P2P e Canada, bene così

Mentre partono le prime denunce contro utenti francesi, l'uso del file sharing mostra segnali di ripresa. E IFPI spiega perché le major sono felici della sentenza canadese


Roma – Ribolle il grande calderone del peer-to-peer dopo che in Francia sono state annunciate in queste ore le prime denunce contro utenti che utilizzavano le tecnologie di file sharing per scambiare file protetti. O, almeno, questa è l’accusa.

Stando alle note di agenzia, il direttore generale dell’associazione dei produttori fonografici francesi (SCPP), Marc Guez, ha confermato che sono state presentate alle autorità una ventina di denunce contro utenti di cui ancora non si conoscono i nomi. Secondo Guez, non si intende creare dei “martiri” ma soltanto riuscire a rafforzare il concetto che lo scambio di file protetti è illegale e può provocare conseguenze.

Ma queste sono le ore in cui ancora si continua a discutere dello studio di Sandvine sul traffico peer-to-peer . Uno studio che sembra evidenziare solo un lieve rallentamento negli Stati Uniti e un rafforzamento in Europa. “L’uso di internet in Europa e negli USA – commenta a questo proposito il New Scientist – continua ad aumentare e dunque il file sharing continua a crescere nel complesso”.

Notizie che non piacciono alle major, evidentemente, che hanno però voluto specificare perché ritengono opportuna la sentenza canadese che “assolve” i provider da ogni royalty per l’uso del P2P da parte dei propri utenti.

Secondo IFPI , l’associazione internazionale dei fonografici, la Corte Suprema canadese ha confermato la visione dell’industria, ossia ha garantito che chi detiene il diritto d’autore sulle opere sia protetto anche se l’origine di uno scambio di file non avviene ma termina sul suolo Canadese. “La sentenza canadese – ha spiegato il general counsel di IFPI, Allen Dixon – conferma decisamente che i servizi illeciti non possono contravvenire alle leggi di un paese trasmettendo file protetti da una origine esterna a quel paese. Questa normativa, così come accade in altri paesi, contribuirà a prevenire che su internet si realizzino dei paradisi per i pirati”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Texas Wing scrive:
    Registro da RAdio e mettu su CD....
    Caso limite....Possiedo un materizzatore Audio collegato al resto dell'impianto Stereo. Registro un programma musicale trasmesso alla radio direttamene su CD audio..... punibile?MAh!
  • Anonimo scrive:
    Re: E i Libri, Le cassette audio e video?
    - Scritto da: Anonimo
    Scusate ma io acquisto il diritto a fruire
    dell'opera o il supporto?
    O entrambi?
    Se si rovina il supporto posso chiedere
    l'opera su un altro supporto?
    La risposta è no, ripagatelo.
    Se compro uno spartito dovrei avere diritto
    anche a una copia dell'esecuzione del brano?
    Se compro un'enciclopedia e mi si ammuffisce
    posso cambiarla con la versione cd-rom solo
    pagando il costo del supporto?
    Se mi ri rovina per usura la videocassetta
    posso farmela cambiare con un dvd solo
    pagando il costo del supporto?

    Mi sembra proprio che sia necessario
    svincolare il concetto del diritto ad
    usufruire di un'opera dal mezzo su cui
    ques'opera viene fisicamente duplicata....mmmmmmmmba se ho pagato il diritto per usufruire di un opera allora per evitare che si danneggi ne faccio copia (riscrivo il libro o ne faccio un sunto o lo scannerizzo, facio copia backup dei cd, copio le cassette)..tanto avendo pagato il diritto ad usufrire (e non il supporto) significa che ne posso usufruire so qualsiasi supporto, che sia quello fornitomi o altri.se mi fosse garantita la possibilità di copia il problema non esiterebbe, il fatto è che tale possibilità mi è preclusa da noti meccanismi di 'protezione' così copiare una videocasetta non è semplice (o per lo meno devo trovare io il modo di aggirare protezioni che mi negano un diritto), se poi la casette con il tempo deteriora (fortuna che il vhs sta sparendo perchè come qualità di durata era devvero un pessimo suppporto) io non ho potuto farne copia perchè protetta da sistemi anti-copia allora esigo che mi sia fornita una nuova copia..altrimenti lasciate che sia io a provvedere!!!!!!

    Che bel mal di testa ....
  • Anonimo scrive:
    Re: mah

    Visto che P.I. non e' una trasmissione in
    diretta, mi piacerebbe capire quali
    contenuti la redazione ha letto in questa
    pseudo-risposta, tanto da ritenere di
    pubblicarla.
    Forse hanno voluto dimostrare con una testimonianza diretta che manco gli avvocati ci capiscono niente sulla questione. (A parte il fatto che l'avvocato non ha capito manco la domanda)
  • Anonimo scrive:
    Re: Avvocatese=Politichese
    - Scritto da: Anonimo
    Come al solito.
    Quando poni una domanda precisa ad un legale
    o ad un politico ne ottieni in cambio una
    serie di risposte a spirale che alla fine
    non concludono nulla........[cut]Hai ragione, ma in questo caso l'avvocato è innocente: se la legge è fatta a membro virile di segugio ed è incoerente, la colpa è del legislatore ed una risposta ad un quesito può emergere solo con approssimazione.E' triste, ma in Italia una seria coerenza normativa in tante materie manca. Il fatto, poi, che ciò sia voluto o meno può essere oggetto di discussione. Un vero parlamento dovrebbe preoccuparsi di stabilire *chiaramente* il senso della norma rispetto alle leggi preesistenti.SalutiProspero
  • Anonimo scrive:
    90.000 Leggi
    Un amico mi ha prestato un CD con il documentario "Citizen Berlusconi" (preso dal P2P).Il film non mi e' piaciuto e lo scopo di questo post non e' assolutamente quello di innescare la solita polemica su destra sinistra e affini.Del film mi ha invece colpito un dialogo a proposito della quantita' di leggi che regolano il nostro paese. Il giornalista intervistato (non ricordo il nome) afferma che in Italia ci sono circa 90.000 leggi e che in Francia questo numero scende a 5.000.Ora, se una (UNA) legge, quella sul diritto d'autore, provoca una tale confusione cosa succede con l'insieme delle 90.000 ?Qualcosa mi sfugge ?
    • TeX scrive:
      Re: 90.000 Leggi
      - Scritto da: Anonimo
      ....
      Ora, se una (UNA) legge, quella sul diritto
      d'autore, provoca una tale confusione cosa
      succede con l'insieme delle 90.000 ?Secondo te perchè l'Italia va a rotoli ?
  • theDRaKKaR scrive:
    Re: Legale o illegale...
    per quanto mi riguarda usare UnsafeDisc per fare le copie di backup dei giochi che ho comprato è lecitopoi possono pure sbraitare ma 'sta "delinquente" idea non me la toglie nessuno
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT]Re: Il solito "Comma 22"
    - Scritto da: Fulmy(nato)
    - Scritto da: shevathas



    il comma 22 per caso è questo:



    chi è pazzo può
    chiedere

    di essere esonerato dalle missioni di

    guerra,

    chiunque chieda di essere esonerato
    dalle

    missioni di guerra sicuramente non
    è

    pazzo

    Direi che si adatta perfettamente:

    "chi non è un pirata può fare
    una copia ad uso personale,
    chiunque faccia una copia ad uso personale
    è un pirata"



    ==================================
    Modificato dall'autore il 02/07/2004 14.04.25il modello è simile a questo:La frase seguente è vera.La frase precedente è falsaed è uno strano anello.
  • Fulmy(nato) scrive:
    Re: [OT]Re: Il solito "Comma 22"
    - Scritto da: shevathas

    il comma 22 per caso è questo:

    chi è pazzo può chiedere
    di essere esonerato dalle missioni di
    guerra,
    chiunque chieda di essere esonerato dalle
    missioni di guerra sicuramente non è
    pazzo Direi che si adatta perfettamente:"chi non è un pirata può fare una copia ad uso personale,chiunque faccia una copia ad uso personale è un pirata"==================================Modificato dall'autore il 02/07/2004 14.04.25
  • Parliamone scrive:
    Re: Non è difficile da capire:
    - Scritto da: Anonimo
    Facciamo che io me la prendo con te che nn
    aiuti visto che l'articolo che GARANTISCE il
    diritto di COPIA PRIVATA (o di backup)
    è il 71-sexies che nn contraddice
    affatto il 61, ne tanto meno il 171-ter
    :)
    MassimoNon hai tutti i torti.:$Non sono un avvocato nè un giurista, mi sono semplicemente permesso di tradurre in italiano corrente l'articolo riportando (Copia e incolla) gli articoli di legge ivi citati.Questo è quanto emerge dalla lettura dell'articolo, senza fonti esterne...:)
  • Anonimo scrive:
    Re: Non è difficile da capire:

    Prendersela con l'autrice dell'articolo
    perché non ha trovato una risposta
    che non c'è mi sembra ridicoloBhe ... ma allora poteva dirlo in chiare lettere italiane no???Mica c'era bisogno di girarci intorno.
  • Anonimo scrive:
    E i Libri, Le cassette audio e video?
    Scusate ma io acquisto il diritto a fruire dell'opera o il supporto?O entrambi?Se si rovina il supporto posso chiedere l'opera su un altro supporto?La risposta è no, ripagatelo.Se compro uno spartito dovrei avere diritto anche a una copia dell'esecuzione del brano?Se compro un'enciclopedia e mi si ammuffisce posso cambiarla con la versione cd-rom solo pagando il costo del supporto?Se mi ri rovina per usura la videocassetta posso farmela cambiare con un dvd solo pagando il costo del supporto?Mi sembra proprio che sia necessario svincolare il concetto del diritto ad usufruire di un'opera dal mezzo su cui ques'opera viene fisicamente duplicata....Che bel mal di testa ....
  • Anonimo scrive:
    Re: Non è difficile da capire:
    - Scritto da: Parliamone
    Semplicemente, la legge contraddice
    sè stessa.
    Un articolo di una legge ammette il diritto
    alla copia per uso personale (Art. 171 ter,
    Legge n. 633 del 1941); un altro "riconosce
    il diritto esclusivo dell'autore di opere
    registrate su supporti di riprodurre
    l'opera" (Art. 61, Legge sul diritto
    d'autore), ovvero puoi farlo solo se sei il
    proprietario dei diritti.
    Prendersela con l'autrice dell'articolo
    perché non ha trovato una risposta
    che non c'è mi sembra ridicoloFacciamo che io me la prendo con te che nn aiuti visto che l'articolo che GARANTISCE il diritto di COPIA PRIVATA (o di backup) è il 71-sexies che nn contraddice affatto il 61, ne tanto meno il 171-ter:)Massimo
  • Parliamone scrive:
    Non è difficile da capire:
    Semplicemente, la legge contraddice sè stessa.Un articolo di una legge ammette il diritto alla copia per uso personale (Art. 171 ter, Legge n. 633 del 1941); un altro "riconosce il diritto esclusivo dell'autore di opere registrate su supporti di riprodurre l'opera" (Art. 61, Legge sul diritto d'autore), ovvero puoi farlo solo se sei il proprietario dei diritti.Prendersela con l'autrice dell'articolo perché non ha trovato una risposta che non c'è mi sembra ridicolo
  • shevathas scrive:
    [OT]Re: Il solito "Comma 22"
    il comma 22 per caso è questo: chi è pazzo può chiedere di essere esonerato dalle missioni di guerra,chiunque chieda di essere esonerato dalle missioni di guerra sicuramente non è pazzo :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Avvocatese=Politichese
    L'unico modo per comunicare con queste persone è quello di legarle ad una sedia, imbavagliate e con un telecomando in mano con due tasti: "SI" e "NO". Poi gli si possono fare domande. Sennò è inutile.M
  • Anonimo scrive:
    E se l'editore non esiste più ?
    Io mi tengo il mio supporto rovinato e lo uso come portabicchieri?Se poi era protetto l'unica è cercarlo sulle reti p2p, magari qualcuno più bravo di me ha fatto la copia di backup per tutti :)
  • Anonimo scrive:
    Legale o illegale...
    ... non fa molta differenza quando sul supporto ci sono le protezioni anti-copia che impediscono di creare backups... i nostri diritti vanno affanc_lo
  • Anonimo scrive:
    Egregio Avvocato
    Concordo anzitutto con quanto hanno detto un po' tutti: si capisce tra il niente e il meno di niente. Sarà un vizio dei politici e degli avvocati? Mah....Rispondo a chi ha detto che se il supporto è protetto nn si può fare la copia anche ad uso personale. La normativa dice che è diritto del produttore fare le sua brave protezione ma queste nn devono impedire la legittima copia privata. L'utente di contro, quando si fa la copia, lo deve fare senza aggirare il sistema.Torno a me, ho detto che nn ho capito una cippa di quello che ha detto ma vorrei invitarla a prendere visione di alcune sentenze che riguradno persone che hanno e svolgono tuttora nolrmalmente il proprio lavoro usando le personali copie private di brani musicali .... Lo scopo del perchè lo fanno nn è, come mi pare lei abbia affermato, per sostituire in caso di danneggiamento l'originale ma proprio per preservare l'originale! Dette sentenze, nate per altro da una distorsione interpretattiva di uso in pubblico, danno totale e piena ragione a queste persone in quanto le copie portano gli stessi "diritti" degli originali e, se usati a titolo personale come gli originali del resto, possono non sostituire ma "fare le veci".Se, come a tutti è sembrato, anch'io nn ho capito una ..... le chiedo scusa di questo mio inopportuno intervento.Massimo
  • Anonimo scrive:
    Il solito "Comma 22"
    Al solito: il codice dice una cosa da una parte, per poi rimandarti indietro da un'altra.Insomma il calssico "comma 22".Mi ricordo che una volta realizzammo un programma sulla gestione degli affitti ai tempi dell'equo canone.In alcuni casi il programma generava un "loop", che di fatto lo bloccava costringendoci all'interruzione della lavorazione.dopo due mesi di analisi varie ci accorgemmo che non era il programma che non andava, ma che la legislazione che esso seguiva meticolosamente in alcuni casi faceva fare dei giri che riportavano al punto di partenza.La cosa divertente è che la modifica al programma avrebbe comportato anche una violazione delle leggi; ma non eseguire il programma portava ad una violazione di legge.Per parafrasare un film con Bogart: "Questa è la politica bellezza".
  • the_speck scrive:
    Re: mah
    - Scritto da: theDRaKKaR
    beh l'invarianza di fase c'è, la non
    linearità pure, chiamo mandelbrot
    traduzione: studiare i sistemi caotici
    è 'na passeggiata in confronto al
    capire gli avvocatiNon e' vero, si capisce benissimo. Ha messo in pratica l'arte di dire un sacco di cose senza dire assolutamente niente di niente. ;-)Visto che P.I. non e' una trasmissione in diretta, mi piacerebbe capire quali contenuti la redazione ha letto in questa pseudo-risposta, tanto da ritenere di pubblicarla.-- Ciao,Speck
  • Anonimo scrive:
    x chi non ha capito..
    in pratica la copia del prodotto è ammessa salvo che non ci siano protezioni. Nel caso ci sia un sistema anti-copia sul prodotto , la possibilità di copiare anche per uso personale decade.E' questa la parte contrastante che devono risolvere a livello di leggi,perchè ci sono diritti - doveri che contrastano o almeno contrastano per il consumatore , ancor di + per le case distributrici che vorrebbero una non vogliono far copiare in nessun caso :DCredo l'abbiano scritto anche su PI e su altre testate giornalistiche tempo fà quando si parlò delle correzioni sulla legge del diritto d'autore.
  • Anonimo scrive:
    Re: Boh!?
    AHAHAHAH IDEM NON CI HO CAPITO UNA CIPPA! 8)
  • theDRaKKaR scrive:
    mah
    beh l'invarianza di fase c'è, la non linearità pure, chiamo mandelbrottraduzione: studiare i sistemi caotici è 'na passeggiata in confronto al capire gli avvocati
  • theDRaKKaR scrive:
    Re: La pagina contiene errori nel codice
    è un bug del redattore :D è già capitato :D
  • PaRRoT scrive:
    La pagina contiene errori nel codice...
    Quasi metà articolo non si legge per un errore nel codice HTML dell'e-mail...
  • Anonimo scrive:
    Avvocatese=Politichese
    Come al solito.Quando poni una domanda precisa ad un legale o ad un politico ne ottieni in cambio una serie di risposte a spirale che alla fine non concludono nulla........ quando non interessa direttamente loro.Vedrai il primo avvocato che beccano con un CD copiato come ti fa saltar fuori la risposta giusta.E comunque prima di pretendere il (legittimo ) rimborso o restituzione dei diritti di autore per un supporto difettato sarebbe meglio che ci impuntassimo a far togliere le protezioni dalla copia.Quella sì che una lesione ai nostri diritti di poter usufruire del prodotto acquistato indipendentemente dall'HW utilizzato.
  • Anonimo scrive:
    Re: Boh!?
    - Scritto da: Anonimo
    Sbaglio o non ha risposto x niente alla
    domanda!? :shai ragione, infatti volevo postare qualcosa del tipo... "qualcuno che ha capito mi spieghi, la copia per uso personale si può fare?"*strer*
  • Anonimo scrive:
    Boh!?
    Sbaglio o non ha risposto x niente alla domanda!? :s
  • Anlan scrive:
    Re: Record!
    No ...è il test di un nuovo exploit. :|
  • Anonimo scrive:
    Record!
    Il link (mailto, se ho letto bene) più lungo della storia. Applausi per PI:D:D:D
  • Anonimo scrive:
    [OT] Avete scaricato Buti?
    Come da oggetto :D :D :D
Chiudi i commenti