Microsoft denuncia il giochino dello spam

Microsoft denuncia il giochino dello spam

Quelli che creano caterve di indirizzi Hotmail da spammare ora avranno una vita più difficile. Almeno così spera il big di Redmond, alle prese con un'onda che cresce
Quelli che creano caterve di indirizzi Hotmail da spammare ora avranno una vita più difficile. Almeno così spera il big di Redmond, alle prese con un'onda che cresce


Roma – Hotmail sotto il giogo degli spammer incalliti, quelli che sfruttano il “giochino del dizionario”, come lo chiama Microsoft, la mamma di Hotmail . Il giochino consiste nel prendere un dominio noto, come hotmail.com per esempio, e creare automaticamente liste infinite di possibili indirizzi email di quel dominio. Indirizzi che vengono poi regolarmente spammati, con conseguenze importanti sui sistemi di Hotmail, il più noto tra i servizi email gratuiti su web.

Ma il giochino ora rischia di tradursi in guai seri per chi vi fa ricorso: Microsoft ha infatti presentato una denuncia contro gli ignoti che utilizzano quel sistema per attaccare Hotmail e i suoi utenti. Una denuncia, quella presentata a San Jose, che consente ai legali dell'azienda di investigare in profondità contro gli autori di queste azioni ottenendo più facilmente la collaborazione di provider e altri operatori potenzialmente coinvolti dallo spam.

Microsoft contestualmente sta premendo su Washington per far passare una legge che vieti formalmente la raccolta indiscriminata di indirizzi email da internet, ciò che in Italia per esempio è già fuorilegge, come ribadito nei giorni scorsi dal Garante per la privacy.

“Nuove dure leggi sono necessarie – ha sostenuto Microsoft – Come minimo si dovrebbe sempre essere in grado di identificare il mittente, non si dovrebbe poter falsificare il soggetto di un messaggio o utilizzare sistemi automatici per rastrellare email senza il consenso dell'intestatario”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 02 2003
Link copiato negli appunti