Microsoft licenzia il virtuale

Per rispondere alla crescente diffusione delle tecnologie di virtualizzazione, verso la fine dell'anno Microsoft cambierà il modello di licensing dei suoi prodotti server: si pagherà per numero di CPU virtuali


Redmond (USA) – A partire dal prossimo dicembre Microsoft cambierà il modello di licensing dei suoi prodotti server, adattandolo ai nuovi scenari aperti dalle tecnologie di virtualizzazione. Se oggi il big di Redmond calcola il costo delle proprie licenze in base al numero di processori fisici su cui gira una data applicazione, nel prossimo futuro il prezzo pagato dai clienti sarà legato esclusivamente al numero di istanze di un prodotto che sono in esecuzione su di un dato server.

Microsoft ha spiegato che per “istanza” intende un’immagine, una copia o un’installazione del prodotto archiviata in locale o in rete, ed ha aggiunto che verranno conteggiate solo le istanze attive, ossia quelle effettivamente in esecuzione. Per le aziende che utilizzano software di virtualizzazione, quali ad esempio Virtual Server, VMware e Xen, ogni istanza attiva corrisponde ad una macchina virtuale ( e di conseguenza, ad una CPU virtuale).

Come noto, i software di virtualizzazione permettono di far girare più copie di un sistema operativo o di altre applicazioni su di un singolo server: le aziende possono così consolidare il numero dei server e ottimizzare i carichi di lavoro.

“Invece di concedere in licenza ogni istanza virtuale inattiva di un prodotto, i clienti possono ora creare e memorizzare un illimitato numero di istanze, incluse quelle utilizzate per il back-up e il recovery, e pagare soltanto per il massimo numero di istanze attive in un dato momento”.

Il nuovo modello di licensing prevede poi che gli utenti possano spostare le istanze attive da un server ad un altro, questo a patto che non venga superato il numero massimo di istanze previste dalla licenza del server di destinazione.

La modifica dei termini di licenza interesserà tutti i prodotti della famiglia Windows Server System, inclusi Windows Server 2003, Microsoft Operations Manager (MOM) e Systems Management Server (SMS). Microsoft ha inoltre detto che l’imminente Windows Server 2003 R2, come anche il futuro Longhorn Server Datacenter Edition, sarà accompagnato da una licenza che permetterà di far girare fino a quattro macchine virtuali senza alcun costo aggiuntivo.

La strategia seguita da Microsoft, che ha l’obiettivo dichiarato di semplificare la vita alle aziende e incoraggiare l’adozione delle tecnologie di virtualizzazione, è simile a quella con cui lo scorso anno il colosso ha aggiornato le proprie licenze per adeguarle all’arrivo sul mercato dei server x86 multi-core.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ANCORA CON QUESTE SCUSE?????
    Ma sono proprio duri a capire che LE PORCATE NON VENDONO!!!!La gente NON COMPRA PIU' IMMONDIZIA!!!!!I CD DI QUALITA' SI VENDONO!!!!!Non quelli dei "cantanti" che farebbero meglio ad andare a ZAPPARE piuttosto che definirsi artisti!!!!!! :s :s :s
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma se io pago gia' prima
    - Scritto da: Anonimo
    dopo posso copiare liberamente?
    Suppondo che la risposta sia negativa
    Non mi sembra un discorso molto equo... per i
    consumatori naturalmenteCerto che puoi! Ti compri l'iPod giapponese, paghi la tassa e poi scarichi a sbafo. Ormai ognuno si fa le leggi come vuole, non l'hai capito ancora?Poi in casa tua chi comanda, scusa?Ti fai la legge e te la approvi, impara dagli industriali!
  • Anonimo scrive:
    italia meglio della cina
    Almeno noi abbiamo avuto la lungimiranza di tassare TUTTI i supporti con quell'equo balzello che incide su cd,dvd,vcr,audiocassette...QUei poveri cinesi sono ancora così indietro...aargh, ma i nostri lettori mp3 non sono ancora stati tassati Oo !?!? Strano sarà per gli intrallazzi di urbani ^_^
    • Anonimo scrive:
      Re: italia meglio della cina
      - Scritto da: Anonimo
      Almeno noi abbiamo avuto la lungimiranza di
      tassare TUTTI i supporti con quell'equo balzello
      che incide su cd,dvd,vcr,audiocassette...

      QUei poveri cinesi sono ancora così indietro...
      aargh, ma i nostri lettori mp3 non sono ancora
      stati tassati Oo !?!? Strano sarà per gli
      intrallazzi di urbani ^_^se a un GIAPPONESE dai del cinese, come minimo ti spacca la faccia...augurati poi che non abbia appresso altri oggetti contundenti...il Giapponese ricco va in giro con l'autista in una macchina che noi chiamiamo quartiere,mentreil Cinese ricco va in giro con la bicicletta (c'erto, ora le cose stanno cambiando...)vediamo di non fare confusione? sai, se mi chiamassere Francese o Tedesco un po' mi starebbe qui..
  • Anonimo scrive:
    Creiamo una comunità OpenMusic?
    perché non imitiamo le comunità Open Source "Software" facendo analoghe Open Source "Music"? Ci sono tanti artisti bravi che nessuno conosce perché non sono figli o non zumzumzum il direttore generale della casa discografica.Diamo loro l'immenso spazio Internet e usiamolo, così lasciamo in brache di tela 'sti discografici arroganti.
    • gattosiamese scrive:
      Re: Creiamo una comunità OpenMusic?
      - Scritto da: Anonimo
      perché non imitiamo le comunità Open Source
      "Software" facendo analoghe Open Source "Music"?
      Ci sono tanti artisti bravi che nessuno conosce
      perché non sono figli o non zumzumzum il
      direttore generale della casa discografica.
      Diamo loro l'immenso spazio Internet e usiamolo,
      così lasciamo in brache di tela 'sti discografici
      arroganti.ehm..................loro sono d'accordo? ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Creiamo una comunità OpenMusic?

        ehm..................loro sono d'accordo?
        ;)A noi ce ne importa? ;) Comunque esiste già http://www.vitaminic.it/mainNon è completamente "free" ma credo che qualcosa comunque si possa scaricare.
      • gattosiamese scrive:
        Re: Creiamo una comunità OpenMusic?
        - Scritto da: gattosiamese

        - Scritto da: Anonimo

        perché non imitiamo le comunità Open Source

        "Software" facendo analoghe Open Source "Music"?

        Ci sono tanti artisti bravi che nessuno conosce

        perché non sono figli o non zumzumzum il

        direttore generale della casa discografica.

        Diamo loro l'immenso spazio Internet e usiamolo,

        così lasciamo in brache di tela 'sti
        discografici

        arroganti.

        ehm..................loro sono d'accordo?
        ;)intendevo gli artisti...........
    • godzilla scrive:
      Re: Creiamo una comunità OpenMusic?
      qualcuno ha detto "Creative Commons"? ;)ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Creiamo una comunità OpenMusic?
        - Scritto da: godzilla
        qualcuno ha detto "Creative Commons"? ;)

        ciaoAh, Open Sorcio! Beh, se ne scovate una fatemelo sapere, interessa pure a me. Comunque qualcosa col mandolino so strimpellare, se vi garba ...http://torrescibiliana.interfree.it/immagini/icomando.gif
    • AnyFile scrive:
      Re: Creiamo una comunità OpenMusic?
      Gia' oggi esiste la tassa su qualsiasi supporto che POTREBE contenere musica e i cui ricavi vanno non so bene a chi e non so bene in che modo (se qualcuno sa darmi delucidazioni, ben vengano)Una cosa e' cergta, i soldi di questa tassa li tevi pagare in ogni caso e finiscono in tali tasche anche se il Cd (o latro9 lo hai comprato ma non lo hai mai scritto, se ci hai messo su le foto che hai fatto con la tua fotocamenra, del codice sorgente open, ecc.. Questo varrebbe anche nel caso di musica Open.Poi di musica priva del diritto d'autore ne eistste di gia' (quella composta ed eseguita piu' di tot anni fa) e esiste certamente della musica che viene rilasciata gratuitamente.
  • Anonimo scrive:
    La citazione ...
    ... dal titolo dell'articolo mi è piaciuta :P
  • Anonimo scrive:
    Hanno proprio la faccia come il Qlo
    Stanno facendo molti più soldi di quanti ne abbiano mai fatto prima!! (Grazie alla enorme diffusione del commercio dei contenuti su Internet -il loro nemico numero uno-)Andatevi a leggere le statistiche....ed una prova c'è anche nell'articolo [..]hanno acquistato 1 milione di tracce audio nei primi 4 giorni di apertura del servizio ITunes Japan[..] (ma quando mai hanno avuto un mercato così enorme, immediato e a costo zero?)Ma naturalmente i soldi non gli bastano mai, più ne fanno e più ne vogliono fare. Nel forum ho letto anche diversi commenti a loro favore, del tipo: "era ora, vi sta bene perchè avete rubato".... Ah, abbiamo rubato? E loro cosa fanno???? Non stanno forse truffandoci tutti quanti e rubandoci i nostri soldi (guadagnati duramente col sudore della fronte -non come fanno loro, facendo assolutamente nulla e sfruttando il lavoro degli altri -da bravi parassiti-)Comunque la tassa ve la beccate anche voi cari i miei onesti, immacolati ed integerrimi santi, che non avete mai scaricato un brano (non ci crederò mai). E la giustificano proprio dicendo che la colpa è di quelli che scaricano aggratis e quindi rubano!! Sapete cosa penso? Penso che loro (le major) sono ben contente di avere questo capro espiatorio a cui dare sempre e comunque la colpa di tutto, così da poter giustificare i prezzi alti e le varie tasse che i politici (unti a dovere) si apprestano immancabilmente ad approvare ed applicare.A quando la tassa, per il recupero dei mancati introiti, ad personam, perchè ognuno di noi non compra almeno per 50 euro alla settimana e quindi è uno che sicuramente copia illegalmente???????
  • Anonimo scrive:
    i non udenti producono un danno?
    tassiamoli per i mancati profitti causati
    • Giambo scrive:
      Re: i non udenti producono un danno?
      - Scritto da: Anonimo
      tassiamoli per i mancati profitti causatiGiusto ! E che dire di chi non si puo' permettere di comperare un lettore MP3 ? Il vero problema sono i poveri: Non generano ricchezza, minano le basi della nostra societa' ... in breve sono dei terrosti !
      • Anonimo scrive:
        Re: i non udenti producono un danno?
        - Scritto da: Giambo

        - Scritto da: Anonimo

        tassiamoli per i mancati profitti causati

        Giusto ! E che dire di chi non si puo' permettere
        di comperare un lettore MP3 ? Il vero problema
        sono i poveri: Non generano ricchezza, minano le
        basi della nostra societa' ... in breve sono dei
        terrosti !E visto che non generano ricchezza, proporrei come "equo compenso", una tassa sui poveri, che vada almeno parzialmente a limitare i danni dei mancati introiti derivanti da questi sovversivi destabilizzatori dell'ordine sociale!
        • Giambo scrive:
          Re: i non udenti producono un danno?
          - Scritto da: Anonimo


          tassiamoli per i mancati profitti causati



          Giusto ! E che dire di chi non si puo'
          permettere

          di comperare un lettore MP3 ? Il vero problema

          sono i poveri: Non generano ricchezza, minano le

          basi della nostra societa' ... in breve sono dei

          terrosti !

          E visto che non generano ricchezza, proporrei
          come "equo compenso", una tassa sui poveri, che
          vada almeno parzialmente a limitare i danni dei
          mancati introiti derivanti da questi sovversivi
          destabilizzatori dell'ordine sociale!Giusto, giusto ! Ben detto, Alleluja, alleluja !
      • Anonimo scrive:
        Re: i non udenti producono un danno?
        Sì, i terrosti, famosi terroristi meridionali golosi di caldarroste, da non confondere con i terrostli, famosi terroristi gourmand svizzeri.
        • Anonimo scrive:
          Re: i non udenti producono un danno?
          - Scritto da: Anonimo
          Sì, i terrosti, famosi terroristi meridionali
          golosi di caldarroste, da non confondere con i
          terrostli, famosi terroristi gourmand svizzeri.W i terroristi meridionali! Una bella mangiata di melanzane ripiene al forno... e poi vedi che bombe! :-)bye
          • Anonimo scrive:
            Re: i non udenti producono un danno?
            Qua si scherza su ste cose, ma i deficenti che davvero ci credono o fanno finta di crederci sono sempre di piu' e occupano posizioni chiave nella societa'. Non si spiegherebbero infatti le leggi italiane in questo senso. Che fare? Un governo diverso si comporterebbe in maniera diversa? Vedremo.
  • Anonimo scrive:
    Fanno bene
    Chi compra quella roba ha i soldi ed è giusto che paghi qualche tassa... tassa comunque bassa che non manda in rovina nessuno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fanno bene
      - Scritto da: Anonimo
      Chi compra quella roba ha i soldi ed è giusto che
      paghi qualche tassa... tassa comunque bassa che
      non manda in rovina nessuno. le cose son due:o sei pirla oppure lavori per sony...
      • gattosiamese scrive:
        Re: Fanno bene
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Chi compra quella roba ha i soldi ed è giusto
        che

        paghi qualche tassa... tassa comunque bassa che

        non manda in rovina nessuno.


        le cose son due:

        o sei pirla oppure lavori per sony...oppure tutt'e dueche è anche peggio
    • Giambo scrive:
      Re: Fanno bene
      - Scritto da: Anonimo
      Chi compra quella roba ha i soldi ed è giusto che
      paghi qualche tassa...Infatti stavo pensando di tassare i posts su PI: Chi ha i soldi e il tempo per scrivere str0nzate e' giusto che mi versi 5Euro per messaggio :)A che indirizzo devo spedire la fattura ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Fanno bene
        - Scritto da: Giambo
        Infatti stavo pensando di tassare i posts su PI:
        Chi ha i soldi e il tempo per scrivere str0nzate
        e' giusto che mi versi 5Euro per messaggio :)Dovresti spedire a te stesso un sacco di soldi ogni mese.
        • Giambo scrive:
          Re: Fanno bene
          - Scritto da: Anonimo

          Infatti stavo pensando di tassare i posts su PI:

          Chi ha i soldi e il tempo per scrivere str0nzate

          e' giusto che mi versi 5Euro per messaggio :)

          Dovresti spedire a te stesso un sacco di soldi
          ogni mese.Con questa tua risposta mi sono arricchito di ulteriori 5Euro :)
  • Anonimo scrive:
    Grave è che i politici gli diranno si!
    La cosa grave è che i politici gli diranno si, perchè come da esperienza Urbani, giustamente prendono ordini da chi passa loro le mazzette non da noi poveri cittadini fessi. Tutto questo schifo di democrazia rappresentativa deve finire, io voterò solamente partiti come Internetcrazia che aprono portali di democrazia diretta e votano in parlamento secondo quanto i cittadini gli dicono via internet.
    • Anonimo scrive:
      Re: Grave è che i politici gli diranno s

      La cosa grave è che i politici gli diranno si,Sveglia!Non esistono "politici", ma esistono aderenti a cordate politico-affaristiche.Parliamo ad esempio di assicurazioni?Oggi viene privilegiata la BerlusconiMediolanum, domani la ProdiUnipol.
    • Anonimo scrive:
      Re: Grave è che i politici gli diranno s
      Già che ci siamo diamo anche l'indirizzohttp://www.internetcrazia.com/icVisto che fra tutte le mummie dei vari partiti non so quale votare ... quasi quasi ... (prima me leggo er sito, però)
  • Anonimo scrive:
    A me starebbe bene...
    A me starebbe bene, dicevo, se tale tassa eliminasse il pianto greco della major e rendesse perfettamente legale lo scambio di file in rete. Mi sembrerebbe anche "equo": una piccola tassa a compenso delle piccole perdite dovute al download e morta lì.Se invece ciò non estinguesse il "reato" di libero scambio, si tratterebbe dell'enessima raschiatura di barile, aggiungendo la beffa del balzello al danno della criminalizzazione generalizzata.O no?Chartitaliahttp://chartitalia.blogspot.com
    • HostFat scrive:
      Re: A me starebbe bene...
      Per me è una cosa inaccettabile che si debba pagare una tassa in base ad un presunto uso che si possa fare di una certa tecnologia.Non sarò mai daccordo con una cosa simile.Difatti non sono daccordo ne con le tasse sui supporti ottici o altre simili.Per di più quando sono tasse che vanno ad un ente privato! :|
    • Anonimo scrive:
      Re: A me starebbe bene...
      - Scritto da: Anonimo
      A me starebbe bene, dicevo, se tale tassa
      eliminasse il pianto greco della major e rendesse
      perfettamente legale lo scambio di file in rete.I miei MP3 nascono dai miei dischi (un po' scomodi da mattere tutti in tasca) o da brani **legalmente** acquistati (per lo più su Rosso Alice).Non mi va di pagare per chi ruba.
      • Anonimo scrive:
        Re: A me starebbe bene...
        Alla faccia di UNA tassa...Ne paghiamo già una sui supporti,sui dispositivi di stoccaggio,sui masterizzatori,sui videoregistratori ecc. .Quante volte dobbiamo pagare UNA tassa perchè si sentano risarciti?Ormai il prodotto glielo compri prima di andare in negozio.
        • avvelenato scrive:
          Re: A me starebbe bene...
          - Scritto da: Anonimo
          Alla faccia di UNA tassa...
          Ne paghiamo già una sui supporti,sui dispositivi
          di stoccaggio,sui masterizzatori,sui
          videoregistratori ecc. .
          Quante volte dobbiamo pagare UNA tassa perchè si
          sentano risarciti?
          Ormai il prodotto glielo compri prima di andare
          in negozio.una volta sono andato a vedere la Mandragola a teatro e ho pagato la siae.Un'altra volta lo stesso con le Baccanti. Direi che di soldi a ufo ne prendono già abbastanza.Ci vorrebbe una legge che li obblighi a lavorare. Magari col contratto dei metalmeccanici scaduto da 2 anni.
        • Anonimo scrive:
          Re: A me starebbe bene...
          - Scritto da: Anonimo
          Alla faccia di UNA tassa...
          Ne paghiamo già una sui supporti,sui dispositivi
          di stoccaggio,sui masterizzatori,sui
          videoregistratori ecc. .
          Quante volte dobbiamo pagare UNA tassa perchè si
          sentano risarciti?
          Ormai il prodotto glielo compri prima di andare
          in negozio.Si sentano risarciti? Ma non avete capito che la SIAE ha voluto tassare la pirateria, invece di combatterla?E' più redditizio, non vi pare?
          • Anonimo scrive:
            Re: A me starebbe bene...
            - Scritto da: Anonimo
            Si sentano risarciti? Ma non avete capito che la
            SIAE ha voluto tassare la pirateria, invece di
            combatterla?

            E' più redditizio, non vi pare?Non è neanche così: la siae l'abbiamo sempre pagato con tasse e balzelli su duemila cose.La pirtaeria l'hanno semplicemente tirata in ballo per ottenere nuovi balzelli da aggiungere a quelli vecchi.
      • Anonimo scrive:
        Re: A me starebbe bene...
        - Scritto da: Anonimo

        Non mi va di pagare per chi ruba.Non si tratta di furto, mettetevelo nella zucca, si tratta di violazione del copyright (copyright infringement)...
        • Anonimo scrive:
          Re: A me starebbe bene...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo




          Non mi va di pagare per chi ruba.

          Non si tratta di furto, mettetevelo nella zucca,
          si tratta di violazione del copyright (copyright
          infringement)...Chaimalo come ti apre, sempre che ti prendi qualcosa senza pagarne i diritti. Ti piace una canzone? Se sì paga l'autore, se no perché te l'ascolti?
          • Anonimo scrive:
            Re: A me starebbe bene...

            Chaimalo come ti apre, sempre che ti prendi
            qualcosa senza pagarne i diritti. Ti piace una
            canzone? Se sì paga l'autore, se no perché te
            l'ascolti?Chaimalo come ti apre?Ha un non so che di pornografico!
          • Anonimo scrive:
            Re: A me starebbe bene...
            - Scritto da: Anonimo


            Chaimalo come ti apre, sempre che ti prendi

            qualcosa senza pagarne i diritti. Ti piace una

            canzone? Se sì paga l'autore, se no perché te

            l'ascolti?

            Chaimalo come ti apre?
            Ha un non so che di pornografico!Ho mescolato le dita ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: A me starebbe bene...
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo







            Non mi va di pagare per chi ruba.



            Non si tratta di furto, mettetevelo nella zucca,

            si tratta di violazione del copyright (copyright

            infringement)...

            Chaimalo come ti apre, sempre che ti prendi
            qualcosa senza pagarne i diritti. Ti piace una
            canzone? Se sì paga l'autore, se no perché te
            l'ascolti?Lo vuoi capire o no che il problema non è pagare l'autore (sacrosanto) ma pagare una banda di ma...si che vive senza fare nulla di utile?
          • Anonimo scrive:
            Re: A me starebbe bene...

            Lo vuoi capire o no che il problema non è pagare
            l'autore (sacrosanto) ma pagare una banda di
            ma...si che vive senza fare nulla di utile?Sono autore (non di musica, ma di altro) e lo so quanta parte va a chi, però rubare l'altrui lavoro (pure chi produce fa, non credere) non è corretto.
          • Anonimo scrive:
            Re: A me starebbe bene...
            - Scritto da: Anonimo
            Sono autore (non di musica, ma di altro) e lo so
            quanta parte va a chi, però rubare l'altrui
            lavoro (pure chi produce fa, non credere) non è
            corretto.Perfetto,ho una domanda che avrei sempre voluto fare.Premesso che della musica mi interessa ben poco(e che quindi ne ascolto poca,perchè è pochissima quella che mi piace,ergo neanche la scarico,perchè non saprei cosa scaricare),la domanda è: che differenza fa ad un autore o ad un produttore se qualcuno scarica o invece non compra?Perchè coi prezzi che ci sono,la gente che comprerà,pirateria o meno,sarà sempre in calo.
          • Anonimo scrive:
            Re: A me starebbe bene...
            - Scritto da: Anonimo

            Lo vuoi capire o no che il problema non è pagare

            l'autore (sacrosanto) ma pagare una banda di

            ma...si che vive senza fare nulla di utile?

            Sono autore (non di musica, ma di altro) e lo so
            quanta parte va a chi, però rubare l'altrui
            lavoro (pure chi produce fa, non credere) non è
            corretto.Allora perchè non pensi di distribuire DIRETTAMENTE i tuoi prodotti invece di FORAGGIARE DEI PARASSITI???? Potresti così guadagnare anche di più, perché eviteresti di pagare IL PIZZO a questi personaggi che comincerebbero così a FARE LA FAME!!!! Altro che bella vita!!!! 8)
          • Anonimo scrive:
            Re: A me starebbe bene...

            Allora perchè non pensi di distribuire
            DIRETTAMENTE i tuoi prodotti invece di FORAGGIARE
            DEI PARASSITI???? Potresti così guadagnare anche
            di più, perché eviteresti di pagare IL PIZZO a
            questi personaggi che comincerebbero così a FARE
            LA FAME!!!! Altro che bella vita!!!!
            8)Stampare migliaia di copie, distribuirle, promuoverle? Con quali soldi, con quali capacità? Con quale autorevole nome alle spalle?Tutto da soli non si fa quasi nulla.
          • Anonimo scrive:
            Re: A me starebbe bene...

            Stampare migliaia di copie, distribuirle,
            promuoverle? Con quali soldi, con quali capacità?
            Con quale autorevole nome alle spalle?

            Tutto da soli non si fa quasi nulla.Col p2p, intanto, elimini la stampa delle copie. Il vero problema è produzione (le sale incisione e il mastering-mixing costano un botto) e la promozione.Il dramma odierno che aliena gran parte degli 'utenti' della musica è la sproporzionata importanza del marketing. I prodotti commerciali (spirs, zucchero, ramazzotti, vasco per intenderci) hanno un budget promozionale (pubblicità, video, heavy rotation su radio e canali musicali) di diverse decine di milioni di euro ad album. Anche con i best of con 2 inediti!Ed è quello che paghi con il prezzo così alto dei cd.D'altro canto non hai una grossa scelta: se sei un "piccolo" che da grande vuole fare il musicista cerchi per forza di entrare in un'etichetta che ti possa far uscire. Loro si tutelano facendo contratti capestro, e poi rivendendoti alle major se hai successo. Ma in pratica non hai scelta, se vuoi campare. Oppure fai il piano-barista di lusso per tutta la vita (come malatesta, te lo ricordi?). Oviamente parlo della musica nazional-popolare; da cui i generi minori sono stritolati commercialmente, anche se a rigore avrebbero la loro nicchia e ragion d'essere.Facciamo ora un'ipotesi costruttiva. Tu sei un gruppo, non hai contratto. Metti in vendita "simbolica" (2 euro?) licenza (oddio, come si chiama, bollino siae) e .torrent del cd e non hai bisogno neanche fisicamente di un server ftp. Pagamento tramite paypal, o su ebay, o con un messaggino ad un numero strano, come per le donazioni organizzate dalla televisione. Io dico che se un gruppo bravo, famoso ma non troppo, facesse così, in molti pagherebbero il giusto compenso per la musica che scaricano. Nota bene: anche DOPO averlo scaricato (inevitabile, dopo un po')! E sai perché? Perché pagheresti direttamente l'artista, e non quella manica di truffatori delinquenti e profittatori delle major e della siae. Io almeno lo farei. Ripeto, non con gli U2 o i metallica, ma con gruppi che ascolto e che stimo: sigur ros, giardini di mirò, EST, al limite Turin Brakes...Non compro i cd perche' (quando li trovo) costano talmente tanto che impallidisco. Ma posso spendere 20 euro per un ca**o di cd???? Io vivo con 800 euro, e no, non posso. Salvo rari casi, sono tagliato fuori da concerti e cd.
          • Anonimo scrive:
            Re: A me starebbe bene...
            - Scritto da: Anonimo

            Allora perchè non pensi di distribuire

            DIRETTAMENTE i tuoi prodotti invece di
            FORAGGIARE

            DEI PARASSITI???? Potresti così guadagnare anche

            di più, perché eviteresti di pagare IL PIZZO a

            questi personaggi che comincerebbero così a FARE

            LA FAME!!!! Altro che bella vita!!!!

            8)

            Stampare migliaia di copie, distribuirle,
            promuoverle? Con quali soldi, con quali capacità?
            Con quale autorevole nome alle spalle?

            Tutto da soli non si fa quasi nulla.Basta avere un pc, un masterizzatore cd, una stampante a colori (o vai in una tipografia) e ti fai le tue copie (non occorre migliaia!). Per la distribuzione: fai dei concerti in giro, li promuovi e li vendi a 5-6 euro! Se la tua musica vale te la comprano, se fa schifo certamente no!Non serve un grosso investimento!
          • Anonimo scrive:
            Re: A me starebbe bene...

            Basta avere un pc, un masterizzatore cd, una
            stampante a colori (o vai in una tipografia) e ti
            fai le tue copie (non occorre migliaia!). Per la
            distribuzione: fai dei concerti in giro, li
            promuovi e li vendi a 5-6 euro! Se la tua musica
            vale te la comprano, se fa schifo certamente no!
            Non serve un grosso investimento!Premessa: ho già detto che non sono autore di musica (aggiungo, per chiarezza, sono autore di libri)Risposta: il vostro (ripondo anche al precedente messaggio) entusiasmo mi rallegra, ma l'ingenuità (genuina, non siete stupidi) mi commuove.
          • Anonimo scrive:
            Re: A me starebbe bene...
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo







            Non mi va di pagare per chi ruba.



            Non si tratta di furto, mettetevelo nella zucca,

            si tratta di violazione del copyright (copyright

            infringement)...

            Chaimalo come ti apre, sempre che ti prendi
            qualcosa senza pagarne i diritti. Ti piace una
            canzone? Se sì paga l'autore, se no perché te
            l'ascolti?Non sto' sindacando se e' giusto o sbagliato, sto' solo dicendo che furto e violazione del copyright sono due cose ben differenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: A me starebbe bene...

            Non sto' sindacando se e' giusto o sbagliato,
            sto' solo dicendo che furto e violazione del
            copyright sono due cose ben differenti.Dal punto di vista giuridico o morale?Chi prende cose non gratis senza pagare ruba, poi il legislatore può usare i nomi che vuole.
          • Anonimo scrive:
            Re: A me starebbe bene...
            - Scritto da: Anonimo
            Dal punto di vista giuridico o morale?

            Chi prende cose non gratis senza pagare ruba, poi
            il legislatore può usare i nomi che vuole.Sbagliato: chi prende qualcosa sottraendola forzosamente al proprietario,ruba,chi prende qualcosa senza nulla togliere al proprietario,non ruba niente.
          • Anonimo scrive:
            Re: A me starebbe bene...

            Sbagliato: chi prende qualcosa sottraendola
            forzosamente al proprietario,ruba,chi prende
            qualcosa senza nulla togliere al proprietario,non
            ruba niente.Esiste anche la proprietà intellettuale, oppure il musicista non deve vivere del proprio lavoro?I sofismi non nascondono l'imoralità del gesto.
    • Anonimo scrive:
      Re: A me starebbe bene...
      - Scritto da: Anonimo
      A me starebbe bene, dicevo, se tale tassa
      eliminasse il pianto greco della major e rendesse
      perfettamente legale lo scambio di file in rete.
      Mi sembrerebbe anche "equo": una piccola tassa a
      compenso delle piccole perdite dovute al download
      e morta lì.

      Se invece ciò non estinguesse il "reato" di
      libero scambio, si tratterebbe dell'enessima
      raschiatura di barile, aggiungendo la beffa del
      balzello al danno della criminalizzazione
      generalizzata.

      O no?

      Chartitalia
      http://chartitalia.blogspot.comSono perfettamente d'accordo con te, peccato che in realtà dietro il nome tassa si cela la volontà di prelevare soldi ai privati (pensate voi quanti cd vergini vengono venduti in italia) e siccome lavoro nel campo dell'informatico e di cd e dvd ne uso a camionate, preferisco comprarli all'estero, in germania, da me oramani sono anni che non prendono piu' soldi, trovo che sia impensabile che questi chiedino soldi in continuazione (vedi l'aumento dei diritti sugli mp3 che vogliono imporre al negozio iTunes perchè si sono accorti che la Applet fa molti piu' soldi di quanto avessero immaginato).!!
      • Anonimo scrive:
        Re: A me starebbe bene...

        impensabile che questi chiedino soldi in
        continuazione (vedi l'aumento dei diritti sugli
        mp3 che vogliono imporre al negozio iTunes perchè
        si sono accorti che la Applet fa molti piu' soldi
        di quanto avessero immaginato).!!Il bello che manderanno in frantumi quello straccio di mercato legale che si sta creando per la vendita di musica in internet. Come? Ah poi ci blinderete le macchine è vero. Quindi quando le macchine saranno blindate voi aumenterete i prezzi e noi ci prenderemo la briga di scaricare un brano a 1.50 euro l'uno ... siii come no! Ma per piacere!E' per questo che bisogna far sparire la loro robba dal "Piero to Piero", perché altrimenti continueranno a tassare tutto quello in grado di riprodurre musica con la scusa della pirateria!! Sorvolando come al solito sui loro prezzi assurdi!
    • Anonimo scrive:
      Re: A me starebbe bene...
      Anche a me. La tassa sui CD grosso modo già la pago. Una tassa sul lettore, una magari anche sulla connessione a banda larga.Poi, però, mi lasciano mettere in condivisione 200 GBytes di musica senza rompermi le balle, ehSaluti,Piwi
  • Anonimo scrive:
    E non gli basta mai!
    Che palle sti mangiapane a sbafo!E quando non c'erano i lettori mp3 - si vende poca musica.E quando li hanno inventati - ora si venderà più musica (e invece no)E quando è nato il p2p - ora non venderemo un cazzo (vero)E quando è nato iTunes - evviva, ora scaricano e pagano (vero)Ora che hanno trovato la miniera d'oro, non gli sta bene manco quella! Vogliono più soldi dalla gallina dalle uova d'oro (che ha fatto una finaccia, se non ricordo male)Ci vuole tanto a capire che il pubblico è stanco della musica di merda dei loro protetti ai prezzi attuali?
    • Anonimo scrive:
      Re: E non gli basta mai!
      ummmmmmmmmm mi sa che ti ceennssssurano........................   calma tanto la societa è marcia tutti si drogano e le prossime genarazioni vivranno in un mondo pieno di donne-trans (lesbiche) finocchi psicopatici ecc. in poche parole la società va in malora!
      • Anonimo scrive:
        Re: E non gli basta mai!
        - Scritto da: Anonimo
        ummmmmmmmmm mi sa che ti
        ceennssssurano........................ calma
        tanto la societa è marcia tutti si drogano e le
        prossime genarazioni vivranno in un mondo pieno
        di donne-trans (lesbiche) finocchi psicopatici
        ecc. in poche parole la società va in malora!Beh, questa è una certezza. Comunque basta solo spostare il "target" e creare musica e film per un altro tipo di utenza. Loro ci stanno già pensando!http://www.repubblica.it/2005/i/sezioni/spettacoli_e_cultura/cinema/venezia/anglee/anglee/anglee.html"Insomma una vicenda a tinte forti, una sorta di "Ponti di Madison County" in salsa gay. Una storia che ha conquistato il cuore del regista, Ang Lee..."
    • Anonimo scrive:
      Re: E non gli basta mai!
      - Scritto da: Anonimo
      Che palle sti mangiapane a sbafo!

      E quando non c'erano i lettori mp3 - si vende
      poca musica.

      E quando li hanno inventati - ora si venderà più
      musica (e invece no)

      E quando è nato il p2p - ora non venderemo un
      cazzo (vero)

      E quando è nato iTunes - evviva, ora scaricano e
      pagano (vero)

      Ora che hanno trovato la miniera d'oro, non gli
      sta bene manco quella! Vogliono più soldi dalla
      gallina dalle uova d'oro (che ha fatto una
      finaccia, se non ricordo male)

      Ci vuole tanto a capire che il pubblico è stanco
      della musica di merda dei loro protetti ai prezzi
      attuali?Eccerto!!!!! Se no poi la coca da pippare come fanno a comprarla???? Certe cose costano e vengono consumate a ufo!!!! :@ :@ :@
  • Anonimo scrive:
    Facciamo una colletta
    E' evidente che questi stanno muorendo di fame, perchè non stabiliamo un contributo fisso di 5 milioni all'anno (però i cd li continuiamo a pagare) e semplifichiamo le cose?
    • Anonimo scrive:
      Re: Facciamo una colletta
      - Scritto da: Anonimo
      E' evidente che questi stanno muorendo di fame,
      perchè non stabiliamo un contributo fisso di 5
      milioni all'anno (però i cd li continuiamo a
      pagare) e semplifichiamo le cose?5 milioni, ma a testa, naturalmente, escluso l'acquisto di qualsiasi CD o DVD, per tutti i brani che puoi aver piratato nel corso della tua vita e quelli che piraterai facendo una stima di vita media approssimativa di circa 85 anni. Naturalmente se crepi prima non ti restituiscono niente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Facciamo una colletta
        - Scritto da: Anonimo

        E' evidente che questi stanno muorendo di fame,

        perchè non stabiliamo un contributo fisso di 5

        milioni all'anno (però i cd li continuiamo a

        pagare) e semplifichiamo le cose?

        5 milioni, ma a testa, naturalmenteOvvio, che avevi capito?
      • gattosiamese scrive:
        Re: Facciamo una colletta
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        E' evidente che questi stanno muorendo di fame,

        perchè non stabiliamo un contributo fisso di 5

        milioni all'anno (però i cd li continuiamo a

        pagare) e semplifichiamo le cose?

        5 milioni, ma a testa, naturalmente, escluso
        l'acquisto di qualsiasi CD o DVD, per tutti i
        brani che puoi aver piratato nel corso della tua
        vita e quelli che piraterai facendo una stima di
        vita media approssimativa di circa 85 anni.
        Naturalmente se crepi prima non ti restituiscono
        niente.e se crepano prima loro? :@
  • Anonimo scrive:
    Si lamentano proprio di tutto...
    Le Major già beccano miliardi senza fare nulla in più beccano i soldi anche da chi della musica se ne strafotte con 'sta stronzata dell'iniquo compenso.Adesso vogliono la tassa sui player multimediali e poi? Vorranno la percentuale anche sulle scarpe (dato che possono essere usate per ballare il tip-tap producendo così musica)?Boicottaggio di tutto ciò che gli fa intascare anche un solo euro in più.
    • Anonimo scrive:
      Re: Si lamentano proprio di tutto...

      Vorranno la percentuale anche sulle scarpe (dato
      che possono essere usate per ballare il tip-tap
      producendo così musica)?più che altro con le scarpe si rovina il suolo pubblico, strano che in italia non ci abbiano già pensato...+ tassa aggiuntiva per le geox che umidificano il suolo in modo eccessivo :P
      • Anonimo scrive:
        Re: Si lamentano proprio di tutto...
        ...e sulla vendita di armi? non c'è la congrua possibilità che vengano usate per ammazzare qualcuno?per ogni acquirente 6 mesi di arresti domiciliari preventivi e robusta cauzione per coprire "eventuali" spese processuali...
      • Anonimo scrive:
        Re: Si lamentano proprio di tutto...

        più che altro con le scarpe si rovina il suolo
        pubblico, strano che in italia non ci abbiano già
        pensato...

        + tassa aggiuntiva per le geox che umidificano il
        suolo in modo eccessivo :PShhhhttt! Zitto per Dio!! Non mettere nella testa della gente idee che poi potrebbero prendere in seria considerazione!
  • Anonimo scrive:
    Redazione
    [...] Non è un caso che, in questo bailamme, Apple abbia dovuto, o preferito, ritardare il lancio della piattaforma online Apple iTunes nella web-sphera giapponese [...]Mi permetto di segnalarvi che tale "piattaforma" è un negozio virtuale chiamato "iTunes Music Store", mentre "Apple iTunes", come da voi scritto, è soltanto un programma, che può funzionare anche senza la connessione a tale store.Cordiali saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Redazione

      Mi permetto di segnalarvi che tale "piattaforma"
      è un negozio virtuale chiamato "iTunes Music
      Store", mentre "Apple iTunes", come da voi
      scritto, è soltanto un programma, che può
      funzionare anche senza la connessione a tale
      store.Secondo me e' uno scioglilingua. Direi una segnalazione preziosa la tua :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Redazione
      - Scritto da: Anonimo
      [...] Non è un caso che, in questo bailamme,
      Apple abbia dovuto, o preferito, ritardare il
      lancio della piattaforma online Apple iTunes
      nella web-sphera giapponese [...]

      Mi permetto di segnalarvi che tale "piattaforma"
      è un negozio virtuale chiamato "iTunes Music
      Store", mentre "Apple iTunes", come da voi
      scritto, è soltanto un programma, che può
      funzionare anche senza la connessione a tale
      store.

      Cordiali salutidiccene altre ti prego. :D
    • Anonimo scrive:
      Ha ragione
      non capisco il perchè del voto negativo..mi pare abbia ragione
Chiudi i commenti