure pensa ai siti internet .
    • Anonimo scrive:
      Re: Differenza fra i 18enni e i 17enni???
      Ok, ho idea che ci sia un problema di concetto.Mettiamo che una persona abbia la passione dei porno con attori/attrici giovani. La cosa è perfettmente legale, a patto che siano maggiorenni Questa persona si scarica o noleggia un film porno. Fin qui è consentito. Siamo tutti d'accordo che certe 17enni sembrano più che 18enni e certe 18enni dimostrino invece 16 o anche meno? Personalmente conosco un'amica che ha 25 anni alla quale i tabacchini e baristi le chiedono i documenti per venderle alcol o le sigarette (il limite è sui 16 anni)! Quindi come si può regolare un appassionato di film porno? Non è plausibile che faccia la radiografia al polso agli attori!!Per quanto riguarda i distributori (legalizzati, come i grossisti), mi pare semplice: devono avere la garanzia direttamente dal produttore. Ma uno spettatore occasionale, come quello su Internet non può avere alcun tipo di garanzia!!Personalmente non saprei cosa proporre, certo un po' di tolleranza e buon senso (sia da parte dell'utente che degli inquirenti) nello stimare l'età aiuterebbe parecchio!
  • Anonimo scrive:
    ...il Centro ??? e Jarod ?

    "1. 1 fornitori di connettività alla rete Internet, al fine di
    impedire l'accesso ai siti segnalati dal Centro,
    sono obbligati ad utilizzare gli strumenti di filtraggio
    e le relative soluzioni tecnologiche
  • EveryMan scrive:
    Re: ulteriori precisazioni sull'articolo
    - Scritto da: Anonimo
    2) questa legge crea delle situazioni
    paradossali, ad esempio per punire quei
    genitori che scambiano sui siti pedofili le
    foto dei loro figli hanno creato un
    arzigogolo per cui la foto del minore deve
    essere tenuta praticamente segreta ed espone
    chi viene trovato con queste foto
    all'interpretazione ed alla benevolenza di
    chi indaga. Questa è una sentenza degna di nota, e dimostra come vengono fatte le indagini sulla base della legge attuale. Ecco cosa si rischia ed i grossolani errori che possiamo aspettarci da parte di chi indaga.http://www.crimine.info/public/servizi/giurisprudenza/cassazione_5397_2002.htm
  • Anonimo scrive:
    numero ddl
    Per chi volesse seguire l'iter del provvedimento, si tratta del ddl n° 4599, assegnato il 26/1 alla II commissione giustizia.
  • Anonimo scrive:
    ha-ha-ha
    dai ma sono ridicoli ma non si accorgono che sono ridicoli ? ma a che COSA serve avere un parlamento ? qual'e` la seppur minima utilita` di tale istituzione se ogni volta che c'e` da fare una legge lavorano come una congrega di fanatici ? questa poi fa proprio ridere i polli, dai proibiamo tutto anche le immagini VIRTUALI !! ahuahuahaua ma il confine fra la repressione degli sfruttatori e l'imposizione della stupida moralita` di stato non lo vedono proprio per dio se ci mandassimo una scuola elementare in luogo del parlamento farebbero un lavoro migliore
  • Alessandrox scrive:
    Allora censuriamo anche i putti
    Allora censuriamo anche i putti e gli angioletti....Hanno chiare somiglianze con dei bambini... e in piu' in genere hanno il anche pistolino in bella vista.
  • Anonimo scrive:
    Vergogna!
    Lo dico e lo ripeto: vergogna! Legislatori mi fate schifo! Queste cose pesano quando decido che cosa votare in cabina elettorale cari i miei censori bacchettoni del c4220
  • shevathas scrive:
    Legge e Morale
    Siamo certi che questa legge sia efficace per combattere gli abusi contro i minori.Alcune parti possono essere utili, mi riferisco a quelle riguardo al blocco dei pagamenti e al controllo delle transazioni economiche, altre inutili o addiritura nocive.Credo che lo scopo della legge debba essere di tutelare i minori e sanzionare le violenze e gli abusi contro di essi.Non critico le buone intenzioni della legge, ma bensì critico come queste vengano attuate.Lo scopo della legge non deve essere moralizzare internet, anche perchè il creare leggi per la moralizzazione è una caratteristica tipica delle dittatture, si sopprime la libertà di espressione in nome della moralità pubblica.E' sbagliato perché è immorale :|:|:|Che violenza, reale contro un minore, compie una diciottenne spogliandosi e facendo sesso davanti ad una telecamera ?Che violenza, reale contro un minore, compie chi disegna, vende a maggiorenni o legge hentai ?Qui si vuole poter condannare per omicidio con la vittima viva e vegeta.==================================Modificato dall'autore il 28/01/2004 9.48.30
    • Anonimo scrive:
      Re: Legge e Morale
      - Scritto da: shevathas
      Siamo certi che questa legge sia efficace
      per combattere gli abusi contro i minori.No.Protegge i maggiori che sembrano minori e protegge i personaggi dei fumetti se sono minori.Non mi pare che vengano menzionate altre categorie.
      Alcune parti possono essere utili, mi
      riferisco a quelle riguardo al blocco dei
      pagamenti e al controllo delle transazioni
      economicheIl blocco sì, il controllo.... boh... dipende come viene fatto.
      altre inutili o addiritura nocive.Ecco.
      Credo che lo scopo della legge debba essere
      di tutelare i minori e sanzionare le
      violenze e gli abusi contro di essi.Ecco.
      Non critico le buone intenzioni della legge,
      ma bensì critico come queste vengano
      attuate.Ecco.
      Che violenza, reale contro un minore, compie
      una diciottenne spogliandosi e facendo sesso
      davanti ad una telecamera ?Direttamente nessuna.Indirettamente è tutto da dimostrare.Quindi, prima di legiferare, si dimostri.
      Che violenza, reale contro un minore, compie
      chi disegna, vende a maggiorenni o legge
      hentai ?Direttamente nessuna.Indirettamente è tutto da dimostrare.E quando dico 'è tutto da dimostrare', non escludo che, come supposto dall'articolista, potrebe essere dimostrato il contrario.
      Qui si vuole poter condannare per omicidio
      con la vittima viva e vegeta.No. Se uccidi un bambino incorri in pene sicuramente inferiori.h724
  • Anonimo scrive:
    Siti porno vietati in Italia ?
    Un amico provider mi ha detto che in italia e' vietato ospitare siti porno. Non ci ho creduto tanto, anche se non mi sovvengono esempi di siti porno ospitati in italia. Qualcuno ne sa qualcosa ? Se fosse vietato, in base a quale legge sarebbe vietato ?CiaoPino
    • shevathas scrive:
      Re: Siti porno vietati in Italia ?
      - Scritto da: Anonimo
      Un amico provider mi ha detto che in italia
      e' vietato ospitare siti porno. Non ci ho
      creduto tanto, anche se non mi sovvengono
      esempi di siti porno ospitati in italia.
      Qualcuno ne sa qualcosa ? La pornografia non è vietata, quindi ci possono essere tranquillamente siti porno italiani. probabilmente parlava dei regolamenti dei provider che, nel mettere a disposizione lo spazio gratuito, vietano di avere contenuti pornografici.
      Se fosse vietato,
      in base a quale legge sarebbe vietato ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Siti porno vietati in Italia ?
      - Scritto da: Anonimo
      Un amico provider mi ha detto che in italia
      e' vietato ospitare siti porno. Non ci ho
      creduto tanto, anche se non mi sovvengono
      esempi di siti porno ospitati in italia.
      Qualcuno ne sa qualcosa ? Se fosse vietato,
      in base a quale legge sarebbe vietato ?
      Ciao
      Pino
      Uno in italia non è più nemmeno libero di farsi una sega, che nazione schifosa.
    • Anonimo scrive:
      [OT] Re: Siti porno vietati in Italia ?
      - Scritto da: Anonimo
      Un amico provider mi ha detto che in italia
      e' vietato ospitare siti porno. Non ci ho
      creduto tanto, anche se non mi sovvengono
      esempi di siti porno ospitati in italia.
      Qualcuno ne sa qualcosa ? Se fosse vietato,
      in base a quale legge sarebbe vietato ?
      Ciao
      Pino
      Scusate l'ignoranza, ma perchè è vietato dai regolamenti postali spedire materiale pornografico?Ed ancora, tutti i sexy shop online, contravvengono a queste norme quando vendono e spediscono la merce ai loro clienti?
    • Anonimo scrive:
      Re: Siti porno vietati in Italia ?
      - Scritto da: Anonimo
      Un amico provider mi ha detto che in italia
      e' vietato ospitare siti porno. Il problema è che in Italia le leggi vengono scritte male, (talvolta anche in maniera sgrammaticata, cosa non dannosa se lo faccio io che al massimo posso essere deprecato ma drammatica se lo fa il legislatore perchè in questo modo rende incerta l'interpretazione e quindi discrezionale la legge), per questo nel nostro Paese non c'è mai la certezza di essere nel giusto o meno.I provider giustamente temono di incorrere in sanzioni gravi perchè ancora non si è definitivamente chiarito che non è responsabile di ciò che gli utenti pubblicano. Tralaltro ogni volta che da qualche parte si dice che il provider non è responsabile spunta un'altro progetto di legge che vuole in qualche modo renderlo responsabile.La pornografia è la questione piu' spinosa che esista perchè tutti ci badano e c'è sempre qualcuno che vuole andare in televisione a denunciarti. Se consideriamo che almeno io che nella vita faccio il provider non sono in grado di distinguere una diciassettenne da una diciottenne e che proprio questo disegno di legge punisce chi distribuisce (quindi teoricamente anche il provider) o chi possiede le immagini in questione allora capiamo perchè i provider per non correre rischi rifiutino in toto la pornografia non potendo controllare i siti (non dico che non gli farebbe piacere :-) ma bisogna pur lavorare).Saluti Ettore Panella NewGlobal.itNon ci ho
      creduto tanto, anche se non mi sovvengono
      esempi di siti porno ospitati in italia.
      Qualcuno ne sa qualcosa ? Se fosse vietato,
      in base a quale legge sarebbe vietato ?
      Ciao
      Pino
    • Anonimo scrive:
      Re: Siti porno vietati in Italia ?
      è uno schifoin italia è perfino proibito fare un film pornoanche se sei maggiorenne.c'e di mezzo il vaticano, credo.la libertà non esiste piu', quaggiu.
  • Anonimo scrive:
    numero DDL
    Qualcuno sa dirmi il numero del DDL? a me risulta sia il 4466, ma è datato 6 Novembre sul sito del parlamento, non 7 novembre.
  • Anonimo scrive:
    Uccidere va molto meglio...
    Certo,perché se le foto del minore nudo sono create virtualmente al PC si va in galera;se invece un regista fa un film di ammazzamenti, serial killer, tortura, Hannibal the Cannibal e compagnia bella, non rischia niente, anzi...Ma qual è la differenza? Dove sono le vittime, in entrambi i casi, se è tutto una finzione?Si prevede ancora una volta un reato senza vittima, come il possesso di droga, ecc. ecc.Non ci sia reato senza vittima: un principio liberale che ci servirebbe proprio.Igor
    • EveryMan scrive:
      Re: Uccidere va molto meglio...
      Attenzione! Il nudo non centra! Questo è un altro grossolano errore che commettono i legislatori e spesso chi fa le indagini. Il nudo non è pornografia, sia che riguardi un adulto, sia che riguardi un minore. La pornografia è la ripresa fotografica/cinematografica/ecc.. di un atto sessuale.
      • Anonimo scrive:
        Re: Uccidere va molto meglio...
        - Scritto da: EveryMan
        Attenzione! Il nudo non centra! Questo
        è un altro grossolano errore che
        commettono i legislatori e spesso chi fa le
        indagini. Il nudo non è pornografia,
        sia che riguardi un adulto, sia che riguardi
        un minore. La pornografia è la
        ripresa fotografica/cinematografica/ecc.. di
        un atto sessuale.Concordo!
      • Anonimo scrive:
        Re: Uccidere va molto meglio...
        Allora peggiora la confusione! :-( Una bimba in bikini che si lecca la lingua con gli occhi fissi in una telecamera cos'è, smorfia o atto sessuale? E se sta in slip accovacciata a gambe aperte? E la nudità esibita è pornografia o cosa?Siamo sicuri di conoscere il confine? Siamo sicuri di distinguere le violenze presunte dalle innocenze?Bah! :-( Se questa è la nostra idea a riguardo, i censori hanno terreno fgertilissimo, elezioni o meno...! - Scritto da: EveryMan
        Attenzione! Il nudo non centra! Questo
        è un altro grossolano errore che
        commettono i legislatori e spesso chi fa le
        indagini. Il nudo non è pornografia,
        sia che riguardi un adulto, sia che riguardi
        un minore. La pornografia è la
        ripresa fotografica/cinematografica/ecc.. di
        un atto sessuale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Uccidere va molto meglio...
      - Scritto da: Anonimo
      Certo,
      perché se le foto del minore nudo
      sono create virtualmente al PC si va in
      galera;
      se invece un regista fa un film di
      ammazzamenti, serial killer, tortura,Inoltre su certi siti sul genere del famoso "rotten" è possibile trovare immagini di bambini torturati o uccisi, che sono legali perché non sono a sfondo sessuale.Il che prova che in realtà si tratta solo di una caccia alle streghe di stampo sessuofobo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Uccidere va molto meglio...
        - Scritto da: Anonimo
        Inoltre su certi siti sul genere del famoso
        "rotten" è possibile trovare immagini
        di bambini torturati o uccisi, che sono
        legali perché non sono a sfondo
        sessuale.

        Il che prova che in realtà si tratta
        solo di una caccia alle streghe di stampo
        sessuofobo.Quel sito e' ancora in piedi perche' e' hostato all'estero. Se fosse per la bigotta italia, verrebbe chiuso in un secondo perche' contenente materiale osceno.La liberta' di espressione e di opinione che c'e' in USA, noi qui in Italia ce la scordiamo.
  • Anonimo scrive:
    speriamo..
    Io mi auguro che ci sia una ferma e decisa opposizione a questo ddl, possibilmente molta di più di quella che non ha impedito di rendere lecito il balzello sui CD.Stavolta la questione è più seria e se ci dovessimo svegliare una mattina con una legge del genere, non usciremo dalla situazione lamentandoci quì su punto informatico. Speriamo in una crisi di governo, che spazzi via la Prestigiacomo ed i suoi colleghi!
    • Anonimo scrive:
      Re: speriamo..
      ma non si può fare qualcosa? io almeno una petizione come quella di quintostato sul grandefratello la firmerei. Ora vogliono criminalizzare tutta la pornografia, il prossimo passo sarà rendere di nuovo illegali divorzio e aborto.
      • ElfQrin scrive:
        Re: speriamo..
        - Scritto da: Anonimo
        il prossimo passo sarà
        rendere di nuovo illegali divorzio e aborto.Non mettiamo tutto nello stesso calderone, sono cose diverse.Comunque non ho mai capito perché una società che si scaglia tanto ferocemente contro gli abusi sull'infanzia consideri normale squartare vivo un bambino nella pancia della madre...
        • Anonimo scrive:
          Re: speriamo..
          La tua risposta mi ha incuriosito su un tema che vienepoco trattato, mi sono detto "adesso provo a fare una ricerca su internet su come viene effettivamente praticato"ho trovato questo (in spagnolo, ma le immagini non hanno bisogno di traduzioni)http://www.lapalabra.org/aborto02.htmin Italia è legale a 19 settimane ?
          • Anonimo scrive:
            Re: speriamo..
            - Scritto da: Anonimo
            in Italia è legale a 19 settimane ?In Italia è legale fino a 90 giorni, dopo è ammesso solo per esigenze mediche.
          • Anonimo scrive:
            Re: speriamo..
            - Scritto da: Anonimo
            In Italia è legale fino a 90 giorni,
            dopo è ammesso solo per esigenze
            mediche.e se qualcuno pensasse che a 90 giorni il bambino non sia formato:http://www.rcvr.org/mpv/foto.htm
          • Anonimo scrive:
            Re: speriamo..
            Troppo facile rispondere mandando foto ed ergersi apaladini anti-aborto.Troppo facile prendere decisioni quando poi non sei tu chedeve subirne le conseguenze per il resto della vita.Siete a favore della vita in tutti i casi e senza ammettere possibilita' da parte della donna di scegliere? Bene, abbiate allora il coraggio di sostenere questa persona (ed il suobambino) anche in modo ECONOMICO dal momento in cui la "obbligate" a mantenere e portare avanti questa nuova vitasino al momento in cui il bambino diventa indipendente.Molte donne oggi in Italia scelgono l'aborto perche' NONPOSSONO PERMETTERSI di mantenere un figlio.Altrimenti evitate i facili moralismi. Fatelo con i vostri figli e le vostre vite se volete, ma evitate di farlo con la vita di altrepersone.Niente e' piu' brutto al mondo dell' OBBLIGARE una donna ad avere un figlio che non vuole o non puo' o non si sente di avere.La considero un cosa pari alla riduzione in schiavitu' di unessere umano.Giorgio.- Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            In Italia è legale fino a 90
            giorni,

            dopo è ammesso solo per esigenze

            mediche.

            e se qualcuno pensasse che a 90 giorni il
            bambino non sia formato:

            www.rcvr.org/mpv/foto.htm
          • ElfQrin scrive:
            Re: speriamo..
            - Scritto da: Anonimo
            Niente e' piu' brutto al mondo dell'
            OBBLIGARE una donna
            ad avere un figlio che non vuole o non puo'
            o non si sente di avere.
            La considero un cosa pari alla riduzione in
            schiavitu' di un essere umano.Allora dovrebbe esserci il diritto di ammazzare tutti quelli che ci causano problemi, nella vita.I bambini, se non si possono o vogliono mantenere, possono essere dati in adozione o anche in affidamento temporaneo.Sono stato più volte in una casa di accoglienza per bambini in Argentina, e abbiamo sempre cercato di infondere questa cultura nelle donne che aspettavano un figlio non voluto.Sempre meglio che squartarli vivi nella pancia della madre.
          • Anonimo scrive:
            Re: speriamo..
            - Scritto da: ElfQrin
            Allora dovrebbe esserci il diritto di
            ammazzare tutti quelli che ci causano
            problemi, nella vita.Che esempio e' scusa?Non ha alcuna attinenza con quello di cui stiamo parlando.L'aborto e' un problema pertinente e limitato alla sfera dellavita/emozioni della donna coinvolta, non un problema di relazioni con "altri".L'unico che potrebbe avere diritto a discutere e' il padre, ma nella maggior parte dei casi a me noti e' anche il primo chesparisce e se ne lava le mani.
            I bambini, se non si possono o vogliono
            mantenere, possono essere dati in adozione o
            anche in affidamento temporaneo.Raramente i bambini affidati fanno una vita bella e/o normale.Parlare di adozione in Italia poi e' abbastanza ridicolo vistala catena burocratica e la corruzione che dilaga in questo settore dell'amministrazione pubblica..........
            Sono stato più volte in una casa di
            accoglienza per bambini in Argentina, e
            abbiamo sempre cercato di infondere questa
            cultura nelle donne che aspettavano un
            figlio non voluto.Una cosa e' portare cultura ed informazione a donne che aspettano un figlio non voluto (cosa apprezzabile), una cosa BEN DIVERSA e' obbligarle a priori.Ripeto: "Scelta alle donne!" Diamogli tutte le informazioni ed il sostegno di cui hanno bisogno, ma alla fine DEVE essere la loro scelta, perche' e' la loro vita.Giorgio.
          • ElfQrin scrive:
            Re: speriamo..
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: ElfQrin

            Allora dovrebbe esserci il diritto di

            ammazzare tutti quelli che ci causano

            problemi, nella vita.

            Che esempio e' scusa?
            Non ha alcuna attinenza con quello di cui
            stiamo parlando.E' proprio la stessa cosa... si uccide *qualcuno* perché dà fastidio (peraltro senza averne alcuna colpa).
            L'aborto e' un problema pertinente e
            limitato alla sfera della
            vita/emozioni della donna coinvolta, non unE' proprio qui che sta il problema. E sarà così finché la gente penserà che si tratti di vita/emozioni della donna e non di un bambino che si sta uccidendo (e che quindi sono più vita/emozioni che riguardano lui che la mamma o il papà degeneri e assassini che si ritrova).Purtroppo dai tuoi discorsi si evince che consideri il feto una "cosa" e non un essere vivente.Questo modo di pensare ricorda un po' quando la violenza sessuale era un reato contro la morale e non contro la persona.
            Raramente i bambini affidati fanno una vita
            bella e/o normale.Giusto. Uccidiamo tutti i barboni, gli ammalati, e tutti quelli che non fanno una vita "bella e/o normale".
            Ripeto: "Scelta alle donne!"

            Diamogli tutte le informazioni ed il
            sostegno di cui hanno bisogno, ma alla fine
            DEVE essere la loro scelta, perche'
            e' la loro vita.No, la vita è del bambino. E' lui che viene squartato alla fine, non la donna, in ogni caso. Il dilemma potrebbe nascere solo quando anche la vita della madre è a rischio, ma questo è un altro discorso.==================================Modificato dall'autore il 28/01/2004 13.44.25
          • Anonimo scrive:
            Re: speriamo..

            Siete a favore della vita in tutti i casi e
            senza ammettere
            possibilita' da parte della donna di
            scegliere? Bene, abbiate
            allora il coraggio di sostenere questa
            persona (ed il suo
            bambino) anche in modo ECONOMICO dal momento
            in cui
            la "obbligate" a mantenere e portare avanti
            questa nuova vita
            sino al momento in cui il bambino diventa
            indipendente.
            Molte donne oggi in Italia scelgono l'aborto
            perche' NON
            POSSONO PERMETTERSI di mantenere un figlio.In Italia si fa gia'.Una donna puo' disconoscere il proprio figlio al momento della nascita, affidandolo ad istituti statali.Quindi partorisce e poi non ha nulla piu' a che fare con il bambino, che viene affidato ad altri.
          • Anonimo scrive:
            Re: speriamo..
            hemmmm.... magari pensarci prima no??con tutti i sistemi anticoncezionali che esistono oggi.... e poi c'è sempre l'astensione :D
          • Anonimo scrive:
            Re: speriamo..
            - Scritto da: Anonimo
            "adesso provo a fare una ricerca su internet
            su come viene effettivamente praticato"Sapevo che non dovevo andarci e ci sono andato lo stesso...Sono sempre stato contro l'aborto. Adesso ancora di più.:( Povere creature...Un padre
        • Alessandrox scrive:
          Re: speriamo..
          - Scritto da: ElfQrin
          - Scritto da: Anonimo

          il prossimo passo sarà

          rendere di nuovo illegali divorzio e
          aborto.
          Non mettiamo tutto nello stesso calderone,
          sono cose diverse.
          Comunque non ho mai capito perché una
          società che si scaglia tanto
          ferocemente contro gli abusi sull'infanzia
          consideri normale squartare vivo un bambino
          nella pancia della madre...Assolutamente daccordoCredo che ci sia molto da meditare su questo punto.
          • Anonimo scrive:
            Re: speriamo..
            Gisto, anche a un solo giorno, quella è già vita!Anzi, fate come me, io conservo lo sperma della masturbazione e gli cambio l'acqua ogni mattina, in fondo anche quella è vita!Mi meraviglia solo che il buon dio abbia deciso di far fuori tutti quei poveri ovuli con le mestruazioni, ma quando lo fa lui tutto è permesso, no?
          • Anonimo scrive:
            Re: speriamo..
          • Anonimo scrive:
            Re: speriamo..
            - Scritto da: Anonimo
            Gisto, anche a un solo giorno, quella
            è già vita!
            Anzi, fate come me, io conservo lo sperma
            della masturbazione e gli cambio l'acqua
            ogni mattina, in fondo anche quella è
            vita!
            Mi meraviglia solo che il buon dio abbia
            deciso di far fuori tutti quei poveri ovuli
            con le mestruazioni, ma quando lo fa lui
            tutto è permesso, no?No. La Vita incomincia quando il seme maschile incontra l'ovulo dando inizio a un nuovo essere.
          • Anonimo scrive:
            Re: speriamo..

            No. La Vita incomincia quando il seme
            maschile incontra l'ovulo dando inizio a un
            nuovo essere.Ovviamente sono stato volutamente ironico, ma per la tua affermazione "La Vita incomincia quando ..."Se mi taglio le unghia sono un assassino? Anche quella è vita. Una vita autonoma del feto comincia al concepimento? Opinione tua.Io dico che in quello stadio un feto non è molto diverso da un'unghia, e a rischio di sembrarti immorale e crudele dico che la decisione di tenelo o tagliarlo appartiene alla madre e a nessun altro.
          • Anonimo scrive:
            Re: speriamo..
            - Scritto da: Anonimo

            No. La Vita incomincia quando il seme

            maschile incontra l'ovulo dando inizio
            a un

            nuovo essere.

            Ovviamente sono stato volutamente ironico,
            ma per la tua affermazione "La Vita
            incomincia quando ..."
            Se mi taglio le unghia sono un assassino?
            Anche quella è vita.
            Una vita autonoma del feto comincia al
            concepimento? Opinione tua.
            Io dico che in quello stadio un feto non
            è molto diverso da un'unghia, e a
            rischio di sembrarti immorale e crudele dico
            che la decisione di tenelo o tagliarlo
            appartiene alla madre e a nessun altro.Le unghie e i capelli sono cellule morte, non sono neppure irrorati dai vasi sanguigni, né hanno terminazioni nervose.Soprattutto, non hanno un cervello e un cuore che batte, cosa che nel feto avviene già nel primo mese.E' ridicolo voler trovare qualunque giustificazione pur di rendere accettabile questo orrore.
          • andymase scrive:
            Re: speriamo..


            E' ridicolo voler trovare qualunque
            giustificazione pur di rendere accettabile
            questo orrore.Punti di vista. Io francamente trovo ridicola la tua certezza di possedere la verità assoluta su un tema talmente dibattuto, e di volerla imporre agli altri, salvo dar loro degli "efferati criminali". L'aborto, il concepimento, il concetto di "vita" sono temi e concetti sul quali si discute sin dalla notte dei tempi, su ogni genere di livello - morale, medico, filosofico, legale - e mi pare francamente un approccio da "bar sport", venire qui su questo forum, dove si parlava di tutt'altro, a sbandierare foto di feti morti e trinciare giudizi a vanvera, come persino i più bui fondamentalisti americani hanno smesso di fare.Se poi la tua personalissima coscienza ti fa ritenere di dover "aborrire l'aborto", buon per te. Massimo rispetto. Ma che tu debba venire qui ad imporre agli altri il tuo punto di vista su quando nasce o non nasce la vita, beh, francamente lo trovo ridicolo e davvero poco dignitoso, tanto per te tanto per chi ti legge.SalutiPS: non capisco perchè l'intero thread non sia già finito OTAndrea
          • Anonimo scrive:
            Re: speriamo..
            - Scritto da: andymase




            E' ridicolo voler trovare qualunque

            giustificazione pur di rendere
            accettabile

            questo orrore.

            Punti di vista.
            Io francamente trovo ridicola la tua
            certezza di possedere la verità
            assoluta su un tema talmente dibattuto, e di
            volerla imporre agli altri, salvo dar loro
            degli "efferati criminali". L'aborto, il
            concepimento, il concetto di "vita" sono
            temi e concetti sul quali si discute sin
            dalla notte dei tempi, su ogni genere di
            livello - morale, medico, filosofico, legale
            - e mi pare francamente un approccio da "bar
            sport", venire qui su questo forum, dove si
            parlava di tutt'altro, a sbandierare foto di
            feti morti e trinciare giudizi a vanvera,
            come persino i più bui
            fondamentalisti americani hanno smesso di
            fare.
            Se poi la tua personalissima coscienza ti fa
            ritenere di dover "aborrire l'aborto", buon
            per te. Massimo rispetto.
            Ma che tu debba venire qui ad imporre agli
            altri il tuo punto di vista su quando nasce
            o non nasce la vita, beh, francamente lo
            trovo ridicolo e davvero poco dignitoso,
            tanto per te tanto per chi ti legge.Secondo me la vita inizia a quarant'anni... libertà di uccidere tutti fino ai 39 anni.Anche Hitler pensava di avere ragione riguardo agli ebrei, le opinioni vanno bene, ma l'omicidio è omicidio.Comunque è consolante sapere che tu al "bar sport" chiacchieri sul fatto se sia meglio uccidere il bambino per smembramento, suzione oppure bruciarlo vivo nella soluzione salina...
          • andymase scrive:
            Re: speriamo..



            Secondo me la vita inizia a quarant'anni...
            libertà di uccidere tutti fino ai 39
            anni.

            Anche Hitler pensava di avere ragione
            riguardo agli ebrei, le opinioni vanno bene,
            ma l'omicidio è omicidio.

            Comunque è consolante sapere che tu
            al "bar sport" chiacchieri sul fatto se sia
            meglio uccidere il bambino per smembramento,
            suzione oppure bruciarlo vivo nella
            soluzione salina...Spero solo che tu sia un troll...Andrea
          • Anonimo scrive:
            Re: speriamo..


            Secondo me la vita inizia a quarant'anni...
            libertà di uccidere tutti fino ai 39
            anni.

            Anche Hitler pensava di avere ragione
            riguardo agli ebrei, le opinioni vanno bene,
            ma l'omicidio è omicidio.

            Comunque è consolante sapere che tu
            al "bar sport" chiacchieri sul fatto se sia
            meglio uccidere il bambino per smembramento,
            suzione oppure bruciarlo vivo nella
            soluzione salina...Nel tuo caso il metodo sarebbe stato irrilevante: se ti avessero ammazzato in un modo qualunque avrebbero fatto un favore all'umanità. Se avessi potuto scegliere avrei optato per il tuo smembramento.
          • Anonimo scrive:
            Re: speriamo..
            - Scritto da: Anonimo
            Nel tuo caso il metodo sarebbe stato
            irrilevante: se ti avessero ammazzato in un
            modo qualunque avrebbero fatto un favore
            all'umanità. Se avessi potuto
            scegliere avrei optato per il tuo
            smembramento.Ecco la prova della mentalità abortista... uccidere tutti quelli che ci danno fastidio.
  • ElfQrin scrive:
    La strada per l'inferno...
    La strada per l'inferno, si sa, è lastricata di buone intenzioni.In questo caso poi, a mio parere, chi sta costruendo la strada sa bene che arriva dritta all'inferno, e il lastrico di buone intenzioni serve solo per convincere la gente a percorrerla."Ogni volta che un politico incomincia a parlare dei 'bambini', tieni un occhio sul tuo portafoglio e l'altro sulle tue libertà."
    • EveryMan scrive:
      Re: La strada per l'inferno...
      - Scritto da: ElfQrin
      "Ogni volta che un politico incomincia a
      parlare dei 'bambini', tieni un occhio sul
      tuo portafoglio e l'altro sulle tue
      libertà."Di chi è? Vorrei adottarla come sign..
      • ElfQrin scrive:
        Re: La strada per l'inferno...
        - Scritto da: EveryMan

        - Scritto da: ElfQrin


        "Ogni volta che un politico incomincia a

        parlare dei 'bambini', tieni un occhio
        sul

        tuo portafoglio e l'altro sulle tue

        libertà."

        Di chi è? Vorrei adottarla come sign..purtroppo l'autore è anonimo.L'originale in inglese è:"Whenever a politician starts talking about 'the children', keep one eye on your wallet and the other on your liberty."
        • EveryMan scrive:
          Re: La strada per l'inferno...
          - Scritto da: ElfQrin
          purtroppo l'autore è anonimo.Purtroppo!? Ma nooo.. di questi tempi è meglio così! :)Anzi, quasi quasi la brevetto... ;)
          • ElfQrin scrive:
            Re: La strada per l'inferno...
            Comunque c'è sempre la mitica frase tratta dagli episodi dei Simpson:"Won't somebody pleeease think about the children?" -- Helen Lovejoy("Qualcuno vuole per favore pensare ai bambiiini?") -- Helen Lovejoy (moglie del reverendo Lovejoy)
          • EveryMan scrive:
            Re: La strada per l'inferno...
            ..mmm.. ma questa non la diceva la mamma di Stan in South Park?
          • ElfQrin scrive:
            Re: La strada per l'inferno...
            - Scritto da: EveryMan
            ..mmm.. ma questa non la diceva la mamma di
            Stan in South Park?Non ricordo... probabilmente era una citazione dai Simpson, nel caso.
    • Anonimo scrive:
      Re: La strada per l'inferno...
      - Scritto da: ElfQrin
      "Ogni volta che un politico incomincia a
      parlare dei 'bambini', tieni un occhio sul
      tuo portafoglio e l'altro sulle tue
      libertà."E quello della pedofilia e' un caso emblematico.
Chiudi i commenti