Microsoft, i dieci falsi miti di Vista e Office

BigM vuole sfatare quelli che ritiene essere i più diffusi preconcetti su Windows Vista e Office 2007, tra i quali il fatto che Vista costi più di XP e utilizzi una tecnologia di DRM più restrittiva
BigM vuole sfatare quelli che ritiene essere i più diffusi preconcetti su Windows Vista e Office 2007, tra i quali il fatto che Vista costi più di XP e utilizzi una tecnologia di DRM più restrittiva

Milano – Una pagina recentemente apparsa sul sito italiano di Microsoft riporta quelli che BigM definisce “i 10 miti da sfatare” di Windows Vista e Office 2007. Cinque per parte, le presunte false verità sono corredate da un commento del colosso e da link che invitano l’utente ad approfondire l’argomento.

Stando a Microsoft, i 10 miti da sfatare di Windows Vista riguardano la più restrittiva tecnologia di DRM, il maggior costo rispetto a XP, l’incompatibilità con applicativi e dispositivi hardware, la richiesta di un PC particolarmente potente, e la violazione della privacy.


In estrema sintesi, il colosso afferma:
1) Windows Vista implementa una tecnologia di DRM simile a quella di XP, e non introduce restrizioni aggiuntive per l’utente;
2) il prezzo delle edizioni Home Basic e Business di Vista è allineato a quello delle equivalenti edizioni Home e Professional di XP;
3) la quasi totalità dei produttori hardware ha rilasciato driver ad hoc per Windows Vista, e le applicazioni compatibili “sono numerosissime” ed in continua crescita; per le applicazioni non compatibili Microsoft ricorda che si può ricorrere al software di virtualizzazione gratuito Virtual PC 2007 ;
4) “la grandissima maggioranza dei PC in commercio è perfettamente in grado di supportare Windows Vista”, e il nuovo sistema operativo è in grado di “adeguarsi alla tipologia di hardware su cui viene installato”;
5) “Vista non raccoglie informazioni o dati degli utenti e non può essere utilizzato per identificare PC o utilizzatori di prodotti non originali”.

Per quanto riguarda invece Office 2007 , Microsoft smentisce che il software giri esclusivamente sotto Vista, che per poter acquistare Office Home e Student 2007 occorra essere studenti, che la nuova interfaccia grafica sia più complicata da usare, che i file del nuovo Office siano incompatibili con le versioni precedenti, e che non sia più possibile utilizzare i formati di file precedenti.

Tra le precisazioni che più interesseranno gli utenti consumer c’è quella su Office Home e Student 2007 , due edizioni che secondo BigM possono essere acquistate e utilizzate “da tutti gli utenti domestici”, a patto di non usarle a scopo commerciale e in ambito aziendale. Microsoft ricorda inoltre che queste licenze danno diritto ad installare Office su tre differenti PC.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 03 2007
Link copiato negli appunti