N26: nuovi finanziamenti in ottica ripartenza

N26 estende la raccolta di fondi per finanziare l'espansione delle attività in visto di un periodo post-crisi estremamente promettente.
N26 estende la raccolta di fondi per finanziare l'espansione delle attività in visto di un periodo post-crisi estremamente promettente.

Il nome è noto ormai in tutto il mondo, ma di fatto si tratta di un gruppo ancora in piena crescita che, anche sulla scia delle recenti problematiche sanitarie a livello internazionale, ha trovato nuovi canali di espansione per i quali sono necessari nuovi finanziamenti. Ecco perché da pochi giorni N26ha annunciato l’estensione del round di investimento Series D a 570 milioni di dollari, con un ulteriore aumento di oltre 100 milioni di dollari proveniente da tutti i principali investitori dell’azienda“.

N26: nuovi fondi, nuovi obiettivi

Nuovo denaro e basi più solide, quindi, in vista di nuovi ed ulteriori obiettivi da perseguire. La spiegazione è fornita da Valentin Stalf, co-fondatore e CEO di N26:

L’adozione del digital banking sta accelerando in un momento in cui il mondo si sta adeguando a una nuova normalità. Come una delle principali challenger bank al mondo, N26 è in prima fila in questo profondo cambiamento, guidando l’innovazione globale dall’Europa. In questo momento in cui gestire le proprie finanze da casa è più importante che mai, vogliamo essere sicuri che chiunque possa aprire un conto in pochi minuti, per esplorare la libertà e la sicurezza che il mobile banking offre.

La carta di N26

La recente scommessa sulla sicurezza e sulla semplicità (la promessa è di poter aprire un nuovo conto N26 in appena 8 minuti) andava già in questa direzione: per le carte di pagamento N26 si tratta di un consolidamento necessario in vista del momento in cui i mercati sarebbero tornati a trainare l’economia, prospettiva ovviamente strettamente legata all’uscita dall’emergenza sanitaria. Questo sarà infatti l’inizio della “nuova normalità”, con una platea di utenti potenziali più ampia e nuovi servizi a cui attingere:

L’ultimo mese ha già visto molte persone allontanarsi dai contanti e avvicinarsi a soluzioni di pagamento contactless, all’e-commerce e alla gestione delle proprie finanze da casa. Abbiamo anche constatato un’accelerazione senza precedenti nelle spese online tra i clienti di età superiore ai 65 anni, un segnale importante del fatto che il digital banking sta diventando sempre più rilevante per tutti. I nostri team di prodotto hanno risposto a questa necessità accelerando il lancio di nuove funzionalità sul mercato e continueranno a sviluppare prodotti ancora più innovativi per aiutare le persone a eseguire operazioni bancarie in modo continuativo e sicuro tramite i loro smartphone

Andrea Isola, General Manager N26 Italia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

11 05 2020
Link copiato negli appunti