Microsoft e l'advertising sempre fresco

BigM registra un brevetto per la visualizzazione di pubblicità aggiornata negli show registrati sui DVR. Chi guarda uno show il lunedì, ma lo ha registrato domenica, non troverà gli spot vecchi. Troverà quelli nuovi
BigM registra un brevetto per la visualizzazione di pubblicità aggiornata negli show registrati sui DVR. Chi guarda uno show il lunedì, ma lo ha registrato domenica, non troverà gli spot vecchi. Troverà quelli nuovi

Trasformare e rendere aggiornata la distribuzione di pubblicità sui sistemi Digital Video Recorder. Questa l’ultima idea di Microsoft, che ha elaborato un sistema di gestione automatizzata che verifica, ad ogni visione dei contenuti salvati sul dispositivo, la freschezza delle reclame infilate nello show.

Questo è quanto promette il nuovo brevetto appena registrato da BigM.

L’esigenza, come detto, nasce dalla necessità di distribuire advertising al passo con il momento della visione : la comodità di registrare film e serial tv data da apparati quali l’americano TiVo , se può essere una manna da cielo per i consumatori, non più costretti a barcamenarsi tra un numero variabile di supporti, magnetici o ottici che siano, per rimanere in pari con la programmazione degli show, può risultare controproducente per l’advertising.

Il brevetto di Microsoft basa il suo funzionamento su un’applicazione di Advertisement Manager che, al momento di presentare a video la pubblicità, si connette all’ Advertisement Data Store , database di reclame aggiornate, e sostituisce il vecchio spot registrato sul DVR con uno fresco e in sincronia con il giorno della settimana. Niente più imperdibili offerte commerciali scadute, o biglietti per lo stadio venduti sottocosto solo per questa settimana, ma dopo una settimana dalla partita.

Nulla di rivoluzionario, a conti fatti, soprattutto considerando la tendenza dei consumatori a premere sul tasto di fast forward (ff, o avanti veloce per i meno anglofoni tra i lettori) non appena si vede spuntare l’interruzione pubblicitaria dell’audiovisivo stoccato sul dispositivo.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

11 12 2006
Link copiato negli appunti