Presentato in Italia il Pack di Visual Studio

Microsoft racconta le novità del Service Pack e spiega che a breve arriverà la versione per Vista. Molti i miglioramenti e i bug fix. I dettagli

Milano – Supporto allo sviluppo per dispositivi mobili, miglioramenti sul versante delle performance e tool per la piattaforma Windows embedded 6.0. Sono le principali caratteristiche del Service Pack 1 di Visual Studio 205, che Microsoft Italia ha presentato venerdì in una conferenza stampa.

È bastato, dunque, un anno agli sviluppatori della società di Redmond – c’erano voluti tre anni per assistere al primo service pack sul VS Net 2003 – per mettere a punto un pacchetto di migliorie e correzioni a 70 bug, in buona parte rilevati dagli utenti, per il resto frutto del MSDN Product Feedback Center o delle consuete attività di testing interne a Microsoft.

Le imprecisioni segnalate spaziano da situazioni operative in cui la colorazione della sintassi era sbagliata ai crash riportati dai clienti nelle situazioni più disparate. Il programma pesa 432 Mb e può essere scaricato da questo indirizzo .

In arrivo la versione per Vista
Il Service Pack – il cui lavoro di sviluppo si è protratto fino al 31 ottobre scorso – è disponibile per tutte le edizioni di Visual Studio 2005 attualmente in circolazione: Standard, Professional e Team, Team Foundation Server ed Express Edition. Non ci sono ancora annunci ufficiali, ma nel corso della presentazione è stato annunciato il rilascio “a giorni” di una versione per Vista.

Tra le novità introdotte, vi è un supporto per i processori di nuova generazione (come Core Duo) che consente di generare e profilare codice. Inoltre sono stati messi a punto un supporto tecnico per dispositivi mobili (connessi occasionalmente) e per SQL Server Compact Edition; un supporto addizionale per progetti web file based; un supporto e tool per la piattaforma Windows Embedded 6.0. Inoltre sono stati apportati miglioramenti in termini di performance e scalabilità all’interno di Team Foundation Server ed è stata perfezionata l’integrazione di Team Foundation Server con Excel 2007 e Project 2007.

Microsoft accelera sui software collaborativi
Nell’occasione, Microsoft ha presentato anche il Visual Studio Team Edition for Database Professionals, prodotto di punta nel mercato del software collaborativi. Nato come integrazione di Visual Studio 2005 e lanciato sul mercato già dalla fine del 2006, contiene una serie di funzionalità dedicate alle aziende che impiegano team di lavoro misti nella realizzazione di applicazioni data-driven affidabili.

Così architetti di database, sviluppatori, amministratori e altri professionisti possono utilizzare la funzionalità di change-management per ottimizzare le modifiche ai loro database e ridurre i rischi legati all’alterazione degli schemi del database.

Inoltre, assicura l’azienda, possono migliorare la qualità di un software durante le prime fasi del processo di sviluppo, grazie al sistema di testing integrato del database, che include: supporto per i test dei database unit, creazione di test complessi e generazione automatica di dati di test significativi.

L’integrazione di Visual Studio Team Edition for Database Professionals con Microsoft Visual Studio 2005 Team System costituisce un passo verso il rilascio di Visual Studio “Orcas”, che offrirà nuove funzionalità per sviluppare applicazioni avanzate rivolte a Microsoft SQL Server 2005, Windows Vista e 2007 Microsoft Office system.

Luigi dell’Olio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Soru ringrazia
    Dopo aver fermato il DTT in Sardegna, sua eccellenza Soru, Re di Tiscali, ha aggiornato la sua rete e... tutto d'un tratto il DTT ricompare.Che strano!... Un anno fa definiva il DTT un'inutilità Berlusconiana. Oggi, aggiornata la Tiscaletta all'IPTV e all'interattività gode del passaggio al digitale.Che qualche ministro abbia intascato quattrini?
  • Enjoy with Us scrive:
    DTT è giusto!
    Ho letto molti post che avversano il DTT.1. Posso capire chi tira in ballo questioni tecniche per affermare che era possibile utilizzare uno standard più evoluto2. Posso capire l'incazzatura di chi si trova a dover comprare un nuovo aggeggio con un nuovo telecomando per fare semplicemente quello che faceva prima con il suo TV3. Comprendo benissimo il risentimento di chi vede ancora proporre TV con decoder analogico MA L'analogico è uno standard obsoleto da diversi anni, và cambiato. L'utilizzo del digitale libererà comunque molte frequenze che prima o poi arricchiranno l'offerta televisiva. Opporsi alla sua implementazione è come opporsi alla modernizzazione.Possiamo discutere su tutto: Tempi, Modalità, Incentivi statali; l'unico punto fermo è che l'analogico và sostituito con il digitale!
  • Anonimo scrive:
    Voglio Rai2 senza DTT
    Sto a Cagliari, guardo la TV solo per far vedere ai miei figli i cartoni di Rai2 alle 20 e la Melevisione al pomeriggio su Rai3. Non voglio il decoder perchè mi sembra una vera e propria tassa iniqua. Non ho la parabola e non me ne faccio niente, perché non pagherei mai un cent per Sky e in chiaro molti cartoni non si vedono. Ma dal 1° marzo non potrò più far vedere Paperino e Tom & Jerry ai bambini. Sono davvero seccato. Voglio che Rai2 resti in analogico.
  • Anonimo scrive:
    anziani
    cosa succedera' a quegli anziani abituati a guardarsi la tv in santa pace, che non sanno niente di DTT e non vogliono saperne niente, che da un giorno all'altro si ritroveranno senza tv?(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Angelone scrive:
    Destra e sinistra sono uguali.
    Il voto a quanto pare non conta.
  • Anonimo scrive:
    arroganza!
    io ho difficolta' a capire, se sia concepibile, in un paese civile, che uno stato costringa i suoi cittadini a scegliere nel mercato, i prodotti che decide lui!!!io sono stato sempre abituato a pensare, che sia il mercato ad offrire i prodotti ed il consumatore a scegliere...mah!!!
  • Dirk Pitt scrive:
    Condanna Commissione Europea
    Ma a fine 2006 la Commissione Europea non aveva sanzionato l'Italia per aver elargito il contributo per i decoder DTT?Ora la stessa Italia (anche se parliamo di regione Sardegna) mette nuovamente a disposizione i contributi fregandosene della Commisisone Europea?Mah, non capisco...http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1804416dillatutta.com - perchè la verità... funziona
    • .::UnO::. scrive:
      Re: Condanna Commissione Europea
      - Scritto da: Dirk Pitt
      Ma a fine 2006 la Commissione Europea non aveva
      sanzionato l'Italia per aver elargito il
      contributo per i decoder
      DTT?
      Ora la stessa Italia (anche se parliamo di
      regione Sardegna) mette nuovamente a disposizione
      i contributi fregandosene della Commisisone
      Europea?
      Mah, non capisco...

      http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1804416



      dillatutta.com - perchè la verità... funzionaNella sentenza si escludevano i contributi dati in Sardegna e in Valle D'Aosta
      • Dirk Pitt scrive:
        Re: Condanna Commissione Europea
        - Scritto da: .::UnO::.

        Nella sentenza si escludevano i contributi dati
        in Sardegna e in Valle
        D'AostaNon sapevo :$dillatutta.com - perchè la verità... funziona
  • Anonimo scrive:
    canali...
    rai 2, rete 4 (buahsahsahsasasa) e lat7... SE VOLETE VEDERLI ANCORA COMPRATE IL DECODER! adshdashudahudsahuadsMA CHI LI VUOLE VEDERE? RETE 4 ? adshgdsahudsahudsahudsahudsahudsahudsahudsadsaè divertente.POPOLO SARDO, RIBELLATI!
  • Anonimo scrive:
    e non potevano bloccarli?
    visto che le riforme quando vogliono le bloccano... e che si sono sempre battuti contro i contributi.. perchè non bloccarli?
    • clg scrive:
      Re: e non potevano bloccarli?
      - Scritto da:
      visto che le riforme quando vogliono le
      bloccano... e che si sono sempre battuti contro i
      contributi.. perchè non
      bloccarliPerche' altrimenti il dtt non lo prende nessuno di sua volonta'...
  • rockroll scrive:
    Contributi Statali? ma per favore...
    Se era un stortura del Berluska, qui il Professore persevera diabolicamente! Era un finanziamento previsto dal Berluska? e quanto ci voleva a farlo saltare, come si sono fatte saltare altre cose?Insomma, c'è gente che non ha lavoro, non ha mezzi di sussistenza, vive ai margini della società, e magari per sopravvivere cade in giri perversi... e noi pensiamo a dare soldi a palate per decoder vari?Ma questo ineffabile governo non diceva che era sensibile ai bisogni dei più poveri? E cosa ne pensa dei bambini che continuano a morire di fame in Africa?Si vuole imporre il DTT, e può essere giusto per motivi tecnici di ottimizzazione frequenze, allora si salti la richiesta di quel ca..volo di canone TV almeno per un anno, ovviamente per chi non ha ricevuto precedente contributo; chi ne beneficia sono proprio gli utenti TV che devono comprarsi il decoder, e con 104 euro se lo comprano, e se preferiscono magari non MHP , che non serve a un belin ! E si risparmia anche, visto che si evitano i 200 euro per chi si comprerà il megatelevisore LCD con incorporato DTT, mentre merita un contributo la vecchietta pensionata che non ha i soldi per comprarsi un apparecchio rimborsabile con tali caratteristiche!Ma figuriamoci se i nostri politici faranno mai un ragionamento cosi ... raffinato!.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 febbraio 2007 08.42-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Contributi Statali? ma per favore...
      hai perfettamente ragionei soldi del canone potrebbero investirli per il dtt.E hanno ancora il coraggio di tirare fuori l'interattività..ma dai!! Per ora si è vista solo per votare il grande fratello e comprare partite...Perchè una killer application che motivi l'acquisto di un decoder? perchè non esiste!E non tirate fuori la storia dei certificati e carte varie richiedibili tramite la tv, perchè sembra che la gente non faccia altro che richiedere certificati..probabilmente l'Italia tra qualche anno avrà un nuovo record oltre a quello del numero dei cellulari/persona, quello del numero di voti al grande fratello o di acquisto partite........
    • barbaz scrive:
      Re: Contributi Statali? ma per favore...
      Bah qua a Torino al supermercato all'angolo li vendono senza contributo a 59 euro.Se vogliamo continuare a buttare soldi dalla finestra... facciamo pure.Se no basterebbe comprarne 1 milione direttamente in Cina, e a quel punto si spunterebbero prezzi tra i 20 e i 30 euro, e poi distribuirli direttamente a casa a chi ha pagato il canone.
      • rockroll scrive:
        Re: Contributi Statali? ma per favore...
        - Scritto da: barbaz
        Bah qua a Torino al supermercato all'angolo li
        vendono senza contributo a 59
        euro.

        Se vogliamo continuare a buttare soldi dalla
        finestra... facciamo
        pure.

        Se no basterebbe comprarne 1 milione direttamente
        in Cina, e a quel punto si spunterebbero prezzi
        tra i 20 e i 30 euro, e poi distribuirli
        direttamente a casa a chi ha pagato il
        canone.
        Ed in effetti non vale più di tanto, se pensi a quanto ti costa una SK TV PCI DVB-T, che oltretutto ti da ben altre possibilità di gestione di quanto catturato, e comunque lavora su un'apparecchiatura che di default è già H.D. (un attuale PC utilizza già sistemi di display e speakers praticamente H.D.).Comunque la tua idea è ottimale, ma ripeto, i nostri politici sono così raffinati ed onesti da arrivare a prenderla in considerazione, visto che esclude la possibilità di farci sopra i soliti intrallazzi?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 febbraio 2007 17.12-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    ...e certo...
    ...e io che vivo in piemonte e che non ancora il DDT devo trasferirmi in sardegna per poterlo acquistare a prezzo ridotto? E che sono, figlio di un altra Italia (volevo dire qualcosa di più incisivo ma poi PI sicuramente mi censurava...)???
  • aghost scrive:
    E se ai sardi il DTT non interessasse?
    Queste notizie mettono tristezza. Un paese che punta ancora tutto sulla televisione per rimbambire la gente coi quizzoni e la propaganda dei tg fa pena.Ma se la "massiccia informazione" sul dtt e sullo sconto sui decoder NON ha indotto i sardi a comprarselo, a nessuno sfiora il dubbio che, forse, il digitale terrestre semplicemente non gli interessa?Ma questo Stato continua a buttare miliardi per convincere la gente a vedere la tv. A questo punto tanto varrebbe imporre l'obbligo del possesso del dtt, o ancora meglio l'obbligo di vedere la televisione per almeno 4 ore al giorno.Poveri noi, che paese.http://www.aghost.wordpress.com/
    • ishitawa scrive:
      Re: E se ai sardi il DTT non interessass
      quoto in pienotanto più che esiste ormai consolidato il satellite, che per chi vuole averlo, porta centinaia di canali di tutti i tipiok passare al digitale ma con tempi molto lunghi, in modo da avere tv con il decoder incorporato.ma lo sanno lorsignori che la gente oltre alla tv in salotto magari ne ha una in cucina, di quelle da pochi pollici, con l'antennino a V, e magari una nella camera del figlio etc etc...(cosa faccio, compro un decoder da 100 euro per una tv mivar che ne è costata 16??????)
      • m00f scrive:
        Re: E se ai sardi il DTT non interessass
        Mitico mivar da 14" :DOra ho comprato un 40" lcd ho avuto lo sconto di 200 perchè ha il dtt integrato... peccato che non ho l'antenna (rotfl) e non ho per niente intenzione di metterla, perchè ho già un cavo ethernet, che va su router adsl (24mb tiscali) (rotfl) Comunque grazie allo sconto di 200 ho un bel tv lcd sul quale guardare dvd e divx. Giocare con la mia prossima PS3 e ci guardo pure le trasmissioni su arcoiris.tv ;)A me e alla maggior parte dei miei amici non frega una mazza della tv. I nostri genitori (tutti pensionati) invece la guardano tutto il giorno perchè non hanno molte alternative e il mondo di internet gli spaventa, pensano sia una cosa astratta piena di pedofili, terroristi e satanisti.
        • Anonimo scrive:
          Re: E se ai sardi il DTT non interessass
          - Scritto da: m00f
          Comunque grazie allo sconto di 200 ho un bel tv
          lcd sul quale guardare dvd e divxGià già, niente di meglio che un bel lcd da 40 pollicioni per esaltare la "qualità" dei divx, bravo, ottima scelta!
  • Anonimo scrive:
    Che strano il tono di quest'articolo eh?
    Come da oggetto, strano che gli articoli di Punto Informatico sembrino tratti dal Manifesto o dall'Unità...E non per i contenuti, che VOLENDO avrebbero anche potuto essere stati scritti in modo neutrale. Sono tutte quelle paroline "giocose" e sarcastiche che sono ormai abituato a leggere qua. Dobloni, dindi, governo Berlusconi scritto in grassetto, e si potrebbe continuare all'infinito, basta fare una ricerca per DTT e ce n'è da vendere di prese per il c*** in questi articoli, che non lasciano certo al caso la presa di posizione politica dell'autore.Ora potete anche censurarmi, taggarmi come offtopic, troll, darmi del fascista, del berlusconiano, quello che volete. Tanto la gente gli occhi per leggere ce li ha... non serve il mio commento per capire ciò che ho detto, se uno ha un po' di sale in zucca.Detto questo rimane il fatto che il 90% della gente che parla di DTT qua non ha neanche il decoder e non sa di cosa stia parlando (un po' come per gli articoli riguardanti il Mac del resto). Io che ce l'ho da anni (sia il mac che il decoder DTT) posso dirvi che l'interattività non serve a una cippa, a parte i giochi tipo trivial pursuit su italia 1, ma l'immagine di qualità superiore e l'audio migliorato nella risposta di frequenza sotto ai 200 Hz mi basta per decidere che il DTT è molto meglio dell'analogico per me. Sarà che di professione faccio il fonico, e a queste cose ci bado, ma vabbè.Bye
    • Anonimo scrive:
      Re: Che strano il tono di quest'articolo
      concordo in pieno con te sul tono di parte degli articoli di punto informatico in materia..dissento però sulla presa di posizione della qualità del dttse il segnale del dtt è straperfetto, e se nel mux viene assegnata abbastanza banda, allora si avrà una trasmissione perfettama non sempre è così alcuni canali sono stracompressi e la qualità a volte non essendo il segnale al massimo, arriva con immagini che "glitchano" (o come cacchio si dice, quando inizia a far apparire quadretti e si sentono quei click come negli mp3 compressi male)per come la vedo io.. la tv analogica in ricezione è superiore, però loro, le emittenti, devono trasmettere a partire dal master in digitale (e inviarsi il segnale via sat alle stazioni che lo ricevono e lo ridiffondono via etere in analogico), come già fanno tra l'altro.. guardati italia uno che chiara che arriva, di recente ho rivisto i chips.. sembrano più belli (come immagine, non sono gay) di 20 anni fa quando li mandavano in ondacomunque, pazienza.. penso che ormai tantii l'abbiano capito il tono sensazionalistico di alcuni articoli di pi.. ognuno ha la sua testa, l'importante è non farsi coinvolgere..alla fin fine non è malaccio come sito per notizie..
      • Anonimo scrive:
        Re: Che strano il tono di quest'articolo
        - Scritto da:
        concordo in pieno con te sul tono di parte degli
        articoli di punto informatico in
        materia..
        dissento però sulla presa di posizione della
        qualità del
        dtt
        se il segnale del dtt è straperfetto, e se nel
        mux viene assegnata abbastanza banda, allora si
        avrà una trasmissione
        perfetta
        ma non sempre è così alcuni canali sono
        stracompressi e la qualità a volte non essendo il
        segnale al massimo, arriva con immagini che
        "glitchano" (o come cacchio si dice, quando
        inizia a far apparire quadretti e si sentono quei
        click come negli mp3 compressi
        male)
        per come la vedo io.. la tv analogica in
        ricezione è superiore, però loro, le emittenti,
        devono trasmettere a partire dal master in
        digitale (e inviarsi il segnale via sat alle
        stazioni che lo ricevono e lo ridiffondono via
        etere in analogico), come già fanno tra l'altro..
        guardati italia uno che chiara che arriva, di
        recente ho rivisto i chips.. sembrano più belli
        (come immagine, non sono gay) di 20 anni fa
        quando li mandavano in
        onda

        comunque, pazienza.. penso che ormai tantii
        l'abbiano capito il tono sensazionalistico di
        alcuni articoli di pi.. ognuno ha la sua testa,
        l'importante è non farsi coinvolgere..alla fin
        fine non è malaccio come sito per
        notizie..Mmmhh mi sa che dipende dalla zona. italia 1 io la ricevo molto bene, anche a guardare da vicinissimo la televisione non riesco a vedere il pixellamento della compressione. Invece se guardo il fantastico tele padrepio o repubblica tv, quelle fanno schifo si (ma posso vivere anche senza guardarle hihihi (rotfl)).Cmq concordo con te, alla fine guardando il complesso degli articoli di punto informatico, la maggior parte sono leggibili e interessanti. Il fatto è che non è tutto scritto dallo stesso autore, pertanto tanti articoli che vertono su pura informazione, spesso sono utili e fatti bene. Ma ci sono alcuni refrain che non muoiono mai, e che ormai la redazione ben sa che servono a tener "vivi" i forum con un bel po' di flames gratuiti. E questi argomenti-cliché quotidiani che ormai salto a pié pari sono:1. Microsoft e i suoi buchi2. Apple e le sue cose da fighetti (che però mi piacciono tanto!), o i vari local exploit eseguibili solo durante la luna piena di mezza estate una volta ogni 8 anni che vengono dipinti come una minaccia inconcepibile di sicurezza3. il DTT4. i pedofili e i vari preti che dan loro la caccia (ma checcenefrega?!)5. gli articoli pro linux e quelli che parlano di vari accordi "impossibili" (microsoft/novell, ibm/redhat e via dicendo), più sono contrapposte le aziende sul fronte degli interessi più è succosa la notizia :)Molto utile e interessante invece la serie di articoli sul precariato del lavoro IT, anche se mi auguro che per i prossimi 12 anni non debba leggere una lamentela al giorno di qualche imprenditore con azienda IT da 3 dipendenti o di qualche ragazzo con la terza media che non viene assunto a tempo indeterminato come responsabile ced di accenture, perché poi rischierebbe di diventare anch'esso un argomento-cliché come quelli elencati sopra.Un saluto!
        • Anonimo scrive:
          Re: Che strano il tono di quest'articolo
          - Scritto da:

          - Scritto da: Giusto per puntualizzare :D
          gratuiti. E questi argomenti-cliché quotidiani
          che ormai salto a pié pari
          sono:
          1. Microsoft e i suoi buchiSe ci sono, perche' tacerli? Se li tacessero, verrebbero accusati di parteggiare per MS.Se i prodotti MS sono fatti male ma pubblicizzati come se fossero il nonplusultra a disposizione, beh, qualcuno che faccia ascoltare un'altra campana ai non addetti ai lavori, ci vuole, IMHO.
          2. Apple e le sue cose da fighetti (che però mi
          piacciono tanto!), o i vari local exploit
          eseguibili solo durante la luna piena di mezza
          estate una volta ogni 8 anni che vengono dipinti
          come una minaccia inconcepibile di
          sicurezzaquesta non l'ho capita... colpa mia senz'altro.
          3. il DTTIl DTT e' un argomento che interessa tutti e da vicino. Tra qualche anno non avremo alternative, mentre ora come ora siamo ancora in grado di cambiare leggermente rotta, con codifiche video migliori, servizi ripensati, ecc.; tipo l'interattivita' che non sia limitata alla sola linea pstn, ma possa passare per adsl.Se non se ne discute ora, sapendo oltretutto come vengono spesi i nostri soldi per portare avanti questa cosa e da chi viene deciso cosa , quando dovremmo farlo? Oppure dobbiamo sentirci obbligati a lasciare mano libera a costoro, perche' "non ce ne intendiamo di questioni politico-economico-amministrative"? Se non li controlliamo noi (vedi il caso delle ricariche sovraccariche), chi lo fara'? le authority? HAHAHA,HA! Ehm...
          4. i pedofili e i vari preti che dan loro la
          caccia (ma
          checcenefrega?!)Ci frega eccome. Pedofilia e le altre minacce globalitotali alla sicurezza sono grimaldelli nelle mani di chi vuole mettere morso e briglie e paraocchi alla Rete, piedi di porco per scardinare le coscienze della gran massa di tele|calcio-dipendenti ed usarle per controllare, se non impedire, la circolazione di idee e notizie.Ci frega eccome.
          5. gli articoli pro linux e quelli che parlano di
          vari accordi "impossibili" (microsoft/novell,
          ibm/redhat e via dicendo), più sono contrapposte
          le aziende sul fronte degli interessi più è
          succosa la notizia
          :)Questa mi pare tirata per i capelli.Se l'accordo c'e', bisogna tacerlo perche' e' "succoso" come notizia?!? Ma poi, "succosa" per chi? Mah.k1
          • Anonimo scrive:
            Re: Che strano il tono di quest'articolo
            - Scritto da:
            - Scritto da:



            - Scritto da:

            Giusto per puntualizzare :D


            gratuiti. E questi argomenti-cliché quotidiani

            che ormai salto a pié pari

            sono:

            1. Microsoft e i suoi buchi

            Se ci sono, perche' tacerli?
            Se li tacessero, verrebbero accusati di
            parteggiare per
            MS.
            Se i prodotti MS sono fatti male ma pubblicizzati
            come se fossero il nonplusultra a disposizione,
            beh, qualcuno che faccia ascoltare un'altra
            campana ai non addetti ai lavori, ci vuole,
            IMHO.


            2. Apple e le sue cose da fighetti (che però mi

            piacciono tanto!), o i vari local exploit

            eseguibili solo durante la luna piena di mezza

            estate una volta ogni 8 anni che vengono dipinti

            come una minaccia inconcepibile di

            sicurezza

            questa non l'ho capita... colpa mia senz'altro.


            3. il DTT

            Il DTT e' un argomento che interessa tutti e da
            vicino. Tra qualche anno non avremo alternative,
            mentre ora come ora siamo ancora in grado di
            cambiare leggermente rotta, con codifiche video
            migliori, servizi ripensati, ecc.; tipo
            l'interattivita' che non sia limitata alla sola
            linea pstn, ma possa passare per
            adsl.
            Se non se ne discute ora, sapendo oltretutto
            come vengono spesi i nostri soldi per
            portare avanti questa cosa e da chi viene
            deciso cosa , quando dovremmo farlo? Oppure
            dobbiamo sentirci obbligati a lasciare mano
            libera a costoro, perche' "non ce ne intendiamo
            di questioni politico-economico-amministrative"?

            Se non li controlliamo noi (vedi il caso delle
            ricariche sovraccariche), chi lo fara'? le
            authority? HAHAHA,HA!
            Ehm...


            4. i pedofili e i vari preti che dan loro la

            caccia (ma

            checcenefrega?!)

            Ci frega eccome.
            Pedofilia e le altre minacce globalitotali
            alla sicurezza sono grimaldelli nelle mani
            di chi vuole mettere morso e briglie e paraocchi
            alla Rete, piedi di porco per scardinare le
            coscienze della gran massa di
            tele|calcio-dipendenti ed usarle per controllare,
            se non impedire, la circolazione di idee e
            notizie.
            Ci frega eccome.


            5. gli articoli pro linux e quelli che parlano
            di

            vari accordi "impossibili" (microsoft/novell,

            ibm/redhat e via dicendo), più sono contrapposte

            le aziende sul fronte degli interessi più è

            succosa la notizia

            :)

            Questa mi pare tirata per i capelli.
            Se l'accordo c'e', bisogna tacerlo perche' e'
            "succoso" come notizia?!? Ma poi, "succosa" per
            chi?

            Mah.

            k1Faccio ammenda perchè mi sono un po' spiegato male io forse. Più che il tema stesso degli articoli, che da un punto di vista informativo (se i buchi ci sono perchè non renderli noti dici giustamente?) servono, è il MODO in cui sono scritti che fa ridere.Perchè una patch della microsoft diventa spessissimo un "PACCO" di sicurezza? Dai, cavolo è ovvio che c'è del sarcasmo a 1000 (rotfl)Alla lunga sembra poco professionale dal mio punto di vista, così come i vari neologismi odiosi tipo "programmillo" (di solito riferito ai freeware da 5kb), "codicillo" (per i virus) e via dicendo.Chiederei solo un po' più di imparzialità e una visione super partes, che magari fomenti un po' meno gli inutili flames del forum e renda la lettura di PI un'esperienza ancora più piacevole, e l'uso di un linguaggio meno ridicolo (anonimo)Un salutone!
      • rockroll scrive:
        Re: Che strano il tono di quest'articolo
        - Scritto da:
        concordo in pieno con te sul tono di parte degli
        articoli di punto informatico in
        materia..
        dissento però sulla presa di posizione della
        qualità del
        dtt
        se il segnale del dtt è straperfetto, e se nel
        mux viene assegnata abbastanza banda, allora si
        avrà una trasmissione
        perfetta
        ma non sempre è così alcuni canali sono
        stracompressi e la qualità a volte non essendo il
        segnale al massimo, arriva con immagini che
        "glitchano" (o come cacchio si dice, quando
        inizia a far apparire quadretti e si sentono quei
        click come negli mp3 compressi
        male)
        per come la vedo io.. la tv analogica in
        ricezione è superiore, però loro, le emittenti,
        devono trasmettere a partire dal master in
        digitale (e inviarsi il segnale via sat alle
        stazioni che lo ricevono e lo ridiffondono via
        etere in analogico), come già fanno tra l'altro..
        guardati italia uno che chiara che arriva, di
        recente ho rivisto i chips.. sembrano più belli
        (come immagine, non sono gay) di 20 anni fa
        quando li mandavano in
        onda

        comunque, pazienza.. penso che ormai tantii
        l'abbiano capito il tono sensazionalistico di
        alcuni articoli di pi.. ognuno ha la sua testa,
        l'importante è non farsi coinvolgere..alla fin
        fine non è malaccio come sito per
        notizie..Hai ragione anche tu, ma devi dare tempo che si compia la transizione, perchè i difetti che dici sono unicamente dovuti a scarsa copertura del segnale (irregolarità di ricezione) e a scarsa banda disponibile perchè contesa con l'analogico (qualità discutibile dovuta a ridotto bitrate).D'altronde da un punto di vista tecnico una trasmissione TV analogica a pieno segnale vale in qualità video una trasmissione DTT a medio bitrate. Come audio i DTT normalmente è superiore, essendo stereo con reale separazione canali, mentre come purezza segnale non noto gran differenza. Devi però riconoscere i vantaggi tecnici, che non sono in definitiva la qualità per ora non entusiasmante e tanto meno la ridicola interattività via modem 56k, ma la disponibilità di canali (stazioni TV) almeno 4 volte superiore a parità di qualità video a pieno segnale, e con un segnale almeno 10 volte meno intenso: su un unico canale (portante MUX) in digitale viaggiano per ora fino a sei trasmissioni contemporane (che si contendono un bitrate massimo per ora di circa 24 Mbps) e ci sono prospettive almeno di raddoppio passando a compressioni più efficenti di Mpeg2 (i decoder sono aggiornabili), mentre in analogico occupi la stessa banda per un solo canale.Peccato che in prospettiva futura tutto questo non possa competere con la TV via WEB a banda larga, quando avremo tutto il mondo a disposiziono in H.D. in punta di click e magari a costo irrisorio, alla faccia dei costosissimi marchingegni falsamente H.D. che adesso ti propinano, e potremo magari liberare l'etere a vantaggio di connessioni mobili che ne hanno bisogno.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 febbraio 2007 09.47-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: Che strano il tono di quest'articolo
        sembrano più belli
        (come immagine, non sono gay) Non sia mai, a casa tua ti ammazzerebbero!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che strano il tono di quest'articolo
      Ieri è venuto il tenico dell'antenna mi ha aggiustato l'antenna vecchia e la parabolica, ha installato due decoder per il digitale che ho comprato a 108 euro l'uno e un decoder per la parabolica,altri 120 euro, In tutto 336 euro di decoder. Il terrestre si vede meno bene del digitale e ho un monte davanti che mi oscura altre tv. A casa ho due televisori e il contributo non l'ho preso.E vuoi pure che si ringrazino dopo che hanno sperperato e mangiato?L'articolo è stato fin troppo gentile!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che strano il tono di quest'articolo
      Per quanto riguarda l'audio, magari sarà anche di qualità migliore, ma per quanto riguarda il video la qualita fa PENA. A parte il MUX Rai, che trasmette soli 4 programmi, i MUX di Mediaset e La7 fanno solo piangere per la pessima qualità del video dovuto al bitrate basso e la compressione MPEG2 oramai in obsolescenza.70 euro di contributo a decodere? A quanto pare c'è ancora qualcuno che dovrà svuotare i propri depositi di decoder che nessuno vuole.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che strano il tono di quest'articolo
      La presa di posizione politica di chi scrive l'articolo è per me irrilevante.I contributi statali di 70 euro, sono invece per me RILEVANTI, inquanto tali contributi andrebbero messi a disposizione della gente per comprare qualcosa di utile o beni di prima necessità.In secondo luogo, la qualità del segnale digitale è, per ragioni tecniche, inferiore a quella del segnale analogico, a parità di segnale.Per ottenere la stessa qualità del segnale analogico, è necessario trasmettere una quantità di informazioni abnorme, su una banda altrettanto estesa.Per ovviare a ciò, si adotta la compressione sia spaziale che temporale delle informazioni digitali.Il risultato è un immagine di qualità inferiore.Stesso discorso vale per il segnale audio.
      • rockroll scrive:
        Re: Che strano il tono di quest'articolo
        - Scritto da:
        La presa di posizione politica di chi scrive
        l'articolo è per me
        irrilevante.
        I contributi statali di 70 euro, sono invece per
        me RILEVANTI, inquanto tali contributi andrebbero
        messi a disposizione della gente per comprare
        qualcosa di utile o beni di prima
        necessità.

        In secondo luogo, la qualità del segnale digitale
        è, per ragioni tecniche, inferiore a quella del
        segnale analogico, a parità di
        segnale.
        Per ottenere la stessa qualità del segnale
        analogico, è necessario trasmettere una quantità
        di informazioni abnorme, su una banda altrettanto
        estesa.
        Per ovviare a ciò, si adotta la compressione sia
        spaziale che temporale delle informazioni
        digitali.
        Il risultato è un immagine di qualità inferiore.
        Stesso discorso vale per il segnale audio.
        Non è proprio come tu dici: il principio teorico che esponi sarebbe più che valido, ma devi fare i conti con lo schermo: se una trasmissione digitale si mantiene ad una definizione geometrica, cromatica e temporale non inferiore a quella che può darti il tuo sistema di display, non hai peggioramento qualitativo dovuto a digitalizzazione, ma hai vantaggi in costanza di qualità, almeno finchè ti mantieni al di sopra del segnale minimi per ricezione stabile, che in caso di DTT necessitano di molta meno potenza ed occupano banda per ora mediamente sei volte inferiore. Il fatto che ora talvolta il bitrate è mantenuto basso al di sotto degli standard qualitativi di una trasmissione analogica a pieno segnale, è dovuto alla presenza proprio delle trasmissioni analogiche che occupano la gran parte della banda demandata alla TV residenziale. Quanto all'audio, se il nostro orecchio non è in grado di percepire differenze dall'analogico oltre i 196 Kbps di un MP3, può valere lo stesso discorso, e tieni presente che in DTT normalmente abbiamo audio almeno stereo, con effettiva separazione dei canali e minor attenuazione di frequenze estreme.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che strano il tono di quest'articolo

        In secondo luogo, la qualità del segnale digitale
        è, per ragioni tecniche, inferiore a quella del
        segnale analogico, a parità di
        segnale.
        Per ottenere la stessa qualità del segnale
        analogico, è necessario trasmettere una quantità
        di informazioni abnorme, su una banda altrettanto
        estesa.
        Per ovviare a ciò, si adotta la compressione sia
        spaziale che temporale delle informazioni
        digitali.
        Il risultato è un immagine di qualità inferiore.
        Stesso discorso vale per il segnale audio.
        E' vero esattamente il contrario di cio' che hai scritto...vedi tu.
    • Max-B scrive:
      Re: Che strano il tono di quest'articolo
      - Scritto da:
      pursuit su italia 1, ma l'immagine di qualità
      superiore e l'audio migliorato nella risposta di
      frequenza sotto ai 200 Hz mi basta per decidere
      che il DTT è molto meglio dell'analogico per me.
      Sarà che di professione faccio il fonico, e a
      queste cose ci bado, ma
      vabbè.Scusa, ma usiamo soldi pubblici per vedere meglio la TV? Quale beneficio porta al paese avere una migliore qualità dell'audio dei programmi TV?Basta spendere soldi pubblici per finanziare il DTT!!! Se vuoi avere una migliore qualità dell'audio del Grande Fratello, te lo compri il decoder, non usi i miei soldi!!!Io la TV l'ho venduta!! Non lo voglio il DTT!!!http://www.flickr.com/photos/72458661@N00/364515168/Max-B
    • rockroll scrive:
      Re: Che strano il tono di quest'articolo
      - Scritto da:
      Come da oggetto, strano che gli articoli di Punto
      Informatico sembrino tratti dal Manifesto o
      dall'Unità...
      E non per i contenuti, che VOLENDO avrebbero
      anche potuto essere stati scritti in modo
      neutrale. Sono tutte quelle paroline "giocose" e
      sarcastiche che sono ormai abituato a leggere
      qua. Dobloni, dindi, governo Berlusconi scritto
      in grassetto, e si potrebbe continuare
      all'infinito, basta fare una ricerca per DTT e ce
      n'è da vendere di prese per il c*** in questi
      articoli, che non lasciano certo al caso la presa
      di posizione politica
      dell'autore.
      Ora potete anche censurarmi, taggarmi come
      offtopic, troll, darmi del fascista, del
      berlusconiano, quello che volete. Tanto la gente
      gli occhi per leggere ce li ha... non serve il
      mio commento per capire ciò che ho detto, se uno
      ha un po' di sale in
      zucca.
      Detto questo rimane il fatto che il 90% della
      gente che parla di DTT qua non ha neanche il
      decoder e non sa di cosa stia parlando (un po'
      come per gli articoli riguardanti il Mac del
      resto). Io che ce l'ho da anni (sia il mac che il
      decoder DTT) posso dirvi che l'interattività non
      serve a una cippa, a parte i giochi tipo trivial
      pursuit su italia 1, ma l'immagine di qualità
      superiore e l'audio migliorato nella risposta di
      frequenza sotto ai 200 Hz mi basta per decidere
      che il DTT è molto meglio dell'analogico per me.
      Sarà che di professione faccio il fonico, e a
      queste cose ci bado, ma
      vabbè.
      ByeConcordo pienamenteSe vuoi salutare con "Bye" lo dico a Mazza e ti faccio pagare i diritti d'autoreBye lo dico io!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che strano il tono di quest'articolo
      Un giornale (quale punto-informatico) deve esporre la notizia come essa si presenta: se in sardegna CHI VORRà, DOVRà comprare, su questo sarà incentrata la notizia. Un BUON giornale non può permettersi di commentare.Non vedrai mai scritto "In sardegna ... 70 euro di sconto... Questa è un'iniziativa pessima, messa a punto dal governo per togliere altri soldi alla popolaione" (esempio)Queste cose le potrai sentire al TG4, le potrai leggere in uno di quei giornali DICHIARATAMENTE SCHIERATI, non (fin'ora) su Punto-Informatico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che strano il tono di quest'articolo
      Guarda che nessuno sta criticando il DVB-T come standard, anche perche' per analogia ce la dovremmo prendere anche con quello satellitare, standard molto simile, dal quale cambiano solo alcuni dettagli dovuti alla frequenza usata e alla necessita' di far fronte alle riflessioni del segnale che, come saprai, e' maggiore per un segnale radio che viaggia parallelo al suolo rispetto ad uno che arriva direttamente dall'alto ed e' ricevuto da un'antenna molto piu' direttiva delle yagi, patch o log periodiche usate comunemente per la tv terrestre, digitale o analogica che sia.Sulla qualita' video dei contenuti c'e' poco da dire: basta dare un'occhiata alla larghezza di banda modulabile su un segnale a mezzo GHz e confrontarla con quella di un segnale a 10GHz per rendersi conto del perche' il DVB-S sara' sempre superiore, anche se naturalmente si puo' usare un mux per un singolo canale ed avere quindi qualita' eccellenti anche sul DVB-T, pero'ì cosi' va a farsi benedire il motivo per cui al Berlusca non hanno chiuso Rete4: la frottola che con il DVB-T si venivano a liberare un numero maggiore di canali, frottola appunto perche' anche nel caso di N programmi su singolo mux, il gestore e' sempre lo stesso e non si e' proprietari del canale, come avveniva in analogico.Riassumendo: sei di destra, e fin qui niente di male, pero' sei anche berlusconiano, e qui ci sarebbe da chiederti perche' appoggi uno che si e' fatto le leggi ad personam, che si e' messo in casa un mafioso, che per togliersi dai guai si e' fatto fondare un partito da un altro mafioso, eccetera eccetera, ma saremmo off topic, e poi ognuno e' libero di appoggiare chi vuole. Soprassediamo anche su questo.Mi sento solo di chiederti una cosa: perche' non dite al vostro idolo di piantarla di usare i soldi dei cittadini per mandare il solito giornaletto propagandistico e magari spenderli per pagarvi qualche sano corso che vi metta in pari con il resto del mondo in fatto di conoscenze tecnologiche?Sarei ben lieto se le mie tasse servissero a sentire meno scemenze in giro, ma e' evidente che questo non accadra' tanto facilmente: ad una classe politica corrotta e posseduta dai grandi poteri finanziari fa molto comodo tenere l'elettorato stupido, specie se aiuta ad aggirare una legge e vendere i decoder del parente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che strano il tono di quest'articolo
        - Scritto da:
        Guarda che nessuno sta criticando il DVB-T come
        standard, anche perche' per analogia ce la
        dovremmo prendere anche con quello satellitare,
        standard molto simile, dal quale cambiano solo
        alcuni dettagli dovuti alla frequenza usata e
        alla necessita' di far fronte alle riflessioni
        del segnale che, come saprai, e' maggiore per un
        segnale radio che viaggia parallelo al suolo
        rispetto ad uno che arriva direttamente dall'alto
        ed e' ricevuto da un'antenna molto piu' direttiva
        delle yagi, patch o log periodiche usate
        comunemente per la tv terrestre, digitale o
        analogica che
        sia.
        Sulla qualita' video dei contenuti c'e' poco da
        dire: basta dare un'occhiata alla larghezza di
        banda modulabile su un segnale a mezzo GHz e
        confrontarla con quella di un segnale a 10GHz per
        rendersi conto del perche' il DVB-S sara' sempre
        superiore, anche se naturalmente si puo' usare un
        mux per un singolo canale ed avere quindi
        qualita' eccellenti anche sul DVB-T, pero'ì cosi'
        va a farsi benedire il motivo per cui al Berlusca
        non hanno chiuso Rete4: la frottola che con il
        DVB-T si venivano a liberare un numero maggiore
        di canali, frottola appunto perche' anche nel
        caso di N programmi su singolo mux, il gestore
        e' sempre lo stesso e non si e' proprietari del
        canale, come avveniva in
        analogico.

        Riassumendo: sei di destra, e fin qui niente di
        male, pero' sei anche berlusconiano, e qui ci
        sarebbe da chiederti perche' appoggi uno che si
        e' fatto le leggi ad personam, che si e' messo in
        casa un mafioso, che per togliersi dai guai si e'
        fatto fondare un partito da un altro mafioso,
        eccetera eccetera, ma saremmo off topic, e poi
        ognuno e' libero di appoggiare chi vuole.
        Soprassediamo anche su
        questo.

        Mi sento solo di chiederti una cosa: perche' non
        dite al vostro idolo di piantarla di usare i
        soldi dei cittadini per mandare il solito
        giornaletto propagandistico e magari spenderli
        per pagarvi qualche sano corso che vi metta in
        pari con il resto del mondo in fatto di
        conoscenze
        tecnologiche?
        Sarei ben lieto se le mie tasse servissero a
        sentire meno scemenze in giro, ma e' evidente che
        questo non accadra' tanto facilmente: ad una
        classe politica corrotta e posseduta dai grandi
        poteri finanziari fa molto comodo tenere
        l'elettorato stupido, specie se aiuta ad aggirare
        una legge e vendere i decoder del
        parente.Già perchè invece la manifestazione di vicenza dove si manifestava contro:1. la base militare2. il governo prodi3. la guerra4. i pacs (di.co.)5. la tav...e chi più ne ha più ne metta, con l'aggiunta comica di vedere un pezzo di governo manifestare... contro sè stesso praticamente, quello si che invece va bene vero? Un esempio di politica "avanti", italian-style btw.In una parola sola definirei l'intera politica italiana, di destra e di sinistra _ridicola_.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che strano il tono di quest'articolo
          Si', la manifestazione di Vicenza va bene perche' rappresenta i sentimenti della gente comune, non dei politicanti di un paese di fatto colonia degli USA da 60 anni. Tu credi che gli americani abbiano cacciato i nazisti dall'Europa nel '45 perche' erano in vena di regali, o perche' era l'occasione per poter ottenere in cambio territori da usare per costruire basi ed espandere automaticamente la loro influenza?Nemmeno Castro, arcinemico degli USA, e' riuscito ad impedire che gli americani rinnovassero pochi anni fa l'accordo risalente all fine dell'800 che dava loro diritto alla base di Guantanamo, figurati se potremo ottenere qualcosa noi. Al massimo si ridimensionera' l'ingrandimento della base, ma e' il solito sistema di tira-molla che serve a far credere alla gente di avere peso politico, che e' il principale requisito perche' si continui a parlare, almeno a parlare, di democrazia.Riguardo ai governanti, nulla da dire: puzzano tutti di corrotto lontano un miglio e fanno schifo tutti quanti dalla testa ai piedi. Ho votato (e rivoterei) a sinistra perche' puzzano leggermente meno: meglio un politico corrotto, incompetente, asservito ai poteri finanziari e ai mafiosi di un politico corrotto, incompetente, asservito ai poteri finanziari e ai mafiosi, e per di piu' mafioso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che strano il tono di quest'articolo
            - Scritto da:
            Si', la manifestazione di Vicenza va bene perche'
            rappresenta i sentimenti della gente comune, non
            dei politicanti di un paese di fatto colonia
            degli USA da 60 anni. Tu credi che gli americani
            abbiano cacciato i nazisti dall'Europa nel '45
            perche' erano in vena di regali, o perche' era
            l'occasione per poter ottenere in cambio
            territori da usare per costruire basi ed
            espandere automaticamente la loro
            influenza?
            Nemmeno Castro, arcinemico degli USA, e' riuscito
            ad impedire che gli americani rinnovassero pochi
            anni fa l'accordo risalente all fine dell'800 che
            dava loro diritto alla base di Guantanamo,
            figurati se potremo ottenere qualcosa noi. Al
            massimo si ridimensionera' l'ingrandimento della
            base, ma e' il solito sistema di tira-molla che
            serve a far credere alla gente di avere peso
            politico, che e' il principale requisito perche'
            si continui a parlare, almeno a parlare, di
            democrazia.
            Riguardo ai governanti, nulla da dire: puzzano
            tutti di corrotto lontano un miglio e fanno
            schifo tutti quanti dalla testa ai piedi. Ho
            votato (e rivoterei) a sinistra perche' puzzano
            leggermente meno: meglio un politico corrotto,
            incompetente, asservito ai poteri finanziari e ai
            mafiosi di un politico corrotto, incompetente,
            asservito ai poteri finanziari e ai mafiosi, e
            per di piu'
            mafioso.veramente la gente comune che vai citando a sproposito è in realtà una massa di faziosi che negano l'evidenza pur di poter continuare a professare le stesse assurdità che ripetono da anni. Vale a dire tutta l'ideologia no-global, pro terroristi, pro palestina, contro forze dell'ordine, che idolatrano Carlo Giuliani e via dicendo. Tutta gente che proveniva dai centri sociali o comitati organizzati (e talvolta anche pagati) dal partito per partecipare. Un po' come una volta quando i comunisti verificavano per chi avevi votato (neanche tanto in là poi... solo 4 anni fa alle elezioni avevano sgamato diversa gente che faceva la foto col telefonino alla scheda per mostrarla ai dirigenti di partito). Non è ciò che definirei "gente comune" sinceramente.Tra l'altro l'ala più radicale della sinistra si è sempre trovata bene a marciare in piazza perchè erano sempre all'opposizione. Ora che sono al governo non è più così semplice mi pare? (rotfl) Addirittura c'erano gli striscioni contro Bertinotti "che resti sulla sua poltrona" ecc. Essi rappresentano la contraddizione più assoluta imho.Cmq dopo hai corretto il tiro dicendo che anche tu non hai una idea molto alta dei politicanti destri e sinistri italiani.Un saluto! ;)
  • Anonimo scrive:
    Ma le TV con il DTT dentro quanto costan
    Quanto costano ?Me pare che 200euro di contributo siano una miseria
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma le TV con il DTT dentro quanto co
      - Scritto da:
      Quanto costano ?
      Me pare che 200euro di contributo siano una
      miseriaBah, ti dico solo che ormai dei 14 pollici CRT costano 49 euro. Col decoder cosa costeranno, 90 euro? chissà che spesa...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma le TV con il DTT dentro quanto co
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        Quanto costano ?
        Bah, ti dico solo che ormai dei 14 pollici CRT
        costano 49 euro. Col decoder cosa costeranno, 90Non li faranno proprio, crt con decoder incorporato, si butteranno direttamente su lcd e plasma.Gia' oggi di crt si trovano solo pochissime marche e pochi modelli...k1
      • rockroll scrive:
        Re: Ma le TV con il DTT dentro quanto co
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        Quanto costano ?

        Me pare che 200euro di contributo siano una

        miseria

        Bah, ti dico solo che ormai dei 14 pollici CRT
        costano 49 euro. Col decoder cosa costeranno, 90
        euro? chissà che
        spesa...Ingenua creatura, non ti faranno mai TV con decoder integrato su modelli economici prima dello switch off. Dopo si, sarà DTT nativo su ogni modello, saranno obbligati, ma prima ti mangeranno tutti i soldi che possono.Bye
    • rockroll scrive:
      Re: Ma le TV con il DTT dentro quanto co
      - Scritto da:
      Quanto costano ?
      Me pare che 200euro di contributo siano una
      miseriaA me invece pare che chi può permettersele non ha bisogno di contributo, e propio chi non può permettersele non avrà il contributo!Proprio un volpe questa sinistra (senza offesa per la volpe)!Alla faccia dell'attenzione ai più deboli e del Welfare...Avevo appena proposto un contributo in altra forma, l'esenzione da un anno di canone TV per chi non ha ancora goduto di contributi, e lo ribadisco. Basta ed avanza, l'Erario risparmio 200-104=94 euro, e l'esenzione va essenzialmente a beneficio di chi non ha soldi da spendere in mega TV LCD H.D. e nemmeno smania per l'interattività: chiunque non ha mezzi con 40 euro si può comprare un decoder non MHP, risparmiando 104-40=64 euro.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma le TV con il DTT dentro quanto co
        quello del governo non è un contributo, è solamente la possibilità di detrarre dalla dichiarazione dei redditi per il 2007 una somma fino ai 200 se acquisti entro la fine dell'anno un tv con digitale terrestre....tv crt con digitale terrestre, tra due-tre anni i crt non verranno più prodotti.....
  • carobeppe scrive:
    70 euro...
    70 euro, se ho tre televisori due decoder me li devo comprare coi miei soldi. A parte che sono fiero di essere toscano, se anche da me succede una roba del genere, ciao TV (per principio...)
    • m00f scrive:
      Re: 70 euro...
      la tv è morta non appena è nato internet.in molti hanno già datto l'addio alla forma di propaganda più sfruttata dai politici.ps: ho passato il weekend a casa dei miei, e in tv ho visto gasparri su tutte le trasmissioni dalla mattina alla sera per 3 giorni di fila. è normale?
Chiudi i commenti