Nokia: 1,5 miliardi di volte grazie S40

L'azienda finlandese festeggia il traguardo dei suoi cellulari evoluti. Cresciuti in oltre 10 anni fino a diventare il nerbo del suo business

Roma – Impossibile stabilire se sia davvero stata la vendita che ha fatto scattare il record, ma Nokia ha voluto consacrarla con una cerimonia. E a San Paolo (Brasile, non una nazione scelta a caso a occhio e croce) ha consegnato a una giovane acquirente locale ( anche questo un caso? ) quello che è stato consacrato come l’esemplare 1.500.000.000 uscito dalle line di produzione: un miliardo e mezzo di cellulari S40 venduti , la linea di maggior successo per Nokia.

La serie di cellulari S40 è nata nel secolo scorso: nel 1999 faceva il suo debutto il Nokia 7110 , intramontabile telefono a forma di banana (mutuata dal più noto 8110 che fece anche la sua comparsa nel primo film della trilogia Matrix) con sportellino scorrevole che rivelava la tastiera, tra i primi se non il primo in assoluto a incorporare la tecnologia WAP . Un’autentica rivoluzione per l’epoca, ben lontana dall’esperienza Internet odierna sugli smartphone ma il primo esempio concreto di interattività su un telefono cellulare che andasse oltre telefonate e SMS.

S40 si è evoluta moltissimo negli anni, e oggi costituisce la spina dorsale dell’offerta Nokia: il cellulare del record è un Asha 303 , ovvero un prodotto recente con schermo da 2,6 pollici touch e tastiera QWERTY, social network e app. Niente a che vedere con le ammiraglie Lumia , ma con un prezzo al dettaglio inferiore a 150 euro un prodotto con un bacino potenziale di acquirenti decisamente ampio. Curiosamente, S40 gode di ottima salute mentre Nokia ha già effettuato almeno 2 cambi di sistema operativo per i suoi cellulari più costosi: Symbian (passata attraverso le varie evoluzioni con sigle che si incrociavano a numeri di release, fino alla sua ridenominazione in Symbian Belle , poi Nokia Belle e l’ avvio per la dismissione ), MeeGo (OS che non ha avuto vita longeva ) e adesso Windows Phone. ( L.A. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • sbrotfl scrive:
    Anonymous
    "La società di sicurezza USA sostiene che l'acXXXXX non autorizzato ai suoi server va ascritto a hacker riconducibili ad Anonymous"Quando capirete che anonymous non è un'organizzazione terroristica sarà sempre troppo tardi-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 gennaio 2012 11.04-----------------------------------------------------------
  • LuigiT scrive:
    Rimborsi?
    "A quel punto, Symantec declinerà ogni responsabilità circa eventuali incidenti o attacchi subiti attraverso il suo software".Beh, allora che paghino il danno subito dalle aziende ... ma sicuramente ci sarà qualche clausola contrattuale che li esonera ... vergogna!Luigi
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Rimborsi?

      ... ma sicuramente ci sarà qualche
      clausola contrattuale che li esonera ...La "clausola" si chiama EULA.
  • Anonimo scrive:
    Sai che novità
    Io l'ho sempre detto che la security through obscurity non funziona...
  • alvaro scrive:
    symantec?
    ma c'e' qualche idiota che ancora usa symantec?
  • felino scrive:
    Com'era
    Closed source = + sicurezza? Ah ah ah ah ah... (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Daniele Pinna scrive:
      Re: Com'era
      +1 :-)
    • Paolo scrive:
      Re: Com'era
      - Scritto da: felino
      Closed source = + sicurezza? Ah ah ah ah ah...
      (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Eheh... a dirla tutta sarebbe anche vero, ma solo a parità di qualità. E ultimamente è abbastanza palese che il software open source ha una qualità clamorosamente superiore a quello closed source.
    • MarcelloRomani scrive:
      Re: Com'era
      +1 :Dma soprattutto :( per le aziende che forse sono state "penetrate" prima della pubblicazione della vulnerabilità.Non c'è che dire, una bella (non per tutti) doccia fredda per Symantec e i sostenitori ad oltranza del <i
      closed source </i
      .
Chiudi i commenti