Nokia e i soldi di Elop

L'ormai ex-CEO riceverà un bonus sontuoso per la sua uscita di scena. E non pare disposto a rinunciarvi. Un quotidiano finlandese ha svelato i retroscena

Roma – Tutto regolare, non c’è niente di cui discutere: anzi no, in effetti il trattamento riservato a Stephen Elop è stato unico. Il presidente di Nokia Risto Siilasmaa ha dovuto porgere le sue scuse a uno dei più autorevoli quotidiani di Finlandia, l’ Helsingin Sanomat , poiché aveva inizialmente affermato che il contratto del CEO che ha venduto l’azienda di Espoo a Microsoft non era poi molto diverso da quello del suo predecessore. Invece il diavolo si annida dei dettagli, e quanto emerso dalle indagini del giornale racconta che tecnicamente Elop avrebbe di fatto avuto una motivazione economica per spingere Nokia tra le braccia di Redmond .

Stando a quanto svelato , c’erano un paio di clausole inusuali che descrivevano una serie di accadimenti peculiari che se fossero avvenuti in sequenza avrebbero garantito a Elop un bonus da 25 milioni di dollari , bonus che in effetti ora gli spetta: il titolo di Nokia sarebbe dovuto scendere in Borsa pericolosamente, la divisione cellulari sarebbe dovuta essere venduta, il prezzo delle azioni sarebbe dovuto salire ma non ai livelli pre-crisi. Tutte circostanze verificatesi inesorabilmente negli ultimi mesi, assicurando al CEO dimissionario una congrua buonuscita.

Le scoperte fatte dal quotidiano finlandese hanno di fatto scoperchiato il vaso di Pandora: è emerso che il consiglio di amministrazione avrebbe chiesto a Elop, che si è assicurato un posto in Microsoft quando l’operazione sarà completata, di ridursi spontaneamente la sua liquidazione, allo scopo di offrire un’immagine migliore della compravendita in corso. Elop ha risposto di no , poiché il denaro gli occorrerebbe per pagare gli alimenti alla moglie da cui è in procinto di divorziare. ( L.A. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pgssFmatRPZ YJ scrive:
    PYCFlBosgUJ
    comment3, http://fletatarotamourgratuit.com/carte-tarots-gratuit/je-voudrai-savoir-mon-avenir je voudrai savoir mon avenir, hccjay, http://jerrellastrologue.com/tarot/tarot-des/tarot-100/tarot-di/interprétation-des-rêve-gratuit interprétation des rêve gratuit, 8-PPP, http://karanvoyancegratuiteparemail.com/voyance-officiel/question-gratuite-voyance/voyance-marabout voyance marabout, =((, http://ruthannastrologue.com/voyance-astral/logiciel-d-astrologie logiciel d astrologie, 9889, http://berryhoroscopegratuit.com/tirage-immediat-gratuit-avenir/comment-se-faire-desenvouter comment se faire desenvouter, tmb, http://pearlenetarotdemarseillegratuit.com/tirage-amoureux/forum-telephone-gratuit forum telephone gratuit, ndmcvd, http://karanvoyancegratuiteparemail.com/medium-gratuite/rune-gratuite/medium-lille/medium-voyant medium voyant, flgmu, http://lonvoyant.com/horoscope-gratuit/horoscope-vierge-gratuit/horoscope-lion-gratuit horoscope lion gratuit, hek, http://clydehoroscopegratuit.com/voyance-gratiute/cabinet-voyance-baby/voyance-brésilienne-gratuite voyance brésilienne gratuite, 753695, http://ilonaastrologue.com/voyance-gratuite-couple/voyance-privee-100-gratuite/voyance-gratuite-non-surtaxé/chat-voyance-gratuite-reponse-immediate chat voyance gratuite reponse immediate, =-D, http://rhonavoyancegratuiteenligne.com/horoscope-fiable/horoscope-professionnel horoscope professionnel, yhgpo, http://merivoyante.com/le-voyant/cherche-voyant/le-marabout/voyant/voyant-intl voyant intl, 285299, http://vanitavoyancegratuiteendirect.com/voyante-reconnue/voyante-a-paris voyante a paris, 843832, http://karolyntarotdemarseillegratuit.com/voyant-tarot/voyant-magrebin/voyant-medium/voyant-flash/rituel-de-desenvoutement rituel de desenvoutement, :DDD, http://yaniratarotdemarseillegratuit.com/tarot-avenir-gratuit/magie-blanche-gratuit magie blanche gratuit, 8991, http://mavisvoyancegratuiteparemail.com/horoscope-gratuitt/horoscope-compatibilité-signes horoscope compatibilité signes, 379039, http://elidiavoyancegratuite.com/astrologie-hebdomadaire/tirage-de-carte-gratuit-et-immediat tirage de carte gratuit et immediat, pjyft, http://milagrosmediumgratuit.com/divination-amour-gratuit/divination/rituel-magie-amour/voyante-gratuit-par-telephone voyante gratuit par telephone, 82660, http://daliamediumgratuit.com/blog-de-voyance/ecole-de-voyance/voyance-de-couple-gratuit/mle-prédire-l-avenir mle prédire l avenir, nwzdo, http://lonvoyant.com/amour-voyance/voyance-livre/pure-voyance-amour/pourcentage-prénom-amour pourcentage prénom amour, msw, http://adelevoyancegratuiteendirect.com/annonces-voyance/quebec-voyance quebec voyance, 532, http://cristophertarotamourgratuit.com/taraot-gratuit/theme-astral-gratuit/femme-voyante-gratuit/tchat-gratuit-medium/le-tarot-gratuit le tarot gratuit, =-)), http://dudleyvoyanceamour.com/témoignage-voyance/tarot-voyance-gratuite tarot voyance gratuite, 20755,
  • EavkKovqhyw yucEaoO scrive:
    XwxKCvhGufxqiB
    comment1,
  • BbDnatBriYs EBMsnN scrive:
    tXWozffRQoAHKTUCD
    Hello! Very good job(this site)! Thank you man.
  • CLfYvhaFneP Q scrive:
    TEqyRFzpUkEJXMQqcl
    z3xpH urls.txt
  • xulpMbZwtGn JntbMxSF scrive:
    LrBEVLniMcDgLDdDsB
    jIPq2lg http://www.wheelmansplace.com pikavippi XuWt9umACKVy
  • lCXBKwjKZhh alek scrive:
    dZojpBfwMs
    emwGbEdZSEvt http://www.voprosi.ru/profile.php?mode=viewprofile&u=202624 pikavippi pelkällä nettihakemuksella tngchwAjjRKT http://www.grioo.com/forum/profile.php?mode=viewprofile&u=566511 pikavippi laskut sähköpostiin EKG04OjGrozU http://sota.lipetsk.ru/modules.php?name=Your_Account&op=userinfo&username=D42W ensimmäinen pikavippi ilman korkoa
  • zAAKuxVDtRr qoYXtTmg scrive:
    eyNFkJaaXshIPAvfPCU
    b1XynxLMzPl9r2 http://stefanflod.com pikavippi u2VeGdYbE
  • Pinco Panco scrive:
    L'anonimato in pericolo
    E' sempre più preoccupante, come ho scritto altrove, la crescente diffusione su blog e siti vari, di piattaforme come DISQUS o plugin vari per i commenti di Facebook, che obbligano ad autenticarsi senza dare la possibilità di commentare anonimamente. Sistemi che, sommati a NSA e compagnia bella, di fatto promuovono il monitoraggio globale dell'opinione pubblica.C'erano diversi siti dove commentavo spesso, e negli ultimi 1-2 anni li sto vedendo "chiudersi" uno dopo l'altro. Spariti infatti, insieme senza dubbio allo spam, anche i commenti anonimi di persone più o meno colte, alcune delle quali seguivo da tempo con gusto; ora su questi siti trovi solo in tutto una manciata di commenti quasi sempre brevi, superficiali, banali per non dire volgari, tutti coi loro bei bottoni "Mi piace".Mi sbaglierò, ma mi sembra che le due cose siano correlate.Di certo, se anche PI togliesse i commenti anonimi, non posterei più neanche qui.
    • krane scrive:
      Re: L'anonimato in pericolo
      - Scritto da: Pinco Panco
      Di certo, se anche PI togliesse i commenti
      anonimi, non posterei più neanche
      qui.Quoto, e sono registrato !!!
    • Froment71 scrive:
      Re: L'anonimato in pericolo
      - Scritto da: Pinco Panco
      E' sempre più preoccupante, come ho scritto
      altrove, la crescente diffusione su blog e siti
      vari, di piattaforme come DISQUS o plugin vari
      per i commenti di Facebook, che obbligano ad
      autenticarsi senza dare la possibilità di
      commentare anonimamente. Sistemi che, sommati a
      NSA e compagnia bella, di fatto promuovono il
      monitoraggio globale dell'opinione
      pubblica.

      C'erano diversi siti dove commentavo spesso, e
      negli ultimi 1-2 anni li sto vedendo "chiudersi"
      uno dopo l'altro. Spariti infatti, insieme senza
      dubbio allo spam, anche i commenti anonimi di
      persone più o meno colte, alcune delle quali
      seguivo da tempo con gusto; ora su questi siti
      trovi solo in tutto una manciata di commenti
      quasi sempre brevi, superficiali, banali per non
      dire volgari, tutti coi loro bei bottoni "Mi
      piace".
      Mi sbaglierò, ma mi sembra che le due cose siano
      correlate.

      Di certo, se anche PI togliesse i commenti
      anonimi, non posterei più neanche
      qui.Concordo pienamente.E' un altro passo, subdolo, verso il controllo di massa delle opinioni. Forse solo potenziale, ma quando si diffondono certi strumenti che consentono il controllo, prima o poi c'è qualcuno che controlla .E a questo punto poco mi importa sapere se dietro c'è un "piano" globale o se è semplicemente un andazzo folle che tarpa l'anonimato per disinteresse, ignoranza o per altri motivi.Una volta che la possibilità c'è, chi ha mentalità inquisitoria e la possibiità di controllare, lo farà.Lo si doveva capire già quasi vent'anni fa, semplicemente riflettendo, pensando che internet, che all'inizio era un mondo libero, non ci sarebbe voluto molto perchè si trasformasse in uno straordinario mezzo di controllo di massa.Lo si doveva assolutamente capire, almeno, quando si è saputo di Echelon (vicenda che è venuta fuori nell'anno 2000!).E mi chiedo se lo si è capito adesso, con il Datagate, quando abbiamo avuto la conferma che i "controllori" se ne infischiano pure delle leggi.
      • krane scrive:
        Re: L'anonimato in pericolo
        - Scritto da: Froment71
        Lo si doveva capire già quasi vent'anni fa,
        semplicemente riflettendo, pensando che internet,
        che all'inizio era un mondo libero, non ci
        sarebbe voluto molto perchè si trasformasse in
        uno straordinario mezzo di controllo di massa.
        Lo si doveva assolutamente capire, almeno, quando
        si è saputo di Echelon (vicenda che è venuta
        fuori nell'anno 2000!).
        E mi chiedo se lo si è capito adesso, con il
        Datagate, quando abbiamo avuto la conferma che i
        "controllori" se ne infischiano pure delle
        leggi.Tanto piu' che: http://vocidallestero.blogspot.it/2013/02/lunione-europea-paga-una-pattuglia-di.html
  • Phronesis scrive:
    Per Sgabbio, panda e Etype
    Riferendomi a questo http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3896759&m=3896956#p3896956- Scritto da: Etype
    - Scritto da: Phronesis

    A me è capitato vedere sparire commenti innocui

    (anche miei), non intere discussioni, in maniera

    chirurgica... questo non è un atteggiamento di

    moderazione o di un moderatore estraneo alla

    discussione; è l'atteggiamento di un utente che

    partecipa alla discussione in forma anonima ma
    ha

    poteri di moderazione. dalla mia

    esperienza.



    Prima di scatenare polemiche è solo una

    sensazione.





    Io non essendo registrato apro più tab dei

    messaggi che salvo nei segnalibri, poi rispondo

    una per volta quindi passa un pò di

    tempo.

    l'ho notato.

    ti posso dire che qualche volta quando ho postato
    il commento si è perso nel nulla,quindi
    commentavo di nuovo,poi dopo qualche ora è
    ricomparso...quindi post
    doppio.
    Non so se è un malfunzionamento del sito in certi
    condizioni. mi è appena sucXXXXX.stupido io a non salvare la discussione come immagine.Rispondevo a sgabbio a questo intervento- Scritto da: Sg@bbio
    E' stato fatto per utenti anche "famosi" in
    questo luogo. La poca tutela verso l'utenza c'è
    stata anche ben prima dei crimini di edizioni
    master.http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3896759&m=3897427#p3897427Il commento non era diffamatorio o provocatorio,descriveva una realtà concreta che io ho vissuto.psper la redazionenon mi frega nulla che si "sappia" la verità... volevo spiegare a panda rossa un concetto.Il caos lascia la censura invisibile ciao
  • Python scrive:
    Ma siamo pazzi?
    Ma siamo (sono) pazzi?Leggo e trasecolo: "le opinioni dei lettori diventano opinione pubblica, la quale a sua volta indirizza la sfera di interesse della ricerca scientifica".Coiè, fatemi capire, lo opinioni dei lettori del sito di una rivista divulgativa "indirizzerebbero la sfera di interesse della ricerca scientifica "?A me sembra più che altro un comodo modo per i webmaster di PopSci di risparmiarsi delle noie (rimostranze e polemiche degli articolisti, richieste di censura su vere o presunte offese) e risparmiarsi soprattutto il noioso lavoro quotidiano di fare i moderatori.Un simile tentativo di ridurre il carico di lavoro della moderazione, anche se con altra tecnica, mi pare che stia accadendo su siti di tutt'altro tenore, per esempio da noi sul sito del Fatto Quotidiano dove da qualche mese i commenti agli articoli sembrano essere "moderati" da qualche bot piuttosto stupido, che spesso cancella messaggi senza la benchè minima ragione (ci sono parecchie lamentele al proposito).Ma dire che le opinioni dei propri lettori alla fine influenzano le scelte della comunità scientifica mi sembra da una parte fare le mosche cocchiere (PopSci non è Nature), dall'altra non rendersi conto che le opinioni antiscientifiche veramente pericolose sono quelle che vengono divulgate, senza contraddittorio, nelle trasmissioni stile Barbara d'Urso e compagnia brutta.A meno che la comunità di lettori di PopSci sia caduta culturalmente a quei livelli. Ma allora PopSci ha ben altri problemi che non la fatica della moderazione.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 settembre 2013 14.57-----------------------------------------------------------
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Ma siamo pazzi?
      - Scritto da: Python
      Ma siamo (sono) pazzi?
      Leggo e trasecolo: "le opinioni dei lettori
      diventano opinione pubblica, la quale a sua volta
      indirizza la sfera di interesse della ricerca
      scientifica".

      Coiè, fatemi capire, lo opinioni dei
      lettori del sito di una rivista
      divulgativa "indirizzerebbero la sfera di
      interesse della ricerca
      scientifica "?Non è proprio così, purtroppo per la massa dei trinariciuti anche un troll può diventare un "opinion leader" e riuscire de-formare l'atteggiamento dell'opinione pubblica verso la ricerca. Tutto qui.
      • Python scrive:
        Re: Ma siamo pazzi?
        - Scritto da: Nome e cognome
        Non è proprio così, purtroppo per la massa dei
        trinariciuti anche un troll può diventare un
        "opinion leader" e riuscire de-formare
        l'atteggiamento dell'opinione pubblica verso la
        ricerca. Tutto
        qui.Mai visto un troll diventare opinion leader.Come dicevo, sono altri i luoghi dove si fa disinformazione scientifica veramente pericolosa.E se una rivista scientifica, per quanto divulgativa, ha un parco lettori che non è in grado di ridicolizzare un troll allora deve porsi ben altre questioni che non stoppare i commenti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 settembre 2013 15.25-----------------------------------------------------------
        • AMEN scrive:
          Re: Ma siamo pazzi?
          - Scritto da: Python

          Mai visto un troll diventare opinion leader.Don't you know Vannoni??
          • Python scrive:
            Re: Ma siamo pazzi?
            - Scritto da: AMEN
            - Scritto da: Python



            Mai visto un troll diventare opinion leader.

            Don't you know Vannoni??Parlo di troll, non di ciarlatani.Questi ultimi c'erano anche prima di internet e continueranno ad esserci.E ci scommetto che non è stato facendo il troll sui blog che qualcuno ha creduto al tizio in questione.Pure Vanna Marchi non ha certo avuto bisogno della rete digitale.
        • Nome e cognome scrive:
          Re: Ma siamo pazzi?
          - Scritto da: Python
          - Scritto da: Nome e cognome

          Non è proprio così, purtroppo per la massa dei

          trinariciuti anche un troll può diventare un

          "opinion leader" e riuscire de-formare

          l'atteggiamento dell'opinione pubblica verso la

          ricerca. Tutto

          qui.

          Mai visto un troll diventare opinion leader.Perchè non guardi bene ;)
          Come dicevo, sono altri i luoghi dove si fa
          disinformazione scientifica veramente
          pericolosa.Su questo sono d'accordo, vedi programmi tv come le iene che hanno promosso vannoni a scienziato ... ma non è detto che i "redattori" di quel programma non siano stati accalappiati per la terza narice da qualche troll su qualche forum pro-vannoni ;)
          E se una rivista scientifica, per quanto
          divulgativa, ha un parco lettori che non è in
          grado di ridicolizzare un troll allora deve porsi
          ben altre questioni che non stoppare i
          commenti.Non credo che la qualità di una rivista sia in qualche modo proporzionale a quello che avviene nella sezione dei commenti agli articoliSe fosse così alla PI dovrebbe proprio essere una cosa ridicola, e invece non lo è.
    • Phronesis scrive:
      Re: Ma siamo pazzi?
      - Scritto da: Python
      per esempio da noi sul sito
      del Fatto Quotidiano dove da qualche mese i
      commenti agli articoli sembrano essere "moderati"
      da qualche bot piuttosto stupido, che spesso
      cancella messaggi senza la benchè minima ragione
      (ci sono parecchie lamentele al
      proposito).Ciao.Il discorso è vario e ci sono spunti interessanti negli altri 3dIo ti dico solo questo.Pensare che il commento stile blog, sia un buon metodo per discutere è utopico.La discussione deve essere coadiuvata dalla struttura.leggo il fatto rarament,. prima spesso... questo per dire che la mia non è una critica al giornale e una risposta alla struttura.Se volete discutere dovete accettare una struttura che non vi permette solo di commentare.IMHO
      • panda rossa scrive:
        Re: Ma siamo pazzi?
        - Scritto da: Phronesis
        - Scritto da: Python

        per esempio da noi sul sito

        del Fatto Quotidiano dove da qualche mese i

        commenti agli articoli sembrano essere
        "moderati"

        da qualche bot piuttosto stupido, che spesso

        cancella messaggi senza la benchè minima
        ragione

        (ci sono parecchie lamentele al

        proposito).

        Ciao.
        Il discorso è vario e ci sono spunti interessanti
        negli altri
        3d

        Io ti dico solo questo.
        Pensare che il commento stile blog, sia un buon
        metodo per discutere è
        utopico.
        La discussione deve essere coadiuvata dalla
        struttura.La discussione deve essere coadiuvata dalla struttura quando riguarda la struttura.La struttura non deve coadiuvare una discussione tra me e te.
        leggo il fatto rarament,. prima spesso... questo
        per dire che la mia non è una critica al
        giornale e una risposta alla
        struttura.

        Se volete discutere dovete accettare una
        struttura che non vi permette solo di
        commentare.Ma ?
        • Phronesis scrive:
          Re: Ma siamo pazzi?
          Ciao panda rossa. - Scritto da: panda rossa
          La struttura non deve coadiuvare una discussione
          <b
          tra me e
          te. </b
          E' proprio questo il punto discordante tra la mia e la tua "posizione".La discussione non è tra me e te.E tra te e chiunque voglia partecipare.Deve mettere tutti i partecipanti in comunicazione con tutti.Chiunque risponderà al tuo messaggio dividerà la discussione, non rispondendo al mio, e non coinvolgendomiquesta cosa l'ho chiestahttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=3894003&m=3895064#p3895064NBa me piace discutere e "convincere" il mio interlocutore della mia ragione, e in particolare tu mi stai simpatico... voglio dire... è veramente un modo per "parlare" non prenderla sul personale perchè non è così per me :DBuona giornata
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma siamo pazzi?
            - Scritto da: Phronesis
            Ciao panda rossa.
            - Scritto da: panda rossa

            La struttura non deve coadiuvare una
            discussione

            <b
            tra me e

            te. </b


            E' proprio questo il punto discordante tra la mia
            e la tua
            "posizione".

            La discussione non è tra me e te.
            E tra te e chiunque voglia partecipare.
            Deve mettere tutti i partecipanti in
            comunicazione con
            tutti.Sacrosanto.Ma se tu dici una idiozia, io intervengo per rispondere a TE.Altri sono liberi di contribuire a loro piacimento.
            Chiunque risponderà al tuo messaggio dividerà la
            discussione, non rispondendo al mio, e non
            coinvolgendomiDipende dal contesto.Ma in ogni caso il punto e' che da qui in avanti l'articolo originario non c'entra piu'.Il dibattito si e' spostato a commentare il commento.Quindi perche' un moderatore dovrebbe agire di cesoie per tagliare una discussione che non lo riguarda?
            questa cosa l'ho chiesta
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3894003&m=389

            NB
            a me piace discutere e "convincere" il mio
            interlocutore della mia ragione, e in particolare
            tu mi stai simpatico... voglio dire... è
            veramente un modo per "parlare" non prenderla sul
            personale perchè non è così per me
            :DQui non c'e' proprio niente di personale.Se proprio te la vuoi prendere, te la prendi col mio avatar, mica con me.E questo vale per tutti.Qui teniamo molto alla privacy.
            Buona giornataGrazie, ma sono neanche le 4, io sono qui ancora almeno un paio d'ore.
          • Phronesis scrive:
            Re: Ma siamo pazzi?
            Panda adesso ho compreso l'obiezione che porti.O meglio dove divergiamo.Perchè alla fine leggendo in generale io concordo col tuo pensiero.- Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Phronesis
            Quindi perche' un moderatore dovrebbe agire di
            cesoie per tagliare una discussione che non lo
            riguarda?qui è il punto.Il moderatore, non è un censore, non agisce di cesoie.Questo è quello che si vive qunado si frequentano solo forum mal moderati.(anche PI? ditemelo voi più "vecchi" )Se tu associ il moderatore ad un censore, uno che può disporre della vita e della morte di una discussione, bhe ti posso assicurare (benchè tu non lo creda) non hai mai vissuto un forum moderato in maniera sana e ti sei perso di conseguenza il meglio dei forum dell'internet italiana, poichè adesso sono tutti blog style.


            questa cosa l'ho chiesta


            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3894003&m=389



            NB

            a me piace discutere e "convincere" il mio

            interlocutore della mia ragione, e in
            particolare

            tu mi stai simpatico... voglio dire... è

            veramente un modo per "parlare" non
            prenderla
            sul

            personale perchè non è così per me

            :D

            Qui non c'e' proprio niente di personale.
            Se proprio te la vuoi prendere, te la prendi col
            mio avatar, mica con
            me.
            E questo vale per tutti.

            Qui teniamo molto alla privacy.


            Buona giornata

            Grazie, ma sono neanche le 4, io sono qui ancora
            almeno un paio
            d'ore.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma siamo pazzi?
            - Scritto da: Phronesis

            Se tu associ il moderatore ad un censore, uno che
            può disporre della vita e della morte di una
            discussione, bhe ti posso assicurare (benchè tu
            non lo creda) non hai mai vissuto un forum
            moderato in maniera sana e ti sei perso di
            conseguenza il meglio dei forum dell'internet
            italiana, poichè adesso sono tutti blog
            style.Io ho usato usenet per 15 anni, quindi non ho proprio idea di questa cosa che tu dici che io mi sono perso.Fammi un esempio di questo concetto di moderatore o di censore che tu stai propagando.Un esempio pratico.Cosi' ci capiamo.P.S.e comunque da come quoti, tu per me sei uno che usa <s
            internet </s
            <s
            il web </s
            facebuk da meno di un anno.
          • Phronesis scrive:
            Re: Ma siamo pazzi?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Phronesis
            e comunque da come quoti, tu per me sei uno che
            usa <s
            internet </s
            <s

            il web </s
            facebuk da meno di un
            anno.http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3896759&m=3897684#p3897684
      • Python scrive:
        Re: Ma siamo pazzi?
        - Scritto da: Phronesis

        Io ti dico solo questo.
        Pensare che il commento stile blog, sia un buon
        metodo per discutere è
        utopico.Sarà anche utopico, però conosci alternative migliori per discutere in rete?Mettere nero su bianco la propria opinione su internet e non consentire un contraddittorio non mi sembra il massimo della democrazia, figuriamoci poi quanto è aderente al concetto di ricerca scientifica.Ovviamente, riconoscendo il limite dei blog e dei forum.Una peer-review di un articolo scientifico deve essere fatta ovviamente da gente competente, non da dilettanti.Ma ammesso fin dall'inizio che si parla di dilettanti (e in qualche caso di incompetenti e di troll), perchè deve fare addirittura paura il consentire i commenti?
        La discussione deve essere coadiuvata dalla
        struttura.Beh, PopSci la discussione l'ha abolita, da casi incontestabili risulta che il FQ spesso censura alla ***** (sperando almeno che sia vero che lo faccia un bot e non un "umano"!).Mi sembra che certe "strutture" non abbiano alcuna voglia di "coadiuvare".
        • Phronesis scrive:
          Re: Ma siamo pazzi?
          - Scritto da: Python
          Sarà anche utopico, però conosci alternative
          migliori per discutere in
          rete?Certamente. Lo stile blog è semplicemente il peggiore.Facile da "portare in XXXXX" quindi facile da censurare ( <b
          non da moderare </b
          )
          Mettere nero su bianco la propria opinione su
          internet e non consentire un contraddittorio non
          mi sembra il massimo della democrazia,
          figuriamoci poi quanto è aderente al concetto di
          ricerca
          scientifica.
          Ovviamente, riconoscendo il limite dei blog e dei
          forum.

          Una peer-review di un articolo scientifico deve
          essere fatta ovviamente da gente competente, non
          da
          dilettanti.
          Ma ammesso fin dall'inizio che si parla di
          dilettanti (e in qualche caso di incompetenti e
          di troll), perchè deve fare addirittura paura il
          consentire i
          commenti?


          La discussione deve essere coadiuvata dalla

          struttura.

          Beh, PopSci la discussione l'ha abolita, da casi
          incontestabili risulta che il FQ spesso censura
          alla ***** (sperando almeno che sia vero che lo
          faccia un bot e non un
          "umano"!).
          Mi sembra che certe "strutture" non abbiano
          alcuna voglia di
          "coadiuvare".Devi leggere gli altri miei interventi se ti va, ho risposto a queste obiezioni.Lo ripeto (ndr il mio pensiero, la mia esperienza) a tutti.Il MODERATORE necessita di una struttura pensata e razionale.il CENSORE necessita del contrario del caos, passa inosservatoche lo vogliate credere o meno.
        • MacGeek scrive:
          Re: Ma siamo pazzi?
          - Scritto da: Python
          Beh, PopSci la discussione l'ha abolita, da casi
          incontestabili risulta che il FQ spesso censura
          alla ***** (sperando almeno che sia vero che lo
          faccia un bot e non un
          "umano"!).il "FQ" è un giornale politico, e fa politica con le sue censure.Il libero pensiero, per definizione, non è ammesso. O se è ammesso sta lì solo per essere messo in minoranza (o ridicolizzato) dal SUO di pensiero.Se vai a commentare sul FQ pensando che il forum sia uno strumento di libertà di opinione, sei un illuso. Il blog di Grillo ormai è anche peggio. Se fai un commento che va contro al suo pensiero unico vieni bannato all'istante.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma siamo pazzi?
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: Python

            Beh, PopSci la discussione l'ha abolita, da
            casi

            incontestabili risulta che il FQ spesso
            censura

            alla ***** (sperando almeno che sia vero che
            lo

            faccia un bot e non un

            "umano"!).

            il "FQ" è un giornale politico, e fa politica con
            le sue
            censure.
            Il libero pensiero, per definizione, non è
            ammesso. O se è ammesso sta lì solo per essere
            messo in minoranza (o ridicolizzato) dal SUO di
            pensiero.
            Se vai a commentare sul FQ pensando che il forum
            sia uno strumento di libertà di opinione, sei un
            illuso. Il blog di Grillo ormai è anche peggio.
            Se fai un commento che va contro al suo pensiero
            unico vieni bannato
            all'istante.Ah ecco.Sono ammessi al commento solo i lettori a cui il giornale si rivolge.Ma mi pare anche giusto.Io non vado mica a leggere certi giornali carta igienica, figuriamoci a commentare.Cosi' come non vado a leggere i siti di apple.E neppure i forum delle altre squadre di calcio.
          • Python scrive:
            Re: Ma siamo pazzi?
            - Scritto da: MacGeek
            il "FQ" è un giornale politico, e fa politica con
            le sue
            censure.
            Il libero pensiero, per definizione, non è
            ammesso. O se è ammesso sta lì solo per essere
            messo in minoranza (o ridicolizzato) dal SUO di
            pensiero.
            Se vai a commentare sul FQ pensando che il forum
            sia uno strumento di libertà di opinione, sei un
            illuso. Il blog di Grillo ormai è anche peggio.
            Se fai un commento che va contro al suo pensiero
            unico vieni bannato
            all'istante.Non conosco il blog di Grillo, se non per aver letto qualcosa saltuariamente e mesi fa, quindi su quello non mi pronuncio.Sul FQ invece la cosa che si rileva è che commenti insultanti, le classiche quattro righe da troll, hanno spesso più probabilità di passare che non commenti articolati e senza alcun insulto.Non c'è neppure una relazione certa col fatto di esprimere opinioni opposte a quelle del FQ, più che altro sembra che ci si accanisca contro chi argomenta. Un lettore ha scritto di aver capito che deve scrivere "scorrettamente" (in termini sintattici e grammaticali), perchè i suoi post "puliti", "leccati" ed esaurienti vengono quasi sempre cancellati!A questo punto o si tratta di un bot-censore assolutamente idiota (per paura del quale i lettori stanno cominciando a scrivere storpiando le parole "discutibili", tipo scrivere "id io t a", ma a quanto pare spesso senza costrutto) oppure si tratta di censori umani che favoriscono i troll rispetto a che argomenta in modo esaustivo e senza insultare.Terza ed ultima possibilità: il sistema di quel blog ha dei bug tali che ogni tanto cancella a caso. Ma non ci credo.
          • Pio scrive:
            Re: Ma siamo pazzi?

            Sul FQ invece la cosa che si rileva è che
            commenti insultanti, le classiche quattro righe
            da troll, hanno spesso più probabilità di passare
            che non commenti articolati e senza alcun
            insulto.
            Non c'è neppure una relazione certa col fatto di
            esprimere opinioni opposte a quelle del FQ, più
            che altro sembra che ci si accanisca contro chi
            argomenta. Un lettore ha scritto di aver capito
            che deve scrivere "scorrettamente" (in termini
            sintattici e grammaticali), perchè i suoi post
            "puliti", "leccati" ed esaurienti vengono quasi
            sempre
            cancellati!

            A questo punto o si tratta di un bot-censore
            assolutamente idiota (per paura del quale i
            lettori stanno cominciando a scrivere storpiando
            le parole "discutibili", tipo scrivere "id io t
            a", ma a quanto pare spesso senza costrutto)
            oppure si tratta di censori umani che favoriscono
            i troll rispetto a che argomenta in modo
            esaustivo e senza
            insultare.La spiegazione più semplice è anche quella che viene in mente per ultima.A un sito che vive di pubblicità non interessano i contenuti del dibattito. Non hanno la minima influenza sugli inserzionisti o sulle statistiche di acXXXXX. Però è noto che i commenti brevi e provocatori stimolano molto di più una reazione d'istinto a intervenire rispetto a quelli argomentati e compassati. Il trucco degli accessi prolungati agli articoli del FQ è tutto qui: lasciare in primo piano solo post ai limiti della cagnara da ubriachi il sabato sera, perché la cagnara attira altra cagnara. E cancellare, o far slittare in terza pagina, tutti gli altri.Se ci pensi, è anche quello che facevano alcune trasmissioni tv: si chiedeva ai telespettatori di votare con un SMS su una questione assolutamente irrilevante, ma che poteva dividere in due il pubblico. In realtà dei risultati non fregava proprio nulla, era una specie di auditel alternativo, per vedere se la trasmissione interessava, e in che misura. Questo metodo è ora un po' passato di moda, ne parlo solo perché il principio é lo stesso. E oh!, la spiegazione più semplice non è necessariamente quella giusta. Quasi sempre, diciamo ;-)
          • Python scrive:
            Re: Ma siamo pazzi?
            - Scritto da: Pio
            La spiegazione più semplice è anche quella che
            viene in mente per
            ultima.
            A un sito che vive di pubblicità non interessano
            i contenuti del dibattito. Non hanno la minima
            influenza sugli inserzionisti o sulle statistiche
            di acXXXXX. Però è noto che i commenti brevi e
            provocatori stimolano molto di più una reazione
            d'istinto a intervenire rispetto a quelli
            argomentati e compassati.Ipotesi non peregrina, per quanto solo un'ipotesi.Si otrebbe anche pensare che vengano presi in considerazione pure parametri come "like" e "dislike" (se l'utente X nel complesso dei post precedenti totalizza un alto numero di likes ed altrettanto alto di dislike, sarebbe l'utente ideale per l'ipotesi che fai!).
          • shevathas scrive:
            Re: Ma siamo pazzi?

            Sul FQ invece la cosa che si rileva è che
            commenti insultanti, le classiche quattro righe
            da troll, hanno spesso più probabilità di passare
            che non commenti articolati e senza alcun
            insulto.perché per sostenere una causa sono funzionali sia i commenti ben argomentati a favore che i commenti sgrammaticati e volgari contro. Il classico giochetto cinematografico di rendere "bello" il protagonista e "brutto" l'antagonista.
          • Pio scrive:
            Re: Ma siamo pazzi?


            Sul FQ invece la cosa che si rileva è che

            commenti insultanti, le classiche quattro
            righe

            da troll, hanno spesso più probabilità di
            passare

            che non commenti articolati e senza alcun

            insulto.

            perché per sostenere una causa sono funzionali
            sia i commenti ben argomentati a favore che i
            commenti sgrammaticati e volgari contro. E per la verità sul FQ si vedono solo i secondi. :-DSarà che a furia di tirare la corda con una moderazione del genere nessuno perde più tempo ad argomentare e a tentare di far ragionare.
            Il
            classico giochetto cinematografico di rendere
            "bello" il protagonista e "brutto"
            l'antagonista.E probabilmente precinematografico: la letteratura popolare dell'Ottocento, che ha ispirato sia i fumetti sia il cinema, era piena di queste contrapposizioni stereotipate.
        • shevathas scrive:
          Re: Ma siamo pazzi?

          Sarà anche utopico, però conosci alternative
          migliori per discutere in
          rete?
          Mettere nero su bianco la propria opinione su
          internet e non consentire un contraddittorio non
          mi sembra il massimo della democrazia,
          figuriamoci poi quanto è aderente al concetto di
          ricerca
          scientifica.e chi vieta a chi vuole commentare di aprirsi un blog, parlare su forum e social network dell'articolo?
          • Python scrive:
            Re: Ma siamo pazzi?
            - Scritto da: shevathas

            Sarà anche utopico, però conosci alternative

            migliori per discutere in

            rete?

            Mettere nero su bianco la propria opinione su

            internet e non consentire un contraddittorio
            non

            mi sembra il massimo della democrazia,

            figuriamoci poi quanto è aderente al
            concetto
            di

            ricerca

            scientifica.

            e chi vieta a chi vuole commentare di aprirsi un
            blog, parlare su forum e social network
            dell'articolo?Che è come dire: "sarebbe giusto che tu potessi manifestare in questa piazza centrale, però te lo proibiamo. Ma che problema c'è, trovati un campetto di periferia e protesta lì ...".
          • shevathas scrive:
            Re: Ma siamo pazzi?

            Che è come dire: "sarebbe giusto che tu potessi
            manifestare in questa piazza centrale, però te lo
            proibiamo. Ma che problema c'è, trovati un
            campetto di periferia e protesta lì
            ...".il che significa dire che sarebbe giusto, per equità, far giocare all'olimpico alternativamente lazio, roma e il tor vergata.
    • Federico scrive:
      Re: Ma siamo pazzi?
      Sono d'accordo sulla tua critica alle loro motivazioni. Però penso anche che i commenti, anche se forse non hanno dei veri e propri lati negativi, non hanno nemmeno lati positivi. Certo, in teoria sono strumenti potentissimi, ma nella pratica? Le rare volte in cui ho letto commenti interessanti è stato su siti molto di nicchia, e sono passati anni.Insomma, questa cosa mi fa riflettere, ma mi fa riflettere soprattutto il fatto che non trovo nessun motivo per arrabbiarmi.
      • Python scrive:
        Re: Ma siamo pazzi?
        - Scritto da: Federico
        Sono d'accordo sulla tua critica alle loro
        motivazioni. Però penso anche che i commenti,
        anche se forse non hanno dei veri e propri lati
        negativi, non hanno nemmeno lati positivi. Certo,
        in teoria sono strumenti potentissimi, ma nella
        pratica? Le rare volte in cui ho letto commenti
        interessanti è stato su siti molto di nicchia, e
        sono passati
        anni.

        Insomma, questa cosa mi fa riflettere, ma mi fa
        riflettere soprattutto il fatto che non trovo
        nessun motivo per
        arrabbiarmi.Di commenti interessanti ce ne sono pochi, ma secondo me ce ne sono. Anche uno su venti o trenta che fa riflettere non mi sembra trascurabile.In realtà io non ho mai pensato che siano "strumenti potentissimi" (ulteriore motivo per cui trovo grottesco il divieto di PopSci, per paura che i commenti "stravolgano la ricerca scientifica"!) però sono uno spaccato delle opinioni dei frequentatori dei siti.Anche solo per questo, per avere il polso della situazione dei lettori (e pur rendendosi conto che non necessariamente sono uno spaccato della società ma solo di una parte di essa), mi sembra che la possibilità di commentare abbia un valore in sè.
  • max scrive:
    no alla dittatura delle plebi
    nemmeno la democrazia è un valore assoluto.
    • MacGeek scrive:
      Re: no alla dittatura delle plebi
      - Scritto da: max
      nemmeno la democrazia è un valore assoluto. "Democracy is the worst form of government, except for all those other forms that have been tried from time to time." -- Winston Churchill (from a House of Commons speech on Nov. 11, 1947)Una 'dittatura' illuminata di solito è meglio della democrazia. Le aziende di sucXXXXX funzionano così, caso tipico era proprio la Apple di Jobs. Perfino la 'dittatura' della Cina oggi è molto più funzionale delle 'democrazie' europee. Il problema delle dittature, però, è che spesso e volentieri poi degenerano...
      • Pio scrive:
        Re: no alla dittatura delle plebi

        Una 'dittatura' illuminata di solito è meglio
        della democrazia. Le aziende di sucXXXXX
        funzionano così, caso tipico era proprio la Apple
        di Jobs. Perfino la 'dittatura' della Cina oggi è
        molto più funzionale delle 'democrazie' europee.
        Il problema delle dittature, però, è che spesso e
        volentieri poi
        degenerano...Anche le democrazie. :|Pensa che c'è chi le vuole far diventar dirette a tutti i costi. E, se per sbaglio ci riuscisse, i risultati sarebbero facilmente immaginabili (almeno in Italia).
      • panda rossa scrive:
        Re: no alla dittatura delle plebi
        - Scritto da: MacGeek
        Una 'dittatura' illuminata di solito è meglio
        della democrazia. Le aziende di sucXXXXX
        funzionano così, caso tipico era proprio la Apple
        di Jobs. Perfino la 'dittatura' della Cina oggi è
        molto più funzionale delle 'democrazie' europee.Le aziende di sucXXXXX ti fanno vedere quello che VOGLIONO farti vedere.
        Il problema delle dittature, però, è che spesso e
        volentieri poi
        degenerano...Spesso e volentieri? A me risulta che degenerino sempre.
        • Pio scrive:
          Re: no alla dittatura delle plebi

          Spesso e volentieri? A me risulta che degenerino
          sempre.No, la dittatura dell'Estado Novo in Portogallo si estinse senza grandi clamori con la cosiddetta "rivoluzione dei garofani" del 1974. Ci furono dei brevi movimenti controrivoluzionari, ma già l'anno dopo si tennere le elezioni per la costituente, e due anni dopo le elezioni libere. Durante la dittatura dell'Estado Novo non ci fu nulla di paragonabile alle guerre coloniali italiane o alla politica espansionistica della Germania.
          • panda rossa scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            - Scritto da: Pio

            Spesso e volentieri? A me risulta che
            degenerino

            sempre.

            No, la dittatura dell'Estado Novo in Portogallo
            si estinse senza grandi clamori con la cosiddetta
            "rivoluzione dei garofani" del 1974. Ci furono
            dei brevi movimenti controrivoluzionari, ma già
            l'anno dopo si tennere le elezioni per la
            costituente, e due anni dopo le elezioni libere.

            Durante la dittatura dell'Estado Novo non ci fu
            nulla di paragonabile alle guerre coloniali
            italiane o alla politica espansionistica della
            Germania.Che dittatura e' una cosa che si conclude con libere elezioni?Se concede elezioni non e' dittatura.
          • Pio scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi


            No, la dittatura dell'Estado Novo in
            Portogallo

            si estinse senza grandi clamori con la
            cosiddetta

            "rivoluzione dei garofani" del 1974. Ci
            furono

            dei brevi movimenti controrivoluzionari, ma
            già

            l'anno dopo si tennere le elezioni per la

            costituente, e due anni dopo le elezioni
            libere.



            Durante la dittatura dell'Estado Novo non ci
            fu

            nulla di paragonabile alle guerre coloniali

            italiane o alla politica espansionistica
            della

            Germania.

            Che dittatura e' una cosa che si conclude con
            libere
            elezioni?
            Se concede elezioni non e' dittatura.Le libere elezioni furono possibili grazie a un colpo di stato militare che rovesciò un regime che era durato dal 1926 al 1974. In questo periodo non solo non c'erano state elezioni, ma nemmeno era ammesso il dissenso. Lo scrittore italiano appassionato del Portogallo Antonio Tabucchi ha dato un quadro molto realista della situazione sociale dell'epoca nel romanzo <I
            Sostiene Pereira </I
            . Tra l'altro le elezioni in sé significano poco: anche in Unione Sovietica si tenevano, ma c'era un solo partito... Anche in Iran si tengono regolarmente, ma è ammessa alla candidatura solo una rosa di partiti. ;-)
          • panda rossa scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            - Scritto da: Pio


            No, la dittatura dell'Estado Novo in

            Portogallo


            si estinse senza grandi clamori con la

            cosiddetta


            "rivoluzione dei garofani" del 1974. Ci

            furono


            dei brevi movimenti
            controrivoluzionari,
            ma

            già


            l'anno dopo si tennere le elezioni per
            la


            costituente, e due anni dopo le elezioni

            libere.





            Durante la dittatura dell'Estado Novo
            non
            ci

            fu


            nulla di paragonabile alle guerre
            coloniali


            italiane o alla politica espansionistica

            della


            Germania.



            Che dittatura e' una cosa che si conclude con

            libere

            elezioni?

            Se concede elezioni non e' dittatura.

            Le libere elezioni furono possibili grazie a un
            colpo di stato militare che rovesciò un regime
            che era durato dal 1926 al 1974. In questo
            periodo non solo non c'erano state elezioni, ma
            nemmeno era ammesso il dissenso. Ma allora, se era cosi' illuminata questa dittatura, perche' fare un colpo di stato?
            Lo scrittore
            italiano appassionato del Portogallo Antonio
            Tabucchi ha dato un quadro molto realista della
            situazione sociale dell'epoca nel romanzo
            <I
            Sostiene Pereira </I
            .Ne ho sentito parlare.Non l'ho letto ne' ho visto il film.
            Tra l'altro le elezioni in sé significano poco:
            anche in Unione Sovietica si tenevano, ma c'era
            un solo partito... Anche in Iran si tengono
            regolarmente, ma è ammessa alla candidatura solo
            una rosa di partiti.
            ;-)Da come avevi scritto tu sembrava che quel regime dittatoriale si concluse dopo libere elezioni che ne avevano sancito la fine.Lo so anche io che le elezioni in unione sovietica erano un po' come le primarie del PD. Non a caso nasce il detto "percentuale bulgara".
          • Pio scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi



            Che dittatura e' una cosa che si
            conclude
            con


            libere


            elezioni?


            Se concede elezioni non e' dittatura.



            Le libere elezioni furono possibili grazie a
            un

            colpo di stato militare che rovesciò un
            regime

            che era durato dal 1926 al 1974. In questo

            periodo non solo non c'erano state elezioni,
            ma

            nemmeno era ammesso il dissenso.

            Ma allora, se era cosi' illuminata questa
            dittatura, perche' fare un colpo di
            stato?Perché il cadreghino comodo non lo abbandona nessuno, né in democrazia né sotto dittatura: ci vuole sempre qualcuno che dia il pungolo, come alle mucche che non si vogliono muovere, anche se nel caso del Portogallo fu una cosa rapida e incruenta.
            Da come avevi scritto tu sembrava che quel regime
            dittatoriale si concluse dopo libere elezioni che
            ne avevano sancito la
            fine.No, quello lo fece Pinochet in Cile nel 1988, un referendum demorazia-dittatura in pratica, e perse. (rotfl)Ma è un caso più unico che raro nella storia delle dittature. In genere ci vuole un gesto forte per farle andare via. :|
        • Pio scrive:
          Re: no alla dittatura delle plebi

          Spesso e volentieri? A me risulta che degenerino
          sempre.No, la dittatura dell'Estado Novo in Portogallo si estinse senza grandi clamori con la cosiddetta "rivoluzione dei garofani" del 1974. Ci furono dei brevi movimenti controrivoluzionari, ma già l'anno dopo si tennere le elezioni per la costituente, e due anni dopo le elezioni libere. Durante la dittatura dell'Estado Novo non ci fu nulla di paragonabile alle guerre coloniali italiane o alla politica espansionistica della Germania.
      • nome scrive:
        Re: no alla dittatura delle plebi
        - Scritto da: MacGeek
        - Scritto da: max

        nemmeno la democrazia è un valore assoluto.

        "Democracy is the worst form of government,
        except for all those other forms that have been
        tried from time to time."


        -- Winston Churchill
        (from a House of Commons speech on Nov. 11,
        1947)

        Una 'dittatura' illuminata di solito è meglio
        della democrazia. Le aziende di sucXXXXX
        funzionano così, caso tipico era proprio la Apple
        di Jobs. Perfino la 'dittatura' della Cina oggi è
        molto più funzionale delle 'democrazie' europee.
        Il problema delle dittature, però, è che spesso e
        volentieri poi
        degenerano...Senza offesa, stai dicendo solo delle stupidagini. Per una dittatura illuminata che funziona ce ne sono 10 che non vanno. così come per un jobs che riesce a far funzionare un'azienda ce ne sono 10 che non vanno. Quindi gli esempi che citi sono la minoranza. Oltre tutto non sono neppure calzanti. La cina non è certo illuminata e neppure lo era Jobs.
        • MacGeek scrive:
          Re: no alla dittatura delle plebi
          - Scritto da: nome
          Senza offesa, stai dicendo solo delle
          stupidagini. Per una dittatura illuminata che
          funziona ce ne sono 10 che non vanno. così come
          per un jobs che riesce a far funzionare
          un'azienda ce ne sono 10 che non vanno. Quindi
          gli esempi che citi sono la minoranza. Oltre
          tutto non sono neppure calzanti. La cina non è
          certo illuminata e neppure lo era
          Jobs.E io che ho detto?Finché fallisce un'azienda. Vabbè, ce ne sono altre 10 che prendono il suo posto.Se fallisce uno stato sono caxxi. Per questo le dittature sono da evitare.Però quando funzionano, funzionano meglio.La democrazia è comunque un compromesso.
          • MacGeek scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            Poi, non dimentichiamoci, che fino ad 1-2 di secoli fa a comandare gli stati c'erano i Re o gli Imperatori.(che è la stessa cosa che dire 'dittatore', alla fine). Quindi era la normalità.
          • Pio scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            - Scritto da: MacGeek
            Poi, non dimentichiamoci, che fino ad 1-2 di
            secoli fa a comandare gli stati c'erano i Re o
            gli
            Imperatori.
            (che è la stessa cosa che dire 'dittatore', alla
            fine). No be', una piccola differenza c'è. Nessun dittatore pretende di essere tale per investitura divina, che io sappia. E nessun dittatore nomina al rango di nobiltà persone che fino ad un attimo prima erano plebee.
          • panda rossa scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            - Scritto da: Pio
            - Scritto da: MacGeek

            Poi, non dimentichiamoci, che fino ad 1-2 di

            secoli fa a comandare gli stati c'erano i Re
            o

            gli

            Imperatori.

            (che è la stessa cosa che dire 'dittatore',
            alla

            fine).

            No be', una piccola differenza c'è. Nessun
            dittatore pretende di essere tale per investitura
            divina, che io sappia.Napoleone si fece incoronare dal papa.
            E nessun dittatore nomina
            al rango di nobiltà persone che fino ad un attimo
            prima erano
            plebee.Lo stesso Napoleone elargi' cariche a generali e a parenti che fino ad un attimo prima erano plebei (come lo stesso Napoleone).
          • Pio scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi


            - Scritto da: MacGeek


            Poi, non dimentichiamoci, che fino ad
            1-2
            di


            secoli fa a comandare gli stati c'erano
            i
            Re

            o


            gli


            Imperatori.


            (che è la stessa cosa che dire
            'dittatore',

            alla


            fine).



            No be', una piccola differenza c'è. Nessun

            dittatore pretende di essere tale per
            investitura

            divina, che io sappia.

            Napoleone si fece incoronare dal papa.È vero. Napoleone, e in una certa misura anche suo nipote, Carlo Luigi Napoleone, erano ancora legati a rituali dell'ancien régime. In genere per dittatura si intende qualcosa dal Novecento in poi...

            E nessun dittatore nomina

            al rango di nobiltà persone che fino ad un
            attimo

            prima erano

            plebee.

            Lo stesso Napoleone elargi' cariche a generali e
            a parenti che fino ad un attimo prima erano
            plebei (come lo stesso
            Napoleone).Almeno si risparmiò i titoli nobiliari ereditari...
        • Pio scrive:
          Re: no alla dittatura delle plebi


          Una 'dittatura' illuminata di solito è meglio

          della democrazia. Le aziende di sucXXXXX

          funzionano così, caso tipico era proprio la
          Apple

          di Jobs. Perfino la 'dittatura' della Cina oggi
          è

          molto più funzionale delle 'democrazie' europee.

          Il problema delle dittature, però, è che spesso
          e

          volentieri poi

          degenerano...

          Senza offesa, stai dicendo solo delle
          stupidagini. Per una dittatura illuminata che
          funziona ce ne sono 10 che non vanno. Nessuno dice che siano la maggioranza dei casi, infatti. Però sono esistite ed esistono.
          così come
          per un jobs che riesce a far funzionare
          un'azienda ce ne sono 10 che non vanno. Ogni riferimento a Stephen Elop è del tutto casuale...:-)
          Quindi
          gli esempi che citi sono la minoranza. Oltre
          tutto non sono neppure calzanti. La cina non è
          certo illuminata La Cina ha evitato più volte che la Corea del nord e gli Usa si scambiassero missili, e probabilmente qualcos'altro, con la sua mediazione. Ha risolto pacificamente una controversia sui confini con la Russia che durava dalla seconda guerra mondiale. Le uniche due guerre dal 1949 ad oggi sono state quelle con l'India del 1962, e una serie di spedizioni mordi-e-fuggi nel Vietnam, dal 1974 al 1990. E anche se non molti lo sanno, i partiti non comunisti sono consulenti presso un organo ufficiale dello Stato, anche se ovviamente non possono partecipare ad alcun tipo di elezione.
          • panda rossa scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            - Scritto da: Pio

            La Cina ha evitato più volte che la Corea del
            nord e gli Usa si scambiassero missili, e
            probabilmente qualcos'altro, con la sua
            mediazione. Ha risolto pacificamente una
            controversia sui confini con la Russia che durava
            dalla seconda guerra mondiale. Le uniche due
            guerre dal 1949 ad oggi sono state quelle con
            l'India del 1962, e una serie di spedizioni
            mordi-e-fuggi nel Vietnam, dal 1974 al 1990. E
            anche se non molti lo sanno, i partiti non
            comunisti sono consulenti presso un organo
            ufficiale dello Stato, anche se ovviamente non
            possono partecipare ad alcun tipo di
            elezione.E in Nepal?
          • Pio scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi


            La Cina ha evitato più volte che la Corea del

            nord e gli Usa si scambiassero missili, e

            probabilmente qualcos'altro, con la sua

            mediazione. Ha risolto pacificamente una

            controversia sui confini con la Russia che
            durava

            dalla seconda guerra mondiale. Le uniche due

            guerre dal 1949 ad oggi sono state quelle con

            l'India del 1962, e una serie di spedizioni

            mordi-e-fuggi nel Vietnam, dal 1974 al 1990.
            E

            anche se non molti lo sanno, i partiti non

            comunisti sono consulenti presso un organo

            ufficiale dello Stato, anche se ovviamente
            non

            possono partecipare ad alcun tipo di

            elezione.

            E in Nepal?Precisa la domanda. Nominando il Nepal mi fai venire in mente solo il Dalai Lama.
          • panda rossa scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            - Scritto da: Pio


            La Cina ha evitato più volte che la
            Corea
            del


            nord e gli Usa si scambiassero missili,
            e


            probabilmente qualcos'altro, con la sua


            mediazione. Ha risolto pacificamente una


            controversia sui confini con la Russia
            che

            durava


            dalla seconda guerra mondiale. Le
            uniche
            due


            guerre dal 1949 ad oggi sono state
            quelle
            con


            l'India del 1962, e una serie di
            spedizioni


            mordi-e-fuggi nel Vietnam, dal 1974 al
            1990.

            E


            anche se non molti lo sanno, i partiti
            non


            comunisti sono consulenti presso un
            organo


            ufficiale dello Stato, anche se
            ovviamente

            non


            possono partecipare ad alcun tipo di


            elezione.



            E in Nepal?

            Precisa la domanda. Nominando il Nepal mi fai
            venire in mente solo il Dalai
            Lama.Esatto.Parlami un po' del rapporto tra la Cina e il Dalai Lama.
          • Pio scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi


            Precisa la domanda. Nominando il Nepal mi fai

            venire in mente solo il Dalai

            Lama.

            Esatto.
            Parlami un po' del rapporto tra la Cina e il
            Dalai
            Lama.Mah, l'argomento è vasto.So che negli anni Cinquanta gli Usa avevano intrapreso azioni di guerriglia in Tibet per indebolire la Cina, senza risultato. Perché il governo della Cina era dittatoriale, sì sì, mentre quello tibetano era democratico.(rotfl)(rotfl)Pensa un po', una forma statale sostanzialmente ferma al feudalesimo e al potere monastico un bel mattino costituisce il baluardo democratico contro la dittaura cinese! Una delle tante barzellette create ad hoc dalla politica estera americana.In anni recenti, il Dalai Lama, convinto oppositore della violenza, ha sostanzialmente ammesso di aver derogato in gioventù alle sue convinzioni, dando il proprio assenso ai gruppi armati anticinesi creati dagli Usa.
      • Phronesis scrive:
        Re: no alla dittatura delle plebi
        Ciao- Scritto da: MacGeek
        Una 'dittatura' illuminata di solito è meglio
        della democrazia. Sono davvero poco convinto che esistano dittature illuminate.
        Le aziende di sucXXXXX
        funzionano così, caso tipico era proprio la Apple
        di Jobs. Perfino la 'dittatura' della Cina oggi è
        molto più funzionale delle 'democrazie' europee.
        Il problema delle dittature, però, è che spesso e
        volentieri poi
        degenerano...Scusami ma è un paragone davvero senza senso. Una azienda può funzionare così perchè l'azienda è del dittatore, e un individuo decide di andarci a lavorare, viene pagato e può sempre andarsene se pensa che il "dittatore illuminato" è uno stron§o.Se io nasco in una nazione la nazione è mia quanto di qualunque cittadino, non decido di nascerci, non vengo pagato per starci e se il dittatore è uno stron§o probabilmente mi uccide se provo ad andarmene
        • Pio scrive:
          Re: no alla dittatura delle plebi


          Una 'dittatura' illuminata di solito è meglio

          della democrazia.

          Sono davvero poco convinto che esistano dittature
          illuminate.Eppure...Vedi gli esempi al mio commento a nome.
          Una azienda può funzionare così perchè l'azienda
          è del dittatore, e un individuo decide di andarci
          a lavorare, viene pagato e può sempre andarsene
          se pensa che il "dittatore illuminato" è uno
          stron§o.Infatti è così.
          Se io nasco in una nazione la nazione è mia
          quanto di qualunque cittadino, non decido di
          nascerci, non vengo pagato per starci e se il
          dittatore è uno stron§o probabilmente mi
          uccide se provo ad
          andarmeneMa no, le nazioni che vietano l'espatrio ai propri cittadini sono pochissime. Probabilmente hai in mente la Corea del Nord.Il problema in genere è l'inverso: è molto difficile ottenere un visto, anche un visto turistico, per i paesi democratici. E quindi l'unica soluzione è entrarci da clandestini e farsi riconoscere come rifugiati politici.
          • Phronesis scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            - Scritto da: Pio


            Una 'dittatura' illuminata di solito è
            meglio


            della democrazia.



            Sono davvero poco convinto che esistano
            dittature

            illuminate.

            Eppure...
            Vedi gli esempi al mio commento a nome. Ho dato un occhiata hai scritto parecchi commenti.Quello a "nome" è la Cina che media tra corea e usa.Allora parliamo di due cose diverse.Ovviamente io penso che tu sbagli XDOgni dittatura può considerarsi "illuminata" per chi non è sotto al dittatore, dipende se il dittatore è "avvicinabile" -ammicco ammicco-Ovviamente uno che ha potere assoluto può decidere e applicare cose buone (mediare tra USA e Corea) e cose negative (invado e massacro il Tibet).Quindi cosa state dicendo?Secondo me nulla, cercate di giustificare un concetto che è un ossimoro.Però ognuno è libero di credere a ciò che vuole.Tanto alla fine noi non ci viviamo sotto una dittatura. ;)- Scritto da: MacGeek
            "Democracy is the worst form of government,
            except for all those other forms that have been
            tried from time to time."


            -- Winston Churchill
            (from a House of Commons speech on Nov. 11,
            1947)
          • Pio scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi


            Eppure...

            Vedi gli esempi al mio commento a nome.

            Ho dato un occhiata hai scritto parecchi commenti.
            Quello a "nome" è la Cina che media tra corea e
            usa.

            Allora parliamo di due cose diverse.
            Ovviamente io penso che tu sbagli XD

            Ogni dittatura può considerarsi "illuminata" per
            chi non è sotto al dittatore, dipende se il
            dittatore è "avvicinabile" -ammicco
            ammicco-Ti risulta che l'attuale presidente della Repubblica popolare cinese viva sotto una campana di vetro infrangibile e faccia girare per la capitale 7 sosia per timore di attentati? :-)
            Ovviamente uno che ha potere assoluto può
            decidere e applicare cose buone (mediare tra USA
            e Corea) e cose negative (invado e massacro il
            Tibet).O piuttosto, la democratica Inghilterra ha invaso il Tibet nel 1904, se n'è andata solo nel 1912, e la Cina, appena ha potuto, se lo è ripreso. Il Tibet nel 1904 mica era uno Stato indipendente, era un protettorato cinese a tutti gli effetti.Se poi le invasioni di territori altrui ti sembrano così dittatoriali, eccotene una "democratica": Nord di Cipro, dal 1974. Malgrado non sia stata riconosciuta da nessuno Stato, le truppe turche sempre lì stanno.
            Quindi cosa state dicendo?
            Secondo me nulla, cercate di giustificare un
            concetto che è un
            ossimoro.Se la vuoi mettere così...Calcola che grazie alle dittature di Spagna e Portogallo, alle popolazioni di quei due paesi sono stati risparmiati gli orrori della guerra. I loro legami ideologici con Mussolini e Hitler erano evidentissimi, ma si guardarono bene dal seguirne le orme. Eppure, con qualche anno di ritardo, alla democrazia ci sono arrivati pure loro, e spontaneamente.
          • Phronesis scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            - Scritto da: Pio
            Se la vuoi mettere così...
            Calcola che grazie alle dittature di Spagna e
            Portogallo, alle popolazioni di quei due paesi
            sono stati risparmiati gli orrori della guerra. I
            loro legami ideologici con Mussolini e Hitler
            erano evidentissimi, ma si guardarono bene dal
            seguirne le orme. Eppure, con qualche anno di
            ritardo, alla democrazia ci sono arrivati pure
            loro, e
            spontaneamente.Forse mi sono perso tra i commenti.Puoi ripetermi la tua posizione riguardo il concetto stesso di "Dittatura illuminata"?Non vorrei diciamo la stessa cosa.Ciao
          • Pio scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi

            Forse mi sono perso tra i commenti.
            Puoi ripetermi la tua posizione riguardo il
            concetto stesso di

            "Dittatura illuminata"?

            Non vorrei diciamo la stessa cosa.Oggi è il giorno delle domande vaghe...Vuoi la definizione di dittatura illuminata, o vuoi la mia posizione riguardo alle dittature illuminate che sono esistite?
          • iRoby scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            Ma nessuno di voi si è mai accorto che una democrazia ignorante e pilotata non è dissimile da una dittatura?Quando hai reso la popolazione apatica e ignorante, gli puoi rifilare due burattini di facciata e la gente sarà convinta di avere avuto opzioni di scelta.Chi da a questi due tutto il denaro, la visibilità televisiva e prepara i discorsi più indicati, per poi farli eleggere?
          • panda rossa scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            - Scritto da: iRoby
            Ma nessuno di voi si è mai accorto che una
            democrazia ignorante e pilotata non è dissimile
            da una
            dittatura?

            Quando hai reso la popolazione apatica e
            ignorante, gli puoi rifilare due burattini di
            facciata e la gente sarà convinta di avere avuto
            opzioni di
            scelta.

            Chi da a questi due tutto il denaro, la
            visibilità televisiva e prepara i discorsi più
            indicati, per poi farli
            eleggere?Mi va bene anche questo scenario che hai appena descritto pur di uscire dal guano in cui ci troviamo in italia.
          • MacGeek scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            - Scritto da: Phronesis
            Ovviamente uno che ha potere assoluto può
            decidere e applicare cose buone (mediare tra USA
            e Corea) e cose negative (invado e massacro il
            Tibet).

            Quindi cosa state dicendo?
            Secondo me nulla, cercate di giustificare un
            concetto che è un
            ossimoro.

            Però ognuno è libero di credere a ciò che vuole.
            Tanto alla fine noi non ci viviamo sotto una
            dittatura.
            ;)
            La dittatura ha il vantaggio che c'è uno che decide si fa come dice lui. Senza stare a mediare con altri, senza discussioni, senza veti incrociati. Quindi c'è più decisionismo, le cose che si decide si fanno senza tante storie (e ignorando minoranze rumorose o parti con interessi specifici) e ci possono essere strategie più a lunga scadenza, non solo per i 4-5 anni del mandato.Per esempio in Cina si è già deciso da qui a fine secolo quale sarà il loro sviluppo energetico. Cioè hanno fatto una programmazione di 80 anni! Qui magari un giorno il governo decide una cosa, poi il governo cade e quello dopo fa l'opposto. Oppure c'è un referenudum e si azzera tutto e si ricomincia da capo, ecc. Anche senza metterci la corruzione (che c'è anche nei regimi dittatoriali) il sistema democratico è intrinsecamente meno efficiente. Se il dittatore sa quello che fa e non è pazzo, ovvio.
          • Phronesis scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            - Scritto da: MacGeek

            La dittatura ha il vantaggio che c'è uno che
            decide si fa come dice lui. Senza stare a mediare
            con altri, senza discussioni, senza veti
            incrociati. Ma è proprio qui il punto.Ammetterai che questo è un "vantaggio" solo se la pensi come il dittatore.o no?
          • MacGeek scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            - Scritto da: Phronesis
            - Scritto da: MacGeek
            Ma è proprio qui il punto.

            Ammetterai che questo è un "vantaggio" solo se la
            pensi come il
            dittatore.

            o no?Non è che i dittatori sono tutti malvagi, eh?Molti sono stati scelti inizialmente dal popolo stesso.Magari malvagi lo diventano dopo.
          • Phronesis scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            - Scritto da: MacGeek
            Non è che i dittatori sono tutti malvagi, eh?Te lo ripeto, dipende dal punto da cui guardi.questo è un problema filosofico classicoOgni bravo pastore (inteso in senso religioso) è un brav'uomooppureogni brav'uomo è un buon pastore?Cmq la verità e che secondo me ci siamo tutti espressi in maniera troppo "netta" per far comprendere un conecetto.resto dell'idea che la frase "dittatura illuminata" è un ossimoro.
            Molti sono stati scelti inizialmente dal popolo
            stesso.Sicuro?
            Magari malvagi lo diventano dopo.può essere.
          • iRoby scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            Non è vero, in nessun caso della storia nelle dittature c'è stato uno che decide...Quasi tutte le dittature hanno dietro un'oligarchia di famiglie ricche e potenti che piazzano lì il loro burattino. E queste non si espongono mai in prima persona.Ed è ancora così anche nelle moderne democrazie ignoranti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 settembre 2013 17.36-----------------------------------------------------------
          • Pio scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi

            Non è vero, in nessun caso della storia nelle
            dittature c'è stato uno che
            decide...

            Quasi tutte le dittature hanno dietro
            un'oligarchia di famiglie ricche e potenti che
            piazzano lì il loro burattino. Come evocare i banchieri ebrei senza dirlo esplicitamente.
            E queste non si
            espongono mai in prima
            persona.La Spectre della finanza, sì sì.
            Ed è ancora così anche nelle moderne democrazie
            ignoranti.Ma il giorno che si decideranno ad applicare la Nuova Teoria Monetaria non potrai che parlarne bene.
          • iRoby scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            La Teoria Monetaria Moderna non potranno mai applicarla, perché è una teoria che restituisce allo Stato la sovranità monetaria.Ed è quello che i banchieri non vogliono. Perché la creazione del denaro in mano a loro farà gli interessi delle oligarchie industriali e finanziarie.Quello in mano allo Stato, se ha gente ben istruita al Tesoro e alle Economie, avrà come fine la piena occupazione ed il benessere della gente.È un concetto cardine della MMT.
          • Pio scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi

            La Teoria Monetaria Moderna non potranno mai
            applicarla, perché è una teoria che restituisce
            allo Stato la sovranità
            monetaria.Se sai giá in partenza che non sarà applicata, cosa ne scrivi ogni due per tre qui su PI, proprio non lo so. (newbie)
            Ed è quello che i banchieri non vogliono. Perché
            la creazione del denaro in mano a loro farà gli
            interessi delle oligarchie industriali e
            finanziarie.E per completezza diciamo che su tu facessi parte di quella oligarchia la situazione non ti dispiacerebbe affatto, si soldi non fan schifo a nessuno. Purtroppo ne sei escluso per nascita e per capacità intellettive, e puoi solo sfogarti.
            Quello in mano allo Stato, se ha gente ben
            istruita al Tesoro e alle Economie, avrà come
            fine la piena occupazione ed il benessere della
            gente.Esatto: il paese del latte e miele: niente più guerre, niente più carestie, niente più ingiustizie, niente più sperequazioni sociali, e il leone si abbevererà al fiume assieme all'agnello.
          • Passante scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            - Scritto da: Pio

            La Teoria Monetaria Moderna non potranno mai

            applicarla, perché è una teoria che
            restituisce

            allo Stato la sovranità

            monetaria.

            Se sai giá in partenza che non sarà
            applicata, cosa ne scrivi ogni due per tre qui su
            PI, proprio non lo so.
            (newbie)



            Ed è quello che i banchieri non vogliono.
            Perché

            la creazione del denaro in mano a loro farà
            gli

            interessi delle oligarchie industriali e

            finanziarie.

            E per completezza diciamo che su tu facessi parte
            di quella oligarchia la situazione non ti
            dispiacerebbe affatto, si soldi non fan schifo a
            nessuno. Purtroppo ne sei escluso per nascita e
            per capacità intellettive, e puoi solo
            sfogarti.



            Quello in mano allo Stato, se ha gente ben

            istruita al Tesoro e alle Economie, avrà come

            fine la piena occupazione ed il benessere
            della

            gente.

            Esatto: il paese del latte e miele: niente più
            guerre, niente più carestie, niente più
            ingiustizie, niente più sperequazioni sociali, e
            il leone si abbevererà al fiume assieme
            all'agnello.Beh, non sarebbe male per civilta' che vantano di avere migliaia di anni di cultura alle spalle no ?
          • iRoby scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            - Scritto da: Pio
            Esatto: il paese del latte e miele: niente più
            guerre, niente più carestie, niente più
            ingiustizie, niente più sperequazioni sociali, e
            il leone si abbevererà al fiume assieme all'agnello.Il problema che devono affrontare nuove teorie, oltre a dimostrare il loro funzionamento, e la MMT l'ha dimostrato ed è inattaccabile, è di superare anche il muro dell'idiozia umana, come tu mi stai ben dimostrando...
          • Pio scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi

            Il problema che devono affrontare nuove teorie,
            oltre a dimostrare il loro funzionamento, e la
            MMT l'ha dimostrato ed è inattaccabile, Inattaccabilissima, certo. Come l'Armada Invencible, la gloriosa macchina da guerra di Filippo II.
            è di
            superare anche il muro dell'idiozia umana, come
            tu mi stai ben
            dimostrando...Che quoziente intellettivo dimostra uno che si fa cancellare i commenti ad ogni discussione in cui perde la pazienza? E parlo per cognizione di causa: ogni volta con te finisce così, con il tuo commento volgare, o insolente, che sparisce.
      • cicciobello scrive:
        Re: no alla dittatura delle plebi

        Una 'dittatura' illuminata di solito è meglio
        della democrazia. Certo, si parlava di "despota illuminato":http://it.wikipedia.org/wiki/Dispotismo_illuminatoIn effetti sarebbe molto più efficiente di una democrazia (almeno, più veloce nel prendere le decisioni critiche).Nell'antica Roma, ai tempi della repubblica, il governo era una sorta di democrazia, ma esisteva la figura del "dictator", un singolo individuo a cui veniva dato tutto il potere in caso di guerra (una decisione giusta presa troppo tardi in guerra può essere peggio che una decisione sbagliata presa in tempo... quindi non ci si poteva permettere di avere più persone che si mettevano a discutere su qual'era la decisione migliore)Il guaio è... anche il despota più illuminato del mondo, con il tempo rincog1i0nisce, e se non è più in grado di prendere decisioni valide può avere conseguenze disastrose per tutti.In una dittatura, te lo tieni finchè non muore, in una democrazia, quando scade il suo mandato non viene rieletto. La democrazia non serve per avere al governo persone capaci; serve per togliere dal governo gli incapaci senza dover fare una guerra civile ogni volta (quindi, permette di evitare molti spargimenti di sangue)
        • iRoby scrive:
          Re: no alla dittatura delle plebi
          - Scritto da: cicciobello
          In una dittatura, te lo tieni finchè non muore,
          in una democrazia, quando scade il suo mandato
          non viene rieletto. La democrazia non serve per
          avere al governo persone capaci; serve per
          togliere dal governo gli incapaci senza dover
          fare una guerra civile ogni volta (quindi,
          permette di evitare molti spargimenti di sangue)Scusa ma cosa fai quando il controllo ce l'hanno un'oligarchia di ricchi industriali e famiglie aristocratiche che comandano da generazioni, attraverso i burattini che finanziano (da entrambi i fronti) per darti una parvenza di democrazia?Cioè cosa fai contro persone che hanno delle ricchezze inimmaginabili che si tramandano da generazioni, e figli e nipoti sono sempre li a dettare i destini delle democrazie e dei governi. A controllare le banche private, a distorcere la formazione e la cultura affinché si mantenga lo Status Quo?
          • cicciobello scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            Hai letto troppi post di get real.
          • iRoby scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi
            http://www.libreidee.org/2012/10/ecco-chi-sono-i-rentiers-che-campano-sulla-nostra-rovina/http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=460I principi del casato Thurn und Taxis sono tutt'ora la famiglia più ricca in Germania e non sono rare le loro ingerenze politiche.Lo stesso i Reali d'Olanda e molte altre famiglie europee che con le loro partecipazioni controllano numerose banche che sono anche le azioniste della BCE.Jacques Attali di una famiglia di banchieri è l'ideatore tecnico dell'Euro come moneta imposta agli europei.Ma tu dove vivi?
          • Pio scrive:
            Re: no alla dittatura delle plebi

            La democrazia non serve
            per

            avere al governo persone capaci; serve per

            togliere dal governo gli incapaci senza dover

            fare una guerra civile ogni volta (quindi,

            permette di evitare molti spargimenti di
            sangue)

            Scusa ma cosa fai quando il controllo ce l'hanno
            un'oligarchia di ricchi industriali e famiglie
            aristocratiche che comandano da generazioni,
            attraverso i burattini che finanziano (da
            entrambi i fronti) per darti una parvenza di
            democrazia?Si fa una campagna su <I
            Punto Informatico </I
            a base di nuove teorie monetarie e di banchieri ebrei, come qui:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3677935&m=3678103#p3678103E via, la gente viene convinta in un piao di mesi. Quando le argomentazioni sono così buone...
  • Giulio Mertoli scrive:
    che c'è di strano?
    che c'è di strano? anche PI censura sistematicamente molti commenti...e spesso lo fa "casualmente": da un lato commenti "seri" in-topic, in-policy, argomentati, con riferimenti ecc. che vengono censurati, dall'altro commenti "a pera", con insulti e bestemmie che invece restano lì...non ci credete? allora state a vedere la fine che farà anche questo commento...
  • il solito bene informato scrive:
    Titolo migliore
    <i
    Commenti? meglio scienza! </i
    (rotfl)stamattina mi sono fatto il mio clistere di caffé con panna (cit)
  • rico scrive:
    LeScienze
    Già da almeno un anno il sito lescienze.it ha tolto i commenti agli articoli, lasciandoli però liberi nei post dei collaboratori e perfino nel blog del direttore.Con tutto il rispetto per la divulgazione e gli spunti di PopScience, le riviste scientifiche serie sanno già come comportarsi coi troll senza perdere la libertà di espressione.
    • Pio scrive:
      Re: LeScienze

      Già da almeno un anno il sito lescienze.it ha
      tolto i commenti agli articoli, lasciandoli però
      liberi nei post dei collaboratori e perfino nel
      blog del
      direttore.Alcuni giornali non hanno mai permesso di commentare gli articoli. E io che seguo il web dalla fine degli anni Novanta ricordo che, almeno per quanto riguarda quelli italiani, in quel periodo non li aveva nessuno. C'erano forum sparsi e gruppi di discussioni su Usenet, e bastavano. È una moda fiorita attorno al 2002. Dimenticavo: perfino Punto Informatico all'inizio i commenti non li aveva: il primo che ho trovato è questo:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=10482&m=10484#p10484(se bene ricordo, Punto Informatico ha introdotto la possibilità di commentare dal 2 gennaio 2001).
      Con tutto il rispetto per la divulgazione e gli
      spunti di PopScience, le riviste scientifiche
      serie sanno già come comportarsi coi troll senza
      perdere la libertà di
      espressione.Ma infatti questa decisione ha fatto il giro del mondo soprattutto per l'editoriale che accompagnava la scelta. Altri siti e altri giornali hanno preso provvedimenti senza tante cerimonie. Per la verità alcuni usano un compromesso: i commenti ci sono, ma vengono pubblicati in differita, dopo che un incaricato li ha letti e approvati. Rallenta molto, di notte il forum è a riposo, ma scoraggia in partenza molti sabotatori.
      • panda rossa scrive:
        Re: LeScienze
        - Scritto da: Pio
        Per la verità alcuni usano un
        compromesso: i commenti ci sono, ma vengono
        pubblicati in differita, dopo che un incaricato
        li ha letti e approvati. Rallenta molto, di notte
        il forum è a riposo, ma scoraggia in partenza
        molti
        sabotatori.Scoraggia in partenza solo i commentatori.I commenti all'articolo (gli OP) sono pochi.Tutti gli altri sono commenti di risposta ad un altro commento.E se i commenti sono pubblicati in differita mi spieghi tu che conversazione ne esce?Sono quasi piu' comodi i segnali di fumo.
        • Pio scrive:
          Re: LeScienze


          Per la verità alcuni usano un

          compromesso: i commenti ci sono, ma vengono

          pubblicati in differita, dopo che un
          incaricato

          li ha letti e approvati. Rallenta molto, di
          notte

          il forum è a riposo, ma scoraggia in partenza

          molti

          sabotatori.

          Scoraggia in partenza solo i commentatori.C'è anche quell'effetto collaterale, sì. :-S
          I commenti all'articolo (gli OP) sono pochi.
          Tutti gli altri sono commenti di risposta ad un
          altro
          commento.
          E se i commenti sono pubblicati in differita mi
          spieghi tu che conversazione ne
          esce?E vabbè, c'è una certa latenza. Immagina di comunicare con il computer della sonda Voyager I, che è a diverse ore luce da noi. Uguale. :-)Se il moderatore che sta dietro è veloce e non ha molto altro da fare, si parla di ritardo medio di una decina di minuti, massimo tre quarti d'ora. Nei forum che ho provato io, almeno.
          Sono quasi piu' comodi i segnali di fumo.Nemmeno a me piace molto... però è sempre meglio che vedersi falciato un intero ramo della conversazione durato diverse ore per insondabili motivi.
          • panda rossa scrive:
            Re: LeScienze
            - Scritto da: Pio

            Scoraggia in partenza solo i commentatori.

            C'è anche quell'effetto collaterale, sì. :-S


            I commenti all'articolo (gli OP) sono pochi.

            Tutti gli altri sono commenti di risposta ad
            un

            altro

            commento.

            E se i commenti sono pubblicati in differita
            mi

            spieghi tu che conversazione ne

            esce?

            E vabbè, c'è una certa latenza. Immagina di
            comunicare con il computer della sonda Voyager I,
            che è a diverse ore luce da noi. Uguale.
            :-)Mica tanto.Io per esempio adesso vado a pranzo.Se qui ci fosse stata latenza, non avremmo potuto scambiare queste ultime impressioni, ne' io sarei mai tornato domani su questo articolo a leggere eventuali commenti.
            Se il moderatore che sta dietro è veloce e non ha
            molto altro da fare, si parla di ritardo medio di
            una decina di minuti, massimo tre quarti d'ora.
            Nei forum che ho provato io, almeno.Io ho in mente i forum di certi quotidiani, dove ogni tanto appaiono dei messaggi di commento infarciti di idiozie, ma ai quali non si riesce a rispondere perche' anche se lo fai, la risposta non arriva a quello che se la merita.

            Sono quasi piu' comodi i segnali di fumo.

            Nemmeno a me piace molto... però è sempre meglio
            che vedersi falciato un intero ramo della
            conversazione durato diverse ore per insondabili
            motivi.Tanto lo hai letto e hai risposto.Se io e te procediamo in questo ramo per una dozzina di repliche e controrepliche e poi falciano tutto, abbiamo perso solo l'ultimo messaggio, ma almeno qualcosa abbiamo tirato fuori.Si e' perso tutto? Chissenefrega. E' mica letteratura questa: e' cazzeggio.
    • Alex scrive:
      Re: LeScienze
      Tra l'altro su le scienze ultimo, c'è proprio un articolo verso la fine sulla relazione fra scienza e democrazia!
  • Voice of Reason scrive:
    Decisione corretta
    E, aggiungo, inevitabile. L'esperienza di forum e social media ci insegna che internet non è adatta ad una discussione adulta, e non lo sarà finchè l'anonimato non sarà scomparso.Anonimato == maleducazione.Discorso chiuso.
    • Pio scrive:
      Re: Decisione corretta

      E, aggiungo, inevitabile. L'esperienza di forum e
      social media ci insegna che internet non è adatta
      ad una discussione adulta, e non lo sarà finchè
      l'anonimato non sarà
      scomparso.

      Anonimato == maleducazione.Veramente i maleducati ci sono anche nel mondo reale, dove in generale si è anonimi, nel senso che nessuno conosce le nostre generalità, ma si mostra la faccia, ci si mostra per quello che si è. Che effetto fa sapere che ieri Alberto Contri, presidente di Pubblicità progresso e docente allo Iulm, perora la tua causa dell'abolizione dell'anonimato in Rete?
    • panda rossa scrive:
      Re: Decisione corretta
      - Scritto da: Voice of Reason
      E, aggiungo, inevitabile. L'esperienza di forum e
      social media ci insegna che internet non è adatta
      ad una discussione adulta, e non lo sarà finchè
      l'anonimato non sarà
      scomparso.L'anonimato non avra' piu' ragione di esistere quando quelli come te la smetteranno di rivalersi sulle persone che dicono che il re e' nudo.Che cosa faresti tu se io ti dicessi le mie generalita'? Sentiamo?Risponderesti, ribattendo punto per punto (cosa che potresti fare comunque), o passeresti alle vie di fatto (forte del potere immeritato di cui ti fai scudo) ?
      Anonimato == maleducazione.Anonimato == democrazia
      Discorso chiuso.Visto? Nessuna propensione al dialogo da parte tua.
      • MacGeek scrive:
        Re: Decisione corretta
        - Scritto da: panda rossa

        Anonimato == maleducazione.

        Anonimato == democraziaMa soprattutto Anonimato = LIBERTA' di esporre il proprio giudizio senza condizionamenti esterni.Questo è riconosciuto perfino nei parlamenti. Infatti molti voti critici sono 'segreti', così i parlamentari possono votare in coscienza senza subire il condizionamento (ad esempio) dei propri capo-partito.Quindi un concetto fondamentale di libertà, che infatti ora stanno pensando di togliere... (è incompatibile con il PENSIERO UNICO).
      • prinz verde scrive:
        Re: Decisione corretta
        per una volta la macchinetta rossa l'ha detta giusta !
    • Trollollero scrive:
      Re: Decisione corretta
      - Scritto da: Voice of Reason
      E, aggiungo, inevitabile. L'esperienza di forum e
      social media ci insegna che internet non è adatta
      ad una discussione adulta, e non lo sarà finchè
      l'anonimato non sarà
      scomparso.

      Anonimato == maleducazione.

      Discorso chiuso.Maleducato.
    • Trollollero scrive:
      Re: Decisione corretta
      - Scritto da: Voice of Reason
      E, aggiungo, inevitabile. L'esperienza di forum e
      social media ci insegna che internet non è adatta
      ad una discussione adulta, e non lo sarà finchè
      l'anonimato non sarà
      scomparso.
      Bravo bimbo.Nome cognome e indirizzo, prego.
      Anonimato == maleducazione.
      Solo nella tua testa.
      Discorso chiuso.Solo nella tua testa.
    • Funz scrive:
      Re: Decisione corretta
      - Scritto da: Voice of Reason
      Discorso chiuso.no che non lo è.Ora puoi argomentare e contribuire alla discussione, o levarti dalle pa**e che rompi solo.
    • n.2 scrive:
      Re: Decisione corretta
      - Scritto da: Voice of Reason
      E, aggiungo, inevitabile. L'esperienza di forum e
      social media ci insegna che internet non è adatta
      ad una discussione adulta, e non lo sarà finchè
      l'anonimato non sarà
      scomparso.

      Anonimato == maleducazione.

      Discorso chiuso.Heil Hitler!!
    • krane scrive:
      Re: Decisione corretta
      - Scritto da: Voice of Reason
      E, aggiungo, inevitabile. L'esperienza di forum e
      social media ci insegna che internet non è adatta
      ad una discussione adulta, e non lo sarà finchè
      l'anonimato non sarà scomparso.
      Anonimato == maleducazione.
      Discorso chiuso.Certo, quando il mondo sara' unito e non ci saranno piu' invidie, religione, differenze tra ricchi e poveri.
  • Nome e cognome scrive:
    ma quali dogmi
    la scienza per funzionare non ha bisogno di essere "democratica" ha solo bisogno del peer review e quello non arriva certo da un forum di chiaccheroni, se poi è infestato dai troll è anche un brutto spettacolomassì liberate i troll fateli torna a uscire la sera, che tornino a pittare i vagoni ferroviari almeno respirano un pò di aria fresca
    • anon scrive:
      Re: ma quali dogmi
      - Scritto da: Nome e cognome
      la scienza per funzionare non ha bisogno di
      essere "democratica" ha solo bisogno del peer
      review e quello non arriva certo da un forum di
      chiaccheronihttp://en.wikipedia.org/wiki/Peer_review#Allegations_of_bias_and_suppressionO per fare una citazione: Peer review is "the appeal-to-authority in disguise. A statement is not true because a busy editor and two reviewers have said it is" Attenzione quindi a non sopravvalutare la 'peer-review' attribuendole più valore/efficacia di quanto non ne abbia.
      • MacGeek scrive:
        Re: ma quali dogmi
        - Scritto da: anon
        - Scritto da: Nome e cognome


        la scienza per funzionare non ha bisogno di

        essere "democratica" ha solo bisogno del peer

        review e quello non arriva certo da un forum di

        chiaccheroni

        http://en.wikipedia.org/wiki/Peer_review#Allegatio

        O per fare una citazione: <i
        Peer review is "the
        appeal-to-authority in disguise. A statement is
        not true because a busy editor and two reviewers
        have said it
        is" </i


        Attenzione quindi a non sopravvalutare la
        'peer-review' attribuendole più valore/efficacia
        di quanto non ne abbia.Da qui il prestigio più o meno elevato delle riviste scientifiche.Quelle più prestigiose sono quelle dove si può essere più certi che il peer review sia stato fatto scrupolosamente da 'pari' competenti.
        • Nome e cognome scrive:
          Re: ma quali dogmi
          Veramente io avevo detto solo da dove NON arriva la peer review, non quanto è efficiente o da dove arriva. Questo ce lo avete aggiunto voi.BTW credo che a dispetto delle critiche e delle falle sia l'unico metodo che funziona e che ha dimostrato di funzioanre dall'inizio dell'era scientifica ad oggi.
  • prova123 scrive:
    Ha ha ha ha ...
    argomenti scientifici gestiti in modo dogmatico ... sono dei poveri dementi che con il pensiero scientifico non hanno alcun legame di parentela, non mi stupirò se di quegli articoli ci faranno delle puntate su Misteri. :DPoi un finanziamento verrebbe meno a causa di eventuali XXXXXXX sparate da qualcuno ? ... allora il denaro è di poveri allocchi e destinato ad incompetenti. IMHO se mettono la pagina degli oroscopi potrebbero guadagnare di più. :D
    • iRoby scrive:
      Re: Ha ha ha ha ...
      Ad essere sinceri oggi la genetica si fonda su un Dogma centrale dell'ereditarietà delle patologie e di molte attitudini.Mai dimostrato e contestato dai fondatori dell'Epigenetica.
  • sentinel scrive:
    L'avete voluto il "Web 2.0?"
    Beh e mo' tenetevelo! (rotfl)
  • Al cazzo scrive:
    Al momento non è possibile
    inserire messaggi. Grazie.
  • bertuccia scrive:
    L'approccio migliore
    lasciare totale liberà nei commenti, presentarli con un'interfaccia che permetta da una parte di capire agevolmente i vari rami della discussione (chi sta rispondendo a chi, in modo da permettermi di saltare un ramo che non mi interessa), dall'altra di disporre graficamente in maniera equa tutti i commenti.ma soprattutto, non iniziare a flammare già nell'articolose quest'ultimo punto fosse sempre rispettato, e non ci fosse una censura becera*, PI sarebbe da prendere a modello come sistema di commenti*per ovviare a questo secondo punto, basterebbe ripristinare le X rosse
    • bertuccia scrive:
      Re: L'approccio migliore
      ps. niente XXXXXXX tipo i +1 o peggio ancora i -1 che vengono puntualmente abusati
      • panda rossa scrive:
        Re: L'approccio migliore
        - Scritto da: bertuccia
        ps. niente XXXXXXX tipo i +1 o peggio ancora i -1
        che vengono puntualmente
        abusatiConcordo.Se uno e' contrario e' tenuto a spiegare il perche' e affronta la discussione.
    • panda rossa scrive:
      Re: L'approccio migliore
      - Scritto da: bertuccia
      lasciare totale liberà nei commenti, presentarli
      con un'interfaccia che permetta da una parte di
      capire agevolmente i vari rami della discussione
      (chi sta rispondendo a chi, in modo da
      permettermi di saltare un ramo che non mi
      interessa), dall'altra di disporre graficamente
      in maniera equa tutti i
      commenti.

      ma soprattutto, non iniziare a flammare già
      nell'articolo

      se quest'ultimo punto fosse sempre rispettato, e
      non ci fosse una censura becera*, PI sarebbe da
      prendere a modello come sistema di
      commenti

      *per ovviare a questo secondo punto, basterebbe
      ripristinare le X
      rosseConcordo.Il forum di PI (in visualizzazione classica) e' uno dei migliori del web, coi commenti sia in ordine cronologico, che di thread, che con possibilita' di quoting.Ci sono certi forum che manco si capisce in che ordine vadano letti i commenti, con messaggi di gente che non si capisce a chi risponde, etc...Per quanto riguarda i flames, poi, qui dentro non si e' mai esagerato, neppure nei casi peggiori e le discussioni sono sempre cordiali e costruttive.C'e' un sacco di gente, che solo leggendo i commenti si e' arricchita culturalmente, ha imparato cose nuove, e si e' anche divertita.Solo due volte e' sucXXXXX di qualcuno che si e' ferito capXXXXXndosi sulla sedia, ma sono stati casi isolati e neppure tanto gravi.L'unica cosa fastidiosa, che puo' essere facilmente superata e' quella dei cloni. Ma anche in questo caso parte di colpa ce l'ha chi non si registra e si espone alla clonazione.Quindi la decisione di questo sito scientifico e' sicuramente sbagliata, e pure quella di google e' decisamente deprecabile.
      • bertuccia scrive:
        Re: L'approccio migliore
        - Scritto da: panda rossa

        Concordo.

        Il forum di PI (in visualizzazione classica) e'
        uno dei migliori del web, coi commenti sia in
        ordine cronologico, che di thread, che con
        possibilita' di quoting.ma sai che sta cosa mi stupisce.. perchè è proprio così!ma meglio di siti che sono unaXXXXXta tecnologicamente parlando, tipo theverge o reddit.. trovo davvero che PI sia uno dei miglioripoi che sia pieno di bug è un altro conto :Dma il layout stravince
        Per quanto riguarda i flames, poi, qui dentro non
        si e' mai esagerato, neppure nei casi peggiori e
        le discussioni sono sempre cordiali e
        costruttive.mmm bè forse qualche volta si è andati giù sul pesante, in ogni caso per me basterebbe x rosse più rimozione su segnalazione (no, Luca, oggi la censura non funziona solo su segnalazione ;) )
        C'e' un sacco di gente, che solo leggendo i
        commenti si e' arricchita culturalmente, ha
        imparato cose nuove, e si e' anche
        divertita.quoto

        Solo due volte e' sucXXXXX di qualcuno che si e'
        ferito capXXXXXndosi sulla sedia, ma sono stati
        casi isolati e neppure tanto
        gravi.bè credo che la notizia "IE8 viaggia come un missile" abbia causato più di due o tre capXXXXXmenti :D
        L'unica cosa fastidiosa, che puo' essere
        facilmente superata e' quella dei cloni. Ma anche
        in questo caso parte di colpa ce l'ha chi non si
        registra e si espone alla
        clonazione.sì questa però è tristeci son tanti modi di controbattere / sXXXXXXX un utente, perchè arrivare a clonarlo? vabbè, comunque la registrazione permette di ovviare al problema

        Quindi la decisione di questo sito scientifico e'
        sicuramente sbagliata, e pure quella di google e'
        decisamente deprecabile.quoto
        • Etype scrive:
          Re: L'approccio migliore
          - Scritto da: bertuccia
          sì questa però è triste

          ci son tanti modi di controbattere / sXXXXXXX un
          utente, perchè arrivare a clonarlo?Si vuol far credere che l'utente originario si sia ravveduto e sia passato dalla parte opposta.Solo che così dimostri subito di essere un clone.Altri poi sono registrati ma postano sempre con un nik diverso al giorno,nella speranza di non essere riconosciuti :D :D :D
        • tucumcari scrive:
          Re: L'approccio migliore

          ci son tanti modi di controbattere / sXXXXXXX un
          utente, perchè arrivare a clonarlo? Forse perché in passato aveva avuto lui la bella idea di clonare, e quindi è il caso di rendere pan per focaccia? pensaci.
          • panda rossa scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: tucumcari

            ci son tanti modi di controbattere /
            sXXXXXXX
            un

            utente, perchè arrivare a clonarlo?
            Forse perché in passato aveva avuto lui la bella
            idea di clonare, e quindi è il caso di rendere
            pan per focaccia?
            pensaci.Non ricordo che Legu' sia mai stato clonato.
      • Etype scrive:
        Re: L'approccio migliore
        - Scritto da: panda rossa
        L'unica cosa fastidiosa, che puo' essere
        facilmente superata e' quella dei cloni. Ma anche
        in questo caso parte di colpa ce l'ha chi non si
        registra e si espone alla
        clonazione.chi si registra può essere bloccato,Sgabbio mi sa che ne sa qualcosa...E' anche poco divertente,qualcuno ti può mettere in una black list ...naaaaaaaaa,bisogna sempre leggere le critiche costruttive anche quando non fanno piacere alla propria autostima :)
        • bertuccia scrive:
          Re: L'approccio migliore
          - Scritto da: Etype

          chi si registra può essere bloccato,Sgabbio mi sa
          che ne sa qualcosa...ti fai un nuovo utente, sai che roba
          E' anche poco divertente,qualcuno ti può mettere
          in una black list ...naaaaaaaaa,bisogna sempre
          leggere le critiche costruttive anche quando non
          fanno piacere alla propria autostima
          :)vedi che sei complessato?se uno mi blacklista, è solo peggio per lui, sai che mi fregaPS. tu non sei registrato, ma sei lo stesso nella mia blacklist :D ogni tanto però un messaggio a caso lo leggo, ma vedo che non c'è speranza...
          • Etype scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: bertuccia
            ti fai un nuovo utente, sai che robae ogni volta rifare la stessa procedura e riloggarsi ? naaa
            vedi che sei complessato?affatto,guarda meglio chp è complessato...
            se uno mi blacklista, è solo peggio per lui, sai
            che mi
            fregaMa è divertente quando ti dicono che da quel momento in poi ti ingnoreranno e poi al commento successivo ti rispondono :D :D :DPuoi anche perderti uno scontro di opinioni costruttivo :)
            PS. tu non sei registratoFossi in te non ne sarei così sicuro....
            ma sei lo stesso nella
            mia blacklist :Dsi si ho notato :D :D :D
            ogni tanto però un messaggio a
            caso lo leggo, ma vedo che non c'è
            speranza...mal per te,potresti imparare qualcosa...
          • astron2.0 scrive:
            Re: L'approccio migliore
            vi leggo sempre, vi voglio bene <3
          • Sg@bbio scrive:
            Re: L'approccio migliore
            E' una rottura, se stai un posto che è diventato qualcosa di discutibile, dove le semplici osservazioni o critiche vengono falciate vie, mentre quelli che fanno reali Flame, fa stalking contro un determinato utente o diffama gli altri, viene lasciato a piede libero.Io per aver criticato varie volte questo sito, mi sono trovato vari ban mascherati da errori tecnici del forum, poi mi sono ritrovato con l'accunt che non faceva più il log in come un problema di cookie.
        • panda rossa scrive:
          Re: L'approccio migliore
          - Scritto da: Etype
          - Scritto da: panda rossa

          L'unica cosa fastidiosa, che puo' essere

          facilmente superata e' quella dei cloni. Ma
          anche

          in questo caso parte di colpa ce l'ha chi non si

          registra e si espone alla

          clonazione.

          chi si registra può essere bloccato,Sgabbio mi sa
          che ne sa
          qualcosa...Guarda, io sono uno che esagera e non le manda certo a dire.Non so che cosa abbia fatto sgabbio per meritarsi il ban, ma mi viene da credere che abbia scritto qualcosa di peggio che un bestemmione tutto in maiuscolo.Ma di fatto il ban a che e' servito?Sgabbio e' ancora qua.
          E' anche poco divertente,qualcuno ti può mettere
          in una black list Peggio per lui.
          ...naaaaaaaaa,bisogna sempre
          leggere le critiche costruttive anche quando non
          fanno piacere alla propria autostima
          :)Si leggono e si smontano, parola per parola, fino a sfinimento della controparte.Nessuno ha mai detto che commentare in un forum sia un lavoro divertente.
          • Etype scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: panda rossa
            Non so che cosa abbia fatto sgabbio per meritarsi
            il ban, ma mi viene da credere che abbia scritto
            qualcosa di peggio che un bestemmione tutto in
            maiuscolo.Forse qualche critica alla redazione o a un marchio famoso ? Maha volte mi viene anche il dubbio che ci sia un registrato amico della redazione.Strano vedere insulti in 2 post diversi da 2 utenti diversi e solo uno di loro viene censurato....il caso...
            Ma di fatto il ban a che e' servito?
            Sgabbio e' ancora qua.Beh con il ban dell'account perdi alcune chicche ed è palloso rifare tutto daccapo per l'ennesima volta.
            Peggio per lui.Si ma vuoi mettere,prima o poi l'occhio ci casca...specie qualcuno quando ti dice "ti metto in black lista per una settimana" e poi ti risponde 2 minuti dopo :D :D :D
            Nessuno ha mai detto che commentare in un forum
            sia un lavoro
            divertente.io lo ritengo uno scambio di opinioni,critiche costruttive,spunti per nuove idee,ecc o almeno in teoria così dovrebbe essere in un forum.Questo è un forum molto diverso dagli altri....a parte che è uno dei pochi dove non serve la registrazione,c'è una contrapposizione come il tifo da stadio,di tutto e di più.Nei forum normali se incominci ad insultare,a fare continuamente lo scemo con argomenti che non c'entrano nulla con l'articolo,se dai fastidio,ecc ti eliminano alla prima occasione. Qui invece per certi aspetti sembra lo sfogo dopo la giornata lavorativa.
          • panda rossa scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: panda rossa

            Non so che cosa abbia fatto sgabbio per
            meritarsi

            il ban, ma mi viene da credere che abbia scritto

            qualcosa di peggio che un bestemmione tutto in

            maiuscolo.

            Forse qualche critica alla redazione o a un
            marchio famoso ?
            MahAlla redazione spesso facciamo pure da correttori di bozze, e poi ti posso dire che altrove non c'e' nessun Annunziata o nessun Maruccia che osa scendere nel forum ad affrontare gli utenti, quindi escluderei le critiche.Per quanto riguarda i marchi famosi, il piu' pulito ha la rogna, quindi non capisco.
            a volte mi viene anche il dubbio che ci sia un
            registrato amico della redazione.Strano vedere
            insulti in 2 post diversi da 2 utenti diversi e
            solo uno di loro viene censurato....il
            caso...Io ho deciso che me ne frego.

            Ma di fatto il ban a che e' servito?

            Sgabbio e' ancora qua.

            Beh con il ban dell'account perdi alcune chicche
            ed è palloso rifare tutto daccapo per l'ennesima
            volta.Vero, ma se non hanno mai bannato me, davvero non capisco quale possa essere il reato da scontare col ban.


            Peggio per lui.

            Si ma vuoi mettere,prima o poi l'occhio ci
            casca...specie qualcuno quando ti dice "ti metto
            in black lista per una settimana" e poi ti
            risponde 2 minuti dopo :D :D
            :DSe metti uno in black list, mica glielo dici.Se glielo dici non lo metti.

            Nessuno ha mai detto che commentare in un forum

            sia un lavoro

            divertente.

            io lo ritengo uno scambio di opinioni,critiche
            costruttive,spunti per nuove idee,ecc o almeno in
            teoria così dovrebbe essere in un
            forum.Vero.
            Questo è un forum molto diverso dagli altri....a
            parte che è uno dei pochi dove non serve la
            registrazione,c'è una contrapposizione come il
            tifo da stadio,di tutto e di
            più.Si, ma solo su argomenti ben precisi.
            Nei forum normali se incominci ad insultare,a
            fare continuamente lo scemo con argomenti che non
            c'entrano nulla con l'articolo,se dai
            fastidio,ecc ti eliminano alla prima occasione.
            Qui invece per certi aspetti sembra lo sfogo dopo
            la giornata
            lavorativa.Sembra? :oAllora bisogna fare qualcosa di piu'. :@
          • Sg@bbio scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: panda rossa

            Alla redazione spesso facciamo pure da correttori
            di bozze, e poi ti posso dire che altrove non
            c'e' nessun Annunziata o nessun Maruccia che osa
            scendere nel forum ad affrontare gli utenti,
            quindi escluderei le
            critiche.Vivi in una realtà parallela ? Quando ci stava la gestione vecchia, lo staff del sito partecipava allegramente alle discussioni assai di frequente, tra l'altro se facevi una critica al sito, ti rispondevano anche per lunghi periodi è non affossavano nulla.Appare annuziata che dice una cosa spacciandola per suprema verità, uno gli dice che sbaglia e cosa succede ? Gli XXXXno il messaggio per dar l'ultima parola sempre ad Anunziata, se va bene o peggio ci mettono pure il blocco del Thread.
            Vero, ma se non hanno mai bannato me, davvero non
            capisco quale possa essere il reato da scontare
            col
            ban.Tu porti Flame sul forum, sei trattato bene, tralasciando ma moderazione random del sito, difficilmente di cacceranno a pedate, poi hai la fortuna di flammare su argomenti che tirano da quando c'è PI.Mi ricordo i mega flame con i videotechini, i vari diffamatori non venivano mai cacciati....
          • panda rossa scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Sg@bbio
            - Scritto da: panda rossa

            Tu porti Flame sul forum,Veramente li portano quelli con idee diverse dalle mie.Io cerco solo di buttare acqua sul fuoco.Poi a volte sbaglio tanica e getto benzina, ma non e' quella l'idea.
            sei trattato bene,Ti pare a te.Solo perche' ho smesso da mo, di prendermela quando il T-1000 colpisce.
            tralasciando ma moderazione random del sito,
            difficilmente di cacceranno a pedate, Il peggio che possono farmi e' bannare l'account.Ne aprirei un altro.Vediamo chi si stanca prima...
            poi hai la
            fortuna di flammare su argomenti che tirano da
            quando c'è
            PI.
            Mi ricordo i mega flame con i videotechini, i
            vari diffamatori non venivano mai
            cacciati....Durera' poco. Sono tutti falliti.E poi mi piace il kebab. :p
          • Sg@bbio scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: panda rossa
            Veramente li portano quelli con idee diverse
            dalle
            mie.
            Io cerco solo di buttare acqua sul fuoco.
            Poi a volte sbaglio tanica e getto benzina, ma
            non e' quella
            l'idea.Non è che insultare in generale gli utenti apple sia buttare acqua del fuoco, visto che molto spesso lo fai gratuitamente.
            Ti pare a te.
            Solo perche' ho smesso da mo, di prendermela
            quando il T-1000
            colpisce.Ma in generale non ti censurano di continuo, perchè fai quello che la redazione vuole: Fare flame porta utenti.
            Il peggio che possono farmi e' bannare l'account.
            Ne aprirei un altro.
            Vediamo chi si stanca prima...Non mi spezzare i discorsi! Comunque visto lo stato comatoso in cui versa il sito, credo che gli utenti se ne stanno andando.

            Durera' poco. Sono tutti falliti.
            E poi mi piace il kebab. :pAnche a me piace il Kebab, però quello che diffamavano gli altri accusandoli di essere dei ladri, non sono stati quasi mai toccati e pensare che diffamare il prossimo viola pure la policy del sito!
          • Phronesis scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Sg@bbio
            - Scritto da: panda rossa




            Alla redazione spesso facciamo pure da
            correttori

            di bozze, e poi ti posso dire che altrove non

            c'e' nessun Annunziata o nessun Maruccia che osa

            scendere nel forum ad affrontare gli utenti,

            quindi escluderei le

            critiche.

            Vivi in una realtà parallela ? Ciao su questo devo dire di essere d'accordo con sgabbio.La redazione di PI è tra quelle che frequento che meno si mette a discutere con gli utenti.Ovviamente parlo di testate equivalenti, non di blog pagati a cottimo.
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: L'approccio migliore
            ma sì, la nostra attività principale è stare qui a fare la posta ai commentibuona vita, eh :)
          • Pio scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Luca Annunziata
            ma sì, la nostra attività principale è stare qui
            a fare la posta ai
            commenti

            buona vita, eh :)Se si è scelto questo tipo di lavoro, giornalista di testata online, sarebbe la cosa più logica, invece.Se si desidera lavorare sei ore al giorno esistono gli impieghi comunali e statali.
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: L'approccio migliore
            il mio lavoro non è commentare o guardare i commentiè scrivere articoli
          • Sg@bbio scrive:
            Re: L'approccio migliore
            Panda, non si parla di un vero e proprio ban, visto che quelli sono mascherati da errore tecnico del forum, ma l'impossibilità del log in, come se i cookie scazzassero (provato con vari browser appena installati), tutto questo perchè avevo per l'ennesima volta criticato la redazione del sito.
          • panda rossa scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Sg@bbio
            Panda, non si parla di un vero e proprio ban,
            visto che quelli sono mascherati da errore
            tecnico del forum, ma l'impossibilità del log in,
            come se i cookie scazzassero (provato con vari
            browser appena installati), tutto questo perchè
            avevo per l'ennesima volta criticato la redazione
            del
            sito.Cambia IP e boota da una live di linux.Cosi' si capisce una volta per tutte se e' un problema lato server o lato client.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: L'approccio migliore
            No no è un "problema" a lato sito, visto che anche cambiando IP e sistema operativo, il problema persisteva e Annunziata negava la cosa.
      • tucumcari scrive:
        Re: L'approccio migliore

        L'unica cosa fastidiosa, che puo' essere
        facilmente superata e' quella dei cloni. Ma anche
        in questo caso parte di colpa ce l'ha chi non si
        registra e si espone alla
        clonazione.Mi fischiano le orecchie....(rotfl)(rotfl)Tecnicamente è un bug di P.I., perché anche se ti registri possono continuare a clonarti. Io posso usare il nome non registrato nr: Panda Rossa, ad esempio. E tu puoi chiedere di cancellarlo al t-1000 se te ne accorgi... cosa non scontata: non siamo qui sul forum 24h su 24, a leggere i nik dei partecipanti.
        • bertuccia scrive:
          Re: L'approccio migliore
          - Scritto da: tucumcari

          Mi fischiano le orecchie....
          (rotfl)(rotfl)
          Tecnicamente è un bug di P.I., perché anche se ti
          registri possono continuare a clonarti. Io posso
          usare il nome non registrato nr: Panda Rossa, ad
          esempio. E tu puoi chiedere di cancellarlo al
          t-1000 se te ne accorgi... cosa non scontata: non
          siamo qui sul forum 24h su 24, a leggere i nik
          dei partecipanti.i due nick si distinguono.. c'è "nr:" davanti al clone non registrato-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 settembre 2013 18.07-----------------------------------------------------------
          • thebecker scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: bertuccia

            i due nick si distinguono.. c'è "nr:" davanti al

            clone non

            registrato

            oltre al colore del nik che è in verde,il numero
            di commenti effettuati,la possibilità di mandarli
            un
            MP,l'avatar,ecc

            comunque qualcuno può sempre registrarsi con un
            nik molto simile ad un'altro e aggiungere solo un
            numero o un undercore e spacciarsi per lui,magari
            adducendo qualche scusa...quindi ci possono
            essere anche cloni registrati...o anche lo stesso
            utente con più nik (anche se in questo caso a
            meno di non essere molto attento è più facile
            essere
            sgamato).ecco l'esempio con lo stesso avatar:http://c.punto-informatico.it/l/profilo.aspx?n=Pepito+il++brevehttp://c.punto-informatico.it/l/profilo.aspx?n=Pepito+il+breveQuello con tre messaggi sarà sicuramente il clone. Ad un occhio poco attento può sfuggire ma il trucco è semplice nel clone c'è uno spazio in più, vedere nella stringa del link i "+". Sicuramente un bug.
          • Etype scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: thebecker
            ecco l'esempio con lo stesso avatar:

            http://c.punto-informatico.it/l/profilo.aspx?n=Pep
            http://c.punto-informatico.it/l/profilo.aspx?n=Pep

            Quello con tre messaggi sarà sicuramente il
            clone. Ad un occhio poco attento può sfuggire ma
            il trucco è semplice nel clone c'è uno spazio in
            più, vedere nella stringa del link i "+".
            Sicuramente un
            bug.esatto,può anche essere lo stesso utente...magari ha dimenticato la password e ha creato un account identico.Per sgamarlo basta vedere quel che scrive e confrontarlo con l'originale...
          • panda rossa scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: thebecker

            ecco l'esempio con lo stesso avatar:




            http://c.punto-informatico.it/l/profilo.aspx?n=Pep


            http://c.punto-informatico.it/l/profilo.aspx?n=Pep



            Quello con tre messaggi sarà sicuramente il

            clone. Ad un occhio poco attento può sfuggire ma

            il trucco è semplice nel clone c'è uno spazio in

            più, vedere nella stringa del link i "+".

            Sicuramente un

            bug.

            esatto,può anche essere lo stesso utente...magari
            ha dimenticato la password e ha creato un account
            identico.Per sgamarlo basta vedere quel che
            scrive e confrontarlo con
            l'originale...E poi se devono clonare qualcuno clonano uno che sta qui tutti i giorni, e che si rende conto che viene clonato e che prende energici provvedimenti senza scomodare la redazione.
          • Funz scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: thebecker
            ecco l'esempio con lo stesso avatar:

            http://c.punto-informatico.it/l/profilo.aspx?n=Pep
            http://c.punto-informatico.it/l/profilo.aspx?n=Pep

            Quello con tre messaggi sarà sicuramente il
            clone. Ad un occhio poco attento può sfuggire ma
            il trucco è semplice nel clone c'è uno spazio in
            più, vedere nella stringa del link i "+".
            Sicuramente un
            bug.apropos, chissà che fine ha fatto quel copyrightaro di Pepito :D
          • Sg@bbio scrive:
            Re: L'approccio migliore
            Basta pure mettere uno spazio prima o dopo il nome per fare la clonazione.
          • Etype scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Sg@bbio
            Basta pure mettere uno spazio prima o dopo il
            nome per fare la
            clonazione.si esatto...
          • Sg@bbio scrive:
            Re: L'approccio migliore
            E' stato fatto per utenti anche "famosi" in questo luogo. La poca tutela verso l'utenza c'è stata anche ben prima dei crimini di edizioni master.
          • Phronesis scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Sg@bbio
            dei crimini di edizioni
            master.[con le lacrime agli occhi]Lasciate perdere, le grosse case editrici hanno massacrato tutta la stampa tecnico-informatica italiana comprandola e stuprandola, <b
            nel totale disinteresse generale, </b
            anche di chi partecipava alla comunità.Intere redazioni si sono girate dall'altra parte allettate da uno stipendio, tagliando le palle a gente che il portale l'aveva fondato.A volte è colpa nostra![/con le lacrime agli occhi]
    • Phronesis scrive:
      Re: L'approccio migliore
      - Scritto da: bertuccia
      lasciare totale liberà nei commenti,Mha... non so io ho gestito tempo a dietro un forum molto grande, dalla mia esperienza penso che la moderazione fatta in maniera equa e parziale, pronta al dialogo con l'utenza e la registrazione (assolutamente autonoma quindi non legata a social) è il miglior approccio per discutere e parlare.Serve a difendere gli utenti che vogliono discutere.La verità che questo tipo di moderazione ha un costo, anche alto e quindi "lasciare totale libertà" oppure "lasciare l'auto mederazione (karma +o- 1)" oppure "chiudere i commenti" è molto più facile ed economico.Anche se a Te e a Panda Rossa (spero legga è poco elegante fare crossposting) piace la struttura "da blog" di PI è inidonea, non si offenda la redazione avranno i loro buoni motivi.Infatti, parliamo della stessa cosa ma io per "avvertire" panda rossa dovrei segnalare il messaggio.
      • bertuccia scrive:
        Re: L'approccio migliore
        - Scritto da: Phronesis

        Mha... non so io ho gestito tempo a dietro un
        forum molto grande, dalla mia esperienza penso
        che la moderazione fatta in maniera equa e
        parziale, pronta al dialogo con l'utenza e la
        registrazione (assolutamente autonoma quindi non
        legata a social) è il miglior approccio per
        discutere e parlare.

        Serve a difendere gli utenti che vogliono
        discutere.

        La verità che questo tipo di moderazione ha un
        costo, anche alto e quindi "lasciare totale
        libertà" oppure "lasciare l'auto mederazione
        (karma +o- 1)" oppure "chiudere i commenti" è
        molto più facile ed economico.appunto, parliamo di ottimo vs ottimale.l'ottimo costa e non sempre è possibile.PI per me rappresenta l'ottimale, e con le condizioni che ho scritto si avvicinerebbe all'ottimochiudere, o mettere i +1 -1 rappresenta il pessimo
        Anche se a Te e a Panda Rossa (spero legga è poco
        elegante fare crossposting) piace la struttura
        "da blog" di PI è inidonea, non si offenda la
        redazione avranno i loro buoni motivi.

        Infatti, parliamo della stessa cosa ma io per
        "avvertire" panda rossa dovrei segnalare il
        messaggio.e quindi che struttura / layout suggeriresti?
        • Phronesis scrive:
          Re: L'approccio migliore
          - Scritto da: bertuccia
          - Scritto da: Phronesis
          appunto, parliamo di ottimo vs ottimaleAlle fine concordo anche io, ossia se non si è disposti o non si ha la possibilità di assicurare una corretta moderazione si cercano degli ibridi.


          e quindi che struttura / layout suggeriresti?Non voglio farla molto dettagliata perchè mi sembra oggettivamente un offesa alla redazione gratuitaSintetizzo.Multi 3d - OKdiramazioni nel 3d sbagliate.Un 3d un argomento.Leggi il post di Surface (lo cito solo perchè ho partecipato) sembrano chissa quanti commenti ma la maggior parte sono ridondanti e scritti degli stessi autori perchè si sono diramate in maniera immotivata le discussioni.Ma comunque ripeto, <b
          la struttura va bene per come è moderato adesso </b
          .Serve a "uscire" da discussioni che partono per la tangente.Se dovessi applicare una moderazione "migliore" devi cambiare per forza, altrimenti un moderatore impazzisce.La cosa "particolare" imho (non ho nessuna prova è una sensazione) che alcuni utenti anche anonimi sono moderatori (ossia hanno il potere di cancellare i messaggi)
          • Etype scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Phronesis
            La cosa "particolare" imho (non ho nessuna prova
            è una sensazione) che alcuni utenti anche anonimi
            sono moderatori (ossia hanno il potere di
            cancellare i
            messaggi)In che senso ?
          • Phronesis scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: Phronesis

            La cosa "particolare" imho (non ho nessuna prova

            è una sensazione) che alcuni utenti anche
            anonimi

            sono moderatori (ossia hanno il potere di

            cancellare i

            messaggi)

            In che senso ?Ripeto che è una sensazione.Alcuni commenti spariscono senza un apparente motivo solo perchè il commento è errato nel contenuto oppure la risposta ricevuta è "schiacciante".A me è capitato vedere sparire commenti innocui (anche miei), non intere discussioni, in maniera chirurgica... questo non è un atteggiamento di moderazione o di un moderatore estraneo alla discussione; è l'atteggiamento di un utente che partecipa alla discussione in forma anonima ma ha poteri di moderazione. dalla mia esperienza.Prima di scatenare polemiche è solo una sensazione.Io non essendo registrato apro più tab dei messaggi che salvo nei segnalibri, poi rispondo una per volta quindi passa un pò di tempo.l'ho notato.
          • Etype scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Phronesis
            A me è capitato vedere sparire commenti innocui
            (anche miei), non intere discussioni, in maniera
            chirurgica... questo non è un atteggiamento di
            moderazione o di un moderatore estraneo alla
            discussione; è l'atteggiamento di un utente che
            partecipa alla discussione in forma anonima ma ha
            poteri di moderazione. dalla mia
            esperienza.

            Prima di scatenare polemiche è solo una
            sensazione.


            Io non essendo registrato apro più tab dei
            messaggi che salvo nei segnalibri, poi rispondo
            una per volta quindi passa un pò di
            tempo.
            l'ho notato.ti posso dire che qualche volta quando ho postato il commento si è perso nel nulla,quindi commentavo di nuovo,poi dopo qualche ora è ricomparso...quindi post doppio.Non so se è un malfunzionamento del sito in certi condizioni.
          • panda rossa scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Etype
            Non so se è un malfunzionamento del sito in certi
            condizioni.E' un server IIS con applicazione aspx.Il malfunzionalmento del sito e' la normalita'.Devi stupirti quando funziona bene.
          • Phronesis scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Etype
            Non so se è un malfunzionamento del sito in certi
            condizioni.Può essere.
      • panda rossa scrive:
        Re: L'approccio migliore
        - Scritto da: Phronesis
        - Scritto da: bertuccia

        lasciare totale liberà nei commenti,

        Mha... non so io ho gestito tempo a dietro un
        forum molto grande, dalla mia esperienza penso
        che la moderazione fatta in maniera equa e
        parziale, pronta al dialogo con l'utenza e la
        registrazione (assolutamente autonoma quindi non
        legata a social) è il miglior approccio per
        discutere e
        parlare.

        Serve a difendere gli utenti che vogliono
        discutere.Gli utenti che vogliono discutere non hanno bisogno di moderazione.Rispondono per le rime.La moderazione che dici tu serve a quelli che NON VOGLIONO DISCUTERE, ma vogliono solo dire la loro senza concedere possibilita' di replica.
        La verità che questo tipo di moderazione ha un
        costo, anche alto e quindi "lasciare totale
        libertà" oppure "lasciare l'auto mederazione
        (karma +o- 1)" oppure "chiudere i commenti" è
        molto più facile ed
        economico.L'automoderazione col +1 o -1 e' una porcheria.Se uno scrive una XXXXXXX non gli metti -1, ma rispondi spiegando a lui e al resto del mondo perche' ha scritto una XXXXXXX.Cosi' poi resta anche a futura memoria.
        Anche se a Te e a Panda Rossa (spero legga è poco
        elegante fare crossposting) piace la struttura
        "da blog" di PI è inidonea, non si offenda la
        redazione avranno i loro buoni
        motivi.Ma perche' dovrebbe essere inidonea una struttura gerarchica rispetto ad una accozzaglia illeggibile di frasi scritte in ordine inverso?
        Infatti, parliamo della stessa cosa ma io per
        "avvertire" panda rossa dovrei segnalare il
        messaggio.Panda rossa e' utente registrato.Se ci tieni a fagli sapere di un messaggio gli mandi PM col link.
        • Phronesis scrive:
          Re: L'approccio migliore
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Phronesis
          Gli utenti che vogliono discutere non hanno
          bisogno di
          moderazione.
          Rispondono per le rime.Ciao Panda.Non so cosa pensi di me come utente a questo punto... :dConcordo, che chi sa e vuole discutere non ha bisogno di leggi.Io non sono registrato, non sono un clone e non clono, non mi duplico eppure anche dicendo a volte XXXXXXX cerco di discutere sempre con calma e mi piace accettare le critiche. (oddio piace è una parola grossa :P)Però ammetterai che la guerra allo sfinimento non aiuta la discussione.Io stesso a volte preferisco non rispondere perchè la discussione a completamente perso il senso originale perchè gli utenti si attaccano personalmente.

          La moderazione che dici tu serve a quelli che NON
          VOGLIONO DISCUTERE, ma vogliono solo dire la loro
          senza concedere possibilita' di
          replica.Non lo so, dissento. Non tutti hanno voglia di leggere o seguire battibecchi tra utenti (con lo stesso nick per giunta) solo per trovare un messaggio a cui rispondere. c'è un overflow di fuffa che sommerge i concetti interessanti.

          L'automoderazione col +1 o -1 e' una porcheria.Concordo. dicevo solo che costa poco ...


          Anche se a Te e a Panda Rossa (spero legga è
          poco

          elegante fare crossposting) piace la
          struttura

          "da blog" di PI è inidonea, non si offenda la

          redazione avranno i loro buoni

          motivi.

          Ma perche' dovrebbe essere inidonea una struttura
          gerarchica rispetto ad una accozzaglia
          illeggibile di frasi scritte in ordine
          inverso?Ci sono soluzioni diverse al classico forum phpbb resta una mia opinione, non la riscrivo qui la spiegavo sopra,(vedi che però questo approccio è scomodo?)
          Panda rossa e' utente registrato.
          Se ci tieni a fagli sapere di un messaggio gli
          mandi PM col
          link.Certo Panda... però importunare un utente con un PM solo perchè ho risposto ad un messaggio è megalomania XD
          • Etype scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Phronesis
            Concordo, che chi sa e vuole discutere non ha
            bisogno di
            leggi.questa la chiamerei professionalità e serietà nel campo...
            Io non sono registrato, non sono un clone e non
            clono, non mi duplico eppure anche dicendo a
            volte XXXXXXX cerco di discutere sempre con calma
            e mi piace accettare le critiche. (oddio piace è
            una parola grossa
            :P)l'importante è che siano critiche costruttive,anche perchè che siano professionisti,appassionati,utenti o semplici curiosi non è che un'azienda o l'intero mondo informatico cambia all'improvviso.Su alcuni argomenti le critiche possono essere giustificate da una serie di pro e contro
            Però ammetterai che la guerra allo sfinimento non
            aiuta la
            discussione.infatti è inutile,qualcuno la usa per far credere che una parte sia superiore all'altra e come sfogo di fine giornata.
            Io stesso a volte preferisco non rispondere
            perchè la discussione a completamente perso il
            senso originale perchè gli utenti si attaccano
            personalmente.una cosa che non si vede in altri forum....
          • panda rossa scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Phronesis
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Phronesis

            Gli utenti che vogliono discutere non hanno

            bisogno di

            moderazione.

            Rispondono per le rime.
            Ciao Panda.
            Non so cosa pensi di me come utente a questo
            punto...
            :dNiente.Non sei registrato.Non hai partecipato cosi' spesso da caratterizzarti.Per quanto mi riguarda potresti essere chiunque sotto mentite spoglie.Sicuramente non rientri tra quelli che mi fanno lampeggiare il led di warning.
            Concordo, che chi sa e vuole discutere non ha
            bisogno di
            leggi.
            Io non sono registrato, non sono un clone e non
            clono, non mi duplico eppure anche dicendo a
            volte XXXXXXX cerco di discutere sempre con calma
            e mi piace accettare le critiche. (oddio piace è
            una parola grossa
            :P)Tanto la cosa resta confinata qui.
            Però ammetterai che la guerra allo sfinimento non
            aiuta la
            discussione.La guerra allo sfinimento non c'entra piu' con la discussione.In quei casi la discussione e' solo un pretesto.
            Io stesso a volte preferisco non rispondere
            perchè la discussione a completamente perso il
            senso originale perchè gli utenti si attaccano
            personalmente.Vero. Qui funziona cosi'.

            La moderazione che dici tu serve a quelli
            che
            NON

            VOGLIONO DISCUTERE, ma vogliono solo dire la
            loro

            senza concedere possibilita' di

            replica.

            Non lo so, dissento. Non tutti hanno voglia di
            leggere o seguire battibecchi tra utenti (con lo
            stesso nick per giunta) solo per trovare un
            messaggio a cui rispondere. c'è un overflow di
            fuffa che sommerge i concetti
            interessanti.Per questo la visualizzazione classica prevede i sottothread.Quando si sbrocca, si prosegue nel sottothread che gli altri semplicemente possono ignorare.A me non danno mica fastidio: quando vedo la piega che hanno preso e io sono rimasto indietro, chiudo il sottothread e passo oltre.

            L'automoderazione col +1 o -1 e' una
            porcheria.

            Concordo. dicevo solo che costa poco ...A chi costa poco?A me che commento costa un sacco.Non voglio mica essere costretto a barare e usare tutto il range di IP che controllo per mettere dei +1 ai miei messaggi solo per combattere contro un troll che invece di esporsi mi manda dei -1E quando vedi che un messaggio ha 10000 + e 10000 - mentre tutti gli altri hanno una decina di voti, che cosa hai risolto?


            Anche se a Te e a Panda Rossa (spero
            legga
            è

            poco


            elegante fare crossposting) piace la

            struttura


            "da blog" di PI è inidonea, non si
            offenda
            la


            redazione avranno i loro buoni


            motivi.



            Ma perche' dovrebbe essere inidonea una
            struttura

            gerarchica rispetto ad una accozzaglia

            illeggibile di frasi scritte in ordine

            inverso?

            Ci sono soluzioni diverse al classico forum phpbb
            resta una mia opinione, non la riscrivo qui la
            spiegavo sopra,(vedi che però questo approccio è
            scomodo?)Scomodo?Perche'?

            Panda rossa e' utente registrato.

            Se ci tieni a fagli sapere di un messaggio
            gli

            mandi PM col

            link.

            Certo Panda... però importunare un utente con un
            PM solo perchè ho risposto ad un messaggio è
            megalomania
            XDLa megalomania la si manifesta in pubblico, mica in privato.Un PM puo' essere tutto tranne che megalomane.
          • Phronesis scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: panda rossa

            Per questo la visualizzazione classica prevede i
            sottothread.
            Quando si sbrocca, si prosegue nel sottothread
            che gli altri semplicemente possono
            ignorare.

            A me non danno mica fastidio: quando vedo la
            piega che hanno preso e io sono rimasto indietro,
            chiudo il sottothread e passo
            oltre.Ovviamente, ma c'è il rischio di perdersi dei pezzi interessanti.Tu dirai "e chi se ne frega"e su questo non posso darti torto xd
            A chi costa poco?Alla redazione.
            A me che commento costa un sacco.
            Non voglio mica essere costretto a barare e usare
            tutto il range di IP che controllo per mettere
            dei +1 ai miei messaggi solo per combattere
            contro un troll che invece di esporsi mi manda
            dei
            -1Dicevo che è una metodologia di moderazione (quella dei karma) che anche io trovo orrenda e inutile ma ad una redazione che non vuole mettere moderatori dedicati costa poco in termini di risorse e da una parvenza di moderazione agli utenti.E un "trucco" per non moderare... diciamo.

            Scomodo?
            Perche'?Io dicevo che lo trovo scomodo perchè devi spezzare il tuo ragionamento o ripeterlo per più utenti, in quanto ogni risposta è una diramazione della discussione.Ma in realtà io parlavo in generale della moderazione sui forum, l'argomento dell'articolo, e dicevo che se vuoi applicare la moderazione che io definisco "buona" ossia (cito da altri interventi)" la moderazione fatta in maniera equa e parziale, pronta al dialogo con l'utenza e la registrazione (assolutamente autonoma quindi non legata a social) è il miglior approccio per discutere e parlare." su PI"la struttura va bene per come è moderato adesso .Serve a "uscire" da discussioni che partono per la tangente.Se dovessi applicare una moderazione "migliore" devi cambiare per forza, altrimenti un moderatore impazzisce."Spero di essere stato più chiaro.Ciao e buona serata.
    • iRoby scrive:
      Re: L'approccio migliore
      La parte tecnica non è che sia tanto importante, nel senso che ce ne sono in giro di sistemi e idee per averlo moderno, ordinato ecc.Il problema di fondo è proprio nelle persone. In giro ci sono dei cerebrolesi o dei delinquenti allucinanti.Me ne accorgo in questo periodo di aumenti di vegani e vegetariani. Le diete vegane e vegetariane sono riconosciute come complete e salutari da 40 anni dalle istituzioni più importanti del pianeta.Ma in tutti i forum dedicati all'argomento nutrizione imperversa gentaglia la maggior parte della quale o è nel settore dell'alimentazione animale ed agisce per tornaconto, oppure dei semplici individui dipendenti dalle sostanze tossiche della carne che si schierano per terrore che gli venga tolta la fettina quotidiana.Nei commenti si arriva anche ad affermazioni a-scientifiche come il dire che i vegetali contengono antinutrienti, il fruttosio della frutta è velenoso per l'uomo e idiozie varie, dopo 40 anni di studi che dicono il contrario.E lo stesso in qualsiasi forum tecnico o scientifico, dove ci sono personaggi allucinanti.Senza contare che ultimamente l'astroturfing nei settori medico-farmaceutico, nutrizionale, e soprattutto politico, si fa sempre più diffuso ed organizzato.
      • bertuccia scrive:
        Re: L'approccio migliore
        - Scritto da: iRoby

        La parte tecnica non è che sia tanto importante,
        nel senso che ce ne sono in giro di sistemi e
        idee per averlo moderno, ordinato
        ecc.di fatto, io ne vedo pochissimi, anche su siti autorevoli.il buon PI ha un layout che da m3rda a molti di loro
        Il problema di fondo è proprio nelle persone. In
        giro ci sono dei cerebrolesi o dei delinquenti
        allucinanti.
        [CUT]allora, te devi contare che parli sempre di argomenti moooooolto lontani da ciò che, anche un mente aperta, può considerare normale / ordinariose in più li tratti proponendoli come l'Unica Via per la Salvezza è ovvio che la gente ti dia contro! :D
        Senza contare che ultimamente l'astroturfing nei
        settori medico-farmaceutico, nutrizionale, e
        soprattutto politico, si fa sempre più diffuso ed
        organizzato.ehm... lo sai che a me si da spesso del turfer, non per zittirmi ma in maniera convinta? :Dper me in ogni caso è molto divertente :)
        • astron2.0 scrive:
          Re: L'approccio migliore
          - Scritto da: bertuccia
          il buon PI ha un layout che da m3rda a molti di
          loroTi riferisci al forum in visualizzazione classica?Se si sono d'accordo. Io credo che se non avessero lasciato il pulsante "visualizzazione classica" questo forum sarebbe morto. Parere personale.
          • MacGeek scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: astron2.0
            - Scritto da: bertuccia

            il buon PI ha un layout che da m3rda a molti
            di

            loro

            Ti riferisci al forum in visualizzazione classica?
            Se si sono d'accordo.
            Io credo che se non avessero lasciato il pulsante
            "visualizzazione classica" questo forum sarebbe
            morto. Parere personale.+1.Poi se lo rendessero utilizzabile con smathphone/iPad sarebbe il massimo.Davvero impossibile usarlo con le dita questo forum.
          • astron2.0 scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: astron2.0

            - Scritto da: bertuccia


            il buon PI ha un layout che da m3rda a
            molti

            di


            loro



            Ti riferisci al forum in visualizzazione
            classica?

            Se si sono d'accordo.

            Io credo che se non avessero lasciato il
            pulsante

            "visualizzazione classica" questo forum
            sarebbe

            morto. Parere personale.

            +1.
            Poi se lo rendessero utilizzabile con
            smathphone/iPad sarebbe il
            massimo.
            Davvero impossibile usarlo con le dita questo
            forum.Io non ho problemi ad usarlo con le dita (in visualizzazione classica) con google chrome sia sul telefono che sul tablet (galaxy s4, nexus10).Sicuramente su ipad/iphone funziona bene allo stesso modo, provalo.Con il nuovo layout invece e' lentissimo, tutto mischiato, il testo non si formatta bene... e' proprio una XXXXX! sia su chrome, che su firefox, stock browser, dolphin etc... forse va bene quando ci sono due tre commenti...
        • Funz scrive:
          Re: L'approccio migliore
          - Scritto da: bertuccia
          ehm... lo sai che a me si da spesso del turfer,
          non per zittirmi ma in maniera convinta?
          :Din realtà è un mezzo complimento, perché se non fosse vero sarebbe molto triste... :p
          per me in ogni caso è molto divertente :)beato te che ti diverti con poco :p
      • panda rossa scrive:
        Re: L'approccio migliore
        - Scritto da: iRoby
        La parte tecnica non è che sia tanto importante,
        nel senso che ce ne sono in giro di sistemi e
        idee per averlo moderno, ordinato
        ecc.

        Il problema di fondo è proprio nelle persone. In
        giro ci sono dei cerebrolesi o dei delinquenti
        allucinanti.Per questo e' necessario l'anonimato.
        Me ne accorgo in questo periodo di aumenti di
        vegani e vegetariani. Le diete vegane e
        vegetariane sono riconosciute come complete e
        salutari da 40 anni dalle istituzioni più
        importanti del
        pianeta.Io non sono mica contrario alle diete vegane, finche' non mi vietano l'arrosto.
        Ma in tutti i forum dedicati all'argomento
        nutrizione imperversa gentaglia la maggior parte
        della quale o è nel settore dell'alimentazione
        animale ed agisce per tornaconto, oppure dei
        semplici individui dipendenti dalle sostanze
        tossiche della carne che si schierano per terrore
        che gli venga tolta la fettina
        quotidiana.In un forum di vegani ci dovrebbero scrivere solo i vegani.Se invece il forum e' piu' generico sull'alimentazione allora devono trovare spazio sia i vegani che gli amanti della fettina.
        Nei commenti si arriva anche ad affermazioni
        a-scientifiche come il dire che i vegetali
        contengono antinutrienti, il fruttosio della
        frutta è velenoso per l'uomo e idiozie varie,
        dopo 40 anni di studi che dicono il
        contrario.Tutte XXXXXXcce facilmente confutabili con un semplice link.
        E lo stesso in qualsiasi forum tecnico o
        scientifico, dove ci sono personaggi
        allucinanti.Se il forum e' tecnico o scientifico, i personaggi allucinanti interpretano il ruolo dello scemo del villaggio.Danno una nota di colore.
        Senza contare che ultimamente l'astroturfing nei
        settori medico-farmaceutico, nutrizionale, e
        soprattutto politico, si fa sempre più diffuso ed
        organizzato.E per questo, per simmetria, e' necessario abrogare il reato di diffamazione.All'astroturfer bisogna potergli scrivere in faccia che lui e' un servo e che quello che sta propagando e' una XXXXX.Che e' quanto avviene su questo forum, e funziona benissimo.
        • n.2 scrive:
          Re: L'approccio migliore
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: iRoby

          La parte tecnica non è che sia tanto
          importante,

          nel senso che ce ne sono in giro di sistemi e

          idee per averlo moderno, ordinato

          ecc.



          Il problema di fondo è proprio nelle
          persone.
          In

          giro ci sono dei cerebrolesi o dei
          delinquenti

          allucinanti.

          Per questo e' necessario l'anonimato.


          Me ne accorgo in questo periodo di aumenti di

          vegani...Ah sei un vegano!! Fai parte delle forze di Vega ti abbiamo scoperto!! :D [img]http://www.anni80.info/cartoni/images/robot/zuryl.jpg[/img]
          • n.2 scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: n.2
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: iRoby


            La parte tecnica non è che sia tanto

            importante,


            nel senso che ce ne sono in giro di
            sistemi
            e


            idee per averlo moderno, ordinato


            ecc.





            Il problema di fondo è proprio nelle

            persone.

            In


            giro ci sono dei cerebrolesi o dei

            delinquenti


            allucinanti.



            Per questo e' necessario l'anonimato.




            Me ne accorgo in questo periodo di
            aumenti
            di


            vegani...

            Ah sei un vegano!! Fai parte delle forze di Vega
            ti abbiamo scoperto!!
            :D

            [img]http://www.anni80.info/cartoni/images/robot/zVolevo quotare Iroby ho sbagliato.
      • ... scrive:
        Re: L'approccio migliore
        - Scritto da: iRoby
        Me ne accorgo in questo periodo di aumenti di
        vegani e vegetariani. Le diete vegane e
        vegetariane sono riconosciute come complete e
        salutari da 40 anni dalle istituzioni più
        importanti del
        pianeta.Quali?
        Nei commenti si arriva anche ad affermazioni
        a-scientifiche come il dire che i vegetali
        contengono antinutrienti, il fruttosio della
        frutta è velenoso per l'uomo e idiozie varie,
        dopo 40 anni di studi che dicono il
        contrario.A giudicare da quello che scrivi proprio benissimo non fa :D
        • iRoby scrive:
          Re: L'approccio migliore
          SSNV Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana 250 pubblicazioni scientifiche solo il ricercatore Leonardo Pinelli che ne è il vicedirettore.Dr. Seignalet e la sua dieta ipotossica principalmente vegetariana e senza glutine e zuccheri raffinati, ripreso e confermato dal Dr. Donald T. Campbell autore del China Study con +300 pubblicazioni scientifiche.La dieta ipotossica del Dr. Seignalet confermata dalla microbiologa canadese Jaqueline Lagracé.L'università di Harvard quest'anno ha eliminato latte e derivati dagli alimenti salutari e necessari per l'uomo.I vegetariani hanno maggiori fonti e disponibilità di ferro, 6 pubblicazioni scientifiche:Am J Clin Nutr 1981 Jun;34(6):1042-1048.Nutr Rep Int 1984;30:141-149.Am J Clin Nutr 1987 Apr;45(4):785-789.Annu Rev Nutr 1981;1:123-47.National Academic Press 1989;Washington DC, 10th ed .Am J Clin Nutr 1995 Jan;61(1):97-104.I vegetariani hanno un equilibrio migliore di DHA ed EPA (Omega 3 e 6) nel sangue di chi mangia pesce, 9 pubblicazioni:Lipids. 1995 Apr;30(4):365-9Circulation. 2000 Nov 28;102(22):2677-9.Prog Neuropsychopharmacol Biol Psychiatry. 2002 Feb;26(2):233-9.Br J Nutr. 2002 Oct;88(4):355-63.Am J Clin Nutr. 2003 Sep;78(3 Suppl):640S-646S.Curr Opin Clin Nutr Metab Care. 2004 Mar;7(2):137-44.Gerontol 2007;55:45-57. Polyunsaturated fatty acids (n-3 PUFAs).Prostaglandins Leukot Essent Fatty Acids. 2010 Aug;83(2):61-8.Neuropharmacology. 2013 Jan;64:550-65.La Mellin costretta a ritirare uno spot dove presentava la carne necessaria per lo svezzamento dei bambini. LAV insieme a SSNV l'hanno contestata e vinto in tribunale.Il vegano che mangia in modo variato ha bisogno di un solo integratore alimentare, la Vit. B12 a causa dell'eccessiva sterilità dei vegetali in commercio.Onnivori e carnivori hanno maggiori carenze alimentari, di nutrienti e di vitamine.
      • Calibi scrive:
        Re: L'approccio migliore

        Il problema di fondo è proprio nelle persone. In
        giro ci sono dei cerebrolesi o dei delinquenti
        allucinanti.Sentiamo.
        Me ne accorgo in questo periodo di aumenti di
        vegani e vegetariani. Aumenti che sono solo nella tua testa, suppongo. Ma attendo smentite con statistiche un minimo credibili.
        Le diete vegane e
        vegetariane sono riconosciute come complete e
        salutari da 40 anni dalle istituzioni più
        importanti del
        pianeta.Vegetariane sì.Vegane, o più correttamente, vegetaliane, no. Un lattante e un bambino in etá della crescita non potrebbe mai utilizzarle senza integratori. E quando uno inizia con gli integratori una volta al dì, tanto vale che mangi cibi che già li contengono, questi elementi. :-)
        Ma in tutti i forum dedicati all'argomento
        nutrizione imperversa gentaglia la maggior parte
        della quale o è nel settore dell'alimentazione
        animale ed agisce per tornaconto, oppure dei
        semplici individui dipendenti dalle sostanze
        tossiche della carne che si schierano per terrore
        che gli venga tolta la fettina
        quotidiana.E questo sarebbe il fenomeno delinquenziale e cerebrolesionista di cui parli sopra?(rotfl)Tra l'altro: ma da qual pulpito vien la predica! Ci hai fatto una capa tanta qui su PI con la tua dieta fruttariana, sui benefici per la tua salute, e il nesso con gli argomenti che di volta in volta si affrontavano era pari a zero. :|
        Nei commenti si arriva anche ad affermazioni
        a-scientifiche come il dire che i vegetali
        contengono antinutrienti, il fruttosio della
        frutta è velenoso per l'uomo e idiozie varie,
        dopo 40 anni di studi che dicono il
        contrario.Non che tu abbia cognizione sufficientemente approfondite per accorgerti se le affermazioni sono ascientifche o meno, eh?Cala, cala.
        Senza contare che ultimamente l'astroturfing nei
        settori medico-farmaceutico, nutrizionale, e
        soprattutto politico, si fa sempre più diffuso ed
        organizzato.Fa parte delle regole del gioco. Anche in un'assemblea studentesca ci sono alcuni che hanno interesse a boicottare la buona riuscita di una mozione per motivi inconfessabili. E però, essendo studenti iscritti, non si può fare nulla.
        • iRoby scrive:
          Re: L'approccio migliore
          SSNV Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana 250 pubblicazioni scientifiche solo il ricercatore Leonardo Pinelli che ne è il vicedirettore.Dr. Seignalet e la sua dieta ipotossica principalmente vegetariana e senza glutine e zuccheri raffinati, ripreso e confermato dal Dr. Donald T. Campbell autore del China Study con +300 pubblicazioni scientifiche.La dieta ipotossica del Dr. Seignalet confermata dalla microbiologa canadese Jaqueline Lagracé.L'università di Harvard quest'anno ha eliminato latte e derivati dagli alimenti salutari e necessari per l'uomo.I vegetariani hanno maggiori fonti e disponibilità di ferro, 6 pubblicazioni scientifiche:Am J Clin Nutr 1981 Jun;34(6):1042-1048.Nutr Rep Int 1984;30:141-149.Am J Clin Nutr 1987 Apr;45(4):785-789.Annu Rev Nutr 1981;1:123-47.National Academic Press 1989;Washington DC, 10th ed .Am J Clin Nutr 1995 Jan;61(1):97-104.I vegetariani hanno un equilibrio migliore di DHA ed EPA (Omega 3 e 6) nel sangue di chi mangia pesce, 9 pubblicazioni:Lipids. 1995 Apr;30(4):365-9Circulation. 2000 Nov 28;102(22):2677-9.Prog Neuropsychopharmacol Biol Psychiatry. 2002 Feb;26(2):233-9.Br J Nutr. 2002 Oct;88(4):355-63.Am J Clin Nutr. 2003 Sep;78(3 Suppl):640S-646S.Curr Opin Clin Nutr Metab Care. 2004 Mar;7(2):137-44.Gerontol 2007;55:45-57. Polyunsaturated fatty acids (n-3 PUFAs).Prostaglandins Leukot Essent Fatty Acids. 2010 Aug;83(2):61-8.Neuropharmacology. 2013 Jan;64:550-65.La Mellin costretta a ritirare uno spot dove presentava la carne necessaria per lo svezzamento dei bambini. LAV insieme a SSNV l'hanno contestata e vinto in tribunale.Il vegano che mangia in modo variato ha bisogno di un solo integratore alimentare, la Vit. B12 a causa dell'eccessiva sterilità dei vegetali in commercio.Onnivori e carnivori hanno maggiori carenze alimentari, di nutrienti e di vitamine.
          • Calibi scrive:
            Re: L'approccio migliore

            SSNV Società Scientifica di Nutrizione
            Vegetariana 250 pubblicazioni scientifiche solo
            il ricercatore Leonardo Pinelli che ne è il
            vicedirettore.

            Dr. Seignalet e la sua dieta ipotossica
            principalmente vegetariana e senza glutine e
            zuccheri raffinati, ripreso e confermato dal Dr.
            Donald T. Campbell autore del China Study con
            +300 pubblicazioni
            scientifiche.
            La dieta ipotossica del Dr. Seignalet confermata
            dalla microbiologa canadese Jaqueline
            Lagracé.

            L'università di Harvard quest'anno ha eliminato
            latte e derivati dagli alimenti salutari e
            necessari per
            l'uomo.

            I vegetariani hanno maggiori fonti e
            disponibilità di ferro, 6 pubblicazioni
            scientifiche:
            Am J Clin Nutr 1981 Jun;34(6):1042-1048.
            Nutr Rep Int 1984;30:141-149.
            Am J Clin Nutr 1987 Apr;45(4):785-789.
            Annu Rev Nutr 1981;1:123-47.
            National Academic Press 1989;Washington DC, 10th
            ed
            .
            Am J Clin Nutr 1995 Jan;61(1):97-104.

            I vegetariani hanno un equilibrio migliore di DHA
            ed EPA (Omega 3 e 6) nel sangue di chi mangia
            pesce, 9
            pubblicazioni:
            Lipids. 1995 Apr;30(4):365-9
            Circulation. 2000 Nov 28;102(22):2677-9.
            Prog Neuropsychopharmacol Biol Psychiatry. 2002
            Feb;26(2):233-9.
            Br J Nutr. 2002 Oct;88(4):355-63.
            Am J Clin Nutr. 2003 Sep;78(3 Suppl):640S-646S.
            Curr Opin Clin Nutr Metab Care. 2004
            Mar;7(2):137-44.
            Gerontol 2007;55:45-57. Polyunsaturated fatty
            acids (n-3
            PUFAs).
            Prostaglandins Leukot Essent Fatty Acids. 2010
            Aug;83(2):61-8.
            Neuropharmacology. 2013 Jan;64:550-65.

            La Mellin costretta a ritirare uno spot dove
            presentava la carne necessaria per lo svezzamento
            dei bambini. LAV insieme a SSNV l'hanno
            contestata e vinto in
            tribunale.

            Il vegano che mangia in modo variato ha bisogno
            di un solo integratore alimentare, la Vit. B12 a
            causa dell'eccessiva sterilità dei vegetali in
            commercio.
            Onnivori e carnivori hanno maggiori carenze
            alimentari, di nutrienti e di
            vitamine.La prossima volta pubblica l'elenco del telefono. È più in tema con le mie domande.
        • iRoby scrive:
          Re: L'approccio migliore
          Ciao Leguleo.. ;)
      • Sg@bbio scrive:
        Re: L'approccio migliore
        Se vogliamo parlare di robe a-scientifiche, certi vegani vincono a mani basse, come la storia del uomo che non è fatto per mangiare carne, perchè non ha zanne e artigli....
        • Etype scrive:
          Re: L'approccio migliore
          - Scritto da: Sg@bbio
          Se vogliamo parlare di robe a-scientifiche, certi
          vegani vincono a mani basse, come la storia del
          uomo che non è fatto per mangiare carne, perchè
          non ha zanne e
          artigli....Io non ho visto nessun carnivoro cuocere la carne,spellare un animale,condirlo con spezie,evitare le frattaglie,e avere orrore per il sangue fresco ....
          • panda rossa scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: Sg@bbio

            Se vogliamo parlare di robe a-scientifiche,
            certi

            vegani vincono a mani basse, come la storia del

            uomo che non è fatto per mangiare carne, perchè

            non ha zanne e

            artigli....

            Io non ho visto nessun carnivoro cuocere la
            carne,spellare un animale,condirlo con
            spezie,evitare le frattaglie,e avere orrore per
            il sangue fresco
            ....Pero' questa cosa che hai detto non e' neppure una attitudine comune a tutti gli homo sapiens.Io ne conosco molti che non sanno cuocere e non sanno condire.Molti che amano le frattaglie e qualcuno che sviene alla vista del sangue.
          • Izio01 scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: Sg@bbio

            Se vogliamo parlare di robe a-scientifiche,
            certi

            vegani vincono a mani basse, come la storia del

            uomo che non è fatto per mangiare carne, perchè

            non ha zanne e

            artigli....

            Io non ho visto nessun carnivoro cuocere la
            carne,spellare un animale,condirlo con
            spezie,evitare le frattaglie,e avere orrore per
            il sangue fresco....Vero, ma se è per questo io non ho mai visto nemmeno un erbivoro farlo ;)
          • Etype scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Izio01
            Vero, ma se è per questo io non ho mai visto
            nemmeno un erbivoro farlo
            ;)i vegetali non hanno frattaglie sanguinolente,spesso la cottura dei vegetali non è idispensabile (tranne per quelli duri).Un uomo non avrebbe speranza con animali più grossi di lui...Un carnivoro per esempio insegue la sua preda,se ce la fa mangia altrimenti rimane a stomaco vuoto e corre anche rischi per la proprià vita.Le armi che ha sono quelle dotate dalla natura,artigli,forza bruta e denti aguzzi atti a lacerare velocemente la carne.L'essere umano non uccide a mani nude,crea allevamenti e mattatoi che sono 2 aberrazioni in natura,nessun'altra specie fa una cosa del genere.Un carnivoro non va al supermercato a prendere la sua preda già bella e pronta per cuocere..altra distorsione umana. e se l'uomo non aveva l'intelligenza per costruirsi le armi e per fare un fuoco avrebbe mai mangiato carne ? Non credo....
          • astron2.0 scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Etype
            e se l'uomo non aveva l'intelligenza per
            costruirsi le armi e per fare un fuoco avrebbe
            mai mangiato carne ? Non
            credo....Io credo di si. Gli sarebbero rimasti i denti aguzzi e gli artigli.
          • anon scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Etype
            L'essere umano non uccide a mani nude,crea
            allevamenti e mattatoi che sono 2 aberrazioni in
            natura, nessun'altra specie fa una cosa del
            genere.Dal punto di vista delle piante/vegetali, anche l'agricoltura massiva e le coltivazioni in serra sono delle "aberrazioni contro natura"...
            Un carnivoro non va al supermercato a prendere la
            sua preda già bella e pronta per cuocere..altra
            distorsione umana.Un carnivoro primitivo, no.Un carnivoro evoluto, sì.Ad ogni modo l'uomo è onnivoro.
            e se l'uomo non aveva l'intelligenza per
            costruirsi le armi e per fare un fuoco avrebbe
            mai mangiato carne ? Non credo.... - e se la morte fosse solo un'illusione? Domande retoriche che lasciano il tempo che trovano...
          • panda rossa scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Etype
            L'essere umano non uccide a mani nude,crea
            allevamenti e mattatoi che sono 2 aberrazioni in
            natura,nessun'altra specie fa una cosa del
            genere.Le formiche mi pare che lo facciano.Allevano afidi e coltivano funghi.
            Un carnivoro non va al supermercato a prendere la
            sua preda già bella e pronta per cuocere..altra
            distorsione umana.No, ma lo faccio io in vece sua.Ho un gatto.
            e se l'uomo non aveva l'intelligenza per
            costruirsi le armi e per fare un fuoco avrebbe
            mai mangiato carne ? Non
            credo....Qui entriamo nel filosofico.
          • Trollollero scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: Izio01

            Vero, ma se è per questo io non ho mai visto

            nemmeno un erbivoro farlo

            ;)

            i vegetali non hanno frattaglie
            sanguinolente,spesso la cottura dei vegetali non
            è idispensabile (tranne per quelli
            duri).

            Un uomo non avrebbe speranza con animali più
            grossi di
            lui...
            Un uomo <b
            moderno, non allenato, da solo </b
            . Anche <b
            un </b
            lupo contro <b
            un' </b
            alce non ha speranza, per questo esistono i branchi e l'allenamento.E Madre Natura non rimanda a settembre.
            Un carnivoro per esempio insegue la sua preda,se
            ce la fa mangia altrimenti rimane a stomaco vuoto
            e corre anche rischi per la proprià vita.Le armi
            che ha sono quelle dotate dalla
            natura,artigli,forza bruta e denti aguzzi atti a
            lacerare velocemente la
            carne.

            L'essere umano non uccide a mani nude,Il buon Masutatsu "Mas" Oyama si divertiva ad accoppare a pugni torelli da corrida spagnoli....Sottovalutare di cosa sia capace un essero umano con la giusta combinazione di allenamento e condizionamento fisico puo' essere molto pericoloso.....
            crea allevamenti e mattatoi che sono 2 aberrazioni in
            natura,nessun'altra specie fa una cosa del
            genere.
            Un carnivoro non va al supermercato a prendere la
            sua preda già bella e pronta per cuocere..altra
            distorsione
            umana.
            Se e' per questo io di mucche che discutono di rotazioni triennali delle colture ne ho viste pochine.....
            e se l'uomo non aveva l'intelligenza per
            costruirsi le armi e per fare un fuoco avrebbe
            mai mangiato carne ? Non
            credo....Gli scimpanze' cacciano (e l'armamento naturale di uno scimpanze' non e' molto diverso da quello umano), non mi risulta che nessuno scimpanze' sia mai finito nella Guida Michelin.....
          • Sg@bbio scrive:
            Re: L'approccio migliore
            L'umo e un animale da branco, basta vedere come viviamo noi, in gruppi, gli animali che fanno branco e lavoro di squadra sono quelli che hanno più sucXXXXX per sopravvivere.
          • krane scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: Izio01

            Vero, ma se è per questo io non ho mai visto

            nemmeno un erbivoro farlo

            ;)
            i vegetali non hanno frattaglie
            sanguinolente,spesso la cottura dei vegetali non
            è idispensabile (tranne per quelli duri).Mai visto un panda o un coniglio cuocere un vegetale duro...
            Un uomo non avrebbe speranza con animali più
            grossi di lui...
            Un carnivoro per esempio insegue la sua preda,se
            ce la fa mangia altrimenti rimane a stomaco vuoto
            e corre anche rischi per la proprià vita.Le armi
            che ha sono quelle dotate dalla
            natura,artigli,forza bruta e denti aguzzi atti a
            lacerare velocemente la carne.A noi la natura ha dato la capacita' di elaborare e costruire armi, infatti in russi vanno a caccia d'orsi con i kalashnikov.
          • panda rossa scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Etype

            - Scritto da: Izio01


            Vero, ma se è per questo io non ho mai
            visto


            nemmeno un erbivoro farlo


            ;)


            i vegetali non hanno frattaglie

            sanguinolente,spesso la cottura dei vegetali
            non

            è idispensabile (tranne per quelli duri).

            Mai visto un panda o un coniglio cuocere un
            vegetale
            duro...Il procione pero' fa la zuppetta col biscottino.
          • Etype scrive:
            Re: L'approccio migliore
            hai provato a mangiare carne cruda senzza condirla con niente ? di la verità ti fa schifo solo il pensiero :D
          • MacGeek scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Etype
            hai provato a mangiare carne cruda senzza
            condirla con niente ? di la verità ti fa schifo
            solo il pensiero :DDal ragionamento di prima, quelli a cui piaceva sono morti da tempo. Selezione naturale.
          • krane scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Etype
            hai provato a mangiare carne cruda senzza
            condirla con niente ? di la verità ti fa schifo
            solo il pensiero
            :DA me la carne cruda piace, soprattutto la salsiccia.
          • bertuccia scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: krane

            A me la carne cruda piace, soprattutto la
            salsiccia.golosone :$anche a me comunque la carne cruda piace molto
          • krane scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: krane

            A me la carne cruda piace, soprattutto la

            salsiccia.
            golosone :$Cacchio... Non ci avevo pensato :d mi son fatto la battuta da solo ? :D
            anche a me comunque la carne cruda piace molto
          • panda rossa scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: krane



            A me la carne cruda piace, soprattutto la

            salsiccia.

            golosone :$

            anche a me comunque la carne cruda piace moltoPure a me piacerebbe, ma ho smesso di consumarla per via del botulino.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: L'approccio migliore
            Ecco i tipici ragionamenti a-scientifici dei vegani, il fatto che l'uomo e in grado di cucinare e preparare i cibi, non lo rende un non carnivo, eh ?Gli animali che non hanno avuto la fortuna di avere lo stesso percorso evolutivo del uomo, si arrangiano come possono e la natura gli a dotati di strumenti naturali come zanne e artigli per cibarsi di carne cruda, ricordiamoci poi che ci sono animali onnivori che hanno pure zanni e artigli, come gli orsi.
          • MacGeek scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: Sg@bbio
            Ecco i tipici ragionamenti a-scientifici dei
            vegani, il fatto che l'uomo e in grado di
            cucinare e preparare i cibi, non lo rende un non
            carnivo, eh
            ?

            Gli animali che non hanno avuto la fortuna di
            avere lo stesso percorso evolutivo del uomo, si
            arrangiano come possono e la natura gli a dotati
            di strumenti naturali come zanne e artigli per
            cibarsi di carne cruda, ricordiamoci poi che ci
            sono animali onnivori che hanno pure zanni e
            artigli, come gli orsi.Il fatto è che agli orsi la carne piace, solo che non sempre è in grado di procacciarsela.Quindi si arrangia con bacche e torta di mele di nonna papera. Un po' come noi.Perfino i Panda, che solitamente mangiano bambù, se gli capita una carogna se la mangiano. Troppo pigri e lenti (per via dell'alimentazione prevalente povera di proteine) per procacciarsi un animale vivo.
      • n.2 scrive:
        Re: L'approccio migliore
        - Scritto da: iRoby
        La parte tecnica non è che sia tanto importante,
        nel senso che ce ne sono in giro di sistemi e
        idee per averlo moderno, ordinato
        ecc.

        Il problema di fondo è proprio nelle persone. In
        giro ci sono dei cerebrolesi o dei delinquenti
        allucinanti.

        Me ne accorgo in questo periodo di aumenti di
        veganiAh sei un vegano!! Ti abbiamo scoperto fai parte delle Forze di Vega! :Dhttp://www.anni80.info/cartoni/images/robot/zuryl.jpg
        • n.2 scrive:
          Re: L'approccio migliore
          - Scritto da: n.2
          - Scritto da: iRoby

          La parte tecnica non è che sia tanto
          importante,

          nel senso che ce ne sono in giro di sistemi e

          idee per averlo moderno, ordinato

          ecc.



          Il problema di fondo è proprio nelle
          persone.
          In

          giro ci sono dei cerebrolesi o dei
          delinquenti

          allucinanti.



          Me ne accorgo in questo periodo di aumenti di

          vegani

          Ah sei un vegano!! Ti abbiamo scoperto fai parte
          delle Forze di Vega!
          :D
          [img]http://www.anni80.info/cartoni/images/robot/zuryl.jpg[/img]
          • panda rossa scrive:
            Re: L'approccio migliore
            - Scritto da: n.2
            [img]
            http://www.anni80.info/cartoni/images/robot/zuryl.
            [/img]Bel sito di imbelicci che hanno capito tutto del web 2.0.
      • ecck scrive:
        Re: L'approccio migliore
        - Scritto da: iRoby
        La parte tecnica non è che sia tanto importante,
        nel senso che ce ne sono in giro di sistemi e
        idee per averlo moderno, ordinato
        ecc.

        Il problema di fondo è proprio nelle persone. In
        giro ci sono dei cerebrolesi o dei delinquenti
        allucinanti.

        Me ne accorgo in questo periodo di aumenti di
        vegani e vegetariani. Le diete vegane eAh sei vegano. Fai parte delle forze di Vega e ci vuoi conquistare e imporre il tuo stile di vita. Ti abbiamo scoperto!! :D[img]http://www.anni80.info/cartoni/images/robot/zuryl.jpg[/img]
    • krane scrive:
      Re: L'approccio migliore
      - Scritto da: bertuccia
      lasciare totale liberà nei commenti, presentarli
      con un'interfaccia che permetta da una parte di
      capire agevolmente i vari rami della discussione
      (chi sta rispondendo a chi, in modo da
      permettermi di saltare un ramo che non mi
      interessa), dall'altra di disporre graficamente
      in maniera equa tutti i commenti.
      ma soprattutto, non iniziare a flammare già
      nell'articolo

      se quest'ultimo punto fosse sempre rispettato, e
      non ci fosse una censura becera*, PI sarebbe da
      prendere a modello come sistema di
      commenti

      *per ovviare a questo secondo punto, basterebbe
      ripristinare le X
      rosseMa infatti, PI era gia' perfetto... Chissa' com'e' che c'e' stato un precipitare dello stile sia tecnico e degli articoli.
  • mark scrive:
    Saranno vincolati dalle identità su G+
    "I commenti saranno vincolati alle identità su Google+, nel tentativo di responsabilizzare gli utenti e soprattutto di far emergere le relazioni fra i partecipanti alle discussioni, valorizzando quelle che si intessono fra le cerchie di interesse."...l'ennesimo step avanzando inesorabili verso la mentalità orientata a farsi sempre riconoscere in Rete.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
      contenuto non disponibile
      • mark scrive:
        Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: mark
        Fermo restando che il mio account gmail,
        corrisponde al mio account youtube che a sua
        volta corrisponde al mio account
        google+.
        E in nessuno dei tre compare nè il mio nome nè il
        mio
        cognome.Ma tutti e tre insieme (a cui fa capo la medesima entità in grado di incrociare i DB) forniscono un quadro maggiormente delineato della tua personalità. A quel punto basta che commetti un errore e assoceranno al tuo nome e cognome tutto quanto raccolto.:/
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
          contenuto non disponibile
          • MacGeek scrive:
            Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
            - Scritto da: unaDuraLezione
            vero,
            cordiali saluti,
            Fabio Rossi.Fabio non è neanche nei top 20 italiani. Sei quasi individuabile... :D
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
            contenuto non disponibile
          • panda rossa scrive:
            Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: MacGeek

            - Scritto da: unaDuraLezione


            vero,


            cordiali saluti,


            Fabio Rossi.



            Fabio non è neanche nei top 20 italiani. Sei

            quasi individuabile...

            :D

            Beh, se Google vuole sapere chi sono, per esempio
            tramite gmail, verosimilmente analizzerà il testo
            delle mie email e aspetterà che io scriva una
            formula finale di saluto seguita dal nome e
            cognome.Che funziona solo se il nome e cognome sono inequivocabilmente un nome e un cognome, come Mario RossiQuando comincia ad essere qualcosa di ambiguo (tipo Rosa Della Roma) non e' facile da interpretare.Ci sono passato io a cercare un algoritmo per identificare nomi e indirizzi da manoscritti scansionati e non avete idea di che nomi, vie e localita' esistono, solo in Italia.
            Beh.. basta farlo scrivendo un nome e cognome
            inventati.O non scrivendo niente proprio.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
            contenuto non disponibile
          • panda rossa scrive:
            Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: panda rossa


            Ci sono passato io a cercare un algoritmo per

            identificare nomi e indirizzi da manoscritti

            scansionati e non avete idea di che nomi,
            vie
            e

            localita' esistono, solo in

            Italia.

            ho fatto le stesso in diverse occasioni, in
            particolare per un progetto di biliografia
            universale dove avevo testi puri di riferimenti
            bibliografici con nomi e cognomi ed altro che
            andava organizzato in un
            DB.
            L'ambiguità è sempre possibile, sui grandi numeri
            capita per forza, ma in generale hai una buona
            probabilità di
            sucXXXXX.Si, in generale si.Ma la percentuale di incertezza e' sempre tale da richiedere comunque una verifica manuale.Poi ci sono pure i casi di quelli che hanno un nome come cognome (Giordano Bruno) dove pure la verifica manuale puo' fallire.


            Beh.. basta farlo scrivendo un nome e
            cognome


            inventati.



            O non scrivendo niente proprio.

            molto meglio depistare @^Effettivamente...
      • Jinta Yadomi scrive:
        Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
        - Scritto da: unaDuraLezione
        Vero.
        Fermo restando che il mio account gmail,
        corrisponde al mio account youtube che a sua
        volta corrisponde al mio account
        google+.
        E in nessuno dei tre compare nè il mio nome nè il
        mio
        cognome.Non è così banale la cosa in realtà.Ti faccio un esempio.Supponi che sono capitato su un tuo commento di G+ o youtube o quello che ti pare, e che per qualche ragione mi hai fatto XXXXXXXre e voglio fartela pagare.Ora, se tu fossi davvero anonimo non potrei praticamente fare nulla, non potrei collegare i tuoi post assieme per farmi un'idea di come la pensi, non avrei alcuna hint su come contattarti in qualche modo... ma siccome non lo sei (hai un account) posso inviarti un messaggio privato, magari dicendoti che sono perfettamente d'accordo con te, e invitandoti a visitare un link ad una pagina a cui so che nessuno può arrivare direttamente (oppure potrei usare un bug del server e farti visitare quella pagina volente o nolente senza nemmeno che tu mai lo scopra, o anche semplicemente un messaggio che contiene un'immagine ospitata su un server che controllo).Ora, quella pagina contiene un riferimento ad un server che controllo io (non necessariamente un server che io posseggo)... questo quasi certamente mi rivelerà che browser hai, che versione, ecc.Ora che lo so, e ora che ho almeno un briciolo della tua fiducia (cosa che posso costruire anche in mesi di frequentazione se proprio voglio essere sicuro che tu cada ben bene in trappola), posso partire all'attacco vero e proprio, ovvero fornirti un altro link da visitare che contiene un qualche exploit (simile a quello di Freedom Hosting per esempio). Questo exploit inietta nel tuo PC un trojan che scoprirà inevitabilmente tutti i tuoi dati reali (dato che immagino il tuo PC contenga bookmark e/o documenti e/o immagini che svelano la tua vera identità).Ora ho la tua identità, so chi sei, so qual'è la tua email, so qual'è il tuo account G+, so qual'è il tuo canale youtube, so quali sono _gli altri_ account email che usi. Siccome quasi certamente comunicherai con quel PC con i tuoi amici, famigliari, datori di lavoro, ecc. ora praticamente ti ho in pugno.Non mi serve affatto che tu _scopra_ chi sono per fartela pagare, perché io (attaccante), a differenza tua, sono anonimo e se sono stato attento fin dall'inizio (cosa che sarò certamente visti i miei propositi) nemmeno con una denuncia potrai mai scoprire chi razzo sono. Il bello è che ora posso pure guardarti in faccia (grazie alla webcam se ne hai una) mentre scopri quanto malamente ti ho fott*to.Ora... più questi account "generici" sono largamente usati più è facile per me scoprire "ingressi" nel tuo mondo. Più è facile per me trovare informazioni su di te (con una semplice ricerca google potrei per esempio vedere i tuoi commenti in mille altri siti e farmi un'idea piuttosto buona di te, di come la pensi, e di quale sia l'approccio migliore per guadagnarmi la tua fiducia).Ora, questo è solo un esempio, ho parlato di link da visitare ma gli approcci possono essere molti e molto diversi fra loro. Potrei per esempio convincerti ad installare qualcosa, dopotutto ho guadagnato la tua fiducia e perciò ora posso farti fare virtualmente qualsiasi cosa (tieni conto che la gente apre persino gli allegati che riceve via email da estranei... a maggior ragione se si tratta di qualche amico online [o di quello che si ritiene un amico]).Il punto è che in genere avere un account, su qualsiasi server, _è_ pericoloso. È pericoloso per tutta una serie di motivi, io ne ho detto uno, ma ce ne sono diversi altri. Ad esempio, se mai un giorno a casa tua capiteranno dei pulotti a sequestrarti tutto, poi avranno acXXXXX ad un sacco, una marea, di informazioni che ti riguardano... e ti garantisco che, se vogliono, di qualcosa potranno accusarti, e condannarti, anche se ti hanno sequestrato tutto per tutt'altri motivi.Oppure anche è pericoloso perché se il software su quel server è stato fatto male io attaccante potrò quasi certamente accedere al database degli utenti e scoprire la tua password, che quasi certamente usi su altri siti (email, banca, facciabuco, ...) cui ora magicamente avrò acXXXXX, anche se non ti conosco, anche se non so chi sei, anche se non ho mai letto nulla di ciò che hai mai scritto online.Di conseguenza, ogni volta che ti registri da qualche parte, magari anche solo per piazzare un commento che sia uno, stai di fatto mettendoti in guai potenziali.Perciò, alla fine, è forse meglio non poter commentare affatto che essere costretti ad usare un account (sia esso un account "multisito" che un account "monosito"). Anche perché, alla fine, non serve proprio a niente.Chi è convinto di qualcosa non lo smuoverai MAI con dei commenti online per tutta una serie di ragioni che hanno molto a che fare con il funzionamento stesso dell'essere umano e di gente con dubbi, su Internet, non ne esiste.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 settembre 2013 13.13-----------------------------------------------------------
        • krane scrive:
          Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
          - Scritto da: Jinta Yadomi
          - Scritto da: unaDuraLezione
          Chi è convinto di qualcosa non lo smuoverai MAI
          con dei commenti online per tutta una serie di
          ragioni che hanno molto a che fare con il
          funzionamento stesso dell'essere umano e di gente
          con dubbi, su Internet, non ne esiste.Miiii... E che vivi a fare se sai che devo morire ?
          • Jinta Yadomi scrive:
            Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
            - Scritto da: krane
            Miiii... E che vivi a fare se sai che devo morire
            ?Io non muoio.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
            contenuto non disponibile
          • Jinta Yadomi scrive:
            Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Jinta Yadomi

            - Scritto da: krane


            Miiii... E che vivi a fare se sai che
            devo

            morire


            ?



            Io non muoio.

            Ma Menma sì @^Non è vero, è ancora viva, io la vedo. :@
          • krane scrive:
            Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
            - Scritto da: Jinta Yadomi
            - Scritto da: krane

            Miiii... E che vivi a fare se sai che devo
            morire

            ?

            Io non muoio.A beh, allora.
        • Pio scrive:
          Re: Saranno vincolati dalle identità su G+

          Chi è convinto di qualcosa non lo smuoverai MAI
          con dei commenti online per tutta una serie di
          ragioni che hanno molto a che fare con il
          funzionamento stesso dell'essere umano e di gente
          con dubbi, su Internet, non ne
          esiste.Tutta la dettagliata dissertazione che hai fatto prima di questo capoverso è lì a smentirti. :-)
          • Jinta Yadomi scrive:
            Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
            - Scritto da: Pio

            Chi è convinto di qualcosa non lo smuoverai
            MAI

            con dei commenti online per tutta una serie
            di

            ragioni che hanno molto a che fare con il

            funzionamento stesso dell'essere umano e di
            gente

            con dubbi, su Internet, non ne

            esiste.


            Tutta la dettagliata dissertazione che hai fatto
            prima di questo capoverso è lì a smentirti.
            :-)Tuttavia è così.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
          contenuto non disponibile
          • Jinta Yadomi scrive:
            Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Jinta Yadomi

            [cut sulla pappardella]

            guarda che il forum di PI permette di pubblicare
            link ed embeddare immagini con
            hotlinking.
            Posso anche inserire link e usare goo.gl per
            mascherare un'url che potrebbe sembrare
            sospetta.

            In pratica quello che hai detto posso già farlo
            adesso su questo forum, nel momento in cui
            leggerai questa risposta ti si potrebbero
            caricare automaticamente delle immagini se io
            avessi voluto embbeddarle (ma non l'ho fatto), e
            con un po' di social engineering potrei farti
            visitare un sito sotto il mio
            controllo.Infatti. È una delle ipotesi che ho fatto se leggi meglio la mia pappardella.
            Quanto al guadagnare la mia fiducia per farmi
            installare software, magna pure tranquillo
            ;)Dicono tutti così, ma come ti ho fatto notare non è affatto necessario, è solo il metodo più semplice a cui quasi la totalità degli utonti cadrebbe in ogni caso.
          • panda rossa scrive:
            Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
            - Scritto da: Jinta Yadomi

            Quanto al guadagnare la mia fiducia per farmi

            installare software, magna pure tranquillo

            ;)

            Dicono tutti così, ma come ti ho fatto notare non
            è affatto necessario, è solo il metodo più
            semplice a cui quasi la totalità degli utonti
            cadrebbe in ogni
            caso.Ah, ecco la parola magica: utonti.Perche' a me, se vuoi farmi installare qualcosa non mi devi dare il link, ma il nome del pacchetto che poi io installo dal repository.Hai voglia...In casi estremi lavoro sempre su una VM, sulla quale puoi anche accedere da remoto, tanto e' vuota.
          • Jinta Yadomi scrive:
            Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
            - Scritto da: panda rossa
            Ah, ecco la parola magica: utonti.
            Perche' a me, se vuoi farmi installare qualcosa
            non mi devi dare il link, ma il nome del
            pacchetto che poi io installo dal
            repository.
            Hai voglia...Gli utonti sono il 90% degli utenti Internet di oggi. E penso di essere molto ottimista con la percentuale a considerarla così bassa. Forse non era così nell'epoca pre-2000 ma oggi è così.Quello comunque è solo il metodo più semplice per eseguire codice sulla tua macchina. L'altro metodo che ho mostrato non ha questa limitazione.
            In casi estremi lavoro sempre su una VM, sulla
            quale puoi anche accedere da remoto, tanto e'
            vuota.In casi "estremi" siamo tutti bravi a pararci il XXXX (almeno i non utonti), il problema sono i casi apparentemente normali.Non credo che ad esempio tu ora stia usando una VM per postare qui, e non credo che quando vedi che qualcuno ti ha scritto nella tua "inbox" di PI tu prenda particolari misure prima di cliccare per aprire il messaggio.La sicurezza è costosa e rognosa da usare in modo corretto... perciò il più delle volte usiamo i sistemi che abbiamo nella sottotintesa speranza che nessuno voglia introdursi nelle nostre macchine.Come però dimostra anche il caso di Freedom Hosting anche quando non stiamo parlando di utonti alle prime armi e abbiamo più di qualche motivo per non sentirci sicuri spesso cediamo qualche contromisura in cambio di qualche comodità... e questo può essere fatale.Usare un account anonimo (un non-account come qui su PI) per postare le proprie opinioni online è sempre una scelta saggia. L'unico "difetto" di questa scelta è che così rendiamo difficile a qualcuno "seguirci" e "riconoscerci" non solo ai potenziali "attaccanti" ma anche a persone con cui magari vorremmo condividere qualcosa.D'altra parte è sempre molto facile criticare a posteriori (eh si, quelli di FreedomHosting avrebbero fatto meglio ad aggiornare Firefox... avrebbero fatto meglio a disabilitare javascript... avrebbero fatto meglio ad abilitare l'nx bit su Windows anche per i programmi... avrebbero fatto meglio ad usare una virtualmachine... ecc) ma quando ti trovi in prima persona a fare qualcosa difficilmente pensi a tutte le possibili conseguenze, specie se ti senti abbastanza sicuro.È perciò facile oggi dire "si vabbé, mica sono così tonto da eseguire un programma sul mio PC che mi è stato passato da XYZ"... sono piuttosto sicuro che se questo XYZ fosse un tuo amico (o quello che dopo magari uno o più anni di frequentazione ritieni un tuo amico) non avresti grossi sospetti sul programma che ti ha passato, soprattutto se si inventa una storia credibile per fartelo eseguire. Ma come ho detto, ci sono metodi molto più veloci, anche se tecnicamente molto più complicati, per farti eseguire quel che gli pare senza che nemmeno tu te ne accorga... e contro questi metodi c'è ben poco da fare a meno che non te l'aspetti e prendi le dovute contromisure.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 settembre 2013 16.45-----------------------------------------------------------
          • Jinta Yadomi scrive:
            Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
            - Scritto da: unaDuraLezione
            In pratica quello che hai detto posso già farlo
            adesso su questo forum, nel momento in cui
            leggerai questa risposta ti si potrebbero
            caricare automaticamente delle immagini se io
            avessi voluto embbeddarle (ma non l'ho fatto), e
            con un po' di social engineering potrei farti
            visitare un sito sotto il mio
            controllo.Giusto una precisazione. Con il metodo che dici, ovvero di postare direttamente nel forum l'immagine hostata dal tuo server, non puoi essere sicuro che ad averla aperta sia io. Per questo dico che attacchi contro persone registrate sono di gran lunga più semplici e fattibili di attacchi contro persone che postano da anonimi, senza account. Non fosse altro che per il fatto che non puoi raggiungerli privatamente e personalmente oltre al fatto che puoi facilmente riconoscerle nei loro vari post.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Saranno vincolati dalle identità su G+
            contenuto non disponibile
Chiudi i commenti