Novell incrocia SUSE e MeeGo

È in corso il testing di un nuovo sistema operativo mobile basato sul giovane MeeGo. L'azienda corteggia soprattutto i produttori di netbook e tablet, ma non è la sola ad investire su questa piattaforma

Roma – Esattamente un anno fa, in occasione del Computex 2009, Novell presentò il suo primo sistema operativo mobile basato sulla piattaforma Moblin. Oggi, nel corso dell’edizione 2010 della medesima fiera taiwanese, la mamma di Netware ha svelato il successore di quel sistema operativo, questa volta basato su MeeGo.

SUSE Moblin v2 Nato dall’unione della piattaforma Maemo di Nokia con quella Moblin di Intel, MeeGo ha raggiunto la versione 1.0 verso la fine di maggio ed ora ambisce al vasto mercato dei dispositivi mobili consumer: netbook, tablet, sistemi di infotainment per auto e MID.

Pur se scaricabile e installabile direttamente dall’utente finale su buona parte parte dei netbook Atom-based, la versione “grezza” del sistema operativo è stata pensata soprattutto per OEM e distributori: di conseguenza manca di quelle aggiunte e rifiniture – come certi driver, tool e codec multimediali – che ci si aspetterebbe di trovare in un sistema operativo consumer. A queste e ad altre lacune intende porre rimedio SUSE MeeGo, con cui Novell corteggia sia gli utenti finali che i produttori di device.

SUSE MeeGo contiene tutte le novità che Novell aveva inizialmente pianificato di aggiungere in SUSE Moblin 2.2, tra le quali alcune rifiniture all’interfaccia utente, diversi strumenti e applicazioni extra, e il supporto a tutti i principali formati audio e video. Come le edizioni basate su Moblin, anche SUSE MeeGo sarà accompagnato da un servizio di supporto di livello commerciale.

Nei prossimi 12 mesi Novell conta di spingere SUSE MeeGo nelle braccia di un certo numero di OEM, a partire da produttori come Samsung e MSI che lo scorso anno avevano già dato fiducia a SUSE Moblin. Al momento l’azienda non ha però fornito una data per il rilascio della propria distribuzione di MeeGo: secondo le indiscrezioni dovrebbe avvenire entro agosto.

Presso il Computex sono diversi i produttori di software e di hardware ad aver annunciato investimenti su MeeGo. Tra i primi ci sono Mandriva, DeviceVM e Linpus: quest’ultima, in particolare, è al lavoro su una nuova versione del suo sistema operativo per netbook, Linpus Lite , che promette di aggiungere a MeeGo funzionalità extra relative al social networking, al power management e all’interoperabilità con Windows. Tra le società che prossimamente potrebbero commercializzare device basati su MeeGo ci sono invece i produttori taiwanesi Quanta , Asus, Acer e i carrier europei Telefonica, Orange e Telecom Italia. A questi potrebbe aggiungersi anche Nokia, che stando alle voci è al lavoro su un tablet in stile iPad.

Negli scorsi giorni Asus ha per altro precisato che il suo imminente app store per netbook non supporterà soltanto la piattaforma Windows, ma anche quella MeeGo.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Certo certo scrive:
    Beh, alla domenica ...
    ... mi facevo di pippe anche senza internet (ma perchè la domenica è un giorno che ti spezza il ritmo, il più delle volte non sai che caXXo fare e allora ...)[img]http://www.endsights.com/wp-content/uploads/2009/06/XXXX.jpg[/img]
  • Giuseppe Rossi scrive:
    La banda è larga e anche bagnata !
    Larga e grossa, e anche bagnata, soprattutto bagnata.Il mercato tira, tira tira che scoperta !
  • nifty scrive:
    attenti a chi stringete la mano
    Ecco, diciamo che è meglio stringere la mano a chi lavora in openspace, rispetto a chi lavora in una stanzetta, da questo punto di vista.però in genere l'openspace è tutt'altro che produttivo
  • nifty scrive:
    avete problemi con le concordanze
    "40 milioni di statunitensi è un visitatore regolare di siti XXXXX"direi che quarantamilioni è sufficientemente plurale per meritare un bel "SONO VISITATORI REGOLARI".no?
  • nifty scrive:
    avete problemi con le concordanze
    "40 milioni di statunitensi è un visitatore regolare di siti XXXXX"direi che quarantamilioni è sufficientemente plurale per meritare un bel "SONO VISITATORI REGOLARI".no?
  • Ubunto scrive:
    MA alla fine...
    Qualcuno che è arrivato a vedere tutto il film, mi sa dire se alla fine si sposano?
  • panda rossa scrive:
    Dove hanno preso i dati?
    "40 milioni di statunitensi è un visitatore regolare di siti XXXXX. Di questi, un terzo sono donne. " Hanno fatto un sondaggio?Oppure sono gli utenti che hanno compilato un questionario?Perche' mi sembra molto piu' attendibile quell'altro dato prodotto dalle major che dice che 1 miliardo di utenti scaricano dal P2P, provocando un danno di 100 miliardi di dollari alle major medesime.
  • attonito scrive:
    la Fica rende e vende? Ma vah?
    ok, abbiamo scoperto che laXXXXX e' business.Altri articoli rivelatori du verita ancestrali?Che so, che il fuoco scotta e in vino ubriaca?
    • G,G scrive:
      Re: la Fica rende e vende? Ma vah?
      Si oggi il papa ha detto che se in medio oriente non cambiano le cose ci saranno altri morti...
    • Magenta scrive:
      Re: la Fica rende e vende? Ma vah?
      - Scritto da: attonito
      ok, abbiamo scoperto che laXXXXX e' business.
      Altri articoli rivelatori du verita ancestrali?
      Che so, che il fuoco scotta e in vino ubriaca?L'articolo riporta dati sull'uso settimanale e sullo stato del settore, strano che ti sia fermato al titolo... hai visto solo l'ovvio, solo questo ti interessa.
  • ephestione scrive:
    Ecco dove vanno...
    Ho sempre immaginato che il calo di visite sul mio sito lavorativo nel finesettimana fosse dovuto ai weekend fuori casa... adesso invece so cos'altro fanno i visitatori di domenica
  • Pino scrive:
    Foto di corredo all'articolo
    Beh, qui una foto insieme all'articolo ci poteva stare :D
    • duntee scrive:
      Re: Foto di corredo all'articolo
      leggete sto sito molto interessantehttp://nonciclopedia.wikia.com/wiki/XXXXXgrafia
  • none scrive:
    Insomma...
    "Impressionante pensare che ogni secondo più di 28mila persone stanno navigando siti XXXXX"quindi si viaggia sui 28mila spruzzi al secondo :D
    • Zio scrive:
      Re: Insomma...
      Mah... Qui se ne sta parlando come di un fenomeno esclusivamente maschile, eppure le donne che navigano per siti XXXXX sono parecchie
      • none scrive:
        Re: Insomma...
        - Scritto da: Zio
        Mah... Qui se ne sta parlando come di un fenomeno
        esclusivamente maschile, eppure le donne che
        navigano per siti XXXXX sono
        parecchieno guarda che c'è scritto che 1 /3 è femmina, comunque hai ragione : 18mila spruzzi al secondo allora :D
      • Maestro Miyagi scrive:
        Re: Insomma...
        - Scritto da: Zio
        Mah... Qui se ne sta parlando come di un fenomeno
        esclusivamente maschile, eppure le donne che
        navigano per siti XXXXX sono
        parecchieEggià, hai visto che zozzone anche loro, eh? :PPPPPPPPPPPPPROTFL
    • Gattazzo scrive:
      Re: Insomma...
      - Scritto da: none
      "Impressionante pensare che ogni secondo più di
      28mila persone stanno navigando siti
      XXXXX"
      quindi si viaggia sui 28mila spruzzi al secondo
      :D Non so quanto tu ne capisca di sessualità, ma le donne, che sono un buon terzo di quei 28000, non spruzzano mica (almeno, così mi par di ricordare). Non solo, ma tu credi che uno che naviga su siti XXXXX sia in grado di produrre uno spruzzo per ogni secondo della sua navigazione? E magari i più in forma spruzzano per tutta la domenica? No, perchè se è così sono io che non ne capisco di sessualità... (e spero per me che non sia così).
  • W.O.P.R. scrive:
    Internet è il porrno solo perchè...
    E' di gran lunga per una interminabile serie di motivi il media migliore per veicolare questo tipo di contenuti.Quando non c'era Internet il XXXXX era diffuso tramite altri media.Non è che non c'era.E comunque, bando alle ipocrisie, anche il VHS ha avuto la sua diffusione iniziale grazie al XXXXX.Ricordate a metà degli anni 90?In qualunque articolo di qualunque giornale italiano avere una connessione ad internet era equivalente ad essere pedoterrosatanisti.Ho conservato alcuni ritagli di allora, ne farò uso con alcuni ipocriti che conosco.
    • guest_ scrive:
      Re: Internet è il porrno solo perchè...
      già, il vhs vinse contro betamax ( che era migliore) per il fatto di avere molti piu' film XXXXX disponibili.
    • iRoby scrive:
      Re: Internet è il porrno solo perchè...
      Ah che tempi al liceo i compagni minorenni più bassi e smilzi mi mandavano dal noleggiatore di turno a prendergli i filmetti. Entravo in quella stanza da solo perché a loro li cacciavano, e avevi tutta quella distesa di tette e di culi, che non sapevi che prendere.E quanti non erano disponibili, sul 90% c'era scritto prenotato, prenotato, prenotato, prenotato...Restavano liberi i peggiori, quelli con la zoofilia, i finocchi che non se li filava nessuno, e le schifezze immonde o i sadomaso...Allora chiudevo gli occhi mirigiravo su me stesso e alzavo il dito a caso, aprivo gli occhi e se era prenotato riprovavo di nuovo.Sapeste come si XXXXXXXvano i miei amici quando gli affittavo film brutti dove c'erano solo lesbiche coi cosi di gomma... O qualche film zoofilo coi cani...O quelli con le vecchie di 70 anni.Ma che colpa ne avevo io, non ero mica un cultore del genere, e poi tutti quelli buoni erano prenotati!
      • Sgabbio scrive:
        Re: Internet è il porrno solo perchè...
        - Scritto da: iRoby
        Sapeste come si XXXXXXXvano i miei amici quando
        gli affittavo film brutti dove c'erano solo
        lesbiche coi cosi di gomma... O qualche film
        zoofilo coi
        cani...
        O quelli con le vecchie di 70 anni.

        Ma che colpa ne avevo io, non ero mica un cultore
        del genere, e poi tutti quelli buoni erano
        prenotati!Sotto sotto eri un XXXXXXXXdentro :D
      • lordream scrive:
        Re: Internet è il porrno solo perchè...
        - Scritto da: iRoby
        Ah che tempi al liceo i compagni minorenni più
        bassi e smilzi mi mandavano dal noleggiatore di
        turno a prendergli i filmetti. Entravo in quella
        stanza da solo perché a loro li cacciavano, e
        avevi tutta quella distesa di tette e di culi,
        che non sapevi che
        prendere.

        E quanti non erano disponibili, sul 90% c'era
        scritto prenotato, prenotato, prenotato,
        prenotato...

        Restavano liberi i peggiori, quelli con la
        zoofilia, i finocchi che non se li filava
        nessuno, e le schifezze immonde o i
        sadomaso...

        Allora chiudevo gli occhi mirigiravo su me stesso
        e alzavo il dito a caso, aprivo gli occhi e se
        era prenotato riprovavo di
        nuovo.

        Sapeste come si XXXXXXXvano i miei amici quando
        gli affittavo film brutti dove c'erano solo
        lesbiche coi cosi di gomma... O qualche film
        zoofilo coi
        cani...
        O quelli con le vecchie di 70 anni.

        Ma che colpa ne avevo io, non ero mica un cultore
        del genere, e poi tutti quelli buoni erano
        prenotati!il brutto di un film XXXXX è che la trama non è molto interessante e i colpi di scena sono pochi.. solitamente sai gia come va a finire :)cit. come si fa ad arraparsi guardando uno che incula un asino? (clerks2)
    • yghtrhrth scrive:
      Re: Internet è il porrno solo perchè...
      W.O.P.R. puoi linkare qualche estratto di tali articoli,o qualche sito a riguardo,grazie.
    • Ubunto scrive:
      Re: Internet è il porrno solo perchè...
      Ecco perché i videotechini nel loro forum vendono migliaia di cassette XXXXX (usate)... ci facevano i soldini quando le cose gli andavano bene!
  • biomaurone scrive:
    Business is business
    Mercato ghiotto!
  • Undertaker scrive:
    net-democracy
    Queste decine di milioni di persone hanno dei diritti.Il diritto di poter vedere i siti che preferiscono senza indebite interferenze nella loro vita privata.I XXXXX-navigatori sono la vera maggioranza silenziosa !Sono i decine di milioni di frequentatori di siti XXXXX a tenere in piedi internet !Viceversa i vari moralisti/censori, che fanno tanto chiasso con le loro campagne moraliste sono i soliti quattro gatti mezzo svitati molto abili ad attirare l'attenzione ed a fare campagne pubblicitarie rumorose e demagogiche.
  • Shu scrive:
    Quindi...
    ...nell'America puritana, 40 milioni di persone dovrebbero essere rinchiuse in una clinica del sesso come Tiger Woods.E gli stessi sono immondi peccatori che passeranno l'eternità in purgatorio o inferno.Interessante...
  • Lorenzo scrive:
    Considerazioni
    Internet come sempre è solo lo specchio della società.Non è internet ad essere XXXXX, le persone sono il XXXXX..
    • Anonimo scrive:
      Re: Considerazioni
      sinceramente non ho mai capito tutta 'sta avversione al XXXXX, è come essere avversi al 'sesso'. Il sesso è una cosa naturale e accettata da tutti, non ha senso esserne avversi infatti. Non capisco perché col XXXXX debba essere diverso...(newbie)
      • collione scrive:
        Re: Considerazioni
        accettata da tutti? mmm non direi :Dda un lato tutti vogliono usare il sesso per far soldi poi però gli stessi sparano a zero contro sesso e XXXXX in altre occasionidirei che il sesso è piuttosto l'argomento più controverso della nostra marcia società
        • ninjaverde scrive:
          Re: Considerazioni
          - Scritto da: collione
          accettata da tutti? mmm non direi :D

          da un lato tutti vogliono usare il sesso per far
          soldi poi però gli stessi sparano a zero contro
          sesso e XXXXX in altre
          occasioni

          direi che il sesso è piuttosto l'argomento più
          controverso della nostra marcia
          societàE' un argomento controverso poichè la morale religiosa lo ha reso tale.Nessuno si stupisce se si parla di cibo o bevande più o meno elaborate, eppure l'ecXXXXX di cobo è un'abitudine dannosa.Eppure sul sesso nascono controversie anche se di per sè non è niente di speciale. Poi è chiaro che anche il sesso può avere effetti dannosi se accompagnato da violenza gratuita o simili. Ci sono i venditori di sesso... stà a noi però scegliere se lo vogliamo a pagamento o free....(Stavo quasi per dire open.... (rotfl) )
      • PGStargazer scrive:
        Re: Considerazioni
        - Scritto da: Anonimo
        sinceramente non ho mai capito tutta 'sta
        avversione al XXXXX, è come essere avversi al
        'sesso'. Il sesso è una cosa naturale e accettata
        da tutti, non ha senso esserne avversi infatti.
        Non capisco perché col XXXXX debba essere
        diverso...(newbie)Il XXXXX è da considerarsi una malattiacome c'è il drogato di giochi online di social network-chat, di casinò o macchinette mangiasoldi c'è anche il malato di sessoil prete pedoflilo cos'è alla fine se non un malato di sesso dato col tempo ha perso lucidità frustrato dalla vita di castità.Il discorso è comunque complesso perché alla fine sfocia in un business per chi offre o gestisce dove nel caso del XXXXX guardacaso è uno dei maggiori investimenti dell'economia dopo la drogaIl fatto che ci si basa ancora su un modello economico del dopoguerra dedicato sul consumo viviamo sempre più tra una marea di XXXXXXX tecnologiche con il solo scopo di drogare la società e distogliere dai veri problemi; problemi nati per togliere i diritti di libertà conquistati nel tempo dall'umanità...Ora basta filosofeggiare, non vorrei che qualche strizzacervelli prendesse spunto dalle mie osservazioni per farci un libro e lucrare alla facciazza mia :D
        • Sgabbio scrive:
          Re: Considerazioni
          XXXXX...una droga ?Allora anche il Cibo.... :D
        • Magenta scrive:
          Re: Considerazioni

          Il XXXXX è da considerarsi una malattiaLo dici tu, tu e chi legge libri con serpenti parlanti, ma non milioni di medici.A chi dare piu' credito, non sembra difficile.
        • NomeCognome scrive:
          Re: Considerazioni

          Il XXXXX è da considerarsi una malattiaFonte? In base a cosa? Perchè? Chi te lo dice? Strano che anche nella migliore definizione [1], la parola 'malattia' non compare ... :o1. http://it.wikipedia.org/wiki/XXXXX
        • Certo certo scrive:
          Re: Considerazioni
          PLIM PLOM! Pubblicità![img]http://www.paginedilibri.com/immagini/2008_4_1/Economia%20canaglia.jpg[/img] PLIM PLOM!
      • fabrizio scrive:
        Re: Considerazioni
        Non è un problema di morale o moralismo: gli effetti negativi della XXXXXgrafia sono ampiamente dimostrati da studi scientifici:basta cercare con google "The Effects of XXXXXgraphy on Individuals, Marriage, Family and Community".Il discorso è molto semplice: la XXXXXgrafia è un surrogato per chi non vive la sessualità in modo psicologicamente maturo, e anzi finisce per amplificare quello che all'inizio può essere una forma non grave: semplice timidezza, insicurezza etc... finisce per essere un modo per nascondere proprie insicurezze: ma quel che è peggio è che, proprio come una droga, si può innescare un vortice di autoalimentazione; in alcuni casi può diventare una forma di dipendenza, con meccanismi psicologici simili alle tipiche dipendenze.La XXXXXgrafia non è un bene.La sessualità non è un problema da moralisti o da cose religiose: è fondante della identità umana; Il modo in cui viviamo la nostra sessualità (l'essere donna e l'essere uomo) e quindi anche la genitalità ci fonda come persone sul piano antropologico:corpo, mente, spirito.
        • Anonimo scrive:
          Re: Considerazioni
          col tuo ragionamento, allora qualunque cosa può essere "una droga"... anche i videogames, visto che c'è gente che passa ore davanti un monitor... sono una droga anche loro? o il cinefilo appassionato che decide di farsi una 'maratona' della sua tetralogia preferita, spendendo così più di metà della giornata? anche i film sono una droga adesso?mi sa che la differenza tra "uso" e "abuso" di XXXXXgrafia (o qualsiasi altra cosa) non è ben chiara qui.l'uso è sempre giusto e lecito. è l'abuso che se mai va' studiato, e impedito.liquidare il tutto col dire che la XXXXXgrafia è come una "droga" e che fa male, mi sembra fin troppo semplicistico e sbrigativo, nonché sintomo di un atteggiamento poco avveduto.Ci sono un sacco di sfaccettature nella vicenda: non c'è solo il XXXXX hard-core, che ne facciamo dell'erotica, o del semplice nudo? droghe anche quelle? mah... ho seri dubbi a riguardo.e, comunque, l'hai letto l'articolo? milioni di persone usufruiscono costantemente di XXXXXgrafia nel mondo... che conclusioni dobbiamo trarre da questo (seguendo il tuo ragionamento)? che sono tutti dei "drogati", sociopatici? Non penso proprio, sai.se tutte quelle persone riescono tranquillamente a condurre una vita normale, e a usufruire di XXXXXgrafia allo stesso tempo, non vedo proprio dove sia il problema. Ovvio che ci sarà sempre il "malato" che ne abusa, ma è una minoranza rispetto agli altri, e quindi non fa testo.Se la XXXXXgrafia fosse un fenomeno di instabilità sociale così grave come dici, e con studi "seri" e "approfonditi" a supporto di questa tesi, allora sarebbe già stata resa illegale da tempo; al pari delle droghe "tradizionali", o di altri reati.
        • Shores scrive:
          Re: Considerazioni
          Questa mi pare proprio una cavolata: Prima di tutto, la premessa che il XXXXX sia necessariamente un sostituto del sesso è fallace e indimostrata; conosco personalmente uomini e donne e coppie etero e gay che hanno una sessualità ricca e soddisfacente, e che fanno uso regolare di XXXXX.Detto questo, non credo che esista nessuna dimostrazione che la fruizione di XXXXX crei dei problemi psicologici di per sé, ma piuttosto la situazione possa essere che chi ha già dei problemi psicologici di estrema timidezza si rifugi nel XXXXX, ma, appunto, non è certo il XXXXX a creare questi problemi psicologici.Quanto poi alle affermazioni che il XXXXX nuocerebbe alla sessualità di coppia, credo che questo possa accadere SOLO quando la sessualità in questione è così triste ed insoddisfacente che il confronto con un XXXXX la fa davvero apparire come tale.In altri termini, questo atteggiamento mi sembra come voler proibire la vendita di una fiammante automobile coupè solo per proteggere i poveri padri di famiglia, profondamente insoddisfatti delle loro tristi station-wagon, che vedendo le coupè potrebbero rendersi conto della loro insoddisfazione... Mi spiace ma non ci sto! :)
        • Magenta scrive:
          Re: Considerazioni
          - Scritto da: fabrizio
          Non è un problema di morale o moralismo: gli
          effetti negativi della XXXXXgrafia sono
          ampiamente dimostrati da studi
          scientifici:FALSOIl tuo ribercolo "The Effects of XXXXXgraphy on Individuals, Marriage, Family and Community"e' frutto del Family Research CouncilChe cos'e'?Family Research Council:Christian organization promoting the traditional family unit and the Judeo- Christian value system Non puoi SPACCIARE per studi scientifici una pubblicazione cririca promossa da una associazione il cui scopo e' promuovere i valori giudaico cristiani.Tanto vale chiedere al papa se essere gay e' un comportamento disordinato.NON ACCETTIAMO LEZIONI DI SCIENZA DA GENTE CHE CREDE ALLA RESURREZIONE, che crede di mangiare il corpo di un dio ogni domenica e crede alle vergini ingravidate dagli spiriti.
      • Certo certo scrive:
        Re: Considerazioni
        - Scritto da: Anonimo
        sinceramente non ho mai capito tutta 'sta
        avversione al XXXXX, è come essere avversi al
        'sesso'. Bah! Dire che XXXXX e sesso sono la stessa cosa è discutibile, eh?
    • ullala scrive:
      Re: Considerazioni
      - Scritto da: Lorenzo
      Internet come sempre è solo lo specchio della
      società.
      Non è internet ad essere XXXXX, le persone sono
      il
      XXXXX..Ma allora c'è ancora qualcuno che non si è bevuto il cervello! Straquoto!
      • NomeCognome scrive:
        Re: Considerazioni
        Incredibile, vero? ;)I media come sempre sono neutri, trasmettono solo un messaggio. Anche il non-neutro messaggio veicolato nei media di per sè non sarebbe un grosso problema, se le persone fossero così non-ignoranti ed in grado di decifrarlo e criticarlo. Le persone invece sono il problema reale.
        • Certo certo scrive:
          Re: Considerazioni
          - Scritto da: NomeCognome
          Le persone invece sono il problema
          reale.Quoto. Liberiamocene.[yt]mE2-7a_F_B0[/yt]
  • bertuccia scrive:
    Fonte dati
    [yt]YRgNOyCnbqg[/yt]
Chiudi i commenti