Qonto e SumUp, il servizio che semplifica i pagamenti cashless

Qonto e SumUp, il servizio che semplifica i pagamenti cashless per le imprese

Qonto e SumUp hanno stretto da tempo una partnership per aiutare imprese e liberi professionisti nella transazione digitale dei pagamenti.
Qonto e SumUp hanno stretto da tempo una partnership per aiutare imprese e liberi professionisti nella transazione digitale dei pagamenti.

Da tempo Qonto e SumUp hanno siglato una partnership a favore di imprese e professionisti italiani, che hanno necessità di semplificare i pagamenti cashless.

Qonto, per sostenere meglio gli imprenditori nel processo di trasformazione digitale, ha pensato di proporre loro una funzionalità molto richiesta, ossia un POS mobile intelligente che si collega direttamente al conto corrente Qonto.

In questo modo possono accettare pagamenti tramite carta in modo veloce e semplice.

La fintech con questa partnership ha voluto soddisfare i propri clienti, che richiedevano da tempo soluzioni digitali e smart per i pagamenti senza contanti, anche tramite smartphone.

Qonto e SumUp, il cashless per tutte le imprese

Qonto e SumUp

Nel settore dei pagamenti digitali, SumUp offre supporto a più di 3 milioni di commercianti in tutto il mondo.

Questa partnership tra Qonto e SumUp ha dato la possibilità ai clienti della fintech di effettuare transazioni cashless in modo semplice e veloce.

Aprendo un conto Qonto in questa pagina, si otterrà SumUp Air, un terminale POS all’insegna della compattezza e leggerezza, senza costi fissi e che accetta pagamenti con tutte le carte di credito o debito in modalità Chip & Pin e contactless.

Le condizioni sono veramente vantaggiose. Il POS SumUp Air ha un costo di attivazione pari a 19 euro, con le commissioni sulle transazioni a zero nei primi 30 giorni.

Come ulteriore incentivo ad avvalersi di una soluzione digitale come il POS è il credito d’imposta con annesso bonus fiscale.

In pratica imprese, liberi professionisti ed esercenti che hanno ricavi o compensi complessivi inferiori a 400.000 euro, possono adesso recuperare una parte delle spese sostenute tramite le transazioni POS.

Questo credito d’imposta può essere recuperato subito tramite l’uso della compensazione in F24.

Se si vuole optare per una soluzione POS più completa, è possibile richiedere SmartPOS Mini con stampante, che ha un canone mensile di 21 euro.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 23 nov 2022
Link copiato negli appunti