Nomine/ Antognazza in Gekolab

Annuncio ufficiale dell'azienda milanese


Milano – Elena Antognazza, esperta di marketing internet e new media nonché titolare del sito e mailing list dedicati al marketing di mlist.it , è entrata nel management del gruppo milanese Gekolab.

All’interno di Gekolab, Antognazza – spiega una nota – “avrà la responsabilità operativa delle strategie e del new business e quale Chief Operating Officer la guida della nuova divisione che Gekolab avvierà entro fine anno, dedicata ai servizi di comunicazione innovativa, consulenza strategica e media business”.

Gekolab Srl è qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Perchè non è distribuito gratis come e-book ?
    Forse perchè non genera soldini?Un momento, mi risponderete, non esiste soloil profitto, ma anche "l'umana necessità dicondividere bla bla bla"...Ok, Open Source è diverso da free, direte...Aspetta.. ma GPL non è free. E free è diverso dagratis, si capisce. Sono proprio un ignorante!Mi vado a rileggere l'articolo che è meglio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè non è distribuito gratis come e-book ?
      - Scritto da: Fractal
      Forse perchè non genera soldini?
      Un momento, mi risponderete, non esiste solo
      il profitto, ma anche "l'umana necessità di
      condividere bla bla bla"...

      Ok, Open Source è diverso da free, direte...
      Aspetta.. ma GPL non è free. E free è
      diverso da
      gratis, si capisce. Sono proprio un
      ignorante!
      Mi vado a rileggere l'articolo che è meglio.ecco bravo.Pensa che c'e' gente che scrive libri su fatti pubblici a disposizione di tutti ma cio' nonostante se lo fa pagare come se li avesse inventati lui.
      • Anonimo scrive:
        Re: Perchè non è distribuito gratis come e-book ?
        Il tuo post mi sembra fuorviante, anche se non del tutto errato.Il costo di un libro non è generalmente dato dal suo valore informativo, altrimenti sarebbe solo un manuale. Non occorre che esso riveli fatti ignoti al (grande) pubblico per essere strumento di lettura piacevole o illuminante.Un libro potrebbe valere il suo prezzo di copertina solo per il modo personale in cui l'autore ha raccolto informazioni accessibili a tutti.Purtoppo è vero che gli scaffali delle librerie sono spesso zeppi di libri insulsi.
Chiudi i commenti