Partito Bankpass Web, e-commerce proprietario

ABI, CartaSì ed istituti convenzionati festeggiano il varo di un network di e-commerce pensato per superare le diffidenze di chi non vuole usare la carta di credito online. In ballo anche il Bancomat. Tutti i dettagli
ABI, CartaSì ed istituti convenzionati festeggiano il varo di un network di e-commerce pensato per superare le diffidenze di chi non vuole usare la carta di credito online. In ballo anche il Bancomat. Tutti i dettagli


Roma – Diventa operativo in queste ore il progettone “Bankpass Web” con cui l’ Associazione Bancaria Italiana (ABI), le aziende delle carte di credito, CartaSì in testa, e un pugno di istituti di credito intendono dare vita ad un network proprietario di commercio elettronico. Un network che dovrà essere capace di superare le tradizionali diffidenze del consumatore elettronico che in Italia e altrove è ancora restìo ad utilizzare in rete la propria carta di credito.

Bankpass Web , di cui si era già parlato nei mesi scorsi , può contare sul fatto che gli esercizi commerciali in rete non potranno facilmente rinunciare ad entrare in un network la cui affidabilità e sicurezza sarà ampiamente pubblicizzata da importanti nomi del credito nostrano. Tutto quello che viene richiesto all’utente aspirante cyber consumatore è del resto di iscriversi al servizio online.

L’idea centrale del sistema è quella di consentire di pagare online con carta di credito e persino pagoBancomat senza, in realtà, utilizzarli. In un wallet riservato, infatti, l’utente inserisce le informazioni sui propri strumenti di pagamento. In questo modo ottiene i codici del wallet che vengono interpretati dal sistema transattivo: questo significa che al momento dell’acquisto presso un negozio online convenzionato non occorrerà inserire i dati della carta ma soltanto i propri “codici wallet”.

Per creare il proprio wallet, che può comprendere al momento solo card Visa, MasterCard e pagoBancomat, è necessario rivolgersi agli sportelli delle banche che hanno già aderito al network, ovvero: San Paolo IMI, Banco di Napoli, Rolo Banca 1473, Credito Italiano, Banca del Piemonte, Cariverona, Caritro, Cassamarca e CariTrieste.

Stando ai promotori del network, sarebbero già una 40ina gli shop elettronici aderenti al servizio e capaci di accettare pagamenti via “wallet”. I negozi intenzionati a servirsi del nuovo sistema, entrando nel network dovranno aderire alle condizioni contrattuali proposte dai medesimi istituti di credito.

“Bankpass Web – ha affermato il direttore generale dell’ABI Giuseppe Zadra – per le sue caratteristiche è destinato a diventare lo standard per il pagamento degli acquisti su Internet e, in prossimo futuro, delle transazioni via telefono cellulare. Per la prima volta, altresì, apre le porte del commercio elettronico agli oltre 20 milioni di possessori di pagoBancomat”.

L’ambizione dei promotori del network è quella di sfondare nel settore e di riuscire a convogliare presso i propri server la bellezza di un milione di utenti-consumatori e 2mila negozi convenzionati entro la fine del 2003.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 10 2002
Link copiato negli appunti