Pioggia di borse di studio Microsoft

Quasi due milioni di dollari suddivisi in decine di borse di studio per progetti di ricerca informatica su piattaforme Microsoft. Quattro borse da 25mila dollari assegnate in Italia. I dettagli
Quasi due milioni di dollari suddivisi in decine di borse di studio per progetti di ricerca informatica su piattaforme Microsoft. Quattro borse da 25mila dollari assegnate in Italia. I dettagli


Roma – Sono 77 le istituzioni accademiche in molti diversi paesi ad aver ricevuto le borse di studio Microsoft, pensate per la ricerca informatica in ambito universitario. Quattro di queste borse sono state assegnate in Italia.

Il riconoscimento del supporto finanziario è intitolato “Innovation Excellence Awards for Windows Embedded”, un supporto che nel complesso arriva a 1,7 milioni di dollari e che è pensato per realizzare progetti di ricerca e corsi di studio basati sulle piattaforme Microsoft Windows Embedded.

I quattro assegnatari italiani selezionati da Microsoft per borse da 25mila dollari ciascuna sono:

– Daniele Nardi del Dipartimento di Informatica e Sistemistica – Università di Roma La Sapienza, per il progetto “RoboCare: Mobile robots and appliances to support the elderly people”

– Giovanni Malnati del Dipartimento di Informatica e Automatica – Politecnico di Torino, per il progetto “A Bluetooth based Indoor Positioning System for Handheld Devices”

– Antonio Costernino del Dipartimento di Informatica – Università di Pisa, per il progetto “R2D2: Robotica Embedded Software Agents for XPE ande CE”

– Maria Giovanna Sami del Politecnico di Milano – Istituto Alari Lugano, per il progetto Research and analisys of IPSec MIPv6 usage on a mobile scenario”

Nardi ha dichiarato: “Il riconoscimento ottenuto ci consente di sviluppare nuovi progetti e compiere sperimentazioni utilizzando lo stato dell’arte nella tecnologia embedded e promovendo al contempo la collaborazione all’interno degli istituti accademici”.

Le borse di studio sono state assegnate da Microsoft University Relations e da Windows Embedded Academic Program (WEMAP) , un’iniziativa che fornisce gratuitamente a docenti e ricercatori accademici l’accesso a codice sorgente, tool di sviluppo e supporto Microsoft.

Marco Combetto di Microsoft Research in Italia ha spiegato che dalle università sono giunte “molte interessanti proposte” relative allo sviluppo di progetti e corsi per la piattaforma Microsoft. “I vincitori – ha spiegato Combetto – sono stati selezionati sulla base della creatività e innovazione dei progetti presentati”. I progetti vanno dalla robotica al wireless passando per l’ubiquitous computing.

Per partecipare alla selezione, circa 120 college e università di tutto il mondo hanno inviato più di 130 proposte di ricerche e corsi di studio che includevano l’uso di Windows CE.NET o Windows XP Embedded.

Di interesse notare che la licenza WEACL (Windows Embedded Academic Curriculum License) riconosciuta da Microsoft ai partecipanti mette a disposizione 2 milioni di linee di codice sorgente per “creare progetti e modificare il codice a fini di sviluppo, test e valutazione”. La licenza fornisce anche “assistenza, tool di sviluppo, materiale Microsoft Official Curriculum per Windows XP Embedded e per Windows CE.NET”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

13 07 2003
Link copiato negli appunti