Microsoft: portiamo la virtualizzazione tra le PMI

Ieri a Milano la divisione italiana della corporation del software ha annunciato formalmente Windows Server 2008, Visual Studio 2008 e SQL Server 2008. E spiegato come intende diffondere il verbo
Ieri a Milano la divisione italiana della corporation del software ha annunciato formalmente Windows Server 2008, Visual Studio 2008 e SQL Server 2008. E spiegato come intende diffondere il verbo

Milano – Un mese dopo le specifiche tecniche , è arrivato il momento del lancio ufficiale: con un evento milanese al quale hanno preso parte circa 2.500 persone, Microsoft ha presentato ieri il nuovo pacchetto per il mercato aziendale composto da Windows Server 2008, Visual Studio 2008 e SQL Server 2008.

la virtualizzazione secondo MS “Puntiamo a portare la virtualizzazione anche tra le piccole e medie imprese, che rappresentano la stragrande maggioranza del tessuto imprenditoriale italiano”, spiega a Punto Informatico Matteo Mille, direttore Server & Tools Business Group di Microsoft Italia. “Gli incontri che abbiamo in programma per le prossime settimane sul territorio serviranno a spiegare come questi prodotti consentano di innalzare la capacità di sfruttamento della macchina, consentendo a una sola di svolgere le attività che fin qui richiedevano tre o quattro unità”. La focalizzazione sulla virtualizzazione lato server è una scelta (relativamente) nuova per la casa di Redmond, che su questo terreno è partita più tardi rispetto ai principali concorrenti. “Partiamo con il server virtuale, per proseguire con soluzioni di application virtualization, desktop virtualization, profile virtualization e presentation virtualization”, aggiunge Mille.

Microsoft preferisce non rilasciare stime su fatturato e vendite attese, ma il posizionamento sul mondo dei distretti produttivi è chiaro: “Il nuovo pacchetto server consente di migliorare la catena del valore, ottimizzare le comunicazioni tra produttori e fornitori, puntare sulla collaborazione nei processi di distribuzione”. Per convincere le PMI italiane, spesso restie ad accogliere le innovazioni tecnologiche, Mille punta sui numeri di una recente ricerca targata IDC: “Attualmente l’80% degli investimenti tecnologici si concentra sulle attività di gestione e solo il 20% sulla creazione di valore. Il nostro obiettivo è invertire le proporzioni”.

Tra i concetti chiave della campagna sui nuovi prodotti server c’è la Dynamic IT , “che significa integrare l’Information Technology nei processi aziendali, rendendo la tecnologia un asset strategico per il business”, prosegue Mille. Della necessità di accelerare sull’integrazione ha parlato anche Mario Derba. Nel corso della presentazione, l’amministratore delegato di Microsoft Italia ha sottolineato la capacità dei nuovi prodotti nella semplificazione della gestione dei sistemi tecnologici, consentendo alle risorse IT delle aziende di concentrarsi maggiormente sull’innovazione.

A sostegno di questo ragionamento, gli uomini Microsoft hanno presentato i dati di una ricerca commissionata a Capgemini tra i clienti di Windows Server 2008. I ricercatori della società statunitense hanno rilevato una riduzione dei tempi di deployment nell’ordine del 60%, a cui si aggiunge una riduzione dei costi dovuta alla maggiore focalizzazione dello staff IT sul core business (ulteriori approfondimenti su questa ricerca sono disponibili qui ). Tra le case history presentate nel corso della giornata-evento, l’esperienza dell’Università di Pisa, dove Microsoft ha sviluppato uno starter kit per Visual Studio 2008 che verrà distribuito in tutto il mondo insieme al prodotto. “Attraverso.NET, abbiamo sviluppato applicazioni che girano su macchine virtuali”, ha spiegato il ricercatore Antonio Cisternino, “dando vita a un’applicazione per la gestione di un ristorante o di una pizzeria attraverso un sistema basato su palmari e PC desktop”.

La tempistica dei rilasci
Windows Server 2008, Visual Studio 2008 e la versione Beta di Hyper-V sono disponibili da ieri, insieme alla versione CTP (Community Technology Preview) di febbraio di SQL Server 2008. La distribuzione definitiva è prevista, invece, per l’estate. Qualche settimana prima dovrebbe essere la volta del pacchetto Windows Essential Server Solutions indirizzato alle aziende più piccole. Stessa tempistica per l’esordio di Windows HPC Server 2008, successore di Windows Compute Cluster Server 2003, mentre per la soluzione di archiviazione Windows Storage Server 2008 bisognerà aspettare la fine dell’anno.

Luigi dell’Olio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

28 02 2008
Link copiato negli appunti