Microsoft: tra una settimana il nuovo giudice

La Corte d'Appello stabilisce di non attendere le decisioni della Corte Suprema e prepara la strada affinché una nuova sentenza arrivi presto


Washington (USA) – Niente da fare per l’azienda di Bill Gates nell’interminabile vicenda giudiziaria che la vede coinvolta per aver agito contro le leggi antitrust americane: la Corte d’Appello ha infatti deciso che non attenderà le determinazioni della Corte Suprema degli Stati Uniti e che già la settimana prossima sarà estratto a sorte il giudice che dovrà sentenziare la pena per Microsoft.

Microsoft aveva chiesto all?inizio del mese che il caso che la vede protagonista fosse messo nelle mani dalla Corte Suprema e che la Corte d’Appello non procedesse in alcun modo fino a quando non si fossero conosciute le decisioni della Corte Suprema sull’opportunità di prendere in mano la causa.

La Corte d’Appello ha però fatto sapere nelle scorse ore di aver deciso di non attendere ulteriori novità e che la causa ritornerà, come previsto dalle leggi, in mano ad una Corte Distrettuale che procederà ad emanare la sentenza.

Microsoft era già stata ritenuta colpevole di pratiche monopolistiche atte a difendere la sua leadership di mercato ma la Corte d’Appello, seppure confermando le colpe, aveva stabilito che non era necessario dividere in due l’azienda di Bill Gates, come invece aveva proposto il giudice Thomas Penrose Jackson, che aveva per primo esaminato il caso.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    BHE
    Tutti in poltrona a vedere sto film allora.Peccato per quelli come me che hanno il pc in salotto, un monitor piccolo, e la sedia davanti al pc. Di solito in film si guarda in più e di più seduti e lontano. E poi i film li colleziono e se li compro poi li voglio tenere. Il bunisess del cinema è un business che arrichisce pochi, attori registi e case di produzione. Con i videonoleggi e fenomeni simili le cose stanno migliorando, ma perchè si vanno a toccare i modelli che sono collaudatima non è che si vuole distruggere sta rete?
    • Anonimo scrive:
      Re: BHE
      Credo solo che la si voglia cambiare (come sempre, d'altronde).Non credo sia una cosa errata quello che sta succedendo. Se poi non prende piede pazienza, stop. Certo, il film potrai averlo anche tu a casa tua, ma ci sono film di cui non t'interessa più di tanto, ma puoi goderti una serata senza andare giù in città a noleggiarlo e guardartelo...E poi, scusa, hai il vantaggio di avere il computer in salotto... Prenditi una scheda video, se già magari non ce l'hai, con uscita tv (ormai le tirano dietro, son tutte così), cavetto ben schermato, massimo 20mila e ti vedi il film in tv con una resa più che ottimale...Saluti
Chiudi i commenti