Microsoft, bloatware per Android

La corporation di Redmond annuncia nuove partnership con i produttori di gadget mobile, accordi che prevedono l'installazione di fabbrica di app e servizi Microsoft. La strategia multipiattaforma va oltre Windows 10

Roma – Tenendo pienamente fede ai dettami del nuovo CEO Nadella sulla necessità di ripensare il business in chiave multi-piattaforma, Microsoft ha ora annunciato l’estensione degli accordi con i produttori OEM. Le app e i servizi di Redmond compariranno su un maggior numero di gadget mobile basati su Android, installati in fabbrica ma più facili da rimuovere (nel caso di Samsung).

Il software di produttività Microsoft, vanto e gallina dalle uova d’oro della corporation del software, si trasforma in sostanza in bloatware per tablet e altri dispositivi portatili: l’accordo prevede l’arrivo delle app Office e non solo sui terminali di Samsung, Dell e su quelli di produttori che operano solo su certi mercati come TrekStor (Germania), Datamatic (Italia), Tecno (Africa) e altri.

Gli OEM locali preinstalleranno le versioni Android di Word, Excel, PowerPoint, OneNote, OneDrive e Skype nel corso dei prossimi mesi, lo stesso farà Samsung su un certo numero di tablet Android, dopo aver già provveduto a fornire OneDrive, OneNote e Skype su terminali Galaxy S6 ed S6 Edge.
In più, il colosso sudcoreano mostra di voler fornire ai suoi utenti la possibilità di rimuovere senza grossi problemi le app indesiderate preinstallate sui dispositivi. A chi acquisterà tablet Android tramite canali business, Samsung fornirà la possibilità di acquistare un bundle per il servizio ad abbonamento Office 365 a scelta tra versioni Business, Business Premium o Enterprise.

La mossa di Microsoft rappresenta un cambio di paradigma significativo sia per la stessa corporation di Redmond che per Google, corporation i cui introiti nel mobile derivano prevalentemente dalla presenza dei servizi di Mountain View sui terminali Android e che viene ora “minacciata” in quello che ha di più caro – vale a dire advertising e app proprietarie.

Microsoft continua a portare avanti la nuova politica multi-piattaforma (forse valida anche per Cortana ) e nel contempo rilascia una prima versione preliminare dei tool di sviluppo per Windows 10, strumenti disponibili esclusivamente a chi – tra i partecipanti al programma Windows Insider – ha già installato l’ultima build della Technical Preview del nuovo OS e la Community Technology Preview (CTP) 6 di Visual Studio 2015.

L’SDK di Windows 10 è prevedibilmente dedicato allo sviluppo di app universali , software mono-funzionali che sfruttano un superset delle API Windows RT e Windows 8 e sono (teoricamente) in grado di girare su sistemi Windows 10, Windows Phone e Xbox One.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • paraclito scrive:
    Gli utenti Apple
    [img]http://4.bp.blogspot.com/-0FcjANk2EZU/TrqsOL-nl1I/AAAAAAAAAEg/K-pywdurutU/s1600/374078_10150357621071676_10092511675_8570769_927404422_n.jpg[/img]
  • Zuzzurro scrive:
    zuzzerelloni
    Poveri italioti, incapaci di produrre ricchezza, cercano affannosamente di far scappare quella che arriva dall'estero, se non altro come indotto.Poveri piccoli italioti.
    • Patriot scrive:
      Re: zuzzerelloni
      - Scritto da: Zuzzurro
      Poveri italioti, incapaci di produrre ricchezza,
      cercano affannosamente di far scappare quella che
      arriva dall'estero, se non altro come
      indotto.
      Poveri piccoli italioti.Gran cosa non essere italiani vero ? Ma com'è che veniamo a postare su un forum .it dove si parla italiano ?
    • terra dei cachi scrive:
      Re: zuzzerelloni
      - Scritto da: Zuzzurro
      Poveri italioti, incapaci di produrre ricchezza,
      cercano affannosamente di far scappare quella che
      arriva dall'estero, se non altro come
      indotto.
      Poveri piccoli italioti.Gli italioti chi sono ? il popolo del 41% e degli 80 euro, i furbi che gli va bene Lupi e i vari sottosegretari indagati alla Procura di Firenze per corruzione purchè siano di sinistra ? Ti do ragione.Per il resto hai tecnicamente torto: la ricchezza è quella italiana, che se ne va all'estero nei c/c della Apple
  • ... scrive:
    non capisco una cosa
    se io sbaglio la dichiarazione dei redditi per 45 euro mi esce dopo tre anni una multa da 322 euro da pagarsi entro X, pena maggiorazione, pignoramenti, sequestri, ecc. Se invece sono un"grande evasore" tipo valentino rossi, apple, google, allora "troviamo un accordo"? ma che roba e'?
    • bradipao scrive:
      Re: non capisco una cosa
      - Scritto da: ...
      se io sbaglio la dichiarazione dei redditi per 45
      euro mi esce dopo tre anni una multa da 322 euro
      da pagarsi entro X, pena maggiorazione,
      pignoramenti, sequestri, ecc. Se invece sono
      un"grande evasore" tipo valentino rossi, apple,
      google, allora "troviamo un accordo"? ma che roba e'?La giustificazione: "la complessità e la interpretabilità della legge fiscale impedisce di accertare l'assoluta colpevolezza e la relativa entità, con cifre del genere"A pensare bene: "forti con i deboli, deboli con i forti"A pensare male: --mi--censuro--
    • aphex_twin scrive:
      Re: non capisco una cosa
      - Scritto da: ...
      se io sbaglio la dichiarazione dei redditi per 45
      euro mi esce dopo tre anni una multa da 322 euro
      da pagarsi entro X, pena maggiorazione,
      pignoramenti, sequestri, ecc. Se invece sono
      un"grande evasore" tipo valentino rossi, apple,
      google, allora "troviamo un accordo"? ma che roba
      e'?E' la potenza dei soldi che accoppiata al carrozzone Italia produce queste storture.
  • Osvaldo scrive:
    Un blando articolo
    Tutto a posto, dal tono dell'articolo sembra finita tutta a tarallucci e vino.879 milioni di euro di evasione fiscale in Italia, dove i prezzi dei loro prodotti sono da sempre i più alti in europa, e il titolo è:Apple, accordi aperti ed indagini chiuseChiusa l'inchiesta della Procura di Milano sulla presunta evasione fiscale: mentre Cupertino cerca l'accordo, nei guai rischiano di finire alcuni suoi dirigentiOk, allora tutto va bene Madama la marchesa. Continuino pure ad evadere le tasse, tanto poi nessuno più si scandalizza di niente in questo paese
    • bradipao scrive:
      Re: Un blando articolo
      - Scritto da: Osvaldo
      Ok, allora tutto va bene Madama la marchesa.
      Continuino pure ad evadere le tasse, tanto poi
      nessuno più si scandalizza di niente in questo paeseHanno fatto allo stesso modo con altri "vip" presunti evasori: hanno sparato alto in apertura dei giochi, poi si sono accordati per molto meno (un terzo o un quarto). Solo i "poveri cristi" pagano sanzioni maggiori della presunta evasione.
    • ... scrive:
      Re: Un blando articolo
      - Scritto da: Osvaldo
      Tutto a posto, dal tono dell'articolo sembra
      finita tutta a tarallucci e
      vino.
      879 milioni di euro di evasione fiscale in
      Italia, dove i prezzi dei loro prodotti sono da
      sempre i più alti in europa, e il titolo
      è:

      Apple, accordi aperti ed indagini chiuse

      Chiusa l'inchiesta della Procura di Milano sulla
      presunta evasione fiscale: mentre Cupertino cerca
      l'accordo, nei guai rischiano di finire alcuni
      suoi
      dirigenti

      Ok, allora tutto va bene Madama la marchesa.
      Continuino pure ad evadere le tasse, tanto poi
      nessuno più si scandalizza di niente in questo
      paesecome puoi pretendere in articolo "duro" di PI nei confronti di apple? si sa che fine fa il cane che morde la mano ce lo nutre....
    • Elrond scrive:
      Re: Un blando articolo
      - Scritto da: Osvaldo
      Tutto a posto, dal tono dell'articolo sembra
      finita tutta a tarallucci e
      vino.
      879 milioni di euro di evasione fiscale in
      Italia, dove i prezzi dei loro prodotti sono da
      sempre i più alti in europa, e il titolo
      è:

      Apple, accordi aperti ed indagini chiuse

      Chiusa l'inchiesta della Procura di Milano sulla
      presunta evasione fiscale: mentre Cupertino cerca
      l'accordo, nei guai rischiano di finire alcuni
      suoi
      dirigenti

      Ok, allora tutto va bene Madama la marchesa.
      Continuino pure ad evadere le tasse, tanto poi
      nessuno più si scandalizza di niente in questo
      paeseAl contrario! Se i vari appleaddicts avranno mai il coraggio di commentare qui, ciò che diranno sarà una delle due cose:1) "Ma Google è peggio"2) Ma Apple è la culla della civilizzazione occidentale (o qualche XXXXXta simile) e quindi è giusto che evada.
  • bubba scrive:
    sono solo mele marce
    intendo i 3 dirigenti locali... l'onore della apple e' a posto. non dovrebbe difenderli. :):P
Chiudi i commenti