OpenOffice.org, evento a Bolzano

Durante l'incontro ci saranno vari interventi, al termine dei quali sarà presentata la versione 3.0 del software

Roma – Si terrà a Bolzano il 3 ottobre la quarta conferenza italiana di OpenOffice.org. L’appuntamento si pone come punto di incontro tra la comunità dei volontari e gli utenti che utilizzano la nota suite di programmi open source.

L’evento è organizzato dall’Associazione PLIO, che riunisce i volontari che lavorano sulla localizzazione italiana del software. Nel programma, conferenze volte a fare il punto della situazione sulle attività svolte, sulle strategie di marketing e comunicazione. Seguirà la presentazione della release 3.0, che terminerà con l’assemblea dei soci.

“La crescita di OpenOffice.org e dell’Associazione PLIO in questi due anni è stata straordinaria: siamo passati da una media di 50.000 a una di 400.000 download al mese, e siamo diventati un interlocutore autorevole di aziende e istituzioni che abbiamo incontrato durante il processo di standardizzazione di OOXML” – dichiara Davide Dozza, presidente dell’Associazione PLIO. “Adesso, la sfida è quella di consolidare le posizioni che abbiamo conquistato e rafforzare la penetrazione sul mercato grazie alla versione 3.0, che sarà disponibile in modo nativo anche per MacOS”.

Per registrarsi alla conferenza, e per ulteriori informazioni, è disponibile questo link al sito dell’associazione.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Francesco makevoid C scrive:
    Una piccola alternativa
    Ciao a tutti volevo segnalarvi un sito che fa da proxy a piratebay e molto di più: http://thorrents.com (oppure cercate thorrents su google)Mostra i risultati ordinati per seed, ogni risultato e linkato con magnet link ed e possibile fare lo sharing della ricerca/risultato via fb, fornisce una api base e il codice sorgente dellapp e semplice e open source.Credo che sia migliore delle altre soluzioni proxy!Ciao!
  • Gianluca Roncati scrive:
    Trolls e case discografiche
    Negli ultimi tempi si nota un aumento dei troll che danno contro ai delinquenti/pirati; non è per caso che, dopo aver pagato degli utenti per dare dei giudizi positivi ai propri prodotti, ora stanno pagando gente per postare i giudizi di "dagli all'untore"?
  • Cobra Reale scrive:
    Aggiornamento (si fa per dire)
    Ho appena cercato di connettermi alla Baia. Con gli OpenDNS ci riesco, coi DNS di Telecom ancora niente. Aspetto, sono fiducioso. :)
    • Massi cadenti scrive:
      Re: Aggiornamento (si fa per dire)
      - Scritto da: Cobra Reale
      Ho appena cercato di connettermi alla Baia. Con
      gli OpenDNS ci riesco, coi DNS di Telecom ancora
      niente. Aspetto, sono fiducioso.
      :)http://osiris.kodeware.net/services/nscheck.php?host=www.thepiratebay.org&action=view_domain
  • Birraio scrive:
    che ipocrisia
    il 90% dei torrent di quel sito rimandano a materiale piratato.ad esser buoni avrebbero dovuto imporgli di controllare i torrent prima di pubblicarli e cestinare i torrent che rimandano a materiale piratato.ma ad essere giusti avrebbero dovuto chiudere il sito e far pagare i danni.
    • kubrick scrive:
      Re: che ipocrisia
      già, perchè la peritaria è un meccanismo criminale che minaccia la cultura, la creatività e l'industria... ROFL
      • Birraio scrive:
        Re: che ipocrisia
        - Scritto da: kubrick
        già, perchè la peritaria è un meccanismo
        criminale che minaccia la cultura, la creatività
        e l'industria...
        ROFLCHE è LA PERITARIA?
  • jobb scrive:
    giudici ridicoli
    sono veloci a toglierlo ma non a rimetterlo con telecom ancora non si vede...tutto pur di guadagnare qualche oretta...le censure aumentano solo la voglia di proibito...una cosa chiamata proibizionismo non ha insegnato nulla eh...giudici ridicoli, invece di pensare alle cavolate spinti da siae e fmi perche non vi occupate di cose concrete? possibile che a bergamo non vi sia nulla di meglio da fare per un giudice?
    • jubbe scrive:
      Re: giudici ridicoli
      Manda una mail al tuo isp chiedendogli di rimuovere IMMEDIATAMENTE il blocco.
    • L Avvocato scrive:
      Re: giudici ridicoli
      A parte che forse c'è anche una diffamazione in quello che hai scritto.
      sono veloci a toglierlo ma non a rimetterlo con
      telecom ancora non si vede...Cio' dipende da T non certo dai giudici.Il consiglio di oggi è: studiare.L Avvocato
  • firefox88 scrive:
    Va bene il p2p, ma un po' di pudore
    Forse sto per esprimere un parere un po' controcorrente.Dico solo una cosa: ragazzi, va bene il p2p, libero scambio, libera circolazione di informazioni. Ma quel sito va chiuso, e proprio per difendere il p2p.Tu non puoi svegliarti la mattina e aprire un sito con l'obiettivo palese e dichiarato (non prendiamoci in giro) di fare da gateway dell'illegalità. Con quale faccia da culo vai dicendo che un sito del genere non è pensato, concepito, studiato e congegnato per infrangere la legge?Ma poi sei anche ingenuo: il futuro sono le reti p2p distribuite, non quelle che passano attraverso un imbuto che può essere un sito web, un server per le ricerche, ecc... Chiudono l'imbuto e ciao. Bisogna essere veramente sciocchi per investire in questi progetti destinati prima o poi al tribunale.Ora a me non me ne frega niente e la cosa non mi riguarda, per me possono riaprire anche domani o chiudere per sempre, però in questo caso davvero non si può gridare alla censura o alle lobby cattive che se la prendono con gli utenti. Si tratta del buon senso che se la prende con delle facce di bronzo.
    • Gix scrive:
      Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore
      - Scritto da: firefox88
      Forse sto per esprimere un parere un po'
      controcorrente.

      Dico solo una cosa: ragazzi, va bene il p2p,
      libero scambio, libera circolazione di
      informazioni. Ma quel sito va chiuso, e proprio
      per difendere il
      p2p.

      Tu non puoi svegliarti la mattina e aprire un
      sito con l'obiettivo palese e dichiarato (non
      prendiamoci in giro) di fare da gateway
      dell'illegalità. Con quale faccia da culo vai
      dicendo che un sito del genere non è pensato,
      concepito, studiato e congegnato per infrangere
      la
      legge?
      Ma poi sei anche ingenuo: il futuro sono le reti
      p2p distribuite, non quelle che passano
      attraverso un imbuto che può essere un sito web,
      un server per le ricerche, ecc... Chiudono
      l'imbuto e ciao. Bisogna essere veramente
      sciocchi per investire in questi progetti
      destinati prima o poi al
      tribunale.

      Ora a me non me ne frega niente e la cosa non mi
      riguarda, per me possono riaprire anche domani o
      chiudere per sempre, però in questo caso davvero
      non si può gridare alla censura o alle lobby
      cattive che se la prendono con gli utenti. Si
      tratta del buon senso che se la prende con delle
      facce di
      bronzo.lo scopo di PirateBay non è di fare da gateway per l'illegalità. al contrario è una lotta politica per rendere legale ciò che è ingiustamente legale. nella maniera con cui sono state abolite tutte le norme non (più) giuste. ignorandole.
      • firefox88 scrive:
        Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore

        lo scopo di PirateBay non è di fare da gateway per l'illegalità. Vabbè... Una lotta politica si fa con un sito che offre *informazione* sul copyright e magari anche su come infrangerlo (vedi reti p2p completamente decentrate). Se la tua lotta contro l'ingiustizia la fai con un campo di ricerca per scaricare i film usciti al cinema 10 minuti fa, beh non sei credibile.
        • Massi cadenti scrive:
          Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore
          - Scritto da: firefox88

          lo scopo di PirateBay non è di fare da gateway
          per l'illegalità.


          Vabbè... Una lotta politica si fa con un sito che
          offre *informazione* sul copyright e magari anche
          su come infrangerlo (vedi reti p2p completamente
          decentrate). Se la tua lotta contro l'ingiustizia
          la fai con un campo di ricerca per scaricare i
          film usciti al cinema 10 minuti fa, beh non sei
          credibile.Negli anni 30 a Chicago non si poteva bere alcool... come hanno fatto a protestare e poi a vincere per via del fatto che era un comportamento ormai diffuso e quindi non più punibile?A) hanno fatto informazione;B) si sono rivolti a chi poteva fornirgli ugualmente l'alcool e hanno violato più o meno palesemente la legge; chi gli ha fornito l'alcool ha fatto la sua fortuna e quelli che ne hanno usufruito erano talmente tanti che non potevano essere messi in galera;Dimmi, qual è stata la soluzione?P.S. Se la stragrande maggioranza della popolazione infrange una legge, uno stato ha due alternative per evitare la guerra civile:A) metti in galera chi non la infrange (visto che non puoi costruire carceri grandi quanto città)B) abolisci la leggeLa A è chiaramente una provocazione ma fa capire quando mantenere lo stato di cose sia inapplicabile; la B è la soluzione giusta. La soluzione C (non fare nulla) non esiste, perché porta alla guerra civile. Ma se è questo che vogliono, io sarò pronto.
          • firefox88 scrive:
            Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore

            Negli anni 30 a Chicago non si poteva bere alcool...Non me la ricordo questa cosa, ma la prendo per buona.
            B) si sono rivolti a chi poteva fornirgli ugualmente
            l'alcool e hanno violato più o meno palesemente la legge;
            chi gli ha fornito l'alcool ha fatto la sua fortuna
            e quelli che ne hanno usufruito erano talmente tanti
            che non potevano essere messi in galera;In ogni caso non c'è stato bisogno di aprire un locale che avesse come insegna "la baia dell'alcool" per poi fare le vittime in caso di ritorsioni... ;-)Questi eventi mediatici possono ritorcersi contro il p2p, che per continuare a funzionare dev'essere anonimo e decentralizzato.
            La soluzione C (non fare nulla) non esiste,
            perché porta alla guerra civile.
            Ma se è questo che vogliono, io sarò pronto.Guerra civile per due mp3 e un DivX? Scaricare la roba a rotta di collo non è un nostro diritto, si tratta di un piccolo illecito che secondo me NON va punito, ma è un pur sempre un illecito.Ora sbranami :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 settembre 2008 19.46-----------------------------------------------------------
          • Just Me scrive:
            Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore
            Un grande una volta ha detto:"Se una persona fuma sotto un cartello 'vietato fumare', gli si fa la multa.Se dieci persone fumano sotto un cartello 'vietato fumare', si chiude un occhio.Se cento persone fumano sotto un cartello 'vietato fumare', si toglie il cartello".
    • Antonio Macchi scrive:
      Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore
      non e' un caso che in america usino la parola -conservatori- per indicare i dinosauri di destraecchisenefrega della legge?ai tempi di mussolini c'erano pure le leggi razziali.una cosa non e' giusta solo perche' 4 idioti venduti l'han scritta in un fogliotutta la questione del copyright era una grande cazzata, che con gli strumenti di oggi palesa tutta la sua assurdita'.o vogliamo fare cosa?non arrestiamo neanche Tanzi, ma vogliamo arrestare un ragzzino di 14 anni che si scarica un CD di madonna...su su... datevi una svegliata anche voi, dinosauri!
      • firefox88 scrive:
        Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore
        Io non sono un dinosauro. Non hai letto quello che ho scritto, e la tua sembra una risposta copia&incolla.Io non ho parlato di liceità del copyright né di condannare ragazzini di 14 anni che scaricano CD di Madonna. Per me possono scaricarne anche mille, a 14 anni lo facevo anch'io e le case discografiche per quanto mi riguarda potrebbero anche fallire.Ho solo detto che è sciocco aprire un sito che PER DEFINIZIONE dispensa materiale protetto da copyright, e se si vuole essere LIBERI bisogna spingere sulle reti decentrate.
      • Massi cadenti scrive:
        Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore
        - Scritto da: Antonio Macchi
        una cosa non e' giusta solo perche' 4 idioti
        venduti l'han scritta in un foglioParole sante.
    • egrep scrive:
      Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore
      - Scritto da: firefox88
      Forse sto per esprimere un parere un po'
      controcorrente.

      Dico solo una cosa: ragazzi, va bene il p2p,
      libero scambio, libera circolazione di
      informazioni. Ma quel sito va chiuso, e proprio
      per difendere il
      p2p.

      Tu non puoi svegliarti la mattina e aprire un
      sito con l'obiettivo palese e dichiarato (non
      prendiamoci in giro) di fare da gateway
      dell'illegalità. Con quale faccia da culo vai
      dicendo che un sito del genere non è pensato,
      concepito, studiato e congegnato per infrangere
      la
      legge?Quale legge amico?Tu come tanti parli omettendo un particolare che è la premessa per cui oggi noi possiamo ancora parlare della Baia.La legge è quella Svedese.E in Svezia stanno 'sti signori.Se ti ti leggi qualche legal threats ...o come si scrive/dice, sentirai affermazioni di questo tipo:"Noi rimuoveremo tutti i torrent `illegali`, solo se e quando la legislazione Svedese c'imporrà di farlo. Non siamo negli USA, in Inghilterra, in Italia (aggiungo io); la nostra attività è pienamente conforme alla normativa Svedese vigente".Fine del discorso.
    • Massi cadenti scrive:
      Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore
      - Scritto da: firefox88
      Tu non puoi svegliarti la mattina e aprire un
      sito con l'obiettivo palese e dichiarato (non
      prendiamoci in giro) di fare da gateway
      dell'illegalità. Con quale faccia da culo vai
      dicendo che un sito del genere non è pensato,
      concepito, studiato e congegnato per infrangere
      la legge?
      Ma poi sei anche ingenuo: il futuro sono le reti
      p2p distribuite, non quelle che passano
      attraverso un imbuto che può essere un sito web,
      un server per le ricerche, ecc... Chiudono
      l'imbuto e ciao. Bisogna essere veramente
      sciocchi per investire in questi progetti
      destinati prima o poi al tribunale.Ti sfugge che i gestori sono SVEDESI e The Pirate Bay è LEGALE in Svezia.
      • firefox88 scrive:
        Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore

        Ti sfugge che i gestori sono SVEDESI e
        The Pirate Bay è LEGALE in Svezia.Non mi sfugge...Guarda, non so cosa prevedano le polverose leggi italiane in materia ma credo che se un sito risiede in un certo paese, e in Italia i contenuti da esso proposti sono illegali, le autorità possono fare tutto quello che è il loro potere per "oscurarlo".Smentiscimi se ho detto qualcosa in esatto.
        • Nio scrive:
          Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore
          E' da notare poi che basta usare dns internazionali e thepiratebay lo vedi dall'italia :D
        • Massi cadenti scrive:
          Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore
          - Scritto da: firefox88

          Ti sfugge che i gestori sono SVEDESI e

          The Pirate Bay è LEGALE in Svezia.

          Non mi sfugge...
          Guarda, non so cosa prevedano le polverose leggi
          italiane in materia ma credo che se un sito
          risiede in un certo paese, e in Italia i
          contenuti da esso proposti sono illegali, le
          autorità possono fare tutto quello che è il loro
          potere per "oscurarlo".Ancora... :-o1) The Pirate Bay non offre contenuti, tant'è vero che in mancanza di seeder non si scarica, e i seeder non sono i gestori di The Pirate Bay2) In Italia non esiste la presunzione di colpevolezza3) Ci sono torrent che puntano a contenuti sicuramente legali4) Un file torrent contiene solo un hash, ossia un numero (i numeri non sono coperti da copyright né possono esserlo), una dimensione, ossia un altro numero, e un elenco di tracker (indirizzi web) a cui il client si può collegare (non è necessario, può anche solo usare DHT e non ha bisogno più dei tracker) che altro non fanno che dire al client "questo qui ha il file che stai cercando" quindi di fatto fornire un altro ennesimo collegamento. In tutto questo, la gestione del tracker è irrilevante; se anche un tracker smette di andare, ormai i client più evoluti ne riescono a fare a meno perché usano DHT che è serverless e non ha bisogno del tracker. In ogni caso, il file vero e proprio non passa né sul tracker né sul server da cui si scarica il torrent. E rimane che se chi ha creato il torrent non lo mette lui per primo in condivisione, quel file nessuno lo riuscirà a scaricare mai, questo a prescindere dalla disponibilità o meno del torrent e del tracker.5) In virtù del punto 1 qualsiasi contenuto è legale finché non è dimostrata la sua illegalità; nel caso dei file coperti da copyright (i file, non i torrent che ad essi linkano soltanto) essi non sono anche automaticamente illegali (hai letto bene, non sono illegali) perché potrebbero essere stati messi lì dal detentore del copyright o da altra persona a tal fine autorizzata da questo, e finché non si dimostra il contrario esiste la presunzione d'innocenza che fa sì che chi ha messo il file avesse i diritti per farlo, e quindi chi scarica è in buona fede fino a che non è provata la cattiva fede (ma appunto bisogna provarla, non è che uno è colpevole fino a prova contraria).
    • geeno scrive:
      Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore
      hai finito di dire stupidaggini?io da piratebay ci scarico le iso di LINUX, da ubuntu alla backtrack, e scarico a qualcosa come 780k/s , mentre dal sito ufficiale(superintasatissimo) scarica a non più di 30.Stai zitto và e vai a giocare in autostrada. E almeno leggiti l'articolo, prima di dire ste cavolate
      • firefox88 scrive:
        Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore
        Ma dai calmati, non c'è bisogno di fare questa scenata...Da' uno sguardo a quel sito, fra gli utenti di piratebay sei una mosca bianca (nel senso positivo del termine). E comunque non hai bisogno di piratebay per scaricare le ISO linux che di "pirate" non hanno proprio nulla, per molte distro esistono torrent ufficiali che fanno capo a tracker ufficiali.
        • chris81 scrive:
          Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore
          Sono daccordissimo con firefox88... con tutto ciò che ha detto. Inoltre, secondo me, chi si lamenta tanto della chiusura di PirateBay (legittima secondo me nel momento in cui si considera illegale scaricare gratuitamente materiale protetto da copyright) farebbe meglio a preoccuparsi della situazione italiana della libertà di stampa e non del fatto che non può più scaricare comodamente i divx o gli mp3 come faceva prima. Secondo me se proprio ci si vuole impegnare la battaglia per la difesa della libera condivisione di contenuti informativi ha altre priorità e su altri fronti al momento.
        • eth0 scrive:
          Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore
          - Scritto da: firefox88
          Da' uno sguardo a quel sito, fra gli utenti di
          piratebay sei una mosca bianca (nel senso
          positivo del termine). Questo lo dici tu e BASTA. E non ha alcun valore. Perché sulla base di questo principio, allora chiudiamo le discoteche perché è pieno di gente che va li a tirare di coca e la spaccia pure. E forse sono più della maggioranza.Oppure le autostrade, perché vi circolano anche i corrieri della droga.
          E comunque non hai bisogno
          di piratebay per scaricare le ISO linux che di
          "pirate" non hanno proprio nulla, per molte
          distro esistono torrent ufficiali che fanno capo
          a tracker
          ufficiali.Anche questo non significa assolutamente nulla. Forse non conosci bene cos'è un tracker torrent e cos'è una rete.La Baia è un nodo di una rete, e allo stesso tempo un sistema di indicizzazione/ricerca di ciò che gli utenti di quel network stanno scambiando. I server e gli host assolvono a questo unico e specifico scopo. A te come a me è data la possibilità di utilizzare quel tracker per pubblicare i file che si vuole condividere. A prescindere dai loro contenuti, che possono essere + o meno legali. La Baia non diffonde alcunché, come non lo diffonde un server eDonkey. E tanto meno "pubblica" alcunché. Sono gli utenti a farlo. E come ti hanno già detto - ma vedo che sei un pò duro d'orecchi, in senso positivo eh, - non c'è alcuna norma della legislazione svedese che imponga agli admin di rimuovere i "riferimenti" al materiale protetto da copyright.Da noi, prima della legge Urbani, era la stessa cosa. Addirittura, come ha dimostrato una recente sentenza della Cassazione, era possibile predisporre un server FTP e caricarci pure roba tutelata dal diritto d'autore: purché non vi si lucrasse sopra. Figurati: altro che torrent tracker. Li si che erano gli admin a diffondere e distribuire.Detto questo:1 - l'attività della baia è perfettamente legale dalle loro parti, non illegale come hai detto tu.In Italia oggi lo è, ma loro stanno in Svezia, e non essendo "distributori" di contenuti, non gli si può dire nulla nemmeno a casa nostra. Chi distribuisce sono i seeder e i leecher.2 - il cosiddetto sequestro è avvenuto sul presupposto indimostrato e indimostrabile che chi si collega alla Baia dall'Italia, lo fa al solo fine di "delinquere". Tant'è che, come ha ricordato qualcuno da queste parti, un illustre esperto di questioni legali in materia, ha parlato più propriamente di "oscuramento". Si oscura un sito sulla base di un assioma, di un sospetto. E questo non è ammissibile. O dimostri che chiunque invia e riceve dati da quell'host compie un'attività illecita, compreso chi semplicemente visita quel sito col proprio browser, oppure non puoi oscurare un bel nulla. A questo serviva l'esempio - proposto dall'amico sopra - delle iso di Linux. Infatti è pieno, anzi strapieno di materiale legalmente scaricabile e condivisibile.3 - Lasciamo perdere poi le altre questione, tipiche di un utilizzo dei media dell'informazione votato esclusivamente al Gossip, che in Italia è diventato ormai un'abitudine. I Pirati, il nome del sito, le sortite di Brokep & Co, sono tutte trovate e provocazioni in risposta alle major che continuano ad accusarli di attività illegali, e ad attaccarli anche "fisicamente"; quando queste attività sono illegali solo in casa delle degli sceriffi del web. Che poi essi siano anche orgogliosi che nel loro paese sia ancora possibile diffondere materiale coperto da copyright e ne facciano motivo di orgoglio, non significa nulla e tanto meno costituisce un reato: nemmeno a casa nostra.Quindi, la questione non si può riassumere in modo cosi' semplicistico come hai fatto tu.
          • firefox88 scrive:
            Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore

            Questo lo dici tu e BASTA. E non ha alcun valore.
            Perché sulla base di questo principio, allora
            chiudiamo le discoteche perché è pieno di gente
            che va li a tirare di coca e la spaccia pure. E
            forse sono più della
            maggioranza.Secondo me infatti bisognerebbe chiuderle le discoteche dove i proprietari non vigilano affinché non si spacci la droga... Secondo me, non so secondo la legge.
            Oppure le autostrade, perché vi circolano anche i
            corrieri della
            droga.Esempio non calzante, sono una esigua minoranza.
            Anche questo non significa assolutamente nulla.
            Forse non conosci bene cos'è un tracker torrent e
            cos'è una
            rete.Lo so perfettamente, e non mi serve il tuo ripassino arrogante. Intendevo veramente torrent ufficiali e tracker ufficiali.
            1 - l'attività della baia è perfettamente legale
            dalle loro parti, non illegale come hai detto
            tu.
            In Italia oggi lo è, ma loro stanno in Svezia, e
            non essendo "distributori" di contenuti, non gli
            si può dire nulla nemmeno a casa nostra. Chi
            distribuisce sono i seeder e i
            leecher.Personalmente (ma non sono sicuro) credo che lo Stato italiano possa oscurare i siti che favoriscono attività illegali nel nostro paese, anche se questi siti risiedono fisicamente altrove. Non so se questa norma si applichi a questo caso in particolare, ma credo proprio che esista, e che funzioni esattamente come ho detto.
            2 - il cosiddetto sequestro è avvenuto sul
            presupposto indimostrato e indimostrabile che chi
            si collega alla Baia dall'Italia, lo fa al solo
            fine di "delinquere". Tant'è che, come ha
            ricordato qualcuno da queste parti, un illustre
            esperto di questioni legali in materia, ha
            parlato più propriamente di "oscuramento".Infatti sono pienamente d'accordo sul fatto che l'oscuramento, in questo caso, è stato un illecito.Il mio intervento (che è stato frainteso da varie "code di paglia") era di carattere generale e mirava a sottolineare come il mondo del p2p non ha bisogno di essere sputtanato in un sito dove il pulsante di ricerca recita "RICERCA PIRATA". Tutto qui.
            3 - Lasciamo perdere poi le altre questione,
            tipiche di un utilizzo dei media
            dell'informazione votato esclusivamente al
            Gossip, che in Italia è diventato ormai
            un'abitudine.Qui sono d'accordo.
            I Pirati, il nome del sito, le
            sortite di Brokep & Co, sono tutte trovate e
            provocazioni in risposta alle major che
            continuano ad accusarli di attività illegali, e
            ad attaccarli anche "fisicamente";Io li trovo dei modi per mettersi in mostra, e non trovo nulla di "nobile" nel ribadire il proprio presunto diritto a scambiarsi roba protetta dal diritto d'autore ;-)Ripeto *NON* andrebbe PUNITO come comportamento, ma nemmeno posto ad esempio morale.
            Quindi, la questione non si può riassumere in
            modo cosi' semplicistico come hai fatto
            tu.Non a caso ne stiamo parlando, e stiamo approfondendo.Però se puoi usa un tono diverso, non stai parlando con il famoso dinosauro di destra che vuole metterti in galera perché scarichi un mp3. Abbassa le difese ;-)
          • eth0 scrive:
            Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore
            Cambiare tono? Abbassare le difese?Ma che stai a dire? Rileggiti, prima di parlare dei toni degli altri. Io sui modi e toni con cui esprimi le tue opinioni non ho messo una parola. Fai altrettanto anche tu, thanks. Non sto dando del cogliøne a nessuno ;-)Poi:quello che a te appare nobile o meno non interessa. Stiamo parlando di gente che ha tutto il diritto di dire: da noi, in Svezia, si può condividere liberamente tutto, purché non ci si lucri sopra. Prova a parlare con un Olandese e ti dice la stessa cosa. Infatti, non siamo qui per dare dei giudizi morali e di valore. E tanto meno quelli della Baia fanno campagne di moralizzazione. E se le facessero, personalmente non me ne importerebbe nulla. Tu d'altronde potresti andartene in giro con una maglietta con disegnata una foglia di marijuana, con la scritta: "Legalizziamola". E chi ti dice niente: tanto meno io e nemmeno un giudice.Secondo:non è in base a una dicitura come "Ricerca pirata" che puoi stabilire se un'attività è legale o meno. A parte che è palesemente una presa per il culø, ma se non ti piace...il sito è il loro e ci fanno quello che gli pare. Che ci vogliamo fare. Terzo:Lo Stato Italiano può impedire quello che dici tu. Ma lo deve fare in base all'accertamento di una responsabilità, che si determina solo al termine di un processo. E non è questo il caso. Perché non c'è stato ancora un dibattimento e una sentenza, ma siamo ancora in una fase di indagini preliminari. E ci sono forti dubbi sulla natura dell'attività posta in essere dalla Baia e quindi se possa applicarsi la legge Italiana.Quarto:"Secondo me bisognerebbe chiudere le discoteche perché..."No, non è in discussione quello che secondo TE si può fare o meno, ma quello che si può fare o meno in base alla legge.L'esempio delle autostrade non andava bene perché i corrieri sono una minoranza?Bene, allora diciamo che nelle autostrade Italiane l'80% degli automobilisti non rispetta i limiti di velocità e il codice della strada. Allora solo per questo le chiudiamo. Degli altri che fanno le cose per bene ce ne freghiamo altamente.
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore
            - Scritto da: firefox88
            Personalmente (ma non sono sicuro) credo che lo
            Stato italiano possa oscurare i siti che
            favoriscono attività illegali nel nostro paese,
            anche se questi siti risiedono fisicamente
            altrove. Non so se questa norma si applichi a
            questo caso in particolare, ma credo proprio che
            esista, e che funzioni esattamente come ho
            detto.Non sei sicuro e infatti sbagli, perlomeno in questo caso. Precisiamo che per "SITI ESTERI" si intendono siti che1) fisicamente non risiedono sul territorio italiano (quindi il server su cui sono memorizzate le pagine non si trova in Italia)2) con connettività non italiana (che è quasi automatico visto il punto 1 ma se fossero connessi via gprs con un operatore italiano in roaming all'estero *FORSE* verrebbero considerati con connettività italiana)3) gestiti da persone di nazionalità estera (o, se sconosciute, con nessun motivo o indizio che faccia credere siano di nazionalità italiana)4) gestiti da persone non residenti sul territorio italiano (quindi non solo devono essere cittadini non italiani, ma non devono neanche vivere stabilmente in Italia)5) non aventi dominio di primo livello .ITI siti rispondenti a *TUTTI* e 5 questi requisiti (e Pirate Bay risponde a tutti e 5 i requisiti) non possono essere oscurati dall'autorità italiana se non in due casi soltanto:- sito contenente materiale classificato pedopornografico dalla legge italiana (attraverso segnalazione riservata dal CNCPO ai provider che eseguono fisicamente il blocco)- sito di scommesse (o analogo, casinò ecc.) privo dell'autorizzazione da parte dell'AAMS (in questo caso il blocco viene chiesto direttamente dall'AAMS ai provider)Oltre a questi due, in *nessun* (ripeto NESSUN) altro caso è possibile, per la legislazione attuale, l'oscuramento di un "sito estero" dall'Italia. Tutt'al più l'autorità italiana può segnalare la cosa alla corrispondente autorità del Paese estero del sito, ma trattandosi (per fortuna) di un sito legale in patria, le autorità svedesi certamente non prenderanno provvedimenti di alcun tipo (ci mancherebbe altro).
    • pabloski scrive:
      Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore
      - Scritto da: firefox88
      Dico solo una cosa: ragazzi, va bene il p2p,
      libero scambio, libera circolazione di
      informazioni. Ma quel sito va chiuso, e proprio
      per difendere il
      p2p.
      hai ragione, i tracker hanno ovviamente gettato ombre sul P2P, che invece è una tecnologia grandiosa anche per futuri fini commerciali, e invece i tracker l'hanno esposta ad attacchi di major e gruppi di lobbisti
      Tu non puoi svegliarti la mattina e aprire un
      sito con l'obiettivo palese e dichiarato (non
      prendiamoci in giro) di fare da gateway
      dell'illegalità. Con quale faccia da culo vaiqui invece ti sbaglia, loro non dichiareranno mai di distribuire volontariamente materiale illegaleloro sono un motore di ricerca di torrent...Google è forse mai stato accusato di pedofilia anche se nel suo indice ci sono siti pedofili?Thepiratebay ha impugnato le stesse leggi che proteggono i motori di ricerca e almeno in Svezia gli hanno dato pienamente ragione....le altre legislazioni nicchiano e si limitano a colpire i piccoli tracker, quelli non hanno i mezzi per difendersie nel frattempo i lobbisti spingono per dichiarare il P2P illegale, incontrando ovviamente l'opposizione anche di colossi come Microsoft che vedono nel P2P il futuro strumento per distribuire aggiornamenti, programmi, ecc....
      dicendo che un sito del genere non è pensato,
      concepito, studiato e congegnato per infrangere
      la
      legge?semplicemente perchè è un sito pubblico in cui ognuno può postare quello che vuoleseguendo il tuo ragionamento, dovrebbero chiudere immediatamente Youtube
      Ma poi sei anche ingenuo: il futuro sono le reti
      p2p distribuite, non quelle che passano
      attraverso un imbuto che può essere un sito web,
      un server per le ricerche, ecc... Chiudono
      l'imbuto e ciao. Bisogna essere veramente
      sciocchi per investire in questi progetti
      destinati prima o poi al
      tribunale.
      ci vuole sempre una directory, un punto di partenza, un tracker, non esiste nulla di totalmente distribuitonemmeno TOR lo è
      Ora a me non me ne frega niente e la cosa non mi
      riguarda, per me possono riaprire anche domani o
      chiudere per sempre, però in questo caso davvero
      non si può gridare alla censura o alle lobby
      cattive che se la prendono con gli utenti. Si
      tratta del buon senso che se la prende con delle
      facce di
      bronzo.invece si, perchè la RIAA e gli altri suoi amici hanno agito nella totale illegalità per quanto riguarda le indagini, arrogantemente hanno vestito i panni dei cybercops ( potere che loro non hanno )ricordi il caso Peppermint? finito nel cestino perchè le intercettazioni erano illegaliadesso io sono contro il P2P selvaggio e la copia della proprietà altrui....non mi piace vedere che il 90% della banda se ne va perchè 4 bimbominchia passano giornate a scaricare Windows crakkati, video porno rubati, mp3 contraffatti e quant'altroperò qui ci sono in gioco la libertà e la legalità e bisogna dare una risposta forte alle majorla legge svedese per ora dice che Thepiratebay è legale, RIAA e soci fanno pressioni sul legislatore, come del resto hanno fatto finora senza risultati....evidentemente le pressioni dei cittadini sono più fortiè questa la democrazia, solo che quando RIAA ci guadagna allora gli va bene la democrazia, quando ci perde vorrebbe la dittaturae se domani mattina il copyright venisse bandito? tu cosa penseresti? le leggi non stanno lì da sè, ferme e immutabili ma riflettono i bisogni del popolo, se il popolo non vuole il copyright allora dev'essere abolito, con tutte le conseguenze che avrà sulla società....non puoi fare il tiranno arroccato nel tuo castello mentre sotto la folla chiede la tua testaquesta è la democrazia e io sono contento che la baia vinca, non perchè usi bittorrent per crakkare il win ( uso linux infatti ), ma perchè l'affaire Thepiratebay è una questione politica prim'ancora che un banale copyright infringment
    • Fai il login o Registrat scrive:
      Re: Va bene il p2p, ma un po' di pudore

      Ora a me non me ne frega niente e la cosa non mi
      riguardasicuro?suggerisco una lettura di Martin Niemöllersaluti e cordialità ^_^
  • Il pirata Popo scrive:
    Anche Fastweb ha riabilitato la baia!
    Era ora! Lunga vita ai pirati!!!
    • Massi cadenti scrive:
      Re: Anche Fastweb ha riabilitato la baia!
      - Scritto da: Il pirata Popo
      Era ora! Lunga vita ai pirati!!!Fai un tracert al vecchio ip, è ancora filtrato, il tracert non esce dalla rete Fastweb, si ferma a 26.qualcosa:tracert 83.140.176.200
  • NO copyright scrive:
    George Bernard Shaw
    Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela per uno. Ma se tu hai un'idea, ed io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee.George Bernard Shaw
    • Massi cadenti scrive:
      Re: George Bernard Shaw
      - Scritto da: NO copyright
      Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le
      scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una
      mela per uno.Se tu hai una mela non ti chiedo di darmela, mi dai direttamente i semi e io li pianto, così dopo un po' di tempo avrò un melo :)
  • master of disaster scrive:
    e come?
    ma che stai a di? come lo dimostrano???! :|
  • master of disaster scrive:
    ORA RIAPRIRE COLOMBO-BT !!!!!!!
    Ora dopo questa sentenza dobbiamo aspettarci la riapertura di colombo-bt visto che chi lo ha fatto chiudere e' LO STESSO giudice che ha emesso questa sentenza ai danni di The pirate bay ora ribaltata!STAY TUNED! Che giustizia sia!
  • SardinianBoy scrive:
    hacker or not?
    ..MI HANno detto di te...sei un incallito giocatore di play station! hi hi hi
  • i Liberalme scrive:
    OTTIMO!
    Come da oggetto...
  • Gica78R scrive:
    Re: Tele2 non ha mai bloccato
    - Scritto da: filtrafiltr a

    Query info for: www.thepiratebay.org - Checking
    based on 'our private bind9'
    results.

    # Tele2 (dns1-it.swip.net) (127.0.0.1) - Last
    check: 2008-09-26
    05:25:33
    # Tele2 (dns2-it.swip.net) (127.0.0.1) - Last
    check: 2008-09-26
    05:25:33Mi pare strano, perché per me continua ad essere perfettamente accessibile ed uso i dns che mi assegna automaticamente il provider.Per quanto riguarda i filtri sulle porte per il p2p non ne ho idea, perché non faccio uso di p2p (fatta eccezione, di tanto in tanto, per Bit Torrent per scaricare qualche distro linux), quindi per me il servizio è abbastanza soddisfacente.Ciao
    • mosilon scrive:
      Re: Tele2 non ha mai bloccato
      se ti serve linux vai qua: http://linux.studenti.polito.it/isodownload.php
      • Massi cadenti scrive:
        Re: Tele2 non ha mai bloccato
        - Scritto da: mosilon
        se ti serve linux vai qua:
        http://linux.studenti.polito.it/isodownload.phpHTTP è un sistema obsoleto per distribuire iso di Linux. Può andar bene nelle prime 2 ore quando sul p2p la nuova iso non ce l'ha nessuno ma dopo la velocità è equivalente, e col p2p si sa di stare facendo qualcosa anche per gli altri.Inoltre, HTTP va lasciato libero per i singoli aggiornamenti (impraticabili da distribuire via p2p a meno di non obbligare gli utenti Linux a tenere su un p2p 24/24).
  • fred scrive:
    Monitor dns, qui l'url
    Questa e' la verifica in tempo reale;al contrario delle previsioni i dns che risolvono correttamente l'url sono diminuiti, se infatti da un mese c'era una lista di numeri 18 di fronte ai domini relativi a piratebay sulla colonna "corretti" stamattina e' presente una lista di numer 16 a indicare che in questo momento sono aumentati i provider che bloccano, tuttavia e' da Lunedi' scorso che non controllo e il blocco che porta da 18 a 16 le risoluzioni corrette potrebbe essere arrivato nei gironi scorsi.In seguto alla sentenza di sblocco le colonne relative a piratbay dovrebbero cambiare e indicare tutte 27 e 0 http://osiris.kodeware.net/services/nscheck.php
  • Dr. House scrive:
    localhost
    Da me mappa ancora su localhosti dns dovrebbero sempre essere quelli di telecom interbusiness
    • Alessandro scrive:
      Re: localhost
      ahaha ... aspetta e spera! :-) i dns di telecom, ricordo di qualche anno fa quando lavoravo in un ISP, si aggiornavano anche dopo una settimana... forse avevano un cinesino che ogni tanto riavviava il servizio :-DD- Scritto da: Dr. House
      Da me mappa ancora su localhost
      i dns dovrebbero sempre essere quelli di telecom
      interbusiness
  • aaaaaaa scrive:
    Chi ha sbagliato PAGHI!!!!
    Perchè I COSTI DELLA "GIUSTIZIA" non devono essere sempre A CARICO DEI CITTADINI!!!!Buttassero fuori i giudici INCOMPETENTI! :@
    • Massi cadenti scrive:
      Re: Chi ha sbagliato PAGHI!!!!
      - Scritto da: aaaaaaa
      Perchè I COSTI DELLA "GIUSTIZIA" non devono
      essere sempre A CARICO DEI
      CITTADINI!!!!
      Buttassero fuori i giudici INCOMPETENTI!
      :@Straquoto.
  • TheStrunzGa y scrive:
    Sbugiardato il pm
    Aveva ordinato (su richiesta derlla major discografiche nostrane e non) l' impedimento di raggiungere il sito The Pirate Bay con la motivazione risibile tra le altre che siccome il sito si chiama La Baia dei Pirati sicuramente fanno PIRATERIA informatica.Niente di più ridicolo. Mi chiedo se ora si aprirà un posto vacante in BARBAGIA per un pm simile, il clima tra l' altro in BARBAGIA è ottimo per pm simili.
    • H5N1 scrive:
      Re: Sbugiardato il pm
      Voglio aprire un sito..."The Politicians Killer"Dici che me lo chiudono?:)
      • Reolix scrive:
        Re: Sbugiardato il pm
        - Scritto da: H5N1
        Voglio aprire un sito...
        "The Politicians Killer"
        Dici che me lo chiudono?
        :)E più probabile che ti rin-chiudano per comunismo 8)
    • Plinoi il giovane scrive:
      Re: Sbugiardato il pm
      Grazie, ma in SARDEGNA non abbiamo bisogno di personaggi del genere.Ve lo potete anche tenere...
    • L Avvocato scrive:
      Re: Sbugiardato il pm
      Suggerisco di leggere meglio l'articolo e capire meglio quale sia lo stato del procedimento in corso.L Avvocato
  • rolly scrive:
    tiscali blocca ancora.....
    ovviamente secondo lei!!! basta un qualsiasi anonymouse per aggirare il blocco!!ho provato con opendns ma non si collega , ho forse soo io che ho sbagliato, a qualcuno che ha tiscali si connette con PRB con opendns????
    • inet scrive:
      Re: tiscali blocca ancora.....
      In alcune zone, Tiscali blocca il routing verso la Baia. Cambiare DNS non è sufficiente: serve un proxy.Fai come me: manda una mail all'assistenza e chiedi di sbrigarsi a rimuovere il blocco dato che il sequestro e' stato annullato.Cosi' forse capiscono che prima di applicare un blocco su ordine di un PM devono opporsi in attesa che questo sia (ri)esaminato da un giudice alla presenza dei difensori delle parti in causa.
    • Gae scrive:
      Re: tiscali blocca ancora.....
      Anch'io avevo Tiscali che mi bloccava il sito ma ho ovviato inserendo i dns di Atlanet, anche con quelli di I.net ed opendns andava ...devi riavviare il browser dopo averli inseriti ...buona fortuna
  • Ignorantia Legis scrive:
    Ai Legulei Nostrani
    Mi piacerebbe che i Gallus e Micozzi scendessero per un attimo dagli allori in cui si sono posti da soli, e spiegassero a noi poveri mortali com'è andata la faccenda.Noto che se la tirano e se la suonano, ma nella sostanza non si capisce qual'è il problema.Sappiamo che l'accusa era fondata su una sorta di presunzione basata su statistiche.Ma si può sapere di cosa, quale reato, erano e sono accusati quelli della Baia?Importazione, distribuzione illegale sul nostro territorio di materiale tutelato dal diritto d'autore?E su quali basi si fonda la competenza del giudice Italiano in relazione a fatti commessi da cittadini che risiedono ed esercitano la loro attività sul "territorio" di uno Stato estero, la Svezia, ove la legislazione in materia è più permissiva di quella Italiana?Gli avvocati e gli operatori del diritto in genere avrebbero il dovere morale e istituzionale di diffondere anche loro la "conoscenza", non relegando questo compito solo a quelli della Baia di cui si fanno paladini. La legge è un qualcosa che ci riguarda tutti, dato che le conseguenze dei comportamenti individuali sono regolamentate e "sanzionate" dalla stessa.Grazie per l'attenzione.
    • H5N1 scrive:
      Re: Ai Legulei Nostrani
      Io mi porrei altre domande, ferme restando le perplessità che tu esprimi.In una realtà in cui tutti e tre i poteri (legislativo, giudiziario ed esecutivo) per attuare delle normative (aleatoriamente interpretate) ne infrangono altre qual è più il punto di riferimento?E' retorica, lo ammetto, ma è retorica necessaria.Se ci costringono (altri termini non ne vedo) a pagare multe e sanzioni cadute in prescrizione, a pagare orpelli (bollini SIAE, tasse varie ed altro) non dovuti, se quello che ieri era lecito oggi è addirittura reato a seconda delle esigenze di questa o quella testa... dov'è la legalità?
      • Ignorantia Legis scrive:
        Re: Ai Legulei Nostrani
        Capisco il tuo punto di vista, ma rischiamo di andare sul generico.Rimaniamo in tema.Secondo te, che forse come me ne capisci poco di diritto, come qualificheresti da un punto di vista giuridico un Tracker Torrent o un server Lugdunum per la rete eDonkey?E' importante, non sono questioni di lana caprina.Che tipo di funzione svolgono questi software? Servono a creare una sorta di autostrada informatica su cui circolano merci della più svariata natura? O che cosa?A me sembra che quando si parla d'informatica applicata al diritto ... o viceversa, la competenza degli operatori del diritto lasci molto a desiderare: spesso si avventurano in ricostruzioni a dir poco fantasiose. Lo stesso dicasi per chi fa le leggi.Ora nel caso specifico: qual'è l'accusa? Come è stata "qualificata" l'attività svolta dai Pirati della Baia?Perché dalla risposta a questa domanda potrebbero discendere delle conseguenze piuttosto rilevanti, come ad esempio la competenza o l'incompetenza del giudice Italiano.E in Italia? Si potrebbe mettere on-line un server Lugdunum che, a differenza di un tracker torrent, indicizza in automatico qualunque contenuto il peer che vi si connette abbia in condivisione, senza possibilità alcuna per l'amministratore del server di conoscere quali sono questi contenuti? Esistono dei precedenti basati sulla normativa attuale?E questo si può fare in Svezia senza rischiare che un giudice Italiano ci sequestri host e server in attesa di una sentenza definitiva?Tutto tace. E il galeone ora naviga in acque più calme, ma c'è ancora una nebbia troppo fitta.
        • H5N1 scrive:
          Re: Ai Legulei Nostrani
          - Scritto da: Ignorantia Legis
          Secondo te, che forse come me ne capisci poco di
          diritto, come qualificheresti da un punto di
          vista giuridico un Tracker Torrent o un server
          Lugdunum per la rete
          eDonkey?Non si tratta di classificare, ma di identificare.Cos'è ThePirateBay?Un sito che offre servizi di ricerca dei file torrent.Ovvero un ASP.Secondo quanto previsto dalla direttiva 2000/31/CE ed in particolare in Italia dal Decreto Legislativo 9 aprile 2003, n. 70 che la attua nell'articolo 16 ("Responsabilita' nell'attivita' di memorizzazione di informazioni - hosting-") si legge:Nella prestazione di un servizio della societa' dell'informazione, consistente nella memorizzazione di informazioni fornite da un destinatario del servizio, il prestatore non e' responsabile delle informazioni memorizzate a richiesta di un destinatario del servizio, a condizione che detto prestatore:a) non sia effettivamente a conoscenza del fatto che l'attivita' o l'informazione e' illecita e, per quanto attiene ad azioni risarcitorie, non sia al corrente di fatti o di circostanze che rendono manifesta l'illiceita' dell'attivita' o dell'informazione;b) non appena a conoscenza di tali fatti, su comunicazione delle autorita' competenti, agisca immediatamente per rimuovere le informazioni o per disabilitarne l'accesso.2. Le disposizioni di cui al comma 1 non si applicano se il destinatario del servizio agisce sotto l'autorita' o il controllo del prestatore.3. L'autorita' giudiziaria o quella amministrativa competente puo' esigere, anche in via d'urgenza, che il prestatore, nell'esercizio delle attivita' di cui al comma 1, impedisca o ponga fine alle violazioni commesse.Rimane comunque il fatto che si tratti di un motore di ricerca nè più nè meno di Google il quale non indicizza "volontariamente" i contenuti del web, ma lo fa in automatico senza discriminazione.Un BOT non può essere colpevole di nulla, come già è stato accertato e ufficializzato per Google.
          E' importante, non sono questioni di lana caprina.

          Che tipo di funzione svolgono questi software?
          Servono a creare una sorta di autostrada
          informatica su cui circolano merci della più
          svariata natura? O che
          cosa?Indicizzano.Punto.
          A me sembra che quando si parla d'informatica
          applicata al diritto ... o viceversa, la
          competenza degli operatori del diritto lasci
          molto a desiderare: spesso si avventurano in
          ricostruzioni a dir poco fantasiose. Lo stesso
          dicasi per chi fa le
          leggi.Abbastanza vero.
          E in Italia? Si potrebbe mettere on-line un
          server Lugdunum che, a differenza di un tracker
          torrent, indicizza in automatico qualunque
          contenuto il peer che vi si connette abbia in
          condivisione, senza possibilità alcuna per
          l'amministratore del server di conoscere quali
          sono questi contenuti? Esistono dei precedenti
          basati sulla normativa
          attuale?Secondo le normative precedentemente indicate sì, ma si dovrebbero togliere i contenuti che GLI AVENTI DIRITTO ci indicano di togliere e non, come detto da alcuni, fare i vigilanti e scandagliare quello che passa per il server.Stesso dicasi per la causa Mediaset-YouTube.Leggetevi bene la normativa.
          E questo si può fare in Svezia senza rischiare
          che un giudice Italiano ci sequestri host e
          server in attesa di una sentenza
          definitiva?

          Tutto tace. E il galeone ora naviga in acque più
          calme, ma c'è ancora una nebbia troppo
          fitta.Non vorrei essere il capitano di quella nave...
          • inet scrive:
            Re: Ai Legulei Nostrani
            Qualificare ho detto, non classificare. Cioè inquadrare un fenomeno "reale e concreto" in una fattispecie normativa "generale e astratta".Quindi secondo quanto dici tu, The Pirate bay è stato considerato un prestatore di servizi per la società dell'informazione? Questa è l'accusa?Interessante: è una tua supposizione o è ciò che gli è stato effettivamente contestato?
          • H5N1 scrive:
            Re: Ai Legulei Nostrani
            No, forse mi sono espresso male.Ho solo espresso il MIO punto di vista.ThePirateBay è stato reso inaccessibile con Provvedimento di sequestro preventivo dal GIP di Bergamo per indagini su PRESUNTE "violazioni del diritto d'autore".Questo mi pare evidente: il sequestro preventivo è, appunto, preventivo.
          • Ignorantia Legis scrive:
            Re: Ai Legulei Nostrani
            - Scritto da: H5N1
            No, forse mi sono espresso male.
            Ho solo espresso il MIO punto di vista.
            Dicevo sul serio, è interessante, perché se è vero che indicizzano e sono a conoscenza del fatto che tra il materiale c'è anche quello illegale, mi chiedevo in base a quale "qualifica" di questa attività il giudice italiano ha ritenuto di essere competente a "conoscere" della questione, quando si sa che è in Svezia che si trova la Baia e non in Italia: e dalle loro parti per ora la legge gli dà ragione.Cioè, è in Svezia che "indicizzano", non in Italia. E fuori dai "patrii confini" la magistratura Italiana non ha giurisdizione.La differenza rispetto a Youtube però è evidente: Youtube fa streaming, cioè diffonde. Loro hanno un tracker che funge come una sorta di nodo che collega gli utenti che scambiano: sono questi a "distribuire" i contenuti, non la Baia. A dimostrazione di ciò, se un torrent non ha seeder e peer, non viene distribuito nulla. Stessa cosa vale, a maggior ragione, per un server Lugdunum. Con questo tipologia di software, a differenza del torrent, non è necessario archiviare alcunché per permettere agli utenti di contattarsi e scaricare.La norma che hai citato tu sembrerebbe dunque non poter riguardare questi casi.P.s.Mi scuso per il cambio di nick, ma scrivevo anche da un'altra parte e mi sono incasinato :-)
          • H5N1 scrive:
            Re: Ai Legulei Nostrani
            In ogni caso comunque va applicato il principio che un ISP o un ASP non è responsabile dei contenuti fintanto non ne conosce la natura e che l'eventuale rimozione deve avvenire PREVIA richiesta degli aventi diritto o dell'autorità.Nella normativa non è prevista alcuna censura, chiusura o sequestro preventivo.
          • Ignorantia Legis scrive:
            Re: Ai Legulei Nostrani
            - Scritto da: H5N1
            In ogni caso comunque va applicato il principio
            che un ISP o un ASP non è responsabile dei
            contenuti fintanto non ne conosce la natura e che
            l'eventuale rimozione deve avvenire PREVIA
            richiesta degli aventi diritto o
            dell'autorità.Questo è indubbio.Il dubbio invece è se l'amministratore di un Tracker Torrent o di un server eDonkey possa essere considerato un fornitore di contenuti.Se si guarda a come tecnicamente funzionano l'uno e l'altro, a me verrebbe da rispondere di no. "La nebbia è ancora + fitta. Impossibile tracciare una rotta per condurre il Galeone verso un porto sicuro".
          • H5N1 scrive:
            Re: Ai Legulei Nostrani
            Tutto dipende da cosa intendiamo per servizi.A mio avviso, indipendentemente dal funzionamento "interno", ThePirateBay ed altri torrent-tracker offrono un servizio di ricerca.
          • bubba scrive:
            Re: Ai Legulei Nostrani
            la discussione e' interessante.. quotando"a) non sia effettivamente a conoscenza del fatto che l'attivita' o l'informazione e' illecita e, per quanto attiene ad azioni risarcitorie, non sia al corrente di fatti o di circostanze che rendono manifesta l'illiceita' dell'attivita' o dell'informazione;"sembrerebbe che un thepiratebay sia colpevole,ma non e' cosi. E' l'interpretazione di colpevolezza preventiva e "mischiacarte" che piace molto alle major..un serchengine+tracker cone TPB pubblica e consente di prelevare dei file .torrent che sono dei file descrittivi di un' altra risorsa. Non presente su TPB.Risorsa che, tra l'altro, alle major (o meglio alle societa' alla Peppermint) piace collegare con materiale pirata a prescindere. Spiego meglio : un file torrent chiamato "matrix revolution.avi.torrent" potrebbe puntare a un mio filmato con una lezione sul calcolo matriciale. Preventivamente TPB non puo saperlo, a meno che non lo scarichi, si colleghi ai vari peer prendendo l'avi e lo visioni. Cosa che non fa. Quindi non puo essere mai "effettivamente a conoscenza del fatto che l'informazione e' illecita"Per quanto riguarda il tracker, piace molto considerarlo "concorso in associazione criminale" di qualche tipo, perche permette ai peer di contattarsi. Anche questo e' estremamente tirato per i capelli. Perche permette ai soggetti (potenzialmente colpevoli) di contattarsi tra di loro ,nella stessa misura in cui Telecom permette a 2 assassini di parlarsi. Che facciamo? incolpiamo telecom? e' assurdo. monitoriamo preventivamente tutto il traffico telecom? altrettanto assurdo.L'unico modo per uscire da questa spirale assurda e' spostare una bella fetta di diritti verso gli utenti/consumatori, che ne sono stati defraudati. E tenere un area di applicabilita' delle violazioni realmente applicabile.
          • H5N1 scrive:
            Re: Ai Legulei Nostrani
            E' esattamente il mio punto di vista.Purtroppo lamento una grande interpretabilità "ad personam" delle leggi attualmente vigenti.
          • Ignorantia Legis scrive:
            Re: Ai Legulei Nostrani
            - Scritto da: bubba
            Spiego meglio : un file torrent chiamato "matrix
            revolution.avi.torrent" potrebbe puntare a un mio
            filmato con una lezione sul calcolo matriciale.
            Preventivamente TPB non puo saperlo, a meno che
            non lo scarichi, si colleghi ai vari peer
            prendendo l'avi e lo visioni. Cosa che non fa.
            Quindi non puo essere mai "effettivamente a
            conoscenza del fatto che l'informazione e'
            illecita"
            Esatto!Ma non solo: se anche venissero a conoscenza del fatto che in realtà il file .torrent punta, anziché alla tua lezione, al film Matrix Revolution, non c'è uno straccio di legge Svedese che gli imponga di rimuoverlo.Per questo motivo chiedevo in base a quali "costrutti" un magistrato Italiano ha potuto chiedere e ottenere il sequestro del sito. Considerando che la giurisdizione e la legislazione penale compete in via esclusiva ai singoli stati europei nell'ambito del proprio territorio. E questi mica stanno in Italia.
          • Josafat scrive:
            Re: Ai Legulei Nostrani
            Prova a rileggere l'articolo: viene detto che questo provvedimento non era un sequestro del sito (cosa non fattibile, vista la giurisdizione) ma un "oscuramento" ai danni dell'utenza italica per evitare che gli italiani internauti potesse delinquere. Non si parla di reati commessi da TPB, ma di possibili reati che gli italiani potrebbero aver commesso e commettere ancora tramite TPB.
          • Ignorantia Legis scrive:
            Re: Ai Legulei Nostrani
            - Scritto da: Josafat
            Prova a rileggere l'articolo: viene detto che
            questo provvedimento non era un sequestro del
            sito (cosa non fattibile, vista la giurisdizione)
            ma un "oscuramento" ai danni dell'utenza italica
            per evitare che gli italiani internauti potesse
            delinquere. Non si parla di reati commessi da
            TPB, ma di possibili reati che gli italiani
            potrebbero aver commesso e commettere ancora
            tramite
            TPB.Cavolo, ti ringrazio amico. In pratica il giudice, non potendo disporre il sequestro degli host e dei server, per via del difetto di giurisdizione, ha utilizzato lo strumento del sequestro preventivo per imporre ai provider il blocco del traffico verso la Baia, sul presupposto che i propri utenti - ogni volta che si collegano alla Baia - compiano un'attività illegale: e tutto questo grazie all'art 14 del D.L.vo 70/2003.E' cosi che è stata ricostruita la faccenda?Se fosse vero, è allucinante!!Come diavolo è possibile che gli ISP non abbiano fatto nulla per opporsi a questo assurdo? Cioè, secondo loro se scarico una ISO di Linux servendomi dei tracker della Baia, o mi limito semplicemente a visitare il sito, infrango la legge?A questo punto credo che questa vicenda avrà degli strascichi, e non per gli amici svedesi.
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Ai Legulei Nostrani
            - Scritto da: Ignorantia Legis
            In pratica il giudice, non potendo disporre il
            sequestro degli host e dei server, per via del
            difetto di giurisdizione, ha utilizzato lo
            strumento del sequestro preventivo per imporre ai
            provider il blocco del traffico verso la Baia,
            sul presupposto che i propri utenti - ogni volta
            che si collegano alla Baia - compiano un'attività
            illegale: e tutto questo grazie all'art 14 del
            D.L.vo 70/2003.Ammesso che sia ancora in vigore (i decreti vanno convertiti in legge o rinnovati entro 2 o 6 mesi e quindi di 6 mesi in 6 mesi per un massimo di non ricordo quante volte ma sicuramente inferiore a 4, e francamente non ho trovato la legge in cui sarebbe stato convertito questo decreto che risale a CINQUE anni fa) l'articolo 14 dice questo: 1. Nella prestazione di un servizio della società dell'informazione consistente nel trasmettere, su una rete di comunicazione, informazioni fornite da un destinatario del servizio, o nel fornire un accesso alla rete di comunicazione, il prestatore non è responsabile delle informazioni trasmesse a condizione che: 1. non dia origine alla trasmissione; 2. non selezioni il destinatario della trasmissione; 3. non selezioni né modifichi le informazioni trasmesse;2. Le attività di trasmissione e di fornitura di accesso di cui al comma 1, includono la memorizzazione automatica, intermedia e transitoria delle informazioni trasmesse, a condizione che questa serva solo alla trasmissione sulla rete di comunicazione e che la sua durata non ecceda il tempo ragionevolmente necessario a tale scopo.3. L'autorità giudiziaria o quella amministrativa avente funzioni di vigilanza può esigere anche in via d'urgenza, che il prestatore, nell'esercizio delle attività di cui al comma 2, impedisca o ponga fine alle violazioni commesse. Analizziamo punto su punto. Il primo punto dice che chi fornisce il servizio (nel nostro caso TPB) non è responsabile a condizione che 1. non dia origine alla trasmissione: ed è evidente che chi dà origine alla trasmissione è il seeder, senza il quale nessuno riceverebbe un tubo, anche se TPB è online e funzionante senza altri utenti che hanno il file che interessa nessuno potrà scaricare alcunché, quindi TPB è evidentemente esclusa; 2. non selezioni il destinatario della trasmissione: è il destinatario che scarica il torrent, quindi è il destinatario a selezionare cosa scaricare; TPB non impedisce a nessuno di scaricare; inoltre, a differenza di altri, non è un tracker a ratio, quindi non esiste una selezione (a priori o a posteriori) di chi può scaricare e chi no; 3. non selezioni né modifichi le informazioni trasmesse: e anche qui TPB non modifica né seleziona nulla, perché sono i client e i seeder che si parlano tra loro, il tracker funziona solo da indice per farli conoscere tra loro e non interviene oltre; i dati non passano sui server di TPB quindi non possono essere, ovviamente, né selezionati né modificati; anzi gli stessi gestori in più di un'occasione hanno dimostrato di non voler censurare nulla che non sia apertamente contro la legislazione svedese (pedoporno, virus e poco altro).Il secondo punto dice che i dati degli utenti non possono essere conservati più a lungo del tempo strettamente necessario per il funzionamento del tracker, altrimenti il gestore diventa responsabile. Facile da dimostrare: i dati degli utenti (che nel caso specifico si limitano all'indirizzo IP) si attivano nel momento in cui l'utente si collega e spariscono dal tracker (nel senso che non trasmette più agli altri "guarda c'è questo qui che è connesso e vuole/offre il file che hai/che cerchi", perché altro non fanno i tracker) nel momento in cui l'utente si sconnette. Più "strettamente necessario" di così è impensabile.Il terzo ed ultimo punto del §14 dice che un magistrato può esigere anche in via d'urgenza da parte del gestore che venga posta fine alle violazioni. Ma qui per violazioni non si intendono violazioni di copyright ma violazioni della privacy e più nello specifico il mantenimento dei dati (fossero anhe solo gli ip) degli utenti per un tempo più lungo di quello necessario o il loro uso per scopi diversi da quelli detti prima. Non si parla in nessun punto di diritto d'autore e connessi. E in ogni caso, non si parla di sequestro preventivo.E se anche per assurdo (ma non è così) la parola "violazioni" si riferisse alle violazioni di copyright, la magistratura ha forse chiesto a TPB di smetterla (posto che comunque non viola i punti 1 e 2)? No, è stato ordinato direttamente il sequestro preventivo senza nemmeno provare a contattare TPB.Inoltre, questa legge non riguarda gli utenti o la loro possibilità (legalissima) di accedere a TPB, ma solo ed esclusivamente i gestori.
            Come diavolo è possibile che gli ISP non abbiano
            fatto nulla per opporsi a questo assurdo?Perché gli ISP italiani di fronte a un provvedimento di un magistrato (e spesso neanche quello) non pensano a fare gli eroi come i loro colleghi esteri protestando e opponendosi civilmente, ma piuttosto si mettono a 90 dicendo "obbedisco". Eppure gli ISP, o perlomeno quelli grandi, avrebbero abbastanza soldi per potersi opporre legalmente senza troppe remore di fronte ad un provvedimento che giudicano inutile (perché evidentemente lo è) e sbagliato (perché TPB non deve rispondere di quello che fa alla legge italiana, e comunque, il fatto che TPB violi la legge italiana non è scontato ma anzi è tutto da dimostrare, visto che, come ho già detto, sentenze definitive di condanna per chi gestisce/gestiva tracker torrent in Italia non ce ne sono -ancora?- state).
            Cioè,
            secondo loro se scarico una ISO di Linux
            servendomi dei tracker della Baia, o mi limito
            semplicemente a visitare il sito, infrango la
            legge?Secondo la mente malata del PM che ha chiesto il sequestro e del GIP che l'ha convalidato, evidentemente sì. O forse loro ritengono comunque (a torto ovviamente) che le canzonette siano più importanti di Linux e che la presenza di un torrent che punti a delle canzonette basti a rendere illegale l'intero sito. Ovviamente senza nemmeno provare a chiedere ai gestori (che avrebbero comunque risposto che non rimuovevano perché giustamente loro rispondono solo alle leggi svedesi -e non vedo sinceramente per quale cavolo di motivo dovrebbero piegarsi alle leggi di altre nazioni-, ma questo è irrilevante visto che nemmeno c'è stato il tentativo).
            A questo punto credo che questa vicenda avrà
            degli strascichi, e non per gli amici
            svedesi.Se ti riferisci ai dati probabilmente raccolti da Pro Music il garante è stato chiaro, quei dati non possono essere utilizzati in alcun modo, tantomeno in un procedimento. I "siti civetta" sono possibili per la legge italiana solo per agire contro il pedoporno, non contro qualsiasi reato.
          • Ignorantia Legis scrive:
            Re: Ai Legulei Nostrani
            Hey man, ho scritto D.L.vo, abbreviazione forse non felice, ma che stava per Decreto Legislativo, che è cosa differente dal Decreto Legge. Occhio eh, ;-)
          • Ignorantia Legis scrive:
            Re: Ai Legulei Nostrani
            Aggiungo un appunto alla tua lettura dell'art 14 del Decreto Legislativo (lo evidenzio, per non generare confusione con i Decreti legge, di cui ripeto)non ho parlato) n° 70 del 2003:non è stato e non si applica a TPB, ma solo agli ISP nostrani.Questo è ciò che scrive il giudice che ha disposto il "sequestro": Visti gli atti 321 e segg. c.p.p.DISPONEil sequestro preventivo del suddetto sito web disponendo che i fornitori di servizi internet (Internet Service Provider) e segnatamente i provider operanti sul territorio dello Stato italiano inibiscano agli rispettivi utenti - anche e mente degli art. 14 e 15 dal Decreto Legislativo n. 70 del 9.4.2003) - l'accesso:- all'indirizzo www.thepiratebay.org;ai relativi alias e nomi di dominio presenti e futuri, rinvianti al sito medesimo;- all'indirizzo IP statico 83.140.176.146, che al momento risulta associato ai predetti nomi di dominio. e ad ogni ulteriore indirizzo IP statico associato ai nomi stessi nellattualità e in futuro. Qui trovi il testo integrale:http://www.ictlex.net/?p=934
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Ai Legulei Nostrani
            - Scritto da: Ignorantia Legis
            Aggiungo un appunto alla tua lettura dell'art 14
            del Decreto Legislativo (lo evidenzio, per
            non generare confusione con i Decreti legge, di
            cui ripeto)non ho parlato) n° 70 del
            2003:

            non è stato e non si applica a TPB, ma solo agli
            ISP nostrani.Se è il testo che ho citato io, non vedo come il caso di TPB c'entri qualcosa. Si parla di commercio elettronico.
            Questo è ciò che scrive il giudice che ha
            disposto il "sequestro":Il fatto che l'abbia scritto un giudice non lo rende più autorevole, tant'è vero che è stato sbugiardato dai suoi stessi colleghi del tribunale del riesame.Il sequestro/oscuramento di domini e di ip "futuri" poi è patetico, non trova riscontro in nessuna legge della repubblica, nemmeno per i mafiosi o per i vari indagati per corruzione ecc. a cui si sequestrano le proprietà e i beni che hanno, non quelli che avranno in futuro.
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Ai Legulei Nostrani
            - Scritto da: Ignorantia Legis
            Esatto!

            Ma non solo: se anche venissero a conoscenza del
            fatto che in realtà il file .torrent punta,
            anziché alla tua lezione, al film Matrix
            Revolution, non c'è uno straccio di legge Svedese
            che gli imponga di rimuoverlo.C'è un'altra cosa che nessuno considera: un mp3 o un divx (per il software è già diverso) non sono copie dell'originale, sono sue rielaborazioni. Infatti da un album in mp3 è impossibile ricreare la traccia audio del cd audio originale: qualsiasi comparazione fatta con un editor hex mostrerebbe che i dati sono sensibilmente diversi. Anche se riconverto un mp3 in wav, sarà diverso dal wav rippato dal CD. La legge parla di copia di brani coperti da diritto d'autore, ma considerare l'mp3 la copia di un brano è come considerare copia una cassetta registrata con un registratore portatile messo vicino alle casse di uno stereo che riproduce l'originale. Da piccolo copiavo così (non esistevano le doppie piastre) ma il risultato era scadente, o appena accettabile. Oggi se fate ascoltare un brano ad un audiofilo molto probabilmente vi saprà dire con certezza se si tratta dell'originale o di un mp3.Stessa cosa per un DivX, qui la differenza è ancora più visibile perché coinvolge il video oltre all'audio, e gli artefatti video li riconosciamo ancora più facilmente che non la mancanza di frequenze audio. Anche nei DivX o XviD ad alto bitrate comunque questi artefatti sono presenti, magari in misura minore, ma ci sono, perché qualsiasi compressione lossy produce di suo una perdita qualitativa più o meno marcata, e che non permette più di risalire all'originale (come detto posso fare un cd audio da un mp3 o un dvd video da un divx, ma non saranno fedeli all'originale). Come se ciò non bastasse, la cosa vale anche per i vob: infatti la maggioranza di questi sono compressi in modo da far stare in un DVD5 quello che normalmente sta in un DVD9. La maggioranza dei film in vendita sono infatti su (costosi, anche se un DVD+R DL lo pago 2-3 euro l'uno rimangono decisamente più cari dei DVD5 a 0,20 l'uno, visto che come spazio non sono neanche il doppio) DVD9, e anche tagliando via extra e lingue aggiuntive (che comunque è una mutilazione rispetto all'originale e quindi non ne è più una sua copia fedele) comunque il più delle volte bisogna ricomprimere.I DVD9 rippati sono pochi, perché come detto non convengono economicamente parlando (anche se rimarrebbero convenienti di fronte al costo dell'originale, tranne qualche raro caso di DVD promozionali di inizio di collane dati insieme a riviste o giornali ad un euro e simili).E' vero che in tanti anni sono venuti fuori anche formati audio non compressi (o meno compressi) come FLAC o APE, tuttavia sono ancora poco diffusi per via della loro scarsa portabilità (se me lo voglio sentire in giro non posso usarli così e devo comunque convertire in mp3).Insomma, mp3 e divx sono simili, ma non uguali. E una COPIA non può essere una RIELABORAZIONE. E' come se, per fare un paragone letterario, la legge colpisse chi pubblica (magari su internet) il riassunto di un libro in vendita.
          • Ignorantia Legis scrive:
            Re: Ai Legulei Nostrani
            - Scritto da: H5N1
            Tutto dipende da cosa intendiamo per servizi.
            A mio avviso, indipendentemente dal funzionamento
            "interno", ThePirateBay ed altri torrent-tracker
            offrono un servizio di
            ricerca.Quindi solo alcuni, ma non tutti. E in base a quale criterio distingueresti gli uni dagli altri?Ma poi:Google offre anche lui un servizio di ricerca, per mezzo del quale si possono trovare pure collegamenti a siti che ospitano materiale protetto da copyright. Ma nessuno s'è mai sognato di chiedere a google di non indicizzare i siti warez, accusandolo di violare in questo modo le norme sul diritto d'autore o di esserne in qualche modo complice. Questo perché la sua attività è "altra" rispetto alla diffusione illecita di materiale protetto.Si va a bussare semmai a casa dell'admin del sito warez e gli si chiede: "senti un pò amico, cosa c'hai li dentro"?Diversamente si tratterebbe di .....censura..... appunto!Allora qual'è la differenza rispetto a un tracker o a un eServer?
          • H5N1 scrive:
            Re: Ai Legulei Nostrani
            Anche chi non offre servizi di ricerca offre comunque servizi.Servizio di download del torrent, per esempio.Ma tutto ciò che non è ISP è APS se offre qualsivoglia servizio diverso dalla semplice connessione (hosting, sharing, publishing etc...)Come giustamente dici tu non si può accusare chi indica la fonte di qualcosa, ma il titolare della fonte (in questo caso il file e non il .torrent).E' terribile cadere nell'errore di pensare che ci sia molta confusione a riguardo. Credo che invece questi signori abbiano le idee ben chiare. Pure troppo.
    • lorenzodes scrive:
      Re: Ai Legulei Nostrani
      - Scritto da: Ignorantia Legis
      Mi piacerebbe che i Gallus e Micozzi scendessero
      per un attimo dagli allori in cui si sono posti
      da soli, e spiegassero a noi poveri mortali com'è
      andata la
      faccenda.

      Noto che se la tirano e se la suonano, ma nella
      sostanza non si capisce qual'è il
      problema.[...]
      Gli avvocati e gli operatori del diritto in
      genere avrebbero il dovere morale e istituzionale
      di diffondere anche loro la "conoscenza", non
      relegando questo compito solo a quelli della Baia
      di cui si fanno paladini. La legge è un qualcosa
      che ci riguarda tutti, dato che le conseguenze
      dei comportamenti individuali sono regolamentate
      e "sanzionate" dalla
      stessa.

      Grazie per l'attenzione.Scusa, se non sai cercare è colpa solo tua:http://www.ictlex.net/?p=934
  • unaDuraLezione scrive:
    verrà comunque filtrato fra poco...
    contenuto non disponibile
    • fred scrive:
      Re: verrà comunque filtrato fra poco...
      La legge italianoa non funziona cosi' per fortuna; non ancora almeno.Cio' che hai detto era corretto ed e' stato applicato nel caso del materiale e dei siti che bypassavano le protezioni della pay tv poiche' e' stato accertato che non esisteva alcun uso alternativo legale per tali siti e materiali.Diverso il caso delle modifiche sulla playstation invece, sono state considerate legali poiche' le protezioni integrate limitavano le possibilita' di utilizzo legale.Nel caso TPB questo e' ancora piu' facile da dimostrare.
    • H5N1 scrive:
      Re: verrà comunque filtrato fra poco...
      Non credo.In primis perchè per parlare di reato, almeno finchè qualcuno non modificherà le attuali leggi, c'è fortunatamente ancora bisogno del c.d. "corpo del reato" e dubito possano trovarlo.In pratica non basta verificare che tizio attraverso un indirizzo IP abbia INIZIATO a scaricare il file X, ma che ABBIA TERMINATO di scaricarlo: devono TROVARLO sul PC.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: verrà comunque filtrato fra poco...
        contenuto non disponibile
        • H5N1 scrive:
          Re: verrà comunque filtrato fra poco...
          Sto dicendo che potrei aver INIZIATO a scaricare un file, ma potrei averci ripensato, per esempio.E che per provare un reato ci vuole una PROVA tangibile del reato stesso. Ma questo non lo dico io, ma il c.c.p.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: verrà comunque filtrato fra poco...
            contenuto non disponibile
          • H5N1 scrive:
            Re: verrà comunque filtrato fra poco...
            Ammesso anche che il 100% dei downloadr abbia scaricato cose illegali, protette da diritto d'autore o quant'altro ciò non toglie l'esigenza di recuperare la prova tangibile del reato cioè il file sul computer del presunto colpevole.Secondo me a volte si fa confusione tra cosa è e cosa si può provare.La semplice deduzione che la maggiorparte di chi scarica da TPB violi qualche diritto è errata. Estenderla poi a tutti gli utenti non fa che aggravare l'errore.
          • Cryptotech scrive:
            Re: verrà comunque filtrato fra poco...
            Mi spiace per il parere contrario, ma per la legge italiana se non hai fisicamente il dato sul computer sono solo supposizionidovrebbero quindi prima pizzicare qualche utente, trovargli i dati, e poi potrebbero usare il principio sul quale si disquisisce, ma fino a quel momento poche cose.
          • H5N1 scrive:
            Re: verrà comunque filtrato fra poco...
            Se rileggi bene ho detto la stessa cosa :)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: verrà comunque filtrato fra poco...
            contenuto non disponibile
          • H5N1 scrive:
            Re: verrà comunque filtrato fra poco...
            Non dicevo a te :)intendevo dire che il "sequestro preventivo" sembra fatto in visione del fatto che "chi visita il sito sia un criminale" :)
          • Josafat scrive:
            Re: verrà comunque filtrato fra poco...
            Guarda che non basta dimostrare che qualche utente italiano usa TPB per commettere reati (miii, ho scaricato un mp3, sono un mafiosooooo!) per ribaltare la sentenza. Quello a cui mirano gli avvocati, e che secondo me è quanto la stessa legge italiana riconosce, è che le eventuali responsabilità di usi illegati di materiale coperto da copyright sia da considerare singolo reato del condivisore/scaricatore, e non dello snodo.
    • Reolix scrive:
      Re: verrà comunque filtrato fra poco...
      - Scritto da: unaDuraLezione
      Il succo è che l'accusa si basava su un dato
      statistico (l'alto numero di italiani connessi a
      TPB) senza poter dimostrare che questi
      effettivamente facessero attività
      illecite.Mi ricorda tanto i presunti danni che non si possono quantificare.... 8)
    • abracadabra scrive:
      Re: verrà comunque filtrato fra poco...
      il fatto è che su piratebay non c'è solo "roba" illegale...
    • Massi cadenti scrive:
      Re: verrà comunque filtrato fra poco...
      - Scritto da: unaDuraLezione
      Il succo è che l'accusa si basava su un dato
      statistico (l'alto numero di italiani connessi a
      TPB) senza poter dimostrare che questi
      effettivamente facessero attività
      illecite.
      Ora, senza nascondersi dietro ad un dito, non ci
      metteranno molto (visto anche che hanno tutti gli
      IP e probabilmente i cookies di chi ha cercato di
      connettersi) a dimostrare che campioni presi a
      caso di questi visitatori italiani, lo usavano
      per illeciti in grande
      maggioranza.Ammesso che abbiano raccolto quei dati, non possono comunque usarli in un procedimento perché sono dati raccolti in maniera illecita. Il Garante è stato chiarissimo in merito.
  • tele2 fa schifo scrive:
    Re: Tele2 non ha mai bloccato
    Tele2 ha sempre bloccato tutte le porte del p2p. Bloccare il sito della baia per loro era inutile.Per fortuna sono riuscito a sganciarmi dal loro servizio scadente e dalla spocchiosita' dei loro operatori del call center.
    • ...T2 scrive:
      Re: Tele2 non ha mai bloccato
      - Scritto da: tele2 fa schifo
      Tele2 ha sempre bloccato tutte le porte del p2p.
      Bloccare il sito della baia per loro era
      inutile.

      Per fortuna sono riuscito a sganciarmi dal loro
      servizio scadente e dalla spocchiosita' dei loro
      operatori del call
      center.No no no, non si dicono queste cose, non fare il cattivo.Non abbiamo mai bloccato nessuna PORTA, se volevi scaricare come un animale dovevi lasciare il mulo acceso e pazientare...
      • rolly scrive:
        Re: Tele2 non ha mai bloccato
        tiscali bloccava. anche con opendns nn si collegava, cmq ho risolto con anonymouse
      • Josafat scrive:
        Re: Tele2 non ha mai bloccato
        tele2 è piuttosto stronza da questo punto di vista, ma ultimamente con apex dc++ è possibile superare le loro proibizioni
        • ...T2 scrive:
          Re: Tele2 non ha mai bloccato
          - Scritto da: Josafat
          tele2 è piuttosto stronza da questo punto di
          vista, ma ultimamente con apex dc++ è possibile
          superare le loro
          proibizioniDai, non dire queste buffe cose.
  • Danilo scrive:
    Pirate bay non si apre.
    Il sito non si apre....
    • fred scrive:
      Re: Pirate bay non si apre.
      Abbi pazienza, alcuni provider hanno impiegato 10 giorni per implementare il blocco o ne impiegheranno altrettanti per rimuoverlo.
      • pirata scrive:
        Re: Pirate bay non si apre.
        io l'ho sempre aperto in tutti questi mesi con (Info****da)
        • Massi cadenti scrive:
          Re: Pirate bay non si apre.
          - Scritto da: pirata
          io l'ho sempre aperto in tutti questi mesi con
          (Info****da)Ah, Infostarda. Io una volta avevo Infoladra (poi per fortuna li ho mollati con non poca fatica).
  • SardinianBoy scrive:
    Usate open dns
    Salve ragazzi,io cono riuscito ad entrare lo stesso senza problemi fino ad oggi.Bastava usare open dns è il gioco è fatto.Ma ovviamente non lo dicono.Però il gioco è semplice,andando su www.opendns.com e seguire le poche regole(semplici) ....; ciao ciao !
    • Il pirata Popo scrive:
      Re: Usate open dns
      Se è per questo potevi entrarci in pochissimi secondi, anche grazie a uno dei milioni di proxy online sparsi per il web.
      • SardinianBoy scrive:
        Re: Usate open dns
        .....mmm..veramente ci entravo anche senza opena dns..poi ho provato in seguito.Ma in ogni caso avevo anche già installato Google Chrome e ci entravo senza difficoltà.In ogni caso è sempre meglio utilizzare LINUX.Grazie ciao
        • VerdescanBo y scrive:
          Re: Usate open dns
          - Scritto da: SardinianBoy
          .....mmm..veramente ci entravo anche senza opena
          dns..poi ho provato in seguito.Ma in ogni caso
          avevo anche già installato Google Chrome e ci
          entravo senza difficoltà.In ogni caso è sempre
          meglio utilizzare LINUX.Grazie
          ciaoGoogle Chrome? Linux? Ma che stai dicendo?Mi sa che e' meglio se torni a giocare a Hitman...
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Usate open dns
      contenuto non disponibile
    • Ilpiccolo scrive:
      Re: Usate open dns
      Mi hanno parlato di te... devi essere un hacer
      • Luigi Trabacchin scrive:
        Re: Usate open dns
        HahaHaHaHaHAHaHahaHa stavo giusto chiedendomi come poteva open dns scavalcare un blocco del genere ... ovviamente bisogna anche esser un'hacer!!
  • Rimason scrive:
    Sempre la solita storia
    Già mi son pronunciato qui:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2383692&m=2384079#p2384079"Spiegatemi una cosa nr: Giovanni89159 risp. 25 ago, 00.18"Non leggo niente di nuovo. I furbi, o presunti tali, senza accettare, prima di scaricare illegalmete qualcosa, che il diritto d'autore venga modificato, vogliono convincersi che sia un loro diritto violare i diritti altrui.Chi ha un pò di cervello, i diritti degli altri li rispetta e magari si batte perchè qualche riforma venga fatta (senza nel frattempo scaricare illegalmete). Purtroppo i primi, che gioiscono di questa magra consolazione della decisione su PB, sono la stragrande maggioranza. E questo è molto triste.Così non cambierà nulla, vedrete!
  • Il pirata Popo scrive:
    Ma a voi si apre il sito?
    Come da titolo, a me andando su http://thepiratebay.org/ mi da pagina non trovata con Fastweb. E a voi?Possibile che quando devono chiudere un sito fanno in un lampo e quando lo devono riaprire ci mettono i secoli?
    • nemo scrive:
      Re: Ma a voi si apre il sito?
      - Scritto da: Il pirata Popo
      Come da titolo, a me andando su
      http://thepiratebay.org/ mi da pagina non trovata
      con Fastweb. E a
      voi?
      Possibile che quando devono chiudere un sito
      fanno in un lampo e quando lo devono riaprire ci
      mettono i
      secoli?Manda una mail al tuo isp.E chiedigli di rimuovere il blocco. Con tanto di vaffa, in senso metaforico.
  • Garlini Valter scrive:
    Blocco Virtuale...
    Ma perché Pirate Bay era bloccato... forse si sono dimenticati di notificare il provvedimento agli almeno 2.500.000 di gestori di DNS presenti al Mondo ! Ma almeno adesso risparmiano sulla notifica dello sblocco (rotfl) (rotfl) (rotfl) !!!
  • user969993b is scrive:
    ormai io opendns
    ormai io uso opendns e addio
    • LordAzuzu scrive:
      Re: ormai io opendns
      Peccato che Tiscali dirottava il direttamente il routing, quindi con opendns non ci fai niente (se sei utente tiscali, ripeto).
  • tizio incognito scrive:
    net neutrality
    a noi vengono ad insegnarla dall'estero...ma il partito pirata italiano ha fatto qualcosa in merito?sul loro sito si parla di azione legale ma non si capisce se qualcosa e' stato fatto veramente o no
    • UgoFantossi scrive:
      Re: net neutrality
      http://punto-informatico.it/2411797/PI/News/censura-dei-blog-esposto-al-tribunale-rovereto.aspx
      • tizio incognito scrive:
        Re: net neutrality
        - Scritto da: UgoFantossi
        http://punto-informatico.it/2411797/PI/News/censurbene, ma si parla dell'oscuramento di un blog, non di pirate bay!
        • fred scrive:
          Re: net neutrality
          E' una delle battaglie in corso del PP, questa in particolare e' gia' stata avviata.Riguardo alla relazione fra TPB e PP bisogna tornare indietro di molti giorni, ricorda che i tempi della giustizia sono lunghi per cui quello che si doveva fare e' stato fatto ancora il mese scorso e l'inizio di questo, poi bisognava solo aspettare le tempistiche.
  • Enjoy with Us scrive:
    Nuova vittoria, il vento è cambiato!
    A tutti i pessimisti che nei post dei giorni scorsi continuavano a piangersi addosso, spero si stiano ricredendo!Questa è nel giro di due giorni la seconda innegabile vittoria della libera diffusione sulla rete di opinioni e materiali!Ormai il destino delle major è segnato, o abbandonano i loro cartelli con prezzi fuori mercato e accettano un taglio dei prezzi sostanzioso o falliranno!Già alcuni stati si sono espressi contro lo spreco di tempo degli organi giudiziari e repressivi nei confronti di un semplice illecito amministrativo, vogliono difendere il diritto d'autore? Paghino di tasca propria!Ora aspetto qualche deputato illuminato che proponga un taglio della durata di diritto d'autore e copyright a 10 anni con una limitazione anche della sua pervasività!E' assurdo che si debba pagare la SIAE per avere un pò di musica di sottofondo in un negozio o ancora ad una festa parrocchiale/patronale o ancora ad un matrimonio!E' ora di finirla con certe posizioni di rendita!Altro che La casta dei politici! Ma vi pare mai possibile che un autore debba ricevere diritti per una sua opera per 70 anni dopo la sua morte? Perchè!!! Per assicurare la pensione a suo nipote?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 settembre 2008 07.48-----------------------------------------------------------
    • user969993b is scrive:
      Re: Nuova vittoria, il vento è cambiato!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      A tutti i pessimisti che nei post dei giorni
      scorsi continuavano a piangersi addosso, spero si
      stiano
      ricredendo!leggiti questohttp://punto-informatico.it/2417234/PI/Commenti/privatizzazione-dell-ip-enforcement.aspxnon guardare SOLO le notizie buone.quelle cattive sono di più e sullo stesso argomento arrivano da più frontibene dunque per le belle notizie, ma che non inducano a rilassarsi senza far nulla per mantenere ciò che di buono esiste e va difeso
  • Gix scrive:
    povera Siae...
    non gliene va bene una!http://iltempo.ilsole24ore.com/adnkronos/?q=YToxOntzOjEyOiJ4bWxfZmlsZW5hbWUiO3M6MjE6IkFETjIwMDgwOTIzMTM0NDM0LnhtbCI7fQ==
    • kattle scrive:
      Re: povera Siae...
      ROTFL
    • Massi cadenti scrive:
      Re: povera Siae...
      - Scritto da: Gix
      non gliene va bene una!

      http://iltempo.ilsole24ore.com/adnkronos/?q=YToxOnMi sfugge il nesso. :
      • Gix scrive:
        Re: povera Siae...
        - Scritto da: Massi cadenti
        - Scritto da: Gix

        non gliene va bene una!




        http://iltempo.ilsole24ore.com/adnkronos/?q=YToxOn

        Mi sfugge il nesso. :visto le minchiate che scrivi non mi soprende affatto
        • Massi cadenti scrive:
          Re: povera Siae...
          - Scritto da: Gix
          - Scritto da: Massi cadenti

          - Scritto da: Gix


          non gliene va bene una!








          http://iltempo.ilsole24ore.com/adnkronos/?q=YToxOn



          Mi sfugge il nesso. :


          visto le minchiate che scrivi non mi soprende
          affattoTu invece hai espresso pensieri di alta filosofia...
          • Gix scrive:
            Re: povera Siae...
            - Scritto da: Massi cadenti
            - Scritto da: Gix

            - Scritto da: Massi cadenti


            - Scritto da: Gix



            non gliene va bene una!













            http://iltempo.ilsole24ore.com/adnkronos/?q=YToxOn





            Mi sfugge il nesso. :





            visto le minchiate che scrivi non mi soprende

            affatto

            Tu invece hai espresso pensieri di alta
            filosofia...certamente in confronto alle stupidaggini di chi vuole far dimettere qualsiasi pm che esprima parere diverso da un giudice del riesame la mia sembra alta filosofia.
          • Massi cadenti scrive:
            Re: povera Siae...
            - Scritto da: Gix
            certamente in confronto alle stupidaggini di chi
            vuole far dimettere qualsiasi pm che esprima
            parere diverso da un giudice del riesame la mia
            sembra alta
            filosofia.Il PM in questione è un becero ignorante tanto della legge sul diritto d'autore, tanto del codice di procedura penale, tanto del diritto internazionale. Se non si dimette, che torni all'università a studiare sul serio giurisprudenza perché o ha subito gravi danni al cervello dopo la laurea o la sua laurea è stata comprata.
          • Gix scrive:
            Re: povera Siae...

            Il PM in questione è un becero ignorante tanto
            della legge sul diritto d'autore, tanto del
            codice di procedura penale, tanto del diritto
            internazionale. Se non si dimette, che torni
            all'università a studiare sul serio
            giurisprudenza perché o ha subito gravi danni al
            cervello dopo la laurea o la sua laurea è stata
            comprata.lui è ignorante, non tu che parli di "ordine dei magistrati".fossi il Pm avrei già fatto partire una bella querela nei tuoi confronti. e poi piangi...
          • Massi cadenti scrive:
            Re: povera Siae...
            - Scritto da: Gix

            Il PM in questione è un becero ignorante tanto

            della legge sul diritto d'autore, tanto del

            codice di procedura penale, tanto del diritto

            internazionale. Se non si dimette, che torni

            all'università a studiare sul serio

            giurisprudenza perché o ha subito gravi danni al

            cervello dopo la laurea o la sua laurea è stata

            comprata.

            lui è ignorante, non tu che parli di "ordine dei
            magistrati".Mi diresti dove ho scritto "ordine dei magistrati"?
            fossi il Pm avrei già fatto partire una bella
            querela nei tuoi confronti.Per aver detto che il tribunale l'ha sbugiardato perché evidentemente non sa fare il PM?Non ha fatto nessuna notifica, non ha fatto neanche uno straccio di richiesta di rimozione, ha accusato il sito per il nome che ha, ha ordinato un sequestro di beni futuri, ha voluto accusare persone straniere residenti all'estero per un fatto che nel loro Paese non è reato. Una persona che fa questo conosce del diritto quanto ne conosce un guitto su un palcoscenico. E poi c'è una sentenza del tribunale del riesame di Bergamo che dà evidentemente torto al PM in questione, altrimenti non sarebbe stato ordinato il dissequestro.La verità fa male e brucia... Per cosa mi dovrebbe denunciare? Diffamazione? Per aver detto le cose come stanno? Se lui è uno che non ha studiato è grave che stia ancora al suo posto.
            e poi piangi...Non sarei stato io a piangere.
          • Gix scrive:
            Re: povera Siae...


            Mi diresti dove ho scritto "ordine dei
            magistrati"?sopra. dove scrivi "La magistratura è una casta intoccabile che qualunque cosa fa deve essere ritenuta cosa buona e giusta da tutti, magistrati e non. Se fa una cappellata il magistrato non è mai colpevole, manco fosse il Papa. Non va mai condannato. Non va mai accusato. Non va mai rinviato a giudizio. Non va mai sbattuto fuori a calci dal suo ordine."

            fossi il Pm avrei già fatto partire una bella

            querela nei tuoi confronti.

            Per aver detto che il tribunale l'ha sbugiardato
            perché evidentemente non sa fare il
            PM?evidentemente un corno.
            Non ha fatto nessuna notifica, non ha fatto
            neanche uno straccio di richiesta di rimozione,
            ha accusato il sito per il nome che ha, ha
            ordinato un sequestro di beni futuri, ha voluto
            accusare persone straniere residenti all'estero
            per un fatto che nel loro Paese non è reato. Una
            persona che fa questo conosce del diritto quanto
            ne conosce un guitto su un palcoscenico. E poi
            c'è una sentenza del tribunale del riesame di
            Bergamo che dà evidentemente torto al PM in
            questione, altrimenti non sarebbe stato ordinato
            il
            dissequestro.ripeto il dissequestro non implica che il Pm abbia fatto errori e tantomeno errori gravi. magari sbaglia il giudice del riesame. poi nel diritto molto spesso non ha senso parlare di "errori".
            La verità fa male e brucia... Per cosa mi
            dovrebbe denunciare? Diffamazione? Per aver detto
            le cose come stanno? Se lui è uno che non ha
            studiato è grave che stia ancora al suo
            posto.
            si per diffamazione. forse anche per calunnia. di stronzate ne hai dette parecchie.

            e poi piangi...

            Non sarei stato io a piangere.si certo...soddisfatto per la risposta?
          • Massi cadenti scrive:
            Re: povera Siae...
            - Scritto da: Gix
            soddisfatto per la risposta?No. Continui a ignorare o far finta di ignorare il post che ti sbugiarda (e sbugiarda il PM) punto su punto:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2417079&m=2418983#p2418983
  • Gabry scrive:
    Il solito mitomane...
    Ecco cosa scrive il Flora nazionale...http://www.lastknight.com/2008/09/26/the-pirate-bay-dissequestro-perizia-matteo-flora/A sentire lui si tratta di tre paladini...
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: Il solito mitomane...
      Non per niente ... zero commenti al suo articolo!
      • user969993b is scrive:
        Re: Il solito mitomane...
        - Scritto da: Alvaro Vitali
        Non per niente ... zero commenti al suo articolo!ci sono articoli che vengono letti da migliaia di persone che non vengono mai commentati
    • Carka scrive:
      Re: Il solito mitomane...
      Hanno lavorato gratis!! Come li vuoi chiamare? Sciacalli? :D W Matteo W Francesco W Giovanni!!
      • yup scrive:
        Re: Il solito mitomane...
        - Scritto da: Carka
        Hanno lavorato gratis!! Come li vuoi chiamare?
        Sciacalli? :D

        W Matteo W Francesco W Giovanni!!Visto che 2 dei tre sono delle mie parti, da noi si dice:"'ta gana 'e cag@i"Tutto quello che vuoi, ma a me risulta che i periti nominati dai tribunali vengano pagati: SEMPRE!Quindi piano con il "a gratis".
        • Gabry scrive:
          Re: Il solito mitomane...
          - Scritto da: yup
          Tutto quello che vuoi, ma a me risulta che i
          periti nominati dai tribunali vengano pagati:
          SEMPRE!

          Quindi piano con il "a gratis".Hemmm....Infatti qui non è un perito, ma un consulente. Il periito è quello del tribunale, il consulente quello dell'imputato...
        • Massi cadenti scrive:
          Re: Il solito mitomane...
          - Scritto da: yup
          Tutto quello che vuoi, ma a me risulta che i
          periti nominati dai tribunali vengano pagati:
          SEMPRE!I periti nominati dai tribunali (cioè da un giudice o dal PM) vengono pagati (se c'è condanna dal condannato, se l'imputato è innocente dallo stato). Dovrebbe (il condizionale è d'obbligo) essere sempre una persona in possesso di un titolo apposito per poter svolgere tale attività (non è invece indispensabile negli altri casi)Gli altri possono essere:- periti di parte (processo civile) vengono pagati o meno dalle rispettive parti, in base ad accordi predefiniti o in base a varie facilitazioni statali, esattamente come gli avvocati- periti di parte civile (processo penale) vengono nominati dalle parti civili (cioè i cittadini o le aziende che stanno dalla parte dell'accusa assieme al PM) e come tutti i periti di parte sono pagati o meno esattamente come gli avvocati (vedi punto precedente), hanno lo scopo di trovare prove tecniche o fornire perizie al fine di facilitare la condanna- periti della difesa (processo penale) vengono nominati dagli avvocati difensori o direttamente dagli indagati, hanno lo scopo di trovare prove tecniche o fornire perizie al fine di facilitare l'assoluzioneTutti i periti possono ovviamente cercare controperizie o prove che smentiscano le prove dell'altra parte, e questi sono spesso punti cruciali del dibattimento, i cosiddetti "assi nella manica" sia dell'accusa sia della difesa (perché possono influenzare notevolmente l'esito del processo) e per tali motivi la strategia vuole che tali assi nella manica non vengono svelati fino all'ultimo momento davanti al giudice
    • beppe a scrive:
      Re: Il solito mitomane...
      oh con sta mossa magari l'indice di gradimento del tipo sale un pò dopo la smerdata mediaset/utube
    • Mr.God scrive:
      Re: Il solito mitomane...
      - Scritto da: Gabry
      Ecco cosa scrive il Flora nazionale...

      http://www.lastknight.com/2008/09/26/the-pirate-ba

      A sentire lui si tratta di tre paladini...Capiscilo...fino a qualche tempo fa non lo conosceva neanche la madre...é un consulente e campa di pubblicitá.Andrebbe a pulire i gabbiani sporchi di petrolio con un cotton fiocc se saprebbe di finire sui giornali :)
    • Massi cadenti scrive:
      Re: Il solito mitomane...
      - Scritto da: Gabry
      Ecco cosa scrive il Flora nazionale...

      http://www.lastknight.com/2008/09/26/the-pirate-ba

      A sentire lui si tratta di tre paladini...Forse perché lo sono. :)I paladini non sono solo quelli della "giustizia", eh...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 settembre 2008 11.20-----------------------------------------------------------
    • anonimo scrive:
      Re: Il solito mitomane...
      Ridicolo...ora l'articolo su punto-informatico e' anche evidenziato...forse perche' Flora scrive per il sito?? Doppiamente ridicolo! Certo che l'ha fatto gratis...e' un free lance...quindi tutta pubblicita'!pensavate l'avesse fatto per uno spirito nobile?
  • marlab scrive:
    Che noia!
    La solita Italietta dei cachi...
  • Francesco Paolo Micozzi scrive:
    Il segreto dei motivi...
    Ciao a tutti. Ammetto che quando mi è stato comunicato il dispositivo ho avuto una forte emozione. Ringrazio tutti per il supporto ricevuto. Questa vittoria di TPB è importante, anche se ancora non è stata posta una pietra sulla vicenda.Ho letto da qualche parte che qualcuno conosce già la "motivazione" e che il dissequestro si basi su busillis cavillosicchi che a noi avvocati piacciono tanto.Se così fosse, probabilmente, ne avrei saputo qualcosa anche io ;-)Ho letto anche "prima di gioire aspettiamo le motivazioni". Ebbene. L'avvocato deve tutelare il suo assistito nel miglior modo possibile, anche adoperando dei cavilli. Consideriamo che la cosa importante - in questa fase - era far cessare questa misura cautelare reale.E' assolutamente possibile che i giudici del riesame abbiano accolto il riesame per i motivi più tecnici e procedurali. Ma questo non significa che ci troviamo di fronte ad una mezza-vittoria. E questo non significa che i motivi di riesame "di merito" non siano fondati.Sono assolutamente convinto della fondatezza di ogni singolo motivo del riesame (di venti pagine) da quello più "di merito" a quello più tecnico.un abbraccio a tutti gli amici di TPB!FPM
    • Federico Paolo Micozzi scrive:
      Re: Il segreto dei motivi...
      Si va sulla fiducia eh?Come facciamo a capire che tu sei tu e non un fake?
      • Francesco Paolo Micozzi scrive:
        Re: Il segreto dei motivi...
        se vuoi chiamami domani mattina in studio e te lo dimostro :)ah no... domattina sono in tribunale. Chiama di pomeriggio!a parte gli scherzi... sarebbe impensabile a "mitomani imitatori di un semplice avvocato" :-)non pensi?salutiFrancesco :-)
        • Gigi scrive:
          Re: Il segreto dei motivi...
          Non ti sentiresti onorato?Fino ad oggi si credeva di essere Napoleone, Giulio Cesare, ecc. da oggi i matti crederanno di essere Francesco Paolo Micozzi!A parte gli scherzi, il provvedimento di censura era davvero sgradevole non nel caso specifico (su cui si puo' essere o meno d'accordo) ma in generale.Quindi grazie e ovviamente complimenti per la vittoria!
        • Josafat scrive:
          Re: Il segreto dei motivi...
          eheh... sul mio blog ho avuto un commento anonimo da chi si firmava "Andrea Pamparana"... qualche anno fa sul blog della ragazza con la quale stavo è comprarso un commento di "Antonia Arslan"... ...ma mi fido che fossero loro... non è facile essere a conoscenza di determinati fatti...
    • Carka scrive:
      Re: Il segreto dei motivi...
      Grazie per tutto quanto!!!!!!!
  • Emanuele Benatti scrive:
    La differenza...
    leggiamo le motivazioni.. se il processo andrà in archiviazione questa caccia alle streghe finisce.. perchè il gip di Bergamo ha fatto l'ennessima figura di......Colombo l'ha chiuso.. the pirate bay è troppo per lui :)Tutta la pubblicità indiretta di questo provvedimento non pul che portare ancora piu' seeders sulla baia.........
  • Humer scrive:
    E la notizia di domani sarà: p2p libero!
    Dopo 2 "belle" notizie una di fila l'altra (sarkozy e questa) a sto punto per domani mi aspetto: "Abrogata la legge sulla condivisione dei files: tutte le opere d'ingegno di ieri, oggi e domani nascono da subito come patrimonio dell'umanità e possono essere divulgate a tutti senza limiti o obblighi di legge"Ma poi sempre di sera ste notizie ? Cos'è, le procure staccano tardi la sera o arrivano tardi in ufficio la mattina e quindi poi tocca stare di più a lavorare ?
    • Massi cadenti scrive:
      Re: E la notizia di domani sarà: p2p libero!
      - Scritto da: Humer
      "Abrogata la legge sulla condivisione dei files:
      tutte le opere d'ingegno di ieri, oggi e domani
      nascono da subito come patrimonio dell'umanità e
      possono essere divulgate a tutti senza limiti o
      obblighi di legge"Magari. Ma temo ci vorrà ancora tempo per questo, la cosa grave è che ci sono degli idioti che non solo non guadagnano nulla dalla situazione attuale ma sono i primi a rischiare la galera con le leggi odierne. "Matrix è un sistema, e quel sistema è nostro nemico; ma quando ci sei dentro, ti guardi intorno e cosa vedi? ...uomini d'affari, insegnanti ,avvocati,falegnami... le proiezioni mentali della gente che vogliamo salvare. Ma finchè non le avremo salvate, queste persone faranno parte di quel sistema e questo le rende nostre nemiche. Devi capire che la maggior parte di loro non è pronta per essere scollegata; tanti di loro sono così assuefatti, così disperatamente dipendenti dal sistema che combatterebbero per difenderlo" (Morpheus)
      Ma poi sempre di sera ste notizie ?
      Cos'è, le procure staccano tardi la sera o
      arrivano tardi in ufficio la mattina e quindi poi
      tocca stare di più a lavorare
      ?No, evidentemente le procure lavorano di giorno e queste sono notizie da dare il prima possibile. Non mi sento di dare torto alla redazione, anzi appoggio la cosa. Poi tanto è bene evidenziata, magari lo sarà anche domani.
      • Federico Paolo Micozzi scrive:
        Re: E la notizia di domani sarà: p2p libero!
        Come possiamo fidarci di quel che hai scritto? Come facciamo a capire che tu sei tu e non un fake?
    • frk scrive:
      Re: E la notizia di domani sarà: p2p libero!
      - Scritto da: Humer
      "Abrogata la legge sulla condivisione dei files:
      tutte le opere d'ingegno di ieri, oggi e domani
      nascono da subito come patrimonio dell'umanità e
      possono essere divulgate a tutti senza limiti o
      obblighi di
      legge"E dopodomani io che sviluppo software (opera d'ingegno) che vendo ai privati, vengo a mangiare e dormire a casa tua perchè non ho più introiti... ah e già che ci sono smetto di scrivere software, e poi voglio vedere cosa "si divulga".
      • Massi cadenti scrive:
        Re: E la notizia di domani sarà: p2p libero!
        - Scritto da: frk
        E dopodomani io che sviluppo software (opera
        d'ingegno) che vendo ai privati, vengo a mangiare
        e dormire a casa tua perchè non ho più
        introiti... ah e già che ci sono smetto di
        scrivere software, e poi voglio vedere cosa "si
        divulga".Ma chi sei, Michele Gelli? Scrivi software? Rilascialo gratuito e open e guadagna con l'assistenza, oppure non rilasciarlo open (ma sempre gratuito) e guadagna con gli sponsor, oppure non scriverlo proprio e girati i pollici.Ovviamente puoi continuare come fai adesso a provare a vendere le lampade ad olio, ma non prendertela con tutti se esiste la corrente elettrica.
        • frk scrive:
          Re: E la notizia di domani sarà: p2p libero!

          Ma chi sei, Michele Gelli? Scrivi software?
          Rilascialo gratuito e open e guadagna con
          l'assistenza, oppure non rilasciarlo open (ma
          sempre gratuito) e guadagna con gli sponsor,
          oppure non scriverlo proprio e girati i
          pollici.Ma bravo il mio "utopico"...Io sviluppo games, quindi l'assistenza non esiste, e gli sponsor non ne parliamo (mica vendo milioni di copie).Quindi mi devi proprio spiegare perchè devi costringermi a rilasciarlo open... Io lo rilascio a pagamento. Chi lo copia è un pirata. Il giorno che nessuno me lo compra (e nessuno lo pirata) cambierò mestiere...Ma perchè invece di iniziare da noi programmatori non iniziate da chi fa un lavoro di servizi come ad esempio il meccanico? Se non usa nessun pezzo per riparare la mia auto (magari fa solo una messa a punto) potrebbe farlo gratis no?Convincilo tu, poi ne riparliamo.
  • Massi cadenti scrive:
    Il gip di Bergamo...
    In un Paese civile, se il GIP in questione fosse una persona per bene, ora si sarebbe già dimesso. Ma non credo si dimetterà...
    • emmeesse scrive:
      Re: Il gip di Bergamo...
      Ma perche'?Io credo che il GIP di bergamo sia una persona degna.Non lo conosco, ma mi fido dello stato della legalita' a Bergamo.E' stato solo un problema di codici non di persone.
      • Massi cadenti scrive:
        Re: Il gip di Bergamo...
        - Scritto da: emmeesse
        Ma perche'?
        Io credo che il GIP di bergamo sia una persona
        degna.
        Non lo conosco, ma mi fido dello stato della
        legalita' a Bergamo.Nel tribunale del riesame senz'altro. Per quanto riguarda il GIP, ha agito fuori dalla legalità. Un magistrato che agisce fuori dalla legalità dovrebbe dimettersi, per rispetto ai suoi colleghi che la legalità la rispettano. E se non lo fa, il CSM dovrebbe cacciarlo furoi a calci nel sedere. E sarebbe anche chiamato a rispondere personalmente in una causa civile per risarcimento da parte di Pirate Bay.Questo in un Paese civile, dove chi sbaglia paga personalmente i suoi errori, magistrati compresi. Ma l'Italia non è un Paese civile, e ai PM che sbagliano non solo li promuovono e li mettono dove loro vogliono andare, ma li fanno diventare pure giudici, non si sa mai che di giudici ex pm non ce ne siano abbastanza (vedi caso del PM di Catanzaro che indagò sull'inchiesta telecom/wind prendendo cantonate pazzesche, oggi fa il GIP a Napoli).
        • Gix scrive:
          Re: Il gip di Bergamo...
          - Scritto da: Massi cadenti
          - Scritto da: emmeesse

          Ma perche'?

          Io credo che il GIP di bergamo sia una persona

          degna.

          Non lo conosco, ma mi fido dello stato della

          legalita' a Bergamo.

          Nel tribunale del riesame senz'altro. Per quanto
          riguarda il GIP, ha agito fuori dalla legalità.
          Un magistrato che agisce fuori dalla legalità
          dovrebbe dimettersi, per rispetto ai suoi
          colleghi che la legalità la rispettano. E se non
          lo fa, il CSM dovrebbe cacciarlo furoi a calci
          nel sedere. E sarebbe anche chiamato a rispondere
          personalmente in una causa civile per
          risarcimento da parte di Pirate
          Bay.
          Questo in un Paese civile, dove chi sbaglia paga
          personalmente i suoi errori, magistrati compresi.
          Ma l'Italia non è un Paese civile, e ai PM che
          sbagliano non solo li promuovono e li mettono
          dove loro vogliono andare, ma li fanno diventare
          pure giudici, non si sa mai che di giudici ex pm
          non ce ne siano abbastanza (vedi caso del PM di
          Catanzaro che indagò sull'inchiesta telecom/wind
          prendendo cantonate pazzesche, oggi fa il GIP a
          Napoli).ora non esageriamo. se ogni volta che il tribunale del riesame sconfessa un pm questo si deve dimettere non ci sarebbero più pm in Italia. l'aspetto positivo del sistema giudiziario italiano è che si può riparare all'errore di un singolo. poi ovviamente ci sono tanti aspetti negativi, sia chiaro
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Il gip di Bergamo...
            - Scritto da: Gix
            ora non esageriamo. se ogni volta che il
            tribunale del riesame sconfessa un pm questo si
            deve dimettere non ci sarebbero più pm in Italia.No, ci sarebbero solo PM onesti e ligi ai limiti che la legge italiana gli consente (che già sono molto più larghi di qualunque altro cittadino).Se uno non è in grado di rispettare le leggi non fa il magistrato o il poliziotto, che faccia qualcos'altro. Oppure se lo fa e non le rispetta dovrebbe risponderne in prima persona e molto più duramente di qualsiasi altro cittadino.Qua per uno che scambia due canzoni si prospetta la galera (dico, la GALERA) e a un magistrato che fa eseguire un sequestro (SEQUESTRO) illeggittimo (o comunque evidentemente con metodi fuori dalle regole, altrimenti il tribunale del riesame non l'avrebbe annullato) magari gli si dà un aumento di stipendio e una promozione? Siamo proprio al paradosso.Se ti sequestrassero la casa di punto in bianco senza averne il diritto (ma avendone il potere) e poi dopo un mese di tribolazioni e tribunali te la ridanno tu cosa faresti? Io manderei il conto dell'avvocato e il conto dell'albergo a casa del PM che mi ha rubato la casa per un mese. E ovviamente una denuncia sulla sua testa per sequestro illeggittimo ci sta tutta. E' ora di finirla.
          • Gix scrive:
            Re: Il gip di Bergamo...

            No, ci sarebbero solo PM onesti e ligi ai limiti che la legge italiana gli consente (che già sono molto più larghi di qualunque altro cittadino).si come se le leggi fossero sempre chiare e univoche. stai zitto che non sai di cosa stai parlando.
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Il gip di Bergamo...
            - Scritto da: Gix

            No, ci sarebbero solo PM onesti e ligi ai limiti
            che la legge italiana gli consente (che già sono
            molto più larghi di qualunque altro
            cittadino).

            si come se le leggi fossero sempre chiare e
            univoche. stai zitto che non sai di cosa stai
            parlando.A me "stai zitto" non lo dice nessuno, e se qualcuno ci prova lo interpreto come "non so risponderti in maniera pacifica perché non riesco a dimostrare di avere ragione".
          • Gix scrive:
            Re: Il gip di Bergamo...
            - Scritto da: Massi cadenti
            - Scritto da: Gix


            No, ci sarebbero solo PM onesti e ligi ai
            limiti

            che la legge italiana gli consente (che già sono

            molto più larghi di qualunque altro

            cittadino).



            si come se le leggi fossero sempre chiare e

            univoche. stai zitto che non sai di cosa stai

            parlando.

            A me "stai zitto" non lo dice nessuno, e se
            qualcuno ci prova lo interpreto come "non so
            risponderti in maniera pacifica perché non riesco
            a dimostrare di avere
            ragione".è evidente che non ti è chiaro quanto sia grottesco quello che scrivi. un Pm che ne capisce poco di informatica non è onesto e ligio? deve essere defenestrato' se i pm non sbagliassero mai potremo eliminare tutti e tre i gradi di giudizio. davvero, non ti rendi conto delle minchiate che spari? manco sgarbi nel momento peggiore attaccava in quella maniera indegna un magistrato. ma qui non si tratta neanche di difendere o meno un magistrato o l'intera magistrature. qui non si ha la minima idea di come funziona il sistema giudiziario. e si chiedono le dimissioni di una persona. il pm è un corrotto, venduto alle major. porta le prove, poi ne riparliamo.
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Il gip di Bergamo...
            - Scritto da: Gix
            è evidente che non ti è chiaro quanto sia
            grottesco quello che scrivi. un Pm che ne capisce
            poco di informatica non è onesto e ligio?Un PM che ne capisce poco o niente di informatica passa un caso di informatica a un collega che ne capisce. Un giudice che non capisce l'argomento su cui dovrebbe giudicare si dichiara incompetente e passa la rogna a un altro che ne capisca più di lui, perché un PM no? Forse perché qualunque sia l'esito delle indagini la cosa fa numero nel curriculum e scattano promozioncine, aumenti di stipendio e magari un trasferimento in una città più bella e in un altro ruolo (vedi il PM di Catanzaro trasferito a Napoli come giudice)?Poniamo che tu capisca poco o niente niente di idraulica, metteresti a posto un tubo del vicino col rischio di allagargli la casa? Se sei sano di mente gli dici di no, o tutt'al più gli consigli di chiamare uno che ne capisca. Se invece nonostante questo vai comunque e gli allaghi la casa, sei pronto a prenderti le tue responsabilità e pagargli i danni di tasca tua? Oppure deleghi allo stato (cioè la cittadinanza) il pagamento dei danni?Qua non parliamo di castelli fumosi, parliamo di danni fatti a persone reali da magistrati incompetenti. E devono pagare. Loro, non io, perché se io sbaglio non posso far pagare i miei errori a qualcun altro. E se il mio errore è grave e fossi un lavoratore dipendente (e i magistrati sono dipendenti statali visto che li paghiamo tutti quanti con le nostre salatissime tasse) allora verrei licenziato, e così dovrebbe essere per un magistrato che sbaglia.Non è che ha perso una causa (può succedere), è che ha agito fuori dai limiti a lui consentiti. E questo è gravissimo. I poliziotti a Genova hanno agito fuori dai limiti a loro consentiti e anche se dopo anni sono stati puniti per i loro errori. I magistrati quando hanno sbagliato (e questo è solo uno dei tanti casi) non sono mai stati puniti con provvedimenti seri, forse in 60 anni sarà successo un paio di volte.
            deve
            essere defenestrato' se i pm non sbagliassero mai
            potremo eliminare tutti e tre i gradi di
            giudizio.Se non hanno le palle per fare i magistrati che facciano qualcos'altro. Uno che studia giurisprudenza ha tanti possibili sbocchi. Perché dovrebbe fare proprio il magistrato? E perché dovrebbe ordinare sequestri riguardanti cose di cui non capisce nulla come Internet?
            davvero, non ti rendi conto delle
            minchiate che spari?Minchiate io? Il povero Enzo Tortora disse "E' un'indecenza" di fronte a un magistrato che lo accusò ingiustamente di essere diventato europarlamentare coi voti della camorra. Lui è morto. Il magistrato no.
            manco sgarbi nel momento
            peggiore attaccava in quella maniera indegna un
            magistrato. ma qui non si tratta neanche di
            difendere o meno un magistrato o l'intera
            magistrature. qui non si ha la minima idea di
            come funziona il sistema giudiziario.Ah certo che ho l'idea di come funziona.La magistratura è una casta intoccabile che qualunque cosa fa deve essere ritenuta cosa buona e giusta da tutti, magistrati e non. Se fa una cappellata il magistrato non è mai colpevole, manco fosse il Papa. Non va mai condannato. Non va mai accusato. Non va mai rinviato a giudizio. Non va mai sbattuto fuori a calci dal suo ordine. E questo dimostra come il sistema della magistratura, col CSM in testa, sia marcio fino al midollo.Non è così? Invece di insultarmi, dovresti provarlo. Ma non lo puoi fare, perché io dico la verità e quello di questa notizia è solo l'ultimo di una lunghissima serie di errori (più o meno voluti) fatti da magistrati ignoranti e incompetenti, a spese della cittadinanza (propria oppure anche, come in questo caso, altrui).
            e si chiedono le dimissioni di una persona.Mi sembra il minimo. Ripeto un politico si sarebbe già dimesso per un'uscita del genere. Mancano le basi di come funziona Internet, mancano le basi del diritto internazionale, manca il buonsenso (il fatto che siano colpevoli a priori perché si chiamano "Baia dei Pirati" è ridicolo).Si sono esonerati allenatori di calcio perché non hanno fatto vincere scudetti europei mondiali e quant'altro, ora perché non si possono esonerare magistrati per danni ben più gravi di un mancato obiettivo raggiunto da una squadra calcistica?
          • Gix scrive:
            Re: Il gip di Bergamo...

            Un PM che ne capisce poco o niente di informatica
            passa un caso di informatica a un collega che ne
            capisce. Un giudice che non capisce l'argomento
            su cui dovrebbe giudicare si dichiara
            incompetente e passa la rogna a un altro che ne
            capisca più di lui,ah ah ah ah ah ah. quindi quando senti in tv che un giudice si è "dichiarato incompetente" pensi che non sia ferrato in materia. da ridere. davvero. questa sarebbe da mettere in un libro di barzellette.

            Se non hanno le palle per fare i magistrati che
            facciano qualcos'altro. Uno che studia
            giurisprudenza ha tanti possibili sbocchi. Perché
            dovrebbe fare proprio il magistrato? E perché
            dovrebbe ordinare sequestri riguardanti cose di
            cui non capisce nulla come
            Internet?non è una questione di palle.
            Minchiate io? Il povero Enzo Tortora disse "E'
            un'indecenza" di fronte a un magistrato che lo
            accusò ingiustamente di essere diventato
            europarlamentare coi voti della camorra. Lui è
            morto. Il magistrato
            no.che peccato! andiamo ad ammazzarlo ora. ci mancava enzo tortora, ogni volta che uno come te straparla di questi argomenti esce fuori il nome di tortora. poraccio.
            Ah certo che ho l'idea di come funziona.
            La magistratura è una casta intoccabile che
            qualunque cosa fa deve essere ritenuta cosa buona
            e giusta da tutti, magistrati e non. Se fa una
            cappellata il magistrato non è mai colpevole,
            manco fosse il Papa. Non va mai condannato. Non
            va mai accusato. Non va mai rinviato a giudizio.
            Non va mai sbattuto fuori a calci dal suo ordine.sei ignorante come una capra. non esiste nessun ordine dei magistrati e non è affatto vero che non possano essere processati. hai mai sentito parlare per esempio di squillante?
            Non è così? Invece di insultarmi, dovresti
            provarlo.l'onere è sempre a carico dell' accusa. quindi sei tu che devi provare quello che sostieni.
            Mi sembra il minimo. Ripeto un politico si
            sarebbe già dimesso per un'uscita del genere.in Italia? ma dove vivi?
            Mancano le basi di come funziona Internet,
            mancano le basi del diritto internazionaletu non ha le basi neanche del diritto italiano...
            Si sono esonerati allenatori di calcio perché non
            hanno fatto vincere scudetti europei mondiali e
            quant'altro, ora perché non si possono esonerare
            magistrati per danni ben più gravi di un mancato
            obiettivo raggiunto da una squadra
            calcistica?o mio dio! chiamate la neuro, vi prego!
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Il gip di Bergamo...
            Che strano, hai risposto (insultando) solo a questo messaggio chiedendo nuovamente le prove che stanno in quello sotto, e a quello sotto non ti sei degnato di rispondere, troppo scomodo da confutare punto su punto senza inalberarsi o insultare, eh...
          • Gix scrive:
            Re: Il gip di Bergamo...
            - Scritto da: Massi cadenti
            Che strano, hai risposto (insultando) solo a
            questo messaggio chiedendo nuovamente le prove
            che stanno in quello sotto, e a quello sotto non
            ti sei degnato di rispondere, troppo scomodo da
            confutare punto su punto senza inalberarsi o
            insultare,
            eh...aspe che ora controllo se non ho risposto a qualcosa.
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Il gip di Bergamo...
            - Scritto da: Gix
            il pm è un corrotto, venduto alle major.
            porta le prove, poi ne riparliamo.Vuoi le prove? Eccotele:1) Il sito su cui piratebay.org è stato dirottato appartiene a promusic che fa capo a IFPI. E' un sito all'estero. La scusa (patetica) è che il sito di FIMI non era considerato un sito sicuro. Ma il sito piratebay è stato oscurato dalla guardia di finanza. Perché non dirottare quindi sul sito della guardia di finanza? Forse neanche quello è considerato sicuro? Ma scusate, se fosse vero e il sito della GDF non fosse sicuro, allora alla GDF sono degli incompetenti che non capiscono un accidente di sicurezza: e questi dovrebbero tutelare tra l'altro la sicurezza in rete?2) Il PM è ignorante e incompetente sull'argomento Internet; è un incapace, perché ha accettato un incarico che non poteva e non doveva accettare. E' il discorso del tubo riparato da te al vicino di sopra. Perché grandi poteri come la possibilità del sequestro preventivo vengono dati in mano a persone chiaramente incompetenti? Che vadano a zappare, ci fanno una figura migliore e soprattutto ce la fanno fare a noi italiani.3) Il PM è un ignorante delle leggi riguardanti Internet: il sequestro di un sito estero gestito da cittadini esteri e residenti all'estero è possibile soltanto in due casi (scommesse e pedopornografia) e The Pirate Bay chiaramente non rientra in nessuno di questi due casi.4) Il PM è ignorante delle procedure che un PM deve seguire in ogni procedimento penale: non è stato notificato il sequestro ai titolari del sito. Il fatto che sia all'estero non impedisce la notifica, che anzi deve essere notificata perché il sequestro sia valido, o quantomeno dev'esserci un tentativo di notifica. I nomi i cognomi e gli indirizzi dei gestori di Pirate Bay sono noti e sono scritti nero su bianco, quindi è impossibile che non li conoscessero.5) Il PM è ignorante del diritto internazionale, di come funziona e di come la sovranità dei Paesi vada rispettata. Se un cittadino del Paese X, all'interno del Paese X, residente nel Paese X, fa una cosa non ritenuta reato nel Paese X ma ritenuta reato (anche se è comunque tutto da dimostrare non essendoci state ancora condanne definitive per i tracker torrent in Italia) nel Paese Y, il Paese Y non può chiederne l'estradizione al Paese X. O comunque, se lo fa, il Paese X gli risponderà picche perché l'estradizione è concessa (se ci sono accordi bilaterali) solo se un fatto è riconosciuto come reato in entrambi i Paesi contesi. Varrebbe anche se il cittadino fosse del Paese Y emigrato (o rifugiatosi) nel Paese X, figuriamoci quindi per un cittadino del Paese X. Se così non fosse, tutte le donne dei Paesi non integralisti islamici sarebbero incriminabili (e magari estradabili e condannabili secondo la "logica" assurda e ignorante del PM bergamasco) perché vanno in giro a viso scoperto. Cosa che, personalmente, auguro alle figlie/fidanzate/mogli/madri/sorelle del PM in questione: forse in questo modo capirà i limiti del diritto internazionale, che non si applica quindi a tutte le leggi di tutti i Paesi del mondo per tutti i cittadini del mondo, ma ci sono limitazioni ben precise date dagli accordi bilaterali e dalle legislazioni nazionali.
        • Caius scrive:
          Re: Il gip di Bergamo...
          - Scritto da: Massi cadenti
          - Scritto da: emmeesse

          Ma perche'?

          Io credo che il GIP di bergamo sia una persona

          degna.

          Non lo conosco, ma mi fido dello stato della

          legalita' a Bergamo.

          Nel tribunale del riesame senz'altro. Per quanto
          riguarda il GIP, ha agito fuori dalla legalità.
          Un magistrato che agisce fuori dalla legalità
          dovrebbe dimettersi, per rispetto ai suoi
          colleghi che la legalità la rispettano. E se non
          lo fa, il CSM dovrebbe cacciarlo furoi a calci
          nel sedere. E sarebbe anche chiamato a rispondere
          personalmente in una causa civile per
          risarcimento da parte di Pirate
          Bay.
          Questo in un Paese civile, dove chi sbaglia paga
          personalmente i suoi errori, magistrati compresi.
          Ma l'Italia non è un Paese civile, e ai PM che
          sbagliano non solo li promuovono e li mettono
          dove loro vogliono andare, ma li fanno diventare
          pure giudici, non si sa mai che di giudici ex pm
          non ce ne siano abbastanza (vedi caso del PM di
          Catanzaro che indagò sull'inchiesta telecom/wind
          prendendo cantonate pazzesche, oggi fa il GIP a
          Napoli).No dico, ancora non si conoscono le motivazioni della sentenza e tu hai già stabilito che il GIP ha agito fuori dalla legalità?
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Il gip di Bergamo...
            - Scritto da: Caius
            - Scritto da: Massi cadenti

            - Scritto da: emmeesse


            Ma perche'?


            Io credo che il GIP di bergamo sia una persona


            degna.


            Non lo conosco, ma mi fido dello stato della


            legalita' a Bergamo.



            Nel tribunale del riesame senz'altro. Per quanto

            riguarda il GIP, ha agito fuori dalla legalità.

            Un magistrato che agisce fuori dalla legalità

            dovrebbe dimettersi, per rispetto ai suoi

            colleghi che la legalità la rispettano. E se non

            lo fa, il CSM dovrebbe cacciarlo furoi a calci

            nel sedere. E sarebbe anche chiamato a
            rispondere

            personalmente in una causa civile per

            risarcimento da parte di Pirate

            Bay.

            Questo in un Paese civile, dove chi sbaglia paga

            personalmente i suoi errori, magistrati
            compresi.

            Ma l'Italia non è un Paese civile, e ai PM che

            sbagliano non solo li promuovono e li mettono

            dove loro vogliono andare, ma li fanno diventare

            pure giudici, non si sa mai che di giudici ex pm

            non ce ne siano abbastanza (vedi caso del PM di

            Catanzaro che indagò sull'inchiesta telecom/wind

            prendendo cantonate pazzesche, oggi fa il GIP a

            Napoli).

            No dico, ancora non si conoscono le motivazioni
            della sentenza e tu hai già stabilito che il GIP
            ha agito fuori dalla
            legalità?Che sia perché ha "dimenticato" di notificare il sequestro o perché ha ordinato un tipo di sequestro che non poteva ordinare (la legge italiana consente quel tipo di sequestro solo per i siti di scommesse e i siti pedopornografici, non per altri) in entrambi i casi ha agito fuori dalla legge. E come tutti i cittadini che agiscono fuori dalla legge dovrebbe rispondere civilmente e penalmente dei suoi errori (che siano voluti o meno). Perché Brokep (che tra l'altro neanche è italiano) sì e lui no?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 settembre 2008 11.09-----------------------------------------------------------
        • MyrddinEmrys scrive:
          Re: Il gip di Bergamo...
          Se sei il massi cadenti che conosco.. un caloroso saluto. è un po' che non ci si sente...Ad ogni modo chiedere le dimissioni per un fatto del genere mi sembra davvero un'assurdo..D'altro canto.. ogni volta che la cassazione cassa una sentenza o il tribunale del riesame confuta una tesi mica si chiedono le dimissioni?Tanto polverone qui solo perchè si ha a che fare col p2p..argomento di fronte al quale gli italiani si scaldano molto...
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Il gip di Bergamo...
            - Scritto da: MyrddinEmrys
            Se sei il massi cadenti che conosco.. un caloroso
            saluto. è un po' che non ci si sente...Ciao a te, sì sono proprio io (quanti Massi cadenti conosci?). Ma non è che visto che ci conosciamo ora dovrai aspettarti un trattamento di favore, io se le cose le devo dire le dico, che sia ad un amico o ad un perfetto sconosciuto ;)
            Ad ogni modo chiedere le dimissioni per un fatto
            del genere mi sembra davvero un'assurdo..E' come se io entrassi in un negozio di vasi di Murano e rompessi deliberatamente un vaso preziosissimo.Se tu fossi il padrone del negozio ti andrebbe bene che io potessi risponderti "Ah sì è vero l'ho rotto io, ma io tanto sono un magistrato, mica devo rispondere io degli sbagli che faccio contro i cittadini? Fammi pure causa tanto anche se dovessi vincere comunque non dovrò pagarti io e non andrei comunque mai in carcere" tu come la prenderesti? Non bene, suppongo.
            D'altro canto.. ogni volta che la cassazione
            cassa una sentenza o il tribunale del riesame
            confuta una tesi mica si chiedono le
            dimissioni?Sarebbe un segno di civiltà. I politici (che guadagnano ancora più dei magistrati) si dimettono per molto meno. O almeno, nei Paesi civili lo fanno.
            Tanto polverone qui solo perchè si ha a che fare
            col p2p..argomento di fronte al quale gli
            italiani si scaldano molto...Non è questione di p2p, è questione di principio. Qualunque persona che sbaglia (o peggio lo fa apposta) paga di persona. La Costituzione quando dice che la responsabilità penale è personale non prevede deroghe per i magistrati. Quindi se un magistrato causa un danno che se fosse stato un cittadino normale si sarebbe trattato di un danno da codice penale, quel magistrato dev'essere processato e possibilmente sbattuto in galera. Come del resto succede (e giustamente) con le forze dell'ordine quando agiscono fuori dai confini (che come per i magistrati, già sono decisamente più ampi rispetto ai cittadini normali) che la legge gli consente.Non ti sta bene? Non fare il magistrato.E' come se uno cui il sangue fa impressione volesse fare il medico.Ci sono dei confini, già decisamente ampi, che la professione di magistrato ti consente. Non superarli, e soprattutto non farlo in danno di cittadini che quei confini non li hanno, altrimenti ne dovrai pagare tutte le conseguenze. E dovrai farlo tu, non lo stato. Non vedo perché con le tasse dovrei riparare agli errori di qualcuno. Le tasse dovrebbero servire per la sanità, per l'istruzione, per la pensione, anche per la giustizia ma la giustizia non è mai a senso unico. Oggi la casta più potente e intoccabile è formata dai magistrati e dalle cinque più alte cariche dello stato. Queste persone potenzialmente se lo volessero potrebbero buttare una bomba da qualche parte e non doverne rispondere a nessuno, neppure con prove alla mano, solo perché sono quello che sono. E questo è gravissimo.P.S. Non è che dico tu tu, lo so che non sei un magistrato, parlo in generale. :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 settembre 2008 02.07-----------------------------------------------------------
    • Ilpiccolo scrive:
      Re: Il gip di Bergamo...
      Guardati intorno che magari resti senza pagnotta
    • aaaaaaa scrive:
      Re: Il gip di Bergamo...
      - Scritto da: Massi cadenti
      In un Paese civile, se il GIP in questione fosse
      una persona per bene, ora si sarebbe già dimesso.
      Ma non credo si
      dimetterà...O lo mandano via A CALCI NEL CXLO!!!! :@
      • Massi cadenti scrive:
        Re: Il gip di Bergamo...
        - Scritto da: aaaaaaa
        - Scritto da: Massi cadenti

        In un Paese civile, se il GIP in questione fosse

        una persona per bene, ora si sarebbe già
        dimesso.

        Ma non credo si

        dimetterà...

        O lo mandano via A CALCI NEL CXLO!!!!
        :@Nei Paesi civili una persona non aspetta di essere buttata fuori a calci, si dimette prima. Se aspetta che la buttino fuori a calci, i casi sono due:- non è una persona civile- non è un Paese civilenel caso specifico entrambe le condizioni sono vere
  • Massi cadenti scrive:
    Grazie
    Grazie.E adesso, sotto con le denunce ai provider che non rimuovono il blocco, sia esso sul dns o sul routing.
  • ragazzino H4xor scrive:
    Meritano le scuse del popolo italiano.
    Certo che i cittadini italiani dovrebbero scusarsi con quelli della baia per come si è comportata la magistratura italiana.Almeno come prova di solidarietà ed incoraggiamento.Per scusarmi con loro credo che comprerò una delle loro t-shirt.Spero che voi facciate altrettanto.Oppure clikkate per un anno intero, una volta al giorno, sui loro banner pubblicitari.Asta la vista PirateBay.
    • giyf scrive:
      Re: Meritano le scuse del popolo italiano.
      Quando loro si scuseranno di aver chiamato gli italiani "fascisti", se ne potrà parlare...- Scritto da: ragazzino H4xor
      Certo che i cittadini italiani dovrebbero
      scusarsi con quelli della baia per come si è
      comportata la magistratura
      italiana.
      Almeno come prova di solidarietà ed
      incoraggiamento.

      Per scusarmi con loro credo che comprerò una
      delle loro
      t-shirt.
      Spero che voi facciate altrettanto.
      Oppure clikkate per un anno intero, una volta al
      giorno, sui loro banner
      pubblicitari.

      Asta la vista PirateBay.
      • emmeesse scrive:
        Re: Meritano le scuse del popolo italiano.
        Be, come vuoi chiamarli gli italiani di oggi?Non ti piace fascisti?Allora usa pure il termine conigli.Sono sinonimi.
      • Massi cadenti scrive:
        Re: Meritano le scuse del popolo italiano.
        - Scritto da: giyf
        Quando loro si scuseranno di aver chiamato gli
        italiani "fascisti", se ne potrà
        parlare...Censurare un sito estero sicuramente legale nel Paese d'origine (e forse anche in Italia -tecnicamente finora non c'è stata nessuna condanna per un tracker bittorrent, solo sequestri che ancora devono vedere un esito giudiziario quindi l'illegalità di un tracker BT è ancora tutta da dimostrare-), gestito da persone di nazionalità estera (quindi non imputabili in Italia se non in casi particolari in cui comunque la legge sul diritto d'autore non rientra) residenti all'estero (quindi non estradabili per mancanza di accordi tra Italia e Svezia sulla legge del diritto d'autore: la Svezia non avrebbe nessun motivo per estradare all'estero dei suoi cittadini per essere giudicati e forse condannati per una cosa che in Svezia è legale; l'estradizione si può ottenere soltanto se entrambi i Paesi riconoscono il fatto come reato, non se il Paese in cui si trova il reo -peraltro legittimamente essendo un suo regolare cittadino- non riconosce il fatto come reato), agendo al di fuori della legalità (non hanno nemmeno fatto la fatica di notificare la cosa ai gestori del sito, forse volevano risparmiarsi le spese postali di una raccomandata A/R in Svezia sapendo che la notifica di un fatto non riconosciuto in quel Paese come reato ha lo stesso valore legale della carta igienica), hanno usato accuse ridicole come se il fatto di chiamarsi "Baia dei Pirati" aggravasse la loro posizione, non hanno nemmeno provato a cercare il materiale legale e libero (che pure c'è), non hanno nemmeno letto la sezione legal del sito con lettere di presunti detentori e risposte dei gestori, alcune di queste sono vecchie di anni ed il sito è ancora in piedi dopo tutto questo tempo, questo dovrebbe fargli accendere una lampadina ma evidentemente certe persone non sanno guardare al di là del proprio naso, hanno provato a redirezionare gli accessi su un sito estero inglese, questo sito era gestito da ProMusic, che fa capo a IFPI/RIAA, ci hanno fatto fare una figura di cacca a tutti gli italiani nel mondo.E questo non sarebbe fascismo?Io vedo discriminazioni di nazionalità ("noi" siamo meglio di "loro") così come ai tempi delle guerre in Africa, alleanze con gli integralisti o comunuqe parti in causa (all'epoca i tedeschi nazisti, oggi gli inglesi di IFPI/RIAA), censura di stato (all'epoca sui libri, sui giornali, sui dischi e sui film, oggi su internet), provvedimento che parte dall'alto a cui nulla si può fare, impossibilità di opporsi nell'immediato da parte di chi viene censurato (è passato un mese eh, mica un giorno...), divieto di accedere alla cultura scomoda (ieri quella contraria al regime, oggi quella contraria al potere economico delle major), giusta ridicolizzazione a livello nazionale e internazionale, oserei dire planetario, dell'arretratezza e becera ignoranza culturale di chi controlla la legge nel nostro Paese (ieri il regime, oggi la magistratura), potere economico e di cambiare la situazione totalmente in mano ai pochi privilegiati che sono sempre gli stessi (il fascismo è durato un ventennio con più o meno sempre le stesse persone al potere, oggi il parlamento da quanto non cambia? Dal 1994? Non guardare i governi, quelli cambiano solo per dare l'illusione di una democrazia, guarda le facce, chiediti a quante legislature hanno partecipato e perché non lasciano dopo due legislature come in un Paese civile si dovrebbe fare per dare nuove risorse giovani al potere). A tutto questo aggiungi il controllo quasi totale dei mezzi di informazione tradizionali (e di conseguenza l'odio verso i mezzi non tradizionali come appunto internet) nelle mani di una persona (ieri Mussolini, oggi Berlusconi) e il cerchio si chiude.Ti sembra forse che il TG4 (ma anche il TG5, il TG1, il TG2, Studio Aperto...) sia diverso dai cinegiornali dell'Istituto Luce? Certo cambiano i mezzi, la tecnologia si è evoluta e oggi abbiamo la televisione, il colore e le donne che parlano nei servizi mentre all'epoca la voce era sempre la stessa, ma a prescindere da chi ci sta più o meno simpatico (a me Veltroni fa molto più schifo del nano, e ho detto tutto) l'Italia di oggi (ma anche di ieri) *E'* fascista, così la vedono (male ovviamente) gli Italiani che hanno ancora un briciolo di amor proprio e così la vedono dall'estero sia i nostri connazionali emigrati (bontà loro) sia soprattutto la stampa estera, molto meno corrotta di quella italiana e che ha evidentemente ragione da vendere a descriverci così.
  • Andreabont scrive:
    Buona notizia.
    Sono felice che ciò sia accaduto perchè la rete deve restare libera nel suoi mezzi, mi spiego:I mezzi per scambiarsi file ci devono essere e devono essere privi di censura, infatti non è il MEZZO a compiere reato, ma (massimo) l'UTENTE che usa quel mezzo per scopi illeciti.La legge deve punire chi immette file pirata, non punire chi detiene il mezzo usato!La gente viola il codice della strada e ammazza la gente? Punisci chi l'ha fatto, non chiudere le strade!!!Anche perchè, intendiamoci, il p2p è afflitto dalla pirateria, ma "p2p" NON è sinonimo di "pirateria", sui sistemi p2p circola moltissimi file legali (cito ad esempio le distribuzioni linux, che sfruttano appunto il p2p per raggiungere il grande pubblico)
    • lellykelly scrive:
      Re: Buona notizia.
      giusto, quindi bisogna mettere sotto controllo quelli che hanno l'adsl, aspettare che infrangano la legge, multarli ed arrestarli.non è una controrisposta arrogante, è quello che si dovrebbe fare.se bevi troppo, guidi e ti blindano, ritiro di patente e sequestro del veicolo, miracolo che non ammazzi qualcuno.ma la polizia lo fa a te.perchè questo non accade di norma a chi usa internet?perchè ci va di mezzo il provider o suo cugino?la colpa sta nei mezzi o in chi li usa?perchè la risposta non è mai uguale?
      • ragazzino H4xor scrive:
        Re: Buona notizia.

        perchè questo non accade di norma a chi usa
        internet?
        perchè ci va di mezzo il provider o suo cugino?

        la colpa sta nei mezzi o in chi li usa?
        perchè la risposta non è mai uguale?Perché il copyright è un artefizio inventato dall'uomo.Il diritto di possedere la conoscenza o un dato virtuale non esiste è una coercizione inventata da pochi per farci un sacco di soldi sopra.I dati devono fluire liberi, è questo che dice la morale innata in ogni uomo.Scambiare e condividere non è immorale.Per un bambino condividere una canzone o la spiegazione del professore è bene; se poi crescendo incomincia a pensare diversamente è perché viene plagiato da una società corrotta che include come bene materiali anche la conoscenza.Un bit o una successione di bit qualsiasi cosa esse rappresentino non hanno alcun valore in se, sono solo sequenze e nessuno può dire questa sequenza mi appartiene, perché quella sequenza è solo pura astrazione.......
        • lellykelly scrive:
          Re: Buona notizia.
          parole giustissime.quindi non c'è via d'uscita.
          • emmeesse scrive:
            Re: Buona notizia.
            Io vedo tantissime vie di uscita.Pero' prima rileggiti i post disseminati.Senno' continuo a ripetermiil che e' anche disagio per gli altri.
        • pippo scrive:
          Re: Buona notizia.

          Un bit o una successione di bit qualsiasi cosa
          esse rappresentino non hanno alcun valore in se,
          sono solo sequenze e nessuno può dire questa
          sequenza mi appartiene, perché quella sequenza è
          solo pura
          astrazione.......Che grande ca@@ata, le note sono solo 7 simboli, dai Bethoveen facci vedere la tua sinfonia... @^
        • Andreabont scrive:
          Re: Buona notizia.
          Sono d'accordo che una sequenza numerica non appartiene a nessuno: e infatti è così nella realtà, una sequenza di bit non ha proprietari.Ma ciò che quella sequenza rappresenta ne ha, eccome se ne ha....Qui sta il problema fondamentale, che è anche il grande caos che gira attorno a questo argomento.Chi spende soldi per fare un film ne spende tanti, ma è obbligato a "mettere" il suo film su alcuni supporti per poterlo vendere: i bit che ci sono qui quei supporti però non gli appartengono! E qui sta il problema, gli appartiene il contenuto ma non il mezzo...Per esempio: io posso accendere la radio e iniziare a registrare le canzoni in un altro formato, i bit cambiano, ma il contenuto resta... qui sta il punto.E allora cosa proteggere? Non si sa, e nemmeno le case discografiche/cinematografiche o tutte le softwarehouse.E come si difendono? mettendo lucchetti digitali che danno problemi solo a chi il sw lo ha preso originali (vedi caso spore)...Potrei fare esempi per ore e avventurarmi in un discorso filosofico senza fine: ma il problema è molto reale.Sarà pessimista, ma non ne vedo uscita: sono contento della anti-censura perchè almeno l'imparzialità della rete rimane intoccata. Ed è forse l'unica cosa che conta.
      • emmeesse scrive:
        Re: Buona notizia.
        Perche' se bevo e guido e magari uccido qualcuno nel mondo realesono colpevole.Se lo faccio su second life, gioco.Chiaro il concetto?INTERNET E' VIRTUALE.Non voglio farmi fregare questo grande mezzodalle multinazionali che ne vorrebbero fare un supermercatoMa e' cosi' illogico quello che dico?
        • lellykelly scrive:
          Re: Buona notizia.
          se su second life istighi uno a darti dei soldi, o ad uccidere nel mondo reale, e ti beccano, non finisci in un carcere virtuale.il virtuale non esiste, tutto è regolamentato.
          • emmeesse scrive:
            Re: Buona notizia.
            Se su second life istigo volontariamente(non sono responsabile delle suggestioni inconscie)qualcuno a compiere un reato nel mondo reale,non ho usato internet ma la retecitohttp://punto-informatico.it/2236880/PI/Lettere/internet-solo-virtuale.aspxnon facciamo confusionesenno' facciamo il gioco del nemico.E non facciamoci fregare dalla bufala dei bambini...
        • OrangoTek scrive:
          Re: Buona notizia.
          - Scritto da: emmeesse
          Non voglio farmi fregare questo grande mezzo
          dalle multinazionali che ne vorrebbero fare un
          supermercatoQuesta frase è da incorniciare. ;)
  • Uhura scrive:
    Non credo che duri
    Se non lo bloccano in Italia lo bloccheranno lì, credo che ci sia troppa pressione su di loro perchè possano farcela a lungo, quello che è successo in Italia è solo un piccolo esempio.
    • lellykelly scrive:
      Re: Non credo che duri
      infatti, io credo che prima o poi tutti i siti, server e cazzi verranno chiusi.
      • emmeesse scrive:
        Re: Non credo che duri
        C'e' questo rischio,ma per fortuna qualcuno si e' mossoha presentato ricorsi, esposti, ecc...Stare le a dire "tanto prima o poi..." non serveIMHOad una cippa.
        • lellykelly scrive:
          Re: Non credo che duri
          ok, ma almeno non faccio la faccia sorpresa dopo...fino a quando ci sarà materiale coperto da copyright a riempire le adsl, ci sarà sempre qualcuno che cercherà, e direi anche giustamente, di fermare questo fenomeno.o cambiano le leggi, ma non conviene a nessuno, o ci diranno sempre "loro" cosa è giusto o cosa no.
          • emmeesse scrive:
            Re: Non credo che duri
            Loro li eleggiamo noie se ci fanno schifo gli diciamo"levatevi dalle palle" e ci facciamo eleggere NOISolo che bisogna TUTTI dare una mano.Ognuno come sa e come puo.Una massa critica di cervelli e' piu' esplosiva dell'uranio e,al contrario dell'arma atomica, non e' violenta.
          • lellykelly scrive:
            Re: Non credo che duri
            in sud america spaccano tutto, in francia danno fuoco, in italia andiamo al bar a lamentarci.quindi?
          • ... scrive:
            Re: Non credo che duri
            - Scritto da: lellykelly
            in italia andiamo al bar a
            lamentarci.

            quindi?Quindi sarebbe ora di capire che è meglio smetterla di bere e che piuttosto è bene rimanere sobri, stare in campana e rimboccarsi le maniche per cambiare ciò che non ci piace.E finirla di pensare che siano "altri" a dover fare queste cose al posto NOSTRO.
          • lellykelly scrive:
            Re: Non credo che duri
            esattamente.ma ripeto la domanda:e quindi?in pratica?...???
          • emmeesse scrive:
            Re: Non credo che duri
            In pratica la prossima volta che un maleducato od un prepotenteti rompe le scatole, tu ti alzie -con educazione-gli dici quello che pensi.Chiaro?E' tutto li.Abbi il coraggio di dire al mondo quello che pensi.
          • lellykelly scrive:
            Re: Non credo che duri
            il tua amico grillo è andato nelle piazze, ha portato tanta gente, sono state dette molte cose. e chi le ha ascoltate e messe in pratica? il vento...ci fogliono fatti concreti, ma abbiamo tutti paura e non facciamo nulla.
          • emmeesse scrive:
            Re: Non credo che duri
            Un fatto concreto?QUESTOaltri fatti concreti?Alla commissione Gambino, quella che poi di riffa o di raffasdogano' la bufala delle arti degradate riproducibilichi chredi ci fosse al tavolo?InformatiE per ricordare a tutt* l'11 ottobre prossimo venturoLiberta', non paura.
          • lellykelly scrive:
            Re: Non credo che duri
            guarda che non stavo parlando male di grillo, che con parmalat, telecom e molti altri, ha fatto buone cose, io intendevo la reazione della gente, o dei politici, finito li.nel senso, dopo aver ascoltato quello che dice, cribbio, si dovrebbe tutti andare a dare bastonate a roma, invece niente.
          • emmeesse scrive:
            Re: Non credo che duri
            E tu dillo al vicino di casaal baroppure se sai fare qualsiasi arte o artigianato usali per veicolare questa ideae' finito il monopolio delle ideeSappiamo che possiamo essere liberi di creare.
          • Er Puntaro scrive:
            Re: Non credo che duri
            Trentino ti ha educato bene. [img]http://farm1.static.flickr.com/147/420258277_ea089ba386.jpg[/img]
          • ... scrive:
            Re: Non credo che duri
            - Scritto da: lellykelly
            esattamente.

            ma ripeto la domanda:
            E io, devo ripeterti la risposta?
          • lellykelly scrive:
            Re: Non credo che duri
            quello che voglio dire è che potete avere tutte le buone intenzioni del mondo, ma alla massa non frega nulla.e 4 gatti non cambiano di certo ille sorti del mondo.
          • emmeesse scrive:
            Re: Non credo che duri
            4 gatti conoscono altri 4 gatti a testache 4x4 ne conoscono altri 4 a testae che 4x4x4x...non e' difficile.
          • ... scrive:
            Re: Non credo che duri
            - Scritto da: lellykelly
            quello che voglio dire è che potete avere tutte
            le buone intenzioni del mondo, ma alla massa non
            frega
            nulla.
            e 4 gatti non cambiano di certo ille sorti del
            mondo.4 gatti si rimane a ragionare come te.Inizia a fare tu il tuo dovere, fottendotene della massa.Perché se dovessi pensare alla massa, domani dovrei per prima cosa correre a comprare le pattane cromate per le ruote del passeggino di mio figlio.
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Non credo che duri
            - Scritto da: ...
            le pattane cromate per le ruote del passeggino di
            mio figlio.Che brutta massa conosci tu :D
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Non credo che duri
            - Scritto da: lellykelly
            quello che voglio dire è che potete avere tutte
            le buone intenzioni del mondo, ma alla massa non
            frega nulla.La massa non sono i padroni di RIAA MPAA, la massa è gente che prende massimo 1000 euro al mese (ma molto spesso meno) e tra affitto spesa bollette gli rimane ben poco, e se vuole un film se lo scarica perché non se lo può permettere. Questo fa la massa. La massa non sono gli Enzo Mazza di turno...
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Non credo che duri
            - Scritto da: lellykelly
            ok, ma almeno non faccio la faccia sorpresa
            dopo...
            fino a quando ci sarà materiale coperto da
            copyright a riempire le adsl, ci sarà sempre
            qualcuno che cercherà, e direi anche giustamente,
            di fermare questo
            fenomeno.
            o cambiano le leggi, ma non conviene a nessuno,A chi è che non conviene? Alle major? Perché guarda che gli artisti veri guadagnano comunque coi concerti dal vivo.Le major ormai sono una realtà sorpassata. Avevano senso per la promozione. Oggi la promozione si fa su internet, se sei bravo fai un video su youtube del tuo gruppo e diventi famoso a livello mondiale. Le major non servono più, sono ormai una palla al piede anche per gli stessi artisti (basti pensare a quelli che hanno cambiato etichetta che non possono ristampare i vecchi brani o fare una compilation mettendo vecchi e nuovi brani perché quelli vecchi sono sotto diritti della vecchia etichetta)
      • Massi cadenti scrive:
        Re: Non credo che duri
        - Scritto da: lellykelly
        infatti, io credo che prima o poi tutti i siti,
        server e cazzi verranno
        chiusi.Regola base di Internet: chiuso forzatamente un sito, se ne aprono altri 5 per sostituirlo e prenderne l'utenza. Non ha mai fallito. Io poi auspico sempre il passaggio di massa su TOR o Freenet. Se metti un sito del genere (e magari anche il tracker) su un hidden service di TOR poi ti voglio a trovarlo e tentare di chiuderlo...
      • ba1782 scrive:
        Re: Non credo che duri
        - Scritto da: lellykelly
        infatti, io credo che prima o poi tutti i siti,
        server e cazzi verranno
        chiusi.Il resto del mondo non è troppo differente dall'Italia(IMHO c'è una sola eccezione: la Germania)...Non siamo di certo noi gli inventori degli incapucciati con lo spadino( http://it.wikipedia.org/wiki/Massoneria ), i giochi di potere ci sono OVUNQUE, dall'Inghilterra alla Cina, dagli Stati Uniti a quello che ti pare...Infatti gli avvocati cosa si limitano a fare? Usano la stessa legge che ha condannato il loro cliente per scagionarlo! Non è pazzesco? Ma molto molto spesso è così... e sai perchè? Perchè le leggi vengono create (oserei dire appositamente) coi "buchi"! Quindi ci saranno sempre i modi per raggirarle.. :)
        • ba1782 scrive:
          Re: Non credo che duri
          Ovviamente tutto questo discorso vale se volessero in qualche modo non riconoscere più la legalità di The Pirate Bay :)
    • Massi cadenti scrive:
      Re: Non credo che duri
      - Scritto da: Uhura
      Se non lo bloccano in Italia lo bloccheranno lì,Non credo proprio:1) Lì (in Svezia) un tracker torrent è legale. Ci sono diverse sentenze in merito.2) Se anche volessero cambiare la legge, la cosa non si fa in due minuti, e comunque lì il partito pirata è un vero partito, e anche se non è in parlamento può sollevare svariate manifestazioni popolari, come già accaduto in passato proprio per Pirate Bay.3) Anche volendo chiudere TPB i server non potrebbero venire spenti, perché nessuno (neanche i gestori) sa tecnicamente dove si trovano. E si trovano in diverse parti del mondo: vedi film Steal this film e Steal this film part 2 scaricabili liberamente dal sito www.stealthisfilm.com4) Stai sicuro che Brokep e soci non sono dei fessi. Dopo il primo down forzato (con tanto di militari ripresi dalle webcam di sorveglianza della farm) che durò esattamente 3 giorni dopo di che i server erano di nuovo su, hanno imparato a difendersi con tutti i mezzi a disposizione. Lo stesso fatto che hanno attivato un dominio labaia.org appena saputo del blocco del dominio piratebay.org in Italia, nonostante gli italiani non fossero appetibili per TPB (non c'è molto di interesse strettamente italiano, e in generale prima del grande tam-tam dovuto al blocco gli italiani "di massa" non andavano su TPB, ma su ScambioEtico, su Colombo, sul CorsaroNero o su altri siti "dedicati" agli italiani).
      • lellykelly scrive:
        Re: Non credo che duri
        secondo me dovrebbero esserci delle leggi comuni europee interpretabili in una sola maniera, a cui tutti gli stati membri dovrebbero sottostare.
        • Massi cadenti scrive:
          Re: Non credo che duri
          - Scritto da: lellykelly
          secondo me dovrebbero esserci delle leggi comuni
          europee interpretabili in una sola maniera, a cui
          tutti gli stati membri dovrebbero
          sottostare.Quelle leggi comuni dovrebbero mirare all'evitare che soldi vadano sprecati. Vogliamo vedere quanto nel settore pubblico vengano sprecati soldi per licenze di windows quando quello che devono fare gli addetti potrebbero farlo benissimo con sistemi completamente open source, gratuiti e sicuramente più stabili?
    • user969993b is scrive:
      Re: Non credo che duri
      - Scritto da: Uhura
      Se non lo bloccano in Italia lo bloccheranno lì,
      credo che ci sia troppa pressione su di loro
      perchè possano farcela a lungo, quello che è
      successo in Italia è solo un piccolo
      esempio.è una possibilità, certo.ma sono anche dei simboli per tanta gente e potrebbero ottenere sostegno da tanta gente.sarebbe il caso di darglielo questo sostegno, se teniamo per loro.
  • Drummer scrive:
    Le motivazioni
    Bravi e complimenti a tutti è un importante ottimo risultato non vedo l'ora di conoscere i motivi (newbie)
  • infernus scrive:
    bastava cambiare i dns...
    bastava usare open dns....
    • Corsi di logica scrive:
      Re: bastava cambiare i dns...
      - Scritto da: infernus
      bastava usare open dns....Bastava per fare cosa? Arrivarci su?Ma davvero pensi che sia questo in gioco? Corsi di logica!
    • Parolaro scrive:
      Re: bastava cambiare i dns...
      - Scritto da: infernus
      bastava usare open dns....Non con tutti i provider
    • ExTrEmE scrive:
      Re: bastava cambiare i dns...

      bastava usare open dns....Non con tutti i provider. Chi aveva optato per il blocco ip rendeva così inutile il cambio di dns.sapientone.
    • Manwë scrive:
      Re: bastava cambiare i dns...
      bastava usare un proxy o TOR, qualcuno ha optato per cambiare residenza trasferendosi in svezia.
    • J. Karogna scrive:
      Re: bastava cambiare i dns...
      nono.già provato li uso sempre. con alice.
  • lellykelly scrive:
    non è una vittoria
    se i nostri diritti vengono ripristinati non è una vittoria, quando vengono tolti invece è una sconfitta.
    • laden.bin scrive:
      Re: non è una vittoria
      - Scritto da: lellykelly
      se i nostri diritti vengono ripristinati non è
      una vittoria, quando vengono tolti invece è una
      sconfitta.Prevedo una micro-bomba atomica sulla baia. (anonimo)
      • lellykelly scrive:
        Re: non è una vittoria
        si... qualcos'altro succederà... le notizie belle di solito sono il preambolo di una mega iculata...
        • emmeesse scrive:
          Re: non è una vittoria
          Pessimismo ad oltranza...Pensa piuttosto a come puoi dare una mano anche tu per evitare l'incilata....
          • lellykelly scrive:
            Re: non è una vittoria
            comprando cd e dvd?hahahahsinceramente non lo so, è la mentalità comune da cambiare, il modo di rapportarsi con i soldi, vedere se ha ancora senso basare tutto su essi, magari eliminarli. il resto verrà da se.comunque IL METEORITE darà le giuste risposte
          • emmeesse scrive:
            Re: non è una vittoria
            Esatto, bisogna cambiare testa.Le tecnologie ci sonoLe informazioni pureCi vuole solo un pochino di coraggioInternet e' nostro. Di TUTTI.Sicuramente non voglio che diventi LORO. Di pochi.
          • lellykelly scrive:
            Re: non è una vittoria
            la maggiorparte di noi non si accorge di queste cose, o non gli interessa.ogni giorno aumentano le spese, e noi cosa facciamo? niente.figurati se ci frega del p2p...
          • emmeesse scrive:
            Re: non è una vittoria
            Non e' il p2p.E' la comunicazione.Riflettici. Noi ci siamo fottuti con l'opentutto il mercato delle major. Ormai o usano la leggeper impedire lo scambio o che fanno?Nulla.Niente di personale.Ragioni di mercato. Spero capiranno.Eh no, tutti i fautori (un tempo) del libero mercatoeccoli li a chiedere la chiusura dei nuovi liberi mercati.Cicli, ricicli.E noi ci stiamo in mezzo. Che fai?
          • lellykelly scrive:
            Re: non è una vittoria
            quello che dici non ci sottrae denaro, o perlomeno non lo fa direttamente. quindi non esiste. perchè preoccuparsi per una cosa che non c'è?
          • emmeesse scrive:
            Re: non è una vittoria
            Non sottrae denaroSottrae liberta'.Fai tu.
          • lellykelly scrive:
            Re: non è una vittoria
            quello che vuoi, ma non ci cambia la vita.chiuso uno, ce ne sta un'altro con le canzoni di vasco da tirare giu, chemmefrega se arrestano l'omino del server... io ci ho i miei bei emmepittrè.
          • emmeesse scrive:
            Re: non è una vittoria
            E tu spiegaglieloParla.Il mondo e' di chi lo vive.Gli altri sono gia' morti.
          • TdQ scrive:
            Re: non è una vittoria
            - Scritto da: emmeesse
            E tu spiegaglielo

            Parla.

            Il mondo e' di chi lo vive.
            Gli altri sono gia' morti.impossibile non quotarti e aggiungo:-Se trovi uno schiavo addormentato non svegliarlo. Forse sta sognando la libertà. Io dico: se trovi uno schiavo addormentato sveglialo e parlagli della libertà.non ricordo dove l'ho letta ma mi sembra ci stia ...
      • fred scrive:
        Re: non è una vittoria
        Allo stato attuale e' un po' difficle sapere dove sono sparsi i server, al massimo possono bombardare Peter Sunde ma se e' vero quello che lui dice, bombardarne tutti gli amministratori uffciali non ne fermera' la funzionalita'.
        • Massi cadenti scrive:
          Re: non è una vittoria
          - Scritto da: fred
          Allo stato attuale e' un po' difficle sapere dove
          sono sparsi i server, al massimo possono
          bombardare Peter Sunde ma se e' vero quello che
          lui dice, bombardarne tutti gli amministratori
          uffciali non ne fermera' la
          funzionalita'.Esatto, vedi steal this film :)
  • Napoleon scrive:
    Ottima notizia
    Ieri l'EU oggi Bergamo, domani?
    • Athlon64 scrive:
      Re: Ottima notizia
      - Scritto da: Napoleon
      Ieri l'EU oggi Bergamo, domani?Domani, se tutto va bene, si smetterà di parlare male di Windows Vista e tutti quelli che hanno Linux si ravvederano, si pentiranno e smetteranno di usarlo. :p
  • pabloski scrive:
    benissimo
    a quanto pare la macchina della legge ricomincia a funzionarela devono smettere questi politicanti da strapazzo di censurare a go-go, di giudicare in base a reati presunti o al pensiero di commettere un reato ( quello si chiama peccato e fa parte della sfera religiosa )gli individui e le organizzazioni vanno processati per i crimini effettivamente commessi e per cui vi siano tali e tante prove da poter affermare senza dubbio alcuno l'esistenza del reato stessoquesta gente deve capirlo che in Occidente il potere è nelle mani del popolo, non nelle mani di parlamentari, ministri, governatori che si fanno eleggere per fare X e poi fanno l'esatto contrario di X
    • Drummer scrive:
      Re: benissimo

      questa gente deve capirlo che in Occidente il
      potere è nelle mani del popolo, non nelle mani di
      parlamentari, ministri, governatori che si fanno
      eleggere per fare X e poi fanno l'esatto
      contrario di
      XGuarda non mi scalderei troppo almeno fino all'arrivo delle motivazioni (ghost)
    • lellykelly scrive:
      Re: benissimo
      se i poteri fossero nelle mani del popolo, le cose sarebbero diverse, invece deleghiamo e ci lamentiamo.
      • emmeesse scrive:
        Re: benissimo
        Mentre invece il PP ha fatto la causa.Ed e' stata vinta...Ed ora arrivano nuovi esposti.All'arrembaggio signori.
        • lellykelly scrive:
          Re: benissimo
          per questa volta... non mi ricordo che casa discografica tedesca voleva dei soldi da degli italiani ma ha perso, perchè ha perso? perchè in america i downloaders vengono trattati come criminali? e anche in altre parti d'europa... perchè un europeo ottiene qualcosa dall'italia ma un italiano no? tipo colombo, credi che abbia vinto?
          • emmeesse scrive:
            Re: benissimo
            Colombo poteva avere i SUOI avvocati in Italia, e, visto il precedente, se anche colombo e' solo un tracker torrent (non lo ho mai visitato), anche colombo torna on line.piratebay non aveva avvocati in italia.Sunde non aveva MAI ricevuto alcuna comunicazionedalla magistratura italiana (ricordo che piratebay e' legale in svezia, registrata, partita iva o il loro equivalente)Qualcuno con esposti e ricorsi ha preso le difese di piratebayE quel qualcuno ha vinto.Se TUTTI ci diamo da fare, qualcosa otteniamo.
          • Sgabbio scrive:
            Re: benissimo
            Anche se Colombo-bt faceva ricorso, veniva fragata per la storia delle postepay con nominativi falsi.
          • Massi cadenti scrive:
            Re: benissimo
            - Scritto da: Sgabbio
            Anche se Colombo-bt faceva ricorso, veniva
            fragata per la storia delle postepay con
            nominativi falsi.Aprirsi in Italia un conto con un documento falso è da perfetti imbecilli infatti. Esistono i paradisi fiscali, Tanzi insegna...
          • asasa scrive:
            Re: benissimo
            - Scritto da: Massi cadenti
            Aprirsi in Italia un conto con un documento falso
            è da perfetti imbecilli infatti. Esistono i
            paradisi fiscali, Tanzi
            insegna...Per i paradisi fiscali ci vogliono i soldi veri
  • Qwerty scrive:
    EVVAI
    BENE COSI' !!!!!!!!!
  • Alessandro scrive:
    Telecom Italia inadempiente...
    Da Alice business ancora mi manda a 127.0.0.1Grande vittoria comunque! Bisogna festeggiare!Un paio di giorni fa anche Colombo è ritornato al vecchio dominio anche se senza torrent (per il momento).Spero che prima o poi questi maniscalchi capiranno che il tempo dei cavalli è finito e che il futuro è delle automobili! ;-)
    • pabloski scrive:
      Re: Telecom Italia inadempiente...
      e dagli il tempo :D
      • Bash scrive:
        Re: Telecom Italia inadempiente...
        - Scritto da: pabloski
        e dagli il tempo :DUn par di balle!Quando devono chiudere un sito, sono velocissimi.Quando devono riaprirlo invece perche' bisogna dargli tempo?L'ordine della magistratura deve valere in entrambe le direzioni!
        • fred scrive:
          Re: Telecom Italia inadempiente...
          no dai, l'ordine di blocco e' arrivato pero' ci sono voluti alcuni giorni per cui i provider bloccassero; in qualche caso il blocco e' arrivato dopo 2 settimane.Adesso probabilmente i tempi saranno simili.
      • sempre io scrive:
        Re: Telecom Italia inadempiente...
        usa opendns e non solo trovi la baia ma il lookup é in generale il 20% piú veloce che con i DNS telecom
    • sperem scrive:
      Re: Telecom Italia inadempiente...
      - Scritto da: Alessandro
      Da Alice business ancora mi manda a 127.0.0.1Chissà ancora per quanto tempo...
      Grande vittoria comunque! Bisogna festeggiare!Siamo cauti, prima è meglio avere le motivazione della sentenza.
      Un paio di giorni fa anche Colombo è ritornato al
      vecchio dominio anche se senza torrent (per il
      momento).Colombo-bt è bloccato: http://blog.bofh.it/id_156.
      • Roberto Di scrive:
        Re: Telecom Italia inadempiente...
        - Scritto da: sperem
        Colombo-bt è bloccato: http://blog.bofh.it/id_156.Falso!! http://colombo-bt.org/PS: Scusate l'OT
    • Rispetto scrive:
      Re: Telecom Italia inadempiente...
      - Scritto da: Alessandro
      Da Alice business ancora mi manda a 127.0.0.1
      Grande vittoria comunque! Bisogna festeggiare!
      Un paio di giorni fa anche Colombo è ritornato al
      vecchio dominio anche se senza torrent (per il
      momento).
      Spero che prima o poi questi maniscalchi
      capiranno che il tempo dei cavalli è finito e che
      il futuro è delle automobili!
      ;-)Il futuro è dei ladri che non pagano il lavoro degli artisti, vorrai dire.Quando vi renderete conto che voler tutto gratis uccide la creatività sarà ormai troppo tardi.
      • Alessandro scrive:
        Re: Telecom Italia inadempiente...
        Guarda che la spinta alla creatività non è mai stata economica. E' qualcosa di innato, un istinto, una voglia profonda.Semmai è il business, le major multinazionali che uccidono la creatività proponendoci sempre e solo i polpettoni tutti uguali.Infatti grazie al p2p moltissime band musicali creative ed originali sono riuscite a farsi conoscere.Il copyright ha fallito clamorosamente così come ha fallito il sistema dei brevetti: sono due regolamentazioni ormai obsolete e dannose per lo sviluppo del pensiero e della creatività umana.
        • ceiling cat scrive:
          Re: Telecom Italia inadempiente...

          Il copyright ha fallito clamorosamente così come
          ha fallito il sistema dei brevetti: sono due
          regolamentazioni ormai obsolete e dannose per lo
          sviluppo del pensiero e della creatività umana.Palle!
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Telecom Italia inadempiente...
            - Scritto da: ceiling cat

            Il copyright ha fallito clamorosamente così come

            ha fallito il sistema dei brevetti: sono due

            regolamentazioni ormai obsolete e dannose per lo

            sviluppo del pensiero e della creatività umana.

            Palle!La verità ti fa male lo so...
          • Nert scrive:
            Re: Telecom Italia inadempiente...
            - Scritto da: Massi cadenti
            - Scritto da: ceiling cat


            Il copyright ha fallito clamorosamente così
            come


            ha fallito il sistema dei brevetti: sono due


            regolamentazioni ormai obsolete e dannose per
            lo


            sviluppo del pensiero e della creatività
            umana.



            Palle!

            La verità ti fa male lo so...e fa male proprio lì, perchè la verità è come un calcio ben dato alle palle
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Telecom Italia inadempiente...
            - Scritto da: Nert
            - Scritto da: Massi cadenti

            - Scritto da: ceiling cat



            Il copyright ha fallito clamorosamente così

            come



            ha fallito il sistema dei brevetti: sono due



            regolamentazioni ormai obsolete e dannose
            per

            lo



            sviluppo del pensiero e della creatività

            umana.





            Palle!



            La verità ti fa male lo so...

            e fa male proprio lì, perchè
            la verità è come un calcio ben dato alle palle:)
        • anon scrive:
          Re: Telecom Italia inadempiente...
          - Scritto da: Alessandro
          Guarda che la spinta alla creatività non è mai
          stata economica. E' qualcosa di innato, un
          istinto, una voglia
          profonda.

          Semmai è il business, le major multinazionali che
          uccidono la creatività proponendoci sempre e
          solo i polpettoni tutti
          uguali.

          Infatti grazie al p2p moltissime band musicali
          creative ed originali sono riuscite a farsi
          conoscere.

          Il copyright ha fallito clamorosamente così come
          ha fallito il sistema dei brevetti: sono due
          regolamentazioni ormai obsolete e dannose per lo
          sviluppo del pensiero e della creatività
          umana.Queste in psichiatria si chiamano propriamente "idee deliranti"
      • Massi cadenti scrive:
        Re: Telecom Italia inadempiente...
        - Scritto da: Rispetto
        Il futuro è dei ladri che non pagano il lavoro
        degli artisti, vorrai
        dire.
        Quando vi renderete conto che voler tutto gratis
        uccide la creatività sarà ormai troppo
        tardi.Beethoven era quindi un imbecille perché creava senza campare di diritto d'autore (come Oscar Prudente o i discendenti di Bixio)... Beh, se l'abolizione del diritto d'autore farebbe tornare la creatività artistica a quei livelli, che ben venga.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 settembre 2008 22.40-----------------------------------------------------------
        • RObba scrive:
          Re: Telecom Italia inadempiente...
          Modificato dall' autore il 25 settembre 2008 22.40
          --------------------------------------------------Come non quotare si tale affermazione...Cavoli con le banconote sugli occhi(almeno al livello di oggi..) non se ne fanno cose per passione...
        • Lord Kap scrive:
          Re: Telecom Italia inadempiente...
          - Scritto da: Massi cadenti
          se l'abolizione del diritto d'autore farebbe tornareEhem! ;)-- Saluti, Kap
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Telecom Italia inadempiente...
            - Scritto da: Lord Kap
            - Scritto da: Massi cadenti

            se l'abolizione del diritto d'autore farebbe
            tornare

            Ehem! ;)Sì, hai ragione :) l'avevo scritta a pezzi e il congiuntivo tra un taglia e incolla se n'è volato fuori dalla finestra. Quando ritorna, lo accarezzerò e gli darò un po' di mangime, promesso. :)
        • sfilzo scrive:
          Re: Telecom Italia inadempiente...
          Modificato dall' autore il 25 settembre 2008 22.40
          --------------------------------------------------SBAGLIATO!Beethoven, Mozart, Bach e affini erano sponsorizzati da mecenati, gentre ricca che li pagava per comporre la musica. O forse pensi che lavorassero gratis?
          • Reolix scrive:
            Re: Telecom Italia inadempiente...
            Non mi risulta però che quando riprodusse il vietatissimo Miserere fu denunciato per copyright, anzi, lo premiarono.....
          • anon scrive:
            Re: Telecom Italia inadempiente...

            SBAGLIATO!

            Beethoven, Mozart, Bach e affini erano
            sponsorizzati da mecenati, gentre ricca che li
            pagava per comporre la musica. O forse pensi che
            lavorassero
            gratis?Hai perfettamente ragione, sono i soliti discorsidi gente fuori dalla realtà e dalla storia.Che poi l'industria discografica ricavi troppi soldidalla musica è un altro discorso (che ritengo corretto).
          • Ehi scrive:
            Re: Telecom Italia inadempiente...
            E giustamente, la creatività non è innata nella persona ma cresce con la controparte in denaro che le viene corrisposta... Senza soldi, quei Grandi non sarebbero mai stati capaci di tali composizioni...
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Telecom Italia inadempiente...
            - Scritto da: Ehi
            E giustamente, la creatività non è innata nella
            persona ma cresce con la controparte in denaro
            che le viene corrisposta... Senza soldi, quei
            Grandi non sarebbero mai stati capaci di tali
            composizioni...La controparte in denaro gli veniva corrisposta se creavano, non se rimanevano in panciolle a prendersi dei soldi che non gli spettavano più. Hai composto un pezzo? Vieni pagato dal committente, poi basta non vedi più soldi finché non componi qualcos'altro.Se io riesco a vivere così ci sarà pure un motivo.
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Telecom Italia inadempiente...

            SBAGLIATO!

            Beethoven, Mozart, Bach e affini erano
            sponsorizzati da mecenati, gentre ricca che li
            pagava per comporre la musica. O forse pensi che
            lavorassero
            gratis?Appunto venivano pagati per comporre (esattamente come me tra l'altro), non per essere eseguiti. Una volta che avevano composto, se non componevano più non vedevano altri soldi, e questo a prescindere se le opere già composte continuavano o meno ad essere eseguite. Tutt'al più se dirigevano o eseguivano prendevano i compensi come direttori o esecutori.
      • fred scrive:
        Re: Telecom Italia inadempiente...

        Il futuro è dei ladri che non pagano il lavoro
        degli artisti, vorrai
        dire.
        Quando vi renderete conto che voler tutto gratis
        uccide la creatività sarà ormai troppo
        tardi.se si riesce ad ottenere un prodotto che va dal produttore ad un consumatore allora il prodotto costera' pochissimo e no nconverra' rubarlo mentre il produttore guadagnera molto piu' di quanto lo faccia adesso;E' la filiera che deve andare spezzata; il diritto d'autore e' sacrosanto ma non va sfruttato com viene fatto attualmente.
        • H5N1 scrive:
          Re: Telecom Italia inadempiente...
          - Scritto da: fred

          Il futuro è dei ladri che non pagano il lavoro

          degli artisti, vorrai

          dire.

          Quando vi renderete conto che voler tutto gratis

          uccide la creatività sarà ormai troppo

          tardi.

          se si riesce ad ottenere un prodotto che va dal
          produttore ad un consumatore allora il prodotto
          costera' pochissimo e no nconverra' rubarlo
          mentre il produttore guadagnera molto piu' di
          quanto lo faccia
          adesso;

          E' la filiera che deve andare spezzata; il
          diritto d'autore e' sacrosanto ma non va
          sfruttato com viene fatto
          attualmente.Parole sante.Sono iscritto a Downlovers e mi sorbisco la pubblicità per scaricare. E' il prezzo che pago.Non trovo tutto e spesso i brani scaricati hanno il DRM, ma è legale e agli artisti va qualcosa.Il problema è che va qualcosa anche a chi non fa un c***o come le case discografiche e la SIAE.E sottolineo che NON FANNO UN C***O!IO VOGLIO PAGARE.Ma il giusto alle persone giuste.Se sono in uffico a non fare un c***o i miei clienti si lamentano (giustamente) e mi chiedono una motivazione alla mia retribuzione.DEVE VALERE PER TUTTI.Capito SIAE?
      • Dr. Gian Pietro Bomboi scrive:
        Re: Telecom Italia inadempiente...
        - Scritto da: Rispetto
        - Scritto da: Alessandro

        Da Alice business ancora mi manda a 127.0.0.1

        Grande vittoria comunque! Bisogna festeggiare!

        Un paio di giorni fa anche Colombo è ritornato
        al

        vecchio dominio anche se senza torrent (per il

        momento).

        Spero che prima o poi questi maniscalchi

        capiranno che il tempo dei cavalli è finito e
        che

        il futuro è delle automobili!

        ;-)

        Il futuro è dei ladri che non pagano il lavoro
        degli artisti, vorrai
        dire.
        Quando vi renderete conto che voler tutto gratis
        uccide la creatività sarà ormai troppo
        tardi.Il possesso di un diritto d'autore è un furto!!!
      • Andonio scrive:
        Re: Telecom Italia inadempiente...
        Se la loro creativita' viene fuori soltanto se vedono i soldi, allora vuol dire che sono come le putt..ane che la danno solo se vedono 50 Euri.A me sembra che la creativita' degli artisti venga usata dagli editori e dalla organizzazioni come la SIAE per farsi mantenere senza lavorare, come i "protettori" e i mafiosi
        • ba1782 scrive:
          Re: Telecom Italia inadempiente...
          - Scritto da: Andonio
          [...]
          come i "protettori" e i
          mafiosiInfatti tra l'altro se qualcuno fa qualcosa relativo al mondo della musica senza pagare il pizzo alla SIAE fa una brutta fine(parecchie notizie del genere sono passate anche qui su PI)... E la SIAE è più "chiusa" di una famiglia di Cosa Nostra..!
        • dove vanno i soldi della SIAE scrive:
          Re: Telecom Italia inadempiente...
          http://www.corriere.it/economia/08_settembre_23/lehman_crac_risparmiatori_italiani_coinvolti_3c99d0b8-8965-11dd-8235-00144f02aabc.shtml?fr=box_primopiano
        • fred scrive:
          Re: Telecom Italia inadempiente...

          Se la loro creativita' viene fuori soltanto se
          vedono i soldi, allora vuol dire che sono come le[cut]e' molto interessante cio' che hai appena scritto, non ho mai visto un'affermazione uguale alla tua eppure e' validissima e puo' essere utilizzata per ribattere efficacemente.
        • H5N1 scrive:
          Re: Telecom Italia inadempiente...
          Il tema della "prostituzione dell'arte" si pose già ai tempi dei magnati, ma mai come ora è vivo e sentito.Non credo che, come molti hanno affermato, il diritto d'autore sia il male assoluto.E' giusto riconoscere qualcosa ha chi ha estro e creatività perchè ci regala comunque parte di sè e deve pur campare.Quello che non è giusto è tutto il giro che fà il denaro prima di finire (decurtato del 99.999999%) nelle tasche dell'autore.
      • Might scrive:
        Re: Telecom Italia inadempiente...
        - Scritto da: Rispetto

        Il futuro è dei ladri che non pagano il lavoro
        degli artisti, vorrai
        dire.
        Quando vi renderete conto che voler tutto gratis
        uccide la creatività sarà ormai troppo
        tardi.Non so se lo pensi sul serio o vuoi solo alimentare la polemica, ma se anche fosse fai parte di una razza in via di estinzione. Sempre più persone infatti, tra la gente comune e gli artisti, si rende conto che questo assioma ha decisamente fatto i suo tempo. Gli unici a (fare finta di) crederci ancora sono i parassiti succhiasangue che si frappongono tra gli artisti e i loro appassionati: sono loro gli unici che, in un'ipotesi di redifinizione del diritto d'autore, si troveranno a cercare un altro (vero) lavoro.
        • Massi cadenti scrive:
          Re: Telecom Italia inadempiente...
          - Scritto da: Might
          - Scritto da: Rispetto



          Il futuro è dei ladri che non pagano il lavoro

          degli artisti, vorrai

          dire.

          Quando vi renderete conto che voler tutto gratis

          uccide la creatività sarà ormai troppo

          tardi.

          Non so se lo pensi sul serio o vuoi solo
          alimentare la polemica, ma se anche fosse fai
          parte di una razza in via di estinzione.

          Sempre più persone infatti, tra la gente comune e
          gli artisti, si rende conto che questo assioma ha
          decisamente fatto i suo tempo. Gli unici a (fare
          finta di) crederci ancora sono i parassiti
          succhiasangue che si frappongono tra gli artisti
          e i loro appassionati: sono loro gli unici che,
          in un'ipotesi di redifinizione del diritto
          d'autore, si troveranno a cercare un altro (vero)
          lavoro.Come non quotare.
      • aaaaaaa scrive:
        Re: Telecom Italia inadempiente...
        GUARDA che gli ARTISTI con le pxlle GUADAGNANO ED ANCHE BENE!!!!Sono quelli che fanno cacare CHE NON VENDONO E NON GUADAGNANO!!!(rotfl)
    • fox82i scrive:
      Re: Telecom Italia inadempiente...
      Emmm se mi permetto ma con Alice business riesco ad arrivare a pirate bay...
    • Non so voi... scrive:
      Re: Telecom Italia inadempiente...
      Ma io con la mia bella linea alice residenziale in tutto questo periodo di "blocco" della baia ho continuato allegramente ad accedervi usando i dns di alice senza alcun blocco o che....andavo sulla homepage giusto per verificare il blocco e invece assolutamente niente...liberi di non credermi ma è stato così bah!
      • jackoverfull scrive:
        Re: Telecom Italia inadempiente...
        Invece qui (tiscali) si è navigato benissimo fino a metà settembre, poi blocco improvviso dei dns (thepiratebay E labaia) E degli ip. suppongo che dovrò tenermi JAP a portata ancora per qualche meseche rabbia, poi, per quel dump di wikipedia che avevo già scaricato per metà
    • alex scrive:
      Re: Telecom Italia inadempiente...
      Devi aspettare che a telecom arrivi la notifica dal tribunale
      • Massi cadenti scrive:
        Re: Telecom Italia inadempiente...
        - Scritto da: alex
        Devi aspettare che a telecom arrivi la notifica
        dal
        tribunalePerò per il decreto di sequestro ci impiegano ore, mica è giusto.
Chiudi i commenti