Microsoft concede qualcosa alla UE

L'azienda si dichiara pronta a fornire alcune informazioni ai rivali che è accusata di non aver voluto diffondere. Ma precisa: ci sono dei limiti


Bruxelles – La sponda europea dei procedimenti antitrust in cui è impelagata la più importante casa produttrice di software del mondo ha subìto ieri una scossa quando l’azienda di Bill Gates ha annunciato alcune concessioni pensate per “ammorbidire” i procedimenti antitrust attivati in seno alla Commissione Europea.

In particolare Microsoft ha annunciato di essere pronta a fornire alcune informazioni che secondo la Commissione avrebbe trattenuto in passato allo scopo di rendere le cose più difficili ai propri competitor, aziende che con quelle informazioni secondo le accuse che hanno presentato avrebbero potuto competere meglio nel settore degli applicativi middle-ware e dintorni. Uno dei punti chiave dell’indagine europea, infatti, verte sull’ipotesi che Microsoft avrebbe avuto la possibilità di studiare i propri applicativi in modo da funzionare al meglio sul proprio sistema operativo Windows, sfruttando appunto informazioni celate ai rivali.

“Stiamo procedendo – ha spiegato alla Reuters un esponente del team legale di Microsoft in Europa, John Frank – in modo tale da dare una risposta alle preoccupazioni sollevate dalla Commissione”.

Sebbene la Commissione fino a questo momento non abbia commentato le carte presentate da Microsoft, affermando attraverso un portavoce che “ancora non sono state ricevute”, appare chiaro che l’annuncio di Microsoft difficilmente potrà coprire anche l’altro “filone” di inchiesta a Bruxelles.

Come si ricorderà, infatti, la Commissione ipotizza che non vi sia la dovuta trasparenza nell’integrazione in Windows del Media Player di Microsoft, il software di gestione dei file multimediali.

Microsoft ha comunque messo in chiaro che insieme alla volontà di risolvere le questioni aperte – anche attraverso una parziale fornitura di informazioni sul proprio sistema operativo e l’integrazione delle applicazioni – è anche fermamente convinta che solo una parte ben studiata di dati possa essere diffusa, per evitare la “clonazione” dei software dell’azienda.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • dr. Rino Olivotti scrive:
    è la terza volta
    ...... è la terza volta che provo a descrivere una anomalia diuna Epson, ma pur stando molto al di sotto dei 700 caratteri il messaggio scompare.Mi dispiace ma ho utenti in studio. Ci vuole,però, serietà in tutto !Saluti.
    • Tox scrive:
      Re: è la terza volta
      - Scritto da: dr. Rino Olivotti
      ...... è la terza volta che provo a descrivere
      una anomalia diuna Epson, ma pur stando molto al
      di sotto dei 700 caratteri il messaggio
      scompare.
      Mi dispiace ma ho utenti in studio. Ci
      vuole,però, serietà in tutto
      !
      Saluti.Se cercavi serietà semplicemente hai sbagliato sito...
  • Sangineto Ettore scrive:
    Epson farabutta
    Ma se non si può definire truffa direi almeno sul raggiro dovremo convenire. Esempio semplice, semplice: ho quattro cartucce, finisce quella del nero e la stampante si blocca del tutto! Ma io le altre le ho pagate, perché non posso continuare a scrivere col rosso, col giallo oppure colorare tutte le pagine di blu...scusatemi ma, ora che ci penso, questa si che mi sembra una truffa!
  • amico di tutti scrive:
    io o fregato la epson
    io o fregato la epson io o comprato una stampante stilus office 300dx quando la cartuccia era vuota non potevo ricaricarla perche al nuovo cip io o comprato quelle rigenerate la sorpresa che in alto sotto l'adesivo ce un buco o provato ricaricarla quando era esaurita e sorpresa lo ricaricata con la siringa e inchiostro e tutto etornato normale cioe continuo aricaricarle io compro solo l'inchiostro chi lafa la aspetti dice un proverbio cinese questo per la epson
  • Guido Ferrante scrive:
    Ep son troppo furbi
    EP SON troppo furbi, dopo aver comprato 3 stampanti EPSON di cui una multifunzione, sono stato costretto a cambiare marca: prezzi troppo alti per le ricariche: pochi ml di liquido se lo fanno pagare decine di uri e il chip da loro inserito segnala troppo in fretta l'esaurimento della cartuccia, se provate ad aprirla potete vedere che ha sempre ancora parecchio inchiostro, molto di più di quanto servirebbe a mantenere gli standard di cui parlano nella risposta data alla redazione. Di fatto, tramite il chip, la epson lega le mani ai clienti che sono obbligati a rifare il pieno di inchiostro, non quando è necessario, ma ben prima; faccio presente che questi liquidi costano molto di più della benzina delle auto della FORMULA UNO (potrebbe essere interessante sapere perchè) per assurdo, quindi, sarebbe come se RAIKONEN fosse obbligato a fermarsi ai box ogni 5 giri per mantenere il serbatoio bagnato e in pressione!?TUTTE BALLE!!!!!!!!!!!!!!!TRATTASI DI BU$$INE$$$ INTERNAZIONALE FORMATO DA UN CARTELLO DI ALCUNE MULTINAZIONALICHE TRA LORO NON SI PESTANO I PIEDI E CHE NESSUNO DEI NOSTRI ADDETTI AI LAVORI VA A CONTROLLARE...DOMANDATEVI IL PERCHE'
  • Elio Menicucci scrive:
    Compatibilità Epson con Vista
    La Epson è maestra nel frodare i malcapitati clienti.La mia stampnte epson Stylus photo RX 420 con XP è perfettamente funzionante, mentre con windows Vista non si attiva lo Status Monitor non consentendo quindi neanche il cambio delle cartucce esaurite.Per la Epson il problema si risolve sostituendo la stampante.Ma le associazioni dei consumatori usano le stampanti anche loro oppure vivono sulla Luna?
  • giovanni elemosina scrive:
    uso solo il nero e si consumano i colori
    l'altra questione è che se si usa soltanto il nero si consumano ugualmente le cartucce dei colori e anche se una sola cartuccia finisce non si può stampare senza sostituirla, mentre la stampante canon che avevo prima si poteava usare anche soltanto in nero ed è durata sei anni, piuttosto che comprare altre cartucce butterò la stampante, ne ho già un'altra HP laser in solo nero, quelli della epson non tanto sono ladri quanto mi pare siano miserabili che cercano di arraffare i centesimi, se lo dicessero li aiuterei
  • Anonimo scrive:
    La colpa è nostra che non ci informiamo
    La colpa èanche nostra che comperiamo le cose senza informarci, ed è sempre nostra che spesso ci si basa su marche come Epson perchè ancora abbiamo i ricordi di quelle a nastro che erano veri muli.Adesso invece con questi chip epson e Hp oltre a rifilarci macinini che se stanno fermi 1 mese stampano a righe o peggio ancora non stampano ci obbligano a comprare cartucce nuove quando quelle esistenti sono ancora piene, pensate voi se stampo 300 fogli con la sola scritta "Ciao" quanto ink ho esaurito secondo voi?? 1%??? ma nepure ....... e invece la stampante dopo 300 fogli dice che la cartuccia è out!!! è giusto questo ??Se vogliamo le stampe di qualità allora portiamo le foto al laboratorio, o in stamperia che hanno macchine laser di altissima qualità, senza contare che pagheremo meno quelle stampe li che farle a casa da noi con Epson Hp ecc.L' unica stampante che ho trovato valida è la I550 della Canon con serbatoi separati e senza chip o altro.LASCIAMO SULLO SCAFFALE LE VARIE C60 STYLUS PHOTO ECC le foto conviene stamparle dal fotografo, che con cartucce da 50euro a cartuccia.Lavorando nel settore per fortuna vedo spesso le Epson mandate al cassonetto solo perchè secchè di ink, e speriamo che questa tendenza si propaghi sempre di più.
  • Anonimo scrive:
    c42ux
    Ho acquistato una stampante c42ux quasi esclusivamente per l'offerta che proponeva un centro commerciale, 39.00 euro sembrava davvero un affare.Dopo aver stampato circa 40 foto in formato A4, (risoluzione normale) entrambi le cartucce risultavano esaurite.Il prezzo delle nuove si aggirava intorno ai 48 euro............... COSAAAAAAAAAAAAA? Logicamente mi sono rivolto a cartucce compatibili ma prima di inserirle ho provato a resettare le originali con chip resetter, ho stampato ancora altre15 foto con ottimi risultati. Complimenti alla Epson.
  • contegio scrive:
    Alla Ricaricaaa
    Confermo che tutte le cartucce Epson sono ricaricabili e resettabili. Forse rovineranno la stampante. Chissà. Ma se ho pagato la stampante 90?, se un set di cartucce originali costa 60? ed essendo che le ricariche "a siringa" costano circa 5?, con un paio di ricariche sono andato a pari. A quel punto butto la stampante e ne compro un'altra.In realtà le stampanti sono più robuste di quello che si pensi. Con la vecchia Stylus sono andato avanti a ricariche finchè si è rotto il trattore carta. Con la nuova, C62 microchippata, ho fatto due ricariche nero, una terza con il vecchio inchiostro nero della Stylus e una ricarica colori. Funziona ancora perfettamente e io sono già andato a pari.Una vecchia Stylus (non la mia, non sono arrivato a tanto) l'ho vista funzionare ricaricata con l'inchiostro per penne. Il nero era un po' strano ma andava.E allora io continuo a comprarmi la Epson ma non le cartucce. Tanto se non compro Epson compro altra marca che cerca di fregarmi uguale.Bisogna sempre ricordarsi che ormai il vero mercato non è quello dei beni ma quello dei servizi e degli accessori. Ti vendo a buon prezzo il software (forse!) ma ti devi comprare il corso perchè il manuale fa schifo, ti regalo la stampante ma ti obbligo a comperare le mie cartucce, ti svendo la lavatrice e ti rovino con il detersivo e l'anticalcare, l'auto è in offerta ma il pezzo di ricambio costa una follia.Ai diabetici REGALANO le macchinette per misurare la glicemia ma quelle macchinette funzionano solo con le LORO STRISCETTE !! Un diabetico copra 1 macchinetta, ma infinite striscette (2 al giorno per tutta la vita) !!!Il servizio, il supporto post vendita, la reperibilità dei materiali di ricambio e di consumo con riferimento ad un bene commercializzato prima facevano parte della qualità del prodotto ora sono diventati il vero mercato e il bene un optional. Non ti vendono più il bene e ti offrono il servizio, ti regalano il bene e ti vendono (a caro prezzo) tutto il resto.Amen
  • Anonimo scrive:
    LEGGETE questo articolo interessante..
    Provate a collegarvi a questo indirizzo:http://www.01net.it/01NET/HP/0,1254,0_ART_34953,00.htmlLeggetelo attentamente.......purtroppo il contenuto lascia pensare....ma la dice lunga anche il fatto che le riviste che si dicono al servizio del consumatore e che mensilmente "propinano" test guida all'acquisto, non hanno mai parlato di tutto questo: che siano pagati per tacere???Ciao a tutti
  • Anonimo scrive:
    IO LE STAMPANTI LE BUTTO A FIUME
    E' questa la fine che farè la mia EPSON C 60, esattamente come le altre due stampanti prima di essa. Ma non in senso figurato, a fiume, fiume, quello che passa sotto casa mia. E chssà che i costruttori di stampanti a lungo andare non la smettano di far pagare le due cartucce di ricambio allo stesso prezzo o addirittura di piu' della stampante nuova con le due cartucce.In ogni caso, persa per persa, alla mia stampante EPSON C60 faro' questo esperimento. Ho comprato due cartucce (nero e colore) a basso prezzo, di quelle non originali tanto per intenderci. Le svuotero' con una siringa e riiniettero' l'inchiostro nelle cartucce originali, vuote della mia EPSON C60.Che ne pensate? AH, non ditemi che cosi' facendo posso rovinare irrimediabilmente gli ugelli di stampa.Tanto il destino della mia EPSON C60, comprata solo due mesi fa, e' segnato, si chiama LETTO DI UN GROSSO FIUME ITALIANO.
    • Anonimo scrive:
      Re: IO LE STAMPANTI LE BUTTO A FIUME
      - Scritto da: dragovic....
      Che ne pensate? AH, non ditemi che cosi'
      facendo posso rovinare irrimediabilmente gli
      ugelli di stampa.Tanto il destino della mia
      EPSON C60, comprata solo due mesi fa, e'
      segnato, si chiama LETTO DI UN GROSSO FIUME
      ITALIANO. http://www.refill.it/E fai prima....
    • Anonimo scrive:
      Re: IO LE STAMPANTI LE BUTTO A FIUME
      - Scritto da: dragovic
      E' questa la fine che farè la mia EPSON C[......]
      ITALIANO. Io la l'avevo minacciata diprenderla a calci.Perché ti ha fatto arrabbiare la tua?
  • Anonimo scrive:
    DOVREBBERO OBBLIGARLI A SCRIVERE IL PREZZO x COPIA
    Il codacons o chi per lui dovrebbe obbligare i rivenditori a scrivere il prezzo per copia,naturalmente riferito alle cartucce originali eda pagine standard (esiste gia' qualche standardtipo 15% area coperta)So che l'informazione puo' essere variabile, madovrebbe essere facilmente reperibile (ed ilnegoziante dovrebbe fornirla per le stampanti chevende).O sono utopistico???
  • Anonimo scrive:
    Io ho una Epson e va bene...
    ...prrrrr....8))))
  • Anonimo scrive:
    Tanto speculatori quanto stupidi
    Avranno speso miliardi per la loro tecnologia Intellidge, col chipettino al solo scopo di impedire l'uso di cartucce non originali e di ricaricare, che già esistono i dispositivi che gliela mandano a quel paese, per tutelare il sacrosanto diritto di non far pagare una stampa A4 in qualità fotografica una cinquantina di euro.Viva la stampa di qualità a basso costo, e abbasso i produttori speculatori.
  • Anonimo scrive:
    Grazie...
    per aver fatto conoscere l'esistenza di siti dove si vendono inchiostri e kit di ricarica. Solo così si può riportare a costi umani la stampa, a renderla economica e conveniente come ai tempi dei nastri inchiostrati delle stampanti ad aghi, senza dover risparmiarsi quasi in quelle cartucce ci fosse contenuto oro puro.Solo così si può evitare di rinunciare a stampare quella pagina web che tanto interessava, ma che non ci si poteva permettere visto l'oro puro contenuto nelle cartucce delle stampanti di ultima generazione.Che le ditte produttrici meditino su questo, che la speculazione senza freni è la morte dell'informatica.
  • Anonimo scrive:
    La vera truffa è il prezzo
    comunque è una politica a guadagni immediati.Sono sicuro che la EPSON con la sua arroganza rimmeterà a breve.Sono meravigliato che non capiscano che in nesun modo convega il buon trattamento della stampante,e di comprare le cartucie firmate.
  • Anonimo scrive:
    Anche la HP non è da meno!!!
    A me è accaduta una cosa simile con una HP Deskjet 930C! Ho ricomprato (dopo la segnalazione di esaurimento cartucce) la cartuccia nero e colore, circa 85 ? di spesa!!!!!!!Inoltre ho avuto una pessima esperienza con due stampanti HP Deskjet 640! Le ho comprate insieme e dopo poco più di un anno hanno smesso di funzionare insieme! e considerate che una stampava frequentemente in B/N, mentre l'altra (per uso personale) era praticamente nuova (cartuccia nero e colore a metà e cartuccia fotografia usata 2 volte)!!!!Sono proprio dei Ladri!!!! :( :( :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche la HP non è da meno!!!
      - Scritto da: virusbye
      A me è accaduta una cosa simile con una HP
      Deskjet 930C! Ho ricomprato (dopo la
      segnalazione di esaurimento cartucce) la
      cartuccia nero e colore, circa 85 ? di
      spesa!!!!!!!

      Inoltre ho avuto una pessima esperienza con
      due stampanti HP Deskjet 640! Le ho comprate
      insieme e dopo poco più di un anno hanno
      smesso di funzionare insieme! e considerate
      che una stampava frequentemente in B/N,
      mentre l'altra (per uso personale) era
      praticamente nuova (cartuccia nero e colore
      a metà e cartuccia fotografia usata 2
      volte)!!!!

      Sono proprio dei Ladri!!!! :( :( :(Le HP hanno le testine di stampa incorporate alle cartucce. Ecco perché costano care... ciò garantisce una stampa qualitativamente sempre uguale ed elevata. Di solito sono stampanti in voga tra i professionisti... forse hai sbagliato tipologia di stampante!
  • Anonimo scrive:
    Ho cambiato stampante proprio per questo motivo
    Quanto ho saputo del chip che la Epson mette nelle sue cartucce per impedire sia la ricarica che l'uso di ben più economiche cartucce compatibili, sono passato ad HP che questi sistemi fregoni almeno finora non li ha mai usati, così che si possono sia comprare cartucce compatibili che ricaricare quelle utilizzate, mantenendo una qualità di stampa che a mio avviso è anche migliore della Epson e più vicina alla stampa tipografica.Questo per il lucrosissimo mercato delle cartucce, che notoriamente costano più della stessa stampante, oltre a durare pochissimo... Ma avete visto le cartucce delle Epson consumer? Sono SOTTILISSIME, si consumano in neanche una cinquantina di fogli A4 a qualità neppure massima... Vergogna
    • Anonimo scrive:
      No, io per i problemi di caricamento della carta..
      ...della vecchia Stylus II. La stampante si ricorda bene quante botte ha preso quando non caricava un foglio, o ne caricava tre o quattro insieme... un sistema di caricamento verticale che e` ancora in uso da Epson, e ancora oggi fa pena. Ho una Deskjet 937cxi ora.
      • Anonimo scrive:
        Re: No, io per i problemi di caricamento della carta..
        Uhm... errata corrige: 970cxi.HP, naturalmente.
      • Anonimo scrive:
        Re: No, io per i problemi di caricamento della carta..
        Io ho un HP deskjet 820 cxi e la carta gliela devo inboccare ogni volta... e se stampa dritto è perché sono stato bravo a imboccarla...AAAAAAAAAAAAAE' MOSTRUUUOOOSOOO
        • Anonimo scrive:
          Re: No, io per i problemi di caricamento della carta..
          Strano! In genere le HP hanno il caricamento orizzontale a cassettino... in genere non danno problemi, lo dico dopo averne viste operare diverse. Pero` non mi ricordo i modelli, puo` darsi che il tuo non abbia questo tipo di caricamento?
          • Anonimo scrive:
            Re: No, io per i problemi di caricamento della carta..
            Il carocamento è orizzontale ma... come dicevo... a spinta!Ho pure una epson a caricamento verticale che utiolizzo quando devo stampare qualcosa che venga bene...certo mi scoccia molto avere una stampante zoppa...ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: No, io per i problemi di caricamento della carta..
            A chi lo dici! Scoccia eccome! Evidentemente non e` tutto oro quello che HP produce... per esempio degli scanners con la loro "intelligent scanning technology" e` meglio non parlarne...Be`, comunque, prova a tirargli qualche botta ogni tanto, come facevo io... non risolve il problema, ma e` un ottimo sfogo... ;)E anche allo scanner HP, sissi`... anche a lui qualche calcetto d'incoraggiamento ogni tanto... e non ti scordare di tirare qualche cazzotto alla tastiera, anche quello e` bello da fare perche` le tastiere costano poco... basta stare attenti a non beccarsi il nervo radiale con l'angolo della barra spaziatrice, senno` ti fai un male cane...
          • Anonimo scrive:
            Re: No, io per i problemi di caricamento della carta..
            ??? scusa ma ti stai lamentando della TUA hp o in generale??? no perche anch'io ho avuto due epson... e stampavano bene fino a quando (dopo un anno circa per ognuna)non ha iniziato a saltare delle righe... la prima ho pensato che una difettosa può capitare, alla seconda ho detto basta e sono passato alla Hp (970cxi) e devo dire che per ora sono contentissimo e come qualità di stampa è eccezzionale... forse la canon è migliore come qualita ma comunque mi accontento. unico particolare: MA PERCHE' I FOGLI AD ALTA RISOLUZIONE COSTANO TANTO???????????????????
      • Anonimo scrive:
        Re: No, io per i problemi di caricamento della carta..
        - Scritto da: alex¸tg
        ...della vecchia Stylus II. La stampante si
        ricorda bene quante botte ha preso quando
        non caricava un foglio, o ne caricava tre o
        quattro insieme... un sistema di caricamento
        verticale che e` ancora in uso da Epson, e
        ancora oggi fa pena. Ho una Deskjet 937cxi
        ora.Condivido, la mia HP ha anche un ottimo sistema di caricamento, che non solo è orizzontale, non prende mai più fogli per folta, ma anche un vassoio di raccolta che automaticamente sgancia il foglio sulla pila sottostante dopo che si è asciugato l'inchiostro (quindi niente macchie e sbavature), oltre che non esiste nessun sistema di controllo elettronico dell'inchiostro che quindi ti permette di ricaricare la cartuccia come ti pare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho cambiato stampante proprio per questo motivo
      - Scritto da: Consumatore truffato
      Quanto ho saputo del chip che la Epson mette
      nelle sue cartucce per impedire sia la
      ricarica che l'uso di ben più economiche
      cartucce compatibili, sono passato ad HP che
      questi sistemi fregoni almeno finora non li
      ha mai usati, così che si possono sia
      comprare cartucce compatibili che ricaricare
      quelle utilizzate, mantenendo una qualità di
      stampa che a mio avviso è anche migliore
      della Epson e più vicina alla stampa
      tipografica.Primo: la stampanti Epson, anche quelle che usano le cartucce col chip, si possono ricaricare benissimo. E' un po' più laborioso, ma il sistema Intellidge NON IMPEDISCE la ricarica.Secondo: le qualità di stampa delle HP migliore delle Epson? Cavolo, allora le foto che stampano le HP prendono vita!
      Questo per il lucrosissimo mercato delle
      cartucce, che notoriamente costano più della
      stessa stampante,Ma che dici??? Le cartucce originali costano care ma non certo "notoriamente più della stampante".
      oltre a durare
      pochissimo... Ma avete visto le cartucce
      delle Epson consumer? Sono SOTTILISSIME, si
      consumano in neanche una cinquantina di
      fogli A4 a qualità neppure massima...Il consumo dipende da cosa stampi. Se stampi 50 pagine piene di colori, ti credo che l'inchiostro finisce.
      VergognaLoro si dovrebbero vergognare ma tu informati meglio.mARCOs
      • Anonimo scrive:
        Re: Ho cambiato stampante proprio per questo motivo
        - Scritto da: mARCOs
        Primo: la stampanti Epson, anche quelle che
        usano le cartucce col chip, si possono
        ricaricare benissimo. E' un po' più
        laborioso, ma il sistema Intellidge NON
        IMPEDISCE la ricarica.Non la impedisce solo perché lo hanno craccato, ma è stato concepito proprio per tentare di impedirla. Ma fino a qualche anno fa non si potevano ricaricare (e tuttora non esistono cartucce compadibili), che violerebbero i brevetti Epson.
        Secondo: le qualità di stampa delle HP
        migliore delle Epson? Cavolo, allora le foto
        che stampano le HP prendono vita!La tecnologia Epson è obsoleta, perché è la stessa che c'era anni fa senza modifiche - getto a freddo con testina fissa. Le stampanti più recenti, e non solo HP, che hanno la testina incorporata nella cartuccia, usano il getto termico, che è una tecnologia superiore e rende le stampe senza sbavature (osserva le stampe Epson se non sono piene di sbavature, si vede ad occhio nudo senza neppure usare una lente)e più simili a quelle laser e tipografiche perfino su carta comune. Per la EPSON i migliori risultati si ottengono solo con le carte specifiche e costose.La superiore qualità EPSON è solo un mito che era vero in particolare 4/5 anni fa, quando la concorrenza non offriva di meglio. Ora le cartucce a getto termico esistono anche a 2400dpi, e danno la biada a qualsiasi Epson, oltre ad essere ricaricabili e senza stupidaggini come chip di protezione.

        Questo per il lucrosissimo mercato delle

        cartucce, che notoriamente costano più
        della

        stessa stampante,

        Ma che dici??? Le cartucce originali costano
        care ma non certo "notoriamente più della
        stampante".Come no, due cartucce nero e colore, che sono GIA' comprese nella stampante quando la si compra, costano separatamente perfino il doppio della stampante stessa.

        oltre a durare

        pochissimo... Ma avete visto le cartucce

        delle Epson consumer? Sono SOTTILISSIME,
        si

        consumano in neanche una cinquantina di

        fogli A4 a qualità neppure massima...

        Il consumo dipende da cosa stampi. Se stampi
        50 pagine piene di colori, ti credo che
        l'inchiostro finisce.Rileggi l'articolo: la cartuccia a colori si è scaricata all'autore dopo UNA SOLA pagina a 1440dpi. E le 50 pagine sono solo per stampe in nero a bassa qualità, le esili cartuccine da 10/15 ml Epson sono ridicole.La HP fornisce cartucce da 30 e 42ml, che durano almeno il quadruplo delle rispettive Epson, senza consumi per le pulizie che le stampanti Epson fanno all'accensione e allo spegnimento (che fanno scaricare la cartuccia anche senza usarla per stampare).


        Vergogna

        Loro si dovrebbero vergognare ma tu
        informati meglio.Ho usato e provato, per lavoro, diverse stampanti. E ripeto che la superiorità Epson oggi è solo un mito, era vera solo alcuni anni fa.
        mARCOs
  • Anonimo scrive:
    UDITE UDITE-Come e' stupido il sistema Intellidge!
    Ieri chiedevo aiuto per come aggirare il problema del chip senza dover comprare programmatori o altro. Bene fate un search di "intellidge" ad esempio su Excite. Troverete tutte le risposte senza spendere un'euro!!!! Su una 680 basta svitare 4 viti, togliere il coperchio e, a stampante accesa, nella posizione di riposo (a DX) fare uno scambio di cartucce piene con altre vuote, magicamente il chip da vuoto si riprogramma su pieno! Spesa = 20 minunti di navigazione in internet e 4 minuti per svitare e riavvitare. FUNZIONA! Bisogna pero' fare attenzione a non far svuotare completamente le cartucce.Spero questo aiuti molti a non sprecare soldi! e forse alla epson a non veder diminuire le loro vendite!
  • Anonimo scrive:
    una cosa è certa
    sono certo che dopo tutta questa bagarre senza tigliere nulla al cliente che si sente truffato, o alle spiegazioni Epson, qualche stampante in meno la venderanno, vengo in PI apposta he he per conoscere le cose della vita.
  • Anonimo scrive:
    Tutte balle la Epson truffa gli utenti
    Che la Epson usi una tecnologia probabilistica riguardo i livelli degli inchiostri e' sempre accaduto dai primi modelli stylus. Se voi vi divertite a segare a meta' una cartuccia dichiarata esaurita, vedrete che c'e' sempre ancora 1/3 di inchiostro. La Epson si avvale del fatto che estraendo completamente una cartuccia entra l'aria e l'inchiostro non arriva piu' agli ugelli, altrimenti dopo questa operazione il livello degli inchiostri si resetta.Trattasi di una vera e propria truffa in quanto il firmware della stampante produce un consumo di inchiostro esagerato anche durante le operazioni di accensione e spegnimento e pulizia.Paradossalmente si potrebbe terminare una cartuccia accendendo e spegnendo la stampante senza stampare niente. Tutti sanno che la Epson ha le testine fisse e la pulizia e' richiesta frequentemente perche' capita spesso di avere ugelli tappati.A parte il fatto il business delle stampanti e' rappresentato proprio dai consumabili che vengono offerti a prezzi vergognosi, la Epson si distingue in questo gioco per una politica truffaldina ai danni dell'utente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutte balle la Epson truffa gli utenti
      Anche io per lavoro uso, purtroppo, una stampante Epson la Stylus 3000, che ritengo un vero cesso, un cassettone di plastica con un sistema di presa carta da far pietà!Funziona in abbinamento a Macintosh e siccome arriva fino al formato A2 ci serve per le prove di stampa.Abbiamo impiegato 6 mesi pìrima di farla funzionare al 90%, dovete sapere che è stato acquistato a parte il software RIP (quasi mezzo milione di lire) per trasformarla in una stampante postscript e non potete immaginare i problemi che questo software ha dato anche con le versioni recenti. Ma il bello sono le risposte tecniche dei "tecnici" Epson riguardo alla risoluzione degli stessi, mi sono state dette cose assurde, e mai è stato risolto un problema.Sono d'accordo con tutti voi sulla politica truffaldina che c'è sulle cartuccie, d'altronde se le dovessero vendere al giusto prezzo, questo tipo di tecnologia costerebbe talmente poco e darebbe risultati molto buoni che bloccherebbe le vendite delle stampanti laser a colori di bassa ed alta fascia.È ovvio che c'è un accordo tra i produttori per tenere alto il prezzo delle cartuccie. Come mai le compatibili costano meno della metà e funzionano egregiamente?Cari produttori a voi la risposta o lasciamo ai posteri l'ardua sentenza?Brunob
  • Anonimo scrive:
    Cartucce Intellidge (intelligenti solo per Epson)
    Sono stato fregato anchio dal sistema Epson col chip. Ti chiedo un favore, visto che sei riuscito a capire come aggirare la protezione, perche' non rendi pubblico il sistema cosi' che anche chi non e' in grado di studiare il funzionamento del circuito riesce a "fregare" la Epson! Ti ringrazio in anticipo. Un collega utilizzatore Epson.Marco
    • Anonimo scrive:
      Re: Cartucce Intellidge (intelligenti solo per Epson)
      uhm.. ora, io non so come stampi la c60 e che tipo di cartucce abbia precisamente, ma se sono quelle della stylus color 680 hai due soluzioni:1- software; esiste (non mi ricordo in quale sito) un programma per riprogrammare il firmware della stampante bypassando il controllo della cartuccia; occorre anche un cavo parallelo. OKKIO A QUELLO KE FAI! ci si mette un'attimo a rendere inservibile la stampante...2- hardware; o ti analizzi l'IC o fai come ho fatto io (e qua parte lo spam, hehe..) vai su www.refill.it e vedi se trovi ciò che ti interessa. PS non sono un loro collaboratore, solo ke mi trovo da dio con le loro bottigliette di inchiostro e il loro riprogrammatore. Quelle ke dice la epson sono in parte bojate: io ho giò fatto 4 ricariche alla cart. riginale le stampe sono ancora PERFETTE, te lo assicuro! è probabile ke io sia stato fortunato, ma.. se non si prova non si sa..
  • Anonimo scrive:
    alla faccia del consumismo!
    Il 20% di inchiostro ancora buono che va buttato solo per evitare che si secchino gli ugelli!Sicuramente e' vero, ma non credo che non esista altro metodo per evitare questi problemi, semplicemente "ci marciano"!!!Anche una automobile e' consigliabile non farla viaggiare sempre con la riserva, ma non e' che se l'indicatore arriva a 10 litri, quei 10 litri di benzina li butto con tutto il serbatoio per fare un pieno da 50 litri, semplicemente ne aggiungo altri 40 e la benzina che ho pagato la uso tutta.Tornando alle stampanti, basterebbe far si che la cartuccia si possa ricaricare, consigliando di farlo quando il livello arriva ad un certo limite.
    • Anonimo scrive:
      Re: alla faccia del consumismo!
      - Scritto da: Fulmy(nato)

      Il 20% di inchiostro ancora buono che va
      buttato solo per evitare che si secchino gli
      ugelli!Hai ragione. Meglio far seccare ogni volta gli ugelli e comprare ogni volta una nuova stampante, buttando via la vecchia insieme alle cartucce. Sei un genio, complimenti.Caso mai bisognerebbe chiedersi se l'inchiostro e' inquinante (senza "se", e' ovviamente inquinante) e farsi dire da Epson, o da chi di dovere, dove portare le cartucce usate, un po' come si fa (si dovrebbe fare) per le pile e i medicinali scaduti). Questo si che e' un problema serio, ammesso che ci sia.
      • Anonimo scrive:
        Re: alla faccia del consumismo!
        - Scritto da: Senza parole

        - Scritto da: Fulmy(nato)



        Il 20% di inchiostro ancora buono che va

        buttato solo per evitare che si secchino
        gli

        ugelli!

        Hai ragione. Meglio far seccare ogni volta
        gli ugelli e comprare ogni volta una nuova
        stampante, buttando via la vecchia insieme
        alle cartucce. Sei un genio, complimenti. Stabiliamo pure che è meglio sprecare un po' di inchiostro che rischiare di rovinare gli ugelli, e diciamo anche che la Epson non frega nessuno poichè la durata della cartuccia è calcolata tenendo conto che il 20% dell'inchiostro va sprecato, però a questo punto mi viene la curiosità di sapere quanto costa l'inchiostro. Se i 43? della cartuccia fossero giustificati unicamente dall'inchiostro allora mi devono spiegare come mai ne sprecano il 20% e non ad esempio il 5% Visto che arrivano a controllare il livello dell'inchiostro addirittura con un microprocessore incapsulato nella ricarica allora mi sarei aspettato delle tolleranze più ridotte. Se invece il costo è determinato dal chip allora perchè le cartucce senza chip per altri modelli hanno costi comparabili ? Se infine il costo è del contenitore vero e proprio, allora perchè non pensare a meccanismi di ricarica ?Altra curiosità, perchè le stampanti più economiche utilizzano cartucce che costano più o meno uguale alle cartucce di stampanti di gamma più alta, e che però contengono molto ma molto inchiostro di meno ?Insomma, stringi stringi, mi sa che la risposta è unica: invece di pagare una stampante 300-400? quale sarebbe il suo costo, la paghi 100?, così sei pure invogliato all'acquisto, ma il produttore si rifà ampiamente sulle cartucce. Risultato: a parità di spesa l'utente invece di comprare una stampante e utilizzarla come gli pare, compra la stessa stampante ma la usa il meno possibile per non spendere una enormità di inchiostro....
      • Anonimo scrive:
        Re: alla faccia del consumismo!
        - Scritto da: Senza parole

        - Scritto da: Fulmy(nato)



        Il 20% di inchiostro ancora buono che va

        buttato solo per evitare che si secchino
        gli

        ugelli!

        Hai ragione. Meglio far seccare ogni volta
        gli ugelli e comprare ogni volta una nuova
        stampante, buttando via la vecchia insieme
        alle cartucce. Sei un genio, complimenti.Ma che cavolo dici!Il tizio qui, ha detto che sarebbe sufficiente predisporre alla RICARICAA il tutto, oppure mettere in piedi un ALTRO sistema, che non preveda la cavolata del 20% ! Tempo fa non si seccava nulla.E la fantastica spugnetta su cui permane la testina a che serve? a fare il bagnetto ai bambini dell'inkjet?--------Nulla da dire riguardo a quanto sotto, comunque:
        Caso mai bisognerebbe chiedersi se
        l'inchiostro e' inquinante (senza "se", e'
        ovviamente inquinante) e farsi dire da
        Epson, o da chi di dovere, dove portare le
        cartucce usate, un po' come si fa (si
        dovrebbe fare) per le pile e i medicinali
        scaduti). Questo si che e' un problema
        serio, ammesso che ci sia.
        • Anonimo scrive:
          Re: alla faccia del consumismo!
          - Scritto da: permaflexio...

          Hai ragione. Meglio far seccare ogni volta

          gli ugelli e comprare ogni volta una nuova

          stampante, buttando via la vecchia insieme

          alle cartucce. Sei un genio, complimenti.

          Ma che cavolo dici!
          Il tizio qui, ha detto che sarebbe
          sufficiente predisporre alla RICARICAA il
          tutto, oppure mettere in piedi un ALTRO
          sistema, che non preveda la cavolata del 20%Esatto!Vedo che hai capito cio' che intendevo dire.Basterebbe ritornare al concetto di "serbatoio" invece che a quello di "cartuccia".Tra l'altro il fatto di disporre di un serbatoio da riempire invece che di una cartuccia da buttare ogni volta, sarebbe anche piu' ecologico.
          • Anonimo scrive:
            Re: alla faccia del consumismo!

            Tra l'altro il fatto di disporre di un
            serbatoio da riempire invece che di una
            cartuccia da buttare ogni volta, sarebbe
            anche piu' ecologico.eh si...ma vuoi mettere vendere inchiostro a 50 euro al mezzo litro ???? per non parlare di altri argomenti non strettamente "technici"
      • Anonimo scrive:
        Re: alla faccia del consumismo!
        Guarda che alla fine, paradossalmente, è così.Ormai le cartucce costano così tanto, che dopo DUE cambi di cartuccia, ti sei pagato la stampante nuova! Col vantaggio che hai sempre l'ultimo modello.Questa è la vera disonestà di base, hanno drogato il mercato vendendo magari sottocosto le stampanti, e poi recuperando il 1000% sulle cartucce.Oltretutto, qualcuno mi spiega perché le cartucce della serie 600 della HP (giusto per non prendersela solo con la Epson) *sembrano* uguali, ma un fottuto dentino impedisce di usare quelle di una 670 in una 640???Gli alloggiamenti sono *quasi* uguali, i software di fatto anche (i driver generici per la serie 600 soddisfano entrambe).Ditemi se non è una vergognosa speculazione per costringere la gente a buttare via le vecchie cartucce se compra una stampante nuova (magari perché quella vecchia si è scarrellata!!!)
        • Anonimo scrive:
          Re: alla faccia del consumismo!
          - Scritto da: Crononauta
          Oltretutto, qualcuno mi spiega perché le
          cartucce della serie 600 della HP (giusto
          per non prendersela solo con la Epson)
          *sembrano* uguali, ma un fottuto dentino
          impedisce di usare quelle di una 670 in una
          640???La differenza è che usano differenti testine, non è che la tecnologia di stampa resti sempre uguale fra i vari modelli, altrimenti i modelli più recenti non sarebbero più veloci nella stampa, e non avrebbero qualità migliore di quelli più vecchi. La forma esteriore della cartuccia conta poco.Comunque le due cartucce che hai citato usano lo stesso tipo di inchiostro, quindi lo stesso bottiglione comprato per es. da www.refill.it è in grado di ricaricarle entrambe.
          Ditemi se non è una vergognosa speculazione
          per costringere la gente a buttare via le
          vecchie cartucce se compra una stampante
          nuova (magari perché quella vecchia si è
          scarrellata!!!)Nel campo dell'informatica in generale, non si punta mai alla compatibilità verso il basso, del resto altrimenti a che servirebbe migliorare la tecnologia se deve essere compatibile con quella più vecchia?Vedi per esempio il fatto che molti driver per stampanti devono per forza essere compatibili con Win3.11 perché alcuni uffici non vogliono upgradare il loro sistema, ciò provoca malfunzionamenti e lentezze per chi usa versioni di Windows più recenti.
      • Anonimo scrive:
        Re: alla faccia del consumismo!
        Sei senza parole ma anche di cervello difetti molto! La stampante fa i suoi cicli di pulizia per pulire gli unguelli! E quel famoso 20% con un po' di studio potevano ridurlo a molto meno senza perdere nessuna caratteristica!!!!
  • Anonimo scrive:
    MAI PIU' EPSON..........
    Hanno turlupinato anche me!Ho visto spirare prematuramente ben 2 Stylus Photo 750 USATE VERAMENTE POCO perchè le testine colore si sono irrimediabilmente otturate.Ora mi dite che me ne faccio di una stampante fotografica CHE STAMPA SOLO IL NERO?......E poi un sacco di miei amici hanno avuto problemi di questo genere con le 440, le 460. le 480 CXU.....MAMMA CHE SKIFEZZE!!!Si va bene, stampe di qulità però...FAI 3 STAMPE E LE BUTTI, se non ti è venuto un infarto prima per il costo dei consumabili....Morale della favola?Ho una bella CANON S400 che va da Dio per le mie esigenze e che sembra non consumare mai inchiostro.(Tanto cambio solo il colore consumato e non tutta la SANTA SEDE ogni volta).....
    • Anonimo scrive:
      Re: Le Epson sono USA E GETTA !
      Anch'io ho buttato due Epson e ho speso un sacco di soldi in cartucce e inchiostro.La Canon è mille volte meglio.
  • Anonimo scrive:
    ahhahahahahhahahaha ;-0)
    Epson garantisce la qualità delle stampe che siano eseguite da stampanti Epson, utilizzando inchiostri Epson e stampando su carte Epson.====che bello gli standard...[CUT]Qualora, come invece suggerisce questo cliente, si faccia ricorso a consumabili che noi non abbiamo prodotto, il risultato finale non solo non è garantito,====embe ???? si accetta il rischio no ????ma soprattutto non può essere sottoposto a nessuna forma di controllo da parte nostra,====ma ci mancherebbe anche... con il rischio di esporre il nostro marchio e la nostra azienda a risultati che sarebbero indubbiamente diversi da quelli da noi promessi e probabilmente lesivi della nostra immagine.====tradotto: poi ho visto l'ip...lasciamo stare va...
  • Anonimo scrive:
    Epson: ecco perche' e' la migliore
    Quanta stupidita' emerge da questo forum... sono veramente amareggiato, personalmente non partecipero' piu' ad un forum, perche' purtroppo ci si perde inutilmente troppo tempo, cercando di argomentare in maniera costruttiva cose che la maggioranza dei frequentatori non riuscira' mai a comprendere. Come dice il proverbio, "Non discutere mai con un'idiota, perche' la gente potrebbe non notare la differenza."Per quanto riguarda Epson, a mio parere e' un'azienda altamente professionale (lo dimostra il fatto che abbia subito dato spiegazioni chiare e immediate all'ex-utente) un'azienda che ha forse il (nobile) difetto di volere rendere partecipe dei suoi prodotti altamente qualitativi anche chi non e' in grado di apprezzarli pienamente (grazie ad una strategia di marketing che secondo me ha fatto scuola). Credo che comunque Epson abbia messo in conto anche questo, e che non ci faccia caso piu' di tanto. Finche' continuera' a fare quello che ha fatto, per parte mia sono sicuro che avra' sempre e comunque un seguito, ma anche e soprattutto essa costituira' un punto di riferimento per tutti coloro che si distinguono per usare il cervello prima di parlare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Epson: ecco perche' e' la migliore
      - Scritto da: Cliente Epson
      (grazie ad una strategia di
      marketing che secondo me ha fatto scuola).AHRAHRAHRAHRARH...Ma sei un dipendente epson? :))Che bella strategia imporre un prezzo esorbitante per una cartuccia d'inchiostro (quindi solo il serbatoio, senza peraltro il gruppo degli ugelli come nelle HP).Sei liberissimo di utilizzare i prodotti Epson, ma ritengo questa scelta di non permettere la ricarica delle cartucce con dei chip, un boomerang.Evidentemente chi acquistera' una stampante non esitera' a scegliere altre marche piu' economiche e altrettanto valide.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Epson: ecco perche' e' la migliore
        - Scritto da: BeRToZ
        ma ritengo questa scelta di non
        permettere la ricarica delle cartucce con
        dei chip, un boomerang.Ma che dici? Le cartucce Epson, anche quelle col chip, si possono ricaricare eccome.
        Evidentemente chi acquistera' una stampante
        non esitera' a scegliere altre marche piu'
        economiche e altrettanto valide.Anche io trovo che certe soluzioni di Epson non sono state studiate ***soltanto*** per offrire prodotti di qualità. Ad esempio, avrebbero potuto fare in modo che il chip presente nelle cartucce potesse venire "ignorato" ed invece...Ma da qui a dire che Epson è una ditta che frega a tutto spiano, ce ne corre.mARCOs
        • Anonimo scrive:
          Re: Epson: ecco perche' e' la migliore
          - Scritto da: mARCOs
          Ma che dici? Le cartucce Epson, anche quelle
          col chip, si possono ricaricare eccome.Intendevo dire per l'utente "normale". Li ho visti anche io i kit per riprogrammare tale chip.[cut]
          Ma da qui a dire che Epson è una ditta che
          frega a tutto spiano, ce ne corre.E' un comportamento comune a molte multinazionali. Non lo definirei "fregare", ma fare i furbi guadagnando in modo spropositato sui materiali di consumo.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Epson: ecco perche' e' la migliore
            - Scritto da: BeRToZ

            - Scritto da: mARCOs

            Le cartucce Epson, anche quelle

            col chip, si possono ricaricare eccome.
            Intendevo dire per l'utente "normale". Li ho
            visti anche io i kit per riprogrammare tale
            chip.Beh, io mi ritengo assolutamente "normale". Ho comprato un kit di ricarica e riprogrammare il chip è stata la cosa più semplice del mondo. E' bastato estrarlo dalla cartuccia e infilarlo dentro un apposito congegno. La cartuccia, poi, si riempie con una normalissima siringa. Tutto qui. Basta soltanto leggere e seguire attentamente le istruzioni e avere un po' di coraggio e di attenzione!

            Ma da qui a dire che Epson è una ditta che

            frega a tutto spiano, ce ne corre.
            E' un comportamento comune a molte
            multinazionali. Non lo definirei "fregare",
            ma fare i furbi guadagnando in modo
            spropositato sui materiali di consumo.Questo sì. A meno che le loro cartucce non siano rifinite in oro, non vedo come facciamo a costare così tanto.mARCOs
    • Anonimo scrive:
      Re: Epson: ecco perche' e' la migliore
      La loro strategia di marketing ha fatto scuola ?Beh, puo' darsi... ora pero' vorrei sapere in base a quale parte della loro mirabile strategia una cartuccia costa 43 Euro...E a proposito di questo, cito una tua frase :un'azienda altamente professionale (lo dimostra il fatto che abbia subito dato spiegazioni chiare e immediate all'ex-utente)Beh, le spiegazioni saranno anche state immediate, pero', guarda un po', l'unica cosa che non hanno commentato era quella che a me interessava di piu' : LA SPIEGAZIONE DEL PREZZO DELLA CARTUCCIAImmagino che potrebbero spiegarlo con il costo dell'inchiostro... Probabilmente lo estraggono nello Zaire insieme ai diamanti...Bye!
      • Anonimo scrive:
        La spiegazione del prezzo della cartuccia
        - Scritto da: Mezcalito
        "... le spiegazioni saranno anche state
        immediate, pero', guarda un po', l'unica
        cosa che non hanno commentato era quella che
        a me interessava di piu' :

        LA SPIEGAZIONE DEL PREZZO DELLA CARTUCCIAEccola:http://punto-informatico.it/p.asp?i=39406&p=2
        • Anonimo scrive:
          Re: La spiegazione del prezzo della cartuccia


          LA SPIEGAZIONE DEL PREZZO DELLA CARTUCCIA
          Eccola:
          http://punto-informatico.it/p.asp?i=39406&p=2Cioè la cartuccia costa tanto perché è piena di sensori che impediscono all'utente di risparmiare dei soldi?Interessante politica, un vero e proprio loop...Argomentazione un po' debole, provane un'altra.
          • Anonimo scrive:
            Re: La spiegazione del prezzo della cartuccia

            Cioè la cartuccia costa tanto perché è piena
            di sensori che impediscono all'utente di
            risparmiare dei soldi?

            Interessante politica, un vero e proprio
            loop...

            Argomentazione un po' debole, provane
            un'altra.tu vuoi una cartuccia e loro ce l'hannoo trovi altri venditori oppure...taci e pagapurtroppo questa politica e' comune a moltiio ho scelto di non comprare le loro stampanti
    • Anonimo scrive:
      Re: Epson: ecco perche' e' la migliore
      - Scritto da: Cliente Epson
      Quanta stupidita' emerge da questo forum...Caro Cliente Epson,mi pare che si sia espresso in "politichese" perfetto. Hai detto tanto eppure non hai comunicato niente.Non hai fatto neanche un commento sui problemi (reali) sollevati dall'autore della lettera.mARCOs
      • Anonimo scrive:
        Re: Epson: ecco perche' e' la migliore
        Hai centrato in pieno, esatto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Epson: ecco perche' e' la migliore
        - Scritto da: mARCOs

        Non hai fatto neanche un commento sui
        problemi (reali) sollevati dall'autore della
        lettera.Non ho fatto nessun commento perche' non esiste nessun problema.Le stampanti Epson non sono una droga di cui non si puo' fare a meno. Esistono molte altre stampanti a getto d'inchiostro in commercio (HP, Lexmark, Canon, Olivetti, Fuji, Sharp, Kodak, Seiko), tutte altrettanto valide, se se ne fa un uso amatoriale, e non vedo che senso abbia lamentarsi POI del costo alto delle cartucce, nel caso si decida di acquistare una Epson; basta informarsi PRIMA dell'acquisto, e decidere di conseguenza per l'una o l'altra marca. Il resto sono solo chiacchere da vecchie zitelle inacidite.Adieu
        • Anonimo scrive:
          Re: Epson: ecco perche' e' la migliore

          Le stampanti Epson non sono una droga di cui
          non si puo' fare a meno. Esistono molte
          altre stampanti a getto d'inchiostro in
          commercio (HP, Lexmark, Canon, Olivetti,
          Fuji, Sharp, Kodak, Seiko), tutte
          altrettanto valide, se se ne fa un uso
          amatoriale, e non vedo che senso abbia
          lamentarsi POI del costo alto delle
          cartucce, nel caso si decida di acquistare
          una Epson; basta informarsi PRIMA
          dell'acquisto, e decidere di conseguenza per
          l'una o l'altra marca. Il resto sono solo
          chiacchere da vecchie zitelle inacidite.

          AdieuChiacchiere da vecchie zitelle?! Complimenti perche' ho verificato in piu' di un'occasione che le cartucce epson di modelli di stampanti nuove hanno un costo. Quando esce un modello nuovo, le cartucce del vecchio aumentano di prezzo e quelle del nuovo invece subito hanno un prezzo piu' basso che io chiamerei... "promozionale".Se Lei non definisce questa una politica commerciale un po' discutibile, complimenti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Epson: ecco perche' e' la migliore

          Non ho fatto nessun commento perche' non
          esiste nessun problema.Punti di vista... se per te il denaro non è un problema, meglio per te. Ma ricordati che il tuo punto di vista alberga sotto fettoni di prosciutto!
          Le stampanti Epson non sono una droga di cui
          non si puo' fare a meno. Esistono molte
          altre stampanti a getto d'inchiostro in
          commercio (HP, Lexmark, Canon, Olivetti,
          Fuji, Sharp, Kodak, Seiko) La qui citata seiko fa parte del gruppo Seiko Epson... guardateci sulle stampanti... non sono fettoni di prosciutto... bistecche da 2 dita ciascuna...
          altrettanto valide, se se ne fa un uso
          amatoriale, e non vedo che senso abbia
          lamentarsi POI del costo alto delle
          cartucce, nel caso si decida di acquistare
          una Epson; Epson ha fatto il suo successo grazie a stampanti a basso costo come le stylus, che hanno alimentato la sua fama perchè costavano poco e stampavano bene (SE SI SPREMEVA BENE LA CARTUCCIA).Rimane il fatto che altri produttori forniscono una modalità economica che consente di leggere senza farsi fare un controllo oculistico (le epson in economy stampano in grigio!)Prodotti Hi-End o professionali esistono in ogni marca. E non oso pensare al poderoso plotter Roland che stampava qualche anno fa al SIOA immagini grandi quanto un A0.Epson NON è equivalente a Professionale
          dell'acquisto, e decidere di conseguenza per
          l'una o l'altra marca. Il resto sono solo
          chiacchere da vecchie zitelle inacidite.O di persone che non vogliono farsi spennare per pagare uno slogan?Una volta HP costava di più, e forniva DI BASE 3 anni di garanzia, ora fa la guerra a Epson con stampanti low cost (infatti la serie 6XX è ancora in vita, e la 8XX sta diventando la nuova "base di mercato") per non farsi soppiantare da delle sparapagine a basso prezzo.Qualcuno si ricorda la serie 500?e soprattuttoè mai riuscito a farla "morire"???Salutes!
    • Anonimo scrive:
      Re: Epson: ecco perche' è la più spreca-inchiostro
      - Scritto da: Cliente Epson
      Quanta stupidita' emerge da questo forum...Sei sicuro di non contribuire tu per primo ad incrementarla?
      sono veramente amareggiato, personalmente
      non partecipero' piu' ad un forum, te ne siamo grati
      Come dice il proverbio, "Non
      discutere mai con un'idiota, perche' la
      gente potrebbe non notare la differenza."in effetti nessuno dovrebbe risponderti
      Per quanto riguarda Epson, a mio parere e'
      un'azienda altamente professionalenel lucrare sul consumo dell'inchiostro
      lo dimostra il fatto che abbia subito dato
      spiegazioni chiare e immediate
      all'ex-utente) equivalgono ad un'ammissione di colpa
      un'azienda che ha forse il
      (nobile) difetto di volere rendere partecipe
      dei suoi prodotti altamente qualitativi
      anche chi non e' in grado di apprezzarli
      pienamente (grazie ad una strategia di
      marketing che secondo me ha fatto scuola).ti hanno appena assunto nel settore comunicazione di Epson?
      Credo che comunque Epson abbia messo in
      conto anche questo, e che non ci faccia caso
      piu' di tanto. anche noi
      Finche' continuera' a fare
      quello che ha fatto, per parte mia sono
      sicuro che avra' sempre e comunque un
      seguito,nelle proprie casse sicuramente, ma può cambiare
      ma anche e soprattutto essa
      costituira' un punto di riferimento per
      tutti coloro che vogliano perfezionare un modello di business-vampiro, dove l'inchiostro si sostituisce al sangueL'hai capito o no che consuma troppo? Hai mai provato a confrontare le cartucce HP con le cartucce Epson? Sono più grnadi e durano molto, ma molto di più. La Epson ce l'ho a casa, l'HP in ufficio, e farei volentieri lo scambio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Epson: ecco perche' e' la migliore
      - Scritto da: Cliente Epson
      Quanta stupidita' emerge da questo forum...
      sono veramente amareggiato, personalmente
      non partecipero' piu' ad un forum, perche'
      purtroppo ci si perde inutilmente troppo
      tempo, cercando di argomentare in maniera
      costruttiva cose che la maggioranza dei
      frequentatori non riuscira' mai a
      comprendere. Come dice il proverbio, "Non
      discutere mai con un'idiota, perche' la
      gente potrebbe non notare la differenza."

      Per quanto riguarda Epson, a mio parere e'
      un'azienda altamente professionale (lo
      dimostra il fatto che abbia subito dato
      spiegazioni chiare e immediate
      all'ex-utente) un'azienda che ha forse il
      (nobile) difetto di volere rendere partecipe
      dei suoi prodotti altamente qualitativi
      anche chi non e' in grado di apprezzarli
      pienamente (grazie ad una strategia di
      marketing che secondo me ha fatto scuola).
      Credo che comunque Epson abbia messo in
      conto anche questo, e che non ci faccia caso
      piu' di tanto. Finche' continuera' a fare
      quello che ha fatto, per parte mia sono
      sicuro che avra' sempre e comunque un
      seguito, ma anche e soprattutto essa
      costituira' un punto di riferimento per
      tutti coloro che si distinguono per usare il
      cervello prima di parlare.Posso confermarti che Hewlett-Packard è mille volte meglio. Ho avuto una Stylus Writer XL+ costata 1.500.000 e dopo 366 giorni si è rotta (quindi addio garanzia). Col tempo la qualità calava grazie alle testine e il rullo di caricamento è morto.La mia HP 970 è costata la metà. L'ho da 3 anni e non ha mai avuto problemi, le cartucce montano direttamente le testine di stampa (cosa che garantisce la stampa perfetta sempre e a distanza di anni). Inoltre l'HP è USB e non SCSI, è velocissima e stampa fronte e retro, ha molte calibrazioni per un uso altamente professionale raggiungendo il risultato ottenibile, prima, solo attraverso costosissime digitali.... quindi, rivedrei un po' le tue convinzioni, se non altro comincerei ad informarmi sulle altre marche.
    • Sangineto Ettore scrive:
      Re: Epson: ecco perche' e' la migliore
      Non so se sei un dipendente Epson, ma qualora che tu non lo fossi fatti assumere come avvocato delle cause perse! Ma se non si può definire truffa direi almeno sul raggiro dovresti convenirne. Esempio per quelli che capiscono il giusto: ho quattro cartucce finisce quella del nero e la stampante si blocca del tutto! Ma io le altre le ho pagate perché non posso continuare a scrivere col rosso, col giallo oppure colorare tutte le pagine di blu...scusa ma ora che ci penso questa si che mi sembra una truffa!
  • Anonimo scrive:
    Epson ci ha fregati
    L'avevo presa per le fotografie. Belle sì...ma quanto mi consuma! E poi se non la si usa sempre fa le righe, e quindi consuma altro inchiostro per pulire le testine.A conti fatti l'inchiostro costa come l'oroIl loro oro.Quello che hanno trovato nelle tasche di noi fessacchiotti.Ora però, passaparola.
  • Anonimo scrive:
    SE VOLETE FARE DEI CONFRONTI SERI, MAGARI.....
    ...può essere utile raccogliere quante più informazioni prima di fare un acquisto; soprattutto in un mondo come questo dove le "sole" sono diventate troppo facili (e vale anche per telefonini, console, computer, frigoriferi, forni ecc...). Anch'io mi sono trovato nel bisogno di acquistare una stampante un paio di mesi fa e, cercando e ricercando, sono riuscito a trovare una bella prova comparativa tra varie stampanti inkjet (vedi http://www4.tomshardware.com/consumer/01q4/011212/index.html). Il bello è che alla fine della fiera ANCH'IO ho acquistato una EPSON C60 !!!!E' vero che ha un costo pagina abbastanza elevato (comunque c'è di peggio, leggete per credere!), ma è anche vero che il mio è un uso casalingo (stampe di testi in b/n) e quindi questo costo si ammortizza anche con il tempo che passa tra l'acquisto delle due cartucce. In più ho stampato anche diverse foto del mio matrimonio che ho scannerizzato e stampato su carta fotografica. Beh per me il risultato è praticamente indistinguibile dall'originale (almeno senza usare una lente).Spero che il mio intervento sia stato utile a qualcuno, comunque il mio giudizio sulla EPSON C60 per ora è positivo (o magari è solo culo?!)Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: SE VOLETE FARE DEI CONFRONTI SERI, MAGARI.....
      - Scritto da: LiscaSecca
      Spero che il mio intervento sia stato utile
      a qualcuno, comunque il mio giudizio sulla
      EPSON C60 per ora è positivo (o magari è
      solo culo?!)
      Ciao.Le Epson sono ottime stampanti e nessuno lo mette in discussione. Qui penso che quasi tutti stiamo mettendo in discussione i costi delle cartucce: cartucce costoste quanto e piu' di altre marche, con meno inchiostro di altre marche, senza ricambio della testina... quindi avrebbero potuto contenere le spese elettroniche mantenendo la politica di un tempo, ovvero semplici cartucce di plastica con dentro l'inchiostro. No, il chip lo hanno incluso... ma per controllare che non ricarichiamo la cartuccia.
      • Anonimo scrive:
        NON E SOLO CON QUELLA STAMPANTE MA CON TUTTE
        Scrivo qui sperando che la redazione mi pubblichi la mia email...Essendo un operatore del settore Tecnico e Rivenditore di Hw la epson si difende facendo un errore grandissimo.Dicendo che la C60 non possiede un chip per verificare la quantita di inchiostro.Essendo da molti anni a fare piccole riparazioni presso la mia clientela che usa le stampanti sia per uso amatoriale che professionaleHo fatto fare questa prova a MOLTISSIMI miei clienti e tutti soddisfatti e contenti mi hanno detto che ha funzionato.Posso provare che TUTTE le stampanti Epson vecchie e nuovo modello su una cartuccia (sia BN che a colori) quando la stampante si blocca perche dice che e finita all'interno della cartuccia stessa e presente un circa 50 % di quantita di inchiostro residuo.ATTUALMENTE TESTATA su: EPSON STYLUS 740 / 750 Stylus PHOTO EX / Stylus C60 e altre....non mi metto a fare la lista qui.Scusate ma se io la stampante l'ho pagata non ci posso fare quello che voglio poi ???Se si guasta la riparo io a mie spese e allora ?La Epson vuole solo che gli compro piu cartucce ?Paolo Administrator@ufone.net
  • Anonimo scrive:
    Re: BUFFONI
    Ma c'e' scritto ancora che l'inchiostro e' altamente tossico tanto che se lo tocchi con le dita ti puoi avvelenare?
  • Anonimo scrive:
    Garanzia-Standard-Auto-Protettiva
    "Naturalmente il nostro intento è quello di soddisfare l'utente finale, che noi possiamo garantire unicamente se esegue le procedure che noi per primi abbiamo sperimentato in laboratorio e del cui esito abbiamo assoluta certezza. "persino i cd portatili, per esempio, della sony ti dicono che devi usare QUEL trasformatore XB243BBX modello Alfa_centauri oppure QUELLE pile ricaricabili (come se il principio lo avessero inventato loro) oppure QUEL pezzettino X che serve per infilare le pile ricaricabili ... poi ti accorgi che infilando un pezzettino di carta dove c'è un interruttorino a molla che riconosce il caricatore, funziona QUALSIASI pila ricaricabile.del resto anche con le automobili la garanzia decade se usi i ricambi non originali ...la cosa buffa è proprio con materiali base ... come la carta ... le batterie ... ricordate in quel famoso spettacolo di Beppe Grillo ... il "Packaging" della batteria del telefono wireless della panasonic? che in realtà erano tre pilette in un cellophane?E' così e non ci sono cazzi.***** Se vuoi la garanzia. *****Altrimenti fai reverse engineering come l'ingegnere qui ... che ha fatto benissimo, a mio avviso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Garanzia-Standard-Auto-Protettiva
      Beh io mi sono rifatto la batteria di un portatile, l'avevo preso usato con la pila kaputt, vado a informarmi per il costo della batteria, mi hanno sparato qualcosa come 600 mila vecchie lire.Sono andato in un negozio di elettronica, ho comprato le pile ricaricabili, ho preso il mio saldatore, le ho saldate fra di loro con un pezzettino di filo elettrico, ho limato un po' la sede per farcele stare, e ora il mio portatile funziona con la spesa di 112 mila vecchie lire...Ma tutto il mondo è paese, ricordo qualche tempo fa uno studio di una rivista del settore, che calcolava il costo dei pezzi di ricambio.Una Punto, che nuova costava 16 milioni chiavi in mano, rifatta UGUALE ma comprando pezzi di ricambio al prezzo di vendita, veniva a costarne 42... ===8-O
  • Anonimo scrive:
    Guarda io ho una laser e il toner ...
    La "cartuccia" (mezza stampante) costa quasi come mezza stampante.invece in azienda abbiamo una laser condivisa da molti piuttosto grande ... stampiamo di tutto, disegni di roba meccanica, nero, grosso, fax, a3, a4, stampe che escono per sbaglo, e-mail, manuali, cazzate, immagini da internet ...è più di un anno che sta andando avanti ... stavo pensando che trasformasse l'aria in toner usando lo spirito santo.sto tutt'ora aspettando che finisca il toner ... ma spero che sia davvero eterno come sembra.Amen
    • Anonimo scrive:
      Re: Guarda io ho una laser e il toner ...
      - Scritto da: San Printerio

      La "cartuccia" (mezza stampante) costa quasi
      come mezza stampante.


      invece in azienda abbiamo una laser
      condivisa da molti piuttosto grande ...
      stampiamo di tutto, disegni di roba
      meccanica, nero, grosso, fax, a3, a4, stampe
      che escono per sbaglo, e-mail, manuali,
      cazzate, immagini da internet ...

      è più di un anno che sta andando avanti ...
      stavo pensando che trasformasse l'aria in
      toner usando lo spirito santo.


      sto tutt'ora aspettando che finisca il toner
      ... ma spero che sia davvero eterno come
      sembra.

      AmenLe laser non usano mai tanto toner e specialmente per i disegni tecnici. Comincia a stampare libri con illustrazioni in una getto a inchiostro e vedrai che con 200 stampe di mangi 2 giorni di lavoro!!!Néon ha senso paragonare due cose così differenti.
  • Anonimo scrive:
    L'inchiostro in più lo regalate o lo fate pagare?
    Senza dubbio pagare 43 Euro per stampare 200 pagine è un furto. E poi c'è un altro problema: l'inchiostro extra io l'ho pagato (a caro prezzo!) e non lo posso usare. O trovate un sistema per mettere nella cartuccia solo l'inchiostro che userò, e quindi mi fate pagare meno le cartucce, oppure mi date la possibilità di usarlo tutto, anche se a mio rischio e pericolo e a fronte della segnalazione che la cartuccia va cambiata. Ma poi 120 pagine dopo le prime 200 non mi sembra il 20% del totale. Non è, per caso, caro "signor Epson", che lei sta facendo un po' il furbo?
  • Anonimo scrive:
    abbasso epson: ladriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
    è chiaro che le cartucce sono vendute a un prezzo eccessivo (sono dei ladriiiiiiiiiiiiii)le cartucce riciclate (ho una hp 895) vanno benissimo, alla faccia di quei ladri di hp ed epson: ladriiiiiiiiiiiiii
  • Anonimo scrive:
    AIUTACI!!!
    Senti anch'io uso consumabili compatibili, e così un po' si risparmia..ma non è che potresti suggerirmi come "aggirare il chip"?...
  • Anonimo scrive:
    E il costo/pagina?
    Sul sito Epson la cartuccia di nero viene data per 600 pagine a copertura 3.5%, il che vuol dire circa 140 lire/pagina. Gia' mi sembra enorme. Ma se e' vero quello che ha scritto l'utente dell'articolo, lui ha speso 400 lire a pagina!A quel prezzo penserei seriamente ad una macchina per scrivere.Personalmente ho la fortuna di aver comprato la prima Epson a colori, che dopo non so piu' quanti anni funziona come il primo giorno, non sa quando finisce l'inchiostro e accetta qualsiasi cosa. Ho solo dovuta cambiare la testina del colore, un paio d'anni fa (200.000 lire all'assistenza ufficiale).Costava 1.200.000 lire :)
  • Anonimo scrive:
    Epson e ricarica
    Lavoro in un istituto tecnico. Da almeno 5 anni (grazie a me, eheheh) le cartucce di tutte le stampanti vengono ricaricate e non ricomprate (se non per dare il cambio a quelle ormai usurate veramente) con risparmi che si aggirano sui 3..4 milioni annui. Le epson (abbiamo stylus color 400 e 440) non si sono mai inceppate con le ricariche anzi, una volta ho inserito una cartuccia NUOVA EPSON ORIGINALE appena disimballata e... NON FUNZIONAVA!!! Mettendone una riciclata andava che era un piacere! 60.000 sbattute via.Molto più rognose le canon però, che a volte stampano lasciando righe bianche. Ottime per le ricariche anche le Xerox (fantastica la docuprint xj6, anche se un po' lenta).Con le Epson ho addirittura notato una stranezza incredibile: provate a stampare il ROSSO VIVO da publisher o da WORD. Vi apparirà arancione!!! E solo da tali software, stampandolo da paintbrush, ad esempio, sarà rosso...
  • Anonimo scrive:
    CARTUCCE COMPATIBILI anche col chip ...
    ... ho letto che già qualche produttore ha approntato kit di ricarica o cartucce già pronte con chip 'intelligente' e compatibile annesso. Non ne so molto di più, ma gli interessati possono provare a vedere su www.tecnitron.it e anche su www.refill.it.Comunque posso confermare l'impressione di molti altri lettori, avendo sia Canon (S400) e Epson (860)che uso quotidianamente per uso soho. La cartuccia nera Canon a + o - parità di volume effettivo stampa tre volte il n° di pagine di Epson e costa la metà (cartuccia originale).Su una cosa comunque si deve dare ragione ad Epson: l'affidabilità delle compatibili non è garantita. Uso regolarmente cartucce appunto compatibili proprio perchè il prezzo degli inchiostri epson è proibitivo. Ho provato tutte le marche in commercio. Qualcuna è andata sempre bene, qualcuna ha dato problemi, qualcun'altra MOLTI problemi, specie per quanto riguarda il colore. Recentemente ho dovuto buttare nel cestino tre cartucce Vivanco una dietro l'altra. Al prezzo praticamente di una originale che sicuramente avrebbe funzionato senza far storie ...
    • Anonimo scrive:
      Re: CARTUCCE COMPATIBILI anche col chip ...

      Recentemente ho dovuto buttare nel cestino
      tre cartucce Vivanco una dietro l'altra. Alocchio che molte cartucce rigenerate o compatibili ci mettono un po' prima di stampare bene. prova a fare 3-4 pulizie...
      • Anonimo scrive:
        Re: CARTUCCE COMPATIBILI anche col chip ...
        - Scritto da: Vertigo

        Recentemente ho dovuto buttare nel cestino

        tre cartucce Vivanco una dietro l'altra.
        Al

        occhio che molte cartucce rigenerate o
        compatibili ci mettono un po' prima di
        stampare bene. prova a fare 3-4 pulizie...Fatto, naturalmente, e in questi casi anche molte più volte, senza risultati: la prima Vivanco ha smesso di funzionare dopo una cinquantina di pagine, le altre due non hanno mai funzionato ... non vi è stata pulizia che sia servita a qualcosa ... qualche problema insolubile' è avvenuto una volta con una Incas e una volta con una Boeder. Nessun problema invece per Pelikan (che però costano quasi quanto le originali) e Armor (che invece sono a listino le più economiche in assoluto).Le cartucce NERO sono meno critiche e vanno sempre. Unica eccezione INCAS, che in un caso si è inchiodata a metà consumo e non ha voluto saperne di alcuna 'pulizia ugelli'...
        • Anonimo scrive:
          Re: CARTUCCE COMPATIBILI anche col chip ...
          - Scritto da: rickyved


          - Scritto da: Vertigo


          Recentemente ho dovuto buttare nel
          cestino


          tre cartucce Vivanco una dietro
          l'altra.

          Al



          occhio che molte cartucce rigenerate o

          compatibili ci mettono un po' prima di

          stampare bene. prova a fare 3-4 pulizie...

          [CUT]
          Le cartucce NERO sono meno critiche e vanno
          sempre. Unica eccezione INCAS, che in un
          caso si è inchiodata a metà consumo e non ha
          voluto saperne di alcuna 'pulizia ugelli'...Ti vedo esperto, quindi azzardo una domanda:non si rischia usando le cartuccie non originale di rompere/danneggiare le testine di stampa?Finche' butti la la cartuccia e' una cosa, ma se devi poi anche buttare la stampante...
          • Anonimo scrive:
            Re: CARTUCCE COMPATIBILI anche col chip ...
            -

            Ti vedo esperto, quindi azzardo una domanda:
            non si rischia usando le cartuccie non
            originale di rompere/danneggiare le testine
            di stampa?
            Finche' butti la la cartuccia e' una cosa,
            ma se devi poi anche buttare la stampante...RISPOSTA:I rischi per una testina di stampa 'residente' (cioè incorporata nella stampante , non nella cartuccia - così come usa Epson)relativamente alla cartuccia dovrebbero essere gli stessi degli originali: ovvero se non si usa la stampante per diverse settimane l'inchiostro può seccarsi e la pulizia andrebbe fatta in laboratorio, a costi spesso non convenienti.Devo comunque dire che in teoria un improvviso blocco nel flusso di inchiostro per qualche ragione potrebbe causare problemi anche gravi. Personalmente mi è successo su più di una compatibile che la cartuccia per qualche ragione non fornisse più inchiostro pur se ancora carica e la stampante continuasse a funzionare buttando fuori il foglio (ovviamente) bianco. Per fortuna non ho avuto nessuna conseguenza permanente ...
          • Anonimo scrive:
            Re: CARTUCCE COMPATIBILI anche col chip ...
            - Scritto da: utente preoccupato
            Ti vedo esperto, quindi azzardo una domanda:
            non si rischia usando le cartuccie non
            originale di rompere/danneggiare le testine
            di stampa?
            Finche' butti la la cartuccia e' una cosa,
            ma se devi poi anche buttare la stampante...Si ma ti costa di piu' tentare cartucce alternative ed eventualmente comperare una nuova stampante nel caso che gli uggelli si otturino oppure comperare cartucce originali? A mio parere dipende solo dalla quantita' di stampe che fai: se ne fai poche il mio consiglio e' di comperare cartucce originali Epson. Se ne fai tante, sei studente e hai un po' di tempo, il mio consiglio e' quello di ricaricare le cartucce con i metodi di www.refill.it, con la siringa. A tua responsabilita'.Ciao.
  • Anonimo scrive:
    Carticce compatibili
    Io ho una stampante Epson stylus color 880 e ho risolto il problema del caro cartucce ricaricandole.Trovate tutto il necessario www.refill.itNon ho più voglia di farmi fregare circa ? 50 per una cartuccia nero e una cartuccia colore.Le ricariche funzionano bene (anche per le nuove generazioni di stampanti con il chip sulla cartuccia) e costano enormemente bene.
    • Anonimo scrive:
      Re: Carticce compatibili
      - Scritto da: fabio giuliani
      Io ho una stampante Epson stylus color 880 e
      ho risolto il problema del caro cartucce
      ricaricandole.
      Trovate tutto il necessario www.refill.it
      Non ho più voglia di farmi fregare circa ?
      50 per una cartuccia nero e una cartuccia
      colore.
      Le ricariche funzionano bene (anche per le
      nuove generazioni di stampanti con il chip
      sulla cartuccia) e costano enormemente bene.Confermo, anche io uso www.refill.it e mi trovo bene. Nel caso anche si otturassero gli uggelli e dovessi cambiare stampante, spenderei comunque molto meno di comperare alcuni inchiostri originali.
  • Anonimo scrive:
    Sono tutti degli imbroglioni ??
    A mio parere sono degli imbroglioni.Come tanti altri. Chiaramente avranno vita breve.La mia stampante costa 45 euro. La cartuccia 30 euro.Finora ho solo fatto 2 stampe a colori e 3 in b/N e gia mi segnala inchiostro finito.Far tutto il possibile per modificare il sw di controllo e/o usare inchiostro di altri.MAle che vada rompero la stampante e poi me ne ricomprerò un'altra NON EPSON e non comprero mai piu ness'un prodotto EPSON e lo diro a tutti i miei amici e colleghi.bai bai EPSON.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono tutti degli imbroglioni ??
      Ma che sfoggio di virilita'. Ma hai provato mai a stampare su carta Epson con una Epson dotata di cartucce Epson? Fallo, poi ne riparliamo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono tutti degli imbroglioni ??
        - Scritto da: Milia
        Ma che sfoggio di virilita'. Ma hai provato
        mai a stampare su carta Epson con una Epson
        dotata di cartucce Epson? Fallo, poi ne
        riparliamo.IO ho provato, e la qualità è esattamente LA STESSA di quando uso cartucce compatibili, che però costano meno della metà (davvero pensi che l'inchiostro sia diverso ? O che siano fatte diversamente ???) Se vuoi continuare a farti fregare....
        • Anonimo scrive:
          Re: Sono tutti degli imbroglioni ??
          - Scritto da: Hakkar]zac[
          siano fatte diversamente ???) Se vuoi
          continuare a farti fregare....Fino a qualche anno fa' erano diversi, non pochi si sono trovati con gli ugelli otturati (su molte epson e su alcuni modelli di altre marche la testina non e' parte della cartuccia che si cambia) dopo alcuni mesi.Forse la situazione e' cambiata, forse chi fa' le ricariche sono gli stessi che fanno inchiostri ufficiali.Comunque secondo me almeno per il tempo della garanzia sarebbe prudente usare inchiostri ufficiali.A meno che la testina non sia insieme alla cartuccia e la stampante costi poco, nel qual caso il rischio vale.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sono tutti degli imbroglioni ??
          ma è chiaro.dobbiamo finirla di farci fregare ... tutti noi lavoriamo da qualche parte oppure abbiamo genitori che lavorano da qualche parte.Tutti noi sappiamo quali inguacchi le aziende perpetrino nei confronti dei consumatori finali ... Dobbiamo raccontarci quali sono le fregature!Quello che mangiamo, quello che indossiamo, quello che usiamo per curarci, per truccarci, per fare sesso, per divertirci, per fare altri lavori, per costruire qualcosa ...Tutti noi sappiamo che le nostre aziende fanno delel schifezze ... ma chi ce lo fa fare di tenerci il segreto? Almeno tra noi!!! non dico "diciamolo al telegiornale" ... bisogna pur vivere e lo capisco ... ma per il resto, per favore ... DICIAMOCI LE COSE!!!!!!!- Scritto da: Hakkar


          - Scritto da: Milia

          Ma che sfoggio di virilita'. Ma hai
          provato

          mai a stampare su carta Epson con una
          Epson

          dotata di cartucce Epson? Fallo, poi ne

          riparliamo.

          IO ho provato, e la qualità è esattamente LA
          STESSA di quando uso cartucce compatibili,
          che però costano meno della metà (davvero
          pensi che l'inchiostro sia diverso ? O che
          siano fatte diversamente ???) Se vuoi
          continuare a farti fregare....

      • Anonimo scrive:
        Per la sig.ra Milia della Epson
        carissima.Che c'entra la virilità?ha visto un pene?ha visto un muscolo?ha visto qualche "O" al posto della "A" che non le piaceva?che diavolo di corbellerie va dicendo?qui nessuno ha messo in dubbio la QUALITA' di quelle 4-5 stampe che si riescono a fare PRIMA CHE L'INDICATORE DICA CHE L'INCHIOSTRO STA FINENDO.nessuno.Se l'hanno pagata per seguire il forum, lo faccia almeno in maniera intelligente, se mai questo le fosse possibile.- Scritto da: Milia
        Ma che sfoggio di virilita'. Ma hai provato
        mai a stampare su carta Epson con una Epson
        dotata di cartucce Epson? Fallo, poi ne
        riparliamo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono tutti degli imbroglioni ??
        - Scritto da: Milia
        Ma che sfoggio di virilita'. Ma hai provato
        mai a stampare su carta Epson con una Epson
        dotata di cartucce Epson? Fallo, poi ne
        riparliamo.Quindi un libro di 100, 200 pagine quanto mi verrebbe a costare? Gentile Milia, i soldi me li da lei per stampare nel modo che lei indica?Epson era a mio parere la migliore fino a qualche anno fa. Ho una vecchia stampante Epson, la politica un tempo era di realizzare cartucce con taniche piuttosto "grosse". Nel tempo sono diminuite le dimensioni delle taniche, ma il loro costo e' aumentato. Che politica e'?Personalmente ora uso la mia Epson anche se e' vecchia e quindi molto lenta e rumorosa rispetto a nuove stampanti. Ma la ricarico esclusivamente con siringhe e boccettine. Spendo 1/6 di quanto spendevo prima all'incirca.Cordiali saluti e buon lavoro.
  • Anonimo scrive:
    laser
    HP Laserjet 1100, comprata più di 3 anni fa.Mai cambiato toner. Stampe perfette.Mai più una getto d'inchiostro.
    • Anonimo scrive:
      Re: laser
      HP Laserjet 4L comprata quasi 9 anni fa. Cambiate 4 cartucce, stampate n-mila lettere, n-mila per dieci cavolate, quattro tesi in quadrupla copia (non tutte mie eh... ;-))))per un totale approx. di quasi 30000 pagine... problemi zero (neanche di pulizia interna!!!!)Epson Stylus Color 600... 3 mesi senza usarla, ugelli incrostati, tutto da buttare....Mai piu' getto d'inchiostro.....
    • Anonimo scrive:
      Re: laser
      Epson EPL5500+ (3 anni fa)costo della cartuccia? mezza stampante.durata?poco.per stampare una pagina di WORD con della grafica dentro e dei caratteri particolari?bisogno di megabyte aggiuntivistraordinario.ora ho scoperto che il fioraio del capolouogo rigenera le cartucce (e ci guadagna pure un fracco, da quanto ho capito) ... quindi VOILA' risolto il problema --
      lui fa prezzo di listino /2e basta.- Scritto da: logic
      HP Laserjet 1100, comprata più di 3 anni fa.
      Mai cambiato toner. Stampe perfette.
      Mai più una getto d'inchiostro.
  • Anonimo scrive:
    Io ci stampo bene
    Non capisco bene le polemiche che leggo su questi forum. Una cosa di qualita' si paga e io finora con la mia Epson ci ho stampato bene di tutto, anche fotografie. Costa? Ma costa tutto!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Io ci stampo bene
      Beato te che sei multimilionario e non ti fa un baffo spendere e spandere! NOI VOGLIAMO SPENDERE 5 LIRE (0,00258euro, capito mi hai?) di inchiostro A PAGINA, con copertura del 50%!!!!!!!!Questo e' cio' che chiede la massa! Ripeto:720x720 dpi, 4 colori, 5 LIRE a pagina COME USO TIPICO!!!!Se poi vuoi raffinatezze professionali, allora OK, spendi di piu'. Ma per un uso tipico: 5 lire/pag.Non vogliamo inchiostri agli ioni d'oro! Vogliamo decenza economica!!!Che io vada a spendere 100 lire/pag per stamparmi un articoletto on line?Ecc, ecc, bla, bl
    • Anonimo scrive:
      Re: Io ci stampo bene
      Guarda, se vuoi farti fregare, di modi ce ne sono anche molti altri.Eventualmente mi raccomando, non ascoltare tutti questi criticoni che si lamentano e cerca altri modi per farti fregare e, nel frattempo, mentre te lo fanno, sorridi.Poi ti fai una foto e te le stampi a colori.E magari ce la spedisci.- Scritto da: Photographer
      Non capisco bene le polemiche che leggo su
      questi forum. Una cosa di qualita' si paga e
      io finora con la mia Epson ci ho stampato
      bene di tutto, anche fotografie. Costa? Ma
      costa tutto!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Io ci stampo bene
      - Scritto da: Photographer
      Non capisco bene le polemiche che leggo su
      questi forum. Una cosa di qualita' si paga e
      io finora con la mia Epson ci ho stampato
      bene di tutto, anche fotografie. Costa? Ma
      costa tutto!!L'unica cosa che rimproveriamo ad Epson e' la politica che ha assunto negli ultimi anni, ovvero stampanti economiche, inchiostri costosi.Capisci che se una ricarica del nero mi costa L.50mila mentre se uso la siringa e le boccette di inchiostro spendo L.5mila a ricarica... i conti iniziano a non tornare. Non pensi di essere fregato come consumatore?Il problema si pone in modo molto piu' attenuato se stampi poco o comunque materiale di qualita'. Ma se stampi tanto e sei studente, L.50mila per una cartuccia sono inaccettabili.E con questi prezzi delle cartucce e questa politica, a mio personale parere, Epson si rovina l'immagine. Un tempo Epson "ha fatto scuola" in effetti, ma oggi per stampe normali tutte le stampanti stampano bene. Ora i clienti vogliono costi bassi di gestione e non cartucce con poco inchiostro e un pezzetto di plastica a L.50mila. Con confezioni sgargianti di cartone e di plastica. Ma che le mettano in un sacchettino trasparente, che CI viene a costare di meno!Io quando entro in un negozio chiedo: "Ha cartucce per stampante Epson non originali"? Perche' costano a volte meno della meta'.
  • Anonimo scrive:
    mah...
    Io ho una inkjet a colori e una aghi, tutte e due epson. la qualità di queste stampanti lascia a desiderare, ma ci passo sopra.Molta gente pero' usa la sampante inkjet anche per stampare roba che non ha bisogno di qualità.Io mi sono fatto 2 conti: Epson 640 (inkjet a colori): tempo fa avevo pagato una confezione da 2 refill 50.000.Qualità eccelsa ma durata minima.Epson LX300 (aghi): un nastro 7.000 lire.Ci ho stampato 1000 pagine, con qualità sufficiente per una lettura agevole.Fatevi anche voi due conti...
    • Anonimo scrive:
      Re: mah...
      - Scritto da: Vertigo
      Io ho una inkjet a colori e una aghi, tutte
      e due epson. la qualità di queste stampanti
      lascia a desiderare, ma ci passo sopra.
      Molta gente pero' usa la sampante inkjet
      anche per stampare roba che non ha bisogno
      di qualità.
      Io mi sono fatto 2 conti:
      Epson 640 (inkjet a colori): tempo fa avevo
      pagato una confezione da 2 refill 50.000.
      Qualità eccelsa ma durata minima.
      Epson LX300 (aghi): un nastro 7.000 lire.
      Ci ho stampato 1000 pagine, con qualità
      sufficiente per una lettura agevole.

      Fatevi anche voi due conti...Già fatti: l'altro ieri sono passato a guardare i prezzi delle stampanti (e soprattutto delle relative ricariche) e sono uscito dal negozio con un nastro di ricambio per la mia Epson LQ500: 6? e rotti...
      • Anonimo scrive:
        Re: mah...
        effettivamente le stampe ad aghi per un sacco di roba vanno benissimo ... e sono anche veloci.anche se rumorose.se stampi tabulati e magari devi solo leggere una cosa non a schermo.se pèoi vuoi una bella stampa ... beh, la vedo dura.
  • Anonimo scrive:
    questa è strada ormai
    Da anni è in corso in tutti i settori ma soprattutto nella "tecnologia" un progressivo abbassamento dei prezzi di mercato, lo stesso prodotto per via di fattori esterni come,e soprattutto,la concorrenza costa meno all'utente finale con il passare del tempo.Ogni produttore del mercato è costretto a fare i conti con questa tendenza ed ognuno reagisce a proprio modo in funzione di target, budget, storico azienda etc. Sicuramento avviene una "strozzatura" nei confronti di produttori terzi che concorrono alla realizzazione dei materiali distribuiti che si vedono imposti prezzi inferiori per il rinnovo del contratto di fornitura e quasi sempre si adottano escamotage onuove tecnologie (teoricamente meno costose) per la produzione.Raschia raschia molto spesso non rimane molto nell'area dei possibili interventi e così spesso i vecchi modelli vengono aggiornati con prodotti che,apparentemente sono eguali, maqualitativamente sono inferiori e che quindi possono essere posizionati nella fascia di prezzo di interesse del produttore, salvaguardando lo spread remunerazione pur soddisfacendo al "nuovo" prezzo imposto dal mercato.Non sto dicendo che il prodotto Epson è qualitativamente scaduto, anzi,è cosa nota la qualità di questa azienda.Molte produttrici ribaltano la scaletta che concorre alla determinazione dei costi,e quindi dei target di ricavo,inserendo nell'analisi anche gli eventuali ricambi che in questo modo non vengono più considerati un "elemento" esterno all'oggetto a cui appartengono ma si fanno carico di partecipare,con la loro vendita al raggiungimento del target ricavo affidato all'oggetto primario.Quello che si è costretti a "perdere" nel oggetto viene recuperato dal ricambio.Una Lexmark 1100 è stata pagata 52 euro, il suo cartridge a inchiostro nero costa 43euro, il color costa 48, non c'è paragone, a meno che guardiamo il tutto sotto quest'ottica.C'è da dire anche che in questa situazione,soprattutto con primarie aziende che hanno quindi un nome ed uno standard qualità da difendere, acquistiamo prodotti ad un prezzo più conveniente demandando la maggiore "teorica" spesa a tempi successivi, all'atto cioè dell'acquisto ricambio.NON è di ieri questa politica di mercato solo che ce ne accorgiamo in occasioni e tempi diversi.
    • Anonimo scrive:
      signor Imprenditore, guadagni di meno!
      - Scritto da: IB[bla blac'è la concorrenza]
      Ogni produttore del mercato è costretto a
      fare i conti con questa tendenza ed ognuno
      reagisce a proprio modo in funzione di
      target, budget, storico azienda etc.La realtà è che vogliono sempre guadagnarci troppo. E' tutto qui.Piuttosto che guadagnarci troppo i "capoccia", abbassano le paghe alla gente, licenziano, riducono il personale ma poi danno il lavoro al terzo mondo ...
      Sicuramento avviene una "strozzatura" nei
      confronti di produttori terzi che concorrono
      alla realizzazione dei materiali distribuiti
      che si vedono imposti prezzi inferiori per
      il rinnovo del contratto di fornitura e
      quasi sempre si adottano escamotage o
      nuove tecnologie (teoricamente meno costose)
      per la produzione.
      Raschia raschia molto spesso non rimane
      molto nell'area dei possibili interventi e
      così spesso
      i vecchi modelli vengono aggiornati con
      prodotti che,apparentemente sono eguali, ma
      qualitativamente sono inferiori e che quindi
      possono essere posizionati nella fascia di
      prezzo di interesse del produttore,
      salvaguardando lo spread remunerazione pur
      soddisfacendo al "nuovo" prezzo imposto dal
      mercato.la realtà è che ogni buon manager cerca di spendere MENO dell'anno prima, produrre qualcosa di nuovo e guadagnarci DI PIU' lui, o al massimo, il totale dell'azienda.C:\
      Se invece di badare a come fottere il prossimo (dipendenti e clienti) cercassero di fare del loro meglio per assumere la gente che serve, creare prodotti veramente buoni e ad un prezzo decente, questa sarebbe la MIGLIOR politica possibile.La concorrenza basata su questo, tra l'altro, può essere totalmente trasparente.Ad esempio si può invitare la gente a chiedere agli ALTRI di mostrare se loro sono onesti con lavoratori e clienti, dimostrando in modo PALESE che è la verità.C:\

      Non sto dicendo che il prodotto Epson è
      qualitativamente scaduto, anzi,è cosa nota
      la qualità di questa azienda.SOno d'accordo.Anche HP comunque non scherza ... anzi!
      Molte produttrici ribaltano la scaletta che
      concorre alla determinazione dei costi,e
      quindi dei target di ricavo,inserendo
      nell'analisi anche gli eventuali ricambi che
      in questo modo non vengono più considerati
      un "elemento" esterno all'oggetto a cui
      appartengono ma si fanno carico di
      partecipare,con la loro vendita al
      raggiungimento del target ricavo affidato
      all'oggetto primario.con la supercazzola prematurata a destra dello scarpallaccia allacciascarpa anche io sarei d'accordo, ma se prendi in considerazione il parallasse di antani e lo confronti con HP+PH e inverti stampante+foglio/2 allora ottieni che un doppio cono con fragola non si interseca con la fresatrice di Ortotteri.C:\
      FORMAT C: / Q
      Quello che si è costretti a "perdere" nel
      oggetto viene recuperato dal ricambio.C:\
      DEL *.* /YE' questo che ci fa schifo ... ormai i prodotti sono solo degli "utilizzatori di ricambi" ... come vorrebbero che i software fossero "servizi" ... da pagare ogni volta.
      Una Lexmark 1100 è stata pagata 52 euro, il
      suo cartridge a inchiostro nero costa
      43euro, il color costa 48, non c'è paragone,
      a meno che guardiamo il tutto sotto
      quest'ottica.DELTREEin che ottica stiamo guardando?paragone su cosa?
      C'è da dire anche che in questa
      situazione,soprattutto con primarie aziende
      che hanno quindi un nome ed uno standard
      qualità da difendere, acquistiamo prodotti
      ad un prezzo più conveniente demandando la
      maggiore "teorica" spesa a tempi successivi,
      all'atto cioè dell'acquisto ricambio.Demandiamo?LORO demandano! Noi semplicemente acquistiamo un prodotto che ci hanno fatto credere poco costoso, vantaggioso, oltre che fornitore di buone prestazioni.Non hai letto la risposta?Ti dicono che "non si può dire così, perché --politichese+avvocatese-- quindi non è possibile affermare che le promesse non sono mantenute".Ma perché? Perchè sono state preparate le premesse per eventuali confronti di questo tipo.Dovremmo tutti fare un po' di quelle prove, tutti provare a procurare il ricambio.Sono prodotti di consumo, non puoi farli pagare così ... anche perché non sono sempre costati così.Compress.EXEquindi WIPEINFO /batch
      NON è di ieri questa politica di mercato
      solo che ce ne accorgiamo in occasioni e
      tempi diversi.C:\
      PopDrop Boot
      • Anonimo scrive:
        Re: signor Imprenditore, guadagni di meno!
        non comprare epson, la concorrenza esiste per questo, ed informati bene prima dell'acquisto sui prezzi che girano dei ricambi.A te e a me è lasciata un unica scelta, quella di decidere quale prodotto acquistare, semplice.
        • Anonimo scrive:
          Re: signor Imprenditore, guadagni di meno!
          Non comprate manco Lexmark visto che fa la stessa cosa...in generale diffidate delle stampanti a SOLO 49 ? o roba simile, la fregatura arriva, dopo ma arriva...- Scritto da: IB
          non comprare epson, la concorrenza esiste
          per questo, ed informati bene prima
          dell'acquisto sui prezzi che girano dei
          ricambi.
          A te e a me è lasciata un unica scelta,
          quella di decidere quale prodotto
          acquistare, semplice.
          • Anonimo scrive:
            Re: signor Imprenditore, guadagni di meno!
            - Scritto da: Abbasso le stampanti

            Non comprate manco Lexmark visto che fa la
            stessa cosa...in generale diffidate delle
            stampanti a SOLO 49 ? o roba simile, la
            fregatura arriva, dopo ma arriva...Oppure ricaricala con la siringa:1) Hai comperato una stampante a prezzo bassissimo.2) Paghi pochissimo d'inchiostro.W le siringhe e le boccette di inchiostro!
      • Anonimo scrive:
        Re: signor Imprenditore, guadagni di meno!



        Una Lexmark 1100 è stata pagata 52 euro,
        il

        suo cartridge a inchiostro nero costa

        43euro, il color costa 48, non c'è
        paragone,

        a meno che guardiamo il tutto sotto

        quest'ottica.

        DELTREE

        in che ottica stiamo guardando?
        paragone su cosa?
        il paragone tra un prezzo di vendita della stampante hardware e del suo cartridge, uno dei due prezzi è "artefatto" come lo è uno dei due prezzi epson, ma se andiamo a curiosare un po in giro vedremo che questa è la tendenza un po di tutti, se vogliamo essere più pignoli troveremo anche prezzi abbastanza simili, conferma della teoria che sostiene che in un mercato concorrenziale i prezzi si allineano al prezzo che più si avvicina alla soglia in cui esigenze della componente produttiva si incontrano con la componente acquirente (il valore massimo che un utente finale è disposto a sborsare per acquistare un prodotto).Probabilmente non acquisteremmo la stampante se costasse 200 euro, anche se i suoi cartridge venissero a costare 8-10 euro (i vecchi prezzi dei nastri delle aghi)ed il managment commerciale di quell'azienda fallirebbe in pieno i suoi obiettivi perchè non è riuscito a superare il primo semaforo della vendita.Se invece trovassimo una stampante al prezzo di solo 50 euro la nostra diffidenza cadrebbe, la nostra capacità critica verrebbe spenta per l'euforia della convenienza e non andremmo a curiosare sul reale costo di gestione del bene, la compreremmo sull'onda dell'entusiasmo magari per poi accorgerci dell'errore. Il managment di quell'azienda otterrebbe sicuramente maggiori risultati del primo managment perchè iscriverebbe sul suo consuntivo un maggior numero di vendite del primo.Sicuramente la seconda azienda sortirebbe in un maggior numero di clienti insoddisfatti, che in ogni caso erano già elencati tra i "non clienti" se avesse adottato la prima politica commerciale, ma così facendo ne avrebbe strappati molti alla concorrenza perchè, per non gettare via l'acquisto, questi "non clienti" continueranno per un periodo più o meno lungo, ad acquistare loro malgrado il cartridge alla folle cifra di 43-48 euro.Marketing!Alla fine tutto è basato sulla nostra capacità critica nell'affrontare un acquisto e conservare le nostre capacità di giudizio indipendentemente da fattori condizionanti.In un mercato complesso come il nostro occidentale in genere, sono molti i semafori da superare in una vendita e più è complesso e più lo sono le strategie atte a "penetrare", a volte anche costringendo il cliente al consumo attraverso un "cavallo di troia" o articolo di sfondamento.Guai (per i produttori) sarebbero se un elemento produttivo sconosciuto e non allineato (o un allineato deciso a rimescolare le quote di mercato) entrasse nella "torta" applicando prezzi atti a "scassare" gli equilibri, uscendo con prezzi decisamente inferiori in tutti i suoi componenti, nel giro di breve tempo assisteremmo ad una guerra in cui si cercherebbe prima di "tacitare" il concorrente, poi, se questo non riuscisse, vedremmo prezzi in discesa nel tentativo di allinearsi al nuovo con squilibri più o meno evidenti come quello delle cartridge di cui stiamo parlando.Il bello di questi mercati occidentali sta nel fatto che periodicamente si assiste all?apparizione diquesti ?fattori destabilizzanti? che alla fine, se conserviamo le nostre capacità critiche, aiutano noi a spendere di meno per lo stesso prodotto. ( ti ricordo che 8 anni fa una media stampante ad aghi costava circa mezzo milione di allora ed una cartridge a nastro colorato circa 32.000, durava poco e la qualità di stampa non era sicuramente paragonabile alle attuali inkget, fatti i tuoi conti sulla spesa annua di gestione di un simile catafalco)
  • Anonimo scrive:
    epson?
    Fatevi due conti: pochi grammi di inchiostro per 40 euro?
  • Anonimo scrive:
    Sempre fatto...
    E' da sempre che frego le stampanti Epson togliendo e reinserendo la cartuccia che viene segnalata esaurita e così facendo riesco a stampare ancora per un bel po'.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempre fatto...
      Purtroppo con la C60 non funziona, proprio a causa del famigerato chip...
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempre fatto...
      i "firmware" servono a risolvere questo "PROBLEMA" ... ;-)- Scritto da: djsmegma
      E' da sempre che frego le stampanti Epson
      togliendo e reinserendo la cartuccia che
      viene segnalata esaurita e così facendo
      riesco a stampare ancora per un bel po'.
  • Anonimo scrive:
    Continuate a lamentarvi
    Bravi, continuate a lamentarvi, potevate continuare a scrivere a macchina o a mano, magari con penna e calamaio.L'avanzare della tecnologia ha portato innovazioni in tutti i campi, compreso quello della riprografia; quindi sono nati dei costi per il materiale consumabile (lo volevate gratis forse?).E siccome le stampanti le fanno LORO bisogna accontentarsi se non volete scrivere a mano...ok?
    • Anonimo scrive:
      Re: Continuate a lamentarvi

      L'avanzare della tecnologia ha portato
      innovazioni in tutti i campi, compreso
      quello della riprografia; quindi sono nati
      dei costi per il materiale consumabile (lo
      volevate gratis forse?).ragionamento perfetto: avanza la tecnologia e noi spendiamo di più. ti hanno mai detto che nel campo informatico i prezzi si abbassano continuamente?
      E siccome le stampanti le fanno LORO bisogna
      accontentarsi se non volete scrivere a
      mano...ok? secondo te è normale spendere 99 mila lire per una stampante che contiene: -elettronica-ingranaggi, cinghie, tamburi, perni, ecc-sensori vari-testina di stampa-1 cartucciae spendere 80 mila lire per una cartuccia?
      • Anonimo scrive:
        Re: Continuate a lamentarvi

        secondo te è normale spendere 99 mila lire
        per una stampante che contiene:
        -elettronica
        -ingranaggi, cinghie, tamburi, perni, ecc
        -sensori vari
        -testina di stampa
        -1 cartuccia

        e spendere 80 mila lire per una cartuccia?No, se il tuo ragionamento è fatto a mero rigor di logica. Si, invece, conoscendo e considerando la politica di tutti i produttori di stampanti. Ed è proprio conoscendo tale modus che il fatto riportato dall'utente insospettisce più che se si fosse trattato di altri componenti, poichè il guadagno delle case è ormai per amplissima percentuale sui consumabili.
        • Anonimo scrive:
          Re: Continuate a lamentarvi

          considerando la politica di tutti ihai detto giusto: è solo POLITICA del prezzi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Continuate a lamentarvi
          Ottima politica! Adesso scrivo a Montezemolo: facciano lo stesso con le Ferrari: loro mi regalano una Modena ed io poi penso a farci il pieno (1 o 2 volte al mese) [e loro si accontentino delle % dai petrolieri].
    • Anonimo scrive:
      Re: Continuate a lamentarvi
      forse non avete capito quello che volevo dire, o non mi sono spiegato bene.Secondo me il gruppo di produttori di stampanti è una lobby (tipo le aziende del tabacco) contro la quale nessuno si sogna di andare, e chi lo fa si trova sepolto in Madagascar :)))Quindi il motto: "acoontentati di quello che ti danno e di quanto lo paghi"
      • Anonimo scrive:
        Re: Continuate a lamentarvi
        Seguendo questo tuo ragionamento c'e' da mettersi sempre in ginocchio di fornte allo strapotere altrui. Tu non hai un po' di dignita'? Io si. E far capire a questi signori che i loro clienti sono la loro ricchezza e non dei polli da ingannare, va fatto ogni tanto. Io sono il cliente e quindi io sono quello che permette a questi signori di lavorare. Per esempio puoi d'ora innanzi evitare di comprare prodotti Epson. Sono potenti ma non hanno mica il monopolio assoluto delle stampanti.
      • Anonimo scrive:
        "accontentati" è quello che affossa il mondo
        MAI.il mondo deve migliorare.finché soccomberemo a chi ci vuole fottere, sempre e sempre e sempre ... prima o poi sprofonderemo nel magma totale.- Scritto da: Jimmy
        Quindi il motto: "acoontentati di quello che
        ti danno e di quanto lo paghi"
    • Anonimo scrive:
      che GRANDISSIMA stronzata
      sono cazzate.le stampanti le facevano loro anche primae l'articolo ti dimostra che i costi non sono quelli.vuoi prendertela indercooler ancora?fai pure.La ricerca e lo sviluppo possono essere assorbite dalla produzione di un BUON PRODOTTO che per QUESTO vende.altrimenti se fai mercato sporco, prima o poi verrai sgamato.se poi tu preferisci subire, subisci. Non pretendere che noi ci votiamo alla stupidità.non ci venderanno il letame per oro.E anche il letame ha il suo giusto costo e la sua utilità.- Scritto da: Jimmy
      Bravi, continuate a lamentarvi, potevate
      continuare a scrivere a macchina o a mano,
      magari con penna e calamaio.
      L'avanzare della tecnologia ha portato
      innovazioni in tutti i campi, compreso
      quello della riprografia; quindi sono nati
      dei costi per il materiale consumabile (lo
      volevate gratis forse?).
      E siccome le stampanti le fanno LORO bisogna
      accontentarsi se non volete scrivere a
      mano...ok?
  • Anonimo scrive:
    SPRECO!
    Sono 5 anni che non prendo piu' Epson.Avevo una Epson Stylus color 600, le cui cartuccie costavano 40.000 lire e si stampavano 300 pag. Sono tuttora convinto che la maggiorparte d'inchiostro veniva sprecato nella pulizia delle testine, ma lasciamo stare.Ora ho un HP OfficeJet G55, non solo la cartuccia costa 78.000 con un'autonomia di 900 pagine, ma quando e' esausta, la ricarico con un bottiglione d'inchiostro acquistato online per 79.000 lire.piu' o meno spendo 6000 a ricarica. La qualita' e' ottima, e soprattutto la garanzia non decade (andare a vedere sul sito di HP).Ecco perche' da 5 anni non prendo piu' Epson e sconsiglio a tutti tali stampanti.
    • Anonimo scrive:
      Re: SPRECO!
      Grazie per la segnalazione di Hp e del Modello OfficeJetG55, ci faro' un pensierino: W le ricariche manuali con siringa e "botticini" vari a L.6000 a ricarica!
  • Anonimo scrive:
    stampanti epson e cartucce
    io presi una 360 per mio padre. praticamente un giocattolo per bambinio mi ha consumato 5 cartucce in un mese e si è distrutta dopo 2 mesi. tra l'altro le cartucce epson sono al 90% cartucce false o rimarcate che vengono da hongkong e distruggono le stampanti (già prodotti scadenti). purtroppo la politica di epson di vendere le stampanti a prezzi inferiori a quelli delle sue cartucce non penso porti buoni prodotti e nemmeno alla soddisfazione dei clienti
  • Anonimo scrive:
    ESCLUSIVA
    E' un po' come se la FIAT mi obbligasse ad usare i pneumatici di sua produzione ed a buttarli dopo 20.000 Km perché a suo insindacabile giudizio non sono più sicuri.-Rivendico il diritto di usare i pneumatici -ed i consumabili- che voglio e, naturalmente, di sopportarne eventuali danni.-Uso CANON e sto molto bene.-Piero
    • Anonimo scrive:
      Re: ESCLUSIVA
      Anch'io, stufo di spendere uno sproposito in cartucce, ho sostituito la mia Epson con una Canon (metodo di scelta: quella con le cartucce meno care).Sorpresa delle sorprese! Oltre a costare meno della meta' le cartucce Canon letteralmente non si consumano mai...Certo, la Canon e' di fascia di prezzo piu' bassa rispetto alla vecchia Epson, ma per un uso casalingo e' di ordini di grandezza consigliabile la prima rispetto alla seconda.Canon un po' piu' lenta e un po' meno di qualita'... ma i costi di esercizio non sono nemmeno lontanamente paragonabili con quelli Epson!Epson va meglio per i professionisti, ma a quel punto perche' non cambiare tecnologia di stampa?Ciao.- Scritto da: Piero
      E' un po' come se la FIAT mi obbligasse ad
      usare i pneumatici di sua produzione ed a
      buttarli dopo 20.000 Km perché a suo
      insindacabile giudizio non sono più sicuri.-
      Rivendico il diritto di usare i pneumatici
      -ed i consumabili- che voglio e,
      naturalmente, di sopportarne eventuali
      danni.-
      Uso CANON e sto molto bene.-
      Piero
      • Anonimo scrive:
        Re: ESCLUSIVA
        Condivido pienamente!Ho appena preso la C60 e sono già alla seconda cartuccia.Dopo questa fregatura sarà dura che ricomprerò Epson.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: ESCLUSIVA
          Balle; in ufficio da mia mamma ne hanno una che è una idrovora.Devono cambiare la cartuccia del nero talmente spesso che hanno deciso di comprarsi una stampante laser ( stampano molto e forse dovevano pensarci prima) per ottimizzare i costi di gestione.
  • Anonimo scrive:
    Per rispetto della natura comprero una canon?
    ...ritengo le epson il non-plus-ultra per la stampa delle mie fotografie naturalistiche, ma amando la natura infinitamente più di qualsiasi stampa, non rispetto la scelta consumistica della Epson!Eppure continuano a produrre la fantastica stylus 3000 con i suoi cartuccioni, ormai perfettamente imitati a un prezzo infinitesimale...un saluto da rePAZZO!p.s.: ...e un pò come se comprassimo una nuova auto col pieno ad un prezzo inferiore del prossimo pieno di benzina...:-)!
  • Anonimo scrive:
    Amici: diffondete questa notizia!
    Sto mandando a tutti gli amici il link di Punto Informatico a questa notizia.In attesa che Epson comunichi qualcosa di meno offensivo della risposta (ma voi di P.I. le cose offensive non le censuravate una volta ?)
  • Anonimo scrive:
    eh ma cavolo..
    eh ma che cavolo.. proprio ieri sera ho ordinato una nuova fiammante epson stylus photo 810.... adesso mi presentate tutto sto bordello.. non è mica regolare.. eh!
  • Anonimo scrive:
    Grazie PI - Ora starò più attento alla Epson...
    Mi pare che la Epson abbia conquistato il mercato e ora stia godendone i frutti proponendo stampanti sempre meno performanti.Stanamente le stampanti Epson "ciucciano" più inchiostro delle altre marche.Quella del chip vale da sola come motivo per il non acquisto.Scarlight
  • Anonimo scrive:
    Nota Bene - Grazie a PI della pubblicazione
    Chiedo scusa se ricopio e incollo, ma vorrei per una volta che avesse una certa visibilita', visto che gli inchiostri di stampanti hanno raggiunto prezzi non commentabili ed Epson si e' allineata a tutte le altre case purtroppo. Anzi... ha introdotto i chip di controllo... segue:Ps: con tutto il rispetto, ma la risposta di Epson al ragazzo che ha acquistato la stampante la trovo un po' discutibile.Re: mah... di Gabriele (non registrato) del 13/03/02 (2:31)- Scritto da: buccia
    Non so voi, ma a me pagare 40 euro per una
    cartuccia di cui ne posso utilizzare metà mi
    pare un po' eccessivo.Direi che non e' commentabile. I prezzi attuali delle cartucce di ogni marca sono vergognosi. Un'analogia puo' essere fatta con il costo dei CD musicali: costano cosi' tanto che per ascoltare musica la gente si rivolge altrove.
    Inoltre, mi pare vera questa tendenza da
    parte delle case costruttrici di stampanti,
    di giocare i guadagni sui materiali di
    ocnsumo, proponendo prodotti
    tecnologicamente all'avanguardia a prezzi
    bassissimi.Esatto, vedi Epson o anche Lexmark, stampante nuova a L.69mila comprensiva di cartuccia inchiostro a colori, al supermercato. Cartuccia inchiostro nuovo L.85mila. E' piu' economico comperarsi ogni volta la stampante nuova...
    Inoltre, ammetto che forse (ma a me non è
    mai capitato), le cartucce rigenerate sono
    qualitativamente inferiori alle originali,
    ma esse costano anche la metà della
    metà...Sul colore confermo, la qualita' e' inferiore, ma sul bianco e nero e' analoga. Da mesi ormai ricarico neanche piu' con cartucce non originali ma con siringhe e inchiostro www.refill.it o di altre case. Non lo consiglio a chi ha una stampante nuova. Ma a chi ha una stampante, magari Epson vecchia, un tentativo lo potrebbe fare e provare a ricaricarla spendendo L.5mila per ricarica circa. Poi le stampanti Epson vecchie non avevano quel chip che noi paghiamo e che hanno introdotto, a mio parere, per non permettere la ricarica. Va bene che ci sono i chip che lo bypassano o i bravi "ingegneri elettronici" come il nostro amico dell'articolo. Pero, dico io. Invece di chippini, non potevano optare per abbassare il costo della cartuccia. A causa di questi chip, siccome in futuro ho intenzione di ricaricare sempre le mie cartucce con inchiostro+siringa, la mia prossima stampante non sara' Epson, ma sara' di altra marca, senza chip di protezione vari... che mi infastidiscono. E' un po' come limitare cio' che l'utente puo' fare per autotutelarsi. Io capisco far pagare di piu' la stampante, fatemela pagare il triplo. Ma poi, se e' diventata MIA, voi non avete piu' alcun diritto su di essa. Se voglio, devo poterla ricaricare con l'inchiostro che voglio e come voglio. A me non piacciono le restrizioni, W gli inchiostri sciolti e le siringhe! Attenzione pero' ad usarli, magari su stampanti vecchie e non nuove... ognuno e' responsabile della sua stampante... Certo e' che se una stampante costa L.69mila non c'e' molto da temere... visto che anche le cartucce Epson hanno ormai raggiunto cifre analoghe.
    il che mi fa capire che o la
    tecnologia che usa epson per produrre le
    cartucce è talmente costosa da giustificare
    il prezzo finale, oppure "qualcuno" se ne
    approfitta!Loro devono tutelarsi, ma lo fanno in modo sbagliato, con chip che dovrebbero forzare i clienti a non ricaricare le cartucce e con garanzie che scadono se non si usano i loro prodotti. Io fossi in loro farei qualche prodotto di categoria DIVERSA in cui:1) La stampante costa un po' di piu'.2) La garanzia annuale non decade se si usano inchiostri non Epson.3) Senza chippettini vari di protezione.4) Con metodi di ricarica manuali "per esperti" con cartucce e siringhe o similari a L.15mila l'uno. Cosi' facendo aprirebbero un NUOVO mercato, cio' che noi tutti vorremmo. E non boccettine minuscole di inchiostro a L.50mila! Ma lo sanno i produttori di stampanti che non tutti vogliono stampare le foto, ma che molti stampano risme e non tutti si possono permettere le stampanti laser?
    Personalmente non credo che i materiali
    usati per le cartucce originali costino il
    doppio del doppio di quelli usati nelle
    compatibili...Neanche io...
    Poi...lascio a voi una conclusione...Grazie del post. Speriamo che lo leggano gli amici della Epson. Li ringrazio per il loro lavoro e per aver realizzato la mia "fida" stampante. Ma vista la loro attuale politica, ringraziandoli nuovamente, ma la mia prossima stampante non sara' Epson.Ciao!
  • Anonimo scrive:
    La mia stampante !
    Sapete, io uso una spettacolare COMMODORE MPS-1230, proveniente dritta dritta dal mio C64, con interfaccia parallela e in emulazione Ibm Proprinter : 9 Aghi B/N, 130 Cps, Nlq, si riesce a leggere ciò che viene stampato, ed i nastri (dei quali possiedo una discreta riserva) si ricaricano versandoci sopra inchiostro per timbri. Alla faccia della Epson.
    • Anonimo scrive:
      Re: La mia stampante !
      Bella gioia, e per stampare un pdf di 25 pagine che ti ci vogliono, 3 notti insonni a 70 dB come con la mia vecchia Star 24 aghi?Certo, non spendi nulla, ma che lentezza! E che rumore!
    • Anonimo scrive:
      Re: La mia stampante !
      - Scritto da: Piwi
      Sapete, io uso una spettacolare COMMODORE
      MPS-1230, proveniente dritta dritta dal mio
      C64, con interfaccia parallela e in
      emulazione Ibm Proprinter : 9 Aghi B/N, 130
      Cps, Nlq, si riesce a leggere ciò che viene
      stampato, ed i nastri (dei quali possiedo
      una discreta riserva) si ricaricano
      versandoci sopra inchiostro per timbri. Alla
      faccia della Epson.chissà se già allora la Epson produceva stampanti a 9 aghi con i nastri con il chipetto che se ci versi sopra inchiostro per timbri smettono di funzionare ! !
  • Anonimo scrive:
    Il bidone e' anche piu' grave!
    Io ho una stylus color 890 della epson e sapete cosa succede?Anche se non usi affatto la cartuccia a colori... questa si esaurusce lo stesso, con la pulizia *automatica* delle testine...Da notare che senza la cartuccia a colori piena e inserita la stampante si rifiuta di funzionare in bianco e nero.Morale? doppia spesa... altro che bidone.. una truffa vera e propria.Nessuno e' riuscito a bipassare 'sto meccanismo della cartuccia a colori?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il bidone e' anche piu' grave!
      - Scritto da: Mr. Lars
      Io ho una stylus color 890 della epson e
      sapete cosa succede?
      Anche se non usi affatto la cartuccia a
      colori... questa si esaurusce lo stesso, con
      la pulizia *automatica* delle testine...
      Da notare che senza la cartuccia a colori
      piena e inserita la stampante si rifiuta di
      funzionare in bianco e nero.
      Morale? doppia spesa... altro che bidone..
      una truffa vera e propria.
      Nessuno e' riuscito a bipassare 'sto
      meccanismo della cartuccia a colori?Purtroppo il problema non è limitato alle Epson. Io possiedo una HP Deskjet 692C, le cui cartucce nuove costano complessivamente 80 Euro circa, e si possono ricaricare per un massimo di 5 volte (con sistema ovviamente del tutto estraneo ai signori HP & Co.) Poco tempo fa si è guastato il chip sulla cartuccia a colori e la stampante si rifiutava di funzionare: ho dovuto comprare una cartuccia nuova, anche se quasi mai stampo a colori. Anch'io sarei felice di trovare un sistema per eludere il controllo via chip.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il bidone e' anche piu' grave!
      - Scritto da: Mr. Lars
      Io ho una stylus color 890 della epson
      Da notare che senza la cartuccia a colori
      piena e inserita la stampante si rifiuta di
      funzionare in bianco e nero.Smenstisco tutto.Quando la cartuccia a colori mi si è esaurita ed il pannello di controllo Epson mi segnalava di cambiarla, ho continuato tranquillamente a stampare in bianco e nero.Poi ho ordinato delle boccette di inchiostro presso una ditta, alla faccia di Epson :-)!! Il costo per ricarica di una cartuccia rigenerata a mano è molto basso, consiglio a tutti di provare. La qualità (almeno nelle stampe iniziali) è stata un po' deludente (sbavature e addirittura MACCHIE di inchiostro sui fogli) ma dopo qualche prova pare si sia "stabilizzata".mARCOs
      • Anonimo scrive:
        Re: Il bidone e' anche piu' grave!


        Smenstisco tutto.

        Quando la cartuccia a colori mi si è
        esaurita ed il pannello di controllo Epson
        mi segnalava di cambiarla, ho continuato
        tranquillamente a stampare in bianco e nero.
        perchè la tua non è una delle nuove Epson con il chip.Quelle con il chip non funzionano se una cartuccià è giudicata scarica
        • Anonimo scrive:
          Re: Il bidone e' anche piu' grave!
          sempre la stessa ditta fornisce un attrezzino che permette di "ricaricare" anche il chip.. :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Il bidone e' anche piu' grave!
          - Scritto da: aXSe
          perchè la tua non è una delle nuove Epson
          con il chip.
          Quelle con il chip non funzionano se una
          cartuccià è giudicata scaricaTi sbagli, la mia stampante è proprio la 890 e la ditta da cui ho ordinato gli inschiostri mi ha venduto anche un affarino che riprogramma il chip presente sulle cartucce.Cmq, ripeto: anche non riprogrammando niente, ho stampato in bianco e nero con la cartuccia dei colori azzerata.mARCOs
      • Anonimo scrive:
        Re: Il bidone e' anche piu' grave!


        Smenstisco tutto.
        Evidentemente vi è sfuggito il thread.Mr Lars fa riferimento a cartuccia pienae INSERITA, ed ha provato a toglierlaper via del fatto che la pulizia automatica, col tempo, consuma ed esaurisce in ogni casola cartuccia a colori, a prescindere dal suoutilizzo.ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Il bidone e' anche piu' grave!
          - Scritto da: cartucciacolore
          Evidentemente vi è sfuggito il thread.
          Mr Lars fa riferimento a cartuccia piena
          e INSERITAAppunto, lui ha detto PIENA ed inserita.Se la lasci VUOTA ed inserita, puoi ancora stampare in b/n.mARCOs
      • Anonimo scrive:
        Re: Il bidone e' anche piu' grave!
        Ti smentisco subito, continui a stamapre se la cartuccia resta inserita, se la togli la stampante non stampa neanke in b/n
        • Anonimo scrive:
          Re: Il bidone e' anche piu' grave!
          - Scritto da: Dj_MeCs
          Ti smentisco subito, continui a stamapre se
          la cartuccia resta inserita, se la togli la
          stampante non stampa neanke in b/nQuesto era il pezzo scritto da Mr. Lars: " senza la cartuccia a colori" piena e inseritaDetto così, sembra che o hai tutte e due le cartucce piene o non puoi stampare. Non è esattamente così, perché, anche se hai una cartuccia vuota ma inserita, puoi continuare lo stesso a stampare.
          • contegio scrive:
            Re: Il bidone e' anche piu' grave!
            Con la mia C62 finita quella a colori non c'era verso di stampare nemmeno in b/n
  • Anonimo scrive:
    C'era una volta la Stylus Color 300
    Aveva un'unica cartuccia con tutti e 4 i colori, se uno si finiva si doveva sostituire tutta la cartuccia anche se i serbatoi degli altri colori erano pieni! BHA! E' stata la prima e unica stampante Epson che ho comprato, mi sono trovato MOLTO meglio con altre marche.
  • Anonimo scrive:
    EPSON STYLUS PHOTO 750
    Stampe bellissime, meglio delle foto.Però:dopo 1 anno ingialliscono a vista d'occhiodopo 20 (dico 20, massimo 30) stampe in formato A4 max risoluzione carta fotografica l'inchiostro finisce e sono 20+20 ? o giù di lì (questo si poteva preventivare, comunque)dopo non molte stampe a colori su carta normale in modo normale l'inchiostro finiscedopo qualche giorno di non utilizzo colori mancanti e quindi necessità di pulire testine e quindi maggior consumoPer finire: confronto con HP nettamente a favore di quest'ultima per stampe normali, più veloci, anche interrompendo per giorniStampe fotografiche maggiore definizione per Epson, ma consumo dell'inchiostro vermanete troppo ingente. Molto bella, ma finora l'ho usata veramente poco. Non penso che la riacquisterei
  • Anonimo scrive:
    Due domande....
    1) Se invece di arrivare a quel famoso 20%, l'inchiostro finisce tutto, cosa succede ?2) Quanti di quei 43? sono dovuti al chip ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Due domande....
      Alla seconda non so darti risposta, ma per la prima sì.Se vai avanti a stampare con la cartuccia finita rischi di inserire bolle d'aria nella testina. Questo è un problema perchè essendo una testina piezo-elettrica rischi di alterare la pressione interna e quindi far "esplodere" l'ugello della testina con obbligo di portarla al centro assistenza o buttarla.ciao ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Due domande....
        - Scritto da: Daniele
        Alla seconda non so darti risposta, ma per
        la prima sì.
        Se vai avanti a stampare con la cartuccia
        finita rischi di inserire bolle d'aria nella
        testina. Questo è un problema perchè essendo
        una testina piezo-elettrica rischi di
        alterare la pressione interna e quindi far
        "esplodere" l'ugello della testina con
        obbligo di portarla al centro assistenza o
        buttarla.Ma allora non è meglio una soluzione alla HP ?Quando finisce l'inchiostro che esploda pure qualche ugello... tanto poi vengono sostituiti insieme alla cartuccia...Comunque stavo quasi per cambiare stampante. Poi ho cambiato idea e per fortuna l'altro giorno ho finalmente trovato un posto che vende ancora i nastri per la mia Epson LQ500 (ad aghi...). Ora mi sa che andrò a fare scorta: gli aghi non "esplodono" quando il nastro è consumato.. :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Due domande....
          Certo non esplodono, però si spezzano oppure le guide in teflon degli aghi si smangiano e la stampa viene tutta tremolante.O ancora si guasta il sistema di sparo degli aghi per cui non battono più.Hai provato per curiosità ad informarti sul prezzo della testina???Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Due domande....
            - Scritto da: pirix
            Certo non esplodono, però si spezzano oppure
            le guide in teflon degli aghi si smangiano e
            la stampa viene tutta tremolante.
            O ancora si guasta il sistema di sparo degli
            aghi per cui non battono più.
            Hai provato per curiosità ad informarti sul
            prezzo della testina???
            CiaoMa perchè secondo te io andrei a cambiare testina ad una LQ500 di oltre 10 anni ?Se per caso smette di funzionare pace. La metto in un museo e vado a farmi fregare per una inkjet. Fra il resto ho scoperto che le stampanti ad aghi si trovano ancora e, oltre ad essere monocromatiche, costano molto più care delle inkjet...Però il nastro lo paghi 6? e ci stampi 1000 pagine...
          • Anonimo scrive:
            Re: Due domande....
            - Scritto da: TeX

            ...Fra il resto ho scoperto che le
            stampanti ad aghi si trovano ancora e, oltre
            ad essere monocromatiche, costano molto più
            care delle inkjet...Credo che servano ancora a chi ha la necessita' di stampare quei moduli in piu' copie con la carta autoricalcante.
  • Anonimo scrive:
    mah...
    Non so voi, ma a me pagare 40 euro per una cartuccia di cui ne posso utilizzare metà mi pare un po' eccessivo.Inoltre, mi pare vera questa tendenza da parte delle case costruttrici di stampanti, di giocare i guadagni sui materiali di ocnsumo, proponendo prodotti tecnologicamente all'avanguardia a prezzi bassissimi.Inoltre, ammetto che forse (ma a me non è mai capitato), le cartucce rigenerate sono qualitativamente inferiori alle originali, ma esse costano anche la metà della metà...il che mi fa capire che o la tecnologia che usa epson per produrre le cartucce è talmente costosa da giustificare il prezzo finale, oppure "qualcuno" se ne approfitta!Personalmente non credo che i materiali usati per le cartucce originali costino il doppio del doppio di quelli usati nelle compatibili...Poi...lascio a voi una conclusione...
    • Anonimo scrive:
      Re: mah...
      - Scritto da: buccia
      Non so voi, ma a me pagare 40 euro per una
      cartuccia di cui ne posso utilizzare metà mi
      pare un po' eccessivo.Direi che non e' commentabile. I prezzi attuali delle cartucce di ogni marca sono vergognosi. Un'analogia puo' essere fatta con il costo dei CD musicali: costano cosi' tanto che per ascoltare musica la gente si rivolge altrove.
      Inoltre, mi pare vera questa tendenza da
      parte delle case costruttrici di stampanti,
      di giocare i guadagni sui materiali di
      ocnsumo, proponendo prodotti
      tecnologicamente all'avanguardia a prezzi
      bassissimi.Esatto, vedi Epson o anche Lexmark, stampante nuova a L.69mila comprensiva di cartuccia inchiostro a colori, al supermercato. Cartuccia inchiostro nuovo L.85mila. E' piu' economico comperarsi ogni volta la stampante nuova...
      Inoltre, ammetto che forse (ma a me non è
      mai capitato), le cartucce rigenerate sono
      qualitativamente inferiori alle originali,
      ma esse costano anche la metà della
      metà...Sul colore confermo, la qualita' e' inferiore, ma sul bianco e nero e' analoga. Da mesi ormai ricarico neanche piu' con cartucce non originali ma con siringhe e inchiostro www.refill.it o di altre case. Non lo consiglio a chi ha una stampante nuova. Ma a chi ha una stampante, magari Epson vecchia, un tentativo lo potrebbe fare e provare a ricaricarla spendendo L.5mila per ricarica circa. Poi le stampanti Epson vecchie non avevano quel chip che noi paghiamo e che hanno introdotto, a mio parere, per non permettere la ricarica. Va bene che ci sono i chip che lo bypassano o i bravi "ingegneri elettronici" come il nostro amico dell'articolo. Pero, dico io. Invece di chippini, non potevano optare per abbassare il costo della cartuccia. A causa di questi chip, siccome in futuro ho intenzione di ricaricare sempre le mie cartucce con inchiostro+siringa, la mia prossima stampante non sara' Epson, ma sara' di altra marca, senza chip di protezione vari... che mi infastidiscono. E' un po' come limitare cio' che l'utente puo' fare per autotutelarsi. Io capisco far pagare di piu' la stampante, fatemela pagare il triplo. Ma poi, se e' diventata MIA, voi non avete piu' alcun diritto su di essa. Se voglio, devo poterla ricaricare con l'inchiostro che voglio e come voglio. A me non piacciono le restrizioni, W gli inchiostri sciolti e le siringhe! Attenzione pero' ad usarli, magari su stampanti vecchie e non nuove... ognuno e' responsabile della sua stampante... Certo e' che se una stampante costa L.69mila non c'e' molto da temere... visto che anche le cartucce Epson hanno ormai raggiunto cifre analoghe.
      il che mi fa capire che o la
      tecnologia che usa epson per produrre le
      cartucce è talmente costosa da giustificare
      il prezzo finale, oppure "qualcuno" se ne
      approfitta!Loro devono tutelarsi, ma lo fanno in modo sbagliato, con chip che dovrebbero forzare i clienti a non ricaricare le cartucce e con garanzie che scadono se non si usano i loro prodotti. Io fossi in loro farei qualche prodotto di categoria DIVERSA in cui:1) La stampante costa un po' di piu'.2) La garanzia annuale non decade se si usano inchiostri non Epson.3) Senza chippettini vari di protezione.4) Con metodi di ricarica manuali "per esperti" con cartucce e siringhe o similari a L.15mila l'uno. Cosi' facendo aprirebbero un NUOVO mercato, cio' che noi tutti vorremmo. E non boccettine minuscole di inchiostro a L.50mila! Ma lo sanno i produttori di stampanti che non tutti vogliono stampare le foto, ma che molti stampano risme e non tutti si possono permettere le stampanti laser?
      Personalmente non credo che i materiali
      usati per le cartucce originali costino il
      doppio del doppio di quelli usati nelle
      compatibili...Neanche io...
      Poi...lascio a voi una conclusione...Grazie del post. Speriamo che lo leggano gli amici della Epson. Li ringrazio per il loro lavoro e per aver realizzato la mia "fida" stampante. Ma vista la loro attuale politica, ringraziandoli nuovamente, ma la mia prossima stampante non sara' Epson.Ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: mah...
      - Scritto da: buccia
      Non so voi, ma a me pagare 40 euro per una
      cartuccia di cui ne posso utilizzare metà mi
      pare un po' eccessivo.Come sarebbe, la metà? L'80%, semmai.
      Inoltre, mi pare vera questa tendenza da
      parte delle case costruttrici di stampanti,
      di giocare i guadagni sui materiali di
      ocnsumo, proponendo prodotti
      tecnologicamente all'avanguardia a prezzi
      bassissimi.Questo è vero ma la "colpa" è anche degli utenti.Se il mercato vuole prodotti a basso costo, una multinazionale non può offrirti qualità e nello stesso tempo fartela pagare due lire. Ed allora ti vende le stampanti a un prezzo basso ma poi si rifà sulle cartucce.Dico "colpa" degli utenti, anche perché il costo della cartucce non è un segreto che scopri dopo l'acquisto della stampante. E allora basta informarsi prima, per evitare tante fregature.Con questo, ovviamente, non giustifico i prezzi (assurdi) a cui Epson vende le proprie cartucce.
      Inoltre, ammetto che forse (ma a me non è
      mai capitato), le cartucce rigenerate sono
      qualitativamente inferiori alle originali,
      ma esse costano anche la metà della
      metà...il che mi fa capire che o la
      tecnologia che usa epson per produrre le
      cartucce è talmente costosa da giustificare
      il prezzo finale, oppure "qualcuno" se ne
      approfitta!Beh, io ho ricaricato le cartucce della mia Epson 890 e, dopo un penoso periodo di assestamento, pieno di sbavature e macchie sui fogli, ora pare che stampi come prima.mARCOs
  • Anonimo scrive:
    Testina di Minchia
    Brutta testina di minchia. Quante stampe credevi si potessero fare con una stampante a getto d'inchiostro? Un FANTASTILIARDO??? MAGARIVisto che non stampi a colori (dici una ogni 200) prendevi una laser e non rompevi.Sono contento per te se si bruciano gli ugelli della stampante con una bella bolla d'aria.
    • Anonimo scrive:
      Re: Testina di Minchia
      Lavori alla Epson Italia?Se no, perchè tanta rabbia?Credo comunque che il cliente di prodotti Epson sia ingannato nel momento della scelta, quando valuta il costo di una cartuccia che contiene x ml di inchiostro.Se la cartuccia viene utilizzata solo parzialmente le presunta convenienza potrebbe svanire.Inoltre la necessità di proibire l'uso di consumabili diversi trova spiegazione solo in presenza della volontà di indurre il cliente all'acquisto con un prezzo civetta che sarà poi recuperato nel tempo attraverso i materiali di consumo.Credo che nessuno in Italia si possa aspettare risultati identici tra una cartuccia originale e una che costa ad es. la metà.Epson potrebbe però asternersi dal produrre simili motivazioni, almeno per difendere la propria (presunta) serietà.
    • Anonimo scrive:
      Re: Testina di Minchia
      egregio lord inglese, vedo che gli studi che Lei ha fatto ad Oxford non sono completi, probabilmente Lei dimentica che fino ad un quarto d'ora fa le stampanti non avevano alcun chip sulle cartuccie, finivano l'inchiostro e nessuno buttava la stampante per questo......CAXXONE DI ME#DA!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Testina di Minchia
        Il problema non è che si butta la stampante...non è vero assolutamente...Il problema è che la politica del consumismo sta andando sempre piu verso appunto il guadagno sui beni di consumo, e non piu sui prodotti in se stessi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Testina di Minchia
          Ma stai a perdere tempo con un poverino?...lascialo perdere, tanto probabilmente in una cartuccia epson il suo cervello navigherebbe tranquillamente date le dimensioni..ciao Ste
Chiudi i commenti