Se Yahoo diventa a pagamento

Sono sempre di più i segnali che suggeriscono un cambio radicale di strategia


Roma – Bisogna agire con cautela ma, evidentemente, bisogna agire. Questo è ciò che passa nella mente dei dirigenti di Yahoo.com, il più conosciuto dei portali, visto che da qualche tempo inzeppano le proprie pagine di sondaggi agli utenti, per capire se sarebbero o meno disposti a pagare i servizi offerti dal portalone. Intanto aumentano anche i servizi a pagamento e si riducono i supporti tecnici per quelli gratuiti, tirando la cinghia anche sul free hosting di siti personali.
Yahoo.com sta per cambiare o è la rete che è già cambiata?
Qui un’interessante articolo di CNET.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • francesca deias scrive:
    è possibile?
    sono disgustata....sono un artigiana....ho incassato ahimè 67.000 di cui 45.000 stipendi....18.000 f24....7.000 circa spese....e....devo pagare ...sono in perdita e devo pagare anche le tasse ma.....è mai possibile?
Chiudi i commenti