MS consegna nuovi documenti alla UE

A compimento delle ultime richieste della Commissione europea, Microsoft presenta nuova documentazione tecnica agli uffici antitrust nella speranza di evitare le multe già decise

Bruxelles ? La richiesta era che arrivasse entro il 31 luglio, pena l’avvio delle pesantissime sanzioni già decise: ora i commissari europei che si occupano del procedimento antitrust contro Microsoft potranno forse trovare soddisfazione. Nelle scorse ore Microsoft ha provveduto a fornire nuova documentazione tecnica alla Commissione.

“Abbiamo ricevuto la documentazione tecnica di Microsoft – ha confermato un portavoce dell’Esecutivo comunitario – I servizi antitrust la stanno già analizzando (…) È troppo presto per dire se siano corrispondenti a quanto richiesto”.

La questione non è secondaria: come si ricorderà nelle scorse settimane la Commissione ha deciso di multare Microsoft per 280,5 milioni di euro a causa dei ritardi che, a detta delle autorità, l’azienda avrebbe accumulato nel fornire la documentazione richiesta dopo il procedimento antitrust conclusosi a sfavore del big di Redmond. Se Microsoft non avesse consegnato quanto dovuto entro il 31 luglio, la Commissione aveva ipotizzato una multa a partire dal primo agosto che potrebbe arrivare a tre milioni di euro al giorno.

Come noto la documentazione viene considerata indispensabile per consentire ai competitor di gareggiare ad armi pari con Microsoft nello sviluppo di applicativi per Windows, con un occhio particolare a quelli multimediali. Oltre a questo, Microsoft deve studiare un modello di licenza per i propri concorrenti in modo che questi possano adottare gli strumenti tecnici necessari, e che sia considerato “equo” dalla commissione per modalità e costi.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Pero' e' strano...
    ... abito in Cina e leggo queste notizie senza nessuna censura. E nessuno viene a prendermi....Siamo proprio sicuri che le cose stanno cosi'?
    • Anonimo scrive:
      Re: Pero' e' strano...
      - Scritto da:
      ... abito in Cina e leggo queste notizie senza
      nessuna censura. E nessuno viene a
      prendermi....

      Siamo proprio sicuri che le cose stanno cosi'?Si
    • Anonimo scrive:
      Re: Pero' e' strano...
      - Scritto da:
      ... abito in Cina e leggo queste notizie senza
      nessuna censura. E nessuno viene a
      prendermi....

      Siamo proprio sicuri che le cose stanno cosi'?Cioè? Le leggi in italiano?E in cinese si trovano?
      • Anonimo scrive:
        Re: Pero' e' strano...
        Direi di si: mia moglie e' cinese ed e' buddista. Non ha alcun problema ad andare al tempio (c'e' un bellissimo tempio con un grosso Budda scolpito nella giada, qui).Vicino a casa mia c'e' una moschea ed il quartiere e' abitato prevalentemente da musulmani. Anche loro non mi sembra abbiano problemi.L'ultima volta che ho visto una chiesa cattolica era a VÃ, ci sono entrato per curiosita' ed era frequentatissima. Mah...
        • Anonimo scrive:
          Re: Pero' e' strano...
          - Scritto da:
          Direi di si: mia moglie e' cinese ed e' buddista.
          Non ha alcun problema ad andare al tempio (c'e'
          un bellissimo tempio con un grosso Budda scolpito
          nella giada,
          qui).
          Vicino a casa mia c'e' una moschea ed il
          quartiere e' abitato prevalentemente da
          musulmani. Anche loro non mi sembra abbiano
          problemi.

          L'ultima volta che ho visto una chiesa cattolica
          era a VÃ, ci sono entrato per curiosita' ed era
          frequentatissima.
          Mah...ma che cacchio centra?Ripeto la domanda: "Cioè? Le leggi in italiano?E in cinese si trovano?"
          • Anonimo scrive:
            Re: Pero' e' strano...

            ma che cacchio centra?
            Ripeto la domanda:
            "Cioè? Le leggi in italiano?
            E in cinese si trovano?"Era chiaro: le leggo in italiano ed in inglese.In cinese si trovano
    • Margherita scrive:
      Re: Pero' e' strano...
      sì e io abito sulla luna e anche qui non c'è nessuna censura, sicuri che l'uomo non abbia già colonizzato altri pianeti?
      • Anonimo scrive:
        Re: Pero' e' strano...
        - Scritto da: Margherita
        sì e io abito sulla luna e anche qui non c'è
        nessuna censura, sicuri che l'uomo non abbia già
        colonizzato altri
        pianeti?Ha un senso?
  • Anonimo scrive:
    Più tardi...
    ...sarà presentato il conto agli oppressori e più sarà salato.Ceausescu ha pagato tardi, ma tutto e salato.Milosevic pure.E prima di loro Hitler.E a quanto pare lo stesso Stalin fu lasciato a rantolare in agonia per una notte dai suoi più stretti collaboratori, che giustamente non mossero un dito.
    • Anonimo scrive:
      Re: Più tardi...

      E a quanto pare lo stesso Stalin fu lasciato a
      rantolare in agonia per una notte dai suoi più
      stretti collaboratori, che giustamente non
      mossero un
      dito.Non e' proprio cosi', ando' da lui il suo medico ovviamente, e la figlia segui' la sua agonia. Certo gli altri gerarchi nella stanza accanto si fregavano le mani, Beria in testa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Più tardi...
        Sì, ma secondo voci non ufficiali, prima di chiamare i soccorsi aspettarono quanto basta ad essere sicuri che i danni fossero irreversibili... non che allora potessero fare molto per un ictus...
        • Cobra Reale scrive:
          Erano temuti, non amati
          Per questo, quando per un qualsiasi motivo quei tiranni perdevano la loro temibilità e si rivelavano vulnerabili, era logico che nessuno muovesse un dito per aiutarli.Come Don Rodrigo: quando si sentì male il "fedele" Griso, che aveva capito che il suo padrone era stato contagiato dalla peste, non chiamò il medico ma i monatti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Erano temuti, non amati
            - Scritto da: Cobra Reale
            Per questo, quando per un qualsiasi motivo quei
            tiranni perdevano la loro temibilità e si
            rivelavano vulnerabili, era logico che nessuno
            muovesse un dito per
            aiutarli.
            Come Don Rodrigo: quando si sentì male il
            "fedele" Griso, che aveva capito che il suo
            padrone era stato contagiato dalla peste, non
            chiamò il medico ma i
            monatti.Vedremo cosa succederà a Cuba tra qualche giorno...
          • Anonimo scrive:
            Re: Erano temuti, non amati

            Come Don Rodrigo: quando si sentì male il
            "fedele" Griso, che aveva capito che il suo
            padrone era stato contagiato dalla peste, non
            chiamò il medico ma i
            monatti.Oh no mi hai rovinato il finale dei promessi sposi!! Monatti portatemi viaaa!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Ammazza…
    Ammazza quanto so' cattivi 'sti cinesi!
  • Anonimo scrive:
    occhio però
    ora, io l'ho letto solo su wikipedia, però con tutta la stima e simpatia che provaVO per il dalai lama, poi ho visto che non è che fosse molto morbido con la schiavitù ed altre forme di oppressione, quando era capo del governo.mah!
    • Anonimo scrive:
      Re: occhio però
      - Scritto da:
      ora, io l'ho letto solo su wikipedia, però con
      tutta la stima e simpatia che provaVO per il
      dalai lama, poi ho visto che non è che fosse
      molto morbido con la schiavitù ed altre forme di
      oppressione, quando era capo del
      governo.


      mah!Il regime del Dalai Lama in Tibet non aveva nulla da invidiare alle teocrazie medioevali europee. Schiavitù, miseria, servitù della gleba, ignoranza per il 90% del popolo: è quello che succede in ogni teocrazia, e il Tibet del Dalai Lama non faceva differenza.Poi, è ovvio che al giorno d'oggi, se mai il Tibet tornasse indipendente, le cose non sarebbero più così... ma in ogni caso non c'è da fidarsi nel consegnare il potere ai religiosi, di qualunque religione si tratti.
      • Anonimo scrive:
        Re: occhio però
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ora, io l'ho letto solo su wikipedia, però con

        tutta la stima e simpatia che provaVO per il

        dalai lama, poi ho visto che non è che fosse

        molto morbido con la schiavitù ed altre forme di

        oppressione, quando era capo del

        governo.





        mah!

        Il regime del Dalai Lama in Tibet non aveva nulla
        da invidiare alle teocrazie medioevali europee.
        Schiavitù, miseria, servitù della gleba,
        ignoranza per il 90% del popolo: è quello che
        succede in ogni teocrazia, e il Tibet del Dalai
        Lama non faceva
        differenza.

        Poi, è ovvio che al giorno d'oggi, se mai il
        Tibet tornasse indipendente, le cose non
        sarebbero più così... ma in ogni caso non c'è da
        fidarsi nel consegnare il potere ai religiosi, di
        qualunque religione si
        tratti.Il fatto che ora sia in mano del regime comunista cinese il potere non è certo stata una conquista, ma solo un aggravamento.
        • Anonimo scrive:
          Re: occhio però
          se resistevi alla tentazione di trollare la solita risposta preconfezionata "allora vai a vivere in cina" e ti fermavi a riflettere (deve essere insolito per te, magari prova un po' alla volta)potevi arrivare a capire che:1) magari se uno vive in usa da barbone o da carcerato a lungo termine per futili motivi (es: 3 volte ubriaco come accade ad alcuni indiani) non sta tanto meglio che se vivesse in cina2) la società occidentale è un conto, la direzione in cui vogliono spingerla le corporation è un altro e prima allargano la loro influenza sul pianeta prima cominceranno a restringere le libertà e il benessere delle persone comuni (la maggior parte dei licenziamenti/esternalizzazioni le multinazionali li hanno fatto mentre i profitti erano alti, non in momenti di crisi)3) liberare le galline dall'allevatore cattivo mentre fuori dal pollaio girano le volpi, aiuta le galline o le volpi ?
        • Santos-Dumont scrive:
          Re: occhio però
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          ora, io l'ho letto solo su wikipedia, però con


          tutta la stima e simpatia che provaVO per il


          dalai lama, poi ho visto che non è che fosse


          molto morbido con la schiavitù ed altre forme
          di


          oppressione, quando era capo del


          governo.








          mah!



          Il regime del Dalai Lama in Tibet non aveva
          nulla

          da invidiare alle teocrazie medioevali europee.

          Schiavitù, miseria, servitù della gleba,

          ignoranza per il 90% del popolo: è quello che

          succede in ogni teocrazia, e il Tibet del Dalai

          Lama non faceva

          differenza.



          Poi, è ovvio che al giorno d'oggi, se mai il

          Tibet tornasse indipendente, le cose non

          sarebbero più così... ma in ogni caso non c'è da

          fidarsi nel consegnare il potere ai religiosi,
          di

          qualunque religione si

          tratti.

          Il fatto che ora sia in mano del regime comunista
          cinese il potere non è certo stata una conquista,
          ma solo un
          aggravamento.Se ti condannassero a morte e ti dicessero: "testa o croce, se esce testa verrai decapitato, se esce croce verrai crocifisso", avrebbe molta importanza il sistema per l'esecuzione?
        • Anonimo scrive:
          Re: occhio però
          - Scritto da: Santos-DumontBla bla bla... le tue solite sviolinate.
          E spezzando una lancia a favore del tuo
          interlocutore, se l'Occidente sfruttatore ti va
          tanto a genio ti invito seduta stante a
          trasferirti in uno dei paesi sfruttati.I paesi sfruttatori sono cattivi, ma Cuba e Corea del Nord sono abominevoli.
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            sempre cuba e corea eh, mai birmania haiti ecc
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            - Scritto da:
            sempre cuba e corea eh, mai birmania haiti eccBhe, non essendo comunisti non possono essere cosi' cattivi :$
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            - Scritto da:
            sempre cuba e corea eh, mai birmania haiti eccSe vuoi facciamo la lista di tutti i cattivi, ma in genere alle persone intelligenti basta un esempio per capire.
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            - Scritto da:
            sempre cuba e corea eh, mai birmania haiti eccVisto che si parlava di quei paesi, non volevo essere OT. A te questo onore.
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            mi sembrava si parlasse di cina e non di cuba e corea, per cui l'ot lo rilancio a chi li ha tirati in ballo, poi l'agenda, cioé la scelta di cosa occuparsi tra tante situazioni dichiarate formalmente abominevoli é molto in topic e la dice lunga sull'onestà intellettuale delle critiche a senso unico
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            - Scritto da:
            mi sembrava si parlasse di cina e non di cuba e
            coreaEcco chi ha tirato in ballo Cuba e Corea"Ma che cumolo di idiozie. Se ti fa tanto schifo la società occidentale perchè non vai a vivere in Nord Korea, Pakistan, Cuba, Iran ? Eh ?" per cui l'ot lo rilancio a chi li ha
            tirati in balloE no bello, TU hai tirato in ballo Birmania e Haiti e quindi ti tieni el responsabilita' del tuo OT.
            la scelta di
            cosa occuparsi tra tante situazioni dichiarate
            formalmente abominevoliNon credo che nessuno abbia una agenda di situazioni abominevoli, continui a confondere un esempio con una dichiarazione di posizione.La dice lunga sulla tua spocchia e incapacita' di discutere serenamente senza mettere in bocca al prossimo posizioni non espresse.
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            - Scritto da:
            sempre cuba e corea eh, mai birmania haiti eccE va bene ti accontentoI paesi sfruttatori sono cattivi, ma Cuba, Corea del Nord, Birmania, Haiti, ecc. sono abominevoli.
    • Anonimo scrive:
      Re: occhio però
      Da dove salta fuori questa storia della schiavitu? e/o forme di oppressione?C'è una sola cosa sicura, i cinesi stanno uccidendo dal 55 il popolo tibetano non permettendo allo stesso di esistere, stroncandolo con carestie provocate di proposito e infine dando incentivi economici alle attivita in tibet solo se sei cinese di etnia Han. Oar i tibetani sono una minoranza oppressa, povera e torturata nel loro stesso paese ed è così nella totale indifferenza della comunità internazionale dagli anni 50. Questo è quello che succede ORA, il resto sono "se", "ma" e probabilmente fandonie ad-hoc.CiaoBibo
      • Anonimo scrive:
        Re: occhio però
        la cina é politicamente influente nel tibet per numero di cittadini dal xvii sec e lo ha anche invaso nel 1750un po' come se richiedessimo il ritiro degli usa dai territori degli indiani d'america, un popolo oppresso e incarcerato in altissime percentuali(mi dispiace che non trovo più in rete il link al rapporto cia in cui si riportava che la popolazione in un primo tempo si rifiutava di combattere per il dalai lama )io direi che nessun imperialismo é più giusto dell'altro, per cui magari guardiamo al libano che é più urgente del tibet
        • Anonimo scrive:
          Re: occhio però

          io direi che nessun imperialismo é più giusto
          dell'altro, per cui magari guardiamo al libano
          che é più urgente del
          tibetIl paragone e' del tutto improprio: chi e' l'"imperialista" in Libano ?
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            volevo dire che lo slancio di aiuto agli oppressi mi sembrerebbe meglio indirizzato lìcomunque direi che finita la baruffa libanese l'imperialista é quello che si tiene le acque del fiume litani
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            - Scritto da:
            volevo dire che lo slancio di aiuto agli oppressi
            mi sembrerebbe meglio indirizzato


            comunque direi che finita la baruffa libanese
            l'imperialista é quello che si tiene le acque del
            fiume
            litaniL' imperialista in Libano è Gheddafi ed i terroristi Hezbollah della ciurma di Al Qaeda.
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            volevo dire che lo slancio di aiuto agli
            oppressi

            mi sembrerebbe meglio indirizzato





            comunque direi che finita la baruffa libanese

            l'imperialista é quello che si tiene le acque
            del

            fiume

            litani

            L' imperialista in Libano è Gheddafi ed i
            terroristi Hezbollah della ciurma di Al
            Qaeda.non sei aggiornato: ora la libia non é più ai primi posti degli stati canaglia, mentre si trova sempre a qualche migliaio di km dal libano, compra una cartina geografica aggiornata e ritira l'ultimo numero del bollettino neocon
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            - Scritto da:



            io direi che nessun imperialismo é più giusto

            dell'altro, per cui magari guardiamo al libano

            che é più urgente del

            tibet

            Il paragone e' del tutto improprio: chi e'
            l'"imperialista" in Libano
            ?La Siria.
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            - Scritto da:

            - Scritto da:






            io direi che nessun imperialismo é più giusto


            dell'altro, per cui magari guardiamo al libano


            che é più urgente del


            tibet



            Il paragone e' del tutto improprio: chi e'

            l'"imperialista" in Libano

            ?
            La Siria.infatti se ne é andata rispettando le risoluzioni onu e abbiamo visto chi é arrivato...
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            - Scritto da:
            Il paragone e' del tutto improprio: chi e'
            l'"imperialista" in Libano
            ?Non saprei fa tu! i confini del libano non sono i confini di uno STATO SOVRANO?Che pensi? ti risulta che ci sia QUALCUNO che è tenuto al rispetto dei confini di uno stato sovrano e QUALCUNO che non lo è?Date queste premesse (che si spera non siano discutibili) non sei in grado di darti una risposta?N.B. La risposta NON può (ovviamente) tenere conto di "simpatie ideologiche" e altri giustificativi più o meno "morali" l'etica è ovviamente relativa il diritto internazionale non può per definizionione esserlo dato che non potrebbe tenere in conto "etiche", "morali" "culture" e modi di "sentire" che sono ovviamente diverse e inconciliabili e quindi non "universalmente" condivisibili in linea di principio!
        • Anonimo scrive:
          Re: occhio però
          Il Tibet è urgente da 50 anni, ma siccome i patrioti tibetani non fanno la voce grossa e non se la prendono con innocenti colpendoli a casaccio, nessuno se li fila manco de pezza.
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            - Scritto da:
            Il Tibet è urgente da 50 anni, ma siccome i
            patrioti tibetani non fanno la voce grossa e non
            se la prendono con innocenti colpendoli a
            casaccio, nessuno se li fila manco de
            pezza.la cia se li é filati subito mandando armi e truppe di supporto al fratello del pacificissimo dalai lama di quel tempo, ma la cosa non ha funzionato perchè la popolazione non é insorta a supporto del governo teocratico com'era nei pianipoi sai com' è gli straccioni che non possono permettersi le bombe intelligenti colpiscono a casaccio gli innocenti, mentre le truppe civilizzate che li vanno a liberare no, vero ?
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Il Tibet è urgente da 50 anni, ma siccome i

            patrioti tibetani non fanno la voce grossa e non

            se la prendono con innocenti colpendoli a

            casaccio, nessuno se li fila manco de

            pezza.


            la cia se li é filati subito mandando armi e
            truppe di supporto al fratello del pacificissimo
            dalai lama di quel tempo, ma la cosa non ha
            funzionato perchè la popolazione non é insorta a
            supporto del governo teocratico com'era nei
            piani

            poi sai com' è gli straccioni che non possono
            permettersi le bombe intelligenti colpiscono a
            casaccio gli innocenti, mentre le truppe
            civilizzate che li vanno a liberare no, vero
            ?Se è stato bene a loro il passaggio nelle mani dei cinesi allora "affari loro" la CIA il supporto lo ha dato, quindi a stò punto o il popolo è composto da pisciasotto o stavano peggio quando c'era il Dalai Lama!(troll2)
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Il Tibet è urgente da 50 anni, ma siccome i


            patrioti tibetani non fanno la voce grossa e
            non


            se la prendono con innocenti colpendoli a


            casaccio, nessuno se li fila manco de


            pezza.





            la cia se li é filati subito mandando armi e

            truppe di supporto al fratello del pacificissimo

            dalai lama di quel tempo, ma la cosa non ha

            funzionato perchè la popolazione non é insorta a

            supporto del governo teocratico com'era nei

            piani



            poi sai com' è gli straccioni che non possono

            permettersi le bombe intelligenti colpiscono a

            casaccio gli innocenti, mentre le truppe

            civilizzate che li vanno a liberare no, vero

            ?

            Se è stato bene a loro il passaggio nelle mani
            dei cinesi allora "affari loro" la CIA il
            supporto lo ha dato, quindi a stò punto o il
            popolo è composto da pisciasotto o stavano peggio
            quando c'era il Dalai
            Lama!(troll2)non pisciasotto, ma semplicemente è un popolo pacifico
        • Anonimo scrive:
          Re: occhio però
          - Scritto da:
          la cina é politicamente influente nel tibet per
          numero di cittadini dal xvii sec e lo ha anche
          invaso nel
          1750Beh allora e' nel giusto, visto che lo ha gia' fatto :)
          un po' come se richiedessimo il ritiro degli usa
          dai territori degli indiani d'america, un popolo
          oppresso e incarcerato in altissime
          percentualiTu non lo chiederesti?Male.
          io direi che nessun imperialismo é più giusto
          dell'altro, per cui magari guardiamo al libano
          che é più urgente del
          tibetNessun imperialismo é più giusto dell'altro, per cui guardiamoli tutti.
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            la cina é politicamente influente nel tibet per

            numero di cittadini dal xvii sec e lo ha anche

            invaso nel

            1750

            Beh allora e' nel giusto, visto che lo ha gia'
            fatto
            :)no, ma allora chiediamo l'indipendenza del sannio invaso dalle truppe romane

            un po' come se richiedessimo il ritiro degli usa

            dai territori degli indiani d'america, un popolo

            oppresso e incarcerato in altissime

            percentuali

            Tu non lo chiederesti?
            Male.lo chiederei prima, se no facciamo come l'onu che con quasi 80 risoluzioni mai rispettate da israele non fa nulla e alla prima contro la jugoslavia gli manda la nato a bombardarla

            io direi che nessun imperialismo é più giusto

            dell'altro, per cui magari guardiamo al libano

            che é più urgente del

            tibet

            Nessun imperialismo é più giusto dell'altro, per
            cui guardiamoli
            tutti.ma tutti ALLO STESSO MODO, non deplorandoli tutti e poi intervenendo solo dove fa comodo
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            Appunto.I palestinesi riescono comunque ad ottenere almeno un po' di solidarietà, il Tibet, soprattutto in Italia, raccoglie quasi sempre indifferenza o cambi di discorso quasi seccati.Sulla Palestina:le terre su cui dovrebbe sorgere lo stato Palestinese, in origine, non erano occupate da Israele, ma nella piena disponibilità di stati arabi e furono proprio gli arabi, in origine, a negare la possibilità di creare, analogamente allo stato degli Israeliti, lo stato dei Palestinesi, adducendo come motivo che esisteva già uno stato Palestinese, la Giordania.
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            - Scritto da:
            Appunto.
            I palestinesi riescono comunque ad ottenere
            almeno un po' di solidarietà, il Tibet,
            soprattutto in Italia, raccoglie quasi sempre
            indifferenza o cambi di discorso quasi
            seccati.ma non riescono ad ottenere informazione di massa obiettiva (pensa che il capo dell'agenzia che traduce discorsi dei leader musulmani da arabo, urdu ecc é un ex mossad) e poi sono solo parole: la nato nonostante abbia nelle regole associative il non ingresso di stati belligeranti ha firmato accordi congiunti con israele e l'onu si limita a deplorare le atrocità e il razzismo praticati in quello stato, mentre in iugoslavia ha mandato i bombardieril'attenzione é una questione di agenda: guardare alle violazioni dei diritti umani che favoriscono interventi imperialisti e mettere in secondo piano quelle che li ostacolano indica una chiara linea interpretativa che molti non condividono, per questo APPARENTEMENTE sembra che la causa del tibet non riscuota simpatia
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            la cina é politicamente influente nel tibet
            per


            numero di cittadini dal xvii sec e lo ha anche


            invaso nel


            1750



            Beh allora e' nel giusto, visto che lo ha gia'

            fatto

            :)


            noEcco no.
            ma allora chiediamo l'indipendenza del sannio
            invaso dalle truppe
            romaneSolo che a differenza del sannio, i tibetani esistono ancora e non sono stati tutti cinesizzati come i sanniti sono stati romanizzati.


            un po' come se richiedessimo il ritiro degli
            usa


            dai territori degli indiani d'america, un
            popolo


            oppresso e incarcerato in altissime


            percentuali



            Tu non lo chiederesti?

            Male.
            lo chiederei primaPuoi sempre lottare per salvare quel che resta, per idiritti degli indiani d'america.
            se no facciamo come l'onu che
            con quasi 80 risoluzioni mai rispettate da
            israele non fa nulla e alla prima contro la
            jugoslavia gli manda la nato a
            bombardarlaQuesto non c'entra nulla, il forum pro-contro ONU e' da un'altra parte.


            io direi che nessun imperialismo é più giusto


            dell'altro, per cui magari guardiamo al libano


            che é più urgente del


            tibet



            Nessun imperialismo é più giusto dell'altro, per

            cui guardiamoli

            tutti.

            ma tutti ALLO STESSO MODOSi
            non deplorandoli tutti
            e poi intervenendo solo dove fa
            comodoQuesto e' quello che fanno i governi, non mi pare che sia il caso di confondere il nostro atteggiamento, con quello dei governi.
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però

            Questo e' quello che fanno i governi, non mi pare
            che sia il caso di confondere il nostro
            atteggiamento, con quello dei
            governi. ma esistono nostri atteggiamenti giusti che però finiscono per agevolare comportamenti ingiusti dei governi, per cui quando agiamo occorre pensare non solo alle conseguenze dirette delle nostre azioni ma al maggior numero di scenari possibili
    • Anonimo scrive:
      Re: occhio però
      Compagni siete fantastici! I Cinesi sterminano la gente e la cultura tibetana e per tutta risposta "eh si beh però anche il dalai lama era per la schiavitù..."HASTA IL VOLTAFACCIA COMPAGNEROS!!!!!- Scritto da:
      ora, io l'ho letto solo su wikipedia, però con
      tutta la stima e simpatia che provaVO per il
      dalai lama, poi ho visto che non è che fosse
      molto morbido con la schiavitù ed altre forme di
      oppressione, quando era capo del
      governo.


      mah!
    • Anonimo scrive:
      Re: occhio però
      - Scritto da:
      ora, io l'ho letto solo su wikipedia, però con
      tutta la stima e simpatia che provaVO per il
      dalai lama, poi ho visto che non è che fosse
      molto morbido con la schiavitù ed altre forme di
      oppressione, quando era capo del
      governo.


      mah!Occhio che:1) il Dalai Lama stava timidamente iniziando una modernizzazione del paese che non ne stravolgesse aspetti e tradizioni migliori;2) la Cina faceva e fa propaganda contro di lui fuori dai propri confini e censura totale all'interno;3) la Cina, come la Corea del Nord, pratica tuttora la schiavitù nei campi di lavoro e i Tibetani di etnia non cinese sono stati fra i più colpiti da esecuzioni sommarie, incarceramenti arbitrari e deportazioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: occhio però
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ora, io l'ho letto solo su wikipedia, però con

        tutta la stima e simpatia che provaVO per il

        dalai lama, poi ho visto che non è che fosse

        molto morbido con la schiavitù ed altre forme di

        oppressione, quando era capo del

        governo.





        mah!
        Occhio che:
        1) il Dalai Lama stava timidamente iniziando una
        modernizzazione del paese che non ne stravolgesse
        aspetti e tradizioni
        migliori;negli anni 50 ? fonti ?
        2) la Cina faceva e fa propaganda contro di lui
        fuori dai propri confini e censura totale
        all'interno;ma il resto del mondo fa propaganda pro tibet in funzione anti cina, per cui facciamo un po' la tara su TUTTE le informazioni
        3) la Cina, come la Corea del Nord, pratica
        tuttora la schiavitù nei campi di lavoro e i
        Tibetani di etnia non cinese sono stati fra i più
        colpiti da esecuzioni sommarie, incarceramenti
        arbitrari e
        deportazioni.come del resto la birmania che però, ingrassandoci le multinazionali, non dà fastidio a nessunodel resto i campi di lavoro ci sono anche in usa e ospitano 2 mln di persone, in percentuale più che i laogai (il lavoro dei carcerati costa la metà di quello dei messicani e viene gestito da società quotate in borsa, leggi le fonti su "cos'hai fatto a questo paese" di moore) la maggior parte di chi ci finisce é di etnia afro o ispanica (per non parlare dei nativi americani)e ci finisce per motivi arbitrari (spesso fabbricati dalla polizia) e costituisce la maggior parte dei soggetti delle esecuzioniio appoggio la causa della libertà religiosa e parità etnica del tibet ma penso che una sua guerra di secessione con la cina o un altro stato limitrofo alla cina sotto il controllo militare e con basi nucleari usa non contribuisca a rendere il mondo più sicuro nè il tibet più libero e gli scenari possibili per una sua indipendenza come stato imho sarebbero solo questi
        • Anonimo scrive:
          Re: occhio però
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          ora, io l'ho letto solo su wikipedia, però con


          tutta la stima e simpatia che provaVO per il


          dalai lama, poi ho visto che non è che fosse


          molto morbido con la schiavitù ed altre forme
          di


          oppressione, quando era capo del


          governo.








          mah!

          Occhio che:

          1) il Dalai Lama stava timidamente iniziando una

          modernizzazione del paese che non ne
          stravolgesse

          aspetti e tradizioni

          migliori;

          negli anni 50 ? fonti ?
          Tutti gli stati della zona sotto potente influenza delle gerarchie ecclesiastiche buddiste, o aveva già abolito la schiavitù, o la stava abolendo in quel periodo (Bhuta, se non sbaglio).


          2) la Cina faceva e fa propaganda contro di lui

          fuori dai propri confini e censura totale

          all'interno;

          ma il resto del mondo fa propaganda pro tibet in
          funzione anti cina, per cui facciamo un po' la
          tara su TUTTE le
          informazioni
          Visto che è stata la Cina a invadere il Tibet e non viceversa non è difficile vedere dov'è la ragione e dove il torto, faccio la tara e vedo che chi è anticomunista sfrutta le ragioni tibetane in funzione anticinese, ma questo non toglie nulla alle ragioni dei tibetani, casomai la brutta figura si fa a non aiutare chi ha ragione se non se ne ha un tornaconto e IMVHO rinfaccio più di altre cose agli USA di essere troppo morbidi con la Cina su Tibet e diritti umani e reticenti sulla questione Curda per non urtare i turchi.

          3) la Cina, come la Corea del Nord, pratica

          tuttora la schiavitù nei campi di lavoro e i

          Tibetani di etnia non cinese sono stati fra i
          più

          colpiti da esecuzioni sommarie, incarceramenti

          arbitrari e

          deportazioni.

          come del resto la birmania che però,
          ingrassandoci le multinazionali, non dà fastidio
          a
          nessuno

          del resto i campi di lavoro ci sono anche in usa
          e ospitano 2 mln di persone, in percentuale più
          che i laogai (il lavoro dei carcerati costa la
          metà di quello dei messicani e viene gestito da
          società quotate in borsa, leggi le fonti su
          "cos'hai fatto a questo paese" di moore) la
          maggior parte di chi ci finisce é di etnia afro o
          ispanica (per non parlare dei nativi americani)e
          ci finisce per motivi arbitrari (spesso
          fabbricati dalla polizia) e costituisce la
          maggior parte dei soggetti delle
          esecuzioni

          io appoggio la causa della libertà religiosa e
          parità etnica del tibet ma penso che una sua
          guerra di secessione con la cina o un altro stato
          limitrofo alla cina sotto il controllo militare e
          con basi nucleari usa non contribuisca a rendere
          il mondo più sicuro nè il tibet più libero e gli
          scenari possibili per una sua indipendenza come
          stato imho sarebbero solo
          questi

          Ma come condanno i torti cinesi, condanno quelli americani, ma se il calpestamento dei diritti dell'accusato se non abbiente è sicuramente una cosa abominevole, non puoi paragonare un laogai o un campo di prigionia nordcoreano neppure al peggior carcere occidentale.Tornando al Tibet, semplicemente la situazione si è incancrenita e deportando molti Tibetani lontano e favorendo l'immigrazione Cinese un'eventuale ripristino dell'indipendenza diventa più difficile.Be', possono sempre sloggiare i Cinesi che non abbiano antenati nati in Tibet prima dell'annessione, come ha fatto Israele con i coloni di parte dei territori occupati.
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però



            1) il Dalai Lama stava timidamente iniziando
            una


            modernizzazione del paese che non ne

            stravolgesse


            aspetti e tradizioni


            migliori;



            negli anni 50 ? fonti ?


            Tutti gli stati della zona sotto potente
            influenza delle gerarchie ecclesiastiche
            buddiste, o aveva già abolito la schiavitù, o la
            stava abolendo in quel periodo (Bhuta, se non
            sbaglio).perdonami ma secondo le mie fonti: La schiavitù fu dichiarata fuorilegge solo dal 1959 dopo un grande movimento di massa che isolò il Dalai Lama.leggo poi interessanti costumi antropologici come quello di dar da mangiare i servi della gleba agli avvoltoi e i nobili e sacerdoti seppellirli o cremarliecco la bibliografia:Domenico Losurdo, 1999, La sinistra, la Cina e limperialismo, La città del Sole, Napoli.Owen Lattimore, 1970, La frontiera. Popoli e imperialismi alla frontiera tra Cina e Russia, Einaudi, Torino.Jacques Fernet, 1978, Il mondo cinese. Dalle prime civiltà alla Repubblica Popolare, Einaudi, Torino.Jan Romein, 1969, Il secolo dellAsia. Imperialismo occidentale e rivoluzione asiatica nel secolo XX, Einaudi, Torino.Sun Yat-sen, 1976, "Limperialismo dei bianchi e limperialismo dei gialli", in I tre principi del popolo, Einaudi, Torino.potresti trovare queste fonti di parte, ma le informazioni che riportano sono tratte da questeHerbert Aptheker, 1977, America Foreign Policy and The Cold War(1962), Krauss Reprint Millwood, N.Y.Jhon Kenneth Knaus, 1999, Orphans of the Cold War. American and the Tibetan Struggle for Survival, PublicAffairs, N.Y.Daniel Wikler, 1999, "The Dalai Lama and the CIA", in The New York Review of Books, 9/23 James Morris, 1992, Pax Britannica, The Folio Society, London.Donald S. Lopez Jr., 1998, Prisoners of Shangri La. Tibetan Buddhism and the West, University of Chicago Press, Chicago and London.Seth Faison, 1999, "In Tibean Sky Burials, Vultures Dispose of the Dead", in International Herald Tribune, 7/6 .Melvyn C. Goldstein, 1998, "The Dalai Lamas Dilemma", in Foreign Affairs, 1-2/98.[modi incruenti di indipendenza tibetana]
            Be', possono sempre sloggiare i Cinesi che non
            abbiano antenati nati in Tibet prima
            dell'annessione, come ha fatto Israele con i
            coloni di parte dei territori
            occupati.bel modello! infatti tutte le colonie illegali sono sparite dopo quel provvedimento, i confini sono quelli come da risoluzioni onu e la pace regna sovranala mia paura é proprio che si crei un'altra situazione proprio come in medio oriente
    • Santos-Dumont scrive:
      Re: occhio però
      - Scritto da:
      ora, io l'ho letto solo su wikipedia, però con
      tutta la stima e simpatia che provaVO per il
      dalai lama, poi ho visto che non è che fosse
      molto morbido con la schiavitù ed altre forme di
      oppressione, quando era capo del
      governo.


      mah!Era una teocrazia e avevano le caste. Se fossi un cittadino tibetano francamente non saprei cosa scegliere. O meglio, saprei si: emigrare. (cylon)
      • Anonimo scrive:
        Re: occhio però
        - Scritto da: Santos-Dumont

        - Scritto da:

        ora, io l'ho letto solo su wikipedia, però con

        tutta la stima e simpatia che provaVO per il

        dalai lama, poi ho visto che non è che fosse

        molto morbido con la schiavitù ed altre forme di

        oppressione, quando era capo del

        governo.





        mah!

        Era una teocrazia e avevano le caste. Se fossi un
        cittadino tibetano francamente non saprei cosa
        scegliere. O meglio, saprei si: emigrare.
        (cylon)L'adorazione assoluta dei marxisti DOC verso l'ideologia, tanto da negare risolutamente che ogni sua attuazione pratica è sempre irrimediabilmente andata contro il bene della gente è quanto di più teocratico un ateo possa fare.Il marxismo è la peggiore delle chiese, perché nega di esserlo.E comunque liberare i tibetani era l'ultimo dei pensieri di Mao quando ha invaso il Tibet.
        • Anonimo scrive:
          Re: occhio però

          L'adorazione assoluta dei marxisti DOC verso
          l'ideologia, tanto da negare risolutamente che
          ogni sua attuazione pratica è sempre
          irrimediabilmente andata contro il bene della
          gente è quanto di più teocratico un ateo possa
          fare.
          Il marxismo è la peggiore delle chiese, perché
          nega di esserlo.Anche la Chiesa non ammette di essere una teocrazia.
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            - Scritto da:


            L'adorazione assoluta dei marxisti DOC verso

            l'ideologia, tanto da negare risolutamente che

            ogni sua attuazione pratica è sempre

            irrimediabilmente andata contro il bene della

            gente è quanto di più teocratico un ateo possa

            fare.

            Il marxismo è la peggiore delle chiese, perché

            nega di esserlo.

            Anche la Chiesa non ammette di essere una
            teocrazia.Seee, cambia discorso, si parvala di marxismo, uno dei peggiori mali dell'umanità.
          • Anonimo scrive:
            Re: occhio però
            - Scritto da:

            - Scritto da:




            L'adorazione assoluta dei marxisti DOC verso


            l'ideologia, tanto da negare risolutamente che


            ogni sua attuazione pratica è sempre


            irrimediabilmente andata contro il bene della


            gente è quanto di più teocratico un ateo possa


            fare.


            Il marxismo è la peggiore delle chiese, perché


            nega di esserlo.



            Anche la Chiesa non ammette di essere una

            teocrazia.

            Seee, cambia discorsoE' una osservazione sulla chiesa non sul marxismo, cambio discorso perche sono un interlocutore differente. Se non ti interessa non rispondere.
            si parvala di marxismo,
            uno dei peggiori mali
            dell'umanità.Bene continua pure a parlarne.Sappi comunque che il tuo confronto e' improprio perche' anche la Chiesa non ammette di essere una teocrazia.Che poi siano entrambi dei mali e in che misura, veditela tu.
  • Anonimo scrive:
    Vedi sti cinesi.
    Vengono qui a fare i magnaccioni da noi e poi intanto invadono il Tibet. Questo significa che se avranno la possibilità di mettercelo nel culo lo faranno ampiamente e senza farsi troppi problemi.xp
    • Anonimo scrive:
      Re: Vedi sti cinesi.
      - Scritto da:
      Vengono qui a fare i magnaccioni da noi e poi
      intanto invadono il TibetIntanto?L'invasione del Tibet e' cominciata alla fine della seconda guerra mondiale.Adesso e' una provincia cinese da un pezzo, sempre piu' cinesizzata.La battaglia del Dalai Lama e' persa, ormai il Tiber produce cinesi e viene munto da Pechino.I cinesi si stanno anche espandendo a spese del Tajikistan (un vasto stato con soli 6,5 milioni di abitanti) e del Kirghizistan, spingendo famiglie cinesi a stabilirvisi. Questi paesi, che agli Italiani dicono poco, offrono importanti risorse minerarie e petrolifere e preferirebbero di gran lunga investimenti occidentali piuttosto che veder crescere il potere del loro scomodo vicino.Grazie alla colonizzazione, in quei paesi tra 70 anni la componente di popolazione cinese potrebbe essere tale da mutare le scelte politiche a favore di Pechino o anche da giustificare una invasione "per difendere i compagni cinesi che da 'secoli' vivono sotto il giogo dei prepotenti tajiki".Nel frattempo i cinesi con l'esercito estraggono petrolio in Sudan.
      Questo significa che
      se avranno la possibilita` di mettercelo nel culo
      lo faranno ampiamente e senza farsi troppi
      problemi.Per questo da un lato non vanno visti solo ne' come rozzi contadini arricchiti, ne' come la risposta all'americanismo imperialista.Non vanno cioe' ne' sottovalutati ne' idealizzati.Ovviamente, aggiungo doverosamente, nemmeno demonizzati.
      • Anonimo scrive:
        Re: Vedi sti cinesi.
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        Vengono qui a fare i magnaccioni da noi e poi

        intanto invadono il Tibet

        Intanto?
        L'invasione del Tibet e' cominciata alla fine
        della seconda guerra
        mondiale.
        Adesso e' una provincia cinese da un pezzo,
        sempre piu'
        cinesizzata.
        La battaglia del Dalai Lama e' persa, ormai il
        Tiber produce cinesi e viene munto da
        Pechino
        .
        I cinesi si stanno anche espandendo a spese del
        Tajikistan (un vasto stato con soli 6,5 milioni
        di abitanti) e del Kirghizistan, spingendo
        famiglie cinesi a stabilirvisi. Questi paesi, che
        agli Italiani dicono poco, offrono importanti
        risorse minerarie e petrolifere e preferirebbero
        di gran lunga investimenti occidentali piuttosto
        che veder crescere il potere del loro scomodo
        vicino.
        Grazie alla colonizzazione, in quei paesi tra 70
        anni la componente di popolazione cinese potrebbe
        essere tale da mutare le scelte politiche a
        favore di Pechino o anche da giustificare una
        invasione "per difendere i compagni cinesi che da
        'secoli' vivono sotto il giogo dei prepotenti
        tajiki".
        Nel frattempo i cinesi con l'esercito estraggono
        petrolio in
        Sudan.


        Questo significa che

        se avranno la possibilita` di mettercelo nel
        culo

        lo faranno ampiamente e senza farsi troppi

        problemi.

        Per questo da un lato non vanno visti solo ne'
        come rozzi contadini arricchiti, ne' come la
        risposta all'americanismo
        imperialista.
        Non vanno cioe' ne' sottovalutati ne' idealizzati.
        Ovviamente, aggiungo doverosamente, nemmeno
        demonizzati.Sanno il fatto loro...
      • Anonimo scrive:
        Re: Vedi sti cinesi.

        Per questo da un lato non vanno visti solo ne'
        come rozzi contadini arricchiti, ne' come la
        risposta all'americanismo
        imperialista.?
      • Anonimo scrive:
        Re: Vedi sti cinesi.
        tra 70 anni il petrolio non ci sarà più nemmeno la..
        • Anonimo scrive:
          Re: Vedi sti cinesi.
          - Scritto da:
          tra 70 anni il petrolio non ci sarà più nemmeno
          la..Cosi' si dice ma... pero' hanno trovato nuovi giacimenti in Asia centrale, sia nello Xian cinese che nelle ex repubbliche sovietiche.I giacimenti marini, come quelli ben noti ad esempio nel Golfo del Messico, tanto numerosi che il petrolio affiora sulla superficie del mare, diverranno economicamente piu' interessanti da sfruttare.In Canada si estrae dalle sabbie petrolifere, che sono giacimenti in cui la terra e' intrisa di petrolio, e' laborioso da estrarre ma ce ne a montagne.Sono 30 anni che sento parlare di come siamo agli sgoccoli con il petrolio. Non e' affatto vero. Evidentemente e' facile urlare al lupo senza essere informati e sparare a caso l'anno della fine. Tanto chi verifica?
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedi sti cinesi.
            - Scritto da:


            - Scritto da:

            tra 70 anni il petrolio non ci sarà più nemmeno

            la..

            Cosi' si dice ma... pero' hanno trovato nuovi
            giacimenti in Asia centrale, sia nello Xian
            cinese che nelle ex repubbliche
            sovietiche.
            I giacimenti marini, come quelli ben noti ad
            esempio nel Golfo del Messico, tanto numerosi
            che il petrolio affiora sulla superficie del
            mare, diverranno economicamente piu' interessanti
            da
            sfruttare.
            In Canada si estrae dalle sabbie petrolifere, che
            sono giacimenti in cui la terra e' intrisa di
            petrolio, e' laborioso da estrarre ma ce ne a
            montagne.
            Sono 30 anni che sento parlare di come siamo agli
            sgoccoli con il petrolio. Non e' affatto vero.
            Evidentemente e' facile urlare al lupo senza
            essere informati e sparare a caso l'anno della
            fine. Tanto chi
            verifica?Io. L'ho visto coi miei occhi. Non sono rimasti che 2 o 3 barili giù in cantina.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedi sti cinesi.
            Il petrolio non finirà tra 70 anni, ma dire che sta finendo aumenta il prezzo.....dire facciamo la guerra a questi o a quelli, aumenta il prezzo.....dire che le tasse in italia sono troppe sull'oro nero e sui combustibili in generale, è ridondante.dire che i cinesi sono una civiltà medioevale che non hanno niente di storia a confronto dell'europa... è razzistadire che in italia non c'è neanche una tomba cinese (considerando quanti cinesi ci sono)fa ridere.....e non fa rifletteredire che in italia su 10000 ristoranti cinesi che ci sono, solo 100 hanno un fatturato degno per la sopravvivenza dell'attività....fa ridere e non rifletteredire che in italia e forse anche in altri paesi, i cinesi fanno la spesa, comprano vestiti solo in attività di cinesi.(hai mai visto un cinese al supermercato??rarissimi casi).....fa ridere e non rifletteredire che in italia polacchi,romeni,africani, prima di aprirsi un attività facevano i cosidetti lavori che gli italiani non facevano(sarà vero?? o solo che costano di meno??) fa ridere e non riflettere....dire che in italia i cinesi sbugano da camion immensi guidati da cinesi e di corsa scaricano in cantine.....ops non lo sapevate???lo sai che c'è????petrolieri e cinesi buttateve de sotto va
    • Santos-Dumont scrive:
      Re: Vedi sti cinesi.
      - Scritto da:
      Vengono qui a fare i magnaccioni da noi e poi
      intanto invadono il Tibet. Questo significa che
      se avranno la possibilità di mettercelo nel culo
      lo faranno ampiamente e senza farsi troppi
      problemi.

      xpIl Tibet è stato invaso per un motivo ben specifico: la sua grande ricchezza di materie prime. Credi che in questo senso, o in altri, l'Italia abbia qualcosa da offire attualmente ai cinesi? :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Vedi sti cinesi.
      - Scritto da:
      Vengono qui a fare i magnaccioni da noi e poi
      intanto invadono il Tibet. Questo significa che
      se avranno la possibilità di mettercelo nel culo
      lo faranno ampiamente e senza farsi troppi
      problemi.

      xpAlmeno loro ancora seguono la logica noi invece siamo tanto civili che se non ce lo mettessero gli altri nel culo ce lo metteremmo da noi tanto siamo emancipati e progrediti. Ben venga l'invasione di gente SANA e NORMALE. Oddio che ho detto sarò mica razzista. Oddio ora parte il pistolotto moralizzattore e bigotto in difesa dei deformi. Oddio come mi sento in colpa. Ma vedete danda tutti quanti siete in culo deformi. Viva la Cina comunista e oppressiva di tutte le libertà.
      • Anonimo scrive:
        Re: Vedi sti cinesi.

        Almeno loro ancora seguono la logica noi invece
        siamo tanto civili che se non ce lo mettessero
        gli altri nel culo ce lo metteremmo da noi tanto
        siamo emancipati e progrediti. Ben venga
        l'invasione di gente SANA e NORMALE. Oddio che ho
        detto sarò mica razzista. Oddio ora parte il
        pistolotto moralizzattore e bigotto in difesa dei
        deformi. Oddio come mi sento in colpa. Ma vedete
        danda tutti quanti siete in culo deformi. Viva la
        Cina comunista e oppressiva di tutte le
        libertà.un punto interrogativo di dimensioni celesti mi si crea sul capoccione rasato di fresco.
        • Anonimo scrive:
          Re: Vedi sti cinesi.
          - Scritto da:

          Almeno loro ancora seguono la logica noi invece

          siamo tanto civili che se non ce lo mettessero

          gli altri nel culo ce lo metteremmo da noi tanto

          siamo emancipati e progrediti. Ben venga

          l'invasione di gente SANA e NORMALE. Oddio che
          ho

          detto sarò mica razzista. Oddio ora parte il

          pistolotto moralizzattore e bigotto in difesa
          dei

          deformi. Oddio come mi sento in colpa. Ma vedete

          danda tutti quanti siete in culo deformi. Viva
          la

          Cina comunista e oppressiva di tutte le

          libertà.

          un punto interrogativo di dimensioni celesti mi
          si crea sul capoccione rasato di
          fresco.Peggio per te a me piace il pugno chiuso. A te invece t'hanno messo al gabbio nazista, razzista, intollerante.
        • Anonimo scrive:
          Re: Vedi sti cinesi.

          un punto interrogativo di dimensioni celesti mi
          si crea sul capoccione rasato di
          fresco.I froci deviati come te il comunista Stalin li mandava in Siberia. Le checche giù dalla rupe. Il pugno chiuso docet.
        • Anonimo scrive:
          Re: Vedi sti cinesi.

          un punto interrogativo di dimensioni celesti mi
          si crea sul capoccione rasato di
          fresco.abbasso i nazisti froci occidentali viva la normalità comunista cinese.
      • Anonimo scrive:
        Re: Vedi sti cinesi.
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Vengono qui a fare i magnaccioni da noi e poi

        intanto invadono il Tibet. Questo significa che

        se avranno la possibilità di mettercelo nel culo

        lo faranno ampiamente e senza farsi troppi

        problemi.



        xp

        Almeno loro ancora seguono la logica noi invece
        siamo tanto civili che se non ce lo mettessero
        gli altri nel culo ce lo metteremmo da noi tanto
        siamo emancipati e progrediti. Ben venga
        l'invasione di gente SANA e NORMALE. Oddio che ho
        detto sarò mica razzista. Oddio ora parte il
        pistolotto moralizzattore e bigotto in difesa dei
        deformi. Oddio come mi sento in colpa. Ma vedete
        danda tutti quanti siete in culo deformi. Viva la
        Cina comunista e oppressiva di tutte le
        libertà.Viva La Cina comunista abbasso i devianti invertiti capitalisti. E tutti i sostenitori finti rivoluzionari.
Chiudi i commenti