Rapporto Occupazione e Formazione nell'ICT

Il 12


Milano – Ci saranno anche il ministro all’Innovazione Lucio Stanca e il sottosegretario Maurizio Sacconi alla presentazione prevista per il 12 luglio del rapporto Federcomin-Anasin-Assinform Occupazione e formazione nell’ICT .

“La ricerca, sviluppata con la collaborazione scientifica della Facoltà di Scienze Statistiche dell?Università di Milano Bicocca, Unioncamere e NetConsulting – si legge in una nota – presenta un?approfondita analisi, quantitativa e qualitativa, sull?evoluzione dell?occupazione generata dall?ICT e dei processi formativi all?interno della Digital Economy”.

L’evento, che si terrà presso il Circolo della Stampa (Sala Bracco) (Corso Venezia 16 – Milano), vedrà anche la partecipazione di AIIP, Clusit, Fedoweb e FRT. Tra gli altri interverranno Alberto Tripi, presidente Federcomin, Pierfilippo Roggero, presidente Assinform e Franco Patini, presidente Anasin.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Africano scrive:
    Re: non danno copertura adsl
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Africano


    mezza italia è esagerato, l'adsl
    ha

    dei costi che vengono ripagati bene
    solo in

    zone con sufficiente concentrazione per
    chi

    è distante da quelle
    densità

    è riservato un trattamento di
    serie

    b, immagino che quando anche quelle zone

    avranno l'adsl le altre avranno
    già

    la fibra e via di questo passo.

    Sono d'accordo sul fatto che sia la
    remuneratività a spingere Telecom a
    diffondere l'ADSL nei piccoli centri e che
    quando questo avverrà i grandi centri
    urbani avranno a disposizione altre
    tecnologie. E' però vero che l'Italia
    è la patria dei piccoli comuni
    è che questa divisione penalizza
    buona parte della popolazione. Il governo
    dovrebbe incentivare la diffusioen
    dell'ADSL, colmando il gap di
    remuneratività.
    Mauroimho, dovrebbe almeno obbligare l'incumbent :| a offrire flat analogiche scontate nelle zone non coperte, almeno questo.
  • Anonimo scrive:
    Re: non danno copertura adsl
    - Scritto da: Africano
    mezza italia è esagerato, l'adsl ha
    dei costi che vengono ripagati bene solo in
    zone con sufficiente concentrazione per chi
    è distante da quelle densità
    è riservato un trattamento di serie
    b, immagino che quando anche quelle zone
    avranno l'adsl le altre avranno già
    la fibra e via di questo passo.Sono d'accordo sul fatto che sia la remuneratività a spingere Telecom a diffondere l'ADSL nei piccoli centri e che quando questo avverrà i grandi centri urbani avranno a disposizione altre tecnologie. E' però vero che l'Italia è la patria dei piccoli comuni è che questa divisione penalizza buona parte della popolazione. Il governo dovrebbe incentivare la diffusioen dell'ADSL, colmando il gap di remuneratività.Mauro
  • Africano scrive:
    Re: Coerenza
    - Scritto da: Anonimo...
    Adsl a consumo, invece, è una cosa
    contro natura :| sarei curioso di sapere in
    europa quanti isp la propongonotempo fa ho fatto un conto e risultava che usando un a tempo per tutto il tempo all'anno veniva qualcosa come 27 milioni!!!, non c'era ancora l'euro, senza considerare che a tempo ha dei costi di fatturazione per niente secondari, hai detto bene contronatura, è utile solo per chi vuole restare connesso pochissimo e avrebbe un senso se fosse a scalare cioè dopo che si supera un certo limite automaticamente per quel mese passasse a flat magari un po' più cara di una flat normale.
  • Africano scrive:
    Re: non danno copertura adsl
    - Scritto da: Anonimo
    mezza italia è senza adsl, questa
    è l'innovazione in italia. non
    abbiamo nemmeno le reti.mezza italia è esagerato, l'adsl ha dei costi che vengono ripagati bene solo in zone con sufficiente concentrazione per chi è distante da quelle densità è riservato un trattamento di serie b, immagino che quando anche quelle zone avranno l'adsl le altre avranno già la fibra e via di questo passo.
  • Anonimo scrive:
    non danno copertura adsl
    mezza italia è senza adsl, questa è l'innovazione in italia. non abbiamo nemmeno le reti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Coerenza

    Non c'è una applicazione che
    può attrarre la massa. Solo poche
    persone sfruttano la banda larga senza usare
    il p2pGià, almeno avessero dimezzato i prezzi invece di raddoppiare la banda ("regalo" pensato per la chiavica rossoalice ma invece buono solo per scaricare più forte dal p2p) forse un po' più di gente ci avrebbe pensato a fare adsl flat (non fosse altro che per aggiornare spesso l'antivirus e winzozz senza patemi di bolletta o di linea occupata).Adsl a consumo, invece, è una cosa contro natura :| sarei curioso di sapere in europa quanti isp la propongono
  • Anonimo scrive:
    Re: Coerenza
    si parla e parla.Ma la gente davvero credete che spenderà 50 euro di più al mese per accedere alla posta e a 2 pagine web.Le cose sono 2:o ci date cose legali che rendano davvero appetibili le ADSLo ci lasciate scaricare in pace.Non c'è una applicazione che può attrarre la massa. Solo poche persone sfruttano la banda larga senza usare il p2p
  • Anonimo scrive:
    Coerenza
    Infatti i soldi li danno al digitale terrestre...bla bla bla :D
Chiudi i commenti