Progetto Apple D-User/ LEGO Digital Designer

di Carlo Filippo Follis - Chi non ricorda i mattoncini della LEGO? Tra i bambini che avevano difficoltà a giocarci ci sono anche utenti Mac destinati ad essere D-User. Ma qualcosa si muove

Roma – Chi non ha giocato con i cubi o i mattoncini? I più famosi fra gli ultimi sono certamente quelli delle LEGO che con le sue soluzioni ci ha trasformati in architetti ed ingegneri sin da piccoli. Costruire era creare, creare voleva dire raggiungere un obiettivo e dimostrare, giocando, una bravura che aveva la forma del nostro fantastico progettare. Quei mattoncini si saldavano l’un con l’altro ad incastro per essere smontati e rimontati all’infinito.
Questo è ciò che capitava e capita alla maggior parte dei bambini come anche, poi, agli adulti che crescendo continueranno il gioco su un piano più evoluto e tecnologico. Vi sono però dei fanciulli che non riescono a tenere in mano quei mattoncini o se ci riescono lo fanno con estrema fatica e limiti nelle operazioni di assemblaggio. Quelle creature, anni dopo e di fronte ad un Mac saranno D-User .

Il 13 Maggio su Tevac.com ho letto l’articolo di Cesare Gagliardo: ” I mattoncini LEGO su Mac OS X, a gratis! “. Ho raggiunto il sito LEGO Digital Designer (già recensito da PI ) ed ho compreso il perché di un valore aggiunto al progetto ” Apple D-User “: un computer Usabile ed Accessibile serve anche per far giocare bambini ed adulti in maniera non convenzionale, quindi fattibile!

Preparando gli screenshots per l’articolo ho “maneggiato e collocato” alla perfezione quei mattoncini una volta tridimensionali, fisici e sfuggenti. Questo lungo, forse troppo lungo, preludio vuole ancora una volta invitarvi a riflettere sul perché ho chiamato Apple & Co. ad essere attenti alle necessità del Disabile: egli può avere necessità da Adulto, ma sarà già passato attraverso quelle del Bambino che lo avranno reso gioco forza un cliente Apple più giovane di un normale User e con esigenze più forti!

LEGO Digital Designer
Icona LEGO Digital Designer Il software disponibile per Mac e Windows consente di progettare costruendo tutto quanto potreste fare con le scatole LEGO. Virtualizza l’assemblaggio di componenti reali facendovi giungere al risultato di forma desiderato. LEGO Digital Designer è scaricabile senza dover pagare un centesimo, si installa e vi propone un ambiente all’interno del quale le esperienze non mancheranno.

Prima schermata LDD

Vi consente di divertirvi con una proposta LEGO oppure iniziare un progetto originale e tutto vostro, come anche aprire un file che compone la vostra Libreria di creazioni.

Esempio di modello ed area lavoro di LDD

L’immagine mostra un modello proposto da LEGO, lo potrete modificare usandolo come base per vostre personali creazioni o… In ogni caso il mouse sarà la vostra mano che prenderà, trascinerà e collocherà gli elementi su una griglia di base che risulta ampliabile e comodamente magnetica.
Uno strumento vi permetterà di far ruotare e zoomare il vostro progetto di modello. La cosa stupefacente è quella di ottenere il preventivo per la vostra costruzione dallo Store LEGO.

LEGO Store

Come anche quello di Uploadare il vostro modello e scegliere se continuare con il Virtuale o giungere alla Confezione…

Realta o Modello?

È comunque un software più da giocare che da descrivere!

Carlo Filippo Follis
Norisberghen.it Progetto “Apple D-User”

Il Progetto Apple D-User su Punto Informatico è disponibile a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Peccato non vado più a scuola
    questo gioco mi ha fatto venir voglia di fare una strage!!
  • Anonimo scrive:
    non vedo il detrattore di PI
    ma come?Dove sta il detrattore di PI!il commento finale dovrebbe fargli esclamare che PI è contro gli USA!
    • Anonimo scrive:
      Re: non vedo il detrattore di PI
      - Scritto da:
      ma come?

      Dove sta il detrattore di PI!

      il commento finale dovrebbe fargli esclamare che
      PI è contro gli
      USA!Perchè, c'è bisogno di qualcuno che lo dica? Lo sappiamo tutti che PI è assolutamente, ferocemente, stupidamente antiamericano. Come la sua non qualificata audience, del resto.Che può starnazzare finchè vuole, nessuno la ascolta. Non conta nulla.
  • Anonimo scrive:
    La violenza e il sesso
    I pirati assalivano navi, uccidevano e stupravano senza lasciar nessuno vivo. Le loro gesta sono state esaltate da una marea di film e videogiochi. Perché un film sui pirati è accettato e un videogioco dove un coglionazzo qualsiasi ammazza random no? Perché in molti videogiochi si può ammazzare un poveraccio che ruba un prosciutto al supermercato e nessuno va a chiedere il parere alla Lega dei Barboni?La questione è che la maggior parte delle attività ludiche propaganda la violenza, ma questa ci fa scalpore solo quando tocca la nostra sensibilità personale. Se in un videogioco si invade Marte e si ammazzano i marziani non credo freghi niente a nessuno, fate un videogioco che in cui invadete e sterminate gli israeliani e verrà giù il mondo. Però entrambi propagandano la stessa morale violenta, stessa formula cambiano i soggetti.La soluzione è una: :) videogiochi a sfondo sessuale senza violenza o sessismo, con nomi tipo "Jimmy e le squinzie del quartiere", "Corteggia&Conquista", "Tom e l'Harem maledetto". Così uno al massimo impara a far ditalini ma non fa male a nessuno.La violenza fa audience perché ci negano altri sfoghi migliori, siamo repressi sessualmente.
    • Wakko Warner scrive:
      Re: La violenza e il sesso
      - Scritto da:
      I pirati assalivano navi, uccidevano e stupravano
      senza lasciar nessuno vivo. Le loro gesta sono
      state esaltate da una marea di film e
      videogiochi. Perché un film sui pirati è
      accettato e un videogioco dove un coglionazzo
      qualsiasi ammazza random no?


      Perché in molti videogiochi si può ammazzare un
      poveraccio che ruba un prosciutto al supermercato
      e nessuno va a chiedere il parere alla Lega dei
      Barboni?

      La questione è che la maggior parte delle
      attività ludiche propaganda la violenza, ma
      questa ci fa scalpore solo quando tocca la nostra
      sensibilità personale. Se in un videogioco si
      invade Marte e si ammazzano i marziani non credo
      freghi niente a nessuno, fate un videogioco che
      in cui invadete e sterminate gli israeliani e
      verrà giù il mondo. Però entrambi propagandano la
      stessa morale violenta, stessa formula cambiano i
      soggetti.

      La soluzione è una: :) videogiochi a sfondo
      sessuale senza violenza o sessismo, con nomi tipo
      "Jimmy e le squinzie del quartiere",
      "Corteggia&Conquista", "Tom e l'Harem maledetto".
      Così uno al massimo impara a far ditalini ma non
      fa male a
      nessuno.
      La violenza fa audience perché ci negano altri
      sfoghi migliori, siamo repressi
      sessualmente.Ai miei tempi andava di moda questo http://en.wikipedia.org/wiki/Leisure_Suit_Larry (anonimo)
    • Anonimo scrive:
      Re: La violenza e il sesso
      - Scritto da:
      I pirati assalivano navi, uccidevano e stupravano
      senza lasciar nessuno vivo. Le loro gesta sono
      state esaltate da una marea di film e
      videogiochi. Perché un film sui pirati è
      accettato e un videogioco dove un coglionazzo
      qualsiasi ammazza random no?


      Perché in molti videogiochi si può ammazzare un
      poveraccio che ruba un prosciutto al supermercato
      e nessuno va a chiedere il parere alla Lega dei
      Barboni?

      La questione è che la maggior parte delle
      attività ludiche propaganda la violenza, ma
      questa ci fa scalpore solo quando tocca la nostra
      sensibilità personale. Se in un videogioco si
      invade Marte e si ammazzano i marziani non credo
      freghi niente a nessuno, fate un videogioco che
      in cui invadete e sterminate gli israeliani e
      verrà giù il mondo. Però entrambi propagandano la
      stessa morale violenta, stessa formula cambiano i
      soggetti.

      La soluzione è una: :) videogiochi a sfondo
      sessuale senza violenza o sessismo, con nomi tipo
      "Jimmy e le squinzie del quartiere",
      "Corteggia&Conquista", "Tom e l'Harem maledetto".
      Così uno al massimo impara a far ditalini ma non
      fa male a
      nessuno.
      La violenza fa audience perché ci negano altri
      sfoghi migliori, siamo repressi
      sessualmente.Questo fa comodo al potentato.La repressione sessuale induce al consumismo.Se fosse facile trombare, si tromberebbe.Non lo è? Allora giù a interrogarsi cosa serva per:e via soldi per moda, profumi, macchine cazzate status symbol ecc.il sesso ha un effetto calmante, l'astinenza ti agita.Quindi sei più incazzoso e di conseguenza incline ad atteggiamenti violenti, compreso giustificare quello dei tuoi politici: guerre e abusi vari contro gente che non c'entra un cazzo.Se poi il fenomeno si rivolta contro, come un serpente che si morde la coda, diranno che era uno svitato, pazzo, faranno tutti gli ipocriti, e comincieranno a dare addosso a chi rende evidenti queste contraddizioni: i videogiochi, la musica, le forme di narrazione come libri e film.Ciò che proponi tu è utopico, sarebbe come chiedere al potentato di uccidere il Grande Fratello (quello orwelliano) e sciogliere la subdola lega antisesso, che ci convince della necessità ora di affrontare l'eurasia, ora l'oceania...
      • Anonimo scrive:
        Re: La violenza e il sesso
        Non mi sembra che sia difficile trombare e fare sesso. io lo faccio quando ho voglia e dove mi apre, casa, macchina, locali.... oggi per chi vuole sesso, avere sesso è facile come non mai
  • Anonimo scrive:
    ammerica....
    "chi se ne frega! Non è mica che tutto il Mondo sia sotto shock. Solo l'America, il resto del mondo ha pensato: questo può accadere solo in America. Ci sono giochi in cui si uccidono afgani, iraqeni e tedeschi". Il fatto è che è vero.E finché i cittadini americani non comicieranno a pensare in modo autocritico a questo, continueranno a farsi ammazzare in guerre inutili scatenate solo per arricchire i soliti 4 merdoni.
    • Anonimo scrive:
      Re: ammerica....
      Gli Italiani sono tutti mafiosi.In Italia si mangiano solo pizza e pasta e si suona il mandolino.Gli Italiani sono attaccati a vita alle sottane della madre.Vuoi qualche altro luogo comune o quando li applicano a te non va bene?PI, altro che Punto Informatico. Cortiletto dei bambini, ecco come dovrebbero chiamarlo.
  • Anonimo scrive:
    Hanno ragione a indignarsi
    La grafica fa schifo. C'era roba migliore sul C64.
  • Anonimo scrive:
    Per le armi al s.mercato non s'indegno ?
    Sinceramente che ci sia un gioco sulla strage non mi fa ne caldo ne freddo... s'indegnasserro prima per le armi a portata di tutti....
    • Anonimo scrive:
      Re: Per le armi al s.mercato non s'indeg
      - Scritto da:
      Sinceramente che ci sia un gioco sulla strage non
      mi fa ne caldo ne freddo... s'indegnasserro prima
      per le armi a portata di
      tutti....
      Ma tu sei stato negli USA a provare a comprare un'arma al supermercato. Dico di persona?O ti limiti a mangiare gli escrementi di Michael Moore?O sei uno di quelli che dice "non ho bisogno di controllare, ho la mia opinione e basta"?Ah, già. Punto Informatico. Si parla e basta, mai pensare. Troppo difficile.
      • Anonimo scrive:
        Re: Per le armi al s.mercato non s'indeg
        perchè,dì che non è così facile comprarsi un arma..dai dillo che ridiamo tutti!
        • Anonimo scrive:
          Re: Per le armi al s.mercato non s'indeg

          perchè,dì che non è così facile comprarsi un
          arma..dai dillo che ridiamo
          tutti!Infatti non lo è. Ci ho provato in Virginia, Texas e Oregon nei due anni e mezzo che sono stato negli USA, in tutti ho dovuto esibire documenti d'identità e fornire una prova di residenza.Al supermercato non c'è un reparto armi come c'è un reparto hi-fi. C'è un armaiolo che ha il suo banco al centro commerciale (di fianco ce n'era uno che vendeva mercanzia di nativi americani). Non è una cosa tipo Auchan con "quinto piano reparto armi da fuoco" come pensate voi.Tu che ridi tanto, ci sei stato negli USA? O parli perchè ti puzza l'alito?
          • Anonimo scrive:
            Re: Per le armi al s.mercato non s'indeg
            - Scritto da:


            perchè,dì che non è così facile comprarsi un

            arma..dai dillo che ridiamo

            tutti!

            Infatti non lo è. Ci ho provato in Virginia,
            Texas e Oregon nei due anni e mezzo che sono
            stato negli USA, in tutti ho dovuto esibire
            documenti d'identità e fornire una prova di
            residenza.ostacoli insormontabili per l'ennesimo disadattato frutto di quella non-cultura, che avesse voglia di fare una strage; mi sembra che tu stia confermando che chiunque possa acquistare un'arma; quindi si, e' cosi' facile; pero' guai a giocare a videogiochi che non siano politically correct
          • Anonimo scrive:
            Re: Per le armi al s.mercato non s'indeg


            ostacoli insormontabili per l'ennesimo
            disadattato frutto di quella non-cultura, che
            avesse voglia di fare una strage; mi sembra che
            tu stia confermando che chiunque possa acquistare
            un'arma; quindi si, e' cosi' facile; pero' guai a
            giocare a videogiochi che non siano politically
            correctIn Svizzera è altrettanto facile. Cmq, sia per le armi che per i giochi c'è chi si indigna e per entrambi non si può far niente: c'è la Costituzione.La Costituzione ti permette di parlare, di esprimere quel che vuoi. Ti permette ti avere armi. Ti tiene al riparo da soprusi giudiziari e consente anche al più abbietto dei criminali di avere una difesa decente.O la accetti tutta, o la butti. Tutta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Per le armi al s.mercato non s'indeg
            - Scritto da:


            perchè,dì che non è così facile comprarsi un

            arma..dai dillo che ridiamo

            tutti!

            Infatti non lo è. Ci ho provato in Virginia,
            Texas e Oregon nei due anni e mezzo che sono
            stato negli USA, in tutti ho dovuto esibire
            documenti d'identità e fornire una prova di
            residenza.
            Certo che dev'essere proprio difficile per un americano esibire documento di identita' e certificato di residenza. Ma va la', va.
          • Anonimo scrive:
            Re: Per le armi al s.mercato non s'indeg

            Certo che dev'essere proprio difficile per un
            americano esibire documento di identita' e
            certificato di residenza.

            Ma va la', va.Non sono quello di prima, ma posso dire che in molti stati non basta. Le armi per le stragi di Columbine del VATech sono state acquistate illegalmente, nè più nè meno di come si farebbe a Napoli.Ma conosci gli USA perchè ci sei stato o hai la diarrea dalla bocca?
          • Sky scrive:
            Re: Per le armi al s.mercato non s'indeg

            Ma conosci gli USA perchè ci sei stato o hai
            la diarrea dalla bocca?Ma sai che è carino leggerti?... così gentile, educato, posato...E' proprio da gente così che uno vorrebbe imparare un pò di civiltà... ah si si...
          • Anonimo scrive:
            Re: Per le armi al s.mercato non s'indeg
            - Scritto da: Sky

            Ma conosci gli USA perchè ci sei stato o hai

            la diarrea dalla bocca?
            Ma sai che è carino leggerti?... così gentile,
            educato,
            posato...
            E' proprio da gente così che uno vorrebbe
            imparare un pò di civiltà... ah si
            si...In un forum in cui un gran numero di membri invoca l'annientamento dell'intera popolazione americana, mi pare che il concetto di "civiltà" non c'entri per niente.Il bello è che la maggior parte di queste persone si comporta così perchè se ne sta tranquilla dietro la propria tastiera, al sicuro grazie al vile anonimato garantito da Internet (guarda un po', inventata dagli USA).Faccia a faccia, si riempirebbero le mutande.Quindi non parliamo di civiltà. Non qui. Non in questa ignobile fogna.
          • Anonimo scrive:
            Re: Per le armi al s.mercato non s'indeg
            allora, vogliamo organizzarlo questo faccia a faccia tra tutti gli anonimi (troll) di punto-informatico?Un bell'incontro live, magari in una valle sperduta in montagna dove finalmente si potranno far valere le proprie ragioni senza uno schermo davanti, senza nessuno che interferisca e ti fermi.Ci stai? Magari te la stai gia facendo sotto?
          • Anonimo scrive:
            Re: Per le armi al s.mercato non s'indeg
            Non vedo l'ora.
          • Anonimo scrive:
            Re: Per le armi al s.mercato non s'indeg
            Perchè questo messaggio viene bollato come flame, mentre il signore non autenticato spara insulti a raffica senza che succeda nulla? (newbie)
          • Anonimo scrive:
            Re: Per le armi al s.mercato non s'indeg
            - Scritto da:
            Perchè questo messaggio viene bollato come flame,
            mentre il signore non autenticato spara insulti a
            raffica senza che succeda nulla?
            (newbie)Forse perchè quel signore non identificato ha perfettamente ragione e quel poco di coscienza che rimane ai frequentatori di PI si fa sentire?
          • Anonimo scrive:
            Re: Per le armi al s.mercato non s'indeg
            Se anche avesse ragione potrebbe esprimerla senza insultare, che a quanto pare è la forma di comunicazione preferita da questi divulgatori di verità incompresi che vagano nei forum di PI ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Per le armi al s.mercato non s'indeg
            Allora, spalare merda sugli USA è sacrosanto, farlo su PI non va bene?Ah, già, dimenticavo. Qualcuno bisogna odiare. Una volta si faceva con gli Ebrei.Cosa farete quando PI verrà acquistato da ZDNet? (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Per le armi al s.mercato non s'indeg
            - Scritto da:
            Allora, spalare merda sugli USA è sacrosanto,
            farlo su PI non va
            bene?

            Ah, già, dimenticavo. Qualcuno bisogna odiare.
            Una volta si faceva con gli
            Ebrei.

            Cosa farete quando PI verrà acquistato da ZDNet?
            (rotfl)Criticare ed esprimere un'opinione senza insultare è troppo difficile vero ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Per le armi al s.mercato non s'indeg
            - Scritto da:
            Le armi per le stragi di
            Columbine del VATech sono state acquistate
            illegalmente, nè più nè meno di come si farebbe a
            Napoli.Illegale 'sta cippa.da wiki (e da qualsiasi sito o giornale al mondo):Secondo gli inquirenti il killer avrebbe utilizzato due armi, una Walther calibro 22 e una Glock 19 da 9mm, acquistate entrambe in Virginia ed utilizzate in ognuna delle due sparatorie.Cho comprò la prima il 9 febbraio 2007, e la seconda il 13 marzo 2007. Per la legge della Virginia infatti, le persone legalmente residenti negli Stati Uniti compiuti i 21 anni di età, possono legalmente acquistare armi se non hanno precedenti per crimini o altre interdizioni o incapacità.Ora dammi la tua fonte dell'"acquisto illegale"

            Ma conosci gli USA perchè ci sei stato o hai la
            diarrea dalla
            bocca?Dai, su, non essere ridicolo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Per le armi al s.mercato non s'indeg
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Le armi per le stragi di

            Columbine del VATech sono state acquistate

            illegalmente, nè più nè meno di come si farebbe
            a

            Napoli.

            Illegale 'sta cippa.

            da wiki (e da qualsiasi sito o giornale al mondo):
            Secondo gli inquirenti il killer avrebbe
            utilizzato due armi, una Walther calibro 22 e una
            Glock 19 da 9mm, acquistate entrambe in Virginia
            ed utilizzate in ognuna delle due
            sparatorie.
            Cho comprò la prima il 9 febbraio 2007, e la
            seconda il 13 marzo 2007. Per la legge della
            Virginia infatti, le persone legalmente residenti
            negli Stati Uniti compiuti i 21 anni di età,
            possono legalmente acquistare armi se non hanno
            precedenti per crimini o altre interdizioni o
            incapacità.

            Ora dammi la tua fonte dell'"acquisto illegale"



            Ma conosci gli USA perchè ci sei stato o hai la

            diarrea dalla

            bocca?

            Dai, su, non essere ridicolo...Infatti era stato giudicato epricoloso da un magistrato in precendenza e non avrebbe potuto acquistarle.
          • Anonimo scrive:
            Re: Per le armi al s.mercato non s'indeg
            - Scritto da:


            Certo che dev'essere proprio difficile per un

            americano esibire documento di identita' e

            certificato di residenza.



            Ma va la', va.

            Non sono quello di prima, ma posso dire che in
            molti stati non basta. Le armi per le stragi di
            Columbine del VATech sono state acquistate
            illegalmente, nè più nè meno di come si farebbe a
            Napoli.

            Ma conosci gli USA perchè ci sei stato o hai la
            diarrea dalla
            bocca?Dall'ultima tua frase stento a credere che tu non sia "quello di prima" (rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    OTTIMA OSSERVAZIONE
    "Un giochino flash è sotto accusa: il player viene messo nei panni del ragazzo autore della strage nell'università della Virginia. Armi alla mano, si vince sparando a più non posso. Ma le critiche non bastano a impedirne la diffusione"OTTIMA OSSERVAZIONE, MA ALLORA PERCHE':1- Ne avete parlato anche voi2- Non solo ne avete parlato ma avete messo l'articolo in una posizione di rilievo nella pagina, SCRIVENDO IL TITOLO IN GRASSETTO!3- Sponsorizzate apertamente il sito che lo ospita apertamente senza celarlo dietro un meno impegnativo: "un noto sito di gaming online" o altro.aggiungo un paio di cose:-lo sapete che il killer del college canadese di qualche tempo fa supportava la sua psicosi mentale trastullandosi con giochi tipo Postal e un giochino ispirato al massacro di Columbine? -"the problems of the future, today", questo è lo slogan del sensibilissimo e furbissimo sito di cui ci informate con tanta trasparenza sapete?..spero proprio che non sia un nomen omen...detto questo, la virginia deve rivedere le sue leggi di vendita sulle armi (è uno degli stati con minori controlli) e non è che un gioco in flash da solo provoca una strage ovviamente, ma GIOCATO DA UNA MENTE GIA' INCASINATA DI SICURO NON HA EFFETTI POSITIVI .passo e chiudo,Mike
    • Anonimo scrive:
      Re: OTTIMA OSSERVAZIONE
      - Scritto da:
      GIOCATO DA UNA MENTE GIA' INCASINATA DI SICURO
      NON HA EFFETTI POSITIVIAllora vedi di non giocarci, per favore. :D
      • Root5 scrive:
        Re: OTTIMA OSSERVAZIONE
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        GIOCATO DA UNA MENTE GIA' INCASINATA DI SICURO

        NON HA EFFETTI POSITIVI

        Allora vedi di non giocarci, per favore. :Dma perchè quando un utente fa delle considerazioni interessanti ci deve essere sempre il commento stupido di mezzo????Possibile che ci sia così tanta gente che usufruisce di questo servizio gratuito tutti i giorni e non vuole altro che trollare e leggere trollate????? ma cazzo leggete topolino no?! anzi fate come sempre non leggete proprio.
        • Anonimo scrive:
          Re: OTTIMA OSSERVAZIONE
          E' per questo motivo che anni fa leggevo PI tutti i giorni con gusto e profitto imparando e divertendomi molto con le opinioni dei lettori, mentre da diversi mesi la situazione si è fatta sempre più insopportabile.Frequentare i forum di PI è come essere attorniati da automobilisti inferociti bloccati in un imbottigliamento: da ogni riga sprizza cattiveria, malevolenza, frustrazione, sadico bisogno di ferire e offendere gli altri. Si percepisce negatività e malumore.Insopportabile! Ora su PI non ci vengo quasi più, però mi sembra giusto che i responsabili sappiano il perchè perdono certi utenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: OTTIMA OSSERVAZIONE
            Ehi, non prendertela. E' solo uno stupido forum nello stupido internet. Non conta nulla, non ha neanche un'esistenza fisica.Tutte le scemenze, le banalità, le stupidaggini, le cattiverie che si riversano qui un giorno spariranno, e non lasceranno traccia. Sarà come se non fossero mai esistite.E' questa l'unico vero lato positivo del web: il suo essere effimero. Della cosiddetta "era dell'informazione" non resterà nulla, perchè non c'è nulla di tangibile e di immutabile. Solo un insensato mutare senza scopo.
        • Anonimo scrive:
          Re: OTTIMA OSSERVAZIONE
          - Scritto da: Root5
          ma perchè quando un utente fa delle
          considerazioni interessanti ci deve essere sempre
          il commento stupido di
          mezzo????
          il commento ci stava tutto.
  • Wakko Warner scrive:
    Quante sciocchezze
    E pensare che prima di adesso non l'avevo nemmeno mai sentito nominare... come del resto Rule of Rose.Forse i moralisti e i bacchettoni dovrebbero fare attenzione quando aprono bocca perché, in genere, accade l'esatto opposto di quello che si propongono.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quante sciocchezze

      Forse i moralisti e i bacchettoni dovrebbero fare
      attenzione quando aprono bocca perché, in genere,
      accade l'esatto opposto di quello che si
      propongono.Ma soprattutto dovrebbero piantarla di dare la colpa a terzi per il loro totale fallimento come genitori.
      • Redpill scrive:
        Re: Quante sciocchezze
        - Scritto da:

        Forse i moralisti e i bacchettoni dovrebbero
        fare

        attenzione quando aprono bocca perché, in
        genere,

        accade l'esatto opposto di quello che si

        propongono.

        Ma soprattutto dovrebbero piantarla di dare la
        colpa a terzi per il loro totale fallimento come
        genitori.

        Forse se un pazzo ti uccidesse il figlio, il fratello o la sorella ti girerebbero i coglioni se qualcuno ne facesse un gioco.
        • Wakko Warner scrive:
          Re: Quante sciocchezze
          - Scritto da: Redpill

          - Scritto da:


          Forse i moralisti e i bacchettoni dovrebbero

          fare


          attenzione quando aprono bocca perché, in

          genere,


          accade l'esatto opposto di quello che si


          propongono.



          Ma soprattutto dovrebbero piantarla di dare la

          colpa a terzi per il loro totale fallimento come

          genitori.




          Forse se un pazzo ti uccidesse il figlio, il
          fratello o la sorella ti girerebbero i co*lioni
          se qualcuno ne facesse un
          gioco.Tu avresti diritto a farti girare i co*lioni, e loro continuerebbero ad avere diritto di produrre il gioco, venderlo o regalarlo.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Quante sciocchezze
          Allora non ci sarebbero giochi basati sulla seconda guerra mondiale
      • Anonimo scrive:
        Re: Quante sciocchezze
        Il fallimento dei genitori e' la razionale conseguenza del trovarsi a combattere contro schiere di advertisers di cartelloni di riviste femminili di videogiochi per insegnare a un figlio la differenza tra realta' e il mondo dei modelli sorridenti, dei padri da film hollywoodiano, dei riconoscimenti che arrivano a fine episodio a chi si comporta con correttezza e abnegazione, delle avventure di mesi senza una bolletta da pagare in vista.Senza contare che anche i genitori sono stati cavie a loro volta.
    • Root5 scrive:
      Re: Quante sciocchezze
      - Scritto da: Wakko Warner
      Forse i moralisti e i bacchettoni dovrebbero fare
      attenzione quando aprono bocca perché, in genere,
      accade l'esatto opposto di quello che si
      propongono.ciao Wakko,attenzione che per convincere l'opinione pubblica che i games "violenti", fps o meno che siano, sono il male e quindi andrebbero propibiti questa potrebbe anche essere la strada giusta.
      • citrullo scrive:
        Re: Quante sciocchezze
        - Scritto da: Root5

        - Scritto da: Wakko Warner

        Forse i moralisti e i bacchettoni dovrebbero
        fare

        attenzione quando aprono bocca perché, in
        genere,

        accade l'esatto opposto di quello che si

        propongono.

        ciao Wakko,

        attenzione che per convincere l'opinione pubblica
        che i games "violenti", fps o meno che siano,
        sono il male e quindi andrebbero propibiti questa
        potrebbe anche essere la strada
        giusta.Ehm, faccio notare che da prima ancora che ci fossero i pc etc. uno dei giochi più gettonati dai maschietti era giocare alla guerra o ai pirati. E li lo scopo era sempre lo stesso, quindi... queste censure lasciano il tempo che trovano.In passato i bambini mica giocavano all'allegro imprenditore o al fantasioso contabile, al massimo si giocava al dottore se ne gruppo c'erano femminucce. :$
      • Anonimo scrive:
        Re: Quante sciocchezze
        si come l'alcool negli anni venti negli states... ha funzionato!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Quante sciocchezze
      O forse e' solo una trollata per giustificare l'intervento censorio dall'alto. Oggi si imbavaglia la mer*accia che si fa pubblicita' col sangue altrui (beh, come i politici e la guerra in iraq, come osama e gli attacchi terroristici). Domani, con l'elite che avra' a disposizione tecnologie di controllo e filtraggio perfezionate, sara' internet a censurare noi.Comunque un 10 all'ipocrisia dei media che speculano sulla violenza e sul richiamo sessuale e poi fanno i dibattiti per chiedersi come mai gli adolescenti imitano quello che vedono in tv, o a censurare un tipo che fa esattamente quello che fanno loro, ma senza dissimulare troppo.
  • Anonimo scrive:
    2 mila dollari per toglierlo ?
    Ma al limite 2 mila sberle + altre 3 mila gratuite. Ma si possono fare giochi su simili tragedie ? Si possono lasciare pubblicare cose del genere ? Che belli i tempi dove il gioco più violento prevedeva il massacro di qualche pokemon...
    • Anonimo scrive:
      Re: 2 mila dollari per toglierlo ?
      - Scritto da:
      Ma al limite 2 mila sberle + altre 3 mila
      gratuite. Ma si possono fare giochi su simili
      tragedie ? Si possono lasciare pubblicare cose
      del genere ?
      sì, primo emendamento.

      Che belli i tempi dove il gioco più violento
      prevedeva il massacro di qualche
      pokemon...prima parli di sberloni poi stigmatizzi la violenza.che coerenza deh!
      • Wakko Warner scrive:
        Re: 2 mila dollari per toglierlo ?
        - Scritto da:
        prima parli di sberloni poi stigmatizzi la
        violenza.
        che coerenza deh!È l'era dell'ultraviolenza... i massacri virtuali vengono visti di cattivo occhio... meglio quelli reali.
        • Abraham S. scrive:
          Re: 2 mila dollari per toglierlo ?
          I giovani d'oggi non hanno più valori. Guardali lì con le bombolette spray a sporcare il muro del nostro ospizio proprio mentre scrivo questo messaggio. Maschi che si fingono femmine su Internet, maschi che baciano altri maschi, ragazzi che si rimbambiscono davanti alla televisione anziché spiare le coetanee dal salice piangente davanti alla cameretta al secondo piano. Ai miei tempi i maschi erano maschi e le femmine erano femmine. Poi sono saltati fuori con questa novità che le femmine volevano fare i maschi e i maschi le femmine. Questa società sta andando allo scatafascio. Per non parlare poi della violenza gratuita delle nuove generazioni che non hanno più rispetto per niente nemmeno per gli anziani. Ricordo bene quando ero in Vietnam. Eravamo usciti io e i ragazzi che comandavo per una semplice missione di perlustrazione e quei maledetti Viet-cong sono spuntati fuori dal terreno attraverso quelle dannate buche nel suolo che usavano per spostarsi da una zona all'altra. Naturalmente cercammo di opporre resistenza, ne facemmo fuori almeno una cinquantina di quei maledetti musi gialli ma purtroppo riuscirono a circondarci e infine dovemmo arrenderci. Passai 7 mesi rinchiuso assieme a quello che rimaneva dei miei compagni in una cella fetida, piccola e dannatamente umida e non sono nemmeno sicuro che fossero davvero 7 mesi visto che dopo qualche giorno già qualcuno cominciava a dare di matto, io compreso. I Viet-cong dal canto loro ci portavano da mangiare solo lo stretto necessario, non ci davano nemmeno la Cocacola, dei veri barbari. A dire il vero ora che ci penso fra il buco in cui ci avevano rinchiuso e questo maledetto ospizio l'unica differenza è che qui abbiamo la televisione. Comunque, dicevo, erano passati circa 7 mesi, non dico che qualcuno non avesse cercato di scappare, anzi in molti ci provarono ma i Viet-cong avevano un maledetto elefante che ci teneva continuamente sott'occhio e se qualcuno cercava di fare il furbo lui lo agguantava con la sua proboscide e se lo mangiava. Quel maledetto elefante si sarà fatto fuori metà dei miei ragazzi. In ogni caso, dopo circa 7 mesi che a noi parsero 70 anni vennero finalmente a liberarci i nostri, erano passati solo 7 mesi ma già allora si poteva vedere che ammasso di femminucce stavamo diventando. Si erano messi in testa sciocchezze come "prendere degli ostaggi vivi" o presunti diritti dei prigionieri. Ricordo che dovetti strappare quel maledetto AK-47 direttamente dalle mani di un muso giallo stecchito e far fuori tutti di persona. E sai che ti dico? Non mi sono mai divertito tanto come quel giorno nonostante piovesse e ci fosse fango dappertutto. Non capisco davvero come si possa perdere tempo con quelle diavolerie li, come le chiamate, joystick, console, quelle porcherie elettroniche quando tutto quello di cui i nostri giovani hanno bisogno è andare a sfogarsi in una guerra vera, con sangue vero... violentare ragazze vere la cui unica colpa è quella di avere una pelle diversa e parlare una lingua incomprensibile. Certo, ci baciavamo anche noi fra maschi ogni tanto, e questo accadeva quando da mesi non riuscivamo a mettere le mani su una muso-giallo con cui divertirci. È inutile piangere sul latte versato quando un giovane di questi tempi fa una strage nella propria scuola anziché prendere un M16 e dedicarsi ad una sana pulizia etnica in un villaggio sperduto chissà dove e di cui non importa nulla a nessuno. Guardali... ecco... hanno finito di insozzare il muro del nostro ospizio proprio ora, guardali come si guardano orgogliosi di quello che hanno fatto, certo, uscirei anche a dirgliene quattro ma i giovani d'oggi sono dei violenti, non ho mai visto una generazione più violenta di questa. Sempre lì con i loro gameboy in mano o a farsi le canne e stare sdraiati sulle panchine della stazione di Luino. E poi una cosa davvero insopportabile è quando rimangono lì davanti alle violente scene di Grattachecca e Fichetto e cadono come in coma come se.... zzzzzzz-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 maggio 2007 01.45-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: 2 mila dollari per toglierlo ?
            - Scritto da: Abraham S.
            I giovani d'oggi non hanno più valori. Guardali
            lì con le bombolette spray a (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)sei un genio(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • soulista scrive:
            Re: 2 mila dollari per toglierlo ?

            passati circa 7 mesi, non dico che qualcuno non
            avesse cercato di scappare, anzi in molti ci
            provarono ma i Viet-cong avevano un maledetto
            elefante che ci teneva continuamente sott'occhio
            e se qualcuno cercava di fare il furbo lui lo
            agguantava con la sua proboscide e se lo
            mangiava. Quel maledetto elefante si sarà fatto
            fuori metà dei miei ragazzi.Questa l'hai fregata a Seymour S.(rotfl)
          • Abraham S. scrive:
            Re: 2 mila dollari per toglierlo ?
            - Scritto da: soulista

            passati circa 7 mesi, non dico che qualcuno non

            avesse cercato di scappare, anzi in molti ci

            provarono ma i Viet-cong avevano un maledetto

            elefante che ci teneva continuamente sott'occhio

            e se qualcuno cercava di fare il furbo lui lo

            agguantava con la sua proboscide e se lo

            mangiava. Quel maledetto elefante si sarà fatto

            fuori metà dei miei ragazzi.

            Questa l'hai fregata a Seymour S.
            (rotfl)Siamo stati nello stesso campo di prigionia.
    • gatsu99 scrive:
      Re: 2 mila dollari per toglierlo ?
      cioè secondo te su una tragedia non si può fare un gioco di violenza ?????interessante e allora tutti i giochi fatti su terroristi o sul d-day cosa sono scusa ????che la cosa sia di pessimo gusto è innegabile ma da almeno 5 anni su ogni pc esistente circolano giochi chiamati fps che sono di fatto rappresentazioni molto più fedeli ed accurate di eventi bellici o terroristici semnpre più efferati, non mi pare che li abbiano ritirati dal commercio o che abbiano gridato allo scandalo se vogliono essere abbietivi o tolgono OGNI gioco violento da OGNI piattaforma o la piantano di fare gli ipocriti !!!!!!!!!!!
      • Redpill scrive:
        Re: 2 mila dollari per toglierlo ?
        Secondo me gli ipocriti sono quelli che difendono questo genere di "divertimento" videoludico parlando di libertà di espressione. A mio avviso é molto più importante la libertà di una madre di non essere ferita di nuovo dopo una perdita del genere.Detto per inciso poi ho sempre pensato che chi difende questi giochi non ha mai provato neanche lontanamente il dolore di una perdita... e allora si che si puo' parlare di ipocrisia.Tutti gridano al facile moralismo e vedono nella censura chissà quale orwelliana perdita di libertà, ma non ci si rende conto che invece il costante crescere dell'immoralismo e del "tutto é permesso" ci porteranno a perdere molto di più.
        • Wakko Warner scrive:
          Re: 2 mila dollari per toglierlo ?
          - Scritto da: Redpill
          Secondo me gli ipocriti sono quelli che difendono
          questo genere di "divertimento" videoludico
          parlando di libertà di espressione. A mio avviso
          é molto più importante la libertà di una madre di
          non essere ferita di nuovo dopo una perdita del
          genere.
          Detto per inciso poi ho sempre pensato che chi
          difende questi giochi non ha mai provato neanche
          lontanamente il dolore di una perdita... e allora
          si che si puo' parlare di
          ipocrisia.
          Tutti gridano al facile moralismo e vedono nella
          censura chissà quale orwelliana perdita di
          libertà, ma non ci si rende conto che invece il
          costante crescere dell'immoralismo e del "tutto é
          permesso" ci porteranno a perdere molto di
          più.Immoralismo per chi? Tutto è permesso? E perché mai ci dovrebbe essere qualcuno che decide per te ciò che è giusto o sbagliato?Ti rendi conto che con un ragionamento come il tuo si finirebbe a dover proibire tutti i videogiochi di guerra di questo mondo?Perché dovrebbe essere lecito realizzare un videogioco sul Vietnam? Perché un videogioco contro i Nazisti? Perché un videogioco contro gli infedeli? Perché un videogioco contro i mussulmani? Forse loro non hanno subito vittime? Forse un nazista una mamma non ce l'ha avuta?Ma soprattutto, chi pensi di essere tu per stabilire ciò che "non dovrebbe essere permesso" ad altri tuoi PARI?
        • Anonimo scrive:
          Re: 2 mila dollari per toglierlo ?
          - Scritto da: Redpill
          Secondo me gli ipocriti sono quelli che difendono
          questo genere di "divertimento" videoludico
          parlando di libertà di espressione. A mio avviso
          é molto più importante la libertà di una madre di
          non essere ferita di nuovo dopo una perdita del
          genere.
          Detto per inciso poi ho sempre pensato che chi
          difende questi giochi non ha mai provato neanche
          lontanamente il dolore di una perdita... e allora
          si che si puo' parlare di
          ipocrisia.
          Tutti gridano al facile moralismo e vedono nella
          censura chissà quale orwelliana perdita di
          libertà, ma non ci si rende conto che invece il
          costante crescere dell'immoralismo e del "tutto é
          permesso" ci porteranno a perdere molto di
          più.le madri sono ferite dal governo americano che non fa nulla per cambiare le leggi e rendere piu' difficile l'acquisto delle armi di fatto fregandosene di queste tragedie.
          • Anonimo scrive:
            Re: 2 mila dollari per toglierlo ?

            le madri sono ferite dal governo americano che
            non fa nulla per cambiare le leggi e rendere piu'
            difficile l'acquisto delle armi di fatto
            fregandosene di queste
            tragedie.Detto con tutta la saggezza di un bambino di 4 anni.(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: 2 mila dollari per toglierlo ?
      - Scritto da:
      Ma al limite 2 mila sberle + altre 3 mila
      gratuite. Ma si possono fare giochi su simili
      tragedie ? Si possono lasciare pubblicare cose
      del genere ?


      Che belli i tempi dove il gioco più violento
      prevedeva il massacro di qualche
      pokemon...eh si il cattivo e' chi scrive il gioco, non chi fa leggi ad hoc e permette la vendita indiscriminata di armi per favorire le lobby. Mi stupisco che fatti del genere accadano solo 1 volta ogni 2-3 anni in america, con tutti i morti di fame che non hanno nulla da perdere dovrebbero succedere 1 volta al giorno.
    • Anonimo scrive:
      Re: 2 mila dollari per toglierlo ?
      - Scritto da:
      Ma al limite 2 mila sberle + altre 3 mila
      gratuite. Ma si possono fare giochi su simili
      tragedie ? Si possono lasciare pubblicare cose
      del genere ?


      Che belli i tempi dove il gioco più violento
      prevedeva il massacro di qualche
      pokemon...C'hai davvero troppa ragione, io ne avrei chiesti almeno 5000 solo per il game, altro che 2000. Ah e per le scuse diciamo almeno un altri 10k.
  • Anonimo scrive:
    Ci sono giochi in cui si uccidono afgani
    etc..etc..giustissimo.Non vedo perche' se all'america da fastidio questo gioco (ad alcuni americani che vorrebbero sedare gli scandali e gli spargimenti di sangue a causa delle armi...) altri non possano giocarci tranquillamente.Dopotutto se gli americani ci vendono hitman o qualche bel gioco real-war-like nessuno si fa problemi ad ammazzare "presunti" terroristi....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci sono giochi in cui si uccidono af
      Un conto è soldato che uccide soldato un altro mitomane che uccide gente a caso. Gli americani hanno rotto le bolas a molti giochi del genere (Carmageddon, Grand Theft Auto...)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci sono giochi in cui si uccidono af


        Eh no è molto più facile dare la colpa ai
        videogiochi violenti che andare contro la lobby
        delle armi... i soliti ipocriti, si lamentano di
        un videogioco del genere e poi continuano a
        vendere armi a
        tutti...Prima o poi le armi verranno vendute come gadget del gioco e si continuerà a parlare di libertà di espressione. Sento dir spesso che questi giochi sono totalmente innoqui e che i pazzi che fanno le stragi erano già potenzialmente instabili... che é come dire: c'é una polveriera? Accendi la miccia tanto prima o poi esplorà lo stesso.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Ci sono giochi in cui si uccidono af
          E NO! Tu sai equiparando la cosa in maniera sbagliata! Non puoi dirmi che un videogioco può spingerti a fare una strage in quando la gente sa BENE la differenza tra FINZIONE e REALTA'!Tu pensi che quel ragazzo abbia deciso di fare quella strage dopo aver giocato ad unreal tourment? Non è che forse ha subito cosi tanti stress, sbeffeciamenti ed altre cose spiacevoli, che l'hanno portato a fare questa pazia ? E poi se non ricordo male quella persona si curava con spicofarmaci se non erro... quindi se è cosi, non sarebbe colpa dei vari farmaci? AHHH NO!!! NON PUO' ESSERE!!! Guai a dire ad una multinazionale del farmaco che un loro prodotto può portare ad estreme conseguenze, come dire che negli usa si trovano armi troppo facilmente.
          • Carogna scrive:
            Re: Ci sono giochi in cui si uccidono af
            - Scritto da: Sgabbio
            E NO! Tu sai equiparando la cosa in maniera
            sbagliata! Non puoi dirmi che un videogioco può
            spingerti a fare una strage in quando la gente sa
            BENE la differenza tra FINZIONE e
            REALTA'!

            Tu pensi che quel ragazzo abbia deciso di fare
            quella strage dopo aver giocato ad unreal
            tourment ? Non è che forse ha subito cosi tanti
            stress, sbeffeciamenti ed altre cose spiacevoli,
            che l'hanno portato a fare questa pazia ?


            E poi se non ricordo male quella persona si
            curava con spicofarmaci se non erro... quindi se
            è cosi, non sarebbe colpa dei vari farmaci? AHHH
            NO!!! NON PUO' ESSERE!!! Guai a dire ad una
            multinazionale del farmaco che un loro prodotto
            può portare ad estreme conseguenze, come dire che
            negli usa si trovano armi troppo
            facilmente.Mi ripeti un istante che scuola hai frequentato?(cylon)(cylon)(cylon)(cylon)
Chiudi i commenti