Reflex, Leica abbraccia il medio formato

Leica è il primo produttore ad annunciare una fotocamera medio formato con dimensioni ed ergonomia del tutto simili a quelle di una classica reflex full-frame o 35mm. La qualità di una Hasselblad in formato reflex?
Leica è il primo produttore ad annunciare una fotocamera medio formato con dimensioni ed ergonomia del tutto simili a quelle di una classica reflex full-frame o 35mm. La qualità di una Hasselblad in formato reflex?

“Una fotocamera capace di fornire la qualità del medio formato e, nel contempo, la maneggevolezza e la flessibilità del 35 millimetri”. Così David Bell, portavoce inglese di Leica , ha descritto la nuova S2, la prima reflex al mondo a montare un sensore medio formato ed a raggiungere la risoluzione di 37 megapixel.

Le fotocamere “medio formato”, così chiamate perché adottanno fotogrammi analogici o digitali con dimensioni superiori al classico fotogramma da 35mm, sono da sempre sinonimo di fotografia professionale, con corpi macchina massicci e pesanti come le Hasselblad e le Rolleiflex. Con la sua nuova linea di fotocamere S-system , Leica porta il medio formato su fotocamere dall’ ergonomia non dissimile a quella delle reflex 35mm ; un po’ come fece Mamiya all’epoca dell’analogico. Secondo Leica, la dimensione della S2 è all’incirca a metà strada fra la EOS 5D e la EOS 1Ds MkIII di Canon .

Il sensore adottato dalla S2, primo membro della famiglia S-system, misura 30 x 45 mm , una dimensione del 56% superiore rispetto al fotogramma 35mm (24 x 36 mm) ed ai sensori full-frame montati oggi su alcune reflex digitali. Quasi impietoso, poi, il confronto con i sensori in formato APS-C (16 x 24 mm) e 4/3 (18 x 13,5mm).

Va però detto che, al momento, la S2 esiste solo come prototipo: la sua commercializzazione è prevista non prima della prossima estate . Leica ha detto che, nel momento in cui questa macchina debutterà sul mercato, potrà già contare su di un parco ottiche composto da nove obiettivi , buona parte dei quali a lunghezza focale fissa.

“Siamo partiti da zero”, ha spiegato Maike Harberts, product manager di Leica. “Tutti i componenti che contribuiscono alla qualità finale dell’immagine sono stati progettati l’uno per altro. Siamo partiti da un sensore CCD ad ampio formato e, in seguito, abbiamo letteralmente costruito la fotocamera attorno ad esso, non limitandoci a riadattare le tecnologie preesistenti”.

Gli altri dettagli noti della S2 sono l’adozione di un corpo tropicalizzato, un display principale da 3 pollici e 460mila pixel, un display secondario OLED , un sistema a doppio otturatore (focal-plane shutter e in-lens leaf shutter), il processore d’immagine MAESTRO, il supporto al formato DNG di Adobe per le immagini RAW, e due slot per memory card (uno per CompactFlash ed uno per SD).

Gira voce che anche Nikon sarebbe pronta a presentare una macchina fotografica digitale medio formato con sensore quadrato da 48 x 48 mm e risoluzione di 48 megapixel.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 09 2008
Link copiato negli appunti