Nokia vuole lo scalpo di BlackBerry

È leader in molti settori della telefonia mobile. Ma non sul mercato degli smartphone, in cui la preferita è RIM. Una situazione che in Finlandia sono decisi a ribaltare

Il mercato degli smartphone, soprattutto nel Nord America, è dominato da Research In Motion con i suoi BlackBerry , utilizzati da molti utenti del mondo corporate per la loro spiccata vocazione alla messaggistica. È un mercato che suscita ovviamente l’appetito di altri produttori e tra questi c’è Nokia , non proprio l’ultimo arrivato nel settore, che per contrastare la leadership di RIM affila le sue armi, ossia la serie E .

Una delle mosse del colosso finlandese è quella di evitare le contaminazioni con RIM. Per questo, a bordo dei suoi nuovi E66 ed E71 taglierà le gambe alla possibilità di usare BlackBerry Connect , la soluzione sviluppata dall’azienda canadese per sfruttare i servizi tipicamente fruibili da BlackBerry su altri hardware: “RIM è un competitor e si è impegnato molto in un settore che è tradizionalmente nostro, quindi non c’è da sorprendersi se sfruttiamo un’opportunità per dare modo agli utenti di scegliere le soluzioni e-mail più appropriate” ha dichiarato a Mobile Today Simon Ainslie, numero uno della business unit UK di Nokia. Come a dire che RIM ha messo i bastoni fra le ruote di Nokia che non vuole perdere quote di mercato in tutti i settori della telefonia mobile.

La strategia è semplice e allo stesso tempo ambiziosa: “Abbiamo intenzione di rendere la posta elettronica un servizio di massa, non solo per i manager e i funzionari di un’azienda” ha aggiunto Ainslie. Il che significa che sarà necessario indurre l’utenza non executive ad avere bisogno di utilizzare la posta elettronica, magari cercando anche di farla preferire agli SMS, servizio che non conosce crisi . Nokia vuole cominciare a consolidarsi nel mercato corporate e i modelli E66 ed E71 avranno quindi questo obiettivo.

Mentre il secondo sarà anche visivamente accostabile ad uno smartphone BlackBerry, per il suo design e la tastiera QWERTY (come l’E61), il primo sfoggerà un form factor di slide-phone. Entrambi saranno destinati ad una clientela business esigente e offriranno supporto WiFi, modulo GPS, connettività Bluetooth, supporto Mail for Exchange.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • cristina scrive:
    ariaprofumata
    Vi consiglio di visitare il sito:www.ariaprofumata.itUn'azienda italiana che si occupa di comunicazione olfattiva.Un'idea rivoluzionaria per la comunicazione.
  • unoacaso scrive:
    pubblicità invasiva
    Questo modo di fare la pubblicità mi sembra invasivo. Una cosa è utilizzare odori per stimolare i sensi in un negozio, una cosa è farlo in un luogo pubblico.Siamo d'accordo che la metropolitana non sarà il luogo più profumato del mondo, ma il concetto è che non è giusto imporre alla gente un certo odore tanto per fare pubblicità. Certo, non è bello neanche imporre la puzza di un WC non lavato, ma questo è un altro discorso.Per lo stesso motivo di sembra un sopruso che nelle grandi stazioni (ferroviarie) in Italia abbiano messo pannelli lcd con pubblicità con AUDIO. Posso guardare altrove, ma non posso certo aspettare un ora il treno tappandomi le orecchie. Immaginate che succederebbe se in tutti i cartelloli pubblicitari appesi in città mettessero l'audio!
  • Giorgio scrive:
    Spero....
    ...non pubblicizzino uno scrostante per i cessi....o uno spray per togliere la puzza dalla scarpe.
  • Pippo Anonimo scrive:
    Ottima idea, dopo l'attentato al gas...
    ...nervino la gente sarà contentissima di sentire un odore diverso e cacarsi in mano per la paura che la cosa si ripeta.
  • Funz scrive:
    Il primo che li crackerà
    allora ci divertiremo :D
  • Olmo scrive:
    Per l'autore
    Credo che la dizione corretta sia Tokyo, con la y
    • Kent scrive:
      Re: Per l'autore
      nell'alfabeto italiano la y non esiste ;)
      • Ehi scrive:
        Re: Per l'autore
        Nemmeno la K lo è... Avrebbe dovuto scrivere Tochio secondo il tuo ragionamento ;)
      • Olmo scrive:
        Re: Per l'autore

        nell'alfabeto italiano la y non esiste ;)Quindi a colazione mangi lo iogurt, in vacanza vai su uno iacht, in Giappone paghi in Ien, e sull' Imalaia incontri lo Ieti?
      • Fao scrive:
        Re: Per l'autore
        - Scritto da: Kent
        nell'alfabeto italiano la y non esiste ;)Hai ragione, Chent.
  • asdasd scrive:
    Per pubblicizzare...
    Per pubblicizzare deodoranti ascellari diffonderanno puzza di sudore? :D :D :D
Chiudi i commenti