Nadella: Microsoft vende sempre software

Windows, Office e le altre applicazioni che hanno fatto la fortuna di Redmond resteranno importanti. Così come marchi importanti come Bing, o di successo come Xbox. Il CEO di Big M racconta la sua visione del futuro dell'azienda

Roma – Dopo aver cominciato la carriera nella divisione cloud di Microsoft, Satya Nadella è da quasi cinque mesi il CEO della multinazionale di Redmond . In una recente intervista concessa in occasione della Code Conference , Nadella interviene a tutto campo su quello che dovrebbe essere il futuro dell’azienda, dal software ai business “accessori” (che comunque non si vendono), passando per la tradizione senza dimenticare il futuro.

Microsoft lavora da tempo sulla tecnologia di traduzione in real-time, e nell’intervista Nadella ha mostrato una demo del sistema che dovrebbe debuttare in una delle future versioni di Skype. Apparentemente la funzionalità di traduzione funziona sia nelle chiamate vocali che in quelle video. Il VoIP è oramai presente su un gran numero di dispositivi portatili, informatici e domestici, e la continua espansione dell’ecosistema Microsoft rappresenta appunto uno degli obiettivi che non cambiano anche se cambia il CEO della corporation.

Your browser does not support iframes.

Per la stessa ragione Nadella mette a tacere i rumor degli ultimi tempi negando di voler vendere il search di Bing o il marchio di console videoludiche Xbox, due business che hanno contribuito e contribuiranno in futuro all’affermazione (o riaffermazione) di Microsoft come azienda leader nel mercato dell’hi-tech.

Negli ultimi anni il management di Redmond ha spinto l’acceleratore sulla trasformazione di Microsoft in un’azienda di “dispositivi e servizi” con la testa nel cloud computing, ma anche se tale trend non muta Nadella ha dichiarato che il “core” dell’azienda continua a essere la realizzazione di software e applicazioni pensate e destinate a garantire la produttività.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • silvan scrive:
    Conclusioni.
    Concordo che ormai si delineano due fronti, quello americano e quello russo-cinese, purtroppo chi ci rimetterà sarà l'Europa stretta tra due fuochi, in quanto bisognosa di fonti energetiche e di materie prime che non possiede.
  • nome e cognome scrive:
    ci voleva un documento?
    per capire che la Cina è il primo bersaglio dello spionaggio USA? Qualcuno pensava al Suriname?
  • iRoby scrive:
    Autarchia
    Ma la Cina ora come mai nella sua storia potrebbe essere assolutamente indipendente anche dal punto vista tecnologico e IT. Ma perché non si hanno pensato prima?
    • collione scrive:
      Re: Autarchia
      - Scritto da: iRoby
      Ma perché non si hanno pensato prima?la domanda si potrebbe trasformare come segue"Tu perchè non vai in giro a litigare con tutti?"i cinesi hanno preferito fingersi amici un pò di tutti, fin a che gli USA non hanno mostrato la loro orribile faccia in Ucrainaquella è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, facendo capire alla Cina che ormai non si può più fare buon viso a cattivo giocoe infatti hanno siglato ben 50 nuovi accordi con la Russia, scaricato il dollaro nelle transazioni energetiche ( aka pugnalato al cuore il petrodollaro ), hanno cominciato a litigare con i loro vicini filo-americani....e hanno mandato un solo cinese al Bilderberg 2014 ;)ormai è chiarissimo che occidente e oriente si stanno spaccando definitivamente, cosa che molto probabilmente porterà ad una nuova guerra mondiale
    • nome e cognome scrive:
      Re: Autarchia
      - Scritto da: iRoby
      Ma la Cina ora come mai nella sua storia potrebbe
      essere assolutamente indipendente anche dal punto
      vista tecnologico e IT.


      Ma perché non si hanno pensato prima?Io invece penso che la Cina abbia ancora un gran bisogno della tecnologia estera. Sono ancora indietro quasi su tutto.Se improvvisamente tutte le aziende occidentali fossero bannate beh... tornerebbero indietro di decenni e addio sviluppo economico attuale.Certo potrebbero essere indipendenti, ma arretrati.Un conflitto aperto non giova a nessuna delle parti: l'occidente vuole il mercato cinese, e la Cina vuole la tecnologia e il know-how occidentale.Ormai siamo tutti interdipendenti l'uno con l'altro. Stasene buoni buoni e comportarsi da bravi vicini sarebbe una buona cosa.
      • iRoby scrive:
        Re: Autarchia
        Uhh il sorpasso come PIL è avvenuto.Entro un decennio forse ci sarà anche quello tecnologico su tutti i fronti.Lo spionaggio americano serve proprio per studiare questo fenomeno.Il loro chip lo hanno fatto (credo basato su MIPS). Oltre ai vari MTK e Rockchip licenziatari ARM.Le loro distribuzioni Linux nazionali le hanno.Il know-how acquisito quasi tutto con la delocalizzazione presso di loro. Non a caso il Giappone certe tecnologie chiave se le tiene in patria o le apre solo a Singapore o Malesia.Basta 1-2 decenni e gli USA andranno in piena decadenza per il dominio tecnologico ed economico.
        • Leguleio scrive:
          Re: Autarchia

          Uhh il sorpasso come PIL è avvenuto.No, i giornali sono stati un po' precipitosi:http://www.ft.com/cms/s/0/d79ffff8-cfb7-11e3-9b2b-00144feabdc0.html#axzz3335wby4PSecondo gli analisti potrebbe avvenire già quest'anno, ma si tratta di proiezioni, non di certezze. Il Pil misurato finora è ancora inferiore.
          • Funz scrive:
            Re: Autarchia
            - Scritto da: Leguleio

            Uhh il sorpasso come PIL è avvenuto.


            No, i giornali sono stati un po' precipitosi:

            http://www.ft.com/cms/s/0/d79ffff8-cfb7-11e3-9b2b-

            Secondo gli analisti potrebbe avvenire già
            quest'anno, ma si tratta di proiezioni, non di
            certezze. Il Pil misurato finora è ancora
            inferiore.E comunque il PIL pro capite è enormemente inferiore, e prima che si avvicini a quello USA crollerà il mondo...
        • nome e cognome scrive:
          Re: Autarchia

          Il loro chip lo hanno fatto (credo basato su
          MIPS). Oltre ai vari MTK e Rockchip licenziatari
          ARM.E arm e mips sono tecnologie cinesi?
          Le loro distribuzioni Linux nazionali le hanno.E il contributo cinese a linux quanto è stato?
          Il know-how acquisito quasi tutto con la
          delocalizzazione presso di loro. Non a caso il
          Giappone certe tecnologie chiave se le tiene in
          patria o le apre solo a Singapore o
          Malesia.Cosa che fanno tutti gli altri, prodotti innovativi dalla cina non ne arrivano perché la loro economia è focalizzata sulla produzione a basso costo per l'export. La domanda interna è ancora inesistente così come l'innovazione e ricerca.Se cominciassero una politica di autarchia i loro migliori studenti non andrebbero ad harward, mit e berkeley.
          Basta 1-2 decenni e gli USA andranno in piena
          decadenza per il dominio tecnologico ed
          economico.Può darsi, gli stati salgono e scendono... ma anche l'economia indiana sembrava inarrestabile 5 anni fa.
          • krane scrive:
            Re: Autarchia
            - Scritto da: nome e cognome

            Le loro distribuzioni Linux nazionali le

            hanno.
            E il contributo cinese a linux quanto è stato?Parecchio, parte del consorzio asianux: http://www.asianux.com/AXS3R
      • aaaa scrive:
        Re: Autarchia

        Un conflitto aperto non giova a nessuna delle
        parti: l'occidente vuole il mercato cinese, e la
        Cina vuole la tecnologia e il know-how
        occidentale.peccato che l'occidente non vuole cedere la tecnologia e il know-how CHIAVE...quello che spesso e' dimenticato e' che buona parte delle innovazioni e dei sistemi, spesso critical, sono costruiti e gestiti da persone di origine russa, cinese o comunque non waspse la russia e la cina (o in generale anche le provincie dell'impero) trovano il modo di tenere queste persone in patria (quello che russia e cina cercano di fare) direi che e' finita (e anche piuttosto velocemente) nonostante la finanza...inoltre i conflitti sono evitabili si' ma non a tutti i costi...
Chiudi i commenti