Real ad Apple: tutti contro Microsoft

Il CEO di RealNetworks ha proposto a Steve Jobs di mettere insieme i propri punti di forza per crescere sul mercato dei media digitali e contrastare i piani di conquista di Microsoft


Roma – Allearsi e unire le forze per fermare l’avanzata di Microsoft sul mercato dei media player e dello streaming di contenuti multimediali. È questa la proposta fatta al boss di Apple, Steve Jobs, da Rob Glaser, fondatore e CEO di una società, RealNetworks, sempre più minacciata dalle politiche espansionistiche di Microsoft nel settore dei media digitali.

In una lettera, Glaser sostiene che una partnership fra RealNetworks ed Apple potrebbe avvantaggiare entrambe le società e ridimensionare le ambizioni nutrite dal big di Redmond sul mercato del video e della musica digitale.

L’amichevole proposta di Glaser contiene anche un avvertimento o,
se si vuole, una velata minaccia: se non vi alleate con noi saremo
costretti ad allearci con il nostro comune nemico, Microsoft .

RealNetworks è
da sempre una delle più acerrime avversarie del colosso di
Bill Gates: avversaria non solo sul mercato, dove con gli anni le due
società hanno ampliato il fronte dello scontro, ma anche in
tribunale, dove RealNetworks accusa
Microsoft di concorrenza sleale
. Glaser sostiene tuttavia che una
partnership con quest’ultima potrebbe aprire alla sua azienda
“opportunità davvero interessanti”, legate
soprattutto al fatto di poter accedere in modo privilegiato al vasto
bacino di utenti del Windows Media Player.

Il CEO di RealNetworks propone in particolare a Jobs di
concedergli in licenza la tecnologia di digital rights management
Fairplay, la stessa utilizzata da Apple per proteggere la musica
venduta attraverso l’iTunes Music Store: questo consentirebbe a
RealNetworks di offrire agli utenti del proprio negozio di musica la
possibilità di riprodurre i brani acquistati sul popolare
player iPod.

In cambio, RealNetworks potrebbe fare di iPod il player di
riferimento nei propri servizi musicali a pagamento e nel suo diffuso
software RealPlayer.

Glaser fa notare che sia il proprio negozio che quello di Apple
utilizzano come formato di compressione della musica l’AAC: per
rendere i due servizi compatibili, dunque, a RealNetworks basterebbe
adottare la stessa tecnologia di protezione della rivale.

Per espandere il suo giovane servizio di musica a pagamento
RealNetworks ha bisogno di supportare un formato dei file già
sufficientemente diffuso, formato che, nell’eventualità
fallisse l’accordo con Apple, potrebbe essere il Windows Media Audio
di Microsoft.

Secondo fonti vicine ad Apple Jobs non avrebbe ancora risposto
alla lettera di Glaser, tuttavia i due dovrebbero incontrarsi di
persona proprio questa settimana.

Per contrastare Microsoft, e frenare l’erosione della propria
quota di mercato, nel 2002 RealNetworks ha
scommesso sulle potenzialità dell’open source
rilasciando
il codice che sta alla base della propria piattaforma per la
creazione, la distribuzione e la riproduzione di contenuti
audio/video. Lo scorso anno l’azienda ha invece stipulato un
importante accordo con IBM
che ha portato le due aziende a
collaborare sullo sviluppo di soluzioni integrate per la creazione e
lo streaming di musica e video.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Postgres TODO

    In particolare "Queries across databases or
    servers (two-phase commit)"Il two-phase commit lo implementano tutti i database che consentono di utilizzare query su due database contemporaneamente (dblink o riferimento ad altro database)il controller (quello che fa le query sugli altri database) istruisce gli altri di cominciare a fare il commit quando tutti rispondono positivamente da il comando a tutti gli altri di rendere effettivo il commit.bye, Mdx4
  • Anonimo scrive:
    Re: Postgres TODO
    Non è la lista della spesa.C'è da vedere come si implementano le cose, e MySQL, tutto quello che ha, funziona bene.Prima di implementare qualcosa, ci pensano due volte, e fanno test approfonditi.Anche Windows, sulla carta, fa tutto. Poi che funzioni è un altro discorso.
  • Anonimo scrive:
    Licenza MySQL e illeciti
    La licenza di MySQL non è gratuita come molti pensano. E' una licenza che, per un uso commerciale, richiede un pagamento. Altri prodotti sono in questa situazioneE' interessante notare che molti utilizzatori di questi prodotti si trovano nella condizione di dover pagare la licenza ma sono spesso erroneamente convinti che nulla è dovuto ad alcuno. Questo atteggiamento spesso è agevolato da fornitori e consulenti in mala fede o non informati.In ogni caso si tratta di un comportamento illecito. Chi risponde in questo caso? Non pensate che la percezione delle aziende sull'open source cambierebbe se venisse fatta informazione corretta?
    • Anonimo scrive:
      Re: Licenza MySQL e illeciti
      - Scritto da: Anonimo
      La licenza di MySQL non è gratuita
      come molti pensano. E' una licenza che, per
      un uso commerciale, richiede un pagamento.
      Altri prodotti sono in questa situazioneChe io sappia, dalla lettura della licenza, non è vero quello che dici. *Se vuoi* avere assistenza dalla MySQL AB paghi, se vuoi usare MySQL *anche* in progetti commerciali, puoi gratuitamente. Solo che non puoi avvalerti dell'assistenza della ditta produttrice. Tutto qui.
      • Anlan scrive:
        Re: Licenza MySQL e illeciti
        Mi spiace ma ha ragione (quasi totalmente) l'autore del 3d.Se l'applicazione che hai sviluppato (e che, si intende, usa MySQL) non viene rilasciata con licenza GPL allora nemmeno mySQL è in GPL e si deve pagare la commercial-licence che ti da anche diritto al supporto.Dove sbaglia l'autore del 3d è nel considerare l'uso commerciale dell'applicazione: se io sfrutto commercialmente un'applicazione GPL (che so' inserendola ad esempio come pacchetto extra con sovrapprezzo in un servizio di hosting) ma l'applicazione è GPL (ovvero sorgenti in chiaro liberamente distribuibili ecc.) non sono tenuto a pagare la licenza commerciale.http://www.mysql.com/products/licensing/commercial-license.html http://www.mysql.com/products/licensing/opensource-license.html==================================Modificato dall'autore il 16/04/2004 18.59.06
        • Anonimo scrive:
          Re: Licenza MySQL e illeciti

          Se l'applicazione che hai sviluppato (e che,
          si intende, usa MySQL) non viene rilasciata
          con licenza GPL allora nemmeno mySQL
          è in GPL e si deve pagare la
          commercial-licence che ti da anche diritto
          al supporto.Ovvio. Se è GPL puoi sfruttare MySQL in tuoi progetti, rilasciando ovviamente di nuovo con la medesima licenza. Il che significa che puoi sfruttarlo for free per farci soldi.MySQL AB in più offre la possibilità di acquistare (pagando) la libertà di rilasciare il codice con una licenza differente. Ma è una cosa in più, non una restrizione.Cioè, MySQL è gratuito, in quanto GPL. Ma si ha anche la possibilità di modificargli la licenza (e quindi il vincolo che GPL impone a rilasciare nuovamente sotto GPL).Da qui a dire "Attenzione , MySQL non è gratuito" ce ne passa
          • Anlan scrive:
            Re: Licenza MySQL e illeciti
            - Scritto da: Anonimo
            Cioè, MySQL è gratuito, in
            quanto GPL. Ma si ha anche la
            possibilità di modificargli la
            licenza (e quindi il vincolo che GPL impone
            a rilasciare nuovamente sotto GPL). Si e no.. (anche se si discute del sesso degli angeli). Se ne fai uso in un bundle "closed" che distribuisci paghi. Se ne fai uso in una applicazione che ti usi per i fatti tuoi sul tuo pc e non la dai a nessuno non paghi. Se però quell'applicazione la usi all'interno di una azienda o gruppo di lavoro "closed" che non la distribuirà mai all'esterno allora paghi di nuovo.Il principio (richiamato anche da mySQL) è quello di avere for free un prodotto che ti permetta di persona di contrbuire alla comunità opensource. Se non lo fai paghi. E' semplice.
            Da qui a dire "Attenzione , MySQL non
            è gratuito" ce ne passaIo non ho detto che "non è gratuito" : ho spiegato quando lo è e quando no.
          • Anonimo scrive:
            Re: Licenza MySQL e illeciti
            Per progetti chiusi, che non sono GPL, è necessario acquistare la licenza.Abbiamo sviluppato internamente un gestionale e lo abbiamo appoggiato su MySQL (PostGreSQL non ci dava sufficienti garanzie di stabilità, e neppure Firebird. Con MySQL c'è una società dietro, ed è il db più diffuso al mondo, quindi problemi ne dovrebbe avere ben pochi...), e abbiamo acquistato le licenze che, comunque, costano veramente poco rispetto ad altri database.Tra l'altro esiste un partner italiano che le vende, basta fare una ricerca con google con "MySQL partner ufficiale" ed esce fuori.Abbiamo anche acquistato il supporto per un anno, ma non è certo obbligatorio: si possono usare i loro forum. Anche se ci hanno risolto nell'arco di poche ore diversi problemi rognosi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Licenza MySQL e illeciti
            - Scritto da: Anonimo
            Abbiamo sviluppato internamente un
            gestionale e lo abbiamo appoggiato su MySQL
            (PostGreSQL non ci dava sufficienti garanzie
            di stabilità, e neppure Firebird. Con
            MySQL c'è una società dietro,
            ed è il db più diffuso al
            mondo, quindi problemi ne dovrebbe avere ben
            pochi...),Grosso sbaglio riguardo a come avete valutato PostgreSQL,e se utilizzate MyISAM, cambiate mestiere perche non sapete cosa sia l'integrità dei dati, transaction log, ecc.A meno che non usiate INNODB, ma qualcosa mi dice che neanche sapete cosa sia.
            e abbiamo acquistato le licenze
            che, comunque, costano veramente poco
            rispetto ad altri database.Con PostgreSQL non pagate nulla, neanche per scopi commerciali!!!
          • Anlan scrive:
            Re: Licenza MySQL e illeciti
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Abbiamo sviluppato internamente un

            gestionale e lo abbiamo appoggiato su
            MySQL
            Grosso sbaglio riguardo a come avete
            valutato PostgreSQL,
            e se utilizzate MyISAM, cambiate mestiere
            perche non sapete cosa sia
            l'integrità dei dati, transaction
            log, ecc.E' altrettanto un errore affidare la coerenza dei dati al solo controllo del db: il supporto all'integrità referenziale, a mio parere, dovrebbe essere un valido ausilio alla fase di progettazione sviluppo e debug ma, in sistemi di produzione, se l'applicazione è ampiamente testata potrebbe risultare addirittura superfluo. Per altro considero assai più importante il supporto transazionale che aiuta nell'evitare che si possano registrare operazioni "monche" che potrebbero verificarsi più per errori esterni che interni (ad esempio la caduta di una connessione remota).Solo per memoria storica ricordo (a me in primis) che in assenza di database relazionali esistevano fior di applicazioni "mission critical" che implevementavano sia l'integrità referenziali che transazioni atomiche esclusivamente attraverso il codice programma: su tutti ha fatto scuola IBM con le sue ACG che prima di DB2 lavoravano su file a indici. E funzionavano gran bene.
          • Anonimo scrive:
            Re: Licenza MySQL e illeciti

            Grosso sbaglio riguardo a come avete
            valutato PostgreSQL,
            e se utilizzate MyISAM, cambiate mestiere
            perche non sapete cosa sia
            l'integrità dei dati, transaction
            log, ecc.

            A meno che non usiate INNODB, ma qualcosa mi
            dice che neanche sapete cosa sia.Ma senti questa gente che non sa niente di te ed esprimi giudizi.Abbiamo provato PostGreSQL, lo hai provato tu con 20 utenti concorrenti? MySQL è più veloce di 6 volte. E se gli utenti aumentano, poverino.

            e abbiamo acquistato le licenze

            che, comunque, costano veramente poco

            rispetto ad altri database.

            Con PostgreSQL non pagate nulla, neanche per
            scopi commerciali!!!PostGreSQL lo usi te, che se c'è un bug voglio vedere in quanto tempo te lo patchano.C'era una cosa che non andava nella versione sperimentale di MySQL sulle subquery, e abbiamo contattato lo sviluppatore dell'azienda che in 2 ore lo ha sistemato.E si tratta della versione sperimentale.Fallo tu con postgresql.Ma tanto mica doverci basare un business voi, ci fate i siterelli per la vostra community.bah andate a lavorare davvero.
  • Anonimo scrive:
    Re: Postgres TODO
    - Scritto da: Anonimo
    Altri DBMS che hanno queste features ?IBM DB2 da una vita! E con IBM DataJoiner il two-phase commit lo fai con db di produttori diversi. L'architettura cluster di IBM DB2 è shared-nothing (molto scalabile), l'ottimizzatore cost-based distribuisce le query sui nodi da tempo, ecc. ecc.E costa meno di Oracle!
  • Anonimo scrive:
    Postgres TODO
    Add replication of distributed databases * Automatic failover * Load balancing * Master/slave replication * Multi-master replication * Partition data across servers * Queries across databases or servers (two-phase commit) * Allow replication over unreliable or non-persistent links http://developer.postgresql.org/todo.phpQuelli che ho provato e supporato queste features, sono Firebird, Oracle e SQLServer.Altri DBMS che hanno queste features ?In particolare "Queries across databases or servers (two-phase commit)"
  • Anonimo scrive:
    Re: Licenza ...
    A me risulta che MySQL sia a pagamento solo se ridistribuisci il codice (di MySQL) in un pacchetto che poi rivendi.Questo vale per le vecchie versioni... ho fatto un giro su mysql.org (era nu po' che non ci andavo...) e non ho trovato link per scaricare MySQL... bisogna acquistarlo!Da quando è diventato solo a pagamento?O mi sono rimbecillito io?Vi prego, ditemi che mi sono sbagliato... :'(
    • gerry scrive:
      Re: Licenza ...
      - Scritto da: Anonimo
      Vi prego, ditemi che mi sono sbagliato... :'(http://dev.mysql.com/downloads/Se vuoi lasciare la GPL a casa te lo vendono anche sotto una diversa licenza.
  • Anonimo scrive:
    Licenza ...
    non uso Mysql per via della sua licenza che non mi piace per nulla.GPL in certi casi e commerciale per altri...Il pregio maggiore di Mysql è di essere gratuito ... MA se lo devi utilizzare per una applicazione che poi venderai(l'app non il DB!) non è più gratuito ....Io nella confusione mi tengo stretto Oracle quando il cliente è disposto a pagarlo oppure il buon Postgre che è rilasciato sotto la licenza più libera che c'è.....Ciao
  • Anonimo scrive:
    Dove si scarica ???
    Scusate, è da ieri che cerco di trovare la versione scaricabile di MySQL cluster...Qualcuno sa dove si trovi ? Sono un po' tonto, temo, nella pagina di download di mysql non ho trovato il link....Un commento en passant: il cluster engine è quello di Alzato, uno spin off di Ericsson. Il DB cluster era stato a quanto ho capito sviluppato per uso interno di Ericsson e specializzato per le esigenze dei DB di telecomunicazioni....Ciao, Paolo
  • Anonimo scrive:
    Re: Imprecisioni
    Compra SQL server per 4 processori.. oppure Oracle sempre per una macchina e poi mi dici i prezzi....
    • Anonimo scrive:
      Re: Imprecisioni
      Beh...informati!!!Un processore Oracle (utenti illimitati...) costa 4192 euro!!!..meno di sql e di my sql....bella liciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Imprecisioni
        tu faresti girare le tue applicazioni mission critical su mysql??Per favore.........
      • Anonimo scrive:
        Re: Imprecisioni
        - Scritto da: Anonimo
        Beh...informati!!!

        Un processore Oracle (utenti illimitati...)
        costa 4192 euro!!!..meno di sql e di my
        sql....Bella li' si', vai a sistema' un cluster e ripassa :p
      • Anonimo scrive:
        Re: Imprecisioni
        Rotflmao... ma da dove arrivi? dai pacchetti di patatine?Mysql costa in versione MAX unlimited 1490 dollari. Per Cpu.Senza contare che mysql nel 90% dei casi lo installi e va senza molti problemi. Oracle se non viene l'omino a mettertelo a posto o se non hai una grossa esperienza non da' nemmeno il 10% di quello che puo' dare... e i consulenti Oracle costano....eccome se costano...
        • Anonimo scrive:
          Re: Imprecisioni
          - Scritto da: Anonimo
          Rotflmao... ma da dove arrivi? dai pacchetti
          di patatine?
          Mysql costa in versione MAX unlimited 1490
          dollari. Per Cpu.non hai letto l'articolo?si parla di Mysql cluster a 5000$ a processore ....
      • Anlan scrive:
        Re: Imprecisioni
        - Scritto da: Anonimo
        Beh...informati!!!

        Un processore Oracle (utenti illimitati...)
        costa 4192 euro!!!..meno di sql e di my
        sql....

        bella li

        ciaoInformati meglio tu ... 4192 $ sono per la Standard Edition che NON OFFRE il clustering. Lo devi paragonare alla Enterprise Edition che in licenza monoprocessore costa 40.000 $ (per nodo si intende). Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Imprecisioni
          informati tu....4192 euro la standard edition one che al suo interno ha pure l'(EX)opzione RAC..real application cluster...più cluster di così...
          • Anlan scrive:
            Re: Imprecisioni
            - Scritto da: Anonimo
            informati tu....

            4192 euro la standard edition one che al suo
            interno ha pure l'(EX)opzione RAC..real
            application cluster...più cluster di
            così...Leggere prima di sparare ...http://www.oracle.com/database/index.html?product_editions.html La standard edition one NON ha l'opzione RAC. Ce l'ha la standard edition che costa "solo" (scusa l'errore) 15.000$ per processore. Il che significa che per avere un cluster minimo (2 server monoprocessore) ci "lasci" 30.000$. Con la enterprise la "botta" è (per un cluster analogo) un tantino più alta.==================================Modificato dall'autore il 16/04/2004 18.48.25==================================Modificato dall'autore il 16/04/2004 18.49.11
  • Anonimo scrive:
    Re: Imprecisioni

    Solo che
    MySQL non
    è in grado di fare le cose che fanno
    quei due cosi citati prima.
    E che cosa sanno fare i due cosi citati prima, che MySql no sa fare?
    • Anonimo scrive:
      Re: Imprecisioni
      almeno una cosa, supportano le stored procedure...poi molte altre, ma non stò la a elencarle !!
      • Anonimo scrive:
        Re: Imprecisioni
        La 5.0 supporta le Stored. Le nested query e altro ancora. Non sto dicendo che sia a livello di Oracle o M$SQL o DB2, ma per il 90% delle applicazioni puo' andare piu' che bene. Imho Pgsql e' il migliore in quanto a rapporto prezzo/prestazioni, considerando che fa tutto quello che fanno i grandi ma costa 0....Cya
        • Anonimo scrive:
          Re: Imprecisioni
          - Scritto da: Anonimo
          La 5.0 supporta le Stored. Le nested query e
          altro ancora. Non sto dicendo che sia a
          livello di Oracle o M$SQL o DB2, ma per il
          90% delle applicazioni puo' andare piu' che
          bene.Nell'articolo si parla di applicazioni clustered., cioè di applicazioni di alto livello (certo, non il 90% delle applicazioni). In applicazioni di questo tipo, IMHO, dubito che possa non pesare l'assenza di trigger, di supporto a XML, di stored procedure.
          • Anonimo scrive:
            Re: Imprecisioni

            . In applicazioni di questo
            tipo, IMHO, dubito che possa non pesare
            l'assenza di trigger, di supporto a XML, di
            stored procedure.Perchè SQL Server supporta XML?Non mi sembra affatto. Non è un db semistrutturato, non supporta XQuery ne il querying misto SQL/XQuery.Eventuali cazzatine come l'integrazione con IIS/SOAP non serve a nulla, tutta pubblicità: il cuore è puro RDBMS.Yukon sarà un'altra storia, Oracle non so.
          • Anonimo scrive:
            Re: Imprecisioni

            Perchè SQL Server supporta XML?No! Non mi è mai piaciuto SQLServer... Non lo avevo specificato dichiaratamente, ma i termini di paragone che stavo utilizzando erano PgSQL e Oracle
            Eventuali cazzatine come l'integrazione con
            IIS/SOAP non serve a nulla, tutta
            pubblicità: il cuore è puro
            RDBMS.D'accordissimo
            Yukon sarà un'altra storia, Oracle
            non so.Oracle è massiccio, è veramente bello. MySQL è l'ideale per progetti web based, per db che devono essere veloci e senza particolari richieste evolute. PgSQL lo vedo adatto a qualsiasi cosa, è veramente notevole. Oracle è esagerato, probabilmente siamo allo stato dell'arte dei RDBMS. La conclusione del discorso voleva essere la constatazione che certamente MySQL si colloca in una fascia di prodotti che è differente da quella di Oracle e PgSQL. Che poi MySQL abbia applicazioni in cui fa' da padrone, non ci piove.
          • Anonimo scrive:
            Re: Imprecisioni

            di supporto a XMLeh si, fondamentale nelle applicazionidi "alto livello" giusto, giusto perchéparliamo di RDBMS....
        • Anlan scrive:
          Re: Imprecisioni
          - Scritto da: Anonimo
          Non sto dicendo che sia a
          livello di Oracle o M$SQL o DB2, ma per il
          90% delle applicazioni puo' andare piu' che
          bene. Tra mySQL e Oracle (o MSSQL - de gustibus) c'è anche un'interessante via di mezzo che, personalmente ho testato con estrema soddisfazione: si chiama MaxDb (sempre di MySQl). E' il rebrand di SAPDb ed è, a parer mio, un clone (quasi bestemmia) del vecchio Oracle Workgroup Sever 7.3.4: ne supporta infatti pienamente la sintassi oltre ad un bel ANSI standard.Pro :- Costa Poco (49$ per utente o 1490$ per CPU)- Triggers- Stored Procedures- ACID transactions- Views- Integrità referenziale- Le mitiche Sequence di Oracle- Risorse macchina limitateContro :- Gestione rigidissima dei datafile- Limitazioni lunghezza di record- altro ? (che non ho ancora trovato)Leggero di installazione (100Mb circa con tutti i tool) contro quel "mostro" di oracle che ti sbatte giù il suo bel CD fitto fitto e nella versione Enterprise ti ficca anche dentro Apache (cakkio sarà anche bello ma chi te lo ha chiesto ?).
    • Anonimo scrive:
      Re: Imprecisioni
      - Scritto da: Anonimo

      Solo che

      MySQL non

      è in grado di fare le cose che
      fanno

      quei due cosi citati prima.



      E che cosa sanno fare i due cosi citati
      prima, che MySql no sa fare?LE VIEWS!!!! MYSQL non supporta le VIEW ci rendiamo conto!?!?!E se abiliti l'integrità referenziale (cosa che gli altri DB fanno di default) si piega in ginocchio!!Chiunque usi MySQL anche per fare lavori *stupidi* si scontra con queste assurde limitazioni
      • Anonimo scrive:
        Re: Imprecisioni
        Ti sbagli.. dipende da come lo usi e dallo skill del programmatore.Io ho progettato per una nota società degli applicativi VB/ASP-MySQL utilizzando 5 server distribuiti in Europa in replica con una mole di dati di milioni di righe e tempi di risposta notevoli.Ora questa società dopo un anno di test e nessun problema sta migrando da SQL Server a MySQL.
        • Anonimo scrive:
          Re: Imprecisioni
          - Scritto da: Anonimo
          Ti sbagli.. dipende da come lo usi e dallo
          skill del programmatore.
          Io ho progettato per una nota società
          degli applicativi VB/ASP-MySQL utilizzando 5
          server distribuiti in Europa in replica con
          una mole di dati di milioni di righe e tempi
          di risposta notevoli.
          Ora questa società dopo un anno di
          test e nessun problema sta migrando da SQL
          Server a MySQL.Tanto di cappello, questo non toglie che manchino delle cose che altri DB danno per scontate, e che nel 90% dei casi servono.Non nel tuo caso, ovviamente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Imprecisioni
            Se hai avuto esperienza nel campo dei DB saprai che molte funzionalità sono utili ma non indispensabili e con un pò di esperienza e ingegno si può fare quasi tutto.Se dici che al 90% servono viste, stored procedures o altre funzionalità ti sbagli.
          • Anonimo scrive:
            Re: Imprecisioni
            - Scritto da: Anonimo
            Se hai avuto esperienza nel campo dei DB
            saprai che molte funzionalità sono
            utili ma non indispensabili e con un
            pò di esperienza e ingegno si
            può fare quasi tutto.
            Se dici che al 90% servono viste, stored
            procedures o altre funzionalità ti
            sbagli.ovvio, posso fare un word processor in assembler, ma se mi dai il C++ lavoro meglio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Imprecisioni

            Se dici che al 90% servono viste, stored
            procedures o altre funzionalità ti
            sbagli.Certo, certo, sopratutto le viste...non servono proprio... sic
          • Anonimo scrive:
            Re: Imprecisioni
            Certo certo, servono viste, stored procedure, triggers... faccio il consulente, ed è già tanto se vedo delle select fatte come dio comanda, e non sparate fuori da qualche tool alla access-maniera.Altro che viste. Su 100 progetti, le funzionalità avanzate le userà si e no il 10% dei progetti.Semmai sono più utili, ed utilizzate, le subquery, che MySQL ha in sviluppo sulla 4.1.1, che sto usando in test e che funzionano piuttosto bene.Eppoi se vi serve il resto, non usate MySQL, semplice. Ma se non vi serve, qua avete un db che costa poco, che è supportato da una società e che fa assistenza.Solo degli sprovveduti mettono i dati importanti per un certo lavoro in mano a database che se non va qualcosa non sai a che santo rivolgerti... che sono 200 euro o 400 euro di fronte ad una potenziale perdita di dati?Il vostro database contiene dati che servono per lavoro, o gestisce la vostra agenda personale?Mah sempre tutti buoni a criticare... vorrei vedere quanta gente è andata oltre una select * di quelli che scrivono in questi forum.
          • Anlan scrive:
            Re: Imprecisioni
            Quoto in toto.Aggiungo ... qualcuno dice che "è da pazzi" mettere dati di una applicazione "mission-critical" su un database del genere: in realtà si sottovaluta il fatto che se l'applicazione è fatta col c.ulo puoi anche spendere 80.000$ per un database della madonna, avere un cluster di 200 nodi, server spaziali ecc. che l'applicazione crashera' comunque.Le discriminanti non sono le performance, o la quantità di dati, o la distribuzione, o il real-time o ... Sono un connubio assai complicato di tutti questi aspetti che, spesso, riguardano anche l'adozione di un database in funzione dei "diversi applicativi" che da esso dovranno attingere.
          • Anonimo scrive:
            Re: Imprecisioni
            - Scritto da: Anonimo
            Certo certo, servono viste, stored
            procedure, triggers...

            faccio il consulente, ed è già
            tanto se vedo delle select fatte come dio
            comanda, e non sparate fuori da qualche tool
            alla access-maniera.

            Altro che viste. Su 100 progetti, le
            funzionalità avanzate le userà
            si e no il 10% dei progetti.

            Semmai sono più utili, ed utilizzate,
            le subquery, che MySQL ha in sviluppo sulla
            4.1.1, che sto usando in test e che
            funzionano piuttosto bene.

            Eppoi se vi serve il resto, non usate MySQL,
            semplice. Ma se non vi serve, qua avete un
            db che costa poco, che è supportato
            da una società e che fa assistenza.

            Solo degli sprovveduti mettono i dati
            importanti per un certo lavoro in mano a
            database che se non va qualcosa non sai a
            che santo rivolgerti... che sono 200 euro o
            400 euro di fronte ad una potenziale perdita
            di dati?

            Il vostro database contiene dati che servono
            per lavoro, o gestisce la vostra agenda
            personale?

            Mah sempre tutti buoni a criticare... vorrei
            vedere quanta gente è andata oltre
            una select * di quelli che scrivono in
            questi forum.Eh già è di tutti quelli che leggono PI solo tu sai costruire query.io mi limito a select * from mianonna; è per questo che so che mysql non ha le view.
          • Anonimo scrive:
            Re: Imprecisioni

            Eh già è di tutti quelli che
            leggono PI solo tu sai costruire query.

            io mi limito a select * from mianonna;
            è per questo che so che mysql non ha
            le view.ma chissà perchè nei forum sono tutti fenomeni e nelle aziende non ci capisce mai nessuno.aho' siete nascosti bene.o forse siete bravi solo qui perchè non dovete mostrare cosa sapete fare?
  • Anonimo scrive:
    Imprecisioni
    Oracle e SQLServer non costano 20.000/30.000 per processore. Costano poco più di MySQL. Solo che MySQL nonè in grado di fare le cose che fanno quei due cosi citati prima.
  • Anonimo scrive:
    Che bello!!!!
    Che bello!!!!Ora posso gestire l'agenda telefonica su un clusterdi Linux box.
  • Anonimo scrive:
    si ma Cluster che è???
    io so' rimasto al cluster dell'hard disk ... un settore, una porzione ... che significa in questo caso? ormai sono anni che ne sento parlare, ma non ho capito che intendono
    • Anonimo scrive:
      Re: si ma Cluster che è???
      - Scritto da: Anonimo
      io so' rimasto al cluster dell'hard disk ...
      un settore, una porzione ...

      che significa in questo caso? ormai sono
      anni che ne sento parlare, ma non ho capito
      che intendonoprima lezione:http://www.google.com
    • Anonimo scrive:
      Re: si ma Cluster che è???
      Uno che risponda seriamente non c'è?
  • Anonimo scrive:
    MySQL sui cluster
    ha ragione di esistere come AmigaOS o PalmOS su cluster ... Lunga vita a firebird (Il database, non il Browser :p) !!
Chiudi i commenti