Nintendo vende 600mila Wii

In Nord America, dove Wii ha debuttato la scorsa settimana, Nintendo afferma di aver venduto oltre 600mila unità della propria console di nuova generazione. La casa giapponese confida nella possibilità di tenere il passo di Sony

Tokyo – Nelle scorse ore Nintendo ha fatto sapere di aver venduto sul mercato nordamericano oltre 600mila console Wii, di cui oltre la metà sono state acquistate dai fan di Mario e Zelda durante i primi due giorni del lancio.

“Anche se abbiamo già venduto oltre 600mila unità, la domanda continua a crescere vertiginosamente”, ha affermato Reggie Fils-Aime, presidente di Nontendo of America. “Appare ormai chiaro come Wii sarà uno dei prodotti più richiesti del periodo natalizio”.

Ora Nintendo guarda con molta fiducia agli altri due debutti di Wii: quello giapponese, fissato per il 2 dicembre, e quello europeo, fissato per l’8 dicembre.

Oltre oceano sono andate molto bene anche le vendite di PlayStation 3 , ma a differenza di Nintendo, Sony è riuscita a portare in USA soltanto 400mila console .

Per la prima volta dall’inizio dell’era PlayStation, Nintendo potrebbe avere l’occasione per uscire dalla sua nicchia di mercato – oggi formata soprattuto da amanti dei giochi di ruolo giapponesi e da giovanissimi – e raggiungere un pubblico più ampio ed eterogeneo. La storica casa di videogiochi punta soprattutto sul prezzo della propria console, il più basso sul mercato, e sul suo innovativo controller con sensori di movimento.

Secondo alcuni analisti, Wii ha le potenzialità per conquistare una quota di mercato non molto distante da quella di PS3 , ma questo senza erodere in modo significativo la quota detenuta da Sony: a differenza di Xbox 360, infatti, Wii si rivolge ad un target di consumatori sostanzialmente diverso da quello di PS3.

Dal 1983 ad oggi Nintendo afferma di aver venduto oltre 2,2 miliardi di videogiochi e 387 milioni di console.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • gne gne scrive:
    ciao
    cazzo
  • capo scrive:
    ban
    questo argomento è fuori luogo sei bannato a vita
  • rock and troll scrive:
    LA GPL HA FALLITO
    ORAMAI PERSINO I PIU' ACERRIMI NEMICI DELLE MULTINAZIONALI, QUEGLI IRRIDUCIBILI CANTINARI CHE SPERANO DI FICCARE UN PINGUINO DENTRO OGNI DISPOSITIVO, DALLA'SCIUGACAPELLI AL FORNETTO A GAS PER IL CAMPEGGIO, hanno finalmente capito che la gpl non serve a nulla. GPL e creative commons sono semplicemente un codice etico rispettato conosciuto solo dagli adepti delle varie sette open source, un esperanto che non serve a nessuno e che non e' mai uscito fuori dai polverosi ambiti accademici in cui e' rilegato. Se fai un filmato non serve metterlo sotto creative commons o simili AMENITA'0PERCHE' TANTO NESSUNO LE RISPETTA. VEDI APPUNTO GLI ULTIMI CASI DI VIOLAZIONE EFFETTUATE DAI TG ITALIANI.NESSUNO DEVE DUPLICARE I NOSTRI FILMATI DELLE VACANZE SENZA IL NOSTRO PERMESSO!!! DRM e Lucchetti Digitali +15000GPL e Creative Commons -400(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 novembre 2006 13.07-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: LA GPL HA FALLITO
      http://www.stageleft.info/blog-images/do-not-feed-the-trolls.jpg
    • Anonimo scrive:
      Re: LA GPL HA FALLITO
      - Scritto da: rock and trollummm, non malevoto 7e1/2!(linux)
      • Pisky scrive:
        Re: LA GPL HA FALLITO
        - Scritto da:
        ummm, non male
        voto 7e1/2!Nah. Ha scritto cose molto migliori, roba in cui metteva dentro Bill Gates, Gesù, 2001 Odissea nello Spazio, virus e patch della Microsoft, Stalin (tutto nello stesso thread). Può fare di meglio.
  • Anonimo scrive:
    e la chiave dove sta?
    ma la chiave di decrittazione dove sarebbe conservata?
  • Anonimo scrive:
    Potrebbero crittare i downgrader
    Se crittassero i programmi che sfruttano i bachi del firmware, la Sony non potrebbe sapere quale bug è stato usato e di conseguenza non rilascerebbero nuovi firmware con la falla tappata! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Potrebbero crittare i downgrader
      - Scritto da:
      Se crittassero i programmi che sfruttano i bachi
      del firmware, la Sony non potrebbe sapere quale
      bug è stato usato e di conseguenza non
      rilascerebbero nuovi firmware con la falla
      tappata!
      :Dgrandioso!
Chiudi i commenti