Razer ha la sua carta di credito (che si illumina)

Nasce dalla partnership tra Razer e Visa una carta di credito unica nel suo genere, in grado di illuminarsi ogni volta che viene utilizzata.
Nasce dalla partnership tra Razer e Visa una carta di credito unica nel suo genere, in grado di illuminarsi ogni volta che viene utilizzata.

Il marchio è noto soprattutto per le sue periferiche e per i dispositivi destinati all’ambito gaming, ma oggi mette ufficialmente un piede nel territorio FinTech con la presentazione di un prodotto destinato a non passare inosservato: Razer Card è una carta di credito a tutti gli effetti, accettata dal circuito Visa, ma con un design che prevede un sistema di illuminazione al suo interno.

Razer con Visa per una carte di credito particolare

Sono ben tre le versioni proposte: una smaterializzata, accessibile sotto forma di applicazione da installare sul proprio smartphone, e altre due fisiche da tenere invece nel portafogli, una delle quali provvista dell’accorgimento che accende il logo di verde ogni volta che si effettua una transazione. L’utilizzo è legato a doppio filo a un sistema di ricompense simile ai classici cashback e ai programmi di fidelizzazione.

La carta di credito Razer Card

Avviata la fase beta che interessa in un primo momento solo il territorio di Singapore coinvolgendo 1.337 utenti (numero non scelto in modo casuale). Funziona in accoppiata con l’app Razer Pay offrendo rimborsi pari all’1% su acquisti selezionati e al 5% per quelli effettuati attraverso lo store online ufficiale del brand.

Non crediamo l’iniziativa possa spostare gli equilibri della sfera FinTech né quelli dell’ambito finanziario. Rappresenta ad ogni modo un’ennesima dimostrazione di come il mondo dei sistemi di pagamento e quello delle realtà hi-tech siano sempre più vicini: il lancio di Apple Card a metà 2019 non è stato che l’inizio.

Fonte: Razer
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti