Microsoft, Ballmer non testimonierà

Lo fa sapere l'azienda, che spiega come le parole del CEO in questa fase non siano necessarie


Washington (USA) – Microsoft ha confermato che Steve Ballmer, CEO dell’azienda, non sarà tra i quattro testimoni che Microsoft intende presentare per concludere le prove testimoniali di difesa in questa delicata fase del procedimento antitrust.

L’azienda ha spiegato al giudice che presiede il caso di ritenere che “i temi che rimangono da affrontare saranno coperti a dovere dagli altri testimoni”.

Microsoft ha anche spiegato che non sarà presentata la testimonianza anche di Gayle Brock, funzionario dell’azienda che si occupa nello specifico dei rapporti con i costruttori di computer.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    5 anni di carcere...
    ma sta diventando un ritornello...ma mandiamo sti due deputati 5 anni in carcere poi vediamo se sostengono ancora ste idee geniali...
  • Anonimo scrive:
    Ci credo che mettono i dati falsi !
    Ma ci credo che mettono i dati falsI !!!Finche il Whoice distribuira tutti i dati degli aqurenti è logico che nessuno vuole spargere i prorpi dati in rete ...
Chiudi i commenti