Microsoft: il rito si è (quasi) consumato

La maggior parte degli stati USA accetta il compromesso raggiunto con il DOJ: per Microsoft può significare tornare a parlare d'altro

Roma – I giochi non sono ancora fatti e Microsoft rischia ancora di essere ulteriormente perseguita da alcuni stati americani, ma il peggio per l’azienda di Redmond parrebbe davvero passato. Sarebbero infatti soltanto cinque gli stati americani, sei con il Distretto di Columbia, a non accettare per il momento il compromesso firmato da Microsoft con il ministero della Giustizia (DOJ).

Degli altri 12 stati coinvolti nell’accusa, 9 sono pronti a sottoscrivere l’intesa e altri 3 ancora tentennano e cercheranno di sfruttare il tempo in più per decidere, concesso loro dal giudice. Il punto chiave, però, è che ora Microsoft sembra avere dinanzi a sé una discesa e non più una montagna insuperabile.

Bill Gates, chairman Microsoft Come noto, l’accordo prevede una sorta di “libertà vigilata” per Microsoft dalla durata di cinque anni, periodo nel quale un comitato di tre esperti vigilerebbe sulla condotta di mercato dell’azienda. Qualora questa, in qualche occasione,uscisse dai limiti imposti dal tribunale, i cinque anni potrebbero diventare sette. Inoltre Microsoft si impegna ad eliminare i termini restrittivi sui contratti con i costruttori di computer nonché gli accordi speciali sui prezzi. Infine Microsoft si impegna a condividere con le imprese rivali le informazioni necessarie a consentire la realizzazione di software che si integrino al meglio in Windows.

Alcuni elementi dell’intesa sono ancora in discussione e lievi modifiche potrebbero essere apportate come già accaduto su richiesta di alcuni stati. Da un lato, il giudice distrettuale Colleen Kollar-Kotelly potrebbe concedere un tempo ulteriore agli stati che devono ancora prendere una decisione in materia, dall’altro Microsoft fa sapere che per l’azienda “il tempo dei negoziati” è esaurito e chiede di andare avanti. Ma non si può escludere che il tribunale agevoli un “secondo round” da parte degli stati “dissidenti” che comprendono, tra gli altri, anche la California, stato che con il suo alto tasso di compagnie hi-tech rischia di pesare molto sull’esito finale.

Seppure ancora rimangano aperte alcune incertezze, e nonostante il procedimento antitrust a cui Microsoft è sottoposta anche in Europa , secondo molti appare comunque probabile che nei prossimi giorni a Redmond, nel quartier generale dell’azienda, il problema del processo esca dalla lista delle questioni assolutamente prioritarie…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    PEZZENTE
    PAPA PEZZENTE IN PREDA AD UNA CRISI BULIMICACHE MASTURBA IL CULO A TUTTI I CARDINALI DEL VATICANO E BEVE IL LIQUIDO MESTRUALE DELLA MADONNA MENTRE QUEST'ULTIMA LECCA LA VAGINA DI EVALUBRIFICATA DALLE COPIOSE SBORRATE DI ADAMO IL PIRLA
  • Anonimo scrive:
    Non solo internet, guardate Sat2000
    E' interessante il riferimento che si fa nell'articolo alla tv satellitare. Ricordo a tutti che da alcuni anni sono attivi il canale Sat2000 e la radio digitale BluSat, promossi dalla CEI e che riprendono gli ottimi materiali del Centro Televisivo Vaticano (CTV). In particolare i notiziari di Radio Vaticana sono quanto di più affidabile e preciso si possa trovare nel campo dell'informazione internazionale.Ciao a tutti.
  • Anonimo scrive:
    Coppie di fatto
    Santità, ho una famiglia di fatto e voglio rispetto. Non è la carta bollata o il prete o un pezzo di metallo che "tiene" unita una coppia.La smetta la chiesa di disriminare...sia più giusta!
    • Anonimo scrive:
      Re: Coppie di fatto

      Santità, ho una famiglia di fatto e voglio
      rispetto. Non è la carta bollata o il prete
      o un pezzo di metallo che "tiene" unita una
      coppia.
      La smetta la chiesa di disriminare...sia più
      giusta!Ma che ti aspetti dalla gente che ha "inventato" le tangenti (la vendita delle indulgenze mica l'hanno inventata i politici!) o che per secoli ha promosso guerre di religione, quelle stesse guerre che adesso condanna solo perchè sono "dall'altra parte" .... giustizia ?? Illuso ...
      • Anonimo scrive:
        Cosa c'entra???
        Ripeto: cosa c'entra tutto questo col il tema dell'articolo??NULLA!!!- Scritto da: incoerenti

        Santità, ho una famiglia di fatto e voglio

        rispetto. Non è la carta bollata o il
        prete

        o un pezzo di metallo che "tiene" unita
        una

        coppia.

        La smetta la chiesa di disriminare...sia
        più

        giusta!

        Ma che ti aspetti dalla gente che ha
        "inventato" le tangenti (la vendita delle
        indulgenze mica l'hanno inventata i
        politici!) o che per secoli ha promosso
        guerre di religione, quelle stesse guerre
        che adesso condanna solo perchè sono
        "dall'altra parte" .... giustizia ?? Illuso
        ...
        • Anonimo scrive:
          Re: Cosa c'entra???
          - Scritto da: Cirio
          Ripeto: cosa c'entra tutto questo col il
          tema dell'articolo??
          NULLA!!!Esatto. Nulla. Semplice solidarietà (di non credente) verso tutto ciò che non viene "omologato" dalla chiesa, che prima di sparare sentenze farebbe meglio a guardare in casa propria. Comunque se ti concentri abbastanza magari accade il miracolo e questo thread scompare da qui e ricompare negli OT.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa c'entra???
            Se ti sforzi magari riesci anche a dare ragione di questo concentrato di luoghi comuni...- Scritto da: incoerenti
            Esatto. Nulla. Semplice solidarietà (di non
            credente) verso tutto ciò che non viene
            "omologato" dalla chiesa, che prima di
            sparare sentenze farebbe meglio a guardare
            in casa propria.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa c'entra???

            Se ti sforzi magari riesci anche a dare
            ragione di questo concentrato di luoghi
            comuni...Hai ragione, sono luoghi comuni. Talmente comuni che sono scritti su qualunque libro di storia che non sia di parte!Basta togliersi il paraocchi, e se non ti rendi conto da solo dell'incoerenza della chiesa, beh, non sarò certo io a spiegartelo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa c'entra???
            sto ancora aspettando che tu risponda con argomentazioni precise...ma forse aspetterò invano... ;o)- Scritto da: incoerenti

            Se ti sforzi magari riesci anche a dare

            ragione di questo concentrato di luoghi

            comuni...
            Hai ragione, sono luoghi comuni. Talmente
            comuni che sono scritti su qualunque libro
            di storia che non sia di parte!
            Basta togliersi il paraocchi, e se non ti
            rendi conto da solo dell'incoerenza della
            chiesa, beh, non sarò certo io a
            spiegartelo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Coppie di fatto
      - Scritto da: Benny
      Santità, ho una famiglia di fatto e voglio
      rispetto. Non è la carta bollata o il prete
      o un pezzo di metallo che "tiene" unita una
      coppia.Hai ragione, non sono queste cose. Quello che tiene unita la mia famiglia (questa e' la mia esperienza) e' la preghiera e l'unione con la Chiesa; in una parola, la presenza del Signore.
    • Anonimo scrive:
      Re: Coppie di fatto
      Ma la Chiesa il rispetto te lo da senza dubbio. Il problema è che il cristiano vive la sua dimensione familiare esclusivamente all'interno del sacramento del matrimonio; nelle famiglie di fatto questo sacramento non c'è e viene quindi a mancare la grazia matrimoniale dello Spirito Santo. E' solo, se così si può dire, una questione di contenuti non una questione giuridica.Se hai gia una famiglia e credi in Dio, perchè non sigillate in Cristo il vostro amore ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Coppie di fatto
        Scusate, ma che cacchio centra sta cosa con PI?Qui si parla d'informatica e non di "religione", se così la vogliamo definire quella Cattolica (non diciamo cristiana, che se vogliamo essere pignoli, sono stati i predecessori di quelli che hanno fondato la Chiesa ad ammazzare Gesù)
    • Anonimo scrive:
      Re: Coppie di fatto
      - Scritto da: Benny
      Santità, ho una famiglia di fatto e voglio
      rispetto.Il rispetto ce l'hai.
      La smetta la chiesa di disriminare...sia più
      giusta!E a te cosa costa renderti famiglia anche davanti alla Chiesa?O forse pretendi il rispetto senza darlo?
      • Anonimo scrive:
        Re: Coppie di fatto
        - Scritto da: Ansia


        - Scritto da: Benny

        Santità, ho una famiglia di fatto e voglio

        rispetto.

        Il rispetto ce l'hai.


        La smetta la chiesa di disriminare...sia
        più

        giusta!

        E a te cosa costa renderti famiglia anche
        davanti alla Chiesa?
        O forse pretendi il rispetto senza darlo?Cara Ansia,solitamente apprezzo quello che dici. Ma ora no.Il rispetto e' dovuto anche a chi la pensa diversamente e fa quindi scelte diverse (senza far del male a nessuno).
        • Anonimo scrive:
          Re: Coppie di fatto
          - Scritto da: TeX
          Cara Ansia,

          solitamente apprezzo quello che dici. Ma ora
          no.
          Il rispetto e' dovuto anche a chi la pensa
          diversamente e fa quindi scelte diverseForse non mi sono spiegata bene.Chi è unito in una coppia di fatto _va_ rispettato come persona, e mi pare che la Chiesa lo rispetti _come persona_ (altra cosa è il discorso sui divorziati, sui quali in effetti trovo discutibile l'attuale posizione ecclesiastica)Ma non puoi pretendere che la Chiesa ti tratti _come famiglia_ quando ai suoi occhi _non_ siete una famiglia.Per la Chiesa una coppia di fatto sono due individui, eventualmente due fedeli, ma _non_ una famiglia. Sarebbe incoerente se li trattasse come tali.Non sempre, ma spesso, troppo spesso, trovo che le rivendicazioni delle coppie di fatto suonino come chi cerca di avere botte piena e moglie ubriaca.
          • Anonimo scrive:
            Re: Coppie di fatto
            - Scritto da: Ansia


            - Scritto da: TeX


            Cara Ansia,



            solitamente apprezzo quello che dici. Ma
            ora

            no.

            Il rispetto e' dovuto anche a chi la pensa

            diversamente e fa quindi scelte diverse

            Forse non mi sono spiegata bene.

            Chi è unito in una coppia di fatto _va_
            rispettato come persona, e mi pare che la
            Chiesa lo rispetti _come persona_ (altra
            cosa è il discorso sui divorziati, sui quali
            in effetti trovo discutibile l'attuale
            posizione ecclesiastica)

            Ma non puoi pretendere che la Chiesa ti
            tratti _come famiglia_ quando ai suoi occhi
            _non_ siete una famiglia.

            Per la Chiesa una coppia di fatto sono due
            individui, eventualmente due fedeli, ma
            _non_ una famiglia. Sarebbe incoerente se li
            trattasse come tali.Mi sembra che per le coppie non unite da matrimonio religioso ci sia la scomunica .....A volte i preti fanno problemi a battezzare i figli delle coppie di fatto .....Se poi la Chiesa tratta dei problemi delle famiglie (immischiandosi spesso e volentieri con cio' che dovrebbe essere prerogativa dello Stato), deve considerare le coppie di fatto (magari anche con figli) come una famiglia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Coppie di fatto
            - Scritto da: TeX
            Mi sembra che per le coppie non unite da
            matrimonio religioso ci sia la scomunicaSinceramente a me non risulta.
            A volte i preti fanno problemi a battezzare
            i figli delle coppie di fatto .....Può essere. Comunque poche settimane fa è stata battezzata nella mia parrocchia la figlia di due miei conoscenti. Conviventi e non sposati.
            Se poi la Chiesa tratta dei problemi delle
            famiglie (immischiandosi spesso e volentieri
            con cio' che dovrebbe essere prerogativa
            dello Stato), deve considerare le coppie di
            fatto (magari anche con figli) come una
            famiglia.Qui scusa ma non capisco cosa vuoi dire. Puoi essere più chiaro?
          • Anonimo scrive:
            Re: Coppie di fatto
            - Scritto da: Ansia


            - Scritto da: TeX


            Mi sembra che per le coppie non unite da

            matrimonio religioso ci sia la scomunica


            Sinceramente a me non risulta.Se non ricordo male c'e' una scomunica automatica di fatto (non mi ricordo il termine tecnico), comunque potrei sbagliarmi.

            A volte i preti fanno problemi a
            battezzare

            i figli delle coppie di fatto .....

            Può essere. Comunque poche settimane fa è
            stata battezzata nella mia parrocchia la
            figlia di due miei conoscenti. Conviventi e
            non sposati.Ripeto: a volte.


            Se poi la Chiesa tratta dei problemi delle

            famiglie (immischiandosi spesso e
            volentieri

            con cio' che dovrebbe essere prerogativa

            dello Stato), deve considerare le coppie
            di

            fatto (magari anche con figli) come una

            famiglia.

            Qui scusa ma non capisco cosa vuoi dire.
            Puoi essere più chiaro?Ti faccio un esempio. Se la Chiesa propone allo Stato un aiuto per le famiglie disagiate con figli, non puo' chiedere di aiutare solo le coppie sposate in Chiesa, ma anche le coppie sposate solo civilmente e le coppie unite di fatto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Coppie di fatto

            Ti faccio un esempio. Se la Chiesa propone
            allo Stato un aiuto per le famiglie
            disagiate con figli, non puo' chiedere di
            aiutare solo le coppie sposate in Chiesa, ma
            anche le coppie sposate solo civilmente e le
            coppie unite di fatto.se non altro non mi pare che lo stato da molto ascolto...e se non altro almeno la chiesa e coerente, non come certa gente..
          • Anonimo scrive:
            Re: Coppie di fatto
            - Scritto da: blah.....
            se non altro non mi pare che lo stato da
            molto ascolto...Per fortuna. Visto che sono convinto della necessita' della laicita' dello Stato. Evito la battuta sugli stati fondati sulle religioni perche' visti i tempi mi sembra fin troppo facile.
            e se non altro almeno la chiesa e coerente,
            non come certa gente..Coerente ? Come quando ha riabilitato Galileo (che a suo tempo a rischiato la scomunica, che al tempo voleva dire il rogo) ? Riabilitazione basata sul fatto che Galileo aveva ragione (finalmente anche la Chiesa si e' accorta che e' la Terra che gira attorno al Sole. Ci ha messo qualche secolo ma se ne e' accorta..) e non sul fatto che Galileo, come chiunque altro, avesse il diritto di dire quello che pensava, giusto o sbagliato che fosse. Questo non mi sembra coerente con l'idea del rispetto delle minoranze e dei diversi portata avanti dalla Chiesa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Coppie di fatto


            se non altro non mi pare che lo stato da

            molto ascolto...

            Per fortuna. Visto che sono convinto della
            necessita' della laicita' dello Stato.e come cambirebbe secondo te ???? in meglio ??? direi proprio di no...in due mila anno di storia la religione ha tenuto insieme il mondo, seppur con certi limiti...da 50 anni da quando e cominciata questa laicizzazione cosa si e avuto ??? solo "belle" cose o sbaglio ??? non c'e piu rispetto (se non di facciata) per niente e per nessuno per esempio...questo ti sembra okey ??? e non parliamo dei "progressi" della scienza come la clonazione...
            Evito
            la battuta sugli stati fondati sulle
            religioni perche' visti i tempi mi sembra
            fin troppo facile.non sono un tipo cosi spiritoso...

            e se non altro almeno la chiesa e
            coerente,

            non come certa gente..

            Coerente ? Come quando ha riabilitato
            Galileo (che a suo tempo a rischiato la
            scomunica, che al tempo voleva dire il rogo)
            ? Riabilitazione basata sul fatto che
            Galileo aveva ragione (finalmente anche la
            Chiesa si e' accorta che e' la Terra che
            gira attorno al Sole. Ci ha messo qualche
            secolo ma se ne e' accorta..) e non sul
            fatto che Galileo, come chiunque altro,
            avesse il diritto di dire quello che
            pensava, giusto o sbagliato che fosse.ha chiesto perdono...cosa doveva fare resuscitare gallileo e fargli una festa o cosa ???
            Questo non mi sembra coerente con l'idea del
            rispetto delle minoranze e dei diversi
            portata avanti dalla Chiesa.non ho detto che non ha commesso mai errori (alcuni anche molto gravi) pero...1) ha chiesto perdono2) e molto cambiata...quindi tiratela di meno...
          • Anonimo scrive:
            Re: Coppie di fatto
            - Scritto da: blah


            se non altro non mi pare che lo stato
            da


            molto ascolto...



            Per fortuna. Visto che sono convinto della

            necessita' della laicita' dello Stato.
            e come cambirebbe secondo te ???? in meglio
            ??? direi proprio di no...in due mila anno
            di storia la religione ha tenuto insieme il
            mondo, seppur con certi limiti...da 50 anni
            da quando e cominciata questa laicizzazione
            cosa si e avuto ??? solo "belle" cose o
            sbaglio ??? non c'e piu rispetto (se non di
            facciata) per niente e per nessuno per
            esempio...questo ti sembra okey ??? e non
            parliamo dei "progressi" della scienza come
            la clonazione...


            Evito

            la battuta sugli stati fondati sulle

            religioni perche' visti i tempi mi sembra

            fin troppo facile.
            non sono un tipo cosi spiritoso...E allora diciamo che gli stati fondati sui dettami religiosi non si stiano rivelando un successone... Altro che gli ultimi 50 anni della nostra storia.



            e se non altro almeno la chiesa e

            coerente,


            non come certa gente..



            Coerente ? Come quando ha riabilitato

            Galileo (che a suo tempo a rischiato la

            scomunica, che al tempo voleva dire il
            rogo)

            ? Riabilitazione basata sul fatto che

            Galileo aveva ragione (finalmente anche la

            Chiesa si e' accorta che e' la Terra che

            gira attorno al Sole. Ci ha messo qualche

            secolo ma se ne e' accorta..) e non sul

            fatto che Galileo, come chiunque altro,

            avesse il diritto di dire quello che

            pensava, giusto o sbagliato che fosse.
            ha chiesto perdono...cosa doveva fare
            resuscitare gallileo e fargli una festa o
            cosa ???Forse non sono stato abbastanza chiaro. Ripeto: GALILEO E' STATO RIABILITATO PERCHE' LE SUE TEORIE SI SONO DIMOSTRATE CORRETTE E NON PERCHE' AVEVA IL DIRITTO DI ESPRIMERE IL SUO PENSIERO, GIUSTO O SBAGLIATO CHE FOSSE !!!!


            Questo non mi sembra coerente con l'idea
            del

            rispetto delle minoranze e dei diversi

            portata avanti dalla Chiesa.
            non ho detto che non ha commesso mai errori
            (alcuni anche molto gravi) pero...
            1) ha chiesto perdono
            2) e molto cambiata...Diciamo che di errori ne ha commessi un po' troppi. Alcuni anche recenti. Certo e' che una volta era peggio, ma quando e' che la Chiesa si pronuncera' chiaramente sull'Inquisizione e sui Papi che l'hanno appoggiata ? Quando e' che cambiera' la sua politica in tema di controllo delle nascite (almeno in nazioni afflitte dai problemi della fame e della sovrappolpolazione) ? Quando e' che la smettera' di cercare di imporre le sue idee a tutti (come ad esempio in tema di divorzio) ?
            quindi tiratela di meno...Non mi sembra di avere offeso nessuno. Quindi sei pregato di comportarti in ugual modo. Oppure e' questa la tua idea sul concetto del rispetto per gli altri del quale si stava parlando ?
          • Anonimo scrive:
            Richiesta di perdono...
            - Scritto da: TeX
            Diciamo che di errori ne ha commessi un po'
            troppi. Alcuni anche recenti. Certo e' che
            una volta era peggio, ma quando e' che la
            Chiesa si pronuncera' chiaramente
            sull'Inquisizione e sui Papi che l'hanno
            appoggiata ? Quando e' che cambiera' la sua
            politica in tema di controllo delle nascite
            (almeno in nazioni afflitte dai problemi
            della fame e della sovrappolpolazione) ?
            Quando e' che la smettera' di cercare di
            imporre le sue idee a tutti (come ad esempio
            in tema di divorzio) ?Tutti (me compreso) trovano normale che il Papa chieda perdono per gli errori commessi in passato dalla chiesa, ma a nessuno verrebbe in mente di chiedere a Chirac di chiedere perdono per le vittime della rivoluzione francese, o a Bush per il massacro degli indiani d'America (eh, sì, ad opera della "cultura superiore"!). Come mai?Tutte le forze politiche italiane hanno il diritto di esporre le loro idee, anche le più estremiste. Perchè la chiesa non può farlo?Cerca di rispondere onestamente a queste domande, ne risulterà che:- Ci sbagliamo noi a pretendere dalla Chiesa un comportamento che non è dovuto- Oppure riconosciamo alla chiesa un ruolo morale e una continuità storica che altre entità non hanno.CiaoDiego
          • Anonimo scrive:
            Re: Richiesta di perdono...
            - Scritto da: diego
            - Scritto da: TeX

            Diciamo che di errori ne ha commessi un
            po'

            troppi. Alcuni anche recenti. Certo e' che

            una volta era peggio, ma quando e' che la

            Chiesa si pronuncera' chiaramente

            sull'Inquisizione e sui Papi che l'hanno

            appoggiata ? Quando e' che cambiera' la
            sua

            politica in tema di controllo delle
            nascite

            (almeno in nazioni afflitte dai problemi

            della fame e della sovrappolpolazione) ?

            Quando e' che la smettera' di cercare di

            imporre le sue idee a tutti (come ad
            esempio

            in tema di divorzio) ?

            Tutti (me compreso) trovano normale che il
            Papa chieda perdono per gli errori commessi
            in passato dalla chiesa, ma a nessuno
            verrebbe in mente di chiedere a Chirac di
            chiedere perdono per le vittime della
            rivoluzione francese, o a Bush per il
            massacro degli indiani d'America (eh, sì, ad
            opera della "cultura superiore"!). Come mai?Uno Stato e' una organizzazione di persone che vivono in un determinato territorio. Bush & C. sono null'altro che i rappresentanti. In quest'ottica ovviamente chi viene dopo non puo' essere ritenuto responsabile di cio' che e' successo prima.La Chiesa invece si considera detentrice di un'autorita' basata sul suo perseguimento, oggi come in passato, di un certo ideale basato su alcune cose come, tra le altre, la tolleranza e il rispetto per la vita umana. Il fatto che questo ideale sia di origine religiosa non sposta il discorso. Ora visto che in passato si puo' dire che l'ideale in questione e' stato ampiamente disatteso dalla Chiesa, questo pone dubbi sulla figura attuale della Chiesa, almeno fino a quando non rinnega apertamente e seriamente il suo comportamento in passato.

            Tutte le forze politiche italiane hanno il
            diritto di esporre le loro idee, anche le
            più estremiste. Perchè la chiesa non può
            farlo?Puo' farlo. Semplicemente non puo' imporle.

            Cerca di rispondere onestamente a queste
            domande, ne risulterà che:
            - Ci sbagliamo noi a pretendere dalla Chiesa
            un comportamento che non è dovutoIo non pretendo nulla. Mi limito a fare le mie considerazioni.
            - Oppure riconosciamo alla chiesa un ruolo
            morale e una continuità storica che altre
            entità non hanno.Beh. Questo e' il punto. Altrimenti cosa ci sta a fare ? Diventiamo tutti protestanti e facciamo senza ...
          • Anonimo scrive:
            Re: Richiesta di perdono...

            La Chiesa invece si considera detentrice di
            un'autorita' basata sul suo perseguimento,
            oggi come in passato, di un certo ideale
            basato su alcune cose come, tra le altre, la
            tolleranza e il rispetto per la vita umana.
            Il fatto che questo ideale sia di origine
            religiosa non sposta il discorso. Ora visto
            che in passato si puo' dire che l'ideale in
            questione e' stato ampiamente disatteso
            dalla Chiesa, questo pone dubbi sulla figura
            attuale della Chiesa, almeno fino a quando
            non rinnega apertamente e seriamente il suo
            comportamento in passato.sei vissuto nel medio evo per vedere quello che e successo e perche ???vogliamo vedere quanti sono stati torturati e uccissi da un governo laico per esempio...e mi sembra che sta riconsedirerando il suo passato...

            Tutte le forze politiche italiane hanno il

            diritto di esporre le loro idee, anche le

            più estremiste. Perchè la chiesa non può

            farlo?

            Puo' farlo. Semplicemente non puo' imporle.ma a te chi t'ha imposto cosa ??? non ti puoi spossare solo in comune ??? allora cosa rompi le balle ???

            Cerca di rispondere onestamente a queste

            domande, ne risulterà che:

            - Ci sbagliamo noi a pretendere dalla
            Chiesa

            un comportamento che non è dovuto

            Io non pretendo nulla. Mi limito a fare le
            mie considerazioni.la cosa che mi fa incazzare e che ti rendi conto di dire cazzate, ma continui a dirle nonostante tutto...

            - Oppure riconosciamo alla chiesa un ruolo

            morale e una continuità storica che altre

            entità non hanno.

            Beh. Questo e' il punto. Altrimenti cosa ci
            sta a fare ? Diventiamo tutti protestanti e
            facciamo senza ...facciamo TUTTI senza perche l'hai deciso tu ??? tu non vuoi credere ??? io invece si...allora stai nel tuo brodo che io sto nel mio...DISCORSO CHIUSO...
          • Anonimo scrive:
            Re: Coppie di fatto

            (altra
            cosa è il discorso sui divorziati, sui quali
            in effetti trovo discutibile l'attuale
            posizione ecclesiastica)non sono andati davanti all'altare e si sono promessi amore per sempre davanti a DIO...salvo poi...a me invece sembra giusta...
    • Anonimo scrive:
      e che cosa c'entra???
      MI SPIEGHI COSA C'ENTRA TUTTO QUESTO CON IL TEMA DELL'ARTICOLO????NULLA!!!!!!!!!!!!!!!!!ALLORA PERCHE' SCRIVI???- Scritto da: Benny
      Santità, ho una famiglia di fatto e voglio
      rispetto. Non è la carta bollata o il prete
      o un pezzo di metallo che "tiene" unita una
      coppia.
      La smetta la chiesa di disriminare...sia più
      giusta!
      • Anonimo scrive:
        Re: e che cosa c'entra???
        - Scritto da: Cirio
        MI SPIEGHI COSA C'ENTRA TUTTO QUESTO CON IL
        TEMA DELL'ARTICOLO????
        NULLA!!!!!!!!!!!!!!!!!

        ALLORA PERCHE' SCRIVI???Fa bene a scrivere. Altrimenti si finisce col credere che in Italia sono tutti come te. Basta con le ingerenze religiose, non se ne può più.Chiedo rispetto anche nei confronti di chi NON crede.SalutiIl Russo
        • Anonimo scrive:
          Re: e che cosa c'entra???

          Basta con le ingerenze religiose, non se ne
          può più.
          Chiedo rispetto anche nei confronti di chi
          NON crede.sentiamo come la chiesa si e ingerita nella tua vita...e se c'e qualcuno che rispetta glia altri e proprio la chiesa...
        • Anonimo scrive:
          Re: e che cosa c'entra???
          - Scritto da: Il Russo
          Basta con le ingerenze religiose, non se ne
          può più.Fatti un giro in Arabia Saudita (dire Afganistan era troppo facile) e scopri cosa sono davvero le ingerenze religiose.
          Chiedo rispetto anche nei confronti di chi
          NON crede.In Italia c'è. Mi vengono in mente paesi in cui non c'è molto rispetto per chi crede, invece (Cina, per dirne uno)
        • Anonimo scrive:
          Re: e che cosa c'entra???
          - Scritto da: Il Russo
          Fa bene a scrivere. Altrimenti si finisce
          col credere che in Italia sono tutti come
          te. spiegamela.
          Basta con le ingerenze religiose, non se ne
          può più.basta con i post idioti che non c'entrano niente con l'argomento.Se ce l'hai su con la chiesa per qualche motivo tuo a me, che leggo il forum sperando di trovare commenti costruttivi ATTINENTI ALLA NOTIZIA, cosa me ne frega???E poi basta tirarsela con la storia delle ingerenze religiose.Se ci sono è perchè a tanti, anche tra quelli che si professano non credenti, fa comodo.Allora mi parrebbe corretto chiamarli OPPORTUNISTI.Che non è un aggettivo qualificante sia che tu creda sia che tu non creda.
          Chiedo rispetto anche nei confronti di chi
          NON crede.Chi l'ha mai messo in dubbio???
  • Anonimo scrive:
    Attendiamo con trepida attesa le Sue parole!
    Attendiamo con trepida attesa le Sue parole di santità che ci aiuterà e ci fara da guida al popolo degl'internauti e non solo. Ascoltiamolo! E' una forza morale per tutti noi!Grazie Santità!
    • Anonimo scrive:
      Re: Attendiamo con trepida attesa le Sue parole!
      - Scritto da: giobar
      Attendiamo con trepida attesa le Sue parole
      di santità che ci aiuterà e ci fara da guida
      al popolo degl'internauti e non solo.
      Ascoltiamolo! E' una forza morale per tutti
      noi!

      Grazie Santità!parla per te...
      • Anonimo scrive:
        Re: Attendiamo con trepida attesa le Sue parole!


        Attendiamo con trepida attesa le Sue
        parole

        di santità che ci aiuterà e ci fara da
        guida

        al popolo degl'internauti e non solo.

        Ascoltiamolo! E' una forza morale per
        tutti

        noi!



        Grazie Santità!

        parla per te...e infatti ha parlato per lui...
        • Anonimo scrive:
          Re: Attendiamo con trepida attesa le Sue parole!
          - Scritto da: blah


          Attendiamo con trepida attesa le Sue

          parole


          di santità che ci aiuterà e ci fara da

          guida


          al popolo degl'internauti e non solo.


          Ascoltiamolo! E' una forza morale per

          tutti


          noi!





          Grazie Santità!



          parla per te...
          e infatti ha parlato per lui...Sono d'accordo con te. Stanno nascendo polemiche inutili ed insulti nei confronti di chi esprime, nel suo modo, la propria opinione. Massimo rispetto a tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Attendiamo con trepida attesa le Sue parole!
      - Scritto da: giobar
      Attendiamo con trepida attesa le Sue parole
      di santità che ci aiuterà e ci fara da guida
      al popolo degl'internauti e non solo.
      Ascoltiamolo! E' una forza morale per tutti
      noi!

      Grazie Santità!ci vuole un cervello piccolo così --
      ° per essere così superficiali e ottusi come te.complimenti.Matteo
      • Anonimo scrive:
        Re: Attendiamo con trepida attesa le Sue parole!


        Attendiamo con trepida attesa le Sue
        parole

        di santità che ci aiuterà e ci fara da
        guida

        al popolo degl'internauti e non solo.

        Ascoltiamolo! E' una forza morale per
        tutti

        noi!



        Grazie Santità!

        ci vuole un cervello piccolo così --
        °
        per essere così superficiali e ottusi come
        te.
        complimenti.
        Matteooggnnitanto prova a sentire cosa sta dicendo...magari il tuo cervello cosi grande e bello cosi non superficiale e ottuso capira qualcosa...anche se dubito visto lo stato pietoso in cui sei...
Chiudi i commenti