Pocket PC e Palm OS quasi al pareggio

Uno studio Gartner mostra come Microsoft, con un felino balzo in avanti, abbia ormai quasi annullato la distanza che separava, sul mercato, la sua piattaforma Pocket PC da quella Palm OS. Ecco i dati più significativi


Stamford (USA) – Nonostante il mercato globale dei PDA sia in declino, la battaglia per la supremazia del segmento dei sistemi operativi per computer palmari non è mai stata così accesa.

Secondo un rapporto del Gartner , durante lo scorso trimestre Microsoft è riuscita ad incrementare ulteriormente la quota di mercato della propria piattaforma Pocket PC portandola ad un valore ormai vicinissimo a quello detenuto da PalmSource : 40,2% contro 40,7%. Lo storico pareggio fra Pocket PC e Palm OS potrebbe non essere più molto lontano, ma difficilmente avverrà nei prossimi mesi.

Un analista del Computing Platforms Worldwide group del Gartner, Todd Kort, ha infatti spiegato che buona parte del calo delle vendite di Palm OS fatto registrare lo scorso trimestre è dovuto al fatto che molti utenti di Palm OS hanno rimandato l’acquisto di un nuovo PDA in attesa di Cobalt , sesta e più recente versione del sistema operativo di PalmSource.

Kort ha tuttavia detto che l’erosione del mercato di Palm OS da parte di Pocket PC non è destinata a fermarsi, questo soprattutto per merito dell’inclusione, nel software di Microsoft, di programmi come Outlook e Word già utilizzati in ambito desktop da un elevato numero di aziende. L’analista ha poi sottolineato come Microsoft abbia dalla sua parte la potenza di marketing di due colossi come HP e Dell.

Rispetto al primo trimestre del 2003, nei primi tre mesi del 2004 le vendite di Palm OS sono diminuite del 20,7%, mentre quelle di Pocket PC sono incrementate del 4,6%. In questo lasso di tempo il numero di unità Palm OS e Pocket PC vendute sono state quasi pari: 1,11 milioni le prime, 1,10 milioni le seconde.

Gartner ha specificato che questi dati di vendita includono i PDA con funzionalità di telefono cellulare, come il Treo 600, ma non gli smartphone.

Il calo nelle vendite di Palm OS è stato accompagnato da una diminuzione del 10,6% nelle vendite dei PDA sviluppati da PalmOne , il primo vendor di dispositivi basati sul sistema operativo di PalmSource.

Fra gli outsider di questo mercato citati nelle statistiche del Gartner si trovano Research In Motion , che con i propri dispositivi BlackBerry e il proprio software di e-mail ha conquistato una quota pari al 15%, e Linux, che nelle sue varie incarnazioni embedded si è ritagliato quasi il 2%.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • NewbieBenKenobi scrive:
    Funzionalità legata alla borsa
    Con Google quotata in borsa succederà che se la borsa avrà bisogno di far scendere il titolo Google faranno in modo che il motore non funzioni più per un pò... o che venga coinvolta in qualche scandalo riguardo la privacy o la sicurezza dei dati...
    • gatsu99 scrive:
      Re: Funzionalità legata alla borsa
      io temo invece che possa essere acquistato da Zio Billfacendo incetta di azioninon sarebbe la prima volta che succede
      • Anonimo scrive:
        Il motore di zio Bill funziona molto ben
        Il motore di zio Bill funziona molto bene, sicuramente la ricerca si avvicina molto al testo digitato.
    • Anonimo scrive:
      Io non sono mai riuscito a trovare nulla
      Io non sono mai riuscito a trovare qualcosa con questo motore. Con tutti gli altri motori trovo tutto quello che mi serve tranne con questo.Quando effettuo la ricerca mi viene fuori un sacco di pagine che spesso non centrano nulla con il testo di ricerca, molti link di pagine doppie.Boh, sarò io che sono sfortunato (infatti lo dice
Chiudi i commenti