Microsoft consegna i documenti alla UE

Microsoft consegna i documenti alla UE

Mentre il Governo americano fa sapere che l'arrivo di Windows Vista non presenta alcun problema antitrust, le autorità comunitarie confermano che il big di Redmond ha inoltrato tutti i documenti richiesti dalla UE
Mentre il Governo americano fa sapere che l'arrivo di Windows Vista non presenta alcun problema antitrust, le autorità comunitarie confermano che il big di Redmond ha inoltrato tutti i documenti richiesti dalla UE

Bruxelles – Microsoft si è presa tutto il tempo a propria disposizione per ultimare la documentazione tecnica su Windows e interoperabilità richiesta dalla Commissione Europea e nelle scorse ore ha consegnato gli incartamenti ai delegati di Bruxelles. Se non lo avesse fatto, le autorità antitrust comunitarie avevano già ventilato che da oggi sarebbe potuta scattare una nuova pesantissima multa ai danni del big di Redmond.

Lo riferisce la Commissione in una nota, in cui si prende atto della consegna della documentazione ma si avverte anche che ora gli esperti antitrust dovranno verificare se è rispondente alle richieste della Commissione e se, quindi, è ammissibile. Come noto, le autorità antitrust hanno più volte evidenziato l’insufficienza dei documenti Microsoft, quelli che devono contenere informazioni e procedure sufficienti a garantire ai competitor dell’azienda la possibilità di sviluppare middleware capace di operare all’interno di Windows con le stesse qualità dei software sviluppati direttamente da Microsoft. Una richiesta figlia del procedimento antitrust europeo contro BigM, conclusosi con una condanna per abuso di posizione dominante.

Di interesse segnalare come proprio nel giorno dello scadere dell'”ultimatum” europeo a Microsoft, sull’altra sponda dell’Atlantico la commissione di verifica incaricata dal Governo americano ha stabilito che la documentazione fornita da Microsoft sull’imminente Windows Vista e su Internet Explorer 7, necessaria a garantire capacità competitive ai concorrenti di BigM, è più che sufficiente. Ciò significa, scrivono gli esperti in un report dedicato , che Microsoft ha assolto ai propri compiti e che l’arrivo del nuovo sistema operativo non rappresenta in alcun modo un problema antitrust. Come noto, la Commissione europea sta invece studiando Windows Vista per capire se vi possano essere problemi di mercato con il suo arrivo in Europa.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 11 2006
Link copiato negli appunti