Pirateria italiana, l'appello dei discografici

I dati parlano di 20 milioni di italiani che non ritengono illegale l'acquisto di CD pirata. Tutti i numeri del fenomeno. Chiesta la mobilitazione degli artisti


Roma – Ci vuole una mobilitazione degli artisti e delle istituzioni per diffondere un nuovo approccio alla musica pirata e ai danni che la pirateria impone a chi la musica la fa, la produce e la distribuisce. Questo è quanto chiedono i discografici italiani e l’industria di settore in un appello diffuso dalla FIMI e dalla IFPI nel corso di una conferenza stampa.

Secondo le due organizzazioni da sempre in prima linea contro la pirateria, i numeri italiani sono molto preoccupanti. Sarebbero infatti 20 milioni gli italiani che non ritengono un atto illecito l’acquisto di un CD pirata, masterizzato abusivamente, magari acquistato per strada al mercato nero. Dagli “ambulanti”, infatti, si rifornirebbero periodicamente 4,7 milioni di italiani e sono questi “rivenditori” a coprire il 51 per cento del mercato nero del settore.

Che il fenomeno sia diffuso è sotto gli occhi di tutti e sono 1,4 milioni i CD sequestrati quest’anno dalle forze dell’ordine, un aumento di 200mila unità rispetto all’anno scorso. Un fenomeno che nel Meridione viene definito endemico, capace di rappresentare addirittura la metà del mercato totale, con un giro d’affari da 111 milioni di euro. Più in generale, il mercato nero della musica rappresenta, secondo i discografici, un quarto del mercato complessivo.

“Per combattere la pirateria – ha affermato Emmanuel De Buretel, presidente di EMI Recorder Music – sarebbe importante un maggiore coinvolgimento degli artisti, che comunque si stanno muovendo, così come avviene in Spagna e in Francia. Il caso Metallica-Napster serva da esempio, ma è necessaria un’associazione di artisti che facciano fronte comune. Se la pirateria continuerà su questi livelli, è chiaro che ci saranno conseguenze sul repertorio locale e per la nascita di nuovi talenti”.

“Il valore della musica in Italia – ha invece affermato Jay Berman, presidente e CEO di IFPI – è minacciato dall’espandersi della pirateria. Nonostante l’incremento dell’attività delle forze dell’ordine, continuano a essere venduti enormi quantità di CD masterizzati. Inoltre anche quando i pirati giungono davanti al giudice, troppo spesso le pene sono eccessivamente leggere o irrisorie”.

I discografici dunque chiedono pene più severe anche per quanto riguarda il fenomeno della pirateria internet: sarebbero già 917 i siti italiani chiusi perché dediti alla distribuzione illegale di musica.

Dalla FIMI, la federazione dell’industria musicale italiana, è stato invece sottolineato come “le attività repressive da parte delle forze dell’Ordine sono aumentate dall’approvazione della legge anti-pirateria ma, a livello giudiziario, non c’è ancora una forte consapevolezza dei danni recati dalla pirateria. Per questo chiediamo al Governo di aumentare i propri sforzi per ottenere maggiori risultati nella lotta alla contraffazione. Essendo, inoltre, in forte aumento in Italia la pirateria su Internet invitiamo il Governo ad adottare al più presto la direttiva europea sul copyright”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Poveri Ragazzi
    Poveri ragazzi, quelli di Blu, tante risorse e tante idee nuove e innovative. Al contrio dei loro managers che hanno solo fatto il loro comodo e adesso si godranno la vendita delle azioni. Blu e' nata nel 2000 per morire nel 2002, ma che razza di gente e' questa che ha distrutto un patrimonio delle telecomunicazioni? I servizi di Blu erano favolosi i prezzi concorrenziali senza parlare del portale innovativo che solo delle menti geniali potevano pensare e realizzare. Sicuramente le migliaia di giovani gia' licienziati o assorbiti da tim o wind dovranno ringraziare piccole aziende come:Autostrade S.p.aMediasetBanca nazionale del lavoroBritish telecomItalgas
  • Anonimo scrive:
    Non ho capito una cosa...
    Cosa significa che a TIM vanno le azioni di blu mentre i clienti li prende WIND?????In pratica TIM diventa azionaria di WIND per un controvalore pari ai clienti di BLU, oppure TIM è proprietaria di BLU senza clienti (??) o cos'altro? Grazie a chiunque sciolga questa mia curiosità... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ho capito una cosa...
      Blu inizialmente è stata acquistata da Tim (100% delle Azioni) che è stato praticamente un passamano da Benetton a Benetton.Poi l'azienda verrà scorporata in tanti pezzettini (asset) che verranno rivenduti a Wind (marchio, clienti, negozi, qualche dipendente, un call center...) a Tre (antenne), a Tim (le cose rimanenti)Inutile dire che tutto questo andrà a vantaggio per Tim ed è stata Tim grazie al governo a distruggere Blu per vari Motivi:- 5mhz di frequenza- un rivale in meno- caso benettonCiaoUn SODDIFATTISSIMO utente Blu dal 1999 che conosce molte cose...
  • Anonimo scrive:
    BNL indietro tutta
    La cara banca che di iniziative come questa e' piena tira indietro tutti i suoi investimenti e come dice ermonnezza il Manager cascano sempre in piedi e sono ottimisti. Per loro si tratta di andare a fare qualcos'altro, per la gente che sta sotto di loro si tratta di sorbire le loro cazzate e cercarsi qualcosa di meglio da fare.E' tutta una questione politica, uccidiamoli questi dirigenti.
  • Anonimo scrive:
    Un premio al management
    Questi "manager" che hanno lo sguardo sempre rivolto al futuro, sono sempre soddisfatti, ringraziano sempre i collaboratori ma alla fine sono sempre quelli che cascano in piedi, io li premierei con una interminabile sequenza di ZAMPATE IN CULO!
  • Anonimo scrive:
    Blu dalla vergogna!
    Ve lo ricordate a che cosa e' servita Blu, vero? Ha partecipato all'asta per le concessioni italiane Umts benche' non ne avesse le caratteristiche necessarie ma e' stata ammessa ugualmente con la losca complicita' del governo comunista col suo presidente del consiglio cattocomunista Mortadella. Iniziata l'asta Umts Blu si e' tirata fuori. Essendo il numero delle concessioni uguali al numero dei partecipanti all'asta meno uno, di fatto asta non e' piu' stata, tutti gli altri operatori hanno preso la loro concessione pagando una cifra ridicolmente bassa se comparata alle cifre raggiunte in aste in altri stati europei. Tutti soldi sottratti che non sono andati allo stato, quindi, tutti soldi che lo stato dovra' trovare in altri modi ai danni dei cittadini. Insomma una enorme truffa ai danni dei cittadini con il beneplacido dei comunisti che al governo non hanno fatto altro per 5 anni che regalare decine di migliaia di miliardi alla grande industria e alla grande finanza.
    • Anonimo scrive:
      Re: Blu dalla vergogna!
      - Scritto da: Schifato
      Ve lo ricordate a che cosa e' servita Blu,
      vero? Ha partecipato all'asta per le
      concessioni italiane Umts benche' non ne
      avesse le caratteristiche necessarie ma e'
      stata ammessa ugualmente con la losca
      complicita' del governo comunista col suo
      presidente del consiglio cattocomunista
      Mortadella. Iniziata l'asta Umts Blu si e'
      tirata fuori. Essendo il numero delle
      concessioni uguali al numero dei
      partecipanti all'asta meno uno, di fatto
      asta non e' piu' stata, tutti gli altri
      operatori hanno preso la loro concessione
      pagando una cifra ridicolmente bassa se
      comparata alle cifre raggiunte in aste in
      altri stati europei. Tutti soldi sottratti
      che non sono andati allo stato, quindi,
      tutti soldi che lo stato dovra' trovare in
      altri modi ai danni dei cittadini. Insomma
      una enorme truffa ai danni dei cittadini con
      il beneplacido dei comunisti che al governo
      non hanno fatto altro per 5 anni che
      regalare decine di migliaia di miliardi alla
      grande industria e alla grande finanza.Tutto potrebbe essere vero...ma, se non erro, alla presentazione degli azionisti di maggioranza c'erano anche Galliani e/o Confalonieri, che di comunista forse hanno solo le mutande rosse di capodanno...Che i suddetti abbiano voluto fare un favore ad un Governo di sinistra lo trovo alquanto "fantapolitico"... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Blu dalla vergogna!

      Insomma
      una enorme truffa ai danni dei cittadini con
      il beneplacido dei comunisti che al governo
      non hanno fatto altro per 5 anni che
      regalare decine di migliaia di miliardi alla
      grande industria e alla grande finanza.che l'ulivo abbia fatto cio e' vero ma che siano comunisti..ho molto da ridire..anzi nell'ulivopersonaggi come D'Alema e Rutelli son considerabili di DESTRAOpenTrozky(versione libertaria di OpenCurcio)
    • Anonimo scrive:
      Re: Blu dalla vergogna!

      che non sono andati allo stato, quindi,
      tutti soldi che lo stato dovra' trovare in
      altri modi ai danni dei cittadini. Insomma
      una enorme truffa ai danni dei cittadini con
      il beneplacido dei comunisti che al governo
      non hanno fatto altro per 5 anni che
      regalare decine di migliaia di miliardi alla
      grande industria e alla grande finanza.Ma in blu non c'era anche Mediaset?Chi e' il padrone di Mediaset?E' comunista? non mi risulta....
    • Anonimo scrive:
      Re: Blu dalla vergogna!
      - Scritto da: Schifato
      Ve lo ricordate a che cosa e' servita Blu,
      vero? Ha partecipato all'asta per le
      concessioni italiane Umts benche' non ne
      avesse le caratteristiche necessarie ma e'
      stata ammessa ugualmente con la losca
      complicita' del governo comunista col suo
      presidente del consiglio cattocomunista
      Mortadella. Iniziata l'asta Umts Blu si e'
      tirata fuori. .......
      .....pagando una cifra ridicolmente bassa se
      comparata alle cifre raggiunte in aste in
      altri stati europei. La cronaca di ieri non e' il tuo forte.L'asta UMTS venne gestita dal Governo Amato, Prodi era gia' Presidente della Commissione Europea e quindi ...Va detto, oltre tutto, che il Governo Amato avvio' una procedura per trattenere la caparra versata da BLU per partecipare all'asta, mi pare che la cosa fu cassata dalla Magistratura perche' non conforme alle regole d'asta.I soci di Blu avevano pensieri e disponibilta' finanziarie differenti.Negli Stati Europei dove le Societa' hanno versato enormi cifre, esempio Germania, ora il Governo interviene con finanziamenti e favori vari...Se poi per te la propaganda elettorale della CdL e' la VERITA' rilevata in cielo ed in terra...Ognuno crede a cio' che vuole credere.Saluti, Oscar.
    • Anonimo scrive:
      Re: Blu dalla vergogna!
      Ma hai Letto cosa hai scritto?????leggi la compagine societaria di blu, invece di "berti" tutte le c.... della propaganda della Cdl....se poi prima di aprire la bocca accendessi il cervello e seguissi quello che è successo e tutta la storia di Blu, ti renderesti conto che blu è servita ma per tutt'altra cosa, quando per motivi di ordine finanziario hanno deciso di non partecipare alla gara UTMS, i soci hanno cominciato a litigare.................chi ci ha guadagnato??????Berlusconi!!! che ha venduto a caro prezzo la sua quota a BT sfruttando un accordo firmato all'atto costitutivo di Blu proprio tra berluska e bt....chi ci ha guadagnato?????tronchetti provera!!!! che ha comprato TIM-SEAT



      LA7 , vendendone un bel pezzettino a chi???? berluska!!!!Smetto Perchè mi viene la NAUSEA..........
    • Anonimo scrive:
      Re: Blu dalla vergogna!
      - Scritto da: Schifato
      Ve lo ricordate a che cosa e' servita Blu,
      vero? Ha partecipato all'asta per le
      concessioni italiane Umts benche' non ne
      avesse le caratteristiche necessarie ma e'
      stata ammessa ugualmente con la losca
      complicita' del governo comunista col suo
      presidente del consiglio cattocomunista
      Mortadella. Iniziata l'asta Umts Blu si e'
      tirata fuori. Essendo il numero delle
      concessioni uguali al numero dei
      partecipanti all'asta meno uno, di fatto
      asta non e' piu' stata, tutti gli altri
      operatori hanno preso la loro concessione
      pagando una cifra ridicolmente bassa se
      comparata alle cifre raggiunte in aste in
      altri stati europei. Tutti soldi sottratti
      che non sono andati allo stato, quindi,
      tutti soldi che lo stato dovra' trovare in
      altri modi ai danni dei cittadini. Insomma
      una enorme truffa ai danni dei cittadini con
      il beneplacido dei comunisti che al governo
      non hanno fatto altro per 5 anni che
      regalare decine di migliaia di miliardi alla
      grande industria e alla grande finanza.Smetti di dire c*gate, che:1) nell'azionariato di Blu c'era Mediaset!2) I soldi sborsati per l'asta, gli operatori difficilmente li rivedranno indietro. Cosa vuoi??? Che avessero sborsato ancora più miliardi per entrare accedere ad una tecnologia merd*sa come l'UMTS? Tu sei scem*!
    • Anonimo scrive:
      Re: Blu dalla vergogna!
      Ne ho sentinte di fesserie nella mia vita, ma questa è davvero grossa!Spero per te che TU non creda a quello che hai scritto, altrimenti non posso che dispiacermi per te: apri gli occhi nella vita e pensa con la TUA testa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Blu dalla vergogna!
        ahahhahahahha Adesso capisco xche' hai quel nick !xche' chiunque clikka i tuoi post deve rimanere schifato da cio' che legge e tu, diciamo cosi', lo metti in guardia !!!! Ma guarda un po' che magari diventi anche una brava persona !Sei semplicemente vergognoso, come del resto tutti quelli come te che non capendoci nulla ne di telefonia, ne di politica, ne tantomeno di come gira il mondo (ed i soldi...) si nascondo dietro a "i co"mm"unisti ru"bb"ano tutto !!! tutta colpa "delli co"mm"unisti !!!"ahahahahahahah.... sei semplicemente pietoso...Andrea
    • Anonimo scrive:
      Re: Blu dalla vergogna!
      - Scritto da: Schifato
      Ve lo ricordate a che cosa e' servita Blu,
      vero? Ha partecipato all'asta per le
      concessioni italiane Umts benche' non ne
      avesse le caratteristiche necessarie ma e'
      stata ammessa ugualmente con la losca
      complicita' del governo comunista col suo
      presidente del consiglio cattocomunista
      Mortadella. Iniziata l'asta Umts Blu si e'
      tirata fuori. Essendo il numero delle
      concessioni uguali al numero dei
      partecipanti all'asta meno uno, di fatto
      asta non e' piu' stata, tutti gli altri
      operatori hanno preso la loro concessione
      pagando una cifra ridicolmente bassa se
      comparata alle cifre raggiunte in aste in
      altri stati europei. Tutti soldi sottratti10.000 miliardi di lire di base d'asta per delle semplici concessioni sul piano di assegnazione delle frequenze (quindi in sostanza una carta bollata) non mi sembrano "bruscolini".Che poi in Germania ad esempio si siano raggiunti i 90.000 miliardi circa non mi fa pensare che lì sia stato meglio visto che se il cash flow delle società attive nell'UMTS non sarà in grado di far recuperare tale cifra a medio termine si troveranno di fronte al falimento dell'intero progetto UMTS (Iridium insegna).
      che non sono andati allo stato, quindi,
      tutti soldi che lo stato dovra' trovare in
      altri modi ai danni dei cittadini. InsommaInizino a far pagare le concessioni di frequenze a TV e radio private che fino ad ora non pagano un solo euro.Ah già, ma per far ciò bisognerebbe prima varare il piano nazionale di assegnazione delle frequenze, previsto dalla legge Mammì del 1990, e mai attuato per via dell'opposizione di chi ha interesse a continuare a non pagare e a a tenere 3 reti nazionali via etere in barba alle sentenze della Corte Costituzionale n.112 del 1993 e n.420 del 5/12/1994...
      una enorme truffa ai danni dei cittadini con
      il beneplacido dei comunisti che al governo
      non hanno fatto altro per 5 anni che
      regalare decine di migliaia di miliardi alla
      grande industria e alla grande finanza.Che sinistra e grande finanza vadano a braccetto da sempre è noto ma evita se puoi di usare appellativi come "comunista", "fascista" e "nazista" se non altro per rispetto alle centinaia di milioni di persone che sono morte a causa di tali regimi totalitari.E comunque per ritornare a Blu va ricordata un po' la storia della telefonia di questi ultimi anni.Una volta finito il monopolio Telecom in molti hanno voluto buttarsi nella molto appetibile torta del mercato delle telecomunicazioni.Però per creare una società di telefonia mobile in poco tempo occorrevano infrastrutture su cavo già pronte (anche una telefonata tramite cellulare è bene ricordare che ha bisogno di essere instradata via cavo dalla cella ricevente alla prima dorsale di telefonia fissa) e così si è pensato di sfruttare le reti di telecomunicazioni esistenti.Ecco che l'allora Olivetti-Infostrada-Omnitel ad esempio ha acquistato dalle Ferrovie dello Stato la rete di telecomunicazioni che correva di fianco ai binari del treno (in realtà poi ne ha sfruttato solo le canaline) mentre Enel ha utilizzato la sua rete presente parallelamente a quella delle corrente elettrica.Rimaneva ancora una rete già esistente da sfruttare che era quella di Autostrade S.p.A. che correva lungo le carreggiate stradali e che è stata quindi messa a disposizione del consorzio Blu (e del quale Autostrade S.p.A. è appunto un azionista di riferimento).Quel che è mancato a tale società è stato il capitale necessario a creare una rete di antenne terrestri da affiancare alla rete via cavo per via del mancato apporto in tal senso di alcuni soci (in primis Mediaset) che erano entrati in tale consorzio solo per motivi speculativi e che quindi non volevano mettere mano al portafoglio.Definire quindi Blu una società di comodo creata FIN DALL'INIZIO solo ai fini di ridurre al minimo il prezzo d'asta delle concessioni UMTS è un affermazione un po' grossolana.Per far ciò sarebbe bastata una "scatola vuota" con una capitalizzazione ai minimi termini e non ci si sarebbe impegnati tanto a cercare (e pagare) una struttura di rete, come quella di Autostrade S.p.A. che ne supportasse i servizi.
  • Anonimo scrive:
    Peccato anche per
    Vorrei ricordare i servizi web erogati dell'azienda:a) il sito di BLU in primisb) il servizio 198web, utilissimo non solo per attivare le promozioni ma anche per leggere il dettaglio delle telefonate via web (fino al giorno precedente)c) i siti affiliatiInfine... Memory ... chi non si ricorda come fu presentata a SMAU?Purtroppo non sempre le idee "migliori" sono quelle vincenti...
    • Anonimo scrive:
      Re: Peccato anche per
      ma di quali idee migliori parli?????sul sito della blu se per scrivere una mail ci impiegavi più del tempo stabilito - al momento di fare SEND ti ritrovavi su una pagina vuota senza che la mail ti fosse stato spedita e senza che tu avessi possibilità di recuperare quello che avevi scritto.Io sono un giornalista ed alcuni articoli li devo inviare per email impiegando diversi minuti per scriverli e questo scherzetto mi ha creato un pò di casinisai che diceva il servizio clienti? che questo meccanismo serviva per non occupare troppo il server - peccato che con gli altri servizi di webmail forniti da tutte le compagnie del mondo questo non accadainnsbruckps: blu è fallita anche perchè i manager avevano un livello culturale basso
      • Anonimo scrive:
        Re: Peccato anche per

        Io sono un giornalista ed alcuni articoli li
        devo inviare per email impiegando diversi
        minuti per scriverli e questo scherzetto mi
        ha creato un pò di casiniperò anche te sei furbo come una volpe... scriverli sul notepad e poi fare copia/incolla era troppo complicato ? :oP
        • Anonimo scrive:
          Re: Peccato anche per
          guarda che io faccio l'inviato ed utilizzo vari sistemi di webmail come lycos ad esempio e non ho mai avuto di utlizzare nessun notepad e di fare nessun copia ed incolla.scrivo il messaggio e poi lo spedisco - punto e basta.la tua osservazione non è molto arguta. Lavori a Repubblica?
          • Anonimo scrive:
            Re: Peccato anche per
            - Scritto da: innsbruck
            guarda che io faccio l'inviato ed utilizzo
            vari sistemi di webmail come lycos ad
            esempio e non ho mai avuto di utlizzare
            nessun notepad e di fare nessun copia ed
            incolla.

            scrivo il messaggio e poi lo spedisco -
            punto e basta.

            la tua osservazione non è molto arguta.
            Lavori a Repubblica?Non capisco, da che piattaforma scrivevi la mail? Da un web-kiosk? Qualunque altro sistema operativo ha utility sceme come il notepad.
    • Anonimo scrive:
      Re: Peccato anche per
      Rispondo a Mr. JinxIl tuo post è breve ma fa davvero riflettere. Hai proprio ragione. In particolare la tua ultima frase mi ricorda come fu presentata Memory alla Smau. C'era davvero un sacco di gente e ricordo anche (spero non male) che la Blu vinse quell'anno un premio per l'originalità dello stand. Ricordi purtroppo, solo ricordi. UN problema della Blu è il fatto di essere arrivata sul mercato TARDI, troppo tardi...Nonostante sia una persona che rema fortemente contro Telecom in generale (e Tim in particolare) mi consolo col fatto che almeno non finiamo in mani Wind per quanto riguarda la rete Gsm... Sarebbe stata davvero la fine peggiore. Ci saremmo trovati con un servizio pessimo, linea che cade, linea spesso inesistente o scarsa etc...Un saluto a tutti.Alan
  • Anonimo scrive:
    casini non diceva la verità o mi sbaglio?
    il presidente della BLU casini aveva sempre ripetuto che i clienti della BLU erano 2 milioni, mentre ora si parla di 700.000.casini aveva mentito o io non capito qualcosa?
    • Anonimo scrive:
      Re: casini non diceva la verità o mi sbaglio?
      - Scritto da: innsbruck
      il presidente della BLU casini aveva sempre
      ripetuto che i clienti della BLU erano 2
      milioni, mentre ora si parla di 700.000.

      casini aveva mentito o io non capito
      qualcosa?Da quello che ho capito io, 700.000 sono i cosiddetti "clienti attivi", cioe' quelli che utilizzano quotidianamente ed effettivamentre la loro SIM per effettuare traffico telefonico, esclusi quindi quelli che la suddetta SIM la tengono nel cassetto per usarla, magari un paio di volte ogni 6 mesi.
      • Anonimo scrive:
        Re: casini non diceva la verità o mi sbaglio?
        appunto!!!!i 2 milioni di clienti di cui parlavo la blu erano in realtà il numero di sim attivate non i clienti !!!!più dei 2 terzi delle persone che avevano una sim blu non la usavano mai, questa è la realtà.
  • Anonimo scrive:
    Hanno la faccia come...
    Ma senti un po' quel papao di Enrico Casini, deve avere la faccia come il culo per dire di essere fiero di quello che ha fatto...
  • Anonimo scrive:
    e se...
    Blu fosse stata creata apposta per partecipare (e poi ritirarsi) dalle aste per l'UMTS? Facciamoci 2 conticini fantapoliticocommerciali: Tic, Vind, Bodapon e Miscali (4 aziende telefoniche che nulla, ripeto, nulla hanno a che fare con i 4 gestori di telefonia mobile presenti in Italia), si accordano in segreto e creano un 5° gestore con il solo scopo di farlo partecipare ad un'asta per poi ritirarlo dalla stessa ed essere sicuri di vincere la gara stessa senza praticamente alcun rialzo sulla base d'asta.Secondo voi, che fine farebbe questa azienda fasulla dopo qualche mese dalla chiusura della gara stessa?Secondo voi, converrebbe creare un'azienda di questo genere (ovviamente dividendo i costi tra 4 complici, si, complici, non soci), o converrebbe fare una gara limpida?Vi ricordate quante migliaia di miliardi di lire in meno ha incassato lo Stato dal fallimento dell'asta?Perchè nessuno si è mosso a fare ricerche in questa direzione?
    • Anonimo scrive:
      Re: e se...

      Perchè nessuno si è mosso a fare ricerche in
      questa direzione?perche' servono le prove....e perche' e' talmente contorta come cosa che potrebbe essere vera...magari fra 30 o 40 anni sapremo un pezzo di verita' :)
    • Anonimo scrive:
      Re: e se...
      ...ehehehe..."discovering the hot water...." :-))P.S.Conosco persone che lavora(va)no in Blu......mancano le prove "giudiziarie", ma è andata proprio così....
    • Anonimo scrive:
      Re: e se...
      - Scritto da: sasino
      Blu fosse stata creata apposta per
      partecipare (e poi ritirarsi) dalle aste per
      l'UMTS? Facciamoci 2 conticini
      fantapoliticocommerciali: Tic, Vind, Bodapon
      e Miscali (4 aziende telefoniche che nulla,
      ripeto, nulla hanno a che fare con i 4
      gestori di telefonia mobile presenti in
      Italia), si accordano in segreto e creano un
      5° gestore con il solo scopo di farlo
      partecipare ad un'asta per poi ritirarlo
      dalla stessa ed essere sicuri di vincere la
      gara stessa senza praticamente alcun rialzo
      sulla base d'asta.
      Secondo voi, che fine farebbe questa azienda
      fasulla dopo qualche mese dalla chiusura
      della gara stessa?
      Secondo voi, converrebbe creare un'azienda
      di questo genere (ovviamente dividendo i
      costi tra 4 complici, si, complici, non
      soci), o converrebbe fare una gara limpida?
      Vi ricordate quante migliaia di miliardi di
      lire in meno ha incassato lo Stato dal
      fallimento dell'asta?
      Perchè nessuno si è mosso a fare ricerche in
      questa direzione?Non so citare tutti gli Azionisti di Blu ma mi pare di ricordare che fra di loro non c'erano prestanomi o Societa' di comodo, create al momento giusto per fare questo giochetto.Mi pare altresi' di ricordare che quando stava per partire l'Asta, gli Azionisti di Blu fossero divisi sulle strategie aziendali, e che alcuni manifestarono l'intenzione di chiamarsi fuori.Probabilmente, anzi sicuramente, gli altri Operatori telefonici intervennero ed attuarono pressioni affinche' Blu partecipasse all'asta.Provarlo non e' certo cosa facile, in questi casi l'ideale e' trovare un pentito, che di spontanea iniziativa scoperchia la pentola. Ma se la divisione dei beni ed i vantaggi che ne derivano, accontentano tutti, le crisi di coscienza tardano a venire...Saluti, Oscar.
  • Anonimo scrive:
    paraculi
    si capiva un km lontano che sarebbero falliti eheheheheheheh
    • Anonimo scrive:
      Re: paraculi
      Che c'è da ridere? La concorrenza ti dà fastidio? Io con blu mi trovavo alla grande e spero non rinegozino le condizioni della mia prepagata: blu2, 30 sms gratisi al mese, zero costo di ricarica dal bancomat, svariate promozioni... Questa era sostanza, non canzoncine truzze durante gli spot!
      • Anonimo scrive:
        stesse condizioni (così dicono)
        http://www.lastampa.it/redazione/news_high_tech/blu.asp
      • Anonimo scrive:
        Re: paraculi
        Ciao anchio sono un clienti di Blu, però adessoè fallita, i piani telefonici e le promozioni nonsubiranno nessuna modifica, lo ha detto anchel'articolo di Punto Informatico.
  • Anonimo scrive:
    Peccato...
    L'inizio è stato promettente, con tariffe competitive, offerte incisive (ho ancora 30 sms/mese x sempre da svariati mesi) e poi la finta concorrenza l'ha strangolata, aiutata dal csino delle aste umts, che ha spaccato il management.Un pensiero anche ai dipendenti, molti dei quali, come documentato in passato da PI, hanno visto sfumata la possibilità di un lavoro stabile in una grande azienda...Domanda:Ma ora continuerò ad avere i servizi di Blu o ad esempio, per fare una ricarica dovrò comprare quella wind?Io volevo attivare Memory fra qualche mese...Worldwide Wild Web+
    • Anonimo scrive:
      Re: Peccato...

      Ma ora continuerò ad avere i servizi di Blu
      o ad esempio, per fare una ricarica dovrò
      comprare quella wind?
      Io volevo attivare Memory fra qualche mese...
      Worldwide Wild Web+Secondo me, ora che e' stata cannibalizzata, dovrai prendere le offerte di wind... probabilmente ti faranno transitare sulla rete wind, mantenendo il vecchio numero...che dire ? buona fortuna!
      • Anonimo scrive:
        Gli utenti saranno trasferiti a Wind
        "Gli utenti saranno trasferiti a Wind (gruppo Enel) progressivamente, senza modifiche nei piani tariffari prescelti, incluse le promozioni"tratto da La Stampa http://www.lastampa.it/redazione/news_high_tech/blu.asp
    • Anonimo scrive:
      Re: Peccato...
      Condivido tutto e quello che più mi fa incazz..... è che io che ho sempre odiato BIND adesso mi ritrovo a telefonare con loro ,che sfiga!C'è poi da dire un'altra cosa che spesso non viene considerata che con un gestore come Blu si aveva una copertura eccezzionale dal momento che dove non era presente c'erano sempre altri gestori a coprire (mica roba da poco) Prova a spostarti in provincia con Bind poi ne riparliamo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Peccato...
        Invece a me non dispiace del tutto, da me (BO) "Bind" copre molti posti anche sugli appennini (dai miei nonni copre Omnitel e "Bind" ma non Gim :-)ps: Sono di Bo.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Peccato...
      Io ho letto che la ricarica blu ci sarà ancora,poi forse la cambieranno con quella di Wind,tu puoi attivare Memory perchè i servizi rimangono, quindi non ti preoccupare.Se vuoi saperne di più dovresti chiamare il 198
Chiudi i commenti