Samsung di Joyent fa un boccone

Il colosso sudcoreano acquisisce la piccola società statunitense, con l'obiettivo dichiarato di rafforzare la base cloud del business dei gadget mobile e Internet-connessi. Joyent non verrà liquidata
Il colosso sudcoreano acquisisce la piccola società statunitense, con l'obiettivo dichiarato di rafforzare la base cloud del business dei gadget mobile e Internet-connessi. Joyent non verrà liquidata

Samsung ha annunciato l’intenzione di acquisire Joyent, società focalizzata sulle tecnologie cloud, per acquisire una piattaforma telematica che le permetterà di supportare a dovere prodotti e servizi in ambito mobile, Internet delle Cose (IoT) e ovviamente cloud computing.

Il business di Joyent ha le radici piantante nella storia di Sun , ha svolto un ruolo pionieristico nell’adozione della virtualizzazione basata su container e al momento offre prodotti eminentemente cloud come i “container-come-servizio” Triton o lo “storage ad oggetti-come-servizio” di Manta.

Samsung è ora destinata a diventare il principale utilizzatore di Triton e Manta, ha spiegato il CEO di Joyent Scott Hammond, sfruttando le due tecnologie per potenziare i propri servizi telematici, l’offerta mobile e gli aggeggi IoT con vocazione alla scalabilità.

Ma la storia di Joyent non è destinata a diluirsi nell’enorme corpo aziendale del colosso asiatico, rassicura il management del fornitore di servizi cloud a stelle e strisce: i clienti vecchi e nuovi continueranno ad avere accesso ai prodotti Joyent, il brand esisterà anche in futuro, così come continuerà lo sviluppo tecnologico indipendentemente dalle esigenze specifiche di Samsung.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 06 2016
Link copiato negli appunti